Linux & Open Source - Lezione 2 Supporto

958 views

Published on

Slide di supporto alla seconda lezione. Vengono in queste slide mostrate le maggiori tecniche di utilizzo di un ambiente sfruttante ambiente grafico GNOME ed i relativi software consigliati per l'uso.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
958
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
35
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Linux & Open Source - Lezione 2 Supporto

  1. 1. Mazza Dario Merlino Sebastiano Linux & Open Source Lezione DUE Supporto alla Lezione
  2. 2. Accesso al Sistema L'accesso al sistema risulta molto semplice. Vi sarà richiesto in modo grafico di inserire il nome utente prescelto durante la fase di installazione e la relativa password. Dal pannello opzioni in basso sarà possibile effettuare svariate altre azioni. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 2
  3. 3. Il Desktop Mazza Dario – Merlino Sebastiano 3
  4. 4. I Pannelli Già all'avvio del sistema saranno presenti sul vostro desktop due pannelli; uno in alto e l'altro in basso. Il primo conterrà il menu di sistema, qualche icona di programma, l'orologio di sistema, il controllo audio, il controllo di rete, un identificativo dell'utente e il pulsante di arresto/riavvio. Il pannello in basso invece presenta il bottone “Mostra Desktop”, la lista dei desktop ed il collegamento al cestino. Facendo click con il tasto destro su un pannello si potranno effettuare varie azioni. Si potranno aggiungere altri oggetti al pannello e modificarne l'aspetto grafico. Sarà possibile, inoltre, eliminare il pannello o crearne uno nuovo da disporre in altre parti del desktop. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 4
  5. 5. Aggiunta al Pannello Facendo click sulla voce “Aggiungi al pannello” si aprirà una finestra che permette di aggiungere i più svariati oggetti al pannello selezionato. Basterà scegliere l'oggetto che si vuole inserire e fare click sul bottone Aggiungi. Al termine delle operazioni si potrà tranquillamente fare click su chiudi. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 5
  6. 6. Proprietà del Pannello Se invece facciamo click sulla voce Proprietà del menu, potremo regolare e modificare le sue proprietà, dall'orientamento (alto, basso, sinistra e destra), la dimensione, lo sfondo, ecc... Mazza Dario – Merlino Sebastiano 6
  7. 7. Oggetti sui Pannelli Mazza Dario – Merlino Sebastiano 7
  8. 8. Oggetti sui Pannelli Molti, come già detto sono gli oggetti che è possibile porre sui pannelli. Fra i più importanti troviamo: ● Il bottone di controllo della batteria che permette di controllarle il valore di carica ed inoltre consente l'ibernazione del portatile. ● Il bottone di accesso alla rete che permette di gestire le reti cablate e wireless. ● Il pulsante di arresto/riavvio che consente, appunto, di spegnere e ravviare il sistema o più semplicemente fare logout ed accedere con un altro nome utente. ● Il gestore dell'audio che consente di regolare il volume dell'audio di sistema e di effettuare configurazioni sui supporti audio. ● L'orologio di sistema, che permette di settare la data, l'ora e il fuso orario. ● Il montadischi, che gestisce l'accesso ai dischi fissi e rimovibili. ● Il pulsante Mostra Desktop che pulisce lo schermo dalle finestre mostrando appunto la scrivania. ● Il cestino nel quale potranno essere trascinati i file da eliminare. ● Il Gestore dei Desktop che permette di scegliere la scrivania su cui operare. (NOTA: Ubuntu è un sistema che supporta il multidesktop ossia il sistema presenta più scrivanie attraverso le quali ci si può muovere. Tale sistema è molto pratico nel caso in cui si utilizzino un gran numero di finestre). Mazza Dario – Merlino Sebastiano 8
  9. 9. Il Menu di Sistema Il Menu di sistema risulta essere altamente organizzato. Presenta tre sezioni principali: ● Applicazioni: contiene i software installati sul sistema divise per sezioni in base al compito ad esse affidato. ● Risorse: permette di raggiungere le risorse di sistema (Home dell'utente, dischi attualmente collegati, ecc...). ● Sistema: concede all'utente di configurare il sistema; richiede spesso l'autenticazione come utente amministratore. Facendo click con il tasto destro sul menu, e cliccando sulla voce Modifica Menu. Si potrà modificare la configurazione del menu (riordinarne le voci, eliminarle o aggiungerle). Mazza Dario – Merlino Sebastiano 9
