Guida a Città Sostenibile 2011

1,474 views

Published on

Città Sostenibile è una proposta qualificante di ECOMONDO, luogo privilegiato di incontro tra realtà imprenditoriali e Pubbliche Amministrazioni.

L’edizione 2011, curata da eAmbiente Srl come Coordinamento Scientifico e la collaborazione del Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane, presenta esperienze innovative in un’area che si pone l´obiettivo di mettere in luce una selezione di progetti nazionali e internazionali sulle migliori esperienze di “città integrate” e “intelligenti”.

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,474
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
23
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Guida a Città Sostenibile 2011

  1. 1. le città in lotta contro il climate change Città Sostenibile è un progetto di: 9-12 Novembre 2011 / Rimini Fiera In collaborazione con: In contemporanea con: Con il patrocinio di: 15a Fiera Internazionale del Recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile
  2. 2. Progetto Patrocinato da:Main SponsorSponsor TecnicoMedia Partner:
  3. 3. Ecomondo: la manifestazione La Mostra si pone l’obiettivo di mettere in luce una selezione di progetti nazionali e internazionali sulle migliori esperienze di “città integrate” che hanno applicato piani concreti di azione per migliorare i parametri di Abitare – Spazi Verdi – Siti Industriali Dimessi – Qualità dell’acqua e sua distribuzione – Efficienza e integrazione nei trasporti , Smart grid - efficienza energetica, gestione integrata dei rifiuti, Qualità dell’aria , Cambiamenti Climatici.This has become the hub of the Ecomondo event, L’obiettivo di questa mostra è di proporre inan essential meeting place for local authorities, modo originale le visioni più rappresentative sullatechnical professionals, architects and business; ricerca della qualità urbanistico-costruttiva nellethe idea is to showcase a number of national città valorizzando oltre ai progetti, le tecnologie, iand international best practice case studies materiali che hanno permesso tali risultati.on “integrated cities” that have successfullyimplemented effective action plans to improve Un’area workshop posizionata al centro delthe following aspects: Living - Parkland - percorso espositivo dove oltre 600 piccoli e grandiDecommissioned Industrial Sites - Quality of comuni italiani potranno confrontarsi sui migliori ewater and the water supply - Efficiency and più efficiaci modelli e strumenti finanziari per trovareintegration of transport services - Smart soluzioni mirate alle proprie esigenze.Grid - Energy Efficiency - Integrated WasteManagement – Air quality - Climate Change.The objective of this exhibition is to use originalmeans to illustrate the most representative visionsof the search for quality in town planning andbuilding in cities, turning the spotlight not only onthe technologies but also on the materials whichhave contributed to the success of each model.A workshop area at the heart of the exhibitionspace where more than 600 Italian towns, largeand small, will be able to learn about and discussthe best and most efficient financial models andtools to help them find specific solutions to theirspecific needs.
  4. 4. “ Città Sostenibile: la visionAlessandra Astolfi – Rimini Fiera SpA ““Città Sostenibile è un progetto di Rimini Fiera e di Ecomondo evuole essere un punto di incontro per i Comuni e gli enti locali chehanno scelto di offrire ai loro cittadini luoghi urbani di qualità.La sfida per tutti è quella di costruire città intelligenti, capaci di utiliz-zare le nuove tecnologie per aumentare il benessere, la vivibilità deiluoghi coniugando al megio il fascino della storia e della tradizionecon la tutela del territorio e il risparmio delle risorse naturali.La parola d’ordine è confrontarsi, partecipare, agire.Città sostenibile vuole essere una piattaforma di dialogo e di azionedove il ruolo degli Enti locali e le Politiche Green diventano protago-niste. Grazie ai partner istituzionali Ministero dell’Ambiente e dellaTutela del Territorio e del Mare, coordinamento Agende 21 ANCI, Gabriella Chiellino – eAmbiente Srl Coordinatrice scientifica della manifestazione “È ormai da 3 anni che coordino con passione questa mostra che mi permette di analizzare progetti provenienti da tutto il mondo e dalle nostre città italiane, ma soprattutto di incontrare amministra- tori e dirigenti con idee di rispetto dell’ambiente, di miglioramento della qualità di vita in un’ottica di risparmio di risorse naturali. Efficienza e risparmio sono i motori che trainano le scelte impren- ditoriali e amministrative che sempre meno godono del “carburan- te economico” utile ad investire per l’ambiente. ENERGY SAVING e CITTÀ INTELLIGENTI rappresentano infatti la filosofia che ha ispirato la mostra di Città Sostenibile 2011, intesiLegambiente e contributo scientifico e organizzativo di eAmbiente, ai ” ”contributi delle imprese, Città Sostenibile continua a rappresentare soprattutto come ottimizzazione dell’esistente, e sono da conside-un modello di riferimento per chi vuole impegnarsi in un futuro di rare come le chiavi di svolta per rendere bancabili i nostri sogni in “innovazione e risparmio di risorse naturali”. un vivere qualitativamente migliore. Desidero ringraziare la Fiera di Rimini e tutto il mio Team che mi ha permesso anche quest’anno lo sviluppo e la crescita di questo progetto”. Emanuele Burgin – Coordinamento Agende 21 Locali Italiane “Il Coordinamento Agende 21 Locali Italiane, associazione nazio- nale di oltre 500 tra enti locali e territoriali, crede fortemente che nell’attuale situazione di crisi economica il tema del cambia- mento climatico sia una straordinaria opportunità di sviluppo e innovazione. Nelle città italiane viene prodotto il 75% delle emissioni climalteranti, ed oltre il 20% dei consumi energetici dipende direttamente dalle scelte fatte degli enti locali: è davvero cruciale quel che si fa nelle città, nelle province e nei territori. Città Sostenibile presso Ecomondo 2011 è il luogo che il Coordi- namento ha contribuito a realizzare per facilitare l’incontro degli enti locali, delle imprese, dei cittadini e delle associazioni: perchè insieme possiamo costruire il cambiamento verso un’economia e una società più responsabili”.
  5. 5. “Stefania Prestigiacomo - Ministro dell’Ambiente e dellatutela del territorio e del mare“Oggi l’impegno per la tutela dell’ecosistema è una sfida per gliadulti ma anche per i più giovani. Spesso gli effetti dei comporta-menti scarsamente sostenibili non sono immediatamente visibiliperché lontani da noi, nel tempo e nello spazio. Pertanto, è fonda-mentale riuscire a percepire, grazie all’aiuto di insegnanti ed esperti,gli effetti del nostro vivere e del nostro consumare sull’ambiente checi circonda.Sviluppare una consapevolezza ambientale significa comprendere illegame esistente fra i gesti di ciascuno e i loro effetti sull’ecosistemain termini di rischi per la salute ed il benessere nostri e del Pianeta. comune di conoscenze: vero motore del cambiamento culturale orientato ad uno sviluppo realmente sostenibile. È un percorso fon- dato su un progetto condiviso che si realizza anche grazie a iniziative di sensibilizzazione ed educazione ambientale portate avanti con sempre maggiore impegno e convinzione dalle scuole, dalle istitu- zioni e dal mondo ricchissimo delle associazioni impegnate sui temi della salvaguardia della natura. Per generare il cambiamento è giusto percorrere anche strade forse meno ‘’istituzionali’’ ma straordinariamente forti. Pensiamo all’im- portanza di condurre i giovani a praticare l’arte del riciclo ma anche l’arte da riciclo: un’opera d’arte costruita con materiali riciclati rap- presenta il simbolo di come, creativamente, sia possibile cambiare l’approccio stesso alla realtà che ci circonda, in una prospettiva inEducare i giovani e i giovanissimi ad agire, mangiare, muoversi, cui la libertà e la bellezza del gesto artistico trasferiscono libertàconsumare, divertirsi in modo “sostenibile” vuol dire far crescere i e bellezza a ciò che proviene da un atto di rispetto e cura, e cioèvalori del rispetto e della tutela dell’ambiente nelle coscienze dei quello di conferire nuovo valore e nuova vita a qualcosa che, altri-futuri cittadini. menti, sarebbe un peso inerte per l’ambiente.È quindi importante proporre occasioni di condivisione di esperienze Eventi come Ecomondo offrono l’opportunità di sperimentare ee di competenze. Imparare insieme significa imparare con maggior osservare l’impegno concreto a favore della sostenibilità. Mi auguro ”entusiasmo, ed imparare facendo, creando, giocando, osservando. che tali momenti contribuiscano ad insegnare alle nuove generazioniIn tal modo si riesce ad accelerare la costituzione di quel patrimonio ad ascoltare e capire la “voce” dell’ambiente”.
