22/12/2009




 Tanti auguri di Buon Natale!
              di Buon Natale!
              di 




LA BEFANA

              ...
22/12/2009




BABBO NATALE


 Cartoline natalizie




                               2
22/12/2009




        3
22/12/2009




   Ricordiamo
    dell’unità
precedente che …
precedente che


                           4
22/12/2009




 Scioglilingua: Allo zoo
     g     g
Lo zio della zebra Zezzè 
ha incontrato allo zoo 
la zanzara Zazzà. 
...
22/12/2009




Tu scendi dalle stelle


A Te che sei del mondo
il creatore
mancano panni e fuoco,
o mio Signore,
o mio Sig...
22/12/2009




                    La concordanza
                   quando parliamo al passato …

SPAZIO ATTIVITÁ;  Ricap...
22/12/2009




    Gioco di concordanza: 
        imperfetto /
        i    f     / passato prossimo
                     ...
22/12/2009




                  testo 1/b: Su quel sentiero
                  passa un giorno il figlio di un
           ...
22/12/2009




  testo 3/a.
 La casa rimane aperta solo
nei mesi estivi e già alla
fine di maggio gli amici dei
bambini   ...
22/12/2009




Testo 3 / c.
Infatti, il primo bagno dell’anno
loro lo fanno una domenica di 
aprile, col cielo azzurro nuo...
22/12/2009




   La segretaria arriva a
  scuola alle otto. Apre la
  porta dell’ufficio. Scrive
  a macchina una lettera...
22/12/2009




Marco e Giulia vanno al
ristorante. Si siedono ad un
tavolo vicino alla finestra.
Marco chiede la lista al
...
22/12/2009




La signorina Brown va in 
banca per cambiare un 
traveller’s cheque. Fa la 
fila davanti
fila davanti allo ...
22/12/2009




   Unità 3. Non è bello ciò che è bello…
         3. Non è bello ciò

 1) FIGURA; ricetta per due          ...
22/12/2009




  Unità 3. Non è bello ciò che è bello…
        3. Non è bello ciò


1) FIGURA; ricetta per due

 2) SPAZIO...
22/12/2009




  Unità 3. Non è bello ciò che è bello…
        3. Non è bello ciò


1) FIGURA; ricetta per due


1B: Perch...
22/12/2009




 Unità 3. Non è bello ciò che è bello…
       3. Non è bello ciò

1B: Perché l’infermiera mi ha dato uno
 s...
22/12/2009




 Unità 3. Non è bello ciò che è bello…
       3. Non è bello ciò

1B: Perché l’infermiera mi ha dato uno
 s...
22/12/2009




 Unità 3. Non è bello ciò che è bello…
       3. Non è bello ciò

2B: Che cosa facevo nudo
  sul balcone?
5...
22/12/2009




 Unità 3. Non è bello ciò che è bello…
       3. Non è bello ciò

2B: Che cosa facevo nudo
 sul balcone?
14...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Unità 3 - Livello NB2 E.O.I. (II parte)

585 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
585
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Unità 3 - Livello NB2 E.O.I. (II parte)

