L'infanzia nel tempo

1,804 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,804
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
140
Actions
Shares
0
Downloads
20
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Telefono azzurro-adamo ed eva+marionetta diavologuanto-
  • L'infanzia nel tempo

    1. 1. Eliana Rossetto
    2. 2. Il bambino veniva considerato come un adulto in miniatura, le cui facoltà di apprensione non erano ancora ben sviluppate e per questo veniva mal considerato. Botticelli,Madonnadellibro,1480-81 PoldiPezzolidiMilano
    3. 3. L'infanzia acquisisce una posizione autonoma nella famiglia borghese. Si sente il bisogno di dargli: spazi di vita specifici, giocattoli, vestiti, ritmi e impegni adatti G.L. Bernini, Apollo e Dafne, 1621-23 Galleria Borghese a Roma
    4. 4. LAVORO MINORILE RIVOLUZIONE INDUSTRIALE PROFITTO ECONOMICO
    5. 5. "La mamma aspetta a casa, ha problemi di respirazione, ed è di complessione debole per il fatto di aver iniziato a lavorare molto piccola. Io devo badare a mio fratello e a mia sorella, è un lavoro molto sgradevole; non so nemmeno quante corse o viaggi ho fatto dal fondo della cava alla parete, penso in media 25 o 30; la distanza varia tra 200 e 500 metri. Porto circa 60 kg sulla schiena; devo chinarmi e trascinarmi nell'acqua, che spesso è alta fino ai polpacci." "Mother bides at home, she is troubled with bad breath, and is sair weak in her body from early labour. I am wrought with sister and brother, it is very sore work; cannot say how many rakes or journeys I make from pit's bottom to wall face and back, thinks about 30 or 25 on the average; the distance varies from 100 to 250 fathom. I carry about 1 cwt. and a quarter on my back; have to stoop much and creep through water, which is frequently up to the calves of my legs."] Isabella Read racconta la sua storia; ha solo 12 anni, ed è una portatrice di carbone. (testimonianza raccolta dalla Commissione Mineraria Ashley, 1842)
    6. 6. WORDSWORTH -> “Rainbow” [The child is the father of the man] BLAKE -> “Chimney sweeper” DICKENS -> “humanitarian novels” and “social novels”. Pian piano… …l'infanzia viene considerata anche dai ceti più umili L'affetto e il calore familiare, e un'educazione che permetta al bambino uno sviluppo armonioso, sono riconosciuti come fattori determinanti per la formazione dell’persona. VIDEO chimney sweeper
    7. 7. Letteratura per i più piccini LIBRO CUORE PINOCCHIO ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE Paul KLEE Giovanni PASCOLI
    8. 8. Letteratura per i più piccini LIBRO CUORE PINOCCHIO ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE Paul KLEE Giovanni PASCOLI Nella sua “poetica del fanciulllino” esprime l’eccezionalità del bambino nel saper andar oltre le cose, con semplicità e freschezza.. senza fermarsi alla razionalità borghese. Ritrova nei disegni infantili una vera originalità, un’esempio che non riuscirà mai ad imitare del tutto. Impossibile è superare la purezza e la semplicità con cui i bambini dipingono i loro quadri, senza schemi né schizzi.
