Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Meeting EAN<br />Planetario di S. Giovanni in Persiceto<br />9 luglio 2011<br />I progetti in essere <br />e i loro possib...
I progetti <br />Borgo di Urania <br />Caccia alla Cometa <br />EAN Extrasolar Project<br />Progetto Goretti <br />ASTRONO...
Borgo di Urania <br />Elaborato nel 2007  è un progetto innovativo che propone un modo diverso di fare astronomia a livell...
Borgo di Urania <br />Parallelamente si svolgeranno attività divulgative, sotto forma di conferenze, meeting, convegni e c...
Borgo di Urania <br />Le strutture che ospitano gli strumenti devono essere prevalentemente in legno con tetti scorrevoli ...
Borgo di Urania <br />Le strutture che ospitano gli strumenti devono essere prevalentemente in legno con tetti scorrevoli ...
Borgo di Urania <br />Osservatorio di Montecavallo<br />7 postazioni osservative in parte robotizzate:<br />2 SC C-11<br /...
Caccia alla cometa <br />Il progetto è nato per l’Anno Mondiale  dell’Astronomia 2009, Anno Galileiano.<br />Tra le molte ...
Caccia alla cometa <br />Anche in un'epoca ad alta tecnologia come la nostra, non manca lo spazio per scoperte astronomich...
Caccia alla cometa <br /> Si sta cercando uno sponsor per dotare questo progetto di un adeguato premio da conferire allo s...
Caccia alla cometa <br />Nel 2010 si è studiato un ampliamento del progetto che coinvolgeva studenti tra gli 11 e i 18 ann...
Fornire le basi per una corretta metodologia di osservazione del cielo, sia ad occhio nudo, sia con strumenti ottici (dai ...
Scopo ultimo, è di infondere nei più giovani la passione per la “caccia” di alcuni oggetti celesti peculiari, in particola...
Istituire il premio “Mauro Vittorio Zanotta” che sarà conferito a chi scoprirà, con mezzi amatoriali, una cometa.
 Istituire tre categorie del premio “Sotto il cielo d’Italia!” che sarà conferito alle classi ed alle loro strutture astro...
 Osservazioni guidate del cielo, ad occhio nudo, con binocolo e telescopio, delle comete visibili in cielo durante il peri...
A tutti coloro che ne faranno richiesta (classi, singoli, appassionati, ecc.), saranno impartiti gli insegnamenti specific...
Le attività delle classi si svolgeranno nei Centri di aggregazione. Tra i relatori e i docenti del progetto, sarà possibil...
Progetto Goretti <br />Alcuni anni fa, il prof. Vittorio Goretti, astrofilo ed astrometrista di grande valore, ha eseguito...
Progetto Goretti <br />Per rispondere a queste domande, tramite EAN, Goretti ha chiesto aiuto alla comunità astronomica (d...
ASTRONOMIA NOVA<br />La webzine di EAN<br />2200 visite dal lancio<br />
ASTRONOMIA NOVA<br />Il primo numero maggio 2011 (350 download):<br /><ul><li> Editoriale
 Fabrizio CIABATTARI, Il progetto di ricerca di Supernovae all’Osservatorio Astronomico di Monte Agliale
Francesco ONGARO, Quarto centenario dell’ottica di Keplero. Nel 1611 l’Astronomo Imperiale pubblicò la sua rivoluzionaria ...
