Infotrainer Document

1,662 views

Published on

Published in: Design
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,662
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Infotrainer Document

  1. 1. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 PROGETTO I-TRAINER Corso di Interaction Design 2009,TTC , Università degli studi Milano Bicocca Gruppo Progetto David Carollo xdavecx@gmail.com/ matr. 43723 Francesco Di Donato francesco.didonato22@gmail.com matr. 724493 Giovanni Repola giovanni.repola@gmail.com matr. 724054 1
  2. 2. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 INTRODUZIONE Il nostro progetto si inserisce nel dominio applicativo presence ed abbiamo adottato una fruizione del sistema in posizione intermedia scegliendo una tipologia d’installazione fisica del sistema in situazione indoor. Infotrainer si inserisce nella tematica dello User Centered Design (UCD) che è un approccio alla progettazione e costruzione di applicazioni tenendo conto del punto di vista e delle esigenze dell’utente. Questo può essere svolto con diversi processi e metodologie. Infotrainer nasce con lo scopo di supporto all’utente nello svolgimento di qualsiasi attività e/o interazione svolta all’interno del centro fitness. Nel caso della progettazione di Infotrainer abbiamo tenuto conto di varie tipologie di esigenze diverse: organizzazione (scheda elettronica e prenotazione ai corsi), socializzazione (comunicazione con led, sincrona e asincrona) , controllo (sia di training da parte del personal trainer che del medico curante),e customer satisfaction (con la possibilità di esprimere feedback di ranking su qualità attrezzi, attività ed altri aspetti). Abbiamo tentato così di risolvere a 360 gradi le problematiche attuali definite. 2
  3. 3. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 1-STATO ATTUALE E DEFINIZIONE DEI PROBLEMI La nostra analisi parte dalla necessità di superare gli attuali limiti connessi alla fruizione-svolgimento delle attività presenti all’interno di un centro fitness. Gli utenti-iscritti ad un centro fitness di solito incontrano difficoltà nel gestire il proprio programma di training, poiché non risulta alquanto facile tenete traccia mnemonica degli esercizi svolti nelle precedenti sedute. Tutto ciò potrebbe compromettere i veri benefici di un training sano, controllato e bilanciato. Altre problematiche riscontrate sono quelle relative al corretto utilizzo degli attrezzi da parte dell’utenza e quello dell’affollamento, sia all’entrata del centro fitness che nell’area adibita al ristoro, che nell’avvicendamento delle attività e relativa prenotazione. Attualmente, all’interno dei centri fitness non vi è una reale ottimizzazione delle risorse di personal trainer, in quanto la presenza e il supporto fornito dal p.t. non risulta immediatamente presente e reperibile. Un'altra problematica riguarda la difficoltà del medico curante nel tener sotto controllo costantemente i propri pazienti, in particolar modo quelli più a rischio. Con questo sistema essi potranno monitorare periodicamente i parametri biologici del paziente durante le attività fisiche, in modo da prevenire eventuali problemi fisici. QUESTIONARIO Per indagare sul campo le problematiche attuali presenti, abbiamo sottoposto a diversi iscritti della palestra Virgin di Milano il seguente questionario. Una base molto importante di dati e quindi indizi utili per la progettazione del dispositivo Infotrainer ci viene fornita dalle indagini effettuate, grazie alla realizzazione e alla somministrazione, del Questionario . I soggetti a cui abbiamo proposto il questionario sono stati individuati all' interno di diversi tipologie di centri fitness , considerando appunto lo scopo del dispositivo stesso, che non è vincolato dal livello tecnologico della struttura dove si svolge attività fisica. 3
  4. 4. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 Nella prima parte del questionario abbiamo posto domande relative , alla frequenza settimanale , al tipo di attività svolte , rapporto col personale, la difficoltà nell'approccio e nella realizzazione degli esercizi tramite i macchinari,etc. Nella seconda ipotetica parte , le domande proposte erano incentrate sulle funzioni e applicazioni che il sistema in questione può offrire. La somma di tali giudizi è servita per delineare in modo ragionevolmente preciso l'atteggiamento del soggetto nei confronti dell'oggetto. L'utilizzo del Questionario come strumento di indagine, ci ha permesso di poter svolgere un'analisi relativa sia alle problematiche generali che coinvolgono gli Utenti, di differenti tipologie di Centro Fitness , sia di capire se il prodotto che stiamo Proponendo e la sue applicazioni possano essere utili per migliorare le prorie prestazioni e ottenere i risultati sperati. Le tipologie di Utenti sottoposti al questionario, variavano andando da un livello Principiante, fino ad arrivare a Utenti molto professionali nella gestione della propria forma fisica; I risultati sono stati molto soddisfacenti . La parte su cui abbiamo avuto di sicuro feedback positiva , è quella riguardante le nuove applicazioni, che propone il Sistema, riscontrando un gradimento generale nella maggior parte degli intervistati. 4
