Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
IL MODERNO SISTEMA     ECONOMICO­FINANZIARIO           Ovvero:“La costituzione materiale del       neoliberismo”          ...
SOMMARIO• Cenni storici   Dalla crisi del 29 ai giorni nostri, alcuni passaggi chiave nello sviluppo del   sistema economi...
IL CASO AMERICANOVedete, un Governo legittimo può sia spendere che prestare denaro in circolazione,mentre le banche posson...
IL CASO AMERICANO“Tutte le perplessità confusioni, e afflizioni in America sorgono non tanto dai difettidella Costituzione...
IL CASO AMERICANOArt. 1, Sezione 8. pp. 5 della Costituzione degli Stati Uniti dAmericaIl congresso avrà diritto di batter...
IL CASO AMERICANO“Il Governo dovrà creare, emettere e far circolare tutta la valuta e ilcredito necessario a soddisfare il...
IL CASO AMERICANOIl 24 Dicembre 1913, sotto il presidente Wilson con il FederalReserve Act viene istituita la FED e il Con...
Lattuale Sistema di                           Governo             Gruppo                                       Commissione...
LAZIONE DI GOVERNOLazione di governo si esplica attraverso il controllo del sistemafinanziario.Il denaro è il principale f...
Gli strumenti di governo La FINANZA regola le relazioni e attua un controllo socialeattraverso: 1) Politica monetaria (cio...
I DERIVATI FINANZIARI:uno strumento per costruire bolle speculativeIl settore finanziario si è sviluppato nella sua forma ...
I DERIVATI FINANZIARIIl settore finanziario si è sviluppato nella sua forma presente solo negli ultimissimianni della stor...
I DERIVATI FINANZIARI  Il settore finanziario si è sviluppato nella sua forma presente solo negli ultimissimi  anni della ...
DALLA FINANZA         ALLECONOMIA REALE        umanità  ­>  ottimizzazione del benessere    = più felicità     economia  ­...
LE BOLLE SPECULATIVELe bolle speculative sono strumenti che permettono di trasferire denaro dalbasso verso lalto, ovvero d...
LE BOLLE SPECULATIVEIndice Dow Jones1930-2008                           Indice 18 Febbraio 2009     1940    1950   1960   ...
LE BOLLE SPECULATIVEIl ridimensionamento del valore delle principali banchedal 2007 al gennaio 2009, fonte Bloomberg/JpMor...
Passaggi storici al                Neoliberismo• 50        Ricostruzione postbellica – fase di crescita socio-economi     ...
I 5 passi costitutivi del             NeoliberismoA partiredagli anni 80 queste sono le leggi che favoriscono lascesa deln...
IL CASO ITALIA• 50       Ricostruzione postbellica – fase di crescita socio-economica• 60-70   Apice della lotta per le co...
Le privatizzazioniLa vulgata ideologica addebita la scarsa produttività dellindustriaitaliana alla1) scarsa competitività ...
Alcune conseguenze• Negli anni 90 Italia, Usa e Inghilterra registrano il più nettopeggioramento delle condizioni di lavor...
Neoliberismo come                ideologiaTutti i sistemi di governo (e di gestione del potere) devono esserelegittimati a...
La rappresentazione                ideologicaIl Neoliberismo diventa un filtro attraverso cui leggere la realtà.Una ideolo...
Le risposte politiche                 alla crisiLe élites al potere non riescono a sviluppare soluzioni alla crisiche vada...
Le risposte politiche                    alla crisiRapporto 2008 del National Intelligence Council (think tankneoconservat...
Come uscire dalla crisi?Si accettano suggerimenti....                     Mumble                    Mumble ...  Alcune pro...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

0

Share

Download to read offline

3a parte: verso la governance globale

Download to read offline

Transizione da un governo nazionale a una governance mondiale guidata da enti sovranazionali come le banche centrali, il FMI e la BM. Descizione degli strumenti di coercizione utilizzati dal sistema sovranazionale

