Scuola Informa Dicembre
2012
Anno XIV
Galatina
Noha
Istituto Comprensivo POLO 2
I.C. POLO 2 GALATINA
Una scuola per cresce...
salutano i genitori per iniziare questo
nuovo viaggio insieme. I genitori emozio-
nati e sorridenti ‘salgono’ anche loro s...
SCUOLA DELL’INFANZIA DI VIA ARNO E VIA MONTECASSINO
“LA VENDEMMIA A SCUOLA CON I NONNI”
La legge 3131 ha istituito da vari...
"Un tuffo nella preistoria" è il risulta-
to di un'attività interdisciplinare tra
storia e lingua italiana. Gli alunni del...
«Suor Felicita in visita al Polo 2 di Galatina»
zione "Cantiere dei Valori"
che aiuta i ragazzi a vivere me-
glio. Gli alu...
6 Biblioteca Giona
La Biblioteca Scolastica GIONA, presidio de...
7 Biblioteca Giona
el libro, una risorsa per la scuola con ......
2 Biblioteca
Per il quinto anno consecutivo nella
nostra s...
CUOLA inFORMA                         9 
I diritti, studiati e vissut...
10 Sii viaggiare
Il mare, luogo di esplorazione e scoperte
ALLA SCO...
 11 Continuando insieme
«INVALSI? NO PROBLEM 1»
Corso Pon di Matema...
“SCUOLA INFORMA 2011”
PREMIATO DALLA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
Il 16 ottobre 2012 il Giornale Scolastico
“Scuola InForma
20...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Giornale Scolastico "Scuola Informa" - A.S. 2012/13

1,106 views

Published on

Giornale Scolastico "Scuola Informa" 2012/13 dell'Istituto Comprensivo Polo 2 di Galatina (Le). Docente referente Dott.ssa Ada Vantaggiato

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,106
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Giornale Scolastico "Scuola Informa" - A.S. 2012/13

  1. 1. Scuola Informa Dicembre 2012 Anno XIV Galatina Noha Istituto Comprensivo POLO 2 I.C. POLO 2 GALATINA Una scuola per crescere insieme nell’AUTONOMIA per la QUALITA’ Premiazione nei locali del Relais “Reggia Domizia” di Manduria (TA) «MENZIONE SPECIALE AL POLO 2» Assegnata dall’ITIS di Sava la Menzione Speciale del Concorso Regionale “Racconta il tuo Pon” Aiuti al Kenya «Beneficenza nelle scuole, con Suor Felicita» Cibo e giochi per i bambini del Kenya Il 19 Novembre 2012 suor Felicita ha fatto visita alla scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Polo 2 di Galatina per promuovere l’iniziativa benefica a favore dei bambini poveri e malati del Kenya. Suor Felicita ha fatto “conoscere” con un video i bambini bisognosi che aiuta in Kenya, ed ha raccontato la storia della sua vocazione e della sua vita da suora. Poi ha risposto alle numerose domande fatte dagli alunni. Inoltre ha spiegato il suo piano di raccolta di cibo e di giochi da donare ai bambini del Kenya. Speriamo di far sorridere anche i più poveri. Luca Congedo Buone pratiche da raccontare BUONA PRASSI D’INTEGRAZIONE “Fabbricastorie … riciclan- do” PUBBLICATA sulla rivista pedagogico-giuridica “L’integrazione scolastica e sociale”, Trento Erickson. Il progetto si è articolato intorno all’idea del NOME come porta- tore di senso, punto di ancorag- gio e di partenza della propria identità, luogo del conoscere e del sentire, all’interno del quale collocare ricordi e racconti. La Biblioteca Scolastica Giona nell’a.s. 2011-12 ha vinto il PRI- MO PREMIO, partecipando al progetto “AMICO LIBRO” indetto dal Ministero della Pub- blica Istruzione, per favorire la cultura del libro nelle scuole ed accrescere l’amore per la lettura. «1° PREMIO ALLA BIBLIOTECA SCOLASTICA GIONA COL PROGETTO AMICO LIBRO» AMICO LIBRO, un Progetto Ministeriale per accrescere l’amore per la lettura PAGINA 6PAGINA 5 partecipando al Concorso Regionale “Racconta il tuo Pon”, organizzato dall’ITIS - Liceo Scientifico “Oreste del Prete” di Sava, Taranto. La pre- miazione riguarda il Pon di Scienze “Alambicchi e Filtri 2”, così moti- vata : “I concetti scientifici sono elaborati in modo semplice ed efficace; la documentazione degli esperimenti, dal galleggiamento dei corpi, all’energia delle pale eoliche e al riciclo della carta, risulta ricca ed esemplare”.Il 27 aprile 2012, la nostra scuola ha ricevuto una MENZIONE SPE- CIALE attestata da un’apposita targa, La Dirigente Dott.ssa Eleonora LONGO durante la premiazione del Concorso “RACCONTA IL TUO PON”. Consegna la targa il Dirigente Scolastico Prof. Alessandro PAGANO . PAGINA 7 PAGINA 5 «GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI» Il podio per gli alunni della secondaria di Noha PAGINA 7 provinciale dei Giochi Sportivi Studente- schi. Si è svolta a Lecce l’1 giugno 2012 la IX Festa Provinciale dello Sport Scolastico Salentino. In questa occasione c’è stata la premiazione delle squadre che si sono classificate ai primi tre posti della fase PAGINA 9 La strada della legalità Incontro con Salvatore Borsellino «INCONTRO CON L’AUTORE» PAGINA 7 «DIRITTOALLOSPORT… FACENDOLACITTA’» Gli alunni si esibiscono in eleganti coreografie al Palazzetto dello Sport PAGINA 9