  6. 6. “ Città Sostenibile: la vision “Ulli Sima – Vienna City Counselor for EnvironmentalAffairs“Sustainable Waste Management in Vienna Paul Bevan – Secretary General EUROCITIESThe City of Vienna is honored to get the possibility to present“Sustainable Waste Management in Vienna” in Città Sostenibile- “Europe is calling for a smart, sustainable, inclusive growth butSustainable City in Italy. the EU cannot achieve its climate goals without action at theThanks to sufficient capacities of thermal treatment plants, there local level.is no landfilling of untreated waste. Over 200.000 bins for sepa- On the one hand cities account for 80% of energy use and 69%rate collection guarantee high recycling rates. Residual waste and of Europe CO2 emissions. On the other hand, well-managedbulky waste go to our waste to energy plants with a high level of urban concentration provides potential to increase the energyenergy recovery (over 75%). efficiency of heating and cooling.Thanks to this system and to our measures for waste prevention EUROCITIES, the network of major European cities bringing toge-and to our overall communication strategy, Vienna could win ther local governments from 140 large cities in over 30 countries,the international award “world city closest to sustainable waste is therefore considering climate and energy efficiency a priority“ ”management”. This award was granted by the Columbia University in its work.in New York and it shows, that Vienna is on the right track”. EUROCITIES supports its members and the EU in achieving their energy efficiency goals, fostering exchange of best practices, providing input to EU energy efficiency policy and supporting the development of European projects with and for its members. The network plays a key role in a number of relevant European initiatives, such as the Covenant of Mayors, CASCADE, NiCE, theMichele Vianello – Direttore Generale di VEGA Sustainable Energy Europe Campaign, EPOMM-PLUS and CIVITAS.Parco Scientifico Tecnologico di Venezia The EUROCITIES Declaration on Climate Change outlines our cities’ commitment to reduce emissions, including through energyIl tema delle Città Intelligenti è troppo importante per il nostro efficiency. Moreover, driven by members’ ambition EUROCITIES ”futuro, per il futuro dell’umanità, per essere banalizzato. La sfida steers the Green Digital Charter, which creates a framework fordella sostenibilità ambientale si giocherà, prima di tutto, nelle cities to use ICT as a main driver to improve energy efficiency”.aree urbane che saranno, nei prossimi anni, lo scenario dellemaggiori trasformazioni economiche e sociali.Troppi oggi abusano ormai del concetto di Città Intelligente,legandolo ai loro prodotti.È necessario recuperare la dimensione umana. La dimensionedell’uomo che vive le città, le metropoli. Il mio obiettivo è quellodi recuperare l’uomo che ha a disposizione inediti e potentissimistrumenti che la tecnologia gli mette a disposizione, quali adesempio: piattaforme di cloud computing, Internet degli oggetti,utilizzo e restituzione alla comunità urbana dei “big data”, appli-cativi per piattaforme di social network, reti, community, dialoghi”.
  7. 7. exhibitors Capire, progettare e gestire l’ambiente ®® Comune di Este
  8. 8. EAMBIENTE S.R.L. EXHIBITOR eAmbiente S.r.l. TITLE OF PROJECT Power2Energy, risparmio energetico PAES: Progetto 202020 della Provincia di Venezia Mobilità sostenibile Ente Parco Delta del Po Power2Energy, risparmio energetico. eAmbiente S.r.l. ha svi- zione di gas serra climalteranti. Il 2011 è l’anno in cui la Com- luppato, in partnership con il gruppo N2S, il sistema di monito- missione Europea ha adottato il Libro Bianco dei Trasporti che raggio e gestione dei consumi energetici “Power2Energy”. evidenzia le strategie a lungo termine (2050) per lo sviluppo di Il sistema si basa su una tecnologia proprietaria, in grado di una mobilità sostenibile. acquisire, trasmettere, elaborare, monitorare e comunicare in Il punto di forza di eAmbiente S.r.l. è la consapevolezza che tempo reale i dati di consumo energetico all’interno degli edi- l’ottimizzazione del settore trasporti urbani sia possibile attra- fici. “Power2Energy” prevede l’installazione di sensori “smart verso la progettazione sostenibile del sistema oltre che attra- meters” che acquisiscono i dati di consumo; le informazio- verso una ristrutturazione comportamentale nell’uso dei mezzi ni vengono inviate in modalità wireless e IP alla piattaforma di trasporto. La chiave di lettura è quindi l’intermodalità so- Power2Energy di elaborazione, la quale analizza i pattern di stenibile, da realizzarsi attraverso l’aumento di sistemi integrati consumo dell’edificio. L’utente è quindi in grado di conoscere di bike e car sharing e lo sviluppo di tessere multifunzioni che in modo puntuale e tempestivo lo stato di assorbimento ener- permettano l’accesso a tutti i sistemi di trasporto, tradizionali getico dell’immobile, e definire le opportune azioni di migliora- ed innovativi. mento dell’efficienza sia dal punto di vista gestionale (modifica eAmbiente S.r.l. ha approfondito il progetto e3City che si pone delle modalità di utilizzo dei sistemi energetici) sia dal punto l’obiettivo di sviluppare una mobilità sostenibile incentrata di vista impiantistico (con sostituzione delle componenti meno sull’uso di biciclette con sistema che fornisce la posizione GPS “virtuose”). e misura alcuni parametri ambientali: inquinanti atmosferici, Il sistema power2energy è adatto all’installazione presso im- rumore ecc., consentendo di creare un data base che permetta mobili di medie e grandi dimensioni, quali alberghi, edifici pub- di misurare oggettivamente il miglioramento di qualità ambien- blici, ospedali e cliniche, dove ha mostrato di poter aiutare i tale ottenuto adottando schemi di mobilità alternativi. gestori a conseguire risparmi di oltre il 15%. 8 Mobilità sostenibile. Il settore dei trasporti è tra i settori più energivori e di maggior impatto per quanto concerne la produ- >>>
  9. 9. Inoltre, eAmbiente S.r.l. ha sviluppato un progetto di mobili- EAMBIENTE S.R.L. Ecoindicatorità sostenibile per l’Ente Parco Delta del Po che è consistitonell’ideare e contestualizzazione due postazioni di bike sharingalternativo all’interno del territorio di sua competenza. La con-notazione turistica di tale servizio rende esclusivo ed ambiziosotale progetto.PAES: Progetto 202020 della Provincia di Venezia. I Comuniche aderiscono volontariamente al Protocollo Europeo del Pat-to dei Sindaci si impegnano entro 1 anno a redigere il Pianod’Azione per l’Energia Sostenibile e ridurre di almeno il 20% leemissioni climalteranti generate dalle attività svolte nel territo-rio comunale. eAmbiente ha sviluppato un approccio operativointegrato per affrontare tutte le fasi di questo percorso: raccoltadei dati sui consumi energetici, redazione del database delleemissioni comunali ed elaborazione degli scenari di attuazionedel PAES, operando l’integrazione con gli strumenti pianificatorigià esistenti (es.VAS) utilizzando l’applicativo EcoGIS in pat-nership con R3GIS. Risparmio energeticoIndividuate le proposte d’azione, queste diventano progetti ese-cutivi ed interventi concreti nei settori dell’illuminazione pub-blica, della gestione energetica degli edifici e dello sviluppo disistemi di mobilità sostenibili (bike e car-sharing, ecc.).Attualmente eAmbiente supporta la Provincia di Venezia nelsuo ruolo di Struttura di Coordinamento per il Patto dei Sin-daci dei propri 44 comuni attraverso: a) sensibilizzazione eformazione, b) preparazione linee guida provinciali e avvio dicasi pilota in alcuni comuni c) sostegno nella presentazione diprogetti nell’ambito di canali di finanziamento europei e mini- Mobilità sostenibilesteriali d) Predisposizione di intervento pilota di energy saving info@eambiente.itpresso edificio provinciale. www.eambiente.it 9 >>>
