Associazione PSI Onlus –             Psicologia Salute Integrazione                      MASTER BIENNALE ECM "NEUROSCIENZE...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
L’ e-learning: definizione Le-learning è una metodologia di insegnamento e apprendimento  che coinvolge sia il prodotto s...
Caratteristiche dell’e-learningL’e-learning è caratterizzato dalla: Multimedialità che valorizza uneffettiva integrazione...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
Metodologia di apprendimento L’ e-learning si presenta come un ambiente integrato di formazionepoiché prevede l’impiego d...
Metodologia: cooperative learning Nella collaborazione i corsisti sono coinvolti in un processo di  generazione della con...
Metodologia: teoria del costruzionismo sociale Caratteristiche del costruzionismo sociale sono:        Sapere come costr...
Condivisione delle conoscenze nel master“ Neuroscienze per le disabilità cognitive” Nel master “Neuroscienze per le Disab...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
Piattaforme di e-learning Sono software che permettono di creare un ambiente virtuale di  apprendimento all’interno del q...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
Un esempio di piattaforma: ADAADA è un ambiente di formazione integrato, un contenitore diinformazioni in uno spazio virtu...
Struttura ADA   Agenda   Messaggeria interna   Diario personale   Motore di ricerca interno   Note di classe   Chat...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
Contenuti: learning Objects Un learning Object (Oggetto Didattico) è un blocco di apprendimento  autonomo, coerente, unit...
Contenuti: Learning by doing Nell’e- learning gli obiettivi di apprendimento si configurano non  solo sotto forma di “con...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Contenut...
Modalità di comunicazione Le modalità di comunicazione usate nelle piattaforme di e- learning  sono di tipo di tipo asinc...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
Il ruolo del e-tutor   L’ E- tutor rappresenta la somma di tre sfaccettature ( Mario Rotta, 2005):      – Tutor Istruttor...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
Il Web 2.0 Il web 2.0 è un termine utilizzato per indicare un’evoluzione del  word wide web in cui gli utenti generano,  ...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
E-learning 2.0 Il web 2.0 induce a guardare all’istruzione in un modo che ci fa  andare oltre i vecchi paradigmi sulla fo...
Agenda L’e-learning    – Definizione    – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning    – Definizione    – Un esemp...
Gli strumenti del web 2.0 Social network è uno strumento di interazione E’ composto da gruppo di persone che condividono...
Approfondimenti su strumenti del web 2.0 Wiki è uno strumento di collaborazione Wiki: Principio su cui si basa la famosa...
Approfondimento su strumenti del web 2.0 Blog è uno strumento di collaborazione Blog: lautore (blogger) pubblica più o m...
Approfondimento su strumenti del web 2.0 Tag è uno strumento di categorizzazione della conoscenza Tag: sistema di classi...
Approfondimento su strumenti del web 2.0 Social bookmaking è uno strumento di condivisione della conoscenza Social bookm...
Approfondimento su strumenti del web 2.0Social brainstorming è uno strumento di condivisione della conoscenzaLa forza di q...
Approfondimento su strumenti del web 2.0                   34
Approfondimento su strumenti del web 2.0 Podcast è uno strumento di condivisione della conoscenza Podcasting: sistema ch...
Riferimenti bibliografici e sitografia Vito De Bari, Internet è cambiato e voi? Web 2.0, 1999, Ed. Il  sole ventiquattror...