  2. 2. salutano i genitori per iniziare questo nuovo viaggio insieme. I genitori emozio- nati e sorridenti ‘salgono’ anche loro sul treno del Polo 2, dimostrandosi convinti del grande senso di responsabilità e con- divisione che il percorso formativo del loro figlio esige, per farlo crescere e for- marsi in “armonia”. di drammatizzazione, canti, giochi motori e giochi didattici con la LIM, che hanno diverti- to ed entusiasmato grandi e piccini. Le attività proposte, ricche e articolate, si sono rivelate funzionali a quella che è la finalità principale del pro- getto continuità ossia favorire lo star bene a scuola e prevenire il disagio fin dai primi giorni, nel nuovo grado di scuola. SCUOLA inFORMA2 Accoglienza e Continuità Le vacanze sono finite e le porte della scuola si riaprono per iniziare tutti insieme una nuova avventura all’insegna del piace- re di stare insieme, con la voglia di costrui- re mattoncino dopo mattoncino, un pic- colo bagaglio culturale che servirà per gli anni in divenire. Così il 12 settembre 2012 per i nostri alunni si aprono le porte della Scuola dell’Infanzia di Via Arno e di Via Monte- cassino, i portoni della Scuola Primaria di Galatina e Noha e quelli della scuola Se- condaria di I grado di Noha. CHE EMO- ZIONE PER GRANDI E PICCINI! Le docenti indaffarate fin dai primi giorni di settembre si accingono ad accogliere gli alunni, mettendo in moto la loro fantasia per rendere questo momento gioioso ed Le porte della scuola si riaprono e come per magia gli alunni si ritrovano più grandi nella classe prima per ‘CONTINUARE’ il loro percorso nel POLO 2 entusiasmante, convinte quanto sono che CHI BEN INIZIA E’ A META’ DELL’OPERA. Il gran giorno è arrivato, e le maestre recu- perano i ricordi delle vacanze, drammatiz- zano la storia di Cappuccetto Blu, si travestono, giocano con i piccoli appena a r r i v a t i , smarriti e disorien- tati, e poi … uno d o p o l ’al tr o , come un treno in parten- za, Primo giorno di Scuola dell’Infanzia in Via Arno con Cappuccetto Blu. In vari momenti dell’Anno Scolastico 2011/12 i bambini di scuola dell’infanzia delle sezioni ponte si sono incontrati nella scuola primaria di Via Arno e di Via Petronio per conoscere la nuova scuola e le nuove maestre che l’avrebbero accolti l’anno successi- vo. I compagni delle classi quinte sono stati chiamati a svolgere il ruolo di TUTOR, mentre le insegnanti coordi- navano gli interventi, proponendo racconti, attività Momenti di ‘contatto’ tra grandi e piccini Anche il NATALE in CONTINUITA’ … Il Progetto Conti- nuità si tinge di rosso, e vede il suo compimento nella scuola pri- maria anche nei giorni appena prima di Natale, per augurarsi, con canti e piacevoli attività natalizie, un felice BUON NATALE. I bambini dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia e gli alunni delle classi quinte di scuola primaria vengo- no accolti dalla Dirigente Eleo- nora Longo nell’atrio di Via Arno; in una galleria di sguar- di, sorrisi e note di Natale si esibiscono piccoli e grandi … e poi tutti insieme in classe festeggiano e realizzano simpatici alberi nata- lizi, che i piccoli con orgoglio portano a casa, soddisfatti del loro capolavoro.
  3. 3. SCUOLA DELL’INFANZIA DI VIA ARNO E VIA MONTECASSINO “LA VENDEMMIA A SCUOLA CON I NONNI” La legge 3131 ha istituito da vari anni la «Festa nazionale dei nonni» quale momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in genera- le. Pertanto, in linea con le attuali disposi- zioni, il 2 ottobre 2012 anche nella scuola di Via Montecassino e nella scuola dell’Infanzia di Via Arno si è trascorsa in maniera del tutto speciale questa ricorrenza. I nonni sono stati in- vitati a fare LA VENDEMMIA A SCUOLA insieme ai loro nipoti. Rico- struiti nei giardini delle due scuole dell’infanzia le viti, nonni e nipoti hanno raccolto l’uva e hanno fatto il vino. Che piacere!!! Ancora una volta i non- ni hanno avuto da insegnare ai più piccoli. GODETEVI LA VENDEMMIA ... 2 OTTOBRE 2012 - Tutti i bambini della scuola dell’infanzia e i loro nonni (Via Arno e Via Montecassino) SCUOLA DELL’INFANZIA DI VIA MONTECASSINO PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE “REGOLIAMOCI” I l p r o g e t t o “REGOLIAMOCI” coin- volge i bambini di scuola dell’Infanzia ed è finalizzato all’Educazione alla Convivenza Civile, assumendo partico- lare rilievo l’educazione stradale del piccolo in bicicletta. A fungere da bravo maestro della strada c’è il vigile urbano, Sig. Michele Sponziello, che dappri- ma insegna ai bambini il significato dei se- g n a l i stradali e poi simula le posizioni di un vigile per strada, dando le dovute spiegazioni. 3 Ricorrenze ed EducazioniSCUOLA inFORMA Disegno di ALESSIO INGUSCI AI NONNI DALLA RACCOLTA DELL’UVA ALL’ASSAGGIO DEL VINO EVVIVA I NONNI!!! Alla mia nonnaScrivo a te, dolce gemma saggia che brilla nel cielo. Auguri! Ti ringrazio per tutto quello che fai per me, anche se non sei forte e agile come una volta, sei andata in“pensione” ormai! In questo giorno ti faccio gli auguri, mi complimento con te e ringrazio il cielo per averti fatto arrivare a questa tarda età. Tu sarai sempre nel mio cuore, carissima stella lucente. Ti voglio tanto bene!!! Marco Santoro In seguito anche i bambini a turno sono invitati a immaginarsi vigili e con paletta alla mano dare istruzioni ai loro compa- gni. Il percor- so si conclude con una biciclettata di gruppo e con i dovuti ringrazia- menti al comando dei Vigili Ur- bani di Galatina per la disponibilità dimostrata.