Carlo MARAZZINI, La prima volta di “Astrofilo”. Storia di una parola ipercolta che ora ci è familiare
Giancarlo BATTISTI, 18 febbraio: cronaca di un evento solare eccezionale
Cristian FATTINNANZI, Saturno in alta risoluzione
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Angeletti progetti in essere e i loro possibili sviluppi futuri

1,102 views

Published on

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Angeletti progetti in essere e i loro possibili sviluppi futuri

  1. 1. Meeting EAN<br />Planetario di S. Giovanni in Persiceto<br />9 luglio 2011<br />I progetti in essere <br />e i loro possibili sviluppi futuri<br />A. Angeletti<br />
  2. 2. I progetti <br />Borgo di Urania <br />Caccia alla Cometa <br />EAN Extrasolar Project<br />Progetto Goretti <br />ASTRONOMIA NOVA<br />L'esperto risponde<br />Canale Youtube<br />
  3. 3. Borgo di Urania <br />Elaborato nel 2007 è un progetto innovativo che propone un modo diverso di fare astronomia a livello divulgativo-didattico e di ricerca scientifica, tenendo conto anche di positivi risvolti di promozione turistica per la località che farà suo questo progetto.<br />Una considerazione fondamentale che ci spinse a promuovere il progetto “BORGO DI URANIA” è che sul territorio nazionale ormai si fa pochissima ricerca scientifica nonostante la presenza di una massa consistente di telescopi piccoli/medi <br />L’idea era quella di costruire un centro con una cinquantina di strumenti in prestito d’uso e con pilotaggio remoto (da 15 a 40 cm), CCD e digitali reflex.<br />Con una tale struttura sarebbe possibile lanciare una serie di programmi di ricerca di ampio respiro, supportati da un sistema altamente automatizzato di acquisizione ed analisi delle immagini quali; caccia alle comete, ricerca di pianeti extrasolari, novae, supernovae, variabili, GRB, mappature del cielo a diverse lunghezze d’onda, ecc.<br />
  4. 4. Borgo di Urania <br />Parallelamente si svolgeranno attività divulgative, sotto forma di conferenze, meeting, convegni e corsi residenziali di astronomia a diversi livelli.<br />Uno degli aspetti fondamentali riguarda lo sviluppo del turismo "culturale": in questo ambito il "BORGO" dovrebbe divenirne uno dei punti focali.<br />Il BORGO dovrebbe essere in grado di autosostenersi economicamente, attraverso i servizi e le prestazioni fornite e i contributi.<br />Il BORGO DI URANIA dovrebbe sorgere in una località italiana facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto pubblico. <br />Tra i 500 m e 1500 m sul livello del mare con un centro abitato a qualche chilometro.<br />L'area dove far sorgere il BORGO dovrà essere costituita da un luogo pianeggiante, con orizzonte libero da 10° in su, ampia circa 2 ettari, con facile accesso ad acqua, luce e linea telefonica (ADSL) e possibilmente con strutture abitate stabilmente nel raggio di qualche centinaio di metri.<br />
  5. 5. Borgo di Urania <br />Le strutture che ospitano gli strumenti devono essere prevalentemente in legno con tetti scorrevoli che appoggiano su piattaforme in cemento armato. <br />Il tutto si deve facilmente integrare nell'ambiente. <br />Gli strumenti lavoreranno in batteria per ampie survey del cielo, il più possibile automatizzate. <br />Per fare esempi concreti:<br />una decina di teleobiettivi da 200 mm di focali, montati su teste equatoriali gestibili in remoto, per la caccia automatica a comete, novae, variabili. <br />3-4 SC per la ricerca di pianeti extrasolari in transito. <br />3-4 SC da 25-35 cm per la caccia alle supernovae. <br />Alcuni newton da 30-40 cm per l'osservazione planetaria in alta risoluzione. <br />4-5 telescopi (di buona qualità) per l'osservazione visuale.Il progetto prevede, nel corso del tempo, la creazione di un parco didattico, costituito da un percorso dotato di piazzole con strumenti e modelli del sistema planetario, della galassia, ecc. e un piccolo planetario.<br />