  1. 1. 22/12/2009 Tanti auguri di Buon Natale! di Buon Natale! di  LA BEFANA 1
  2. 2. 22/12/2009 BABBO NATALE Cartoline natalizie 2
  3. 3. 22/12/2009 3
  4. 4. 22/12/2009 Ricordiamo dell’unità precedente che … precedente che 4
  5. 5. 22/12/2009 Scioglilingua: Allo zoo g g Lo zio della zebra Zezzè  ha incontrato allo zoo  la zanzara Zazzà.  Tu scendi dalle stelle Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo, e vieni in una grotta e vieni in una grotta al freddo al gelo, e vieni in una grotta al freddo al gelo. O Bambino mio divino, io ti vedo qui tremar. io ti vedo qui tremar. O Dio beato, ah quanto ti costò l'avermi amato. ah quanto ti costò l'avermi amato. 5
  6. 6. 22/12/2009 Tu scendi dalle stelle A Te che sei del mondo il creatore mancano panni e fuoco, o mio Signore, o mio Signore mancano panni e fuoco, o mio Signore. Caro eletto pargoletto quanto questa povertà più m'innamora giacché ti fece amor povero ancora, http://www.filastrocche.it/leggi.a giacché ti fece amor sp?idContent=3013&novita=&inizi povero ancora.  ale= La concordanza quando parliamo al passato … SPAZIO ATTIVITÁ;  Ricapitoliamo, facciamo il punto Eserciziario: passato prossimo o imperfetto E ii i t i i f tt Lo scorso fine settimana, mentre io (essere) _______in casa, io (sentire)  _______suonare alla porta. (Essere)________ il postino che mi (portare)  _________ una raccomandata. Io (firmare) ____________la ricevuta, poi io (capire) ____________che qualcosa di grave (stare) ___________succendendo riguardo al mio incidente. L’avvocato, infatti, mi (scrivere) ___________ che io ( (dovere) ___________ presentarmi al processo, che (dovere) __________ avere ) ___________ p p , ( ) __________ luogo a Firenze. Finita la lettera, io (telefonare) ___________ immediatamente all’avvocato e gli io (confermare) __________ la mia presenza al processo. 6
  7. 7. 22/12/2009 La concordanza quando parliamo al passato … SPAZIO ATTIVITÁ;  Ricapitoliamo, facciamo il punto t • Eserciziario: passato prossimo o imperfetto Soluzioni: • Ero • Leggevo • Ho capito • Ho sentito • Stava • Era • Scriveva / mi ha scritto / mi ha scritto • Portava • Dovevo • Doveva • Ho firmato • Ho telefonato • Ho confermato La concordanza quando parliamo al passato … Ogni azione passata, proprio  perché è già fi it i ò hé è ià finita, si può esprimere con il passato prossimo, se ci interessa dire soltanto ciò che è accaduto. Se  invece, vogliamo dire che cosa  accadeva in un dato momento,  usiamo, per la stessa situazione, l’imperfetto. 7
  8. 8. 22/12/2009 Gioco di concordanza:  imperfetto / i f / passato prossimo i testo 1/a: Lei passa le giornate tristemente affacciata alla finestra. Sta affacciata con i gomiti puntati al davanzale e le sarebbe venuto un callo ai gomiti se non avesse pensato di metterci sotto un cuscino. La finestra dà sul bosco e la principessa per tutto il giorno i i i non vede altro che la cima degli alberi, le nuvole e giù il sentiero dei cacciatori. 8
  9. 9. 22/12/2009 testo 1/b: Su quel sentiero passa un giorno il figlio di un re. Insegue un cinghiale e, passando vicino ad un castello che lui sa, da chissà quanti anni disabitato, si stupisce vedendo segni di vita: panni stesi tra i merli, fumo dai camini, vetri aperti. , p Lui sta cosí a guardare, quando si accorge che ad una finestra, lassù una bella ragazza affacciata, le sorride. testo 2. L’insegnante arriva a scuola alle nove. Entra in classe. Saluta gli studenti. Spiega una nuova lezione. Scrive delle frasi alla lavagna. Ripete la spiegazione. Risponde alle domande degli studenti. Aiuta una studentessa. i d Corregge le frasi sbagliate. Assegna i compiti per il giorno dopo. 9