  • Be the first to like this

3a parte: verso la governance globale

  1. 1. IL MODERNO SISTEMA  ECONOMICO­FINANZIARIO Ovvero:“La costituzione materiale del neoliberismo” Giovanni Morlino (giovanni.morlino@tos.arcipelagoscec.net)  in collaborazione con associazione Arcipelago Toscana associazione Altrarno Firenze ­ 9 Giu 2010
  2. 2. SOMMARIO• Cenni storici Dalla crisi del 29 ai giorni nostri, alcuni passaggi chiave nello sviluppo del sistema economico• La creazione della moneta e la gestione del debito La problematica dellinteresse I concetti di moneta-credito e moneta-debito Il funzionamento delle Banche Centrali• Prospettive per il futuro: verso una governance globale Gli USA e la FED La nuova funzione della finanza come strumento di controllo sociale e di esercizio del potere Il neoliberismo come “ideologia”• Sistemi complementari per transire ad uneconomia equa Monete complementari Il caso Italia: lo SCEC
  3. 3. IL CASO AMERICANOVedete, un Governo legittimo può sia spendere che prestare denaro in circolazione,mentre le banche possono soltanto prestare cifre considerevoli attraverso i lorobiglietti di banca promissori, per cui questi biglietti non si possono né dare néspendere se non per una piccola frazione di quelli che servirebbero alla gente. Diconseguenza, quando i vostri banchieri in Inghilterra mettono denaro incircolazione, cè sempre un debito fondamentale da restituire e unusura da pagare.Il risultato è che cè sempre troppo poco credito in circolazione per dare ai lavoratoriuna piena occupazione. Non si hanno affatto troppi lavoratori, ma piuttosto pochisoldi in circolazione, e quelli che circolano portano con sé un peso senza fine di undebito impagabile e usura.” Benjamin Franklin, Autobiografia, (1763)
  4. 4. IL CASO AMERICANO“Tutte le perplessità confusioni, e afflizioni in America sorgono non tanto dai difettidella Costituzione, né dalla mancanza donore o di virtù quanto dallassolutaignoranza della natura della moneta, del credito, e della circolazione.” John Adams, Padre Fondatore degli Stati Uniti dAmerica“Io credo che le istituzioni bancarie siano più pericolose per le nostre libertà diquanto non lo siano gli eserciti permanenti. Essi hanno di già messo in piediunaristocrazia facoltosa che ha attaccato il Governo con disprezzo. Il potere diemissione deve essere tolto via dalle banche e restituito al popolo, al quale essoappartiene propriamente.” Thomas Jefferson (1776)“Davamo a questo popolo il maggior beneficio che abbia mai avuto: la sua propriacarta [moneta] per pagare i propri debiti.” John Adams
  5. 5. IL CASO AMERICANOArt. 1, Sezione 8. pp. 5 della Costituzione degli Stati Uniti dAmericaIl congresso avrà diritto di batter moneta, e di determinarne il valore (delleunità), e di fissare i criteri dei pesi e delle misure. Firmato George Washington, presidente e deputato della Virginia (17 settembre 1787)
  6. 6. IL CASO AMERICANO“Il Governo dovrà creare, emettere e far circolare tutta la valuta e ilcredito necessario a soddisfare il potere di spesa del Governo e ilpotere dacquisto dei consumatori. (...) Il privilegio del Governodella creazione e dellemissione del denaro è la sua più grandeopportunità creativa. (...) La Democrazia si ergerà al di sopra delpotere monetario.” Abraham Lincoln, documento del Senato degli Stati Uniti dAmerica numero 23, Pagina 91, anno 1865“Se questa malefica strategia finanziaria, che ha le sue origini nelnord America, perdurerà fino a mettere radici, allora il Governofornirà il proprio denaro senza alcun costo. Estinguerà i propri debitie rimarrà senza alcun debito. Avrà tutto il denaro necessario perportare avanti il proprio commercio. Diventerà prospero senzaprecedenti nella storia mondiale. Le menti e le ricchezze di tutti ipaesi andranno nel nord America. Questo paese deve esseredistrutto o distruggerà ogni monarchia sulla faccia della terra.” The Hazard Circular, rivista della Banca dInghilterra, citazioneapparsa sul London Times nellanno 1862, riferendosi alla pratica di emissione dei Green Backs di Abraham Lincoln