  5. 5. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 PRODOTTI COMPETITORS: CATEGORIA FITNESS – RUNNING – CYCLE WATCH Questa sezione si propone come scopo quello di individuare e analizzare alcuni dei prodotti relativi alla categoria Fitness Watch, in base alle caratteristiche tecniche e allo loro possibilità di connessione per mezzo di sistemi di comunicazione e interazione tra Hardware e Software, prodotti da due delle più Importanti ditte del settore:  Garmin  Polar Usa Analisi 1 - Garmin La garmin , produce ben 3 serie diverse di Sport Watch ( fig.3) , nello specifico  Golfing  Running  Cycling Sul sito della Garmin , si ha la possibilità di visualizzare e capire le diverse funzionalità e lo scopo di questi tecnologici accessori per il tempo libero e lo sport , utilissimi oggetti , dotati di applicazioni che permettono in tempo reale di monitorare la propria prestazione, analizzando i valori relativi al consumo calorico, alla quantità di grassi bruciati, distanze percorse, etc. Di seguito una breve panoramica dedicata alla serie Forerunner, con alcuni dei modelli di punta.  Forerunner® 310XT Il Fourerunner è un dispositivo molto utile per praticare diversi sport, con 20 ore di durata della batteria, la funzione che traccia le distanze percorse, calcola ritmo e frequenza cardiaca, e va da polso alla bici in pochi secondi trasformandosi in un vero e proprio computer di bordo., Si avrà inoltre la possibilità di ottimizzare i propri allenamenti, e grazie alla connessione con il proprio PC , analizzare e modificare in base 5
  6. 6. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 alla propria scheda allenamento. Forerunner 310XT tracce con precisione la posizione satellitare GPS i dati e le registrazioni a distanza, ritmo, della frequenza cardiaca (opzionale), il potere di dati (da ANT + ™-enabled di terze parti potere metri) e molto altro ancora. GPS ad alta sensibilità e Hotfix ™ satellitare previsione media Forerunner acquisisce rapidamente i satelliti e le tracce vostro movimento, anche in prossimità di edifici alti o alberi sotto copertura. E l'uso innovativo ANT + ™ la tecnologia senza fili, Forerunner 310XT connette senza problemi a un monitor di frequenza cardiaca opzionale.  Garmin FR60, nuovo training watch Il Garmin FR60 e mentre ci si allena, il nuovo FR60, estremamente semplice da usare, calcolerà accuratamente il tempo, le calorie bruciate, il battito cardiaco e numerosi altri dati. Viene utilizzata la modalità wireless per il trasferimento dei dati ad un personal computer (sia esso PC o Mac) eviterà l’utilizzo di un cavo, che molto spesso va perso, e quindi grazie allo Stick USB ANT™ la gestione a tavolino dei propri allenamenti è rapida e immediata. Inoltre l’FR60 sfrutta la consolidata tecnologia ANT+™ per collegarsi agli accessori compatibili, come la fascia cardiaca o il Foot POD da applicare alle scarpe da corsa per controllare la velocità istantanea, la cadenza e la distanza percorsa. Inoltre, se l’attrezzatura della palestra (in particolare tapis roulant, spinning bike e cross trainer ellittici) è dotata di connessione ANT+, il FR60 dialogherà con l’attrezzatura stessa garantendo il controllo delle performance in ogni momento dell’attività fisica. E con Garmin Connect™ – il sito di allenamento online Garmin – i vantaggi del FR60 continuano anche nel dopo-allenamento. Tutti i possessori del nuovo Garmin e di una connessione internet potranno infatti caricare automaticamente i propri allenamenti, controllare i dati e condividerli con allenatori, amici e compagni di club, tutti uniti in una delle più importanti fitness community. 6
  7. 7. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 La Polar Leader mondiale nella produzione di Sport watch , offre una gamma vastissima di prodotti, differenziati per categorie che vanno da “Fitness-Cross Training, Running multisport, Ciclismo. Nella analisi seguenti analizzeremo i prodotti Top rispetto alla categoria di appartenenza, per maggior info consultare il sito www.polaritalia.it.  FT80 con sensore GPS G1  Modello top-categ. Fitness Dedicato a chi si personifica con il proprio allenamento e la propria forma fisica. L’FT80 è il miglior partner per i più entusiasti e devoti al fitness. Questo intelligente training computer ti aiuta ad ottenere la massima efficienza ed i massimi risultati sia per gli allenamento di forza che quelli aerobici, in più il suo disegn elegante e alla moda è perfetto sia durante l’esercizio fisico che per l’utilizzo quotidiano. Nella confezione trovi anche il sensore GPS G1 per misurare velocità e distanza in tutte le attività outdoor.  L’innovativa funzione specifica per lo svolgimento degli allenamenti di forza ti aiuta a perfezionare le condizioni del tuo corpo.  Il nuovo programma Polar STAR training fornisce obiettivi settimanali, si adatta alle tue abitudini di allenamento e ti guida negli allenamenti lasciandoti la massima flessibilità.  Il Fitness Test stima la tua forma fisica in soli 5 minuti.  L’FT80 visualizza le calorie bruciate durante la sessione di allenamento.  Include nella confezione l’accessorio Polar FlowLink™ per il trasferimento dei dati al sito polarpersonaltrainer.com 7
  8. 8. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 FT60 con sensore GPS G1 Prodotto dai prezzi più contenuti si colloca in una posizione più bassa rispetto al modello precedentemente analizzato, ma offrendo le principali funzioni e essendo dedicato ad un target amatoriale per quanto riguarda le proprie prestazioni fisiche. Il FT60 registra nuovi obiettivi adattandoli alle tue abitudini di allenamento, motivandoti e spingendoti a migliorare. Il programma contiene obiettivi settimanali, commenti e una guida per raggiungere il tuo ideale in maniera efficiente ed efficace. ANLISI SOFTWARE DI ALLENAMENTO La Garmin mette a disposizione un software “Training Center” che permette una volta terminato l’ allenamento di poter prendere il forerunner, e collegarlo al computer per visualizzare: percorso, battito cardiaco, pendenza del passo, cadenza e ritmo velocità, statistiche e molto altro. Possibilità di valutare autonomamente le sessioni di allenamento. Il software offre anche strumenti di analisi interattiva che ora consentirà anche agli utenti Mac di consultare su grafici le informazioni relative alle loro prestazioni, come ad esempio velocità, frequenza cardiaca, cadenza, quota e