SlideShare a Scribd company logo

Induismo

Induismo

1 of 26
Download to read offline
L’IN
D
U
ISM
O
DIFFUSIONE
Gli INDUISTI rappresentano la terza comunità religiosa
del mondo (dopo i CRISTIANI e i MUSULMANI), sono
quasi 650 milioni, il 13% della popolazione mondiale,
diffusi in 84 paesi:
• ASIA, in particolare in INDIA,
• Nepal,
• Sry Lanka,
• Malesia,
• Singapore,
• Africa (Mauritius),
• America latina, isole Figi, Stati Uniti e diversi paesi
Europei.
Induismo
ASPETTI STORICI
Le origini storiche sono difficilmente databili; ci sono diverse
ipotesi storiche a riguardo.
E’ la più antica delle religioni principali esistenti l’Induismo
attuale ha origini nel VI secolo a.c. i suoi fondamenti sono
ancora più remoti.
Il termine italiano "Induismo", deriva dal termine
anglosassone Hinduism diffuso dagli inglesi in epoca
moderna, coniato aggiungendo il suffisso ism al
sostantivo Hindū. Quest'ultimo termine a sua volta è stato
utilizzato, a partire dal XIII secolo, dai turchi di fede
musulmana per indicare coloro che non si convertivano alla
loro religione. Inoltre dal termine arabo al-Hind usato per
indicare l'intero popolo dell'India
PRINCIPALI DIVINITÀ INDUISTE
La maggior parte degli induisti crede in un
POTERE SUPREMO, senza forma,
detto BRAHAMAN. Le principali divinità
rappresentano i diversi aspetti del
brahaman. Le più importanti sono tre
(TRIMURTI): Brahma (il creatore),
Vishnu (il preservatore o protettore)e
Shiva (il distruttore). Gli induisti possono
venerare un solo dio, molte divinità o
nessun dio, ma la maggior parte di essi
crede utile avere un'effigie o una statua
di un dio da pregare. Vishnu e Shiva sono
molto popolari e hanno templi e seguaci
in ogni parte dell'India. 
ALTRE DIVINITÀ E DIVINITÀ SECONDARIE
Oltre alle tre divinità principali, ve ne sono centinaia di altre,
alcune venerate in tutta l'India, altre popolari in una sola
regione o addirittura in un solo villaggio. Certe famiglie hanno
la loro divinità particolare che venerano da generazioni. Di
particolare favore godono due divinità: Rama e Krishna,
entrambe incarnazione del dio Vishnu, che interviene per
salvare il mondo da pericoli estremi, ma sempre attraverso le
sue incarnazioni, dette avatara.

More Related Content

What's hot (20)

Presentazione islam
Presentazione islamPresentazione islam
Presentazione islam
 
Monachesimo 2.0
Monachesimo 2.0Monachesimo 2.0
Monachesimo 2.0
 
Ricerca buddismo
Ricerca buddismoRicerca buddismo
Ricerca buddismo
 
Il dolce Stil Novo e Guido Guinizzelli
Il dolce Stil Novo e Guido GuinizzelliIl dolce Stil Novo e Guido Guinizzelli
Il dolce Stil Novo e Guido Guinizzelli
 
La Poesia Religiosa
La Poesia ReligiosaLa Poesia Religiosa
La Poesia Religiosa
 
Gesù fonti- storiche
Gesù fonti- storicheGesù fonti- storiche
Gesù fonti- storiche
 
Purgatorio
PurgatorioPurgatorio
Purgatorio
 
Diritti umani
Diritti umani Diritti umani
Diritti umani
 
Il dolce stilnovo
Il dolce stilnovoIl dolce stilnovo
Il dolce stilnovo
 
Ugo Foscolo
Ugo FoscoloUgo Foscolo
Ugo Foscolo
 
Malta
MaltaMalta
Malta
 
La divina commedia
La divina commediaLa divina commedia
La divina commedia
 
"Le religioni nel mondo"
"Le religioni nel mondo""Le religioni nel mondo"
"Le religioni nel mondo"
 
Paradiso
ParadisoParadiso
Paradiso
 
Confucianesimo
ConfucianesimoConfucianesimo
Confucianesimo
 
Giovanni Verga, vita e opere
Giovanni Verga, vita e opereGiovanni Verga, vita e opere
Giovanni Verga, vita e opere
 