  4. 4. "Un tuffo nella preistoria" è il risulta- to di un'attività interdisciplinare tra storia e lingua italiana. Gli alunni delle due classi terze della scuola primaria di Noha sono diventati protagonisti di una storia fantastica che ha permes- so loro di oltrepassare i confini del tempo e dello spazio, per vivere una fantastica avventura con degli affa- scinanti dinosauri, volando con la fantasia come solo i bambini sanno fare. Le due classi hanno prodotto testi diver- si e, dall'intreccio delle storie inventate, è nato un breve racconto (di seguito riportato) che spiega le emozioni vis- sute dagli alunni in questo viaggio virtua- le. UN TUFFO NELLA PREISTORIA “Una mattina di ottobre 2012 nelle nostre classi sono venuti il Tirannosauro Terremoto e il Trice- ratopo Lancia per raccontarci le loro fantastiche avventure. Vivono su un piccolo pianeta, dove i loro genitori, milioni di anni fa, sono stati sbalzati dalla grande esplosione che causò l’estinzione degli altri dinosau- ri. Sono molto amici, nonostante le diversità, per- ché nel loro habitat non esistono conflitti e tutti vivono in pace. Un giorno hanno incontrato la nostra maestra Romilda in un negozio di giocattoli, dove si erano rifugiati per nascondersi agli occhi della gente che, alla loro vista, fuggiva terrorizzata, trasformandosi in peluche. Così sono giunti fino a noi e ci hanno invitati nel loro mondo dove si entra solo con la fantasia. Che posto meraviglioso!! È bello non avere paura di questi enormi dinosauri che ci accolgono con affetto e ci fanno visitare posti mai visti prima. Ora, però, dobbiamo tornare in classe. Ciao fantastici amici! Non dimenticate questi “piccoli umani”che vivono in un piccolo paese del Salento, sulla Terra, dove la vita scorre tranquil- la e i bambini sono felici di andare a scuola”. Gli alunni delle classi 3^, Primaria Noha 4 Storia e Ambiente Gli alunni delle classi terze della scuola primaria di Noha ‘incontrano’ i Dinosauri Buonviaggio ragazzi… … e sognate finchépotete! «PER UNO SVILUPPO ECOSOSTENIBILE» «UN TUFFO NELLA PREISTORIA … …. SULLE ALI DELLA FANTASIA» Gli alunni riflettono sui PROBLEMI AMBIENTALI che affliggono l’umanità Il nostro pianeta non sempre viene rispettato e difeso. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti: l’inquinamento dell’aria, dell’acqua, la deforestazione, i disastri ambientali, sono solo alcuni dei problemi ECOLOGICI che affliggono l’umanità. Con questa premessa ogni anno i ragazzi di scuola primaria e secondaria, di Galatina e Noha, affrontano il problema dell’inquinamento dei tre principali ecosistemi (acqua, aria e suolo) da un punto di vista scientifico, storico-geografico e ambientale, sia nella didattica quotidiana che come ampliamento dell’offerta formativa, aderendo a vari concorsi e progetti comu- nali (PROGETTO “EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO SOSTE- NIBILE” promosso dal Centro Salento Ambiente), provinciali (Concorso a premi per le Scuole Primarie e Secondarie di primo grado per l’informazione e la sensibilizzazione ambientale), regionali e nazionali. Il loro percorso si arricchisce poi di esperienze laborato- riali che si concretizzano nella realizza- z i o n e d i originali ‘opere d’arte’ usando materiali di rifiuto (carta, plastica e alluminio) e realizzando simpatici manifesti corredati da slogan e video che mirano a dare un messaggio “ECOSOSTENIBILE”. Manifesti realizzati dagli alunni delle classi 5^, Primaria Galatina, A.S. 2012-13 Fieristico di Galatina dove è stata allestita una mostra dei cartelloni e delle produzioni artistiche realizzate da tutti gli alunni delle scuole di Galatina. Nella stessa occasio- ne Federico Villani, frequentante la classe 5^ A della scuola primaria di Noha, ha vinto una RICICLETTA, bicicletta realizzata con alluminio riciclato. I ragazzi, alla fine del percorso, hanno modo di visitare il centro di smista- mento dei rifiuti sito in Nardò. Per meglio qualificare i percorsi formativi ci si avvale della collaborazione di esperti esterni, come l’Ingegnere Giampaolo Bernardi, rappresentante del Centro Salento Ambien- te di Galatina, che nel corso dell’anno incontra in classe i ragazzi per parlare di riciclo, riutilizzo, raccolta differenziata, compostaggio.... Il percorso di educazione ambientale nell’anno scolastico 2011-12 si è concluso al Quartiere SALVIAMO LA VITA DELLA TERRA E SALVEREMO NOI STESSI! VISITA NELLA SCUOLA PRMARIA DEL RESPONSABILE DEL CENTRO SALENTO AMBIENTE Il 21 novembre 2012, le classi quinte hanno accolto nell’aula magna l’ingegnere Giampaolo Bernardi responsabile del “Centro Salento Ambiente” per parlare del progetto “Educazione allo sviluppo sostenibile”. Nel corso dell’incontro l’ingegnere, insieme alle sue collabora- trici, ha spiegato le varie fasi per formare il COMPOST, concime realizzato con i resti del cibo di origine vegetale; ha illustrato in un video le varie tecniche per ottenerlo e ha elencato le diverse età di questo materiale. Dalla lezione sono emersi i vantaggi principali del compostag- gio quali garantire la fertilità del suolo, consentire un rispar- mio economico e prevenire la produzione d’inquinamento. Francesca Gulli SCUOLA inFORMA
