L'apprendimento a rete - 29ottobre2007

2,275 views

Published on

seconda parte della lezione del 29 ottobre, Introduzione alla pedagogia sperimentale, università di trieste

Published in: Technology
  • Be the first to comment

L'apprendimento a rete - 29ottobre2007

  1. 1. eLearning come apprendimento a rete Cosa c’era prima del Learning 2.0 Introduzione alla Pedagogia Sperimentale 29 ottobre 2007 Elisabetta Cigognini
  2. 2. Agenda <ul><li>eLearning, questo sconosciuto </li></ul><ul><li>eLearning come apprendimento a rete </li></ul><ul><li>eLearning: processo da progettare </li></ul><ul><li>Un approfondimento su Merrill: cosa permane fra i diversi principi didattici </li></ul>
  3. 3. eLearning, questo sconosciuto Definizione, cosa pensavano che fosse, cosa non è ora, cosa è diventato, dove sta andando
  4. 4. eLearning 1.0 tag cloud I vecchi termini dell’eLearning <ul><li>WBT , web-based training, CBA – Computer Based Training, LO – Learning Object , e-learning , electronic Learning, distance education, F@d, training on demand, just in time – just for you, Rapid Learning , Learning Pills, mLearning mobile learning, CAI – computer aided instruction , CSCL – Computer Supported Collaborative Learning (o working), blended enhanced learning , Learning Environment, course-ware , LMS – Learning Management System , LCMS – Learning Content Management System , CMS – Courses Management System, e-e-learning exteneded learning , piattaforme – proprietarie, commerciali, opensource , metadata , </li></ul>
  5. 5. L’eLearning di ieri <ul><li>Tecnologia: il computer insegna </li></ul><ul><li>Intelligenza Artificiale </li></ul><ul><li>Istruzionismo, cognitivismo </li></ul><ul><li>WBT – Web Based Training </li></ul><ul><li>Basato su materiali </li></ul><ul><li>Test di autovalutazione </li></ul>
  6. 6. e come Elephant … <ul><li>… qualunque cosa sia l’eLearning, è grande, ma grande, grande, grande </li></ul>
  7. 7. eLearning come apprendimento a rete Ovvero l’interazione fra persone e risorse per costruire processi di conoscenza e apprendimenti condivisi Stoppa registratore
  8. 8. eLearning… definizioni <ul><li>… è apprendimento supportato dalle tecnologie in rete (it.wikipedia). </li></ul><ul><li>L’utilizzo delle nuove tecnologie multimediali e di Internet per migliorare la qualità dell’apprendimento agevolando l’ accesso a risorse e servizi nonché gli scambi e la collaborazione a distanza ( UE, 2004 ). </li></ul><ul><li>Calvani (2006): “ eLearning è un tipo di formazione in qualche modo supportata dalle tecnologie , non necessariamente condotta “a distanza”, che permette un’ interazione tra le persone e i contenuti e tra le persone stesse , e che valorizza la dimensione sociale dell’apprendimento .” </li></ul>
  9. 9. Apprendere a rete <ul><li>La principale peculiarità dell'eLearning risiede nel </li></ul><ul><li>suo essere un processo didattico a rete oltre che in </li></ul><ul><li>rete : </li></ul><ul><li>apprendimento e conoscenza sono due processi: </li></ul><ul><ul><li>Sociali e relazionali </li></ul></ul><ul><ul><li>Contestuali e situati </li></ul></ul><ul><ul><li>Gli aspetti relazionali ( a rete ) dell’apprendimento trovano nelle tecnologie didattiche un potenziamento e un'espansione di modalità che ne caratterizza profondamente la natura digitale e online ( in rete ). </li></ul></ul><ul><li>Dal Costruttivismo (Kolb, Merrill, Calvani) all’ultimo </li></ul><ul><li>Connectivism o Connessionismo (George Siemens, 2004). </li></ul>
  10. 10. Nuove idee, nuovi approcci <ul><li>Contenuto vs. Processo di apprendimento </li></ul><ul><li>Addestrare vs. Sviluppare capacità, competenze, attitudini </li></ul><ul><li>Auto apprendimento vs. Apprendimento collaborativo </li></ul><ul><li>Elaborazione delle informazioni vs. Costruzione attiva e collaborativa della conoscenza </li></ul>