San Francesco
San FrancescoSan Francesco
San Francesco
 
I promessi sposi
I promessi sposiI promessi sposi
I promessi sposi
 
Dante alighieri
Dante alighieriDante alighieri
Dante alighieri
 
Il cristianesimo
Il cristianesimoIl cristianesimo
Il cristianesimo
 

Viewers also liked

induismo
induismoinduismo
induismoadnzh
 
Il protestantesimo _ 2015-5B
Il protestantesimo _ 2015-5BIl protestantesimo _ 2015-5B
Il protestantesimo _ 2015-5BEmanuele Rebecchi
 
Ladonnanellislamismoinduismoebuddismo
LadonnanellislamismoinduismoebuddismoLadonnanellislamismoinduismoebuddismo
LadonnanellislamismoinduismoebuddismoMaria Concetta
 
Islam e taoismo - by Pozzi Massimiliano e Patroni Stefano
Islam e taoismo - by Pozzi Massimiliano e Patroni StefanoIslam e taoismo - by Pozzi Massimiliano e Patroni Stefano
Islam e taoismo - by Pozzi Massimiliano e Patroni StefanoDario Caelli
 
Esercizio 4
Esercizio 4Esercizio 4
Esercizio 4ary929
 
Il monachesimo buddista
Il monachesimo buddistaIl monachesimo buddista
Il monachesimo buddistadaniela1964
 
Conosciamo l'islamismo
Conosciamo l'islamismoConosciamo l'islamismo
Conosciamo l'islamismomaestra Miriam
 
I Simboli Religiosi
I Simboli ReligiosiI Simboli Religiosi
I Simboli Religiosilumaeri
 
Islam
IslamIslam
Islamneple
 
Cristianesimo dei primi secoli
Cristianesimo dei primi secoliCristianesimo dei primi secoli
Cristianesimo dei primi secoliGiorgio Scudeletti
 
Religioni del mondo
Religioni del mondoReligioni del mondo
Religioni del mondoNicomarti
 
Simboli Cristiani
Simboli CristianiSimboli Cristiani
Simboli Cristianipaoluc
 

Viewers also liked (20)

induismo
induismoinduismo
induismo
 
induismo
induismoinduismo
induismo
 
Ebraismo _ 2015-5B
Ebraismo _ 2015-5BEbraismo _ 2015-5B
Ebraismo _ 2015-5B
 
Ebraismo _ 2015-5A
Ebraismo _ 2015-5AEbraismo _ 2015-5A
Ebraismo _ 2015-5A
 
Il protestantesimo _ 2015-5B
Il protestantesimo _ 2015-5BIl protestantesimo _ 2015-5B
Il protestantesimo _ 2015-5B
 
La Chiesa delle origini
La Chiesa delle originiLa Chiesa delle origini
La Chiesa delle origini
 
Protestantesimo _ 2015-5A
Protestantesimo _ 2015-5AProtestantesimo _ 2015-5A
Protestantesimo _ 2015-5A
 
ChiesaProtestante_5B
ChiesaProtestante_5BChiesaProtestante_5B
ChiesaProtestante_5B
 
Islam 2
Islam 2Islam 2
Islam 2
 
Ladonnanellislamismoinduismoebuddismo
LadonnanellislamismoinduismoebuddismoLadonnanellislamismoinduismoebuddismo
Ladonnanellislamismoinduismoebuddismo
 
Islam e taoismo - by Pozzi Massimiliano e Patroni Stefano
Islam e taoismo - by Pozzi Massimiliano e Patroni StefanoIslam e taoismo - by Pozzi Massimiliano e Patroni Stefano
Islam e taoismo - by Pozzi Massimiliano e Patroni Stefano
 
Esercizio 4
Esercizio 4Esercizio 4
Esercizio 4
 
Il monachesimo buddista
Il monachesimo buddistaIl monachesimo buddista
Il monachesimo buddista
 
Conosciamo l'islamismo
Conosciamo l'islamismoConosciamo l'islamismo
Conosciamo l'islamismo
 