passo. Analisi 2 POLAR PROTRAINER 5 http://www.polaritalia.it/it/prodotti_polar/software_gestione_allenamneto/polar_protrainer5/ La Polar mette anch’essa a disposizione due Software di ausilio all’allenamento, uno è il “ Pro Trainer 5”. Allenamento da professionisti -Il Polar ProTrainer 5 è dinamico, avanzato e consente una conoscenza approfondita del proprio allenamento basandosi sui dati relativi alla frequenza cardiaca, la velocità, la distanza, il tempo di percorrenza e le variazioni di frequenza cardiaca. È molto semplice: pianificare, allenarsi, scaricare, analizzare e seguire il programma di allenamento. Suddivide il tutto in 5 step: Step 1: Pianificare: pianificare l'allenamento è essenziale: stimare l'intensità, impostare degli obiettivi, raggiungerli ed analizzare il progressivo miglioramento della propria forma fisica. Dopo aver pianificato le sessioni è possibile trasferirle all'unità da polso dove è sempre possibile modificare alcuni dettagli manualmente. 8
  9. 9. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 Step 2: Allenarsi: durante l'allenamento è possibile visualizzare sul display dell'unità da polso sei schermate differenti utili al monitoraggio della sessione. Ogni schermata è configurabile e personalizzabile per consentire una visualizzazione immediata delle informazioni ritenute più importanti. Impostando il segnale sonoro sarà facile allenarsi nella zona target Step 3: Upload/download: il software Polar ProTrainer 5 è assolutamente versatile. Si possono trasferire fino a 21 programmi di allenamento da PC a unità da polso (via porta infrarossi IrDA). Dopo l'allenamento è possibile effettua il download della sessione da unità da polso a PC al fine di analizzarla. Se non si possiede un computer dotato di porta infrarossi, si necessita dell'adattatore Polar IrDA USB 2.0. Step 4: Analizzare: per una analisi veloce ed immediata si può visualizzare il sommario della sessione di allenamento direttamente sull'unità da polso. Ma dopo aver trasferito i dati sul PC, grazie al software Polar ProTrainer 5 l'analisi diventa approfondita e dettagliata, per poter capire ogni aspetto del proprio allenamento. Ogni istante della sessione è estrapolabile e comparabile con altri istanti e con altre sessioni. L'analisi è facilitata dalla visualizzazione grafica di questi dati. Step 5: Seguire il programma: arrivati a questo punto è necessario mettere in pratica tutte le informazioni ed i suggerimenti elaborate dal ProTrainer . Grazie a questo software sarà possibile seguire i propri progressi nel tempo e seguire la propria storia. Dopo aver analizzato i seguenti prodotti abbiamo riscontrato dei limiti connessi alle tecnologie di supporto adottate per il fitness:  il programma di allenamento personalizzato può essere controllato, analizzato e modificato dall’utente solo a casa, collegandosi al proprio pc e non permette in tempo reale il monitoraggio della sessione di allenamento;  da quanto detto nel punto precedente si evince che i dispositivi offerti dalla garmin e dalla polar non hanno la possibilità di condividere dati, ma possono solo essere visualizzati dall’utente;  il centro fitness è un luogo dove avvengono fitte interazioni sociali e i dispositivi appena descritti non sono provvisti di software per la comunicazione tra utenti;  gli orologi, non essendo collegati ad un pda sull’attrezzo, sono sprovvisti di funzioni relative alle emissioni di feedback da parte dell’utente. 9
  10. 10. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 2-INFOTRAINER: OBIETTIVI, FUNZIONI E VANTAGGI L’obiettivo principale del sistema proposto è l’incremento dell’usabilità, concernente la facilità d’uso delle attrezzature, l’ottimizzazione del tempo, la gestione personale del proprio percorso di allenamento a breve e lungo termine e la customer care, realizzabile attraverso sistemi di ranking. Il personal trainer e il medico curante, grazie al nostro sistema, possono monitorare le prestazioni fisiche degli utenti. Il sistema si propone anche lo scopo di facilitare l’interazione sociale tra gli utenti. FEATURES INTERAZIONE UTENTE-UTENTE L’utente può interagire con gli altri in diverse modalità:  Comunicazione sincrona: possibile solo tra utenti che abbiano condiviso “l’amicizia” sul social network del centro fitness ed abbiano quindi acconsentito alla possibilità di comunicare o con tra personal trainer ed utente.  Comunicazione asincrona: con l’ausilio di un software di conversione vocale installato sul pda (per esempio Dragon Naturally Speaking Preferred 10 Italiano) l’utente può comunicare, il suo messaggio alla comunità il quale verrà visualizzato sul nostro grande schermo interattivo, stile twitter. 10
  11. 11. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 INTERAZIONE UTENTE-MEDICO CURANTE Grazie al nostro sistema Infotrainer, il controllo sulle condizioni fisiche degli utenti sarà costantemente monitorato dai propri medici curanti grazie alla visualizzazione delle informazioni biologici che dei parametri di allenamento via mail, previa autorizzazione dell’utente. INTERAZIONE UTENTE-SCHEDA ELETTRONICA L’utente, oltre ad usufruire dei carichi di lavoro consigliati dal sistema, può interagire con essa tramite dei feedback relativi allo svolgimento dell’esercizio (troppo basso,troppo alto, va bene) che andranno a sincronizzarsi con i dati ottenuti dai parametri biologici per adattarla all’utente ogni giorno di più. INTERAZIONE UTENTE-ASPETTI AMBIENTALI L’utente potrà dare feedback anche riguardo ad aspetti come la temperatura del locale, volume e genere musicale preferito e gradimento attrezzi-attività. PRENOTAZIONE CORSI L’utente può facilmente reperire sui pda e sul grande schermo le informazioni relative allo stato attuale dei corsi giornalieri (pilates,yoga, etc..) con relativi posti disponibili e, con un semplice clic, può effettuare la propria prenotazione. Il guanto infotrainer segnalerà, mediante una piccola vibrazione, l’imminente inizio del corso prenotato. STATO UTENTE Il guanto infotutor permette inoltre una sorta di comunicazione visiva delle proprie “intenzioni” mediante la visualizzazione di tre led colorati (verde: disponibile all’interazione, rosso: occupato, arancio: posizione intermedia tra le due precedenti). Lo stato utente è definibile e modificabile in qualsiasi momento della sessione d’allenamento. 11
