SlideShare a Scribd company logo
1 of 20
Download to read offline
Food Forest Reggio Emilia, Marzo 2015
Elena Parmiggiani
Food Forest - COSA PRODUCE
 cibo x uomo
 cibo x animali
 cibo x batteri/funghi/altre piante
 legna per fuoco
 legno per costruzioni
 Colori
 Medicinali
 Fibre tessili
Food Forest - STORIA
 Robert Hart 1970 - studia FF asiatiche
(biodiversità: 300 varietà), Inghilterra
 Dave Jacke + EricToensmeier: FF
nord americana
 Toby Hemenway: FF a Gilde
 Sepp Holzer:Austria
 Masanobu Fukuoka: Giappone
 Italia: Stefano Soldati (PortogruaroVE),
Onorio Belussi (stile fukuoka – Brescia)
Food Forest - Caratteristiche
Principi e Strategie di progettazione:
 livelli,
 gilde,
 principi di permacultura applicati alla Food Forest
Elementi:
 radure,
 margini,
 siepi,
 siepi frangivento,
 sentieri,
 tappezzanti
Food Forest – Rete della vita
Food Forest - LIVELLI
Food Forest - LIVELLI
da 7 a 9 strati (minimo 3)
 1 - albero di chioma primaria (grande altezza e chioma)
 2 - albero di chioma secondaria (tipo alberi da frutto)
 3 - arbusti (rosa canina, biancospino, nocciolo) [differenza tra albero e
arbusto è che l'arbusto ha più tronchi, l'albero ne ha uno]
 4 - erbacee
 5 - radici (tuberi, bulbi)
 6 - tappezzanti (trifoglio,rucola selvatica, portulaca, convolvolo, timo)
 7 - rampicanti: luppolo, kiwi, edera
 8 - funghi: trasportano minerali e acqua
 9 - epifite: vischio, orchidee, vaniglia
C'è chi considera le piante acquatiche un ulteriore livello. Il minimo di strati
richiesti per una food forest è TRE, incluso almeno un tipo di albero, il
minimo spazio richiesto è idealmente quello della dimensione della chioma
dell’albero a crescita completa e senza potature.
I funghi sono un ulteriore strato molto interessante da aggiungere a questa
lista.
Food Forest – Passaggi e radure
Food Forest – Passaggi e radure
Food Forest - ALCUNI MODELLI
 Fukuoka (agricoltura naturale)
 Sepp Holzer: albero con tantissime
medicinali e orticole intorno (famiglia)
 Geoff Lawton: FF su swale. Si parte con un
90% di piante azoto fissatrici, poi negli anni si
tagliano le azoto fissatrici per fare da
pacciame e alla fine si ha un 90% di alberi da
frutta
 Gilde, cioè insiemi di piante con diverse
funzioni
 Vite maritata
Food Forest - Fukuoka/Panos
Food Forest - Geoff Lawton
Food Forest -Geoff Lawton
Food Forest - Martin Crawford
Food Forest - Sepp Holzer
Food Forest –Toensmeier
Food Forest – Dave Jacke
Food Forest – Toby Hemenway
Food Forest - Gilde
Pianta principaleazoto-fissatrici
Gilda
pacciamatura
repellenti
antibiotiche
medicinali
habitat
attraentiaccumulatrice
Food Forest - Gilde
Gilde, cioè insiemi di piante con diverse funzioni:
 1 - pianta primaria
 2 - pianta accumulatrice (tipo la consolida con il potassio): prende i sali
minerali dalle profondità del suolo e le accumula al suo interno. Usate
come pacciamatura forniscono i minerali accumulati alle altre piante
 3 - attrattrici (tipo le ombrellifere x i sirfidi, che mangiano gli afidi):
attraggono predatori di insetti nocivi o impollinatori
 4 - habitat (piante ma anche tronchi, pietre): le casette dei nostri amici
insetti, ma anche di piccoli mammiferi, rettili, anfibi e uccelli
 5 - antibiotiche: limitano la proliferazione di batteri e funghi nocivi
 6 - repellente: tipo la lavanda, allontanano insetti nocivi, proteggendo le
piante vicine
 7 - pacciamatura: piante che producono biomassa che usata come
pacciamatura arricchisce il suolo
 8 - azoto-fissatrici: le leguminose; entrano in simbiosi con batteri che
rendono l'azoto disponibile alle piante
 9 - esche: piante sacrificali che attirano i predatori che mangiano loro e
non le piante vicine