  5. 5. «Suor Felicita in visita al Polo 2 di Galatina» zione "Cantiere dei Valori" che aiuta i ragazzi a vivere me- glio. Gli alunni sono stati forte- mente sensibilizzati alle risorse idriche di cui il Kenya è scarso e della povertà di quel popolo che Il 16 novembre 2012, presso il Polo 2 di Galatina, Suor Felicita, una missionaria nata e vissuta in Kenya, ha fatto una gradita visita agli alunni della scuola primaria, che hanno ascoltato interessati nell'aula magna i suoi racconti riguardo la situazione in cui versano oggi i bambini in Kenia. Ha fatto vedere un filmato con foto molto significative che meglio facevano intendere la tristezza di quei bambini e le condizioni di vita vissuta ogni giorno. Suor Felicita opera a favore delle popolazioni del Kenya da 25 anni, combatte giornalmente i numerosi problemi di quel paese. Fa parte di un'Associa- ancora oggi rappresen- ta vergognosamente una piaga sociale. Gli alunni hanno posto molte domande alla suora missionaria e lei con mol- ta pazienza ha risposto in maniera esaustiva. Gli alunni m o l t o entusiasti contribuiranno ad arricchire un mercatino con semplici oggettini il cui ricavato servirà ad aiutare i bambi- ni che non hanno da mangiare e a costruire un pozzo in Kenya. Giulio De Pascalis                          5 Solidarietà ed Integrazione Una visita del tutto speciale per aiutare i bambini in Kenya Il progetto Integrazione “Progettar … facendo” si è svolto nell’a.s. 2011-12 in una classe secon- da di scuola primaria di Via Arno, accogliente un alunno con bisogni speciali. Condotto dalle docenti Resta Luciana e Cortese M. Teresa, è nato per garantire la piena integrazione dell’allievo disabile, facilitandone il processo di comprensione di una narrazione, nonché di comunicazione, utilizzando come sfondo inte- gratore la fiaba di CAPPUCCETTO ROSSO. L’intera classe è stata guidata alla comprensione della stessa attraverso dapprima l’ascolto della fiaba, e poi ricostruendone le scenette princi- pali in cartapesta. Con lo stesso materiale sono stati realizzati i protagonisti. L’uso della carta- pesta ha favorito un clima collaborativo tra l’alunno con bisogni speciali e il gruppo classe. A livello mnemonico, l’alunno con disabilità è stato in grado di riconoscere i protagonisti e denominarli, riuscendo, anche, ad esprimere brevi frasi del racconto. Il lavoro è stato completato con la pitturazio- ne e la collocazio- ne dei personaggi nell’ambiente fiabesco. sottendevano ogni immagine, descrivendone e commen- tandone, in apposita griglia, quali fossero gli elementi impliciti ed espliciti che veicolavano messaggi stereotipati e pregiudiziali. Infine gli alunni sono stati invitati a ricercare in rete a l t r e immagini che dif- fondevano messaggi di discriminazione e creare un repor- tage personale, inserendo una didascalia descrit- tiva e i motivi della scelta. L’intero percorso ha avuto il giusto ampliamento anche in ambito linguistico, visto che la docente Marra Anna Maria, in continuità con il percorso svolto dalla docente Vantaggiato, ha analizzato, con gli allievi, testi autobiografici, informativi ed argomentativi a sfondo interculturale. L’esperienza si è rivelata per gli alunni particolarmente educativa e formativa, visto che hanno acquisito una maggiore consapevolezza degli stereotipi e pregiudizi che caratterizzano la mentalità umana nei confronti dell’altro, ‘diverso’ da sé. Il “Laboratorio di Intercultura”, pro- mosso dall’Università del Salento, ha avuto il suo sviluppo nell’a.s. 2011-12, nelle classi 5^ della scuola prima- ria di Noha, ed è stato curato dalla docente Vantaggiato Addolorata, avvalendosi della collaborazio- ne della docente di classe Marra Anna Maria. Il laborato- rio ha incluso due segmenti formativi sul tema dell’INTERCULTURA, uno rivolto ai docenti e l’altro rivolto agli alunni. In particolare la docente referente ha preso parte alle attività di studio e di training svolti pres- so il Dipartimento di Scienze Pedagogiche, Psicologiche e Didattiche dell’Università del Salento ed elaborato dei prodotti multimediali in Power Point, presentati in sedu- ta plenaria in Università. Successivamente è stato tradot- to in pratica quanto appreso in ambito accademico, coinvolgendo gli alunni nel percorso didattico “LE FOTO SPARLANO”. In particolare sono stati invitati ad osservare un reportage di immagini discriminatorie e a riflettere sui messaggi e i criteri di discriminazione che «Percorso formativo all’insegna dell’Intercultura» “L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo” Sofocle MERENDE E TOMBOLATE DELLA SOLIDARIETA’ E’ ormai consuetudine nella nostra scuola vivere delle merende e delle tombolate per scopi benefici, prima delle vacanze natalizie, insieme agli alunni e alle loro famiglie. Il ricavato viene destinato ai bambini più bisognosi vicini e lonta- ni, ad Emily, al reparto oncologico di Lecce, alla Lega contro i tumori e ai bambini di Suor Felicita. GRAZIE A TUTTI PER LA SENSIBILITA’ DIMOSTRATA! PUBBLICAZIONE Progetto Integrazione E’ stato PUBBLICATO sulla rivista peda- gogico giuridica “L’integrazione scolasti- ca e sociale”, Erickson, Trento (settembre 2012), il progetto Integrazione/Sperimentazione disabilità dal titolo “Fabbricastorie … riciclando”, una BUONA PRASSI D’INTEGRAZIONE che ha visto la sua sperimentazione nella scuola primaria di Noha. L’articolo è stato scritto dalla Docente Vantaggiato Addolorata, quale referente del progetto. Percorso di ricerca-azione con gli alunni delle classi 5^ di Noha «CONCORSO CASAMICA … IO E IL MIO AMICO DISABILE» Una borsa di studio, vivendo una giornata di giochi con un amico ‘speciale’ TOMBOLATA MERENDA SCUOLA inFORMA SCUOLA PRIMARIA - Anche gli alunni della scuola primaria hanno partecipato al concorso promosso da CASAMICA sul tema “Come sarebbe la mia giornata di giochi vissuta col mio amico Disabile?” disegnando una loro giornata di giochi con un amico ‘speciale’. E’ proprio vero che i bambini insegnano. Enrico, nel suo disegno (riportato sopra) scrive “I bambini sono tutti uguali come tante goccioline. Anche i bambini disabili sono uguali a noi, non hanno niente di diverso! Dobbiamo aiutarci a vicenda, per formare insieme il fiume della vita che scorrerà per sempre. Io ho insegnato a lui e lui ha insegnato a me con il cuore ”. Bravo Enrico … questa è una bella lezione! SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - Paglialonga Luigi, uno studente della scuola Secondaria di I grado di Noha, ha ricevuto il 28 novembre 2012, una Borsa di stu- dio da CASAMICA (Associazione di Volontariato e pro- mozione sociale di Galatina), producendo un elaborato dal titolo “Come sarebbe la mia giornata di giochi vissuta col mio amico disabile” . L’elaborato è stato premiato con la seguente moti- vazione: “La commissione ha apprezzato dell’elaborato in modo particolare l’esperienza di vita, la semplicità del linguaggio legato alla quotidianità di una giornata di vita vissuta con un compagno diverso.” Complimenti Luigi!