  12. 12. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 12
  13. 13. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 ACQUISTO DI BENI E FRUIZIONE DI SERVIZI All’interno del centro-fitness l’utente munito del dispositivo Infotrainer potrà acquistare servizi (ad es. massaggi) e cibo-bevande al bar e dalle macchinette automatiche senza il bisogno di utilizzare contanti e il relativo addebito verrà effettuato direttamente sul c.c dell’utente. VANTAGGI I vantaggi offerti dell'uso di infotrainer vengono raggruppati nelle seguenti categorie:  integrazione di più oggetti in uno (classico guanto da palestra + cardiofrequenzimetro + badge+ chiavetta distributori automatici);  allenamento personalizzato intelligente senza aver bisogno di annotare/ricordare i carichi di lavoro delle sedute precedenti;  fornire esatte indicazioni per il corretto svolgimento delle attività;  monitoraggio in tempo reale delle condizioni fisiche dell'utente sia da partedell'utente stesso e dei personal trainer (funzione medica) e in modalità differita con il proprio medico curante;  possibilità di scaricare sul proprio computer via usb dati di profilo ed allenamento;  possibilità di interagire e ricevere feedback dal sistema, sia per quanto riguarda i carichi di lavoro (troppo pesante- va bene- troppo leggero) sia per quanto riguarda gli aspetti "ambientali" del locale (musica, temperatura, ecc);  risparmio di tempo sia all'ingresso del fitness club che nella fruizione delle attrezzature dello stesso;  possibilità di acquistare beni e servizi senza contante;  indicazione di uno status utente che comunichi agli altri la propria volontà di interagire con gli altri (funzione sociale);  possibilità di parlare via voip con i p.t. in tempo reale;  possibilità di prenotare attività di gruppo (pilates, yoga, squash, spinning) ed  essere avvisati (i.e. con una vibrazione) dell'imminente inizio delle attività desiderate. 13
  14. 14. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 3-COMPONENTI E SCENARIO TIPO DESCRIZIONE DEL SISTEMA Il nostro sistema è composto dei seguenti elementi e funziona grazie all’interazione tra essi.  Guantini  Attrezzo  Smheart link  Palmari  Grande schermo interattivo  Social network GUANTINO Il guantino Infotrainer, che si adatta come una seconda pelle si propone di fondere l’utilizzo del normale guanto da palestra con quello di un vero e proprio personal trainer virtuale, con misurazione di polso senza fascia toracica, oltre che fungere anche da badge e chiavetta. La rotella posta sul guanto fungerà da cursore per poter esplorare ed interagire con l’interfaccia del pda. Il design ergonomico del guanto Infotrainer permette la misurazione delle pulsazioni senza dover necessariamente indossare una scomoda fascia toracica, senza fili scoperti e senza accessori scomodi, in grado di misurare il flusso sanguigno in appena 2 secondi. I valori misurati sono visualizzati su uno dei quadranti visualizzati sul display del pda. 14
  15. 15. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 Il misuratore può essere rimosso per consentire il lavaggio del guanto. Caratteristiche tecniche :  Wi-fi
- Pulse con sensore ottico al dito
- Senza fascia toracica -  Consumo di calorie in Kgcal - Allarme e/o vibrazione impostabile -  Design ergonomico - Materiale traspirante per il massimo comfort  Rotella di navigazione  GPS SirfStar III (con tecnologia AGPS)  Led colorato  Tag rfid integrato  ingresso usb ATTREZZO Esistono attrezzi digitali che fanno al caso nostro ( Technogym wireless smartkey system) che supportano la memorizzazione, l’elaborazione e la trasmissione di informazioni ad altri dispositivi elettronici. La velocità di trasmissione dati è alquanto elevata. 15
  16. 16. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 SM HEART LINK SMHeart Link wireless funziona come un ponte che raccoglie i dati da una varietà di sensori. Nel nostro caso esso riceverà i dati dei carichi di lavoro di ogni singola attrezzatura e i dati fisiologici dell'utente tramite il guanto Infotrainer utilizzati per inviarli al nostro PDA tramite Wi-Fi. Misura 3,5 pollici x 1,5 pollici x 0,5 pollici di dimensione. 16
  17. 17. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 PDA Il PDA del nostro sistema navig l'utente attraverso le funzioni e i servizi che Infotutor offre. Da qui sarà possibile visualizzare le sei funzioni principali. 17
  18. 18. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 I contenuti 3d del virtual trainer di infotrainer rispettano gli standard X3d e H-Anim. Le animazioni sonostate modellate con lo strumento H-Animator e visualizzato sul PDA conil player MobiX3D.un processore grafico Intel 2700G con 16 MB di RAMvideo. Le caratteristiche del nostro dispositivo sono:  7 pollici TFT LCD WinCE PC;  Piattaforma operativaWinCE 5.0;  A/V input;  Memory with SD Card;  2 USB input (1 USB for mouse and keyboard, 1 USB for PDA);  Altoparlante integrato;  Multi-language OSD;  MP4 Media Player;  Acoustic FM  emission: 78-108MHZ;  Wlan/Wifi: 802.1.1(optional);  LAN: 10/100 Mbps(optional);  Display  Screen: 7’’ TFT LCD  High Resolution: 800�480 (1,152,000) pixels  Windows CE 5.0  CPU: Samsung S3C2410A, 266MHZ  Memory: 64MB Flash ROM 64 MB SDRAM  Multimedia Data Storage: SD card/USB Flash memory  Expansion Slot:: SD card,  support SD/IO(Up to 4GB)  Transfers Surface: USB 1.1(USB Host and Devide)  Speaker: 1W  Working Temperature: -10-65oC  Storage Temperature: -25-80oC  Power Supply: AC to DC 12V  Dimensioni (mm): 188L*114W*35H 18