37
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Presentazione psi

403 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
403
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione psi

  1. 1. Associazione PSI Onlus – Psicologia Salute Integrazione MASTER BIENNALE ECM "NEUROSCIENZE PER LA CLINICA ESPERTA DELLE DISABILITA COGNITIVE” E- learning e Web 2.0Dott.ssa Elisa D’AscenzoRoma 23/04/2012
  2. 2. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 2
  3. 3. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 3
  4. 4. L’ e-learning: definizione Le-learning è una metodologia di insegnamento e apprendimento che coinvolge sia il prodotto sia il processo formativo Per prodotto formativo si intende ogni tipologia di materiale o contenuto messo a disposizione in formato digitale attraverso supporti informatici o di rete Per processo formativo si intende la gestione dellintero iter didattico che coinvolge gli aspetti di erogazione, fruizione, interazione, valutazione Il vero valore aggiunto delle-learning emerge nei servizi di assistenza e-tutorship, nelle modalità di interazione sincrona e asincrona, di condivisione e collaborazione a livello di community 4
  5. 5. Caratteristiche dell’e-learningL’e-learning è caratterizzato dalla: Multimedialità che valorizza uneffettiva integrazione tra diversi mediafavorendo una migliore comprensione dei contenuti Interattività con i materiali che favorisce percorsi di studiopersonalizzati e valorizza limpegno dello studenteInterattività umana che favorisce la creazione di contesti collettivi diapprendimento e di confronto (classi virtuali) Adattività, ovvero la possibilità di personalizzare i percorsi didatticisulla base delle performance e delle interazioni dell’utente con icontenuti online Integrazione ovvero la possibilità di integrare diverse metodologie diapprendimento 5
  6. 6. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 6
  7. 7. Metodologia di apprendimento L’ e-learning si presenta come un ambiente integrato di formazionepoiché prevede l’impiego di diverse modalità: – Apprendimento asincrono: senza vincoli di tempo e di spazio attraverso contenuti presenti nel sistema – Apprendimento sincrono: apprendimento vincolato nel tempo ma non nello spazio attraverso aule virtuali, videoconferenza o chat – Apprendimento collaborativo : condivisione attraverso la rete delle attività, risorse e strumenti 7
  8. 8. Metodologia: cooperative learning Nella collaborazione i corsisti sono coinvolti in un processo di generazione della conoscenza L’obiettivo viene deciso in maniera condivisa e le decisioni sono sempre frutto di una negoziazione sociale; ne deriva che la responsabilità è collettiva e l’interdipendenza completa La collaborazione è il processo primario per cui la comunità può sviluppare un percorso formativo iniziando a costruire una comune ontologia e procedendo alla negoziazione di significati Nella negoziazione il soggetto mette a disposizione le proprie conoscenze e implicitamente anche il proprio punto di vista sul tema da discutere 8
  9. 9. Metodologia: teoria del costruzionismo sociale Caratteristiche del costruzionismo sociale sono:  Sapere come costruzione personale: il sapere non è oggettivamente dato e generalizzabile ma è il prodotto della propria esperienza personale  Apprendimento attivo: il sapere non è un travaso di conoscenze dal docente al discente ma viene acquisito dallo studente in modo attivo  Apprendimento collaborativo: sottolinea l’importanza dell’interazione con gli altri  Importanza del contesto: il processo di acquisizione della conoscenza deve svolgersi all’interno di un contesto, in questo caso una comunità  Valutazione integrata: valutazione parte integrante del processo di apprendimento 9
  10. 10. Condivisione delle conoscenze nel master“ Neuroscienze per le disabilità cognitive” Nel master “Neuroscienze per le Disabilità cognitive” professionisti, ricercatori di base, studenti e specializzandi, possano confrontarsi democraticamente, proporre e scambiare esperienze cliniche, riabilitative e di ricerca,contribuire allevoluzione degli strumenti professionali, delle conoscenze scientifiche di base, della co-costruzione delle linee guida e delle norme etiche e deontologiche in tali ambiti. Alla base c’è l’idea di operare, sia pur nel rispetto e tutela dei singoli ruoli e figure professionali, in un’ ottica di co- progettazione, co-costruzione e co-realizzazione di percorsi di prevenzione, cura e riabilitazione, ricerca e formazione, nel campo delle disabilità cognitive. 10
  11. 11. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 11
  12. 12. Piattaforme di e-learning Sono software che permettono di creare un ambiente virtuale di apprendimento all’interno del quale è possibile: – Erogare corsi di formazione – Gestire e monitorare i percorsi formativi degli utenti e – Accedere a una serie di strumenti di comunicazione – Accedere ai servizi collegati, quali i forum e il tutoring Attualmente sul mercato esistono due tipi di piattaforme: quelle denominate Content Delivery System e quelle denominate Learning Management System 12