    9. 9. ..il secolo del bambino.. SCIENZA AUTONOMA L'idea che il bambino avesse una propria personalità, della quale si doveva incoraggiare lo sviluppo, determinò un nuovo orientamento/un nuovo spirito di ricerca interiore, nella PSICHE del bambino. La PSICOLOGIA INFANTILE viene riconosciuta come 1989 - Convenzione Internazionale dei Diritti del Fanciullo Sigmund FREUD G. De Chirico, Le muse inquietanti,1917
    10. 10. ..il secolo del bambino.. SCIENZA AUTONOMA L'idea che il bambino avesse una propria personalità, della quale si doveva incoraggiare lo sviluppo, determinò un nuovo orientamento/un nuovo spirito di ricerca interiore, nella PSICHE del bambino. La PSICOLOGIA INFANTILE viene riconosciuta come 1989 - Convenzione Internazionale dei Diritti del Fanciullo Sigmund FREUD
    11. 11. Convenzione Internazionale sui diritti dell'Infanzia, novembre 1989 Gli Stati parti della presente Convenzione Considerato che, in conformità ai principi proclamati nello Statuto delle Nazioni Unite, il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace del mondo, Tenuto presente il fatto che i popoli delle Nazioni Unite hanno riaffermato, nello Statuto delle Nazioni Unite, la loro fede nei diritti umani fondamentali, nella dignità e nel valore della persona umana e hanno deciso di promuovere il progresso sociale ed un migliore tenore di vita in una ampia libertà, Riconosciuto che le Nazioni Unite hanno proclamato e convenuto nella Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e nei Patti internazionali sui diritti umani che ad ogni individuo spettano tutte le libertà ed i diritti che vi sono enunciati senza distinzione alcuna per ragioni di razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione politica o di altra natura, origine nazionale o sociale, ricchezza, nascita o altra condizione, Ricordato che nella Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo le Nazioni Unite hanno proclamato che l'infanzia ha diritto a misure speciali di protezione ed assistenza, Convinti che la famiglia, quale nucleo fondamentale della Società e quale ambiente naturale per la crescita ed il benessere di tutti i suoi membri ed in particolare dei fanciulli, debba ricevere l'assistenza e la protezione necessarie per poter assumere pienamente le sue responsabilità all'interno della comunità, Riconosciuto che il fanciullo, per il pieno ed armonioso sviluppo della sua personalità, deve crescere in un ambiente familiare, in un'atmosfera di felicità, amore e comprensione, Considerato che occorre preparare appieno il fanciullo ad avere una vita individuale nella Società, ed allevarlo nello spirito degli ideali proclamati nello Statuto delle Nazioni Unite e in particolare nello spirito di pace, di dignità, di tolleranza, di libertà, di eguaglianza e di solidarietà, Tenuto presente che la necessità di accordare speciale protezione al fanciullo è stata stabilita nella Dichiarazione di Ginevra sui diritti del fanciullo del 1924 e nella Dichiarazione dei diritti del fanciullo adottata dalle Nazioni Unite nel 1959, ed è stata riconosciuta nella Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, nel Patto internazionale sui diritti civili e politici (in particolare negli articoli 23 e 24) e nel Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali (in particolare nell'articolo 10) e negli statuti e strumenti pertinenti delle agenzie specializzate e delle organizzazioni internazionali operanti nel campo della protezione dell'infanzia, Tenuto presente che, come indicato nella Dichiarazione dei diritti del fanciullo adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1959, "il fanciullo, a causa della sua immaturità fisica e intellettuale, ha bisogno di una particolare protezione e di cure speciali compresa un'adeguata protezione giuridica, sia prima che dopo la nascita",
    12. 12. Norme e controlli sulla loro salute, mentale e fisica, Onlus e associazioni , riconosciute per tutelare i loro diritti.