  10. 10. Esplorazione Cartelle L'esploratore cartelle utilizzato prende il nome di Nautilus. Facendo click sulla voce Risorse del menu di sistema e poi sulla voce Cartella Home da cui si arriverà facilmente alla cartella personale dell'utente. Ritroviamo in essa le cartelle: Documenti, Immagini, Musica, Video e Scrivania anch'esse facilmente raggiungibili dalla Pulsanti spostamento Menu voce Risorse del Percorso menu di sistema; Area utilizzabile sono inoltre Risorse del sistema presenti altre cartelle utili. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 10
  11. 11. Esplorazione Cartelle La barra più in alto è quella del menu. Tramite questa si possono effettuare tutte le più comuni operazioni sulle cartelle: esplorazione, ricerca. Fino alle più raffinate disponibili, come la consultazione in schede. È possibile infatti suddividere la finestra in più schede (come avviene nei browser) così da non riempire la scrivania. Sono disponibili altri strumenti tipici dei browser come segnalibri e cronologia. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 11
  12. 12. Esplorazione Cartelle La seconda barra a partire dall'alto permette di muoversi velocemente fra le cartelle; la terza invece mostra il percorso per raggiungere la cartella, i controlli sullo zoom e la modalità di visualizzazione. La barra verticale sulla sinistra adempie a vari compiti tra cui quello di mostrare le risorse di sistema, inserire annotazioni, associare simboli ai file o più semplicemente fornire informazioni. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 12
  13. 13. Esplorazione Cartelle Facendo click con il tasto destro sull'area della cartella potremo creare nuovi file o cartelle, disporre gli oggetti in base al criterio preferito o visualizzare le proprietà della cartella; potremo, inoltre, incollare oggetti precedentemente copiati. Facendo click, invece, con il tasto destro su un file o una cartella, potremo effettuare svariate operazioni su di esso (copia, taglia, elimina, ecc...); si potranno gestire le proprietà del file decidendo ad esempio il più adatto software per l'apertura ed eventualmente amministrandone i diritti di accesso (maggiori informazioni sui diritti saranno fornite nella terza lezione). Mazza Dario – Merlino Sebastiano 13
  14. 14. Ricerca Ottimo accessorio è il software di ricerca del sistema. È possibile utilizzarlo raggiungendolo attraverso la sezione Risorse del menu di sistema facendo click sulla voce “Cerca file...”. Lo strumento di ricerca risulta essere molto avanzato permettendo non solo ricerche semplici (sul nome del file) ma anche sul contenuto e su varie altre proprietà. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 14
  15. 15. Monitor di Sistema Il monitor di sistema, raggiungibile tramite il menu di sistema seguendo il percorso (Sistema → Amministrazione → Monitor di Sistema) permette di ottenere informazioni sul sistema, sui processi eseguiti in esso, sulle risorse attualmente sfruttate (CPU, memoria ram, rete) e sullo sfruttamento della memoria su disco. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 15
  16. 16. Gestore Aspetto Il gestore aspetto permette di rifare il look al proprio sistema. Attraverso tale software, con pochi click, si potranno modificare il tema di sistema, lo sfondo del desktop, i caratteri usati nei menu e nei pannelli nonché vari altre sfaccettature quali gli effetti visivi. Il gestore dell'aspetto può essere raggiunto tramite click con il tasto destro sul Desktop e poi alla voce “Cambia sfondo scrivania” oppure dal menu di sistema: Sistema → Preferenze → Aspetto. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 16
  17. 17. Short-Keys Gli Short-Key o Scorciatoie da Tastiera permettono di eseguire comandi semplicemente tramite combinazioni di tasti. Tipiche combinazioni di tasti sono ad esempio: Alt+F4 (chiude una finestra) Ctrl+C (copia) Ctrl+X (taglia) Ctrl+V (incolla) Ctrl+Alt+Canc (Log Out) Ctrl+Alt+BackSpace (Riavvia Sessione) Ctrl+Alt+L (Blocca lo schermo attivando lo Screen Saver) Ctrl+Tab (Scorre le finestre) Ctrl+F1 (Apre l'help di sistema) Raggiungibile tramite Sistema → Preferenze → Scorciatoie da Tastiera Mazza Dario – Merlino Sebastiano 17
  18. 18. Installazione Software L'installazione di nuovo software su un sistema Ubuntu avviene, di solito, tramite l'utilizzo del software Synaptic. Tale software permette l'installazione di pacchetti da archivi su internet. È possibile effettuare ricerche nell'archivio e, selezionando i pacchetti, installare il software mediante click con il tasto destro e poi sulla voce installa. L'area sulla sinistra ci permette di visualizzare le sezioni (di argomento) in cui vengono classificati i vari pacchetti (se si sceglie il pulsante Sezioni si possono, altrimenti, classificare i pacchetti per Stato (installato/non installato), origine o tramite classificazioni personalizzate. L'area in basso fornisce informazioni sul pacchetto attualmente selezionato. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 18