  10. 10. APS HOLDING SPA – COMUNE DI PADOVA - SETTORE MOBILITÀ E TRAFFICO EXHIBITOR APS Holding Spa – Comune di Padova - Settore Mobilità e Traffico TITLE OF PROJECT Car Sharing - Energia dal sole per il tram di Padova BMP - Bici Masterplan di Padova 2010 - 2015 Car Sharing - APS Holding S.p.A. dal 19 settembre offre un di proprietà, meno congestione, meno inquinamento” nuovo servizio pubblico alla città denominato “Car Sharing”, Energia dal sole per il tram di Padova - Il più grande impianto servizio avviato grazie al contributo del Ministero dell’Am- fotovoltaico d’Italia realizzato su una discarica per rifiuti urba- biente e della Tutela del Territorio e del Mare. ni, 20mila mq di pannelli solari, estesi su 2 ettari di terreno, Il servizio si configura come un completamento del traspor- che producono 1 Megawatt di energia pulita destinata all’ali- to pubblico e del trasporto collettivo cittadino e si rivolge a mentazione del Tram di Padova. tutti coloro che condividono la responsabilità di migliorare la L’impianto, realizzato su due lotti esauriti della discarica qualità ambientale ed urbana della propria città. Il Comune di Roncajette, di proprietà dell’Ente di Bacino Padova 2, è di Padova ha promosso questa nuova iniziativa di “mobilità composto da 4500 pannelli fotovoltaici, fissati su speciali intelligente” con l’obiettivo di ridurre il numero di auto circo- supporti di materiale plastico riciclato. Il sistema evita l’im- lanti a favore di una mobilità collettiva e condivisa, in modo missione in atmosfera di 530 t/anno di anidride carbonica, da contribuire a migliorare la qualità della vita in città. comportando un risparmio di circa 270 TEP (Tonnellate Equi- L’auto condivisa è un modello di mobilità che le grandi ca- valenti di Petrolio). pitali straniere mettono a disposizione da almeno 15 anni e La realizzazione si inquadra nell’ambito delle iniziative di si sta sviluppando in tutto il mondo con un trend costante di riqualificazione dell’area, sia attraverso la produzione di crescita. energia da fonte solare fotovoltaica, che attraverso il recu- Padova rientra nel circuito “Io guido car sharing” assieme pero energetico del biogas prodotto dai rifiuti. Si tratta della alle città di Roma, Milano, Torino, Firenze, Bologna, Venezia, valorizzazione energetica di un’area compromessa, che non Brescia, Parma, Genova, Savona, Palermo. Al momento sono potrebbe accogliere nessun altro tipo di struttura, in quanto disponibili 10 vetture, euro 5, dislocate su 9 parcheggi posti vincolata dalla gestione post-operativa della discarica. Insie- nella zona centrale di Padova. Il servizio di Car Sharing si può 10 declinare in: “Più trasporto sostenibile integrato, meno auto >>>
  11. 11. me all’impianto di Roncajette, contribuisce all’alimentazione APS HOLDING SPA – COMUNE DI PADOVA - SETTORE MOBILITÀ E TRAFFICOdel tram di Padova anche l’altro impianto fotovoltaico realiz-zato sul tetto di una delle sedi di APS Holding.Un ulteriore contributo di 30 Kwh/anno, prodotti grazie a 136pannelli solari.BMP - Bici Masterplan di Padova 2010 – 2015 - Il Piano dellaciclabilità di Padova - BMP - Bici Masterplan di Padova 2010-2015, punta a rendere ciclabili tutte le strade urbane e nelcontempo ridurre l’incidentalità di pedoni e ciclisti.Il Piano prevede lo sviluppo del servizio. SharPA - serviziodi bike Sharing - PAdova con la realizzazione di almeno 20stazioni di bike sharing per un totale di 200 biciclette, di cui14 nell’area centrale e 6 nei parcheggi di interscambio; ognistazione prevede la presenza di almeno 10 biciclette, in partea pedalata normale, in parte a pedalata assistita. Il Pianodella ciclabilità di Padova ha ambizioni di respiro europeo:con l’attuale 17% di share di ciclisti negli spostamenti urbani,Padova si piazza ai vertici delle città con la più alta percen-tuale di biciclette in movimento dell’Italia.Ma l’obiettivo è arrivare almeno al 25% nei prossimi in cinqueanni. Ed offrire alla città una rete di almeno 250 Km di infra-strutture e facilitazioni per i ciclisti. info@apsholding.it www.apsholding.it 11 >>>
  12. 12. COMUNE DI PADOVA - SINERGIE SPA EXHIBITOR Comune di Padova - Sinergie SpA Padova City Council - Sinergie SpA TITLE OF PROJECT Potenziamento del fotovoltaico a Padova Upgrade of solar panel installation in Padova Per rispondere efficacemente all’obiettivo di contribuire local- Sinergie S.p.A. è la società del Gruppo Acegas-Aps, opera- mente agli impegni nazionali per la riduzione delle emissioni tiva dal marzo 2001 nell’ambito dei servizi energetici inte- di CO2, l’Amministrazione Comunale si è dotata negli anni di grati quali il building management (manutenzione impianti diversi strumenti di pianificazione come il Piano Energetico termici e di condizionamento, elettrici ecc..) nel total facilty Comunale (1999) e il Piano di Efficienza Energetica (2004). management e nella gestione di Illuminazione Pubblica. Nel Con la sottoscrizione del Patto dei Sindaci (deliberazione di campo della gestione energia, offre ai propri clienti servizi e Consiglio Comunale n. 2010/0041) l’Amministrazione Co- consulenze tecnico-energetiche per garantire l’uso razionale munale si è impegnata ad incrementare il ricorso alle fonti di delle fonti energetiche, il confort negli edifici, il corretto fun- energia rinnovabili attraverso il potenziamento degli impianti zionamento e la corretta gestione degli impianti tecnologici, fotovoltaici e solare termici in città. in rispetto delle norme di legge in materia di risparmio ener- Parallelamente alle campagne di incentivazione all’instal- getico, la salvaguardia dell’ambiente e la sicurezza. lazione di impianti fotovoltaici su immobili privati siti nel proprio territorio (2008 e 2010), il Comune di Padova ha realizzato, assieme a Sinergie SpA, impianti fotovoltaici sui tetti di 52 scuole cittadine e di altri edifici pubblici (tra cui 4 In order to find an effective way of meeting the objective to impianti sportivi, il Palaindoor e le pensiline del parcheggio contribute at the local level to national targets to reduce Sud e Nord dello stadio Euganeo). CO2 emissions, Padova city council has introduced various L’energia prodotta da tutti gli impianti fotovoltaici pubblici, di planning tools over the years, including the Local Energy Plan potenza complessiva pari a 6.577 kWp, copre circa un terzo (1999) and the Energy Efficiency Plan (2004). dell’energia elettrica consumata negli edifici di proprietà del By adhering to the Covenant of Mayors (City Council Reso- Comune di Padova. Ciò consente la mancata emissione di 12 3.146 tonnellate di CO2. >>>
  13. 13. lution No. 2010/0041), the city council pledged to increase COMUNE DI PADOVA - SINERGIE SPAthe use of energy from renewable sources by introducingmore solar panel and solar heating installations in the city.Parallel with the incentive scheme to encourage the instal-lation of photovoltaic systems in private homes in the localarea (2008 and 2010), Padoa City Council worked with Si-nergie SpA to install solar panels on the roofs of 52 localschools and other public buildings (including 4 sports cen-tres, the indoor sports arena and canopy roofs of the Euga-neo football stadium South and North car parks).Overall, all public solar panel installations generate a totalof 6,577 kWp, which covers a third of the electricity usedby city council buildings. This has allowed the city to reduceCO2 emissions by 3,146 tons.Sinergie S.p.A. is an Acegas-Aps company, in operation sinceMarch 2001 in the integrated energy services sector, andproviding building management (maintenance of heating,air-conditioning and electrical systems), total facility mana-gement and public lighting management services. In terms ofenergy management, Sinergie offers its customers technicaland energy-related services and consultancy to guaranteethe rational use of energy sources, building comfort, theproper function and management of technological systems,in compliance with energy-saving, environmental protectionand safety legislation. www.padovanet.it 13 >>>