  6. 6. Borgo di Urania <br />Le strutture che ospitano gli strumenti devono essere prevalentemente in legno con tetti scorrevoli che appoggiano su piattaforme in cemento armato. <br />Il tutto si deve facilmente integrare nell'ambiente. <br />Gli strumenti lavoreranno in batteria per ampie survey del cielo, il più possibile automatizzate. <br />Per fare esempi concreti:<br />una decina di teleobiettivi da 200 mm di focali, montati su teste equatoriali gestibili in remoto, per la caccia automatica a comete, novae, variabili. <br />3-4 SC per la ricerca di pianeti extrasolari in transito. <br />3-4 SC da 25-35 cm per la caccia alle supernovae. <br />Alcuni newton da 30-40 cm per l'osservazione planetaria in alta risoluzione. <br />4-5 telescopi (di buona qualità) per l'osservazione visuale.Il progetto prevede, nel corso del tempo, la creazione di un parco didattico, costituito da un percorso dotato di piazzole con strumenti e modelli del sistema planetario, della galassia, ecc. e un piccolo planetario.<br />
  7. 7. Borgo di Urania <br />Osservatorio di Montecavallo<br />7 postazioni osservative in parte robotizzate:<br />2 SC C-11<br />2 SC C-9 ¼<br />1 Newton 250 mm<br />1 Dobson 400 mm<br />1 Rifrattore APO120 mm<br />
  8. 8. Caccia alla cometa <br />Il progetto è nato per l’Anno Mondiale dell’Astronomia 2009, Anno Galileiano.<br />Tra le molte iniziative si propose la "caccia" alla cometa di Galileo. <br />Per caccia si intende la ricerca intenzionale e programmata, attraverso la consueta pratica della ricerca non professionale.<br />
  9. 9. Caccia alla cometa <br />Anche in un'epoca ad alta tecnologia come la nostra, non manca lo spazio per scoperte astronomiche individuali effettuate con mezzi anche <br />modesti, frutto della pura osservazione del cielo e della pazienza e perseveranza che, nel passato, premiava, spesso i grandi astronomi e i "dilettanti" in quasi egual misura. <br />Potrebbe bastare un binocolo o un modesto telescopio.<br />Ovviamente, la caccia è aperta anche a tutti gli amatori dotati di strumentazione evoluta, camere CCD o digicam e telescopi di dimensioni ragguardevoli. <br />Il progetto rimane aperto anche passato l’anno dell’Astronomia<br />
  10. 10. Caccia alla cometa <br /> Si sta cercando uno sponsor per dotare questo progetto di un adeguato premio da conferire allo scopritore/i della cometa per rientrare in una delle grandi tradizioni dell’astronomia del passato.<br />Per oltre due secoli infatti la scoperta di nuove comete ha prodotto riconoscimenti tangibili a favore degli scopritori. <br />Ricordiamo il premio di 600 franchi istituito nel 1799 da de Lalande (1732-1807), per conto del Bureau desLongitudes, per lo scopritore della prima cometa del nuovo secolo, premio riscosso da Jean-LouisPons .<br />Quello istituito dal re di Danimarca Federico VI, tra il 1831 ed il 1847, che conferiva agli scopritori delle preziose medaglie d’oro e la stessa cosa, fino al 1900, veniva fatta <br />dall’Accademia delle Scienze di Vienna. <br />Dal 1880 l’industriale americano H.H. Warner offrì una somma cospicua, 200 dollari, a qualunque americano scoprisse una cometa.<br />Nel 1998 l’International AstronomicalUnion ha istituito un premio di 20 000 $ annui intitolato a Edgar Wilson Award (che ha creato un lascito perenne a tale scopo) a favore di quegli amatori che hanno scoperto comete. <br />
  11. 11. Caccia alla cometa <br />Nel 2010 si è studiato un ampliamento del progetto che coinvolgeva studenti tra gli 11 e i 18 anni e strutture astronomiche pubbliche e private. Il progetto è attualmente sospeso.<br />Gli obiettivi: <br /><ul><li>Avvicinare i giovani alla natura e al cielo stellato, attraverso l’osservazione diretta, anche ad occhio nudo, della volta celeste attraverso conoscenze di astronomia di base.
  12. 12. Fornire le basi per una corretta metodologia di osservazione del cielo, sia ad occhio nudo, sia con strumenti ottici (dai binocoli ai telescopi). Le informazioni di supporto al progetto saranno contenute in apposite pubblicazioni e video-lezioni. Tutto il materiale prodotto sarà disponibile sul web.
  13. 13. Scopo ultimo, è di infondere nei più giovani la passione per la “caccia” di alcuni oggetti celesti peculiari, in particolare, comete e stelle “nuove”. I promotori di questo progetto proporranno l’osservazione guidata del cielo per alcuni mesi.
  14. 14. Istituire il premio “Mauro Vittorio Zanotta” che sarà conferito a chi scoprirà, con mezzi amatoriali, una cometa.