  10. 10. 22/12/2009 testo 3/a. La casa rimane aperta solo nei mesi estivi e già alla fine di maggio gli amici dei bambini aspettano ansiosamente davanti al cancello l’arrivo dei loro compagni di giochi. Questi arrivano a luglio con l’inizio delle vacanze, ma, a quell’epoca i ragazzi del posto già vanno e vengono dalla spiaggia da tempo. Testo 3/b: E’ una casa grande, dove ogni anno l’estate viene  una famiglia con molti bambini. I ragazzi bambini I ragazzi gridano giocando nei viali del  giardino, intanto, la  mamma e la nonna sedute al sole chiacchierando mentre l lavorano una  maglia. Quelle voci giovani risuonano allegri, ed é  proprio una gran gioia sentirle. 10
  11. 11. 22/12/2009 Testo 3 / c. Infatti, il primo bagno dell’anno loro lo fanno una domenica di  aprile, col cielo azzurro nuovo e un  p , sole allegro e giovane. Loro  scendono al mare correndo e  sventolano il costume da bagno in  aria come una bandiera.  Precipitano al molo dove le reti da al molo dove le reti da  pesca si dilungano per terra mentre alcuni pescatori le  rammendano. testo 4. Indipendente Margherita mi fa le faccende e mi vuole molto bene. Quando viene nella mia camera, mi ripete infatti le poesie di quei suoi tempi di scuola Spesso si scuola. interrompe per spiegarmi il significato di qualche parola difficile. 11
  12. 12. 22/12/2009 La segretaria arriva a scuola alle otto. Apre la porta dell’ufficio. Scrive a macchina una lettera, risponde al telefono. Dà informazioni agli studenti. Suona la campanella per l’inizio delle l i i Fa l d ll lezioni. le fotocopie. Indica la classe ad un nuovo studente. Peter arriva a scuola alle otto e mezza. Controlla la  posta. Chiede un informazione un’informazione alla segretaria. Va al bar. Beve un cappuccino. Fuma una  sigaretta. Legge un giornale italiano. Parla con  un’insegnante. Entra in  classe. Saluta i suoi compagni. Mette i libri e i  quaderni sul tavolo. Si siede vicino alla cattedra. 12
  13. 13. 22/12/2009 Marco e Giulia vanno al ristorante. Si siedono ad un tavolo vicino alla finestra. Marco chiede la lista al cameriere. Ordina il primo e il secondo. Il cameriere consiglia il vino della casa. Marco preferisce prendere dello spumante. Marco e Giulia mangiano con gusto. Finiscono la cena con un dolce. La signorina Müller passeggia per le strade di Firenze. Visita una chiesa ed un museo.  Fa delle fotografie. Si siede in un caffè per  riposarsi. Ordina una birra. Legge la guida  della città. Scrive delle cartoline. Paga il conto. Si alza poco dopo. Torna in albergo. 13
  14. 14. 22/12/2009 La signorina Brown va in  banca per cambiare un  traveller’s cheque. Fa la  fila davanti fila davanti allo sportello sportello.  Parla con l’impiegato.  Firma l’assegno. Mostra il passaporto. Riceve il denaro. Lo mette denaro Lo mette nella borsetta. Ringrazia l’impiegato. Lo saluta.  Esce dalla banca. Il direttore arriva presto a scuola. Legge gli appunti sul tavolo. Firma alcune lettere. Consegna i diplomi agli studenti. Telefona all’ambasciata.  Riceve una nuova studentessa nel suo ufficio.  Saluta gli studenti. Presenta l’insegnante alla clase. 14
  15. 15. 22/12/2009 Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 1) FIGURA; ricetta per due 3) SPAZIO NUOVO  VOCABOLARIO: 2) SPAZIO ATTIVITÁ;  Sosia:  s. m. e f.  GRAMMATICA:  aggettivi qualificativi / descrizione di persone invar. persona  I sosia I sosia tanto  tanto somigliante a  un'altra da poter  Il compito dei giocatori è indovinare essere  scambiata per  il personaggio dell’avversario nel essa: essere il  minor tempo possibile, ponendosi a sosia di  qualcuno; avere  turno domande sulle caratteristiche un sosia. fisiche del tipo: E’ un uomo? 4)  BIBLIOGRAFIA: Ha i capelli lunghi? Le risposte Ricette per parlare possono solo essere sì o no Vince chi no. indovina per primo il personaggio. Ricordi confusi 15
  16. 16. 22/12/2009 Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 1) FIGURA; ricetta per due 2) SPAZIO ATTIVITÁ;  3) SPAZIO NUOVO  GRAMMATICA: IL PASSATO PROSSIMO e L’IMPERFETTO VOCABOLARIO: Schiaffo/i: Essere + innamorato/a Mettere in ordine i  Possibile/i: Provare ad anticipare la disegni, numerandoli e  storia Fare ipotesi su … quando la prima storia è stata ricostruita,  4)  BIBLIOGRAFIA: Ricette per parlare riordinare la sequenza nuova. Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 1) FIGURA; ricetta per due 2) SPAZIO ATTIVITÁ;  3) SPAZIO NUOVO  GRAMMATICA: IL PASSATO PROSSIMO e L’IMPERFETTO VOCABOLARIO: Inciampare Battere la testa Perché l’infermiera mi  Addormentarsi sul letto Mal di testa ha dato uno schiaffo? Girare la testa Cominciare a piangere 4)  BIBLIOGRAFIA: Ricette per parlare 16