  14. 14. TECNOMARCHE – PARCO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO DELLE MARCHE EXHIBITOR TECNOMARCHE - Parco scientifico e Tecnologico delle Marche. TITLE OF PROJECT MATERIAL POINT – Esposizione internazionale di materiali innovativi ecosostenibili Il Material Point di Civitanova Marche è una banca dati di ma- ge l’obiettivo di costituire un punto di contatto e sostegno per teriali fra i più innovativi ed ecosostenibili presenti sul mercato gli attori locali dello sviluppo economico al fine di favorire lo internazionale. L’esposizione, afferente alla rete Material Con- scambio di esperienze, buone pratiche e idee sull’eco-innova- nexion® e collegata funzionalmente al nodo di Milano, dispo- zione, con specifico riferimento ai materiali,promuovendo, nel ne di una selezione estremamente vasta e ben diversificata di contempo, la cooperazione con soggetti provenienti dai paesi materiali e tecnologie innovative, costantemente aggiornati con dell’area mediterranea ed europea più in generale. nuove referenze, e corredati di schede tecniche e informazioni Partner: Camera di Commercio di Macerata, relative alle aziende produttrici. L’iniziativa si inserisce nell’am- Provincia di Macerata, Fondazione CARIMA, bito del Programma di Sviluppo dell’Innovazione in Provincia di Material Connexion. Macerata promosso da Camera di Commercio di Macerata e Provincia di Macerata e supportato dalla Fondazione Carima. In tale contesto sono state sviluppate azioni progettuali volte a fa- vorire percorsi di innovazione ed eco-innovazione sul territorio locale con aperture verso i mercati internazionali. Fra queste lo sviluppo di progetti di innovazione di prodotto che ha visto coinvolte aziende della provincia di Macerata nella ideazione e sviluppo di nuovi prodotti mediante l’impiego di materiali nuovi ed eco-sostenibili disponibili su scala mondiale. Il Material Point di Civitanova Marche costituisce oggi un nodo strategico per la progettazione europea essendo presente al suo interno una struttura operativa realizzata nell’ambito del www.pstmarche.it 14 progetto MEDOSSIC, sviluppato e finanziato nel contesto del Programma MED (UE) con l’intento di favorire e rafforzare le azioni di supporto all’eco-innovazione. Tale struttura si prefig- >>>
  15. 15. ASSOCIAZIONE CORRENTE IN MOVIMENTO EXHIBITORAssociazione Corrente in Movimento TITLE OF PROJECTCorrente in Movimento 2012L’Associazione Corrente in Movimento, ha ideato e realizzato il In ogni città in cui sosteremo verranno svolte le seguenti attività:progetto “Corrente in Movimento- Giro d’Italia elettrico”, un’ini- - attività didattica nelle scuole (elementari e medie)ziativa senza scopo lucro che ha avuto luogo nei mesi di Maggio - organizzazione di un convegno sui temi legati al progettoe Giugno 2011. Il viaggio, interamente elettrico e senza alcuna - giornata in piazza (sportello informativo, esposizione e provaemissione di CO2, è stato un’occasione per promuovere le pic- veicoli, giochi interattivi, laboratori didattici, aperitivo a km zero ecole e medie imprese, le pubbliche amministrazioni, le università spettacolo a tema con Paolo Migone)ed i centri di ricerca che hanno investito sulle fonti rinnovabili esulla mobilità sostenibile e che da anni contribuiscono a rendereil nostro paese più sostenibile. Sono stati visitati 55 comuni vir-tuosi nei suddetti campi.Nell’edizione 2012 l’obiettivo principale sarà il coinvolgimen-to ancora più diretto della popolazione e per questo motivo siè optato per meno tappe, ma più lunghe. Verranno organizzatidegli eventi in 7 grandi centri urbani (Genova, Milano, Venezia,Bologna, Firenze, Roma e Napoli) dove i problemi della mobilitàe dei consumi energetici sono maggiori e più pressanti e ver-ranno promosse mobilità sostenibile e fonti rinnovabili. Le varietappe saranno unite tra loro usando diversi mezzi (automobili,navi, barche a vela, alianti, biciclette, moto, motorini, biciclettea pedalata assistita). Il viaggio avrà luogo tra l’1 Maggio e il info@correnteinmovimento.it17 Giugno 2012 nei fine settimana e rappresenterà un punto www.correnteinmovimento.it 15di incontro fra le comunità locali, il mondo della ricerca e quellodella produzione. I temi principali saranno l’energia prodotta dafonti rinnovabili, l’efficienza energetica e la mobilità sostenibile. >>>
  16. 16. CARTIERE CARIOLARO SPA EXHIBITOR Cartiere Cariolaro SpA ® ® TITLE OF PROJECT Strategie Ambientali Integrate Licenza n° 015 026 022 P1266 2011 Cartiere Cariolaro SPA Cartiere Cariolaro S.p.A. punta a coniugare l’innovazione tec- Certificazione di prodotto. Per i propri prodotti, Cartiere Ca- nologica con l’eco-compatibilità dei propri prodotti. riolaro S.p.A. ha ottenuto le certificazioni della tabella sotto. Le carte riciclate da stampa offset, sia naturali che patinate, in rotolo e in foglio, per fotocopie, di tipo kraft per sacchetti e speciali per alimenti sono sottoposte a controlli di processo e certificazione di prodotto. Marchio Standard Valore aggiunto FSC Recycled Standard internazionale di certificazione forestale promosso da Mantenimento lungo la filiera produttiva dei principi e criteri di FSC, organizzazione indipendente, non governativa e non-profit. FSC * buona gestione forestale e utilizzo di materiale riciclato Ecolabel Regolamento CE n. 66/2010 della Commissione Europea sui prodotti e i servizi. Angelo blu Standard internazionale sul prodotto, promosso dal Ministero Valore prestazionale dei prodotti dal punto di vista degli impat- dell’Interno tedesco già nel 1978. ti ambientali * meno impatti Singapore Standard del Ministero dell’ Ambiente di Singapore, promosso Green Label a partire dal 1992. Compostabile Standard internazionale UNI EN 13432:2002 e marchio asse- Biodegradabilità e compostabilità certificate sulla carta per CIC gnato dal Consorzio Italiano Compostatori. sacchetti * eliminazione rifiuti Certificazione di processo. Certificazione ISO 14001 Cartiere Cariolaro S.p.A. punta nel futuro non solo al mante- Fissa i requisiti del sistema di gestione ambientale di Car- nimento ed implementazione delle certificazioni già ottenute, tiere Cariolaro S.p.A., assicurando di pianificare gli aspetti ma anche a investire in migliorie tecnologiche e nell’utilizzo ambientali possibili di impatto, attuare gli obiettivi/traguardi di carta da macero per diminuire i fanghi di lavorazione della ambientali, verificare il funzionamento del sistema, riesami- cartiera, ridurre il consumo di acqua e di energia, ridurre le nare periodicamente le scelte e i risultati ottenuti, in ottica emissioni di anidride carbonica. 16 di miglioramento. >>>
  17. 17. COORDINAMENTO AGENDE 21 LOCALI ITALIANE EXHIBITORCoordinamento Agende 21 Locali Italiane TITLE OF PROJECTCHAMP - Soluzioni per integrare il cambiamentolocale nelle strategie localiPer affrontare i problemi del cambiamento climatico gli Enti Lo-cali svolgono un ruolo chiave, sia perchè le città producono unaquota decisamente rilevante delle emissioni totali di CO2, siaperchè le conseguenze dei cambiamenti climatici devono esseregestite a scala locale. La complessità dei problemi di adattamen-to e mitigazione del cambiamento climatico richiede alle autoritàlocali di sviluppare nuove competenze e una forte capacità digestione integrata. Per questo il progetto CHAMP ha sviluppato emesso a punto metodologie e strumenti formativi per supportaregli Enti nella definizione e attuazione di efficaci strategie di lottaai cambiamenti climatici, fondate sull’applicazione di sistemi digestione integrata.Il progetto CHAMP, finanziato dal programma LIFE+ della Com-missione Europea e con un contributo da parte della RegioneLombardia, vede come partners: UBC (Unione della Città Bal-tiche (FI), coordinatore); Coordinamento Agende 21 Locali Ita-liane e Ambiente Italia (IT); Fondazione Lago Costanza e ICLEIEurope (DE); Agenzia per lo Sviluppo del Lago Balaton (HU). www.localmanagement.eu 17 >>>