  15. 15. Istituire tre categorie del premio “Sotto il cielo d’Italia!” che sarà conferito alle classi ed alle loro strutture astronomiche di riferimento che avranno prodotto i migliori elaborati riguardanti il progetto.</li></li></ul><li>Caccia alla cometa <br />La conduzione del progetto e i “Centri di aggregazione”<br />Le strutture astronomiche che collaboreranno costituiranno i centri di aggregazionedel progetto dove si svolgeranno le seguenti attività:<br /> <br /><ul><li> Lezioni teoriche (illustrazione delle costellazioni, metodologie di osservazione visuale, stime di magnitudine, strumenti ottici, su tre livelli: elementare, media, superiore.
  16. 16. Osservazioni guidate del cielo, ad occhio nudo, con binocolo e telescopio, delle comete visibili in cielo durante il periodo di svolgimento del progetto. Gli insegnamenti saranno impartiti sui tre livelli.
  17. 17. A tutti coloro che ne faranno richiesta (classi, singoli, appassionati, ecc.), saranno impartiti gli insegnamenti specifici, sia teorici sia pratici, necessari per intraprendere le  attività di ricerca e di esplorazione del cielo a caccia di nuove comete.
  18. 18. Le attività delle classi si svolgeranno nei Centri di aggregazione. Tra i relatori e i docenti del progetto, sarà possibile annoverare astronomi, ma anche astrofili evoluti, tra i più noti del panorama astronomico nazionale.</li></li></ul><li>EAN Extrasolar Project<br />E’ uno dei primi progetti portati avanti da EAN ereditato dal PlanetaryResearch Team.<br />L’obiettivo principale è quello di portare al grande pubblico eventi astronomici anche complessi, ma di sicuro fascino, quali appunto il transito di un pianeta extrasolare davanti alla propria stella<br />Curva di luce del transito di TrES-3b del 16 giugno 2011 ripreso dall’Osservatorio P. Francesco de Vico di Serrapetrona (MC).<br />RP = 1,30 RJ (1,305)<br />i = 82,6° (82,15°)<br />
  19. 19. Progetto Goretti <br />Alcuni anni fa, il prof. Vittorio Goretti, astrofilo ed astrometrista di grande valore, ha eseguito una verifica su di un campione stellare del catalogo Hipparcos<br />per determinare il rapporto fra le “Giganti” e le “Nane” rosse in esso contenute che in base alle più recenti statistiche stellari dovrebbe essere 1/150 circa. <br />Da questo lavoro è emerso qualcosa di inatteso, tanto da sollevare dubbi sulla correttezza dei dati di parallasse contenuti nel catalogo. <br />Goretti decise di eseguire un’indagine sistematica su di un campione di stelle prese da Hipparcos. Selezionò una zona della volta celeste abbastanza ampia, che comprende circa 2400 stelle, compresa fra 0h e 01h di Ascensione Retta e fra 0° e + 90° in Declinazione. <br />Il risultato fu il detto rapporto sembra completamente sbagliato.<br />E’ sorta allora una domanda: le Nane rosse dove sono finite?<br />Come mai il rapporto “naturale” tra Nane rosse e Giganti nel catalogo Hipparcos è completamente stravolto? <br />Possibile che in una zona di cielo pari ad 1/48° della volta celeste, vi siano oltre trecento stelle rosse “Giganti” ma nessuna “Nana” rossa? <br />Che cosa è successo? <br />