  17. 17. 22/12/2009 Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 1) FIGURA; ricetta per due 1B: Perché l’infermiera mi ha dato uno schiaffo? hi ff ? 3) SPAZIO NUOVO  3) SPAZIO NUOVO VOCABOLARIO: 1. Sei andato ad una festa di Inciampare compleanno a casa di un Battere la testa Addormentarsi sul amico. letto 2. C’era un sacco di gente e Mal di testa Girare la testa molta musica Cominciare a a  3. Avevi deciso di non bere piangere perché avevi mal di testa 4)   4. Hai rivisto la tua ex con un BIBLIOGRAFIA: altro: sei ancora molto Ricette per  parlare innamorato. Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 1B: Perché l’infermiera mi ha dato uno schiaffo? 5. Hai cominciato a piangere e 6. Hai bevuto molto 7. Ti girava la testa 8. 8 Sei uscito a prendere un po’ d’aria, sei inciampato e sei caduto dalle scale… 17
  18. 18. 22/12/2009 Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 1B: Perché l’infermiera mi ha dato uno schiaffo? 9. Hai battuto la testa e il ginocchio 10. Ti ho portato in macchina all’ospedale 11. 11 Lì hai incontrato una persona che ti ha salutato, ma tu non l’hai riconosciuta. Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 1B: Perché l’infermiera mi ha dato uno schiaffo? 12. In realtà, lui è il tuo capo 13. Stavi male, ti sei addormentato sul lettino e 14. Quando ti sei svegliato hai visto un’infermiera bionda. 18
  19. 19. 22/12/2009 Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 1B: Perché l’infermiera mi ha dato uno schiaffo? 15. L’hai baciata e 16. Lei ti ha dato uno schiaffo. Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 2B: Che cosa facevo nudo sul balcone? 1. 1 Ieri notte alle due ti notte, due, sei alzato e hai acceso la luce. 2. Dormivi 3. Dicono che non bisogna svegliare i g g sonnambuli. 4. Così ti ho seguito per la casa, guardando quello che facevi. 19
  20. 20. 22/12/2009 Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 2B: Che cosa facevo nudo sul balcone? 5. Sei andato in cucina e hai aperto il frigo 6. Hai bevuto una bottiglia di passata di pomodoro 7. Poi hai preso lo yogurt e te lo sei spalmato in faccia come una crema. 8. Con la faccia tutta bianca di yogurt, ti sei seduto nel cestino del gatto, che è scappato miagolando. Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 2B: Che cosa facevo nudo sul balcone? 9. Hai preso dei piatti e li hai messi in lavatrice 10. Sei andato in bagno e hai aperto tutti i rubinetti 11.Ti sei spogliato e 12. Tutto nudo sei uscito sul balcone 13. Hai cominciato a cantare la canzone “Oh sole mio!” 20
  21. 21. 22/12/2009 Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 2B: Che cosa facevo nudo sul balcone? 14. La tua vicina si è affacciata alla finestra 15. Era arrabbiatissima e ti ha tuttato un secchio d’acqua in testa 16. Finalmente ti sei svegliato! g Unità 3. Non è bello ciò che è bello… 3. Non è bello ciò 2) FIGURA; per ogni studente una fotocopia  3) SPAZIO ATTIVITÁ;  GRAMMATICA FARCELA, significa “riuscire f FARCELA i ifi “ i i a fare qualcosa”.  l ” GIOCO IL PERSONAGGIO MISTERIOSO PRIMA PARTE: L’insegnante distribuisce una fotocopia con i verbi ad ogni giocatore. Tempo massimo 5 minuti per compilare la scheda inserendo informazioni personali, possibilmente non troppo b li i modo che nella parte banali, in d h ll seguente sia più difficile indovinare di chi si tratta. BIBLIOGRAFIA: Una volta completate, le schede vengono piegate in Cinzia Cordera Alberti. 4 e consegnate all’insegnante che le mischia e le Espresso. Attività e giochi distribuisce. per la classe 1 e 2. Alma Edizioni. 21

×