Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

I giochi

1,207 views

Published on

Breve descrizione dei giochi coniugali secondo le teorie di Analisi Transazionale.

Published in: Science
  • Be the first to comment

I giochi

  1. 1. E. Lombardi I GIOCHI
  2. 2. E. Lombardi Giochi “Sono un’insieme ricorrente di transazioni, spesso monotone, con motivazioneSono un’insieme ricorrente di transazioni, spesso monotone, con motivazione nascosta, o più semplicemente come una serie di mosse insidiose e truccate”.nascosta, o più semplicemente come una serie di mosse insidiose e truccate”. E. BerneE. Berne
  3. 3. E. Lombardi DEFINIZIONE • Serie di transazioni ulterioriSerie di transazioni ulteriori complementari, con scopo ben definito ecomplementari, con scopo ben definito e prevedibile.prevedibile. • Connotate da colpi di scena improvvisiConnotate da colpi di scena improvvisi capaci di stravolgere la relazionecapaci di stravolgere la relazione transazionale coniugale.transazionale coniugale. • Una volta al termine permangonoUna volta al termine permangono sentimenti negativi.sentimenti negativi.
  4. 4. E. Lombardi CaratteristicheCaratteristiche dei Giochidei Giochi • RipetitivitàRipetitività • InconsapevolezzaInconsapevolezza • Generano confusione e sorpresaGenerano confusione e sorpresa • Importano uno scambio di natura ulterioreImportano uno scambio di natura ulteriore • Terminano con emozioni sgradevoliTerminano con emozioni sgradevoli
  5. 5. E. Lombardi RAGIONIRAGIONI per Giocareper Giocare • Soddisfano ilSoddisfano il bisogno di carezzebisogno di carezze • Strutturano ilStrutturano il tempotempo • Mantengono laMantengono la posizioneposizione esistenzialeesistenziale • Portano avanti ilPortano avanti il proprio copioneproprio copione • Fanno sfuggireFanno sfuggire all’intimità con l’altroall’intimità con l’altro • Fanno mantenereFanno mantenere rapporti intensirapporti intensi • Rendono l’altroRendono l’altro prevedibile,prevedibile, agganciandoloagganciandolo ripetutamente nelloripetutamente nello stesso gioco.stesso gioco.
  6. 6. E. Lombardi GIOCHI CONIUGALI • Sono quei giochi che più di altri fannoSono quei giochi che più di altri fanno comprendere come funzionino i meccanismicomprendere come funzionino i meccanismi interni della coppia.interni della coppia. • Confinano con i giochi sessuali, cheConfinano con i giochi sessuali, che abitualmente servono a combattere ed aabitualmente servono a combattere ed a sfruttare gli impulsi sessuali.sfruttare gli impulsi sessuali.
  7. 7. E. Lombardi GIOCHI CONIUGALIGIOCHI CONIUGALI 1.1. Spalle al muro.Spalle al muro. 2.2. Il tribunale.Il tribunale. 3.3. La frigida.La frigida. 4.4. L’occupatissima.L’occupatissima. 5.5. Tutta colpa tua.Tutta colpa tua. 6.6. Non è la volontà che mi manca.Non è la volontà che mi manca. 7.7. Non è così tesoro?Non è così tesoro?
  8. 8. E. Lombardi Prova pratica • Scena marito e moglie. • La moglie con le amiche
  9. 9. E. Lombardi TUTTA COLPA TUATUTTA COLPA TUA TCTTCT ““Una signora si lamentava perché il marito non leUna signora si lamentava perché il marito non le aveva mai permesso d’imparare a ballare. Dopo unaveva mai permesso d’imparare a ballare. Dopo un trattamento psichiatrico il marito diventò piùtrattamento psichiatrico il marito diventò più indulgente e la signora riuscì ad iscriversi ad unaindulgente e la signora riuscì ad iscriversi ad una scuola di danza, ma si accorse disperata di averescuola di danza, ma si accorse disperata di avere molta paura delle piste da ballo e dovettemolta paura delle piste da ballo e dovette rinunciare al progetto”.rinunciare al progetto”.
  10. 10. E. Lombardi Il Caso Clinico Tra tanti possibili partner, la signora ha scelto il piùTra tanti possibili partner, la signora ha scelto il più autoritario. Motivi:autoritario. Motivi: • Interno: gli impedimenti dati dal marito,Interno: gli impedimenti dati dal marito, proteggono la donna da tutte quelle fobie, cheproteggono la donna da tutte quelle fobie, che diversamente sarebbe costretta ad affrontare dadiversamente sarebbe costretta ad affrontare da sola.sola. • Esterna: posizione strategica che le permettevaEsterna: posizione strategica che le permetteva di lamentarsi e recriminare il marito. Infatti ‘perdi lamentarsi e recriminare il marito. Infatti ‘per colpa sua’ aveva rinunciato a molte cose.colpa sua’ aveva rinunciato a molte cose.