More Related Content

More from Elena Parmiggiani

Presentazione Agricoltura Sinergica 2018
Presentazione Agricoltura Sinergica 2018Presentazione Agricoltura Sinergica 2018
Presentazione Agricoltura Sinergica 2018Elena Parmiggiani
 
Permacultura seminario introduttivo di 3 ore bibbiano
Permacultura   seminario introduttivo di 3 ore bibbianoPermacultura   seminario introduttivo di 3 ore bibbiano
Permacultura seminario introduttivo di 3 ore bibbianoElena Parmiggiani
 
Introduzione alla progettazione in permacultura
Introduzione alla progettazione in permaculturaIntroduzione alla progettazione in permacultura
Introduzione alla progettazione in permaculturaElena Parmiggiani
 
Introduzione alla permacultura (intro per le serate)
Introduzione alla permacultura (intro per le serate)Introduzione alla permacultura (intro per le serate)
Introduzione alla permacultura (intro per le serate)Elena Parmiggiani
 
Acquacultura in permacultura
Acquacultura in permaculturaAcquacultura in permacultura
Acquacultura in permaculturaElena Parmiggiani
 
Modelli naturali permacultura
Modelli naturali   permaculturaModelli naturali   permacultura
Modelli naturali permaculturaElena Parmiggiani
 
What is permaculture I and II
What is permaculture I and IIWhat is permaculture I and II
What is permaculture I and IIElena Parmiggiani
 

More from Elena Parmiggiani (8)

Presentazione Agricoltura Sinergica 2018
Presentazione Agricoltura Sinergica 2018Presentazione Agricoltura Sinergica 2018
Presentazione Agricoltura Sinergica 2018
 
Permacultura seminario introduttivo di 3 ore bibbiano
Permacultura   seminario introduttivo di 3 ore bibbianoPermacultura   seminario introduttivo di 3 ore bibbiano
Permacultura seminario introduttivo di 3 ore bibbiano
 
Introduzione alla progettazione in permacultura
Introduzione alla progettazione in permaculturaIntroduzione alla progettazione in permacultura
Introduzione alla progettazione in permacultura
 
Introduzione alla permacultura (intro per le serate)
Introduzione alla permacultura (intro per le serate)Introduzione alla permacultura (intro per le serate)
Introduzione alla permacultura (intro per le serate)
 
Acquacultura in permacultura
Acquacultura in permaculturaAcquacultura in permacultura
Acquacultura in permacultura
 
Modelli naturali permacultura
Modelli naturali   permaculturaModelli naturali   permacultura
Modelli naturali permacultura
 
What is permaculture III
What is permaculture IIIWhat is permaculture III
What is permaculture III
 
What is permaculture I and II
What is permaculture I and IIWhat is permaculture I and II
What is permaculture I and II
 