  6. 6. 6 Biblioteca Giona La Biblioteca Scolastica GIONA, presidio de La Festa dei Letto- ri 2012 “Al di là degli occhi” ha visto coinvolto la scolaresca delle sedi di Galatina e Noha in un viag- gio verso un pia- neta, nuova fonte inesauribile di vita … come un LI- BRO. Ad accom- pagnare gli alunni in questo viaggio è stato “Il Piccolo Principe”, un libro magico, fatto di amicizia, di natura e di amore, temi ardui ma veri, antichi e moderni, semplici e complessi. La lettura in classe di alcuni brani tratti dal libro si è intrecciata a conversazioni e giochi di ruolo, immagi- nando di vivere in un pianeta simile a quello del Piccolo Principe e di poter portare con sé solo una cosa, un oggetto, un libro; si è proseguiti con la realizza- zione di una parola dono da regalare il giorno della festa al proprio amico del cuore e con la preparazione di pannelli e cartelloni, che avrebbero viva- cizzato la mani- festazione fina- le. Il giorno della Festa dei Lettori, dopo giochi, canti e lancio di pallon- cini «Festa dei Lettori 2012» “Non si vede bene che con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi” i bambini si sono scambiati i DONIPARO- LA. Nella stessa mattina- ta i genitori hanno rinnova- to il tessera- m ento dei propri figli. La giornata si è conclusa in classe in allegria, tra i commenti e le riflessioni dei piccoli lettori sulle parole dono ricevute dal proprio amico caro. Un Progetto Ministeriale per accrescere l’amore per la lettura MONDO”, condotto nell’a.s. 2011-12 dalle docenti Congedo Paola e Gentile Anna Rita, ha coinvolto 17 bambini di classe prima, della scuola primaria di Noha e si è articolato intorno all’idea del NOME come portatore di senso, punto di ancoraggio e di partenza della propria identità, luogo del conoscere e del sentire, all’interno del quale collocare ricordi e racconti. Gli incontri hanno visto i bambini impegnati in Il Ministero della Pubblica Istruzione ha sottoscritto con UPI (Unione Province I t a l i a n e ) , A N C I (Associazione Nazionale Comuni Italiani), AIE (Associazione Italiana Editori) il Protocollo di Intesa “AMICO LIBRO” per favorire la cultura del libro nelle scuole ed accrescere l’amore per la lettura, fondamentale tra i giovani che, catturati dai moderni mezzi di comunicazione di massa, leggono sempre meno e sono a forte rischio di impoverimento della parola e, conseguentemente, del pensiero. In particolare nella nostra scuola il progetto Amico Libro “NOMETONDO NIDO- giochi di comunica- zione e decondiziona- mento corporeo, giochi linguistici, attività di ascolto, costru- z i o n e orale di narrazioni, traspo- sizione grafica d e l l e storie, revisione dei testi scritti e attività di approfondimento lessicale. Tutta l’esperienza è confluita nella progettazione e costruzione di una STORIA, della quale Incontri divertenti, per ‘spiccare’ il volo e continuare insieme «PROGETTO ACCOGLIENZA E CONTINUITA’» PROGETTO CONTINUITA’ Nel corso dell’a.s. 2011/2012, la biblioteca Giona ha dato il suo contributo per l’attuazione del Progetto Continuità, animan- do alcuni incontri che hanno visto coinvolti i bambini delle scuole dell’infanzia che quest’anno han- no cominciato la loro avventura nella primaria. Nel periodo natali- zio i bambini delle classi prime hanno preparato un piccolo DONO, un angelo colorato, accompagnato da un biglietto inaugurale da por- tare ai loro amici della scuola dell’infanzia. Nel periodo di carnevale, i bam- bini delle classi pri- me, i piccoli della scuola dell’infanzia e alcune mamme, in bi bli o te c a hanno ascoltato una lettura anima- ta di “Un mondo per giocare” e poi… forbici, carta, colori e fantasia per realizzare gli sventola orecchie, facce buffe con le orecchie mobili. PROGETTO ACCOGLIENZA Cambiare scuola significa crescere, partecipare, sco- prire: è un nuovo gioco intrigante e coinvolgente, un volo che ha bisogno di ali capaci e robuste! Per irrobustire le loro ali ci pensano le maestre, che nel luogo fatato della BIBLIOTECA, non esitano a sedersi in mezzo a loro, in allegri girotondi, per accoglierli nel mondo di lettere e numeri, con gioia e divertimento. Un’ora settim per LEGGERE e Evviva i libri e la BIBLIOTECA! «PRESTITI E C «1° PREMIO AL PROGETTO AMICO LIBRO “Nometondo Nidomondo”» i bambini sono stati autori e protagoni- sti, e di un LIBRO costituito da un unico foglio, lungo circa 10 metri, ripiegato a soffietto. Il 1° giugno, al convegno d i c h i u s u r a dell’esperienza, la commissione esamina- trice ha comunicato che “Nometondo Nido- mondo” ha vinto il PRIMO PREMIO. SCUOLA inFORMA
