Il Sublime e il Romantico

2,370 views

Published on

Un breve percorso didattico sulle possibilità di Power Point

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,370
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il Sublime e il Romantico

  1. 1. Caspar David Friedrich Giacomo Leopardi Fryderyk Chopin Il Sublime e il Romantico Inizia il percorso 
  2. 2. Il Sublime e il Romantico Scegli il percorso Caspar David Friedrich Giacomo Leopardi Fryderyk Chopin
  3. 3. Il viandante nella nebbia Friedrich su Wikipedia Il paesaggio e la lontananza come effetti del sublime Caspar David Friedrich Il sublime e il romantico
  4. 4. La natura ostile e lo sguardo dell’uomo, ancora di spalle, sospeso nell’ignoto. Friedrich su Wikipedia La rappresentazione della natura non concede più spazio ad un paesaggio ideale o rassicurante. Friedrich su Wikipedia Caspar David Friedrich Il sublime e il romantico
  5. 5. “ Interminati spazi … sovrumani silenzi … profondissima quiete” La figura retorica utilizzata è una climax ascendente. Figure retoriche: Climax Giacomo Leopardi Il sublime e il romantico A ciò che ho detto altrove delle voci ermo, eremo, romito, hermite, hermitage, hermita ec. tutte fatte dal greco  erhmoj , aggiungi lo spagnuolo ermo, ed ermar (con ermador ec.) che significa desolare, vastare, appunto come il greco  erhmow . (3. Ottobre. 1822.). Queste voci e simili sono tutte poetiche per l’infinità o vastità dell’idea ec. ec. Così la deserta notte, e tali immagini di solitudine, silenzio ec. Giacomo Leopardi, Zibaldone [2629] http:// it.wikisource.org / wiki /Zibaldone/2629 Giacomo Leopardi nel ritratto di Luigi Lolli (1826) L’infinito
  6. 6. Giacomo Leopardi Il sublime e il romantico Una biblioteca come luogo d’infanzia. Questa potrebbe essere in sintesi, la storia della formazione letteraria di Giacomo Leopardi. Il poeta definì questo periodo come “sette anni di studio matto e disperatissimo”, durante i quali egli maturò una complessa e articolata posizione letteraria e filosofica: quella di un classicismo critico, problematico, aperto alle suggestioni romantiche. La Biblioteca Alcuni dei volumi della biblioteca erano ritenuti “proibiti” e custoditi in un apposito scaffale chiuso a chiave. Il padre Monaldo temeva infatti che le idee contenute in quei libri avrebbero potuto incidere negativamente sulla formazione dei figli. La biblioteca di Leopardi Più volte nelle sue lettere Leopardi ebbe modo di ricordare con orgoglio l’importanza e la vastità della sua biblioteca. Ricca di circa 16.000 volumi, essa costituì anche una fonte di dissidio familiare, in quanto il padre Monaldo dissipò, nell’acquisto dei libri, gran parte del patrimonio economico, la cui amministrazione passò infatti nelle mani della moglie Adelaide Antici. La biblioteca di Leopardi
  7. 7. Il testo definitivo della poesia inizia invece diversamente: “Silvia, rimembri ancora …” Perché? Cosa è successo nel frattempo? Che cosa ha indotto Leopardi a modificare il testo? Leopardi, Canti [Testo] Leopardi, A Silvia [Commento] Il “limitare di gioventù” è il momento in cui dall’età dell’adolescenza – piena di speranze e di aspettative – si passa nell’età giovanile, quando queste speranze dovrebbero avverarsi in un progetto di vita felice che tuttavia viene stroncato, nel caso di Silvia, da una malattia incurabile e per lei fatale. Leopardi, A Silvia [Commento] Giacomo Leopardi Il sublime e il romantico La poesia A Silvia fa parte di un gruppo di liriche composte da Leopardi durante il suo ultimo soggiorno a Recanati. I cosiddetti “canti pisano-recanatesi” vennero composti tra il 1828 e il 1830, quando il poeta tornò nel paese natale in seguito alla morte di Luigi, il più piccolo dei fratelli. Le poesie hanno in comune il ruolo determinante della memoria dell’infanzia e una struggente, amara consapevolezza dell’esistenza. A Silvia
  8. 8. Giacomo Leopardi nel WEB Giacomo Leopardi Il sublime e il romantico

×