    13. 13. Articolo 13 1. Il fanciullo ha diritto alla libertà di espressione. Questo diritto comprende la libertà di ricercare, ricevere e diffondere informazioni e idee di ogni genere, a prescindere dalle frontiere, sia verbalmente che per iscritto o a mezzo stampa o in forma artistica o mediante qualsiasi altro mezzo scelto dal fanciullo. LE CONTRADDIZIONI NEL MONDO
    14. 14. (fonte: Amnesty International) “In Tibet, negli ultimi anni diversi bambini sono stati arrestati per aver pacificamente espresso le proprie idee. Le norme cinesi proibiscono ai minori di 18 anni di diventare monache o monaci, ma molti giovani tibetani si trasferiscono dentro o nelle vicinanze di un monastero per essere educati nella maniera tradizionale tibetana”. “Nella regione del Kosovo, poco prima della disgregazione della Repubblica Jugoslava, nel 1990, bambini appartenenti alla etnia albanese furono arrestati per avere richiesto l'insegnamento della loro lingua a scuola”
    15. 15. Articolo 24 Gli Stati parti riconoscono il diritto del fanciullo al godimento dei più alti livelli raggiungibili di salute fisica e mentale e alla fruizione di cure mediche riabilitative. Gli Stati parti devono sforzarsi di garantire che il fanciullo non sia privato del diritto di beneficiare di tali servizi. Gli Stati parti si sforzano di perseguire la piena situazione di questo diritto ed in particolare devono prendere misure appropriate per: a) ridurre il tasso di mortalità neonatale ed infantile; b) garantire a tutti i bambini la necessaria assistenza e cure mediche, con particolare riguardo allo sviluppo ed ai servizi sanitari di base; c) combattere le malattie e la malnutrizione nel quadro delle cure mediche di base mediante, tra l'altro, l'utilizzo di tecniche prontamente disponibili e la fornitura di adeguati alimenti nutritivi e di acqua potabile, tenuto conto dei rischi di iniquinamento ambientale; d) garantire appropriate cure mediche alle madri in stato di gravidanza; e) garantire che tutti i membri della società, in particolare i genitori ed i fanciulli, siano informati sull'uso di conoscenze di base circa la salute e la nutrizione infantile, i vantaggi dell'allattamento materno, l'igiene personale ed ambientale, la prevenzione degli incidenti, e beneficino di un aiuto che consenta loro di avvalersi di queste informazioni; f) sviluppare la medicina preventiva, l'educazione dei genitori e l'informazione ed i servizi in materia di pianificazione familiare. Gli Stati parti devono prendere tutte le misure efficaci ed appropriate per abolire le pratiche tradizionali che possono risultare pregiudizievoli alla salute dei fanciulli. Gli Stati parti s'impegnano a promuovere e ad incoraggiare la cooperazione internazionale allo scopo di garantire progressivamente la piena realizzazione del diritto riconosciuto in questo articolo. A questo proposito i bisogni dei paesi in via di sviluppo saranno tenuti in particolare considerazione
    16. 16. “Ogni anno il morbillo uccide ancora un milione di bambini, la diarrea 3 milioni, la poliomelite 140.000, la pertosse 400.000, il tetano 500.000. Tuttora 250.000 bambini all’anno diventano ciechi per carenze di vitamina A, quando è possibile fornirla in capsule per poche lire e oltre 100.000 bambini vengono colpiti da cretinismo per carenza di iodio, quando ciò si potrebbe prevenire integrando le forniture di sale a costi irrisori. Eppure con "solo" 25 miliardi di dollari (il costo di una breve guerra moderna e meno di quanto gli americani spendono in birra e gli europei in vino in 2 ann) in dieci anni si potrebbero dotare tutti i bambini del sud del mondo di acqua potabile, sanità ed istruzione di base” (fonte: UNICEF)
    17. 17. Articolo 32 1.Gli Stati parti riconoscono il diritto del fanciullo ad essere protetto contro lo sfruttamento economico e qualsiasi tipo di lavoro rischioso o che interferisca con la sua educazione o che sia nocivo per la sua salute o per il suo sviluppo fisico, mentale, spirituale, morale o sociale.
    18. 18. Fonte : MANI TESE “Sull’ etichetta ci sarà pure scritto Mattel o Chicco ma ormai l’80% dei giocattoli di tutto il mondo è fatto in Cina, Thailandia e Indonesia con manodopera infantile. Bambini che per 12 ore si trovano a contatto con polimeri e plastica infiammabile, in ambienti surriscaldati, con poco cibo e dormendo in capannoni- ghetto. Nel 1993 due fabbriche di giocattoli in Thailandia e Cina, hanno preso fuoco. Centinaia le vittime tra cui molte ragazzine. Una delle fabbriche produceva per Chicco. Contro il commercio dei giocattoli prodotti con manodopera infantile è in corso la Toycott ”.

    ×