  7. 7. 7 Biblioteca Giona el libro, una risorsa per la scuola con ... plice ragazzino di buona educazione poi da magistrato, pronto a scommetterci la vita pur di far trionfare la giustizia. Il 14 gennaio 2012 il Polo 2, presso l’atrio della scuola secondaria di I grado, ha aperto le porte a Salvato- re Borsellino, che con i suoi racconti e testimo- nianze, ha fatto rivivere a tutti i presenti (alunni, genitori, docenti, Dirigente, rappresentanti delle associazioni, parroco, redazione di Galatina 2000) la vita di suo fratello, Paolo Borsellino, prima da sem- manale in Biblioteca, e DOCUMENTARSI CONSULTAZIONI» La legalità prende il sopravvento tra i banchi di scuola In biblioteca il mese della memoria, dando ‘corpo’ alle parole «RICORDI SIGNIFICATIVI CON LA SHOAH» Incontri di lettura animata Per una mobilità ecosostenibile «PIEDIBUS A N0HA» I l 2 7 g e n n a i o 2012, nel sessantaset- t e s i m o anniversa- r i o dall’apertura dei cancelli di Auschwitz da parte dell’Armata Rossa, si è celebrato per la dodicesi- ma volta in Italia il Giorno della Memoria. Coinvolgendo il mondo della scuola, il Giorno della Memoria, in questi anni ha contribuito a generare in tanti giovani gli ‘anticorpi’ contro il pregiudizio, a dif- fondere una cultura dell’accoglienza, del rispetto delle diversità. E anche, ci augu- riamo, a stimolare la voglia di conoscere, di studiare, di approfondire la storia. Per questo motivo, determinanti per i ragazzi delle classi quinte di scuola primaria (Galatina e Noha) sono stati gli incontri in BIBLIOTECA coordinati dalla docen- te Congedo Paola e condotti dalle docenti delle rispettive classi quinte. Fase d’innesco è stata l’esplorazione di un sito dedicato all’ippocastano che Anne Frank osservava dal suo rifugio, per proseguire poi con la lettura di brani del suo diario, la visione di un film “Il bam- bino dal pigiama a righe” e di docu- mentari sul tema della shoah. E’ nato così un percorso in biblioteca estrema- mente coinvolgente per i ragazzi e le insegnanti che lo hanno vissuto. Le parole ascoltate, lette e commentate hanno poi riacqui- stato il loro senso più autentico nel fare dei ragazzi dal quale sono scaturiti due ORIGINALI LIBRI, depositati in Biblioteca: un libro- albero e un dizionario illustrato (vedi descrizio- ne a fianco). Il percorso si è concluso con una commo- vente drammatizzazione degli alunni delle classi quinte. Il LIBRO-ALBERO, d’ispirazione munariana, parte dal tronco, riportando le notizie sulla seconda guerra mondiale e sulla vita di Anne Frank, si sposta poi sui rami, esplorando i vari aspetti della Shoah, fino a raggiungerne gli ultimi, quelli più in alto, che accolgono la promessa fatta dai ragazzi. A cura di Alex P., Primaria Il DIZIONARIO accoglie parole di cui i ragazzi, scopren- done via via il significato, hanno rappresentato con il proprio cor- po. Si tratta di un percorso sug- gestivo, denso di pensieri e di emozioni. Le foto, stampate su lucidi e sovrapposte, ne sono la testimonianza. Ogni pagina del libro inoltre accoglie l’etimologia della parola vissuta e alcune citazioni La solidarietàLa pace Le foto ritraggono i ragazzi mentre rappresentano con il corpo le parole «LABORATORI PRO LETTURA» «INCONTRI SPECIALI ... con Salvatore Borsellino» Il progetto “Piedibus”, finalizzato alla mobilità ecoso- stenibile e promosso dall’Assessorato alle Infrastrutture Strategiche e Mobilità della Regione Puglia, ha coinvolto nell’a.s. 2011-12 gli alunni di Noha (4^ A-B primaria e 1^ A-B secondaria). I ragazzi coordinati dalla docente Stasi Maria Carla, col supporto del comando dei vigili di Gala- tina, dei genitori, e di varie Associazioni (Città Fertile, Le Sentinelle, Avoss e le Tre Torri), sono andati a scuola per otto giorni consecutivi a piedi seguendo il percorso su due linee, verde e blu. Questa fase è stata presentata e documentata dai giornali locali “Galatina.it”, “Galatina 2000” e “Noha.it” (Per saperne di più visita i rispettivi siti). Nella fase preliminare si sono svolti degli incontri di laboratorio presso la Biblioteca Scolastica Giona per realizzare disegni per il Logo e per i cartelli di Capolinea e Fermate del Piedibus. Intervento della dott.ssa Valeria Mignone (Associazione Nazio- nale Magistrati) Salvatore Borsellino SCUOLA inFORMA
  8. 8. 2 Biblioteca Per il quinto anno consecutivo nella nostra scuola si sono svolti gli esami Cambridge, per valutare le compe- tenze comunicative in lingua Inglese acquisite durante le lezioni d’inglese curricolari ed extracurricolari (CORSI PON). In particolare nell’A.S. 2011-12 si sono tenuti quattro corsi PON d’inglese con docenti Madre- lingua finalizzati a sviluppare le competenze comunicative in lingua inglese, potenziando le abilità di comprensione ed espressione orale e scritta. Ogni intervento, in una logica a spirale, ha agito sulla promozione di conoscenze, abilità e competenze significative, sistematiche, stabili, capitalizzabili e certificabili, fortemente coese al loro interno e fortemente coerenti con l’impianto curricolare scolastico. In particolare sono stati attivati 2 corsi STARTES (livello A1), “NICE TO MEET YOU 1 e 2”, per alunni di 4^ e 5^ primaria Noha e Galatina (Tutor Galatina Docente Mengoli Addolorata e Tutor Noha Docente De Paolis Rosy), 1 corso MOUVERS (livello A1), “NICE TO MEET YOU 3”, per gli alunni di 1^ e 