  11. 11. Assunti costruttivisti <ul><li>non si può insegnare, si può solo facilitare l'apprendimento </li></ul><ul><li>una persona apprende in modo significativo solo cose che percepisce come coinvolte nel mantenimento o crescita della struttura del sé = significative per sé, come individuo </li></ul><ul><li>le difese dall'apprendimento si irrigidiscono in condizione di minaccia e cadono in condizioni di apertura allo scambio esperenziale e al clima di fiducia e motivazione per l’accrescimento del sé </li></ul><ul><li>l'apprendimento si accompagna ad una conquista dell' autonomia e realizzazione della personalità </li></ul>
  12. 12. Peculiarità dell’eLearning apprendimento in rete e a rete <ul><li>Interazione e Comunicazione Mediata dal Computer (CMC)‏ </li></ul><ul><ul><li>Materiali, docenti, tutor, fra pari </li></ul></ul><ul><li>Digitalità e Multimedialità </li></ul><ul><ul><li>Materiali editabili, modulari, conservabili, integrabili </li></ul></ul><ul><li>Spazialità </li></ul><ul><ul><li>Rapporti interpersonali aperti, ubiquità e appartenenza a più gruppi/reti </li></ul></ul><ul><li>Temporalità </li></ul><ul><ul><li>tempo e spazio si dilatano con un ampliamento dellìhabit didattico, asincrono e sincrono </li></ul></ul>
  13. 13. 3 modi di fare eLearning in base all’interazione <ul><li>EROGATIVE LEARNING </li></ul><ul><li>Content + support </li></ul><ul><li>ACTIVE LEARNING </li></ul><ul><li>Wrap aroung </li></ul><ul><li>Learner centered </li></ul><ul><li>COLLABORATIVE LEARNING </li></ul><ul><li>Network-based Learning </li></ul><ul><li>CONTENUTI </li></ul><ul><li>DOCENTI / eTUTOR </li></ul><ul><li>FRA PARI, </li></ul><ul><li>RETI SOCIALI, </li></ul><ul><li>Comunità di interessi </li></ul>
  14. 14. Interazione con tutor e tra pari <ul><li>Forum </li></ul><ul><li>Wiki </li></ul><ul><li>Blog </li></ul><ul><li>Aula virtuale </li></ul><ul><li>Glossari condivisi </li></ul><ul><li>Archivi di risorse (= Repository)‏ </li></ul><ul><li>Discussione critica </li></ul><ul><li>Scrittura collaborativa </li></ul>
  15. 15. eLearning: processo da progettare <ul><li>Quale macrotipologia didattica? </li></ul><ul><li>Quanta apertura ai processi informali (di comunità)? </li></ul><ul><li>Che rapporto presenza/online? </li></ul><ul><li>Le tre domande chiave per progettare un processo di eLearning </li></ul>Stoppa registratore
  16. 16. informale formale organizzazione comunità Erogative Active Collaborative Grado di apertura ai processi informali Calvani, A. (2004)
  17. 17. Erogative Active Collaborative Classe virtuale Materiali Tutorship Content + support Wrap around Team based Quale macrotipologia didattica? Calvani, A. (2004)
  18. 18. U T E N Z A A P P R. I N F R A S T R. ACCESSO EXPERTISE CHIUSO/APERTO TESTO/MULTIM CONTENUTO/PROC. TECNICA UMANA 3 VARIABILI D’INGRESSO MODELLO DECISIONALE SISTEMA E-LEARNING Quale macrotipologia didattica? Quanta apertura ai processi informali (di comunità)? Quanta presenza/online? Calvani, A. (2004)
  19. 19. Attività in presenza: - Motivi pratici (es. consegna materiali e strumentazioni …) - Momenti “rituali”:inizio, chiusura ecc. - Apprendimento “in situazione” - Attività collaborativa con “interazione densa” . . . . . . . …. Attività in rete: - Sostegno all’auto-apprendimento (Attivazione preconoscenze individualizzazione, recupero valutazione formativa ecc.) - Attività collaborativa (con interazioni semplici)‏ Blended Learning calibrare presenza e distanza Calvani, A. (2004)
  20. 20. Obiettivo Utenza Infrastruttura Contenuto <ul><li>Macrotipologia didattica </li></ul><ul><li>Tipologia di e-learning </li></ul><ul><li>Virtualità/presenza </li></ul><ul><li>Autogeneratività </li></ul>LIVELLO MACRODIDATTICO LIVELLO MICRODIDATTICO PRODUZIONE-SVILUPPO Strategie didattiche Modelli o archit. didat. - Story Board - Layout Interazione Contenuto Primo output Comunicazione didattica Secondo output Obiettivo Contenuto Utenza Infrastruttura ID ID Calvani, A. (2004)
  21. 21. Un approfondimento su Merrill I principi base dell’Instructional Design Basic Model of Instructional Design (vedi libro di Eletti) Stoppa registratore! Stoppa registratore
  22. 22. <ul><li>Al di là dei singoli modelli, </li></ul><ul><li>esistono principi generali di ID o architetture didattiche tipiche? </li></ul><ul><li>Se sì, come si caratterizzano e quali sono? </li></ul><ul><li>I principi di Merrill: </li></ul><ul><li>Questo autore ha provato ad enuclearli </li></ul><ul><li>attraverso un lavoro di comparazione </li></ul><ul><li>Progressivo tra i modelli esistenti. </li></ul>Ranieri, M. (2004)
