Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Chiesa ortodossa 1

1,617 views

Published on

Chiesa ortodossa - presentazione

Published in: Spiritual
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Chiesa ortodossa 1

  1. 1. 1 La Chiesa Ortodossa di Bellardini – Macaluso – Rosetta 23 Marzo 2015 DIFFUSIONE Le chiese ortodosse più conosciute sono la chiesa ortodossa greca e la chiesa ortodossa russa. Nel suo complesso la chiesa ortodossa, sia euro-orientale sia medio-orientale, è per dimensioni la terza maggiore confessione cristiana: contando 250 milioni di fedeli in tutto il mondo, anche se in larga prevalenza nei paesi dell’Europa orientale. ASPETTI STORICI RILEVANTI L’inizio ufficiale della chiesa ortodossa viene fatto risalire all’anno 1054, dopo cioè quello che le fonti storiche definiscono tradizionalmente come il grande scisma, in seguito al quale quella che fu l’unica chiesa cattolica e romana, cioè la chiesa di stato del impero romano, ormai definitivamente diviso, vide la sua parte orientale e quella occidentale dividere le strade altrettanto definitivamente. Questo però dopo secoli di controversie con varie rotture, a cominciare da quella per il titolo ecumenico. D’altra parte se la chiesa occidentale ha sempre parlato di scisma orientale, quelle orientali han sempre parlato di
  2. 2. 2 scisma dei latini per indicare l’ultima rottura della comunione del 1054. Per tutti la storia della chiesa cristiana inizia con Cristo e la sua predicazione, senza alcuna soluzione di continuità. Ma per la chiesa ortodossa solo in essa, ora, sussiste la chiesa fondata da Gesù di Nazareth. DIVINITA’ O REALTA’ VENERATE Tutti i cristiani ortodossi credono in un solo Dio in tre persone: Padre, Figlio e Spirito Santo, uno in essenza e indiviso. Il Padre è la persona che si caratterizza per essere ingenerato; il Figlio è generato eternamente dal Padre e lo Spirito Santo procede eternamente dal Padre. Ingenerazione, generazione e processione sono le caratteristiche che individuano le tre diverse dimensioni della Trinità, secondo i dettami dei padri del primo concilio di Nicea e di quello di Costantinopoli, che hanno formulato il simbolo di fede a cui la chiesa ortodossa è rimasta fedele sia nella formula che nella sostanza. PRINCIPI FONDAMENTALI I principi fondamentali della chiesa ortodossa sono: - primato del Papa: gli ortodossi non riconoscono al Vescovo di Roma il potere e l’autorità assoluta che ha acquisito nella storia; - il sinodo: nelle chiese ortodosse è la massima autorità in materia di dottrina;
  3. 3. 3 - lo Spirito Santo: realtà divina che deriva solo dal Padre e non, come per il cristianesimo, anche dal Figlio; - dogmi: gli ortodossi non riconoscono quelli proclamati dopo lo scisma del 1054; - matrimonio: per gli ortodossi non è indissolubile come per i cristiani, ma può essere sciolto in alcuni casi come, per esempio, se uno dei coniugi abbandona l’altro; se succede è ammesso un secondo matrimonio; - culto della Madonna: gli ortodossi venerano la Madonna come madre di Dio, ma non accettano un culto separato dalla figura di suo Figlio Gesù; e - celibato per i preti: le chiese ortodosse ammettono al sacerdozio anche uomini sposati, mentre i vescovi sono scelti tra monaci che sono celibi. LINGUA SACRA La lingua sacra ufficiale originaria era il greco, ma di fatto è permesso usare le proprie lingue nazionali. LIBRO SACRO Il libro sacro è la Bibbia. Oltre alla Sacra Scrittura è molto importante anche la Tradizione, un termine che comprende la Bibbia, il Credo, le dottrine dei concili ecumenici, gli scritti dei “ padri della Chiesa”, le leggi ortodosse (canoni), i libri liturgici, le icone, ecc. .
