Interpretazione e rielaborazione del bilancio

4,046 views

Published on

Published in: Education, Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Interpretazione e rielaborazione del bilancio

  1. 1. Interpretazione e rielaborazione del bilancio Funzione informativa del bilancio
  2. 2. Lettura e interpretazione <ul><li>Il bilancio è: </li></ul><ul><ul><li>Fonte di informazioni non sempre facilmente riconoscibili </li></ul></ul><ul><ul><li>Informazioni riguardanti la gestione passata </li></ul></ul><ul><ul><li>E’ QUINDI NECESSARIO PROCEDERE ALL’INTERPRETAZIONE DEL BILANCIO </li></ul></ul><ul><ul><li>Che consiste nell’approfondimento e nella spiegazione delle informazioni che da esso emergono per consentire agli stakeholders di esprimere un giudizio sull’azienda </li></ul></ul>
  3. 3. Fasi di interpretazione <ul><li>L’interpretazione si attua in diverse fasi, che si susseguono e sono: </li></ul><ul><ul><li>Letterale </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Intesa come decifrazione delle varie poste e di conoscenza degli aspetti aziendali a cui esse si riferiscono </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Revisionale </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Si valuta l’attendibilità del bilancio, cioè della corretta applicazione dei principi contabili e delle procedure i formazione del bilancio </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Prospettica </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Analisi per indici e analisi per flussi </li></ul></ul></ul>
  4. 4. Rielaborazione del bilancio <ul><li>La rielaborazione consiste in una: </li></ul><ul><li>Riclassificazione e riagreggazione delle voci </li></ul><ul><li>Gli scopi e i fini dello SP e CE civilistici sono diversi da quelli richiesti dall’analisi </li></ul><ul><li>Esempi: </li></ul><ul><ul><li>SP civilistico distingue le attività in base alla loro destinazione economica e le fonti in base allo loro origine e quindi sono necessari approfondimenti dal punto di vista finanziario </li></ul></ul><ul><ul><li>CE non appaiono informazioni a riguardo dei risultati intermedi e sul contributo di ciascuna area di gestione </li></ul></ul>
  5. 5. Rielaborazione dello SP <ul><li>Impieghi : </li></ul><ul><ul><li>In base al grado di liquidità, all’attitudine a trasformarsi in mezzi liquidi </li></ul></ul><ul><ul><li>Ordine decrescente </li></ul></ul><ul><ul><li>Articolazione in attivo circolante (entro 12 mesi) e attivo immobilizzato(per più esercizi, legati ai ricavi) </li></ul></ul><ul><li>Fonti: </li></ul><ul><ul><li>In base al loro grado di esigibilità </li></ul></ul><ul><ul><li>Si distinguono in passività correnti </li></ul></ul><ul><ul><li>passività consolidate </li></ul></ul><ul><ul><li>patrimonio netto </li></ul></ul><ul><ul><li>Attenzione alla destinazione dell’utile </li></ul></ul>Viene effettuata secondo criteri finanziari
  6. 6. Rielaborazione del CE <ul><li>Il conto economico può assumere le seguenti configurazioni: </li></ul><ul><ul><li>Costi ricavi e rimanenze (contabile) </li></ul></ul><ul><ul><li>Valore e costi della produzione (civile) </li></ul></ul><ul><ul><li>Valore aggiunto </li></ul></ul><ul><ul><li>Ricavi e costi del venduto </li></ul></ul>
  7. 7. CE a Valore aggiunto: incremento di valore che l’azienda produce sui beni e servizi acquistati all’esterno Costi per materie e servizi Valore della produzione - Valore aggiunto Azienda Personale dipendente Terzi finanziatori Soci azionisti Stato
  8. 8. CE a costo del venduto: ai ricavi si sottrae il costo sostenuto per la produzione che è stata venduta e si ottiene il margine lordo di industriale Costo del venduto + Esistenze iniziali di magazzino + Acquisti + Costi industriali - Rimanenze finali - Costi patrimonializzati

×