  23. 23. Proprietà dei principi fondamentali <ul><li>Un principio (o metodo basilare) è </li></ul><ul><li>una relazione che risulta </li></ul><ul><li>sempre vera sotto appropriate </li></ul><ul><li>condizioni e indipendentemente </li></ul><ul><li>dai programmi e dalle singole </li></ul><ul><li>pratiche didattiche. </li></ul>Ranieri, M. (2004)
  24. 24. Il modello
  25. 25. Problem <ul><li>L’apprendimento è facilitato quando: </li></ul><ul><ul><li>chi apprende è coinvolto nella soluzione di problemi reali </li></ul></ul><ul><ul><li>l’allievo risolve una progressione di problemi </li></ul></ul><ul><ul><li>l’allievo è guidato ad un’esplicita comparazione dei problemi </li></ul></ul><ul><li>Nota: esistono varie tipologie di problemi: </li></ul><ul><li>categorizzazione, progettazione, interpretazione. </li></ul>
  26. 26. Activation… per creare il clima! <ul><li>L’apprendimento è facilitato quando: </li></ul><ul><li>l’allievo è indotto a ricordare, relazionare, descrivere o mostrare, applicare conoscenza risultante da esperienze rilevanti del passato che può essere usata come fondamento di nuova conoscenza </li></ul><ul><li>all’allievo è offerta un’esperienza rilevante che può essere usata come fondamento per nuova conoscenza </li></ul>
  27. 27. Demonstration… con un obiettivo! <ul><li>L’apprendimento è facilitato quando: </li></ul><ul><li>all’allievo viene “dimostrato” esplicitamente che cosa va appreso, anziché semplicemente “detto” </li></ul><ul><li>la dimostrazione è coerente con gli obiettivi d’apprendimento: esempi e non esempi per i concetti, dimostrazioni per le procedure, visualizzazioni per i processi, modellizzazione per i comportamenti </li></ul><ul><li>gli allievi vengono opportunamente guidati e orientati verso le informazioni rilevanti </li></ul><ul><li>vengono usate ed esplicitamente confrontate rappresentazioni multiple . </li></ul>
  28. 28. Application… ma con guida! <ul><li>L’apprendimento è facilitato quando: </li></ul><ul><li>all’allievo si richiede di usare la sua conoscenza per risolvere problemi ; </li></ul><ul><li>l’allievo è messo in condizione di classificare, produrre compiti, elaborare ipotesi , cercare di predire attivamente conseguenze; </li></ul><ul><li>l’attività di soluzione di problemi è congruente con gli obiettivi di apprendimento; </li></ul><ul><li>all’allievo si mostra come individuare e correggere errori , guidandolo con adeguato coaching. </li></ul>
  29. 29. Integration… con il proprio vissuto <ul><li>L’apprendimento è facilitato quando: </li></ul><ul><li>gli allievi sono incoraggiati a dare pubblicamente dimostrazioni della loro conoscenza o abilità acquisita; </li></ul><ul><li>gli allievi possono riflettere, difendere, discutere e definire la loro conoscenza ; </li></ul><ul><li>gli allievi possono creare, inventare ed esplorare nuovi e personali modi di usare la loro conoscenza. </li></ul>
  30. 30. Architetture didattiche <ul><li>Non sempre è possibile avvalersi dei </li></ul><ul><li>modelli canonici, allora è opportuno </li></ul><ul><li>avvalersi di una componentistica ad hoc </li></ul><ul><li>a partire dalle architetture didattiche </li></ul><ul><li>più tipiche, ossia “famiglie di strategie” tra </li></ul><ul><li>loro affini </li></ul>
  31. 31. Quattro architetture didattiche Per sviluppare abilità progettuali, di critical thinking etc. Peer learning Project work Collaborativa Per acquisizione di abilità più complesse quali problem solving etc. Problem based learning Coaching e modelli esperti A scoperta guidata Per l’insegnamento - apprendimento di abilità procedurali Brevi lezioni Pratica Feedback correttivi Sequenziale Per acquisizione di informazioni essenziali, di base Trasmissione informazione Ricettiva
  32. 32. Come combinarle? Ricettiva Sequenziale A scoperta guidata Collaborativa
  33. 33. Dubbi, domande, commenti e novità… … online su moodle fino all'esame  [email_address] [email_address]

×