  20. 20. Progetto Goretti <br />Per rispondere a queste domande, tramite EAN, Goretti ha chiesto aiuto alla comunità astronomica (degli astrofili e non), per determinare la parallasse e quindi la distanza di un campione significativo di stelle.<br />Bisogna aiutare Goretti a raccogliere dati e immagini.Le stelle da misurare sono in genere tra la 10 e la 12 magnitudine per cui non servono grandi telescopi, ma con focali abbastanza lunghe, anche superiori ai due metri.<br />E’ necessario effettuare brevi esposizioni in luce bianca (in genere bastano poche decine di secondi).<br />Per questo genere di riprese sono indicate sia camere CCD sia CMOS (Canon EOS, Nikon, ecc.). <br />Di particolare interesse sono le stelle con pianeti in transito.<br />
  21. 21. ASTRONOMIA NOVA<br />La webzine di EAN<br />2200 visite dal lancio<br />
  22. 22. ASTRONOMIA NOVA<br />Il primo numero maggio 2011 (350 download):<br /><ul><li> Editoriale
  23. 23. Fabrizio CIABATTARI, Il progetto di ricerca di Supernovae all’Osservatorio Astronomico di Monte Agliale
  24. 24. Francesco ONGARO, Quarto centenario dell’ottica di Keplero. Nel 1611 l’Astronomo Imperiale pubblicò la sua rivoluzionaria Dioptrice
  25. 25. Carlo MARAZZINI, La prima volta di “Astrofilo”. Storia di una parola ipercolta che ora ci è familiare
  26. 26. Giancarlo BATTISTI, 18 febbraio: cronaca di un evento solare eccezionale
  27. 27. Cristian FATTINNANZI, Saturno in alta risoluzione
  28. 28. VIDEO: Il dobsoniano RP ASTRO NGC 16” commentato da Salvatore Albano
  29. 29. 4° Convegno EAN a Concordia sulla Secchia (MO), 27-28-29 maggio 2011
  30. 30. Supplemento: Mauro DOLCI, Astrosismologia di Giove</li></li></ul><li>ASTRONOMIA NOVA<br />Il secondo numero giugno 2011 (81 download):<br /><ul><li> Editoriale
  31. 31. Fabio FALCHI, La protezione del cielo notturno in Italia
  32. 32. Alberto VILLA, Esperienze di spettrografia amatoriale: l’utilizzo del Star Analyser
  33. 33. Cristian FATTINNANZI, La ripresa delle immagini di Giove nelle ultime opposizioni </li></li></ul><li>ASTRONOMIA NOVA<br />Il terzo numero luglio 2011 (78 download):<br /><ul><li> Editoriale
  34. 34. Vitttorio LOVATO, Spettroscopia astronomica amatoriale fai da te
  35. 35. Daniele GASPARRI, Come ottenere i principali parametri planetari dall’osservazione di un transito extrasolare
  36. 36. Rodolfo CALANCA, Nel quarto centenario della nascita di Johannes Hevelius
  37. 37. Galleria fotografica del 4° Convegno EAN di Concordia sulla Secchia, 27-28-29 maggio 2011
  38. 38. Foto dell’eclisse di Luna del 15 giugno 2011</li></li></ul><li>L’esperto risponde<br />Martedi 12 luglio dalle ore 21:30 alle 22:15<br />Alberto Villa - Spettroscopia amatoriale<br />
  39. 39. Canale YouTube<br />Il canale YouTube è attivo dal 16 ottobre 2009<br />Ad oggi ci sono 157 video <br />10.01.11<br />275<br />20.05.11 – 247<br />23.05.11 – 250 <br />02.06.11 – 204 <br />16.09.10<br />219<br />
  40. 40. Canale YouTube<br />Visualizzazioni trimestrali dal 16 ottobre 2009<br />
  41. 41. Canale YouTube<br />
  42. 42. Canale YouTube<br />?<br />
  43. 43. Canale YouTube<br />
  44. 44. I progetti <br />Borgo di Urania <br />blog.libero.it/UraniaGV/9221371.html?ssonc=1618749992,<br />  win.eanweb.com/progetto_borgo_di_urania.htm<br />Progetto Caccia alla Cometa <br />win.eanweb.com/progetto_caccia_alla_cometa.htmEAN Extrasolar Project <br />win.eanweb.com/progetto_extrasolari_digicam.htm<br />Progetto Goretti<br />www.eanweb.com/?s=progetto+Goretti<br />ASTRONOMIA NOVA<br />www.eanweb.com/rivista-astronomia/, <br />www.eanweb.com/rivista-astronomia/presentazione-della-rivista/<br />L'esperto risponde www.eanweb.com/tag/esperto-risponde<br />Canale Youtube www.youtube.com <br />
  45. 45. GRAZIE PER L’ATTENZIONE<br />

×