I Simboli Religiosi
I Simboli ReligiosiI Simboli Religiosi
I Simboli Religiosi
 
Islam
IslamIslam
Islam
 
Cristianesimo dei primi secoli
Cristianesimo dei primi secoliCristianesimo dei primi secoli
Cristianesimo dei primi secoli
 
I pellegrinaggi ppt
I pellegrinaggi pptI pellegrinaggi ppt
I pellegrinaggi ppt
 
Religioni del mondo
Religioni del mondoReligioni del mondo
Religioni del mondo
 
Simboli Cristiani
Simboli CristianiSimboli Cristiani
Simboli Cristiani
 

Similar to Induismo

storia delle religioni induismo buddhismo.docx
storia delle religioni induismo buddhismo.docxstoria delle religioni induismo buddhismo.docx
storia delle religioni induismo buddhismo.docxmarzia54
 
Le religioni del mondo
Le religioni del mondoLe religioni del mondo
Le religioni del mondoirene_giordano
 
Raimondo Villano - Ildegarda da Bingen
Raimondo Villano - Ildegarda da BingenRaimondo Villano - Ildegarda da Bingen
Raimondo Villano - Ildegarda da BingenRaimondo Villano
 
Cultura dell’ india
Cultura dell’ indiaCultura dell’ india
Cultura dell’ indiasara mieli
 
Le domande della vita e la religione
Le domande della vita e la religioneLe domande della vita e la religione
Le domande della vita e la religioneDour67Dour67
 
IL PRINCIPIO DI CREAZIONE
IL PRINCIPIO DI CREAZIONEIL PRINCIPIO DI CREAZIONE
IL PRINCIPIO DI CREAZIONEAldo D'Onofrio
 
Le religioni del mondo
Le  religioni  del  mondoLe  religioni  del  mondo
Le religioni del mondoirene_giordano
 
Lo Spirito delle piante "Sensibili e Amiche"
Lo Spirito delle piante "Sensibili e Amiche"Lo Spirito delle piante "Sensibili e Amiche"
Lo Spirito delle piante "Sensibili e Amiche"Ignazio Cabras
 
I riti dell'acqua
I riti dell'acquaI riti dell'acqua
I riti dell'acquaclasseterza
 
Sacred and secular
Sacred and secularSacred and secular
Sacred and seculargiovannygsg
 
Irc 1media 01-bibbia
Irc 1media 01-bibbiaIrc 1media 01-bibbia
Irc 1media 01-bibbiafms
 
La storia di una lunga ricerca
La storia di una lunga ricercaLa storia di una lunga ricerca
La storia di una lunga ricercaMaurco
 
Religione musulmana.pptx
Religione musulmana.pptxReligione musulmana.pptx
Religione musulmana.pptxMattiaChiarello
 

Similar to Induismo (20)

le religioni dell'India
le religioni dell'Indiale religioni dell'India
le religioni dell'India
 
Religioni tribali
Religioni tribaliReligioni tribali
Religioni tribali
 
Animismo
AnimismoAnimismo
Animismo
 
storia delle religioni induismo buddhismo.docx
storia delle religioni induismo buddhismo.docxstoria delle religioni induismo buddhismo.docx
storia delle religioni induismo buddhismo.docx
 
Buddismo ia
Buddismo iaBuddismo ia
Buddismo ia
 
Taoismo&shintoismo
Taoismo&shintoismoTaoismo&shintoismo
Taoismo&shintoismo
 
A tavola con le religioni
A tavola con le religioniA tavola con le religioni
A tavola con le religioni
 
Le religioni del mondo
Le religioni del mondoLe religioni del mondo
Le religioni del mondo
 
Raimondo Villano - Ildegarda da Bingen
Raimondo Villano - Ildegarda da BingenRaimondo Villano - Ildegarda da Bingen
Raimondo Villano - Ildegarda da Bingen
 
Cultura dell’ india
Cultura dell’ indiaCultura dell’ india
Cultura dell’ india
 
Le domande della vita e la religione
Le domande della vita e la religioneLe domande della vita e la religione
Le domande della vita e la religione
 