  19. 19. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 GRANDE SCHERMO INTERATTIVO Il nostro grande schermo interattivo ( i.e. Panasonic Life Wall) è posizionato nei pressi reception del centro- fitness. Da qui sarà possibile osservare le zone di maggiore affluenza del centro,reperire informazioni su servizi ed attività e visualizzare i messaggi lasciati in “bacheca” dagli utenti. L’interazione con lo schermo avviene mediante touch screen. Si tratta di un display portato all'estremo e che diventa grande come l'intera parete un vero e proprio sistema interattivo capace di visualizzare dati di ogni tipo. L'utente può interagire facilmente con gli elementi mostrati a schermo: informazioni sui corsi, stato delle prenotazioni, web, informazioni alimentari e curiosità, per offrire contenuti personalizzati contemporaneamente anche per più persone. Inoltre qui verranno visualizzati i messaggi in bacheca degli utenti. 19
  20. 20. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 SOCIAL NETWORK La gestione dei contatti e quindi delle possibili interazioni tra utenti viene realizzata tramite la fruizione del social network on line. Grazie ad esso sarà possibile,per aggiungere tra i “propri amici” i contatti, inviare delle richieste di amicizia, le quali potranno essere confermate o meno dagli utenti. In seguito, una volta creata la lista di amici, l’utente, con gli strumenti a sua disposizione, potrà interagire con essi (visualizzare,invitare,parlare con amici). E’contemplata inoltre la possibilità di bloccare gli utenti indesiderati. 20
  21. 21. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 SCENARIO TIPO I soggetti interessati all’iscrizione in un centro fitness, dopo aver sostenuto dal proprio medico curante delle visite mediche specializzate, verranno forniti di un profilo utente, in cui vengono raccolti i dati biologici necessari per calcolare i parametri di training. I suddetti parametri di training e i dati relativi a peso, altezza ed età dei soci consentiranno al sistema di stilare un programma personalizzato adatto alle caratteristiche atletiche ed all’obiettivo desiderato dal piano di training stesso. Si ottiene così un profilo utente e viene consegnato il dispositivo infotrainer sul quale è memorizzato che permetterà di guidare lo sportivo step by step all’interno del centro fitness. All’entrata del centro fitness il dispositivo viene riconosciuto mediante tag rfid, incluso nel guanto, e permette l’accesso alle attrezzature da parte dell’utente iscritto. Dopo essere entrato nel centro fitness, il socio, grazie all’ausilio di uno schermo posizionato nell’ingresso del locale, può visualizzare la situazione esistente nella sala degli attrezzi (attrezzi liberi, affollamento e stato prenotazione corsi). 21
  22. 22. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 Il sistema, grazie al riconoscimento effettuato del guanto mediante tag rfid, rileva la presenza del socio iscritto e la relativa scheda utente. L’utente così può apprestarsi ad iniziare la propria seduta personalizzata. Arrivando all’attrezzo l’utente visualizzerà sul pda (collegato all’attrezzo mediante braccio telescopico). Il pda è dotato di una webcam e di un microfonino che supportano la comunicazione tra utenti sia simultanea che in formato post. Un menu che lo guiderà attraverso le varie funzioni del sistema; le sei sezioni sono: setting; exercise; communication; booking; buy; feedback. All’interno di questo menu è possibile navigare grazie alla rotellina presente sul guanto: ruotandola ci si sposta tra le vari sezioni, premendola solo una volta, premendola due volte consecutive o tenendola premuta per 3 secondi è possibile fornire gli input al sistema. Nella sezione setting sono presenti le impostazioni generali utili all’utente per la corretta fruizione del servizio: modi d’uso, gestione scheda elettronica, etc.. Nella sezione exercise potremo visualizzare i consigli di training calcolati e proposti (es. per quest’attrezzo eseguire tre serie da 15 kg), interagire con essi ( i carichi d’allenamento possono essere giudicati dall’utente secondo tre opzioni: troppo bassi, troppo alti, va bene) oltre a poter usufruire di una breve dimostrazione 3d su come poter eseguire correttamente l’esercizio. 22
  23. 23. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 Nella sezione booking l’utente può visualizzare lo stato delle prenotazione dei corsi giornalieri ed effettuare la propria. Il nostro dispositivo, essendo dotato di vibrazione, potrà fungere da promemoria all’utente per l’inizio imminente del corso prenotato. Da qui, grazie alla tecnologia Voip, sarà possibile chiamare il personal trainer per avere consigli e suggerimenti in tempo reale. Nella sezione buy l’utente potrà visualizzare prezzi di prodotti e servizi offerti dal centro fitness, con relativo stato del carrello e della spesa totale. Per l’acquisto di prodotti al bar basterà che l’utente passi il proprio guanto in prossimità del sensore al banco. Il sistema provvederà in modo automatico ad addebitare gli importi sul c/c dell’utente. Nella sezione feedback l’utente, secondo un sistema di ranking (da zero a cinque stelline, stile i-tunes), può esprimere i propri giudizi riguardo a attrezzature, temperatura, genere musicale e efficienza e competenza del personale del centro fitness. 23