  18. 18. COMUNE DI VICENZA EXHIBITOR Comune di Vicenza TITLE OF PROJECT CONURBANT: An inclusive peer-to-peer approach to involve EU CONURBation and wide areas in partici- pating to the CovenANT of Mayor Il Progetto CONURBANT nasce dalla considerazione generale 40 PAES nei Comuni contermini; che i piccoli centri urbani dell’Unione Europea incontrano spes- 50 nuovi firmatari del Patto dei Sindaci; so grandi difficoltà nella gestione dell’energia e nella pianifica- Si provvederà a fornire materiale formativo e divulgativo sia a zione del suo uso, a causa della loro mancanza di competenze livello nazionale, in lingua locale, che internazionale, in lingua e di risorse, mentre le città di medie e grandi dimensioni hanno inglese. spesso una responsabilità maggiore circa i consumi energetici, in relazione alla loro più alta densità di attività umane ed a Partner: Intelligent Energy Europe questioni più complicate quali l’utilizzo sostenibile e la pianifi- cazione del territorio, nonchè la mobilità sostenibile su di esso. Il progetto CONURBANT mira dunque ad aiutare le città medio- grandi, ed i centri minori della loro cinta urbana, attraverso il rafforzamento della loro capacità di costruire un supporto “peer to peer” e di scambiare buone prassi tra Comuni più e meno esperti, nel contesto del CoM (Covenant of Mayors) ovvero dell’adesione al cosiddetto Patto dei Sindaci. COME? 8 Comuni “apprendisti” europei e 40 Comuni contermini saran- no istruiti a livello locale; 2 training sessions verranno organizzate a Bruxelles per I Comu- ni dell’Unione Europea; www.comune.vicenza.it 1 forum locale verrà organizzato in ogni Comune partecipante; www.conurbant.eu 18 8 Piani di Azione per l’Energia Sostenibile verranno redatti nelle città “apprendiste”; >>>
  19. 19. COORDINAMENTO AGENDE 21 LOCALI ITALIANE EXHIBITORCoordinamento Agende 21 Locali ItalianeIl Coordinamento Agende 21 Locali Italiane è un’associazionenazionale volontaria di Comuni,Comunità Montane, Enti Parco,Province e Regioni e sostenitori, senza scopo di lucro, che hacome fine la diffusione dei principi e della prassi dello svilupposostenibile e la promozione dei processi di Agenda 21 Locale.Attualmente l’Associazione ha 523 soci, di cui 378 Comuni, 45Province, 11 Regioni, 27 tra Comunità Montane e Parchi, e 62Sostenitori.Gli scopi dell’associazione sono:- essere luogo di incontro e di scambio di informazioni e buone pratiche tra i soci- facilitare la circolazione di informazioni su progetti, eventi ed attività dei soci per la promozione di modelli di sviluppo so- stenibile- organizzare eventi sui temi della sostenibilità e di Agenda 21- facilitare i contatti tra i soci ed i non soci, organizzazioni e orga- nismi ufficiali per nuove progettualità- promozione di momenti tecnici-operativi attraverso la creazione di gruppi di lavoro tematici e la realizzazione di progetti che coinvolgono soci e sostenitori. coordinamento.agenda21@provincia.modena.itPer maggiori informazioni: www.a21italy.it 19Segreteria Coordinamento Agende 21 Locali ItalianeTel. 059 209434 >>>
  20. 20. AGIRE – COMUNE DI VENEZIA EXHIBITOR Agire – Agenzia Veneziana per l’Energia Comune di Venezia – Assessorato all’Ambiente e alle politiche giovanili TITLE OF PROJECT Energia dalle Onde Nautica Sostenibile nella Laguna di Venezia Il progetto analizza l’utilizzo delle onde del mare per produrre si stanno affrontando sono: energia elettrica, o idrogeno a basso costo, o acqua desaliniz- - la verifica della qualità e dell’affidabilità della compo- zata, senza produrre CO2. nentistica Il Comune di Venezia, tramite AGIRE – Agenzia Veneziana - una volta verificati detti parametri, si eseguirà l’installa- per l’Energia, con la collaborazione di privati che detengono zione della versione finale dell’impianto dei brevetti propri (GIANT - http://www.giantgiem.it; WEM - u raccolta dati dal prototipo e successiva elaborazione; http://www.wempower.it), sta supportando tale progetto di u proposte per l’utilizzo di impianti che possano produrre e sperimentazione per utilizzare le onde per generare energia distribuire l’energia prodotta da tale sistema. rinnovabile. La sperimentazione ha portato alla realizzazione di 3 prototi- pi, 2 da installare in mare aperto e 1 da installare in laguna. L’installazione dei prototipi in mare aperto, sistema GIANT e WEM, prevede: u posizionamento dei dispositivi vicino alla piattaforma del CNR, posta di fronte al Lido, e verifica iniziale del buon funzionamento dei prototipi; u raccolta dati dalle boe e successiva rielaborazione; u proposte per l’utilizzo di impianti che possano produrre e distribuire l’energia prodotta da tale sistema. L’installazione del prototipo in laguna, sistema GIANT, avviata nel mese di Agosto, prevede: 20 u posizionamento in laguna di un modulo utile a monitorare, per un periodo di dodici mesi, la potenzialità del sistema per quanto concerne la produzione di energia. Gli step che >>>
  21. 21. Il progetto pilota “Nautica Sostenibile nella Laguna di Vene- AGIRE – COMUNE DI VENEZIAzia” ha avuto come obiettivo quello della conversione a GPLdella flotta da diporto. Si è trattato di un progetto che haseguito la direzione indicata dal Piano Direttore 2000 per laprevenzione dell’inquinamento ed il risanamento delle acquedel bacino sversante nella Laguna di Venezia, piano che hacome finalità quella di ridurre i carichi inquinanti per assi-curare alla Laguna di Venezia le caratteristiche di mesotrofiache le sono proprie.I benefici ambientali attesi dalla conversione della flotta dadiporto all’uso di GPL sono notevoli: una consistente ridu-zione delle emissioni contaminanti, idrocarburi incombusti,riduzione di emissioni di CO2, riduzione dell’inquinamento dasversamenti di benzina.Nell’ambito del progetto si sono svolte le seguenti azioni:1. Apertura di una stazione di rifornimento di Gpl ad uso nau-tico in Rio della Scomenzera (Venezia);2. Una campagna informativa;3. Un corso di formazione per tecnici motoristi e della can-tieristica;4. Realizzazione di un’imbarcazione alimentata a GPL, datain comodato d’uso all’ARPAV per le indagini sulla qualitàdell’acqua lagunare.La barca è la prima in Italia ad uscire dal cantiere di produzio-ne con motore già funzionante a doppia alimentazione GPL/benzina: si tratta di un’imbarcazione innovativa con basseemissioni di idrocarburi, CO2 e che non cede benzene alleacque in cui naviga. La barca è stata realizzata dai cantieriCONERO snc di Recanati, mentre la conversione del motore è www.veneziaenergia.itstata realizzata da CVO Technologies srl di Treviso. www.comune.venezia.it/ambiente/ 21 >>>
  22. 22. AUDIS, GBC ITALIA, LEGAMBIENTE EXHIBITOR Audis, GBC Italia, Legambiente TITLE OF PROJECT Ecoquartieri: un patto per la Rigenerazione Urbana Audis, GBC Italia e Legambiente promuovono il progetto Eco- il momento di fare un passo avanti in questa direzione e che quartieri in Italia: un patto per la rigenerazione urbana. Un’al- l’esperienza e la tradizione urbana italiana consentano di pro- leanza tra pubblico e privato per il rilancio economico, sociale, porre un nuovo progetto a tutte le forze sociali ed economiche. ambientale e culturale delle città e dei territori. La proposta di Audis, GBC Italia e Legambiente è quella di at- Nella crisi strutturale che stiamo affrontando la rigenerazione tivare un processo di elaborazione, sulla base di linee guida urbana e ambientale assume in Italia il ruolo di una strategia condivise, che articoli e renda operabile il modello del “Patto”; fondamentale per riportare qualità e identità nelle nostre città individui e promuova la strumentazione necessaria alla realizza- e rispondere alle sfide delle trasformazioni socio-economiche zione del “Patto”; individui linee di azione complementari. in corso, dei cambiamenti climatici e degli inderogabili impegni in campo energetico. Questa fondamentale partita va giocata agendo su “porzioni di città” messe in relazione dinamica con il tutto, perché la rigenerazione di una parte di territorio faccia da volano al resto. E’ nella città e nei suoi quartieri che si possono qualificare o costruire non solo edifici, ma anche comunità, ser- vizi di prossimità e buon vivere sostenibile. L’Italia ha una importante tradizione di rigenerazione urbana attuata negli ultimi quaranta anni nei centri storici e nelle aree dismesse, ma la dimensione di questa opportunità è ancora lontana dalle necessità di oggi. Ci serve uno scatto, anche cul- turale, che ci permetta di mettere in movimento, con maggiore www.audis.it www.gbcitalia.org coerenza, le risorse economiche, ambientali, sociali e culturali www.legambiente.it 22 già a nostra disposizione. Servono una nuova stagione di politi- che urbane e una regia condivisa. Audis, GBC Italia e Legambiente sono convinte che sia giunto >>>
