Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Bilancio

1,814 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Bilancio

  1. 1. BILANCIO D’ESERCIZIO Normativa civilistica e raccordo con la contabilità
  2. 2. DefinizioneIl bilancio d’esercizio è il documento redatto al termine di ogni periodo amministrativo, con cui si rappresenta la situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda ed il risultato di esercizio11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 2
  3. 3. OBBLIGATORIETA’ Aziende individuali e Società di capitali: Società di persone: Vi sono obblighi di redazio-Documento interno come in- ne, rappresentazione e formativa del proprietario pubblicazione stabiliti dal e dei soci. codice civile.E’ conveniente redigere lo Stato Patrimoniale in forma abbreviata e il Conto Economico a valori e costi produzione.11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 3
  4. 4. Raccordo contabileValori in cassa, crediti e debiti, ratei, fondi rischi e oneri, patrimonio netto, costi e ricavi pluriennali, costi e ricavi sospesi. Bilancio d’esercizio Bilancio d’esercizio Situazione contabile finale Situazione contabile finale 1. Stato Patrimoniale 1. Stato Patrimoniale 1. Situazione Patrimoniale 1. Situazione Patrimoniale 2. Conto Economico 2. Conto Economico 2. Situazione Economica 2. Situazione Economica 3. Nota Integrativa 3. Nota Integrativa Costi e ricavi d’es. Redazione di un apposito prospetto Redazione di un apposito prospetto 11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 4
  5. 5. Caratteristiche documenti Stato Patrimoniale e Conto Economico – sono documenti contabili – art. 2424 c.c. e art. 2425 c.c. Nota integrativa – natura illustrativa – art. 2427 c.c.11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 5
  6. 6. Funzioni Funzione conoscitiva risultati avvenimenti accaduti Funzione di controllo per ottenere l’approvazione del proprio operato Funzione previsionale collegare la gestione svolta con quella ancora da svolgere11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 6
  7. 7. Utilizzatori Investitor i Banche Enti Analisti locali Soci dipendenti Fornitori Clienti fisco amministratori Uffici Associazioni statali Finanziatori11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 7 Sindacati dei lavoratori
  8. 8. Sistema informativo Di Bilancio Bilancio d’esercizio Relazioni (art. 2424, 2425, 2427 e bis) Relazione Relazione del Relazione del soggetto Rendiconto Nota sulla gestione CollegioProspetti incaricato del finanziario, Integrativa (art. 2428) Sindacale Controllo contabile ecc. ( art. 2429) ( art. 2429) Stato Patrimoniale Conto Economico
  9. 9. Normativa sul bilancio Clausola Art. 2423- Redazione del bilancio generale Principi Art. 2423 b. Art. 2423 ter. generali Principi di redazione Struttura S.P. e C.E.Principi Art. 2424 Art. 2425contabili Art. 2426 Contenuto dello S.P. Contenuto del C.E.applicati Criteri di valutazione Art. 2424 bis Art 2425 bis Disposizioni relative Iscrizione dei ricavi, a singole voci S.P. proventi, costi e oneri Art. 2427 Contenuto della nota integrativa 11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 9
  10. 10. Clausola generale Chiarezza Rappresentazione veritiera e corretta Integrazione delle informazioni Deroga motivata nella Nota integrativa11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 10
  11. 11. Principi generali di redazione Principio della prudenza e della continuità principio della realizzazione, della prudenza e della competenza principio della valutazione separata principio della costanza funzione economica degli elementi attivi e passivi.11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 11
  12. 12. Principi contabili Sono quei postulati, criteri, procedure, metodi, generalmente accettati e applicati come corretti, che stabiliscono le modalità di contabilizzazione delle operazioni e i criteri di valutazione e di esposizione dei valori di bilancio. Hanno ispirato il legislatore e sono strumenti di integrazione e interpretazione.11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 12
  13. 13. Criteri di valutazioneIl codice individua nel costo il criterio fondamentale divalorizzazione. Imm. Immateriali (costi d’impianto, ecc) Se hanno utilità per il futuro Avviamento C. acquisto se a titolo oneroso Immobilizzazioni materiali C. acquisto o produzione Partecipazioni C. acquisto o patrimonio netto C. acquisto o produzione o valore di di Rimanenze e titoli non costituenti imm. realizzo desumibile dal mercato Disaggio su presti In base all’ammortamento Crediti Presunto valore di realizzo Acconti In relazione alla tipologia bene se tra immob. o attivo circolante Lavori in corso e su ordinazione Prezzo di vendita maturato Beni costantemente rinnovati Valore costante11/13/12 prof.ssa Dal Farra Edi 13

×