  24. 24. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 PRIVACY Per quanto riguarda le problematiche relative alla privacy (diritto alla riservatezza delle informazioni personali e della propria vita privata) si riconosce il diritto alla privacy dell'individuo come indiscutibile strumento per la salvaguardia della sua libera e piena autodeterminazione, conformemente ai principi espressi nel d.lgs 196/2003 sulla tutela delle persone ed altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Partendo da queste considerazioni l’utente potrà decidere in qualsiasi momento se utilizzare o meno il sistema Infotrainer e quali informazioni personali potranno essere trattate, sia per quanto riguarda le interazioni con gli altri utenti che il trattamento dei dati personali-biologici nel controllo ed elaborazione della scheda elettronica. 24
  25. 25. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 4-INFOTRAINER-TECNOLOGIE Il nostro dispositivo utilizza la tecnologia ultrawideband (UWB), un protocollo di trasmissione wireless di dati. Con il termine ultrawideband si indica una tecnologia sviluppata per trasmettere e ricevere segnali mediante l'utilizzo di impulsi di energia in radiofrequenza di durata estremamente ridotta (da poche decine di picosecondi a qualche nanosecondo). Questi impulsi sono rappresentati da pochi cicli d'onda in radiofrequenza e quindi la forma d'onda risultante è estremamente larga che permette di raggiungere una banda dell'ordine di gigabite attraverso emissioni alla frequenza di 4 gigaHertz con una potenza elettrica dell’ antenna di decimi di watt. Essa può essere utilizzata come antenna omnidirezionale o comunque a largo angolo di copertura per distanze brevi, fino a 10 metri, come sistema GPS per la localizzazione di oggetti, mediante triangolazione in antenna e etichette RFID poste sugli oggetti. In alternativa, viene utilizzata in antenne direzionali con trasmissione su lunghe distanze. I nostri pda sono a doppio processore, gli elementi di elaborazione sono rappresentati da un processore in banda base e da un coprocessore specifico, come ad esempio un processore multimediale o application processor (processore applicativo). I due processori operano in maniera indipendente e ciascuno è preposto allo svolgimento di compiti specifici. Il processore in banda base agisce alla stregua di un modem RF, mentre l’application processor fa girare il sistema operativo e gestisce le varie applicazioni multimediali. I più diffusi sistemi operativi come ad esempio Linux, Symbian e Windows CE/Mobile richiedono la presenza di un application processor con notevoli capacità di elaborazione in grado di gestire segnali audio, video e standard di comunicazioni wireless come Wi-Fi e Bluetooth. Nella figura sottostante è raffigurato un esempio di flusso di dati. I dati vocali e multimediali arrivano all’antenna collegata al processore in banda base: questi dati vengono quindi pacchettizzati e inviati all’application processor. Quest’ultimo memorizza i contenuti multimediali in un file system oppure li visualizza e li diffonde in tempo reale. 25
  26. 26. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 26
  27. 27. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 DIAGRAMMA SISTEMA Home pc medico curante Diffusori Software di gestione Social network Grande schermo Reception PDA Personal trainer Guanto Attrezzo altro utente Utente 27
  28. 28. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 DIAGRAMMA INFOTRAINER Training menu User inteface Setting module Context analizer Booking Exercise module Comunication External module input Feedback KB User model Buy Knowledge 28
  29. 29. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 DIAGRAMMA INFOTRAINER 29
  30. 30. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 DIAGRAMMA UTENTE Utente entra non è in palestra non lo sa contento fare fa l'esercizio viene riconosciuto voip tag rfid inizia a lo sa fare far spinning chiede aiuto al p.t. indossa il guanto si prenota azioni non li trova possibili vuole andare ad un corso manda messaggio cerca inizia la sessione in bacheca (twitter) i suoi di allemento sull'attrezzo compra "amici" prodotti trova gli amici bar-distributori vuole sapere automatici la corretta postura per svolgere l'esercizio addebito la vibrazionbe sul c.c avvisa l'utente attività gradita usufruisce del tutorial gioca il carico è ritento adeguato gestione e decisione aziendale scheda utente 30
  31. 31. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 5-USER SCENARIO E CONFRONTO CON GLI UTENTI COINVOLTI INFOTUTOR - UTENTI Possibili utenti del sistema: “ Info Trainer” Utente 1 : Stefano,31 anni , nato a Napoli , Laureato in Scienze Statistiche, presso l'Università degli studi di Bologna , lavora presso Unicredit Banca, di Milano ,a gennaio 2009 è stato nominato,responsabile per un nuovo progetto di controllo e sviluppo di sistemi gestione rischi. La nuova carica ed il nuovo lavoro , portano via molto tempo, di conseguenza il lavoro d'ufficio e la vita sedentaria hanno fatto si che Stefano, mettesse su qualche chilo di troppo,ma sopratutto si è reso conto che nel fare piccoli movimenti della quotidianeità, riscontrava alcuni problemi respiratori, e una certa fatica fisica. A questo punto su consiglio del medico di base si rivolge ad un Cardiologo per effettuare delle analisi specifiche e farsi consigliare., Viene visitato dal , Dott. Silvano , che prima di tutto fa un Check-up completo, poi una volta ottenuti i risultati decide di Prescrivere una dieta alimentare, imponendo una riduzione del numero di sigarette fumate,causa principale dei problemi respiratori, e poi obbliga il giovane Stefano (31) a svolgere settimanalmente attività fisica. Stefano rendendosi conto della sua giovane età, decide di modificare il suo stile di vita, e riprendere a fare attività fisica, pertanto decide di iscriversi presso un Centro Fitness, Virgin Active, una struttura moderna che offre moltissimi servizi. Quando effettua l'iscrizione presso il Centro, viene in contatto con Info trainer, un dispositivo di supporto Training, che svilupperà una scheda Allenamento Personalizzata , tenendo conto, 31
