Passaggi di stato

3,441 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
3,441
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
90
Actions
Shares
0
Downloads
41
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Passaggi di stato

  1. 1. Passaggi di stato e calore Proggetto ITEC2
  2. 2. Mappa concettuale
  3. 3. Passaggi di statoSappiamo che le sostanze possono trovarsi in tre stati fisici o stati di aggregazione :Stato solido , liquido e gassoso.
  4. 4. Spiegazione vocale
  5. 5. Di stato in statoFusione: passaggio da solido a liquidoVaporizzazione: passaggio da liquido ad aeriformeLiquefazione: passaggio da aeriforme a liquidoSolidificazione: passaggio da liquido a solidoSublimazione: passaggio diretto da solido ad aeriforme e viceversa (il passaggio inverso viene anche chiamato brinamento).Fusione : passaggio da solido a liquido
  6. 6. Stato liquidoLo stato liquido si ottiene con la liquefazione: la sostanza passa dallo stato gassoso a quello liquido e/o con la fusione:la sostanza passa dallo stato solido a liquido . Unesempio di fusione è quello del ghiacciolo. In estate mangiando un ghiacciolo o una granita tutti vediamo che all improvviso il ghiaccio si scioglie questo avviene perché il calore dellambiente fa si che il ghiaccio presente nel bicchiere si scioglie e diventa acqua. La liquefazione ad esempio si osserva ,quando soffiando dinverno sul vetro della finestra il vapore acqueo contenuto nel fiato diventa liquido a contatto con il vetro freddo.
  7. 7. Stato gassoso Lo stato gassoso è lo stato della materia in cui essa si manifesta sotto forma di gas, prendiamo ad esempio dell acqua in una pentola sul fuoco. Quando lacqua si sarà riscaldata vedremo che dalla pentola esce del fumo questo è vapore acqueo esso si è formato perchè il calore del fuoco ha fatto si che l acqua si sia riscaldata e abbia evaporato . Questo fenomeno è chiamato evaporazione
  8. 8. Stato solidoSi può arrivare allo stato solido attraverso lo stato liquido cioè la solidificazione . Un esempio di solidificazione è l acqua , al polo nord le temperature sono molto basse e quindi fa molto freddo e l acqua da liquida passa a solida cioè in ghiaccio . Un altro esempio è : se mettiamo un contenitore con dell acqua dentro e dopo averlo lasciato qualche ora dentro vedremo che il liquido si è congelato per le basse temperature del congelatore
  9. 9. Il caloreGli esempi osservati ci fanno concludere che la somministrazione o la sottrazione di calore determina i passaggi di stato della materia . Ma che cosè il calore?Il calore è una particolare forma di energia chiamata energia termica che si trasferisce spontaneamente dal corpo a temperatura* piu alta a quello a temperatura piu bassa .Il calore si può propagare per CONDUZIONE , CONVENZIONE e IRRAGGIAMENTO* Temperatura : Grandezza che ci permetti di misurare quanto un corpo è caldo o freddo o quanto un corpo è piu freddo o caldo rispetto ad unaltro. Il termometro è lo strumento che ci consente di misurare la temperatura.
  10. 10. Spiegazione
  11. 11. ConduzioneLa conduzione è il meccanismo di trasmissione del calore in seguito a urti tra le molecole della parte calda del corpo con le molecole della parte fredda in seguito al contatto di due corpi o un corpo e una fonte di calore Esistono due tipi di conduttori :1)I Buoni che propagano calore (metalli).2)I cattivi che bloccano la propagazione (vetro Legno).
  12. 12. Esperimento per conduzioneTITOLO: La conduzione del calore nei solidiMATERIALE1) un ago da maglia ounasticciola metallica2) unasticciola di vetro3) graffette metalliche4) pinza di legno5) due sorgenti di caloreSOSTANZA:Cera di candela
  13. 13. PROCEDIMENTO• prendere due asticciole, di uguale lunghezza e spessore, per quella metallica può andare bene anche un ferro da maglia• fissare su entrambe, con della cera di candela fusa, ad intervalli regolari e uguali, alcune graffette metalliche• attivare due sorgenti di calore, possono andar bene anche due candele fissate• esporre contemporaneamente le due asticciole alle sorgenti di calore e attendere.
  14. 14. OSSERVAZIONIDopo pochissimo tempo dallesposizione al calore, lasticciola metallica siriscalda al punto da dover ricorrere ad una pinza di legno per poterla sorreggere senza scottarsi le dita.Lasticciola di vetro, invece, non si è riscaldata in modo significativo.La cera, che tiene fissate le graffette inizia a fondere e la prima graffetta sistacca cadendo.La prima graffetta dellasticciola di vetro si stacca quando già la terza del ferro da maglia è venuta giù, seguita subito dalla quarta e così via dalla quinta ed ultima, mentre ancora la seconda graffetta dellasticciola di vetro è salda al suo postoCONCLUSIONI: L asticella di metallo è una buona conduttrice invece quella di vetro no.
  15. 15. ConvenzioneI liquidi e i gas hanno una capacità ridotta di trasmettere il calore.In un liquido possiamo osservare che cosa succede quando mettiamo a scaldare sul fuoco una pentola contenente dell acqua con del riso . Lacqua sul fondo si riscalda e sale verso l alto facendo muovere il riso l acqua che è appena arrivata sopra si raffredda e riscende questi si chiamano moti convettivi
  16. 16. Irraggiamento
  17. 17. PROGETTO ITEC2 Gruppo : Gialloble Classe 2H SMS "Stabiae" Castellammare di Stabia (NA) Mirko , Victor , Catello e Giammaria

×