IL PRINCIPIO DI CREAZIONE
IL PRINCIPIO DI CREAZIONEIL PRINCIPIO DI CREAZIONE
IL PRINCIPIO DI CREAZIONE
 
Le religioni del mondo
Le  religioni  del  mondoLe  religioni  del  mondo
Le religioni del mondo
 
Lo Spirito delle piante "Sensibili e Amiche"
Lo Spirito delle piante "Sensibili e Amiche"Lo Spirito delle piante "Sensibili e Amiche"
Lo Spirito delle piante "Sensibili e Amiche"
 
Conoscere l’islàm
Conoscere l’islàmConoscere l’islàm
Conoscere l’islàm
 
I riti dell'acqua
I riti dell'acquaI riti dell'acqua
I riti dell'acqua
 
Sacred and secular
Sacred and secularSacred and secular
Sacred and secular
 
Irc 1media 01-bibbia
Irc 1media 01-bibbiaIrc 1media 01-bibbia
Irc 1media 01-bibbia
 
La storia di una lunga ricerca
La storia di una lunga ricercaLa storia di una lunga ricerca
La storia di una lunga ricerca
 
Religione musulmana.pptx
Religione musulmana.pptxReligione musulmana.pptx
Religione musulmana.pptx
 

More from Emanuele Rebecchi (13)

La chiesa ortodossa _ 2015-5A
La chiesa ortodossa _ 2015-5ALa chiesa ortodossa _ 2015-5A
La chiesa ortodossa _ 2015-5A
 
Prontestantesimo
ProntestantesimoProntestantesimo
Prontestantesimo
 
Chiesa ortodossa 1
Chiesa ortodossa 1 Chiesa ortodossa 1
Chiesa ortodossa 1
 
Chiesa Ortodossa
Chiesa OrtodossaChiesa Ortodossa
Chiesa Ortodossa
 
Islam
IslamIslam
Islam
 
Islam ricerca
Islam ricercaIslam ricerca
Islam ricerca
 
ChiesaProtestante
ChiesaProtestanteChiesaProtestante
ChiesaProtestante
 
ChiesaOrtodossa
ChiesaOrtodossaChiesaOrtodossa
ChiesaOrtodossa
 
ChiesaProtestante_5A
ChiesaProtestante_5AChiesaProtestante_5A
ChiesaProtestante_5A
 
ChiesaOrtodossa_5B
ChiesaOrtodossa_5BChiesaOrtodossa_5B
ChiesaOrtodossa_5B
 
ChiesaOrtodossa_5A
ChiesaOrtodossa_5AChiesaOrtodossa_5A
ChiesaOrtodossa_5A
 
ChiesaProtestante_5A
ChiesaProtestante_5AChiesaProtestante_5A
ChiesaProtestante_5A
 