  32. 32. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 dei vari parametri dell'Utente, Peso-massa corp-altezza, ma include anche la dieta imposta dal Cardiologo, che a sua volta grazie potrà ricevere una mail, comprendente un File exel, con tutti i valori relativi ad ogni singola sessione di allenamento,dalla quale potrà monitorare il suo paziente. Utente 2 : Simona 30 anni, Personal Trainer, laureata in Scienze Motoriebpresso l'Università La Sapienza di Roma, vive a Milano ed è una dei 30 componenti dello staff , di un grande centro Fitness, il Virgin Active, che vanta un numero altissimo di iscritti, intorno ai 1000 utenti l’anno. Come tutti i centri Fitness, nei mesi che anticipano la stagione estiva , dato l’elevato numero di nuovi iscritti, Simona si trova a dover seguire il doppio, delle persone che segue durante l’anno. Nelle fasce orarie con maggiore affluenza di Utenti non riesce a monitorare l’attività, e il corretto svolgimento degli esercizi. Simona è una dei responsabili del Centro, la sua attività primaria, prevede che sia lei insieme ad altri 4 Personal Trainer, ad offrire al nuovo iscritto del centro,una serie di consigli e utili indicazioni. Sarà proprio lei a proporre per chi lo volesse l'Utilizzo del dispositivo Info-Trainer col quale i nuovi iscritti svilupperanno la scheda personale di allenamento e saranno in grado di interagire con i Personal Trainer. Utente 3: 32
  33. 33. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 Dott.re Silvano, nato ad Abbiate Grasso, Laureato In Medicina presso L’Università degli Studi di Milano, Specializzato in Chirurgia, lavoro presso l’Ospedale Luigi Sacco di Milano. Data la sua grande passione per lo sport, ha da sempre svolto l’attività di consulente , per diversi staff di società sportive. Alcune volta capita che egli non riesca a seguire e monitorare con continuità alcuni dei suoi pazienti, a volte persone che non hanno problemi derivati da patologie cardiopatiche di rilevante entità , ma soltanto soggetti i quali devono seguire una corretta dieta alimentare, e tenersi in forma. Da alcuni mesi, sta seguendo Atleti, che Utilizzano il Dispositivo Info Trainer , col quale egli riesce a monitorare e analizzare le schede personalizzate di ogni singolo,Atleta. Grazie ad una semplice mail, con allegato un file in Excel puo avere una visione completa, intervenire direttamente sulla schede, indicando i parametri che ritiene siano sbagliati. Il Dott.re Bernardino , con questo tipo di tecnologia può monitorare e seguire , anche normalissimi sportivi amatoriali. 33
  34. 34. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 Sergio, 44 anni, direttore marketing, laureato in Economia presso l’Università di Milano Bicocca svolge presso la direzione del centro fitness importanti mansioni riguardanti le decisioni aziendali. Il suo compito è anche quello di rendere il centro fitness usabile, di alto gradimento e stare al passo coi tempi per quanto riguarda l’innovazione tecnologica disponibile sul mercato. Sergio e i suoi collaboratori mediante questionari (semestrali) cercano di comprendere il grado di soffisfazione degli utenti del centro fitness, ma con risultati poco significativi. Con l’implementazione di Infotrainer potrà ricevere continui feedback dagli utenti, i quali, possono portare la azienda ad intervenire per modificare il contesto secondo le preferenze e la soddisfazione dell’utente. INFOTRAINER – SCENARI DI UTILIZZO DEL DISPOSITIVO Utenti:  Bancario  Personal Trainer  Cardiologo  Direttore Marketing del centro fitness Scenario 1 Bancario Giovedì, 14 giugno ,Stefano alle ore 18 esce dal lavoro per recarsi in Palestra,la sua scheda Personale, sviluppata precedentemente con il dispositivo Info Trainer , prevede 2/3 sessioni di allenamento, nella quali svolge le diverse tipologie di esercizi con l’ausilio dei macchinari appositi. Su tutti questi macchinari,troverà posizionato un PDA, dove potrà visualizzare tutte le informazioni di cui necessita. 34
  35. 35. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 Nella sua scheda sono consigliate delle sedute di Pilates-Yoga da alternare ai normali allenamenti. Stefano ha sviluppato il suo piano allenamenti dopo aver effettuato analisi e visite , dal dott.re Bernardino, un Cardiologo che si occupa prevalentemente di sportivi, e praticanti amatroiali di Fitness. Grazie al dispositivo Infotrainer , alla fine della sessione di allenamento stefano invierà una mail al suo Cardiologo, che verrà poi valutata. Il giovedì Stefano termina le due sessioni previste dalla scheda, e deve preoccuparsi di integrare una seduta di Pilates o Yoga per il giorno successivo, questa operazione la gestirà comodamente dal PDA , entrando nella sez. Booking, dalla quale valuterà in base agli orari e disponibilità posti se partecipare o meno, scegliendo di prenotare direttamente, ci penserà poi Il Dispositivo a comunicare l’avvenuta prenotazione. La prenotazione verrà visualizzata anche dal personale della palestra, che ha la possibilità tramite un PC collegato al dispositivo Info Tutor, in Wireless, di visualizzare gli Utenti che effettuano prenotazioni, e controllare l’andamento dei loro allenamenti. Scenario 2| Personal Trainer Giovedì, ore 19, 30 Milano Virgin Active, Simona Personal Trainer ricopre il ruolo di supervisore, che prevede sia l’attività di controllo e ausilio agli sportivi presenti nella sala attrezzi in caso di difficoltà riguardanti lo svolgimento degli esercizi , sia di monitorare i progressi e i risultati ottenuti dagli Utenti stessi. Simona, cerca di dedicare una maggiore attenzione ai nuovi iscritti, o comunque soggetti che da poco tempo svolgono attività fisica presso la Virgin. Grazie al pc collegato al dispositivo Info Tutor , verifica la scheda di Stefano, che è giunto alla sua quarta settimana, di allenamenti, e nota , che Stefano ha sostenute ben 2 sessioni di Yoga prenotandosi per il giorno successivo, scelta sbagliata da parte di Stefano, in quanto avrebbe dovuto già dalla volta precedente alternare Yoga e Pilates, bisogno dettato dalla sua scheda Personale. A questo punto Simona grazie alla funzione Voip, del dispositivo Info Trainer , che permette di comunicare con gli utenti, contatta Stefano, impegnato alla Cyclette, e gli comunica che dovrà effettuare un cambio 35