  19. 19. Installazione Software Facendo click sul pulsante Cerca della barra di utilizzo potremo passare alla ricerca “complessa” fra i pacchetti; potremo effettuare ricerche per vari parametri, tuttavia, è sempre consigliabile utilizzare la ricerca per Descrizione e Nome che fornisce di solito tutti e soli i pacchetti inerenti la ricerca effettuata. È presente un campo di ricerca veloce nell'interfaccia che permette di ricercare per nome in maniera meno efficiente ma tuttavia più rapida. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 19
  20. 20. Installazione Software Oltre a poter leggere informazioni sulla versione installata, l'ultima disponibile ed una descrizione del pacchetto, potrete ritrovare un intuitivo Indicatore di Stato. Se l'indicatore di stato risulta essere un quadrato vuoto (bianco) Indicatore Sponsorizzazione vorrà dire che il pacchetto in questione non è Indicatore Stato attualmente installato sul sistema. Un quadrato verde indica invece che il pacchetto risulta attualmente installato. Se l'indicatore presenta al suo interno una stella vorrà dire che il pacchetto è aggiornabile a nuove versioni. Un altro indicatore è quello di Sponsorizzazione che servirà ad indicare all'utente (se presente il logo di Ubuntu) che tale pacchetto è promosso dalla comunità di supporto. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 20
  21. 21. Installazione Software Cliccando con il tasto destro sulla riga di un pacchetto potremo effettuare su di esso varie operazioni. Il comando Smarca rimuovere un pacchetto dal gruppo di quelli selezionati per l'installazione, il contrario fa Marca per l'Installazione che permette di selezionare i pacchetti da installare. Marca per la reinstallazione indica al sistema che il pacchetto selezionato dovrà essere reinstallato. Marca per l'aggiornamento indica che il pacchetto sarà aggiornato alla versione più recente. Marca per la rimozione e Marca per la rimozione completa rimuovono il pacchetto (la prima mantenendone i file di configurazione, la seconda in maniera radicale). Le modifiche saranno applicate dopo il click sul pulsante Applica. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 21
  22. 22. Installazione Software Facendo click sul pulsante Applica si aprirà la finestra di riepilogo (in cui saranno indicati tutti i pacchetti che dovranno essere installati/rimossi/aggiornati). Notate che, spesso, l'installazione di un pacchetto implica conseguenze differenti rispetto alla semplice copiatura di file. Capiterà spesso che un pacchetto per poter essere installato richieda l'installazione o la rimozione di pacchetti. Si parla nel primo caso di dipendenza e nel secondo di conflitto. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 22
  23. 23. Installazione Software Come già detto, Synaptic installa da Repository (archivi di pacchetti .deb disponibili per l'installazione). Una repository può essere online (se ospitata su un server web) o offline (nel caso in cui sia masterizzata e distribuita su cdrom). In ogni caso essa non è un'accozzaglia di .deb ma un archivio organizzato degli stessi secondo regole che devono essere precisamente specificate. Gli archivi online possono essere facilmente aggiunti facendo click su Impostazioni → Archivi dei Pacchetti. Nella finestra che si aprirà si passera alla seconda linguetta e si potranno aggiungere nuove repository facendo click su Aggiungi e scrivendo a mano il link della repository (spesso indicato nel sito della stessa). Mazza Dario – Merlino Sebastiano 23
  24. 24. Installazione Software L'aggiunta di una repository su cd è altrettando semplice. Fate click su Modifica → Aggiungi CD-ROM vi sarà chiesto di inserire il disco nell'unità; facendo click su OK il cd sarà letto e tutti i suoi pacchetti aggiunti all'archivio. Ricordate, dopo ogni modifica alle repository di fare click sul pulsante Ricarica dell'interfaccia principale. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 24
  25. 25. Installazione Software Utile è la funzione Blocca Versione facente in modo di impedire al sistema di notificarvi (tramite Synaptic o sul gestore aggiornamenti) la disponibilità di aggiornamenti sul pacchetto specificato. Per bloccare la versione di un pacchetto occorre selezionarlo e fare click su Pacchetto → Blocca Versione. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 25