  4. 4. 4 FONDATORE E ISPIRATORE Il fondatore della Chiesa, “anche di quella ortodossa”, è Gesù e il suo discepolo Paolo di Tarso, noto come San Paolo. L’inizio ufficiale della chiesa ortodossa, come detto, risale allo scisma (separazione) del 1054. Il patriarca ecumenico Michele Cerulario influenzò molto la chiesa ortodossa. Egli contestava le innovazioni (eresie) della chiesa latina, relative a questioni come la processione dello Spirito Santo e l’uso del pane azimo per l’Eucaristia. Oltre alle controversie di carattere liturgico e dogmatico ci sono quelle giuridiche e politiche come il ripristino della giurisdizione patriarcale da parte del papa di Roma sui possedimenti bizantini nell’Italia del sud e dei Balcani e il tentativo papale di esercitare un primato di giurisdizione sui Patriarcati orientali. LUOGHI DI PREGHIERA I luoghi di preghiera della chiesa ortodossa sono le chiese e le cattedrali. Tra le chiese più belle c’è la chiesa di Mihajlovskaja a Kiev in Ucraina e la chiesa di Spas Na Krovi (la chiesa del sangue versato, costruita proprio dove fu assassinato l’imperatore Alessandro II ) a San Pietroburgo in Russia. GIORNO SACRO Nella chiesa ortodossa il giorno sacro è la Pasqua che viene chiamato il “Santo e grande sabato” oppure il “Grande riposo”.
  5. 5. 5 ABITUDINI RELIGIOSE La norma è andare in chiesa tutte le domeniche e tutte le grandi feste. E’ considerato un grave peccato lasciare passare un mese senza partecipare alla Liturgia. Vi è dunque un minimo assoluto di una volta al mese e nelle grandi feste. Gli offici della Grande Settimana prima della Pasqua sono ugualmente molto importanti. ABITUDINI ALIMENTARI Nei giorni di digiuno non si mangiano cibi di origine animale, quindi niente carne, pesce, uova, latticini (formaggio e latte). Non si beve vino e non si usa olio d’oliva negli alimenti. Questi sono permessi solo al sabato e alla domenica. Il pesce è permesso nelle feste dell’Annunciazione e della Domenica delle Palme. I periodi di digiuno sono:  La Grande Quaresima  La Quaresima dei Santi Apostoli (29 giugno / 12 luglio)  La Quaresima della Dormizione (15/28 agosto)  La Quaresima del Natale.
  6. 6. 6 SIMBOLI Il simbolo della religione ortodossa è la CROCE ORTODOSSA, anche chiamata croce russa. MINISTRI DI CULTO Un ministro di culto è un soggetto che per competenza territoriale o per incarico affidatogli compie dei riti si occupa delle anime dei fedeli e diffonde il messaggio religioso. INDUMENTI SACRI TIPICI Gli indumenti sacri tipici derivano da abbigliamenti sacri in uso nell’Impero Romano; gli abbigliamenti servono a contraddistinguere una funzione all’interno della chiesa, per esempio come la divisa distingue il soldato dal vigile urbano.
  7. 7. 7 PREGHIERE PIU’ IMPORTANTI Le preghiere più importanti sono: PREGHIERA DEL CUORE PREGHIERA DI SANT’EFREM PREGHIERA A SAN JACQUES DE MOLAY PREGHIERA A GESU’ SOMMO SACERDOTE PREGHIERA A S. MICHELE ARCANGELO PREGHIERA A NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PREGHIERA AL NOSTRO ANGELO CUSTODE PREGHIERA ALLA VERGINE MADRE DI DIO PREGHIERA DEL CRISTIANO ORTODOSSO ALTRI ASPETTI RILEVANTI La confraternita del buon Samaritano ha il fine di promuovere la carità cristiana nel campo socio sanitario. La confraternita non ha scopo di lucro e ha esclusivamente finalità di solidarietà nell’ambito della carità cristiana come: - costituzione, ove possibile di strutture di volontario con ambulanza per trasporto ammalati; - assistenza agli ammalati; e - soccorso di popolazioni colpite da calamità naturali.

×