  36. 36. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 prenotazione,Stefano dal canto suo riceve l’informazione e a malincuore, tramite il PDA posto sull’attrezzo, sposta la prenotazione dal corso di Yoga previsto per il giorno successivo ad una di Pilates. Scenario 3| Cardiologo Silvano, è un cardiologo ed ha in cura Stefano , che si è rivolto a lui per alcuni malori che manifestava. L’Utilizzo del dispositivo Info Trainer, permette a Silvano di essere aggiornato in modo scientifico sulla situazione del suo paziente. Questo processo avviene tramite l’invio di una mail, che contiene sottoforma di File Excel tutti i valori e i parametri relativi alla scheda personale di Stefano, aggiornando ogni giorno la mole di dati, prodotti dopo una sessione in Palestra o lo svolgimento di attività inerenti. Milano, venerdi ore 9.00, Silvano oggi non presta servizio presso la struttura ospedaliera L. Sacco di Milano dove lavora, ma riceve in Studio privatamente. Come tutti i venerdì, controlla la situazione del suo paziente Stefano, e in base ai dati ricevuti tramite mail, si rende conto che dalle sessioni di allenamento,svolte durante la settimana, ci sono dei valori negativi per quanto riguarda l’affaticamento del cuore durante lo svolgimento di un determinato esercizio, la Cyclette. Questa anomalia, analizzando i dati è riconducibile ad un maggior numero di kilometri percorsi, da Stefano, che non si è attenuto scrupolosamente alla scheda, provando a strafare. L’anomalia si è verificata nel corso della settimana due volte. Sia nella sessione di martedì che in quella di giovedì, e ha comportato anche delle conseguenze, in quanto dai dati emerge che , negli esercizi che avrebbe dovuto sostenere successivamente alla cyclette, dato l’elevato carico di lavoro a cui ha sottoposto il suo fisico prima, non venivano effettuate le serie di esercizi previsti dalla scheda. A questo punto Silvano contatto il suo paziente Stefano al quale illustra la situazione e con il quale concorda le modifiche da apportare durante i suoi allenamenti. Abbiamo descritto in modo sintetico ed esplicativo il sistema proposto ad alcuni utenti e di seguito vengono riportate le testimonianze più significative. 36
  37. 37. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 “Sarebbe utile poter avere consigli su quanti chili caricare direttamente dal sistema” Stefano, 28, sportivo. “Mi piace l’idea di non dover fare la fila per poter prenotare i miei corsi” Daniela, 32, sportiva. “Potrebbe essere utile la funzione di tutorial 3d, in modo da alleggerire il carico di richieste di informazioni da parte degli utenti” Sergio, 30, personal trainer. “Mi arrivano direttamente sulla mail i file excel degli andamenti biologici dei miei pazienti?Sarebbe fantastico!” Enrico, 51, medico. “Rispondere in tempo reale a distanza ci farebbe risparmiare un sacco di tempo, sia a noi che agli utenti” Paola, 25, personal trainer. “Il palinsesto di diffusione audio è monotono, giusto poter dare dei feedback sui generi” Yuri, 20, sportivo. CONCLUSIONI Il sistema infotrainer si presenta come un servizio unico ed innovativo, volto ad integrare più funzioni in un unico sistema.Alcune delle funzioni da noi utilizzate (riconoscimento utente rfid e scheda elettronica utente) vengono già utilizzati in sistemi simili in una catena di centri fitness di Tokyo, anche se non vi è la possibilità di interagire direttamente col sistema tramite i feedback da noi prrevisti. Questo permette infatti di rendere il sistema user-adaptive al 100%, potendolo personalizzare ogni giorno di più in base alle esigenze dell'utente come singolo e di aspetti riguardanti la collettività. La comunicazione utente-personal trainer potrà alleggerire il carico dei personal trainer (per le semplici richieste di informazione potrà essere utilizzata la videochiamata) ed ottimizzarne la gestione, rendendoli disponibili per altre attività. Funzioni come la comunicazione tra utente-utente e tra utente-collettività potrebbero non essere utilizzate a pieno dalle tipologie di utente più tradizionali, ne deriva comunque un aspetto interessante dal punto di vista tecnologico, comunicativo e di interazione. Di indubbia utilità invece è il servizio di prenotazione delleattività, evitando code, perdite di tempo ed eventuali discussioni tra gli utenti più "determinati". 37
  38. 38. PROGETTO I-TRAINER I-Trainer,Interaction Design 09 TTC Università ,Milano Bicocca Progetto a cura di: D.Carollo,F.DiDonato,G.Repola 2009 Il sistema crea anche la possibilità di controllo medico a distanza, particolarmente utile per i pazienti a rischio, con la possibilità di inviare direttamente via mail i propri tabulati al proprio medico curante. Per concludere i sistemi di ranking per la valutazione della customer satisfaction potrà permettere alla direzione del centro fitness di conoscere a fondo le preferenze dei propri utenti per muoversi nelle dovute direzioni per quanto riguarda le decisioni aziendali. L'implementazione del sistema, anche se molto impegnativa economicamente, è possibile, e la possibilità di soluzione della maggior parte dei problemi attuali con un unico sistema potrebbe essere ciò che potrebbe far controbilanciare l'ago della bilancia. 38

×