  23. 23. EUROCITIES EXHIBITOREUROCITIES TITLE OF PROJECTNiCENetworking intelligent Cities for Energy EfficiencyIl progetto NiCE mira ad incentivare ed avanzare l’attuazione Il progetto, finanziato dal Settimo Programma Quadro della Com-degli impegni della Green Digital Charter (GDC), promossa da missione Europea, è gestito da EUROCITIES in partenariato conEUROCITIES e siglata da più di 20 maggiori città europee con Manchester City Council, Clicks and Links Ltd e Leibniz Institutelo scopo di sfruttare le Tecnologie dell’Informazione e della Co- of Ecological Urban and Regional Development.municazione (ICT) per raggiungere la diminuzione dei consumi Partner: Manchester City Council, Clicks and Linksenergetici e di emissioni di CO2. Ltd, Leibniz Institute of Ecological Urban and Regio- nal DevelopmentIl progetto è strutturato in 3 aree di azione:1. Strumenti per le città. Questa fase svilupperà una struttura comune e strumenti di riferimento per classificare, misurare, rapportare e sostenere le azioni delle città nell’ambito della Green Digital Charter.2. Supporto alle città. Le città riceveranno supporto nell’imple- mentazione della GDC attraverso una serie di attività mirate di scambio e apprendimento (es. corsi di formazione e visite di studio) con esperti e altre città firmatarie.3. Impegno e sensibilizzazione. L’ultima area di azione prevede l’organizzazione di eventi di networking e visibilità per aumen- tare il numero di firmatari della GDC. Verranno anche mostra- te opportunità di cooperazione con altri stakeholder pubblici e privati, includendo un focus speciale sulla collaborazione www.eurocities.eu 23 con città cinesi che sviluppano simili iniziative. >>>
  24. 24. PROVINCIA DI VENEZIA EXHIBITOR Provincia di Venezia TITLE OF PROJECT Il Patto dei Sindaci La sostenibilità in movimento L’energia sostenibile Patto dei Sindaci. Nel 2008 la Commissione Europea ha lanciato Sostenibilità in movimento – Driving style tools: influenzare lo alle città europee il Patto dei Sindaci, con la finalità di coinvolge- stile di guida per la riduzione di consumi ed emissioni inquinan- re città e cittadini nello sviluppo della politica energetica. La CE ti, migliorare le condizioni di sicurezza, modificando l’approccio propone ai sindaci la sottoscrizione di un Accordo per l’impegno comportamentale attraverso la misurazione non invasiva dello a rispettare l’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas serra stile di guida. L’autista ha a disposizione 1 serie di dispositi- del 20% entro il 2020, come previsto dalla strategia 20-20-20 vi che registrano le caratteristiche tecniche dello stile di guida dell’UE. I Comuni devono adempiere con l’elaborazione di Piani comunicandole a un’interfaccia, potendo così consultare e ve- di Azioni per l’Energia Sostenibile (PAES). Il Patto dei Sindaci per rificare i miglioramenti da apportare alla sua guida, in termini l’energia rappresenta un’occasione di crescita per l’economia lo- di sicurezza e consumi. Sulle indicazioni ottenute dal progetto cale, favorendo la creazione di posti di lavoro e agendo da traino pilota realizzato nel 2011, l’ATVO mira alla riduzione dell’uso di per lo sviluppo della Green Economy. Nell’ambito del progetto, gasolio quantificabile in 480.000 l/a, e minori emissioni di CO2 la CE riconosce le Province tra gli enti che agiscono in qualità per 1.262 ton. Adrimob: promozione di azioni per l’integrazione di “Strutture di Supporto”, ora “Strutture di Coordinamento” e modale fra sistemi di trasporto pubblico e iniziative per la mobi- come i suoi principali alleati per passare il messaggio e ampliare Bus elettrico l’efficacia del Patto. Così, la Provincia di Venezia, il 25 Settem- bre 2010, ha aderito al Patto sottoscrivendo un accordo con la Direzione Europea impegnandosi a svolgere il ruolo e i connessi impegni in qualità di “Struttura di Supporto”. A 1 anno dalla sot- toscrizione, la Provincia di Venezia ha ottenuto l’adesione di 25 comuni al protocollo d’intesa con il quale la Provincia fornisce il supporto tecnico all’accompagnamento verso il Patto, e i Comuni Motoscafo a propulsione elettrica 24 si impegnano a prepararsi per l’adesione nella consapevolezza degli impegni e nobili finalità della redazione dei PAES. >>>
  25. 25. lità sostenibile (bike e car sharing, navigazione in acque interne PROVINCIA DI VENEZIAcon natanti elettrici) con la realizzazione di stazioni plurimodali.Mobility card: convertire la spesa sostenuta per il Bollino Blu ob-bligatorio per i veicoli, in servizi per accedere a sistemi di mobili-tà low impact e altri servizi sul territorio. Motoscafo a propulsioneelettrica: conversione di mezzo acqueo della Provincia di Veneziaa “inquinamento zero”, buona pratica sperimentale di mobilitàsostenibile, per l’abbattimento di emissioni in acqua e aria finoal 95%. Urban ecobus: realizzazione di pensiline e paline intel-ligenti per l’informazione sul servizio all’utente in tempo reale, e Casa dell’energial’impiego di autobus elettrici.Energia sostenibile – Casa dell’energia: studio di ITIS “Levi”di Mirano e Provincia di Venezia per realizzare un laboratorioscolastico per studiare energie rinnovabili e tecnologie per il ri-sparmio energetico. E’ costituito da 1 struttura atta a ospitarecomponenti e materiali architettonici (pareti, pavimenti, serra-menti, coperture per test di valutazione e confronti); 1 strutturacomposta da moduli di circa 25 mq tipo “container“, ripetibile e Driving System Toolssovrapponibile per 2 piani, in grado di ospitare materiali e tec-nologie diverse, nonché modificabile nel tempo. La struttura èun edificio modulare su 2 piani (superficie di circa 200 mq). Ilcomplesso potrà ospitare diverse tecnologie per produrre energierinnovabili realizzando così un edificio in grado essere autonomo Nuova rotatoriaenergeticamente. Nuova rotatoria a Jesolo (VE): progetto di rior-ganizzazione della viabilità in corrispondenza della rotatoria delloStadio “Picchi” a Jesolo prevede la realizzazione di 1 sottopassonecessario all’alleggerimento del traffico gravante sulla rotatoriastessa. L’intervento è servito per introdurre un modus operandi ri- Patto dei Sindaciproponibile, volto alla ottimizzazione energetica dell’infrastruttu-ra di illuminazione, prevedendo 1 sistema di illuminazione a LED www.provincia.venezia.it 25e alimentato in parte da moduli fotovoltaici installati all’internodella rotatoria per totali 197 m2 e circa 28 kWp. >>>
  26. 26. FIAT GROUP AUTOMOBILES EXHIBITOR Fiat Group Automobiles TITLE OF PROJECT Fiat per l’ambiente Fiat orienta la propria ricerca verso tecnologie innovative per è il lancio del Nuovo Doblò con motore 1.4 Turbo. il miglioramento delle prestazioni e la riduzione delle emissio- La gamma Natural Power costituisce oggi il pilastro principale ni. Sul fronte dei combustibili alternativi Fiat è da oltre dieci della strategia di tutela ambientale di Fiat, una strategia che ha anni leader europeo nel campo delle vetture a metano che portato ad una leadership europea indiscussa. Infatti, secondo rappresentano la scelta tecnologica più efficace e disponibile le analisi dell’istituto indipendente Jato Dynamics, negli ultimi 4 nell’immediato per risolvere i problemi di inquinamento delle anni Fiat è risultato il brand più ecologico tra i principali marchi aree urbane e per la riduzione delle emissioni di CO2. Il metano automobilistici più venduti in Europa con un livello medio di inoltre ha un grande potenziale come fonte rinnovabile, attraver- emissioni di CO2 nel 2010 pari a 123,1 g/km contro una media so il biometano (ricavato da biomasse). Un veicolo alimentato mercato di 140.9 g/km. a biometano infatti, in un’ottica well-to-wheel (dal pozzo alla ruota) produce emissioni di CO2 paragonabili a quelle di un vei- colo elettrico alimentato con energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Tutti i motori Fiat a metano sono compatibili fin da subito con il biometano. Il biometano potrà aiutare l’Italia a ottemperare alla Direttiva 2009/28/EC sulle Fonti Rinnovabili, che prevede l’obbligo di raggiungere il target del 10% nel settore trasporti nel contesto degli obiettivi del 20% di Fonti Rinnovabili di energia entro il 2020. Fiat è il costruttore che propone, nella sua linea eco- logica Natural Power, la più ampia gamma di veicoli a doppia alimentazione (benzina-metano) che rispondono alle esigenze www.fiat.it 26 di diverse tipologie di clienti, compresi quelli del settore pro- fessionale. Fiat crede fortemente nella potenzialità del metano come alimentazione chiave per la mobilità sostenibile. Prova ne >>>