2^ di scuola seconda- ria di I grado (Tutor Docente Coluccia Barbara) e 1 corso KET for SCHOOL (livello A2), “ NICE TO MEET YOU 4” per gli alunni di 2^ e 3^ di scuola secondaria di I grado (Tutor Docente De Pascalis Carla). I ragazzi hanno superato l’esame brillantemente; due ECCELENZE si sono registrate nella scuola secondaria: in particolare due alunne di 2^ m e d i a h a n n o consegui- to un punteggio altissimo, e pur presentan- dosi per l ’ e s a m e KET, hanno ottenuto una certifica- zione che ha valore superiore, il PET (B1). COMPLIMENTI RAGAZZE! «CORSI PON D’INFORMATICA» «MENZIONE SPECIALE AL PON DI SCIENZE “Alambicchi e Filtri 2”» Il 27 aprile 2012 , nei l o c a l i d e l Relais “Reggia Domi- zia” di Manduria (TA), la nostra scuola ha ricevuto una MENZIO- NE SPECIA- LE attestata da apposita targa parte- cipando al concorso regionale “Racconta il tuo Pon”, documentando il Pon di Scienze “Alambicchi e Filtri 2”, svolto nell’A.S. 2010-11 nella scuola prima- ria di Noha con le classi 3^ e 4^ (A-B). Esperta del Pon Dott.ssa Ilaria Epifani e Tutor Docente Vantaggiato Addolorata. 8 Informatica ed Inglese I N V E S T I A M O I N I N F O R M A T I C A E D I N G L E S E Il linguaggio digitale 1-2. Pronti partenza via! CAMBRIDGE EXAMINATION «PON D’INGLESE» Il corso Pon d’Informatica “IL LINGUAGGIO DIGITALE: ALLA VIA COSI’ “ il cui Esperto il Prof. Giambattista Benizio e Tutor Docente Mengoli Addolorata, ha coinvol- to nell’a.s. 2011/12 i ragazzi di scuola secondaria di I grado (classi 1^-2^-3^). Finalizzato all’acquisizione delle competenze digitali di livello intermedio attraverso metodologie innovative (LIM), si è concluso con il conseguimento della certificazione ECDL e-Citizen. Il linguaggio digitale. Alla via così ! Informaticando con kirikù «CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA» Il Progetto d’Istituto “Informaticando con Kirikù” ha coinvolto nell’a.s. 2011-12 gli alunni di classe 5^ A-B della scuola primaria di Noha e si è concretizzato in un corso di alfabetizzazio- ne informatica. Il per- corso condotto dalla docente Vantaggiato Addolorata, si è sviluppato intorno ad alcuni nodi fondanti: il computer e le sue parti, Paint, uso di Internet per scopi didattici, scrittura, invio e lettura di un’e.mail, uso della LIM (gli strumenti principali), Word (elementi base della for- mattazione, tabelle, elenchi puntati e numerati) e Power Point. Punto di partenza del percorso è stata la visione di un film “Kirikù e la strega Karabà”, ricco di significatività interculturale, la cui trama è divenuta oggetto di ricostruzione in Word (sperimentando i vari strumenti di formattazione) e in P o w e r P o i n t (realizzando una presentazione con brevi didascalie che affiancavano i disegni realizzati dai ragazzi); sono stati inoltre realiz- zati i personaggi con Paint, nonché realizzata in Word la loro carta d’identità. Si è approcciato ad Internet ricercando, co- piando e salvando la trama del film e cercando immagini che veicolavano messaggi discriminatori, aderendo al modulo “Le foto sparlano” proposto dall’Università del Salento. Alla fine del corso ogni alunno ha avuto un CD con una presentazione in power point dove si ricostruiva l’intero percorso svolto. ILARIAM. “Ilgioco non ha colori” JENNIFER G. “E’solo una la razza umana” “Amicisempre e comunque” ALEX P. … DIVENTANDO REPORTER PROGETTO DI INFORMATICA DI BASE – INFORMATICANDO CON KIRIKU’ (classi 5^ A e 5^ B Noha) «LEZIONI D’INFORMATICA SEMPRE E COMUNQUE» I ragazzi di scuola primaria mentre seguono interes- santi lezioni d’informatica condotte dalla docente Pisanello Luigina PRESENTAZIONE • Si chiama Kirikù • E’l’eroe del film ASPETTO FISICO • Ha i capelli neri • La pelle nera • Gli occhi neri • E’di statura piccola • Corporatura normale AMBIENTE • Vive in un villaggio • Passa il suo tempo a fare giustizia VITAQUOTIDIANA • E’abituato a essere gentile CARATTERE/ COMPORTAMENTO CARATTERE • Intelligente ed altruista COMPORTAMENTO • Eroe: riesce a salvare il villaggio dalle maledizioni della strega. PRODOTTIINWORD PROGETTO DI INFORMATICA DI BASE – INFORMATICANDO CON KIRIKU’ (classi 5^ A e 5^ B Noha) Manifestazione di consegna delle Certificazioni Cambridge I due corsi Pon d’informatica “IL LINGUAGGIO DIGITA- LE 1” (Esperto Prof. Palma Stefano/Tutor Docente Coluc- cia Maria Lucia ) e “IL LIN- GUAGGIO DIGITALE 2” (Esperto Prof. Moscara Salvatore/Tutor Docente Van- taggiato Addolorata), svolti nell’a.s. 2011-12, hanno coinvol- to i ragazzi delle classi 3^ e 4^ di scuola primaria di Galatina e Noha per un numero di 30 ore ciascuno, e mirato a migliorare i livelli di competenza digitali degli alunni. Sono stati oggetto di formazione: le COMPO- NENTI ESSENZIALI DEL COMPUTER, PAINT, WORD, P O WE R P OI NT, L I M S M A R T N O T E B O O K , INTERNET e POSTA ELET- TRONICA. Alla fine del percor- so tutti gli alunni hanno sostenu- to e superato l’esame e-Citizen, che ha permesso loro di conse- guire la