  13. 13. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 13
  14. 14. Un esempio di piattaforma: ADAADA è un ambiente di formazione integrato, un contenitore diinformazioni in uno spazio virtuale di dialogo e condivisionedelle conoscenze.Consente di: Gestire e integrare corsi multimediali on-line e off-line Avere laccesso a materiale didattico strutturato Creare, pubblicare e fruire di nuovo materiale informativo Comunicare/Dialogare tra i vari attori di una comunità virtuale Monitorare processi di fruizione-apprendimento e tutoring 14
  15. 15. Struttura ADA Agenda Messaggeria interna Diario personale Motore di ricerca interno Note di classe Chat Forum Tags Aula virtuale Videoconferenza 15
  16. 16. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 16
  17. 17. Contenuti: learning Objects Un learning Object (Oggetto Didattico) è un blocco di apprendimento autonomo, coerente, unitario e riusabile che risponde a un singolo determinato obiettivo di apprendimento/insegnamento Un Oggetto Didattico viene spesso paragonato a una molecola. Così come questa è composta da atomi (fatti di elettroni, protoni), ogni singolo Oggetto è costituito da varie parti (foto, testo, suono, grafica) Gli Oggetti Didattici, per la loro natura modulare, semistrutturata e flessibile sono di enorme supporto alla didattica individualizzata e possono quindi essere utilizzati così come sono oppure scomposti e i singoli elementi utilizzati per costruirne di nuovi 17
  18. 18. Contenuti: Learning by doing Nell’e- learning gli obiettivi di apprendimento si configurano non solo sotto forma di “conoscere che” ma anche di “saper fare che” Il corsista prende coscienza del perché è necessario conoscere qualcosa e come una certa conoscenza può essere utilizzata: Attività previste nella formazione a distanza: – Esercitazioni di gruppo – Giochi di ruolo – Simulazioni – Case Study – Scrittura collaborativa 18
  19. 19. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Un esempio di piattaforma: ADA – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor – Un esempio di piattaforma: ADA Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 19
  20. 20. Modalità di comunicazione Le modalità di comunicazione usate nelle piattaforme di e- learning sono di tipo di tipo asincrono o sincrono. La modalità asincrona sta proprio a significare la mancanza di vincoli temporali tra linvio di un messaggio e la risposta al messaggio stesso. Esempi: – Forum – Mail La comunicazione sincrona è quella comunicazione in cui il mittente invia il messaggio rimanendo in attesa della risposta. Esempi: – Chat – Messaggistica istantanea – Videoconferenza 20
  21. 21. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor – Un esempio di piattaforma: ADA Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 21
  22. 22. Il ruolo del e-tutor L’ E- tutor rappresenta la somma di tre sfaccettature ( Mario Rotta, 2005): – Tutor Istruttore è un tutor orientato ai contenuti; – Tutor Moderatore è un tutor orientato alla gestione del gruppo; – Tutor Facilitatore è un tutor orientato allo sviluppo di forme di “scaffolding motivazionale” ovvero di sostegno a corsisti in difficoltà. “Zona di sviluppo prossimale” ( Vygotskij) insieme delle potenzialità che il corsista può manifestare se adeguatamente sollecitato 22
  23. 23. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 23
  24. 24. Il Web 2.0 Il web 2.0 è un termine utilizzato per indicare un’evoluzione del word wide web in cui gli utenti generano, riutilizzano e distribuiscono i contenuti, verificandosi quindi una spiccata interazione tra il web e l’utente Il web diventa: – Sociale – Partecipativo – Nelle nostre mani – Aperto 24
  25. 25. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 25
  26. 26. E-learning 2.0 Il web 2.0 induce a guardare all’istruzione in un modo che ci fa andare oltre i vecchi paradigmi sulla formazione tanto è che si potrebbe parlare di learning 2.0 (De Bari, 1999) Learning 2.0 nasce con l’obiettivo di far interagire gli spazi strutturati di apprendimento (piattaforme) e i contenuti ad alta saturazione semantica (learning object) con gli strumenti di interazione e condivisione (social network), le risorse ipermediali auto-selezionate, organizzate e classificate (social bookmarking) e le comunità di interesse e pratica che l’utente frequenta nel web 26
  27. 27. Agenda L’e-learning – Definizione – Metodologia alla base Piattaforme di e-learning – Definizione – Un esempio di piattaforma: ADA – Contenuti (Learning Objects, Learning by Doing) – Comunicazione – Il ruolo dell’e-tutor Evoluzione in chiave web 2.0 – Cos’è il web 2.0 – E-learning 2.0 – Approfondimenti su strumenti del web 2.0 27