Presentazione
PresentazionePresentazione
Presentazione
 

Induismo

  • 2. DIFFUSIONE Gli INDUISTI rappresentano la terza comunità religiosa del mondo (dopo i CRISTIANI e i MUSULMANI), sono quasi 650 milioni, il 13% della popolazione mondiale, diffusi in 84 paesi: • ASIA, in particolare in INDIA, • Nepal, • Sry Lanka, • Malesia, • Singapore, • Africa (Mauritius), • America latina, isole Figi, Stati Uniti e diversi paesi Europei.
  • 4. ASPETTI STORICI Le origini storiche sono difficilmente databili; ci sono diverse ipotesi storiche a riguardo. E’ la più antica delle religioni principali esistenti l’Induismo attuale ha origini nel VI secolo a.c. i suoi fondamenti sono ancora più remoti. Il termine italiano "Induismo", deriva dal termine anglosassone Hinduism diffuso dagli inglesi in epoca moderna, coniato aggiungendo il suffisso ism al sostantivo Hindū. Quest'ultimo termine a sua volta è stato utilizzato, a partire dal XIII secolo, dai turchi di fede musulmana per indicare coloro che non si convertivano alla loro religione. Inoltre dal termine arabo al-Hind usato per indicare l'intero popolo dell'India
  • 5. PRINCIPALI DIVINITÀ INDUISTE La maggior parte degli induisti crede in un POTERE SUPREMO, senza forma, detto BRAHAMAN. Le principali divinità rappresentano i diversi aspetti del brahaman. Le più importanti sono tre (TRIMURTI): Brahma (il creatore), Vishnu (il preservatore o protettore)e Shiva (il distruttore). Gli induisti possono venerare un solo dio, molte divinità o nessun dio, ma la maggior parte di essi crede utile avere un'effigie o una statua di un dio da pregare. Vishnu e Shiva sono molto popolari e hanno templi e seguaci in ogni parte dell'India. 
  • 6. ALTRE DIVINITÀ E DIVINITÀ SECONDARIE Oltre alle tre divinità principali, ve ne sono centinaia di altre, alcune venerate in tutta l'India, altre popolari in una sola regione o addirittura in un solo villaggio. Certe famiglie hanno la loro divinità particolare che venerano da generazioni. Di particolare favore godono due divinità: Rama e Krishna, entrambe incarnazione del dio Vishnu, che interviene per salvare il mondo da pericoli estremi, ma sempre attraverso le sue incarnazioni, dette avatara.
  • 7. Nella tradizione classica, gli avatara sono dieci, di cui nove sono già avvenute (sotto forma di animali, Rama, Krishna e, da ultimo, Buddha) e una segnerà la fine dell'epoca attuale. Le divinità induiste sono spesso un misto di bene e di male, di gentilezza e di crudeltà. Per esempio, Parvati, moglie di Shiva,è venerata sia come la gentile dea madre sia come la terribile, sanguinaria Durga, dea della guerra. Un altro dio molto amato è Ganesha, dalla testa di elefante, figlio di Shiva e Parvati. Ganesha protegge i viaggiatori ed elimina gli ostacoli dalla vita della gente. Gli induisti si rivolgono a lui quando accade qualcosa di nuovo, come per esempio un cambiamento di casa.
  • 8. FONDATORE E PRINCIPI FONDAMENTALI L’Induismo non ha un fondatore e più che una religione l’Induismo è un insieme di movimenti diversi, accomunati da alcuni principi fondamentali diffusisi nella zona indiana molti secoli fa. Ogni regione ha le sue cerimonie e tradizioni. Oggi l’induismo è suddiviso in tante sette con credenze e riti molto diversi. Ma alcuni principi sono uguali per tutti. Gli Indù definiscono la propria religione una vera e propria filosofia di vita.
  • 9. Oggi l’Induismo è suddiviso in tante “sette” con credenze e riti molto diversi. Ma alcuni principi sono uguali per tutti. Gli Indù definiscono la propria religione una vera e propria FILOSOFIA DI VITA. L’Indù è un pellegrino in cerca della VERITA’ ASSOLUTA, alla scoperta della mondo interiore, l’IO PROFONDO DELL’UOMO (ATMAN). In questa ricerca si aiutano anche con lo YOGA un insieme di tecniche fisiche e psichiche che mirano all’arricchimento interiore, un specie di meditazione. La realtà è una: il mondo, l’uomo, gli dei, le cose che sono e quelle che saranno , tutto è BRAHMAN. Il Brahman - Atman è ciò che sostiene ogni cosa, la guida interiore e il fine ultimo di ogni vivente. Il mondo non è creato. Non c’è un inizio e una fine ma dei CICLI DI APPARIZIONE E SPARIZIONE DELLE COSE. L’anima passa attraverso l’infanzia, la giovinezza e la vecchiaia e rimane sempre la stessa. L’uomo non muore e non è mai nato.