  7. 7. IL CASO AMERICANOIl 24 Dicembre 1913, sotto il presidente Wilson con il FederalReserve Act viene istituita la FED e il Congresso cede aquesta istituzione il potere di creare moneta.La FED è una banca privata creata dai Rothschild di Londra eBerlino, i Lazard Brothers di Parigi, Israel Moses Seif in Italia;Kuhn, Loeb e Warburg della Germania, e i Lehman Brothers,Goldman, Sachs e le famiglie Rockefeller di New York. Il 4 Giugno del 1963 con lordine esecutivo 11110, il presidente Kennedy dette al dipartimento del tesoro il potere esplicito: "di emettere certificati dargento a fronte di ogni lingotto di argento, dollari dargento della Tesoreria."
  8. 8. Lattuale Sistema di Governo Gruppo Commissione Bildenberg Trilaterale Banche Centrali Banche dAffari Banche (Goldman Sachs, Commerciali Leheman Brothers, etc.) Paradisi Fiscali BORSA FMI(Fondo Monetario Internazionale) Multinazionali WTO (Organizzazione Mondiale GOVERNI del Commercio)
  9. 9. LAZIONE DI GOVERNOLazione di governo si esplica attraverso il controllo del sistemafinanziario.Il denaro è il principale fondamento della sovranità (cioè ilpossesso del denaro legittima lesercizio del potere)In questo sistema può essere governato tutto ciò che è mercificabile(quindi quantificabile in denaro).Due principali conseguenze: → Il sistema tende a mercificare tutto il possibile → Ciò che non è mercificabile non esiste (non perché non se ne può trarre profitto, ma perché non può essere controllato) Il profitto è il mezzo, non il fine: il fine ultimo del sistema liberista è il controllo sociale.
  10. 10. Gli strumenti di governo La FINANZA regola le relazioni e attua un controllo socialeattraverso: 1) Politica monetaria (cioè come il denaro viene creato e distribuito) 2) Bolle speculative (utilizzo del denaro per il trasferimento di poteri e di beni materiali) 3) Cambi variabili tra le valute 4) Percentuali di interesse sui Buoni del Tesoro In linea teorica i punti 2, 3, e 4 sono decisi “dal mercato”. Questa risposta evasiva nasconde i reali responsabili
  11. 11. I DERIVATI FINANZIARI:uno strumento per costruire bolle speculativeIl settore finanziario si è sviluppato nella sua forma presente solo negli ultimissimianni della storia umana, ed è fortemente legato alla globalizzazione, quindi racchiudein sé molto della natura della globalizzazione stessa Hedge Founds Mercato derivati Mercato azionario Economia Reale
  12. 12. I DERIVATI FINANZIARIIl settore finanziario si è sviluppato nella sua forma presente solo negli ultimissimianni della storia umana, ed è fortemente legato alla globalizzazione, quindi racchiudein sé molto della natura della globalizzazione stessa Hedge Hedge Founds Founds Mercato derivati Mercato derivati Mercato azionario Mercato azionario Economia Reale Economia Reale
  13. 13. I DERIVATI FINANZIARI Il settore finanziario si è sviluppato nella sua forma presente solo negli ultimissimi anni della storia umana, ed è fortemente legato alla globalizzazione, quindi racchiude in sé molto della natura della globalizzazione stessa Hedge Hedge Founds Founds Mercato derivati Mercato derivati Mercato azionario Mercato azionario Economia Reale Economia Reale Commercio mondiale (<20 M$) Prodotto interno Lordo Mondiale (valore della produizone di beni e servizi) (~200 M$) Mercati dei cambi (~1500 M$) Prodotti derivati (~5000 M$)Mercati borsistici (~200 M$) Fonti: FMI, Banca Mondiale, World Federetion of exchange