certificazione ECDL e-Citizen, una certificazione a valenza internazionale, svilup- pata dalla Fondazione ECDL e diffusa in Italia da AICA. (E-Citizen è un programma di certifica- zione in grado di garantire la qualità del processo di appren- dimento e di dimostrare ogget- tivamente il livello di compe- tenza raggiunto). Oltre alla certificazione e-Citizen, ogni alunno ha avuto un CD con un report finale dell’intero percor- so svolto, contenente i prodotti multimediali realizzati dagli alunni e le relative foto. LA SQUADRA AL COMPLETO Verifica con la LIM sulle compo- nenti essenziali del PC I RAGAZZI MANIPOLANO E OSSERVA- NO PER CAPIRE COM’E’ FATTO UN COMPUTER Anche i docenti, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di I grado, si sono formati sull’uso dell’ICT, conseguendo l’ECDL CORE START. «PON - FORMAZIONE ICT PER DOCENTI» ‘Welcome English’ nella scuola dell’Infanzia L’apprendimento precoce dell’inglese fin dalla scuola dell’infanzia facilita il processo di ac- quisizione della seconda lingua negli anni successivi. SCUOLA inFORMA
  9. 9. CUOLA inFORMA                         9  I diritti, studiati e vissuti I DIRITTI DEI BAMBINI … DALLA TEORIA ALLA PRATICA «PROGETTOPeaceatwork» Dare un ‘volto’ ai diritti umani … conoscerli e rispettarli “Peaceatwork” è un progetto di approfondimen- to curriculare, svolto nella classe 1^ B di scuola secondaria di I grado (classe a tempo prolunga- to), durante le ore della Docente Colazzo Rita Maria (italiano) e della Docente Mariano Sabina (matematica). Il progetto è nato per far riscoprire agli alunni il significato autentico della pace, far acquisire la consapevolezza e il rispetto dei diritti umani e avviare all’uso della matematica per con- frontare e analizzare. Le attività si sono caratterizzate in: letture e film a tema, costruzioni di grafici e tabelle, esperienze sul campo e resoconto emotivo-iconografico. Di fondamentale importanza è risultata una testimonianza diretta, come si può vedere nella foto, portavoce di situazio- ni di forte disagio che vivono le popolazioni sottosvilup- pate. L’1 giugno 2012 a Lecce si è svolta la IX Festa Provinciale dello Sport Scolastico Salentino. In questa occasione c’è stata la premiazione delle squadre che si sono classificate ai primi tre posti della fase provinciale dei Giochi Sportivi Studen- teschi. Per la specialità di Orienteering, la squa- dra della categoria Ragazze, della scuola secondaria di Noha si è classificata al primo posto, men- tre la squadra dei Ragazzi si è classifi- cata al terzo. Gli alunni si sono allenati grazie al progetto sportivo extracurrico- lare tenuto dalla Docente di Scienze Motorie Giovinazzo Maria Grazia. La gara si è svolta il 28 marzo 2012 presso la M a s s e r i a “Provenzani” – Casalabate (Lecce). Complimenti ai RAGAZZI e alla Docente! GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI Le ragazze sul podio E’ stata una giornata intensa, ma divertente ed entusiasmante sia per i piccoli che per i grandi. «DIRITTOALGIOCO, SCOPRENDOLACITTA’» Giocando, gli alunni scoprono il proprio paese onsapevolezza e il rispetto dei diritti umani DIRITTO D’ESPRESSIONE Arnold Duma Dopo tanti allenamenti e prove, i ragazzi si sono esibiti in divertenti giochi di squadra e raffinate coreo- grafie che hanno assicurato un piacevole spettacolo! «DIRITTO ALLO SPORT … AL PALAZZETTO DI GALATINA» Gli alunni si esibiscono in giochi di squadra Si è svolta i primi giorni di giugno, al palazzetto dello sport di Galatina, la giornata conclusiva del progetto “Gioco e Faccio la città” che ha visto coinvolte tutte le classi di scuola primaria di Galatina. L’1 giugno 2012, tutte le classi di s c u o l a primaria di N O H A , organi z- zate per rioni (PIEZZU, TROZZA, OROLOGIO, COLABALDI), guidate dalle loro insegnanti, hanno gareggiato in semplici ma molto divertenti giochi di squadra, che hanno intrattenuto per varie ore tutta la platea di genitori ed amici presenti. Bravi ragazzi per lo spirito di gioco dimo- strato e brave le maestre per l’amore con cui hanno preparato i loro ragazzi! Progetto “SCOPRO IL MIO PAESE” Progetto “Gioco e Faccio la città” SCUOLA inFORMA
  10. 10. 10 Sii viaggiare Il mare, luogo di esplorazione e scoperte ALLA SCOPER- TA DEL MAR ADRIATICO - Il mare, in particola- re le coste del Mar Adriatico, sono divenute nell’a.s. 2011-12 per gli alunni delle classi 4^A-B (primaria No- ha) e 5^ A-B-C (primaria Galatina), oggetto di esplorazione e conoscenza diretta del territorio, a t t r i b u e n d o significatività reale e metafori- ca alla naviga- zione e al viag- gio, e sperimen- t a n d o l’orientamento in mare. Per l’occasione sono state preziose carte geografiche e nautiche che hanno suppor- tato gli alunni nell’orientamento diretto nello spazio acquatico. L’esperienza è risultata entu- siasmante e coin- volgente, non- ché didattica- mente positiva, quale esperienza diretta sul cam- po. «UN GIORNO NELLA STORIA» Scoprire il passato, viaggiando