  27. 27. GRUPPO LOCCIONI EXHIBITORGruppo Loccioni TITLE OF PROJECTLoccioni Energy and Environment<ri>generazione energeticaRobotica e monitoraggio dell’impatto ambientale in tempo reale, dipendenza energetica attraverso la produzione, la gestione in-energia verde e energia da fonti fossili: questi sono i temi che il telligente e l’accumulo di energie rinnovabili.Gruppo Loccioni presenterà a Città Sostenibile per lanciare nuovi Verrà anche presentato myLEAF – Measuring Your Life Energyspunti e suggestioni per sviluppare conversazioni sui temi della and Future – l’innovativo pacchetto di monitoraggio e gestionesostenibilità, dell’energia e dell’ambiente. dei flussi energetici di edifici e impianti industriali. RiduzioneA cominciare dalla misura, la competenza principale del gruppo, dell’impatto ambientale, rispetto della natura, rigenerazione,che dal 1968 sviluppa soluzioni di monitoraggio e controllo qua- risanamento, rinnovamento delle risorse, risparmio energetico,lità per prodotti e processi industriali. riutilizzo, rieducazione, è questa la nuova generazione <ri>.Quanto è sostenibile Città Sostenibile? Quanto impatta in ter-mini di emissioni e consumi? Come e quanto può contribuireil singolo individuo a ridurre il proprio impatto nell’atmosfera?Lo racconterà il Leaf Meter, il monitor a forma di foglia che po-sto all’ingresso di Città Sostenibile ne visualizzerà i consumi intempo reale, consumi idealmente compensati dall’energia ver-de prodotta dalla Leaf Community. Misurare per migliorare è lamissione del Gruppo che attraverso la misura rende consapevolianche i visitatori di Ecomondo 2011. I dati di Città Sostenibile verranno trasmessi e visualizzati anchedal Leaf Robot, la piattaforma mobile intelligente che racconta,coinvolge, informa ed accompagna i visitatori nel loro percorsodal Leaf Meter nella Hall Sud a Città Sostenibile. www.loccioni.com 27E si approda al nuovo progetto di Loccioni Energy&Environmentquello della <ri>generazione energetica: ri-generare processiinquinanti attraverso la bonifica e la misura e raggiungere l’in- >>>
  28. 28. ROMAGNA INNOVAZIONE SRL EXHIBITOR Romagna Innovazione srl Partner: Comune di Cesena TITLE OF PROJECT Metodologia innovativa per la valutazione di scenari energetici Ridurre le emissioni di 130 mila tonnellate di CO2 entro il 2020 Densità energetica: misura il rapporto della quantità di energia è l’obiettivo del Piano Energetico Comunale di Cesena. La defi- primaria prodotta o risparmiata e l’area necessaria, in modo da nizione dell’obiettivo è stata raggiunta grazie ad uno strumento fornire indicazioni sull’ingombro di spazio necessario; Riutiliz- progettato da Romagna Innovazione, RInnova, per la valutazione zo/Smaltibilità: misura il grado di riciclabilità dell’infrastruttura e l’analisi degli scenari e per il monitoraggio del piano stes- utilizzata, intesa come facilità di smaltimento e/o riutilizzo, pe- so. RInnova ha realizzato lo strumento per generare un vero e ricolosità, impatto ambientale e vita utile dei materiali neces- proprio “processo strategico” di definizione degli obiettivi ener- sari per la sua costruzione; Economicità: stima il rapporto tra getici della città, partendo dall’analisi delle best practices e le emissioni risparmiate e il suo costo assoluto, fornendo un’in- delle best technologies presenti sul panorama sia europeo che dicazione del costo necessario per la riduzione di ogni singola mondiale, per arrivare a costruire una metodologia che potesse unità di anidride carbonica. guidare gli amministratori nella scelta degli interventi concreti da attuare nel campo del risparmio energetico, della produzione di energia da fonti rinnovabili e della sostenibilità ambientale. Nello specifico, è stato creato un modello facilmente configura- bile e parametrizzabile in base alla realtà di riferimento. Lo stru- mento valuta: Efficienza energetica: valuta la quantità di ener- gia primaria (misurata in tonnellate equivalenti di petrolio, tep) risparmiata, rapportata al totale di energia primaria consumata; Rinnovabilità: valuta la quantità di energia primaria da fonte rinnovabile prodotta, rapportata al totale di energia primaria consumata; Riduzione delle emissioni: valuta la quantità di www.romagnainnovazione.com 28 emissioni ridotte, derivate dall’energia primaria risparmiata o prodotta da fonte rinnovabile, rapportata al totale di emissioni prodotte; >>>
  29. 29. GLOBE ITALIA - ISIS MALIGNANI CERVIGNANO DEL FRIULI (UD)- LABTERCREA MANTOVA EXHIBITORGLOBE ITALIAISIS MALIGNANI CERVIGNANO DEL FRIULI (UD)LABTERCREA MANTOVA - ITALIA TITLE OF PROJECTSTUDENT CLIMATE RESEARCH CAMPAIGNa European approach to Earth Observationsand Phenology ProtocolsIl progetto GLOBE - Global Learning and Observations to Benefit La campagna SCRC GLOBE (2011- 2013) coinvolgerà oltre unthe Environment, ideato dal premio Nobel per la Pace Al Gore milione di studenti nell’indagine scientifica per la comprensionenel 1994, è un programma mondiale di educazione scientifica del sistema climatico nelle comunità locali e in tutto il mondo.basato su attività sviluppate nelle scuole, con azioni in campo ed A livello Europeo la campagna prevede tra i settori di punta lein laboratorio, per il monitoraggio e la raccolta di dati sperimen- misure di Aerosol in periodi prestabiliti e il confronto con i datitali che permettano la comprensione e la valutazione dei trend raccolti da satelliti. (Aerosol Intensive Observing - IOP).evolutivi dell’ambiente Terra.Il programma si concretizza in azioni di: aggiornamento conti-nuo delle banche dati ufficiali on-line (www.globe.gov e www.globeitalia.it) mediante l’inserimento dei dati raccolti da parte discuole accreditate, il confronto con banche dati locali ed inter-nazionali; collaborazioni tra studenti, insegnanti e scienziati im-pegnati in indagini sul sistema Terra in stretta cooperazione conNASA, NOAA and NSF (Partner a livello mondiale del Progetto) edESA - Agenzia Spaziale Europea.Il Progetto GLOBE è suddiviso in diversi settori, alcuni già conso-lidati come Idrologia, Atmosfera, Land Cover, Suolo e Fenologia.Altri sono stati sviluppati negli ultimi anni: studio dei bacini idro-grafici, ambienti estremi, variazioni stagionali, cambiamenti cli-matici. Attualmente sono coinvolti 111 Paesi con più di 24.000 www.isismalignani.it www.labtercrea.itscuole in tutto il mondo. www.globeitalia.it www.globe.gov 29Ogni nazione ha un gruppo di coordinamento. Per l’Italia coor-dinanno la rete di 50 scuole l’ISIS Malignani di Cervignano delFriuli (UD) e LabTer-Crea Mantova. >>>