  28. 28. Gli strumenti del web 2.0 Social network è uno strumento di interazione E’ composto da gruppo di persone che condividono un legame come può essere quello familiare o interessi, passioni, hobby e su questi elementi mettono in comune i propri pensieri, le proprie idee ed esperienze I più conosciuti sono: Facebook, Flickr, Twitter, Busuu Gi elementi che caratterizzano i social network sono: – Creazione e pubblicazione di un profilo – Realizzazione di una catena – Condivisione contenuti 28
  29. 29. Approfondimenti su strumenti del web 2.0 Wiki è uno strumento di collaborazione Wiki: Principio su cui si basa la famosa enciclopedia Wikipedia non è altro che una raccolta di documenti (testi, immagini, video, audio) ipertestuali che viene aggiornato dai suoi utilizzatori ed i cui contenuti sono sviluppati in collaborazione da tutti coloro che hanno accesso al sito. La modifica dei contenuti è aperta, nel senso che il testo può essere modificato da tutti gli utenti procedendo non solo per aggiunte, ma anche cambiando e cancellando ciò che hanno scritto gli autori precedenti Lo scopo è quello di condividere, scambiare, immagazzinare e ottimizzare la conoscenza in modo collaborativo L’uso del wiki nelle piattaforme di e-learning riguarda la scrittura collaborativa cioè la possibilità per un gruppo di lavoro di utilizzare un singolo testo per riflettere su argomenti d’interesse per il corso Esempio: Mediawiki 29
  30. 30. Approfondimento su strumenti del web 2.0 Blog è uno strumento di collaborazione Blog: lautore (blogger) pubblica più o meno periodicamente, come in una sorta di diario online, i propri pensieri, opinioni, riflessioni, considerazioni ed altro, assieme, eventualmente, ad altre tipologie di materiale elettroni. Il corsista può essere invitato a consultare i blog presenti in rete attinenti all’argomento del corso che sta frequentando o a creare un blog gestito da tutti i partecipanti al corso 30
  31. 31. Approfondimento su strumenti del web 2.0 Tag è uno strumento di categorizzazione della conoscenza Tag: sistema di classificazione e categorizzazione dei contenuti deciso dagli utenti stessi, letteralmente i contenuti vengono etichettati dall’utente in base all’interesse per quell’argomento Nel Web 1.0 esistevano solamente le categorie che venivano decide ed impostate in modo standard secondo i gusti e le conoscenze del gestore di un sito "imponendo" cosi allutente di adattarsi ad una navigazione preimpostata al fine di cercare ed arrivare ai contenuti desiderati L’uso dei tag nelle piattaforme e –learning consente al corsista di categorizzare i contenuti trovati in rete con delle etichette scelte autonomamente 31
  32. 32. Approfondimento su strumenti del web 2.0 Social bookmaking è uno strumento di condivisione della conoscenza Social bookmarking è un servizio basato sul web, dove vengono resi disponibili elenchi di segnalibri (bookmark) creati dagli utenti Questi elenchi sono liberamente consultabili e condivisibili con gli altri utenti appartenenti alla stessa comunità virtuale La maggioranza dei servizi di social bookmarking permette agli utenti la ricerca di segnalibri associati a determinate etichette (tag), oltre allordinamento delle singole risorse Internet in base al numero delle segnalazioni I più famosi sono : Digg, Delicious Il corsista può essere invitato a consultare pagine web o libri attinenti all’argomento del corso e attraverso i social bookmarking può condividere la lista dei suoi segnalibri con quella dei compagni di corso 32
  33. 33. Approfondimento su strumenti del web 2.0Social brainstorming è uno strumento di condivisione della conoscenzaLa forza di questa applicazione sta nella possibilità di effettuare un braistorming collettivo on line , è possibile: elaborazione condivisa di mappe creare nodi a comparsa; inserire immagini; inserire note; mappa può essere salvata in .pdf, che conserva tutti i link attivi. Il corsista può essere invitato a leggere i documenti forniti dal docente e poi ha elaborare una mappa concettuale per riassumere i concetti centrali ciò consente di fissarli in memoria e avere una mappa di facile consultazione. 33
  34. 34. Approfondimento su strumenti del web 2.0 34
  35. 35. Approfondimento su strumenti del web 2.0 Podcast è uno strumento di condivisione della conoscenza Podcasting: sistema che permette di scaricare in modo automatico risorse audio e video chiamate podcast Nei corsi di formazione in rete possiamo trovare podcast riguardanti l’ambito disciplinare attinente oppure tutorial ( racconti di esperimenti, guide illustrate per l’uso di strumentazioni, esplicazioni di procedure). 35
  36. 36. Riferimenti bibliografici e sitografia Vito De Bari, Internet è cambiato e voi? Web 2.0, 1999, Ed. Il sole ventiquattrore Valerio Eletti, Cosa è l’e-learning, 2007, Ed.Carrocci Luca Grivet Fontana, Web 2.0 Guida al nuovo fenomeno della rete, 2011, Ed. Hoepli Mario Rotta, E-tutor: identità e competenze. Un profilo professionale per le-learning, 2005, Centro Studi Erikson http://formare.erickson.it/archivio/febbraio/tipologie.html http://rivista.scuolaiad.it/ 36
  37. 37. 37

×