  14. 14. DALLA FINANZA ALLECONOMIA REALE      umanità  ­>  ottimizzazione del benessere    = più felicità   economia  ­>   ottimizzazione del profitto       = più merci       finanza  ­>  ottimizzazione del profitto        = più denaro capitale merci crescita congiunta benessere umano 1° 2° 3°Il sistema finanziario è in conflitto sia col sistema economico che con quello umano
  15. 15. LE BOLLE SPECULATIVELe bolle speculative sono strumenti che permettono di trasferire denaro dalbasso verso lalto, ovvero dai più poveri ai più ricchi, perché i ricchi sono in gradodi regolare landamento delle bolleSi basano sullo schema ad albero (chiamato anche schema Ponzi o piùbanalmente catena di SantAntonio...)
  16. 16. LE BOLLE SPECULATIVEIndice Dow Jones1930-2008 Indice 18 Febbraio 2009 1940 1950 1960 1970 1980 1990 2000 2008
  17. 17. LE BOLLE SPECULATIVEIl ridimensionamento del valore delle principali banchedal 2007 al gennaio 2009, fonte Bloomberg/JpMorgan
  18. 18. Passaggi storici al Neoliberismo• 50 Ricostruzione postbellica – fase di crescita socio-economi (Politiche keynesiane, investimenti statali)• 60-70 Apice della lotta per le conquiste sociali• 70 Crisi del capitalismo (crisi petrolifera) Nel 1975 la Commissione Trilaterale dichiara che: “la crisi del la democrazia è figlia delleccessiva pressione esercitata dai sindacati e dai salari eccessivamente alti ottenuti dagli operai”• 80 Parte la controffensiva reazionaria (inizio dellera liberista) Vengono fondate centinaia di fondazioni private per influenzare le scelte politiche• 90 Crollo del muro di Berlino Il crollo dellURSS e la fine della guerra fredda sono fattori destabilizzanti del capitalismo: da un lato viene meno Il vincolo che costringe il capitalismo a limitare I costi sociali, dallaltro gli USA perdono il ruolo di guardiano del mondo.
  19. 19. I 5 passi costitutivi del NeoliberismoA partiredagli anni 80 queste sono le leggi che favoriscono lascesa delneoliberismo e della Globalizzazione (o Mondializzazione)1) Liberalizzazione dei movimenti di capitale2) Abbandono del gold standard rimpiazzato dal dollar standard3) Deregulation dei mercati finanziari4) Creazione dei paradisi fiscali5) Istituzione dei cambi variabili tra le valute
  20. 20. IL CASO ITALIA• 50 Ricostruzione postbellica – fase di crescita socio-economica• 60-70 Apice della lotta per le conquiste sociali• 72 Licio Gelli elabora il “Piano di rinascita democratica” che ricalca molti dei principi della Commissione Trilaterale• 80 Inizia lapplicazione del piano neoliberista• 90 Dopo Tangentopoli e con lavvento della seconda Repubblica lapplicazione del piano neoliberista viene accelerato. - Sotto la costante pressione del debito pubblico viene avviata la privatizzazione delle imprese di stato• 92-93 Attacco speculativo alla lira → Concertazione salariale (riduzione dei salari e dei diritti)
  21. 21. Le privatizzazioniLa vulgata ideologica addebita la scarsa produttività dellindustriaitaliana alla1) scarsa competitività (leggi: salari troppo alti)2) incapacità gestionale da parte dello StatoQueste motivazioni, insieme al problema del debito pubblico spingonoalla- privatizzazione (Vedi elenco →)- flessibilità del lavoro (ovvero riduzione dei diritti)In realtà la scarsa produttività (che poi tanto scarsa non era) è dovutaprincipalmente ad una mancanza di investimenti nella ricerca.Le privatizzazioni ad oggi non hanno portato NESSUNvantaggio.Le industrie comprate da privati vengono utilizzate per avventurespeculative (vedi caso TELECOM)
  22. 22. Alcune conseguenze• Negli anni 90 Italia, Usa e Inghilterra registrano il più nettopeggioramento delle condizioni di lavoro• LItalia è il sesto paese (dopo USA,Turchia, Portogallo, Polonia e Messico) nellaclassifica mondiale per le disuguaglianze.• Dopo USA e Gran Bretagna è il Paese con la più scarsa mobilità sociale.• LOcse stima un aumento della disuguaglianza tra ricchi e poveri del 33%nelcorso degli anni 90• Il 10% più ricco detiene il 48% della ricchezza totale (20 anni fa era 44%)• Il reddito medio del 10% degli italiani più poveri è di 5000$ contro I 7000$della media OCSE• Nel 2008 Alessandro Profumo ha guadagnato 9,336 milioni di euro.• A livello aziendale il totale degli stipendi per i dirigenti con responsabilitàstrategica in Unicredit è passato da 60,1 milioni di euro del 2006 ai 92,1milioni del 2007.