  • 10. Ciò che lega l’uomo al ciclo delle nascite è il KARMA (parola in sanscrito che significa AZIONE). Ogni azione buona o cattiva produce un merito o un demerito quindi le azioni compiute nel presente influenzeranno le nascite future e la vita che si vive nel presente è influenzata dalla vita passata. Questo è il concetto di REINCARNAZIONE: dopo la morte l’anima rivive in un altro corpo: una pianta, un animale o una persona a seconda dei meriti o colpe della vita precedente. L’Induismo è noto per la rigida divisione della società in CASTE alle quali si appartiene per nascita senza alcuna possibilità di cambiamento. Le caste sono 4: I BRAHMANA (casta sacerdotale), I KSHATRIYA ( in antichità guerrieri ora casta politica e amministrativa), I VAISHYA (casta di allevatori, proprietari terrieri, e commercianti) e I SHUDRA (casta proletaria o lavoratori manuali). Ad ogni casta corrispondono doveri precisi quindi ogni casta ha la sua “morale”. Il nuovo induismo polemizza e combatte la discriminazione castale
  • 11. Lo scopo ultimo dell’Indù è L’UNIONE TOTALE CON L’ASSOLUTO. Per raggiungerlo non esiste un’unica via, ognuno trova il suo percorso e non deve aderire per forza ad un CREDO preciso, ciò che conta è il modo in cui si comporta (DHARMA). Ogni Indù vive il suo INDUISMO PERSONALE purchè riconosca: L’AUTORITA’ DEI LIBRI SACRI LA REINCARNAZIONE IL KARMA LA LEGE DELLE CASTE IL BAGNO NEL SACRO FIUME GANGE (dal quale si esce purificati dai peccati).
  • 12. LINGUA SACRA La lingua sacra dell’induismo è il SANSCRITO, lingua antica dell’india; il termine significa «perfezionato». Il ruolo di questa lingua nella cultura indiana è simile a quello del latino e del greco in Europa. In sanscrito sono composti molti testi classici.
  • 13. TESTI SACRI I testi sacri dell’induismo si dividono in: TESTI DELLA RIVELAZIONE: prima tramandati oralmente, più tardi scritti in sanscrito (antica lingua indiana), I QUATTRO VEDA (Veda degli inni, Veda delle melodie, Veda delle formule sacrificali e Veda delle formule magiche). Grazie all’importanza di questi testi la religione induista è chiamata anche RELIGIONE VEDICA. TESTI DELLA TRADIZIONE: I PURANA (36 raccolte di miti, leggende e insegnamenti filosofici. Una specie di enciclopedia dell’ induismo) e il RAMAYANA.
  • 14. LUOGHI DI PREGHIERA Molti induisti pregano nei TEMPLI (Mandir), ognuno dei quali è considerato la casa terrestre di una divinità particolare. In un sacrario nella parte più interna e riservata del tempio è situata una statua della divinità stessa. Gli induisti non hanno servizi rituali nei templi. Alcuni vi si recano quotidianamente, altri solo in occasioni speciali come le feste. Oltre ai grandi templi, agli angoli di molte strade vi sono piccole EDICOLE. Gran parte degli induisti venera gli dei a casa propria, in un angolo destinato a questo preciso scopo, dove può esserci semplicemente una statua o un dipinto della divinità. Il culto delle immagini è infatti molto sentito tra tutti i fedeli.
  • 15.   GIORNO SACRO Non esiste un giorno sacro preciso ma TANTE FESTE RELIGIOSE che hanno un’importante funzione sociale; momenti condivisi dalla comunità attraverso i preparativi, pratiche di purificazione fatte nell’ambito familiare, spettacoli, preparazione di dolci particolari per ogni ricorrenza. Feste con valore propiziatorio associate alle stagioni, al periodo della semina e del raccolto e legate al clima delle diverse zone dell’India. Alcune di queste feste con danze e canti popolari sono: DIVALI, il capodanno, a novembre, c’è la festa delle luci; HOLI, in primavera, la festa in onore del dio Krishna; DASARA, in ottobre, è la festa in onore della dea Kahlì.
  • 16. ABITUDINI RELIGIOSE Un’ abitudine è quella del BAGNO NELL’ACQUA DEL GANGE che consiste nell’inchinarsi verso il sole, immergersi più volte nell’acqua, raccoglierla e lanciarla in aria pronunciando una preghiera. I gesti esprimono adorazione, lode e esigenza di essere purificati. La maggior parte delle persone pratica un culto individuale. L’alba e il tramonto sono tra i momenti preferiti. Il culto comprende suoni vibranti che richiamano la divinità (mantra) e l’offerta di doni (prasad) che simboleggia le antiche pratiche di sacrificio. Lo scopo è l’offerta del proprio IO per diventare una cosa sola con la divinità.