  30. 30. VITROCISET S.p.A. EXHIBITOR VITROCISET S.p.A. TITLE OF PROJECT BetterCity “BetterCity” è l’idea-progetto che Vitrociset propone alle Am- commerciali), e di un sistema di indirizzamento ai parcheggi ministrazioni come modello di “Città Sostenibile”, offrendo e di localizzazione/segnalazione delle persone anziane del soluzioni, servizi e funzionalità in grado di massimizzare e quartiere in difficoltà. rendere utile ed unica l’esperienza dei principali attori/fru- Anche la rete wifi mesh, realizzata nel centro storico di Ve- itori delle città (turisti, cittadini, “city users”), amplificando nezia, nell’ambito del progetto //venice>connected, rappre- positivamente la percezione del loro sistema metropolitano. senta un esempio innovativo e sostenibile di realizzazione Piattaforme tecnologiche (WiFi, Digital Signage, sistemi on che abilita i milioni di visitatori e la cittadinanza veneziana the ground, internet degli oggetti, mashup) e paradigmi di all’accesso pubblico in mobilità ad internet ed ai servizi in comunicazione innovativi (web 2.0, social network) si com- banda larga resi disponibili mediante una rete completa (fi- binano, supportati da un modello organizzativo/gestionale bra ottica e WiFi) di grandi dimensioni, che adotta soluzioni sostenibile e collaborativo in grado di valorizzare la città ed impiantistiche e di mimesi degli apparati al fine di minimiz- i suoi utenti, siano essi cittadini, turisti, talenti, imprenditori, zarne l’impatto estetico. ricercatori, studenti, operatori culturali e amministrazioni, fa- cendo sistema e stimolando l’intelligenza collettiva e la par- tecipazione della community. Un esempio di tutto ciò è il progetto Borgo Cappuccini - Piaz- “BetterCity” is the idea/project that Vitrociset presents to za Mazzini che si colloca all’interno del P.I.U.S.S. (Piani In- authorities as a model of a “Sustainable City”, offering solu- tegrati di Sviluppo Urbano Sostenibile) “Livorno città delle tions, services and functions to help the main stakeholders/ Opportunità” che, successivamente alla riqualificazione edi- users (tourists, citizens, city users) get the most out of their lizia dell’intero quartiere, si doterà di un sistema informativo city, making it as unique and useful an experience as possi- multi-accesso in grado di integrare informazioni dinamiche 30 (dati parcheggi, bollettini meteo, info stradali) e informazioni gestite manualmente (info sul centro, orari e contatti, news >>>
  31. 31. ble and improving perceptions of their metropolitan system. VITROCISET S.p.A.Technological platforms (WiFi, Digital Signage, on the groundsystems, object internet, mashup) and innovative communi-cation paradigms (web 2.0, social networks) are combinedand supported by a sustainable and collaborative organi-sational/management model able to recognize the value ofthe city and its users, whether they are citizens, tourists, thebusiness community, researchers, students, cultural opera-tors, or authorities. All come together and work as a system,stimulating collective intelligence and participation of thewhole community.An example of this is the Borgo Cappuccini - Piazza Mazziniproject, which is part of the “Livorno: a city of opportuni-ty” PIUS (Integrated Sustainable Urban Development Plan).Once the architectural heritage of the entire area has beenregenerated, a multi-access IT system able to integrate dy-namic information (parking, weather report, traffic news)and manually-updated information (info on city centre, timesand contacts, commercial news) will be installed along witha parking directions system and one localizing/signalling el-derly citizens living in the area and possibly in difficulty.The mesh wireless network in the historical centre of Venice,introduced as part of the “//venice>connected” project, isan innovative and sustainable example of a system capableof giving millions of visitors and the people of Venice publicand mobile access to internet and broadband services de-livered over a comprehensive and very large network (fibreoptic and WiFi) using systems and apparatus disguising tominimize the visual impact. www.vitrociset.it 31 >>>
  32. 32. CLUB PATTO DEI SINDACI – PROVINCIA DI MODENA EXHIBITOR Club Patto dei Sindaci - Provincia di Modena TITLE OF PROJECT I Piani e le azioni dei territori Partner: Provincia di Modena - Energy for Mayors AEES-Modena LE STRUTTURE DI SUPPORTO. La Provincia di Modena è stata i diversi attori, chiamato “Club del Patto dei Sindaci” (www.pat- riconosciuta, attraverso il progetto Europeo “ENERGY FOR MA- tosindacimodena.it), che mette in relazione non solo le azioni YORS”, Struttura di Supporto della UE per l’attuazione del Patto svolte nei propri territori, ma anche le attività di informazione e dei Sindaci sul territorio, al fine di svolgere un ruolo di sostegno approfondimento sulle strategie adottate, ponendosi come strut- e coordinamento alle amministrazioni locali interessate a per- tura di mediazione e potenziamento locale tra le disposizioni seguire gli obiettivi previsti dal programma della Commissione comunitarie e gli enti locali territoriali. La sua azione ha come Europea. Le Strutture di Supporto del Patto dei Sindaci sono scopo principale rendere partecipi le amministrazioni dell’impor- organismi in grado di fornire il sostegno necessario ai Comuni tanza strutturale della “rete” che collega un insieme condiviso aderenti al Patto, nonché ai partner dell’Ufficio del Patto dei Sin- di buone pratiche. La rete che si propone di sviluppare il Club daci. Coordinano le attività dei Comuni ed assicurano che questa è uno sforzo supplementare capace di ottimizzare e sfruttare un importante iniziativa possa essere accessibile anche ai Comuni effetto a catena che ad oggi si è già espanso su più della metà più piccoli. Ad oggi sono 7 i comuni che hanno sottoscritto il pro- del territorio provinciale. Tredici sono le amministrazioni che in tocollo d’intesa con la Provincia e di AESS (www.aess-modena. questi due anni di attività hanno approvato i propri Piani Ener- it). Per svolgere al meglio questa azione e garantire alle ammi- getici comunali; più di cento sono le azioni già concretizzate dei nistrazioni coinvolte la massima attenzione si sono concretizzati, piani stessi. I 21 Comuni del Club del Patto dei Sindaci ad oggi nella Provincia di Modena, due tipi di Strutture di Supporto: sono: Carpi, Castelfranco Emilia, Castelnuovo Rangone, Concor- Amministrazioni Pubbliche che forniscono un orientamento stra- dia sulla Secchia, Fanano, Fiorano Modenese, Formigine, Lama tegico ed il sostegno finanziario e tecnico ai Comuni firmatari del Mocogno, Maranello, Medolla, Mirandola, Modena, Montefiorino, Patto dei Sindaci che non dispongono di competenze e risorse Novi di Modena, San Felice, San Possidonio, San Prospero sulla necessarie per raggiungerne gli obiettivi. Reti di Enti Locali e Re- Secchia, Sassuolo, Soliera, Vignola, Zocca. gionali che si impegnano a promuovere l’iniziativa del Patto dei www.pattosindacimodena.it Sindaci fra i loro membri facilitando lo scambio di esperienze e salvaguardando gli interessi comuni. Per questa azione specifica è stato costituito un organismo operativo capace di connettere 32 >>>
  33. 33. TREVISO TECNOLOGIA EXHIBITORTreviso TecnologiaAzienda Speciale per l’Innovazionedella Camera di Commercio di Treviso TITLE OF PROJECTRFID from Farm to Fork“RFID from Farm to Fork” è un progetto europeo finanziato informazioni sull’origine dei prodotti, date e luoghi di lavorazio-nell’ambito del programma CIP ICT PSP con lo scopo di predi- ne, grafici sulle condizioni di trasporto e di stoccaggio (catenasporre una piattaforma pan-europea per permettere alle azien- del freddo).de dell’agroalimentare di dimostrare la sicurezza e la qualità Partner: University of Wolverhampton (GB), Univer-dei loro prodotti, identificabili e tracciabili dall’origine al consu- sity of Vigo (E), Santer Reply S.p.a. (I), University ofmatore finale. La predisposizione di soluzioni RFID (Radio Fre- Ljubjana (SLO), Techincal University of Cartagenaquency Identification) e WSN (Wireless Sensor Network) nelle (E), University of Salento (I), IFR . Institue of Foodaziende di quattro categorie alimentari, porterà a valutare il ri- Research (GB), European Food Information Re-torno degli investimenti in termini di ottimizzazione dei processi source (B)di filiera. La piattaforma non è vincolata a specifici fornitori diSW e HW poiché si basa su standard internazionali e soluzioniopen source, rendendola attrattiva per tutte le aziende poten-ziali utilizzatrici. Nei processi interessati dal pilota la soluzioneF2F sostituisce il supporto cartaceo: i valori generati e i dati disensoristica vengono comunicati al server locale e collegati aisingoli codici identificativi dei lotti di produzione, fino al livellodi singolo prodotto con l’EPC (Electronic Product Code). La levadi vantaggio competitivo per le aziende si traduce, oltre chein una riduzione dei costi operativi, nella capacità di provareinequivocabilmente la provenienza dei propri prodotti, accre- info@rfid-f2f.euscendo la fiducia e l’interesse del consumatore. www.rfid-f2f.eu 33Le etichette del progetto F2F fungeranno da interfaccia tra ilsistema di tracciabilità e il consumatore finale: sulla confezioneil codice QR rimanderà ad una pagina di tracciabilità con le >>>

×