Mici, Emilio Gentile Warschauer, infiammatorie croniche intestino, Crohn, rettocoliteulcerosa

1,558 views

Published on

Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,558
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Mici, Emilio Gentile Warschauer, infiammatorie croniche intestino, Crohn, rettocoliteulcerosa

  1. 1. Le malattie infiammatorie croniche dell’intestino: manifestazioni cliniche E.GENTILE WARSCHAUER A. TRECCA 2010
  2. 3. Le malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) <ul><li>Rettocolite ulcerosa (RCU) </li></ul><ul><li>Malattia di Chron </li></ul>
  3. 4. <ul><li>La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria dell'intestino crasso: la mucosa dell'intestino si infiamma (rosso ed edematoso) e sviluppa ulcere (spesso dolorose). </li></ul><ul><li>La colite ulcerosa è spesso la pi ù grave nella zona rettale, e che pu ò causare diarrea frequente. Muco e sangue spesso compaiono nelle feci se la mucosa colica è infiammata e perde la capacità di riassorbimento dei liquidi. </li></ul>
  4. 5. <ul><li>La malattia di Crohn, diversamente dalla RCU, interessa più spesso l'ultima parte dell’ileo, e talvolta alcune aree del grosso intestino. Tuttavia, non è limitato a queste aree e puù attaccare qualsiasi parte del tubo digerente. </li></ul><ul><li>La malattia di Crohn provoca un processo infiammatorio che si estende molto più in profondità negli strati della parete intestinale e in generale, tende a coinvolgere tutta la parete intestinale, mentre la colite ulcerosa si limita alla mucosa. </li></ul>
  5. 6. <ul><li>Crampi addominali e diarrea sanguinolenta </li></ul><ul><li>Tenesmo </li></ul><ul><li>Febbre </li></ul><ul><li>Astenia </li></ul><ul><li>calo ponderale </li></ul><ul><li>anemia (sanguinamento profuso dalle ulcere) </li></ul><ul><li>Perforazione dell'intestino </li></ul>CLINICA: i sintomi spesso insorgono in tempi diversi e non Tutti insorgono.
  6. 7. CLINICA (continua) <ul><li>Stenosi ed ostruzioni: nella m. di Crohn stenosi infiammatorie spesso e frequentemente si risolvono con il trattamento medico o richiedere un intervento endoscopico o chirurgico per alleviare l'ostruzione. Nella RCU la stenosi del colon dovrebbe essere di natura maligna (la RCU può degenerare) </li></ul>
  7. 8. CLINICA (continua) <ul><li>Fistole (anche perianali) sono pi ù comuni nel Crohn.. L'intervento chirurgico spesso è richiesto, ma con un alto rischio di recidiva. </li></ul><ul><li>Megacolon tossico (dilatazione acuta non ostruttiva del colon): complicanza severa, ma rara, della RCU e richiede un urgente intervento chirurgico. </li></ul><ul><li>Il rischio di cancro del colon nella RCU è relativamente altp dopo circa 8-10 anni dalla diagnosi. Il rischio di cancro nella malattia di Crohn pu ò uguagliare quella della RCU se tutto il colon è coinvolto (casi rari). Il rischio di malignit à piccolo intestino è aumentata nel morbo di Crohn (relativamente raro) </li></ul>
  8. 9. Complicanze extraintestinali <ul><li>Queste colpiscono solo una piccola percentuale di persone con MICI </li></ul><ul><li>- Artrite </li></ul><ul><li>malattie della cute (edema nodoso, pioderma gangrenoso) </li></ul><ul><li>Steatosi epatica, colangite scl., epatite cronica attiva, Ca. del coledoco </li></ul><ul><li>Occhi (iriti, uveiti) </li></ul><ul><li>Pielonefrite, amiloidosi </li></ul><ul><li>Spondilite anchilosante (RCU), osteoporosi </li></ul>
  9. 10. <ul><li>La differenzazione che si effettuava fino a pochi anni fa è venuta meno perché si è notato che la sintomatologia è meno differente tra m. di Chron e RCU. Anche istologicamente vi sono casi di COLITE INDETERMINATA. </li></ul><ul><li>Le manifestazioni extraintestinali sono dovute da un etiopatogenesi simile alle MICI (autoimmute/infettiva di ndd) o dalla terapia (cronica) delle MICI. </li></ul>
  10. 11. <ul><li>Classificare le 2 patologie con i sintomi è difficile. I sintomi, in particolare all’inizio, possono essere simili e poi associarsi a sintomi extraintestinali. </li></ul><ul><li>Crohn localizzato nel colon-retto: disturbi simili ad RCU, diarrea/sangue/tenesmo/dolori crampiformi nei q.inferiori. </li></ul><ul><li>Nel crohn a localizzazione ileo-colica o ileale la diarrea è moderata, dolori crampiformi si concentrano nei quadranti medio-bassi dell'addome, vi è calo ponderale da malassorbimento (l’anemia da lieve emorragia e da malassorbimento di B12, osteoporosi, etc). Quando il crohn si localizza nel digiuno i sintomi pi ù frequenti sono: dolori crampiformi e diarrea; la localizzazione allo stomaco / duodeno presenta inappetenza e nausea, perdita di peso ed epigastralgia. Nel 50% dei casi vi è febbre (non >38). Diagnosi anche attraverso tipiche manifestazioni extraintestinali: artrite migrante alle grandi articolazioni, afte, lesioni e fistole perianali, ascessi, complicanze dermatologiche ecc. </li></ul>
  11. 12. classificazione di Truelove & Witts
  12. 13. Diagnosi differenziali <ul><li>infezioni da Salmonella, Shighella, Yersinia e Clostridium difficile e perfino di ameba istolitica (soggetti provenienti da altri paesi, turisti) </li></ul><ul><li>Celiachia, Tumori, m. di Whipple, Diverticolo di Meckel, diverticolosi/diverticolite, sindromi aderenziali, etc </li></ul>

×