  23. 23. Neoliberismo come ideologiaTutti i sistemi di governo (e di gestione del potere) devono esserelegittimati attraverso la creazione di una ideologia.Non viviamo nellepoca post ideologica, ma in quella dellideologia unicaIl liberismo si presenta come teoria naturale dei meccanismi di mercato.Il liberismo afferma la tendenza del mercato (la mano invisibile)ad evolvere spontaneamente verso la struttura più efficientepossibile, che è poi il "mondo migliore" sia per il produttore cheper il consumatore. Quindi, per il liberismo il sistema-mercatotende verso una situazione di ordine crescente.Successivamente si tende ad affermare che tutti gli ambiti delsociale possono essere assimilati ad una forma di mercato.
  24. 24. La rappresentazione ideologicaIl Neoliberismo diventa un filtro attraverso cui leggere la realtà.Una ideologia è di per sè invasiva, poiché se non riesce ad interpretarela realtà tende a fallire e ad essere rimpiazzata da unaltra forma diideologiaLo sviluppo delle ideologie ha delle similitudini con levoluzione di unaspecie secondo i principi darwiniani ed anche con levoluzione delleteorie scientifiche.Analogia con altri sistemi di potere, il caso della religione Cristiana. Legge naturale ↔ Legge divina Mano invisibile del mercato ↔ Provvidenza Debito ↔ Peccato
  25. 25. Le risposte politiche alla crisiLe élites al potere non riescono a sviluppare soluzioni alla crisiche vadano oltre lideologia liberista.Approccio della Sinistra (liberista)invoca nuove regole per arginare il potere distruttivo del capitalismo.Non cè alternativa al sistema liberale, ma solo un capitalismo piùumano.Approccio della Destrapur auspicando nuove regole (a parole) ha una posizione più ambiziosa:sfruttare la crisi per ristrutturrare il sistema economico e sociale inchiave gerarchica: • frantumazione dal basso (precarizzazione del tessuto sociale) • accentramento in altro (del capitale e dei sistemi di controllo)
  26. 26. Le risposte politiche alla crisiRapporto 2008 del National Intelligence Council (think tankneoconservatore americano)Lanalisi ritiene il declino degli USA e la possibilità di una guerra nuclearepressoché inevitabile, a causa dei seguenti fattori: • Trasferimento diricchezza da Occidente a Oriente (Russia e Cina) • Crescita demografica asiatica • Sviluppo della classe media nei Paesi emergenti → conseguente aumento della domanda di risorse (prime tra tutte lacqua) Le élites capitalistiche intendono portare a compimento il percorso avviato a cavallo tra gli anni 70-80 con la “rivoluzione” neoliberista. Il loro fondamentale interesse è mettere in sicurezza il modellodi accumulazione neoliberista incentrato su: • libera circolazione dei capitali • precarietà del lavoro • bassi salari Tale progetto implica la privatizzazione della macchina istituzionale,e punta a sancire la subordinazione del lavoro dipendente Alberto Burgio, “Senza Democrazia”, pag. 199
  27. 27. Come uscire dalla crisi?Si accettano suggerimenti.... Mumble Mumble ... Alcune proposte nellultimo incontro

Transizione da un governo nazionale a una governance mondiale guidata da enti sovranazionali come le banche centrali, il FMI e la BM. Descizione degli strumenti di coercizione utilizzati dal sistema sovranazionale

Views

Total views

873

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

2

Actions

Downloads

27

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×