  11. 11. E. Lombardi Il TCTIl TCT si gioca in COPPIAsi gioca in COPPIA Scopo:Scopo: • RassicurazioneRassicurazione: “: “non è che io abbianon è che io abbia paura è l’altro che non me lopaura è l’altro che non me lo permette”.permette”. • ColpaColpa: “: “non è che io non ci provi, ènon è che io non ci provi, è l’altro che me lo impedisce”.l’altro che me lo impedisce”.
  12. 12. E. Lombardi Paradigma Transazionale del gioco TCTTCT
  13. 13. E. Lombardi GENITORE - BAMBINOGENITORE - BAMBINO • LuiLui: “non devi uscire devi badare alla: “non devi uscire devi badare alla casa”,casa”, perché è così che è giusto!perché è così che è giusto! Genitore persecutoreGenitore persecutore • LeiLei: “è tutta colpa tua se non posso: “è tutta colpa tua se non posso andare mai a divertirmi”andare mai a divertirmi” e io mie io mi ribelloribello.. Bambino ribelleBambino ribelle
  14. 14. E. Lombardi BAMBINO - BAMBINOBAMBINO - BAMBINO • LuiLui: “Voglio sempre trovarti a casa: “Voglio sempre trovarti a casa quando torno”quando torno” ho il terrore diho il terrore di essere abbandonatoessere abbandonato BAMBINO SOTTOMESSOBAMBINO SOTTOMESSO • Lei: “Io ci sarò”Lei: “Io ci sarò” se mi aiuterai adse mi aiuterai ad evitare le situazioni fobicheevitare le situazioni fobiche BAMBINO RIBELLEBAMBINO RIBELLE
  15. 15. E. Lombardi COPIONECOPIONE Il copione è un programma relativo alla propriaIl copione è un programma relativo alla propria vita ed alla propria morte che l’individuo havita ed alla propria morte che l’individuo ha deciso nella prima infanzia, che porteràdeciso nella prima infanzia, che porterà custodito dentro di sé in qualunque luogo vada.custodito dentro di sé in qualunque luogo vada.
  16. 16. E. Lombardi L’origine del copioneL’origine del copione • Ha origine dalle esperienzeHa origine dalle esperienze infantili della persona einfantili della persona e attraversa poi tutta la suaattraversa poi tutta la sua esistenza.esistenza.
  17. 17. E. Lombardi Motivazioni alla base delMotivazioni alla base del copionecopione 1.1. Per avere uno scopo nella vitaPer avere uno scopo nella vita 2.2. Per garantire la strutturazione del tempo inPer garantire la strutturazione del tempo in modalità accettabilimodalità accettabili 3.3. Per necessità di avere un orientamentoPer necessità di avere un orientamento nella conduzione della propria esistenza.nella conduzione della propria esistenza.
  18. 18. E. Lombardi COPIONE SEMPRE & COPIONE MAI
  19. 19. E. Lombardi COPIONI SEMPRESEMPRE • ““Perché miPerché mi succede sempresuccede sempre questo?”questo?” MAIMAI • ““Io non possoIo non posso avere mai quelloavere mai quello che desidero!”che desidero!”
  20. 20. E. Lombardi COPIONE SEMPRE Il mito di ARACNEIl mito di ARACNE Le persone con copione sempre, purLe persone con copione sempre, pur lamentandosi delle loro situazionilamentandosi delle loro situazioni (rapporti, condizione lavorativa, relazioni(rapporti, condizione lavorativa, relazioni etc… ), continuano a perpetuare i proprietc… ), continuano a perpetuare i propri schemi di vita.schemi di vita.
  21. 21. E. Lombardi Modalità del Copione Sempre 1. La persona prova continuamente a cambiare il proprio stile di vita sperando in un miglioramento, ma effettivamente riconferma la sua situazione originaria, scegliendone una eguale. (Profezia autoavverante). 2. Rimanere nella scelta insoddisfacente originaria, continuando a lamentarsene sperando in un miglioramento.
  22. 22. E. Lombardi ManifestazioneManifestazione del Copione Sempredel Copione Sempre Eloquio:Eloquio: Gli aspetti verbali sono quelliGli aspetti verbali sono quelli dell’intraprendere una frase e perdersidell’intraprendere una frase e perdersi in continue divagazioni.in continue divagazioni.
  23. 23. E. Lombardi COPIONE MAICOPIONE MAI Mito di TantaloMito di Tantalo • Le persone con copione mai,Le persone con copione mai, sebbene potrebbero raggiungeresebbene potrebbero raggiungere facilmente il loro obbiettivo, nonfacilmente il loro obbiettivo, non fanno niente per ottenerlo.fanno niente per ottenerlo.
  24. 24. E. Lombardi ManifestazioneManifestazione del Copione Maidel Copione Mai Eloquio: Le persone dedicano molto tempo a raccontare ed a lamentarsi dei loro guai e di quanto le cose non vadano bene.
  25. 25. E. Lombardi Università S. Giovanni Bosco Facoltà Scienze dell’educazione Maggio 2012

×