Presentazione Introduzione alla Food Forest

  • 1. Food Forest Reggio Emilia, Marzo 2015 Elena Parmiggiani
  • 2. Food Forest - COSA PRODUCE  cibo x uomo  cibo x animali  cibo x batteri/funghi/altre piante  legna per fuoco  legno per costruzioni  Colori  Medicinali  Fibre tessili
  • 3. Food Forest - STORIA  Robert Hart 1970 - studia FF asiatiche (biodiversità: 300 varietà), Inghilterra  Dave Jacke + EricToensmeier: FF nord americana  Toby Hemenway: FF a Gilde  Sepp Holzer:Austria  Masanobu Fukuoka: Giappone  Italia: Stefano Soldati (PortogruaroVE), Onorio Belussi (stile fukuoka – Brescia)
  • 4. Food Forest - Caratteristiche Principi e Strategie di progettazione:  livelli,  gilde,  principi di permacultura applicati alla Food Forest Elementi:  radure,  margini,  siepi,  siepi frangivento,  sentieri,  tappezzanti
  • 5. Food Forest – Rete della vita
  • 6. Food Forest - LIVELLI
  • 7. Food Forest - LIVELLI da 7 a 9 strati (minimo 3)  1 - albero di chioma primaria (grande altezza e chioma)  2 - albero di chioma secondaria (tipo alberi da frutto)  3 - arbusti (rosa canina, biancospino, nocciolo) [differenza tra albero e arbusto è che l'arbusto ha più tronchi, l'albero ne ha uno]  4 - erbacee  5 - radici (tuberi, bulbi)  6 - tappezzanti (trifoglio,rucola selvatica, portulaca, convolvolo, timo)  7 - rampicanti: luppolo, kiwi, edera  8 - funghi: trasportano minerali e acqua  9 - epifite: vischio, orchidee, vaniglia C'è chi considera le piante acquatiche un ulteriore livello. Il minimo di strati richiesti per una food forest è TRE, incluso almeno un tipo di albero, il minimo spazio richiesto è idealmente quello della dimensione della chioma dell’albero a crescita completa e senza potature. I funghi sono un ulteriore strato molto interessante da aggiungere a questa lista.
  • 8. Food Forest – Passaggi e radure
  • 9. Food Forest – Passaggi e radure
  • 10. Food Forest - ALCUNI MODELLI  Fukuoka (agricoltura naturale)  Sepp Holzer: albero con tantissime medicinali e orticole intorno (famiglia)  Geoff Lawton: FF su swale. Si parte con un 90% di piante azoto fissatrici, poi negli anni si tagliano le azoto fissatrici per fare da pacciame e alla fine si ha un 90% di alberi da frutta  Gilde, cioè insiemi di piante con diverse funzioni  Vite maritata
  • 11. Food Forest - Fukuoka/Panos
  • 12. Food Forest - Geoff Lawton
  • 14. Food Forest - Martin Crawford
  • 15. Food Forest - Sepp Holzer
  • 17. Food Forest – Dave Jacke
  • 18. Food Forest – Toby Hemenway
  • 19. Food Forest - Gilde Pianta principaleazoto-fissatrici Gilda pacciamatura repellenti antibiotiche medicinali habitat attraentiaccumulatrice
  • 20. Food Forest - Gilde Gilde, cioè insiemi di piante con diverse funzioni:  1 - pianta primaria  2 - pianta accumulatrice (tipo la consolida con il potassio): prende i sali minerali dalle profondità del suolo e le accumula al suo interno. Usate come pacciamatura forniscono i minerali accumulati alle altre piante  3 - attrattrici (tipo le ombrellifere x i sirfidi, che mangiano gli afidi): attraggono predatori di insetti nocivi o impollinatori  4 - habitat (piante ma anche tronchi, pietre): le casette dei nostri amici insetti, ma anche di piccoli mammiferi, rettili, anfibi e uccelli  5 - antibiotiche: limitano la proliferazione di batteri e funghi nocivi  6 - repellente: tipo la lavanda, allontanano insetti nocivi, proteggendo le piante vicine  7 - pacciamatura: piante che producono biomassa che usata come pacciamatura arricchisce il suolo  8 - azoto-fissatrici: le leguminose; entrano in simbiosi con batteri che rendono l'azoto disponibile alle piante  9 - esche: piante sacrificali che attirano i predatori che mangiano loro e non le piante vicine