  • 17. RITI INDÙ E PRATICHE RELIGIOSE La pratica religiosa di ogni indù è la PUJA che è un rito di offerte e preghiere che si possono fare sia in casa sia nel tempio. In casa: il rito si fa anche tre volte al giorno. Si usano fuoco e acqua per la purificazione, quindi vengono offerti cibo, incenso, fiori e polveri colorate per l’ornamentazione, generalmente in un angolo dove viene conservata un’immagine della divinità favorita. Durante queste offerte si ripete la formula tradizionale "OM" o "AUM". Nel tempio: il rito della puja è più solenne in quanto coinvolge più persone, si offrono burro, cereali, animali, bevande che vengono consumate insieme con i fedeli presenti. Particolare cura è riservata alla statua della divinità che viene unta, vestita, ornata e profumata. Vi sono riti appositi per i diversi stadi della vita dell’uomo: nascita, godimento dei diritti civili, matrimoni, funerale. l’acqua, ondate di fedeli si gettano nella corrente.
  • 18. Il rito meglio conosciuto e maggiormente praticato è IL BAGNO RITUALE. Ogni mattina le gradinate intagliate sulle rive del Gange accolgono decine di migliaia di indù. Quando i raggi del sole lambiscono l’acqua, ondate di fedeli si gettano nella corrente
  • 19. ABITUDINI ALIMENTARI Gli induisti, ritenendo sacra ogni forma di vita animale e sono quindi rigorosamente vegetariani. In particolare la mucca è considerata sacra. L'alcol è proibito ai bramini, i sacerdoti, mentre è ammesso, con moderazione, per le altre persone. Prima di mangiare ci si fa il bagno e ci si cambia. Durante le vigilie di numerose ricorrenze sacre è previsto il digiuno
  • 20. SIMBOLI OM Sillaba sacra in sanscrito (con significato di affermazione) pronunciata all’inizio e alla fine della lettura dei VEDA e nella meditazione.
  • 21. SIMBOLI YANTRA Rappresenta la struttura del corpo divino. Usato nella meditazione come strumento di controllo delle energie psichiche.
  • 22. SIMBOLI LOTO Il fiore di loto rappresenta la crescita vegetale, la fertilità delle acque e soprattutto la purezza
  • 23. MINISTRI DI CULTO Il ministro di culto dell’Induismo è il BRAHAMANO detto anche BRAMINO. I Brahamani sono membri della casta Sacerdotale. A loro spetta la celebrazione dei rituali religiosi più significativi. Il nome significa …colui che possiede intesa con la Realtà cosmica.
  • 24. INDUMENTI SACRI TIPICI Le donne indiane sono molto famose anche per il loro abbigliamento. Fino ai quindici-sedici anni, età in cui si tiene una festa per la raggiunta maturità della ragazza, quest’ultima si veste con una gonna, comune anche ai bambini, ed una camicetta, o con metà sari. Il sari è il vestito tradizionale delle donne indiane ed è costituito da una lunga striscia di tessuto con cui viene circondata due volte la donna. A seconda delle caste il sari è portato sulla spalla destra o sulla sinistra, ma generalmente la spalla preferita è la sinistra. L’estremità del sari non portato sulla spalla può essere tenuta in mano, portata sulla spalla destra, per rispetto nei confronti dei maschi (all’interno delle famiglie più tradizionali), o sulla testa, nei luoghi sacri.
  • 25. PREGHIERE PIU’ IMPORTANTI La vita di un devoto hindu è pervasa dalla RECITAZIONE DEI MANTRA, pratica che lo accompagna in vari momenti della vita e del quotidiano per fini che sono sia sacri sia profani, come per esempio: ottenere la liberazione; onorare le divinità (puja); acquisire poteri sovrannaturali (siddhi); comunicare con gli antenati; influenzare le azioni altrui; purificare il corpo; guarire dai mali fisici; assisterlo nei riti. Ogni mantra va usato nel modo corretto, e a secondo del modo può dare differenti risultati. • Inni dei Veda. • Preghiera dell’Upanishad: «Che Dio ci protegga: che egli ci nutra possiamo lavorare insieme con energia. Che il nostro studio porti frutto. Che possiamo amarci e vivere in pace
  • 26. GANDHI Importante guida spirituale, politico e filosofo indiano. Nel suo paese è riconosciuto come PADRE DELLA NAZIONE. Egli aiutò l’India a raggiungere l’indipendenza. Detto il FONDATORE DELLA NONVIOLENZA.