  26. 26. Installazione Software Altro strumento molto utile per l'installazione dei pacchetti è gdebi. Tale software viene eseguito ogni volta che si tenta di aprire un pachetto .deb e permette di scoprire vari dettagli inerenti il pacchetto stesso nonché di installarlo tramite un semplice click sul pulsante Installa Pacchetto. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 26
  27. 27. Installazione Software Nel caso vi sia la possibilità di aggiornare alcuni software installati ritroverete una icona (per la notifica) vicino l'orologio di sistema. Facendo click su tale icona raggiungerete il Gestore aggiornamenti. Esso si presenta (come in figura) in forma di lista di pacchetti. Mettendo il segno di spunta su un pacchetto e facendo click su Installa aggiornamenti esso sarà aggiornato. Al fine di non ricevere le notifiche di aggiornamento per un pacchetto se ne può “bloccare la versione” (come precedentemente spiegato) attraverso il Synaptic. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 27
  28. 28. Software Vario OpenOffice Open Office è un utile strumento per l'ufficio Consta di vari strumenti fra i quali: un editor di testo (Writer), uno strumento di calcolo (Calc) e uno per la realizzazione di pacchetti di slide (Impress). Mazza Dario – Merlino Sebastiano 28
  29. 29. Software Vario Internet Il miglior browser che possiamo consigliare è Mozilla Firefox, attualmente forse il miglior browser in assoluto. Esso presenta un grado di compatibilità con le varie tecnologie per il web straordinariamente superiore rispetto a quello di qualunque altro; per questo ed altri motivi risulta attualmente il browser più usato al mondo. Il software maggiormente usato per l'instant messaging su Ubuntu è aMSN; sebbene un tale strumento risulti tuttora meno dotato di accessori rispetto al più noto MSN presenta comunque caratteristiche interessanti non trascurabili. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 29
  30. 30. Software Vario Grafica Per l'editing grafico ricordiamo la presenza del software The Gimp (Gnu Image Manipulation Program) ormai noto anche al di fuori dei sistemi Ubuntu. Si presenta come uno dei migliori programmi per l'editing grafico affiancandosi a software proprietari come Photoshop e Paint Shop. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 30
  31. 31. Software Vario Audio e Video Vari sono i software per l'apertura di file audio e video; ritroviamo fra i migliori: VLC: in grado di visualizzare praticamente ogni formato video. Totem (in figura): video player eccellente data la sua leggerezza. Audacious: lettore audio leggerissimo e dalla grafica piacevole. Amarok: organizzatore di file audio (forse il più completo in quanto a corredo di accessori). Mazza Dario – Merlino Sebastiano 31
  32. 32. Software Vario Editing Audio Ottimo per l'editing audio è il software Audacity. Chiunque fosse abituato ai più classici strumenti di questo tipo su windows ritroverà in Audacity tutti i più classici strumenti degli editor per file audio. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 32
  33. 33. Software Vario Masterizzazione Il sistema di masterizzazione predefinito per Ubuntu è Brazero. Un tale supporto (in figura) si presenta molto semplice all'utilizzo ma presenta scarse funzionalità. Per ovviare a tali funzioni consigliamo l'utilizzo del software K3B. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 33
  34. 34. Software Vario Giochi Al fine di installare e usare giochi di qualunque tipo sul vostro sistema è utile conoscere il software djl che connette vari database di giochi su internet. Si presenta funzionalmente simile al Synaptic ma permette altresì si eseguire qualunque gioco sia stato con esso installato. Esso può essere facilmente scaricato (cercate su google) e non necessita installazione Mazza Dario – Merlino Sebastiano 34
  35. 35. Software Vario Partizionamento Utile strumento è il gestore partizioni Gparted installabile tramite Synaptic e raggiungibile tramite il percorso: Amministrazione → Editor di partizioni. Tramite questo strumento possiamo selezionare una partizione e, attraverso click con il tasto destro, possiamo ridimensionarla/spostarla, copiarne o incollarne i dati, formattarla (in vari formati anche non EXT3). Si potranno, inoltre, attivare o disattivare partizioni di SWAP. Mazza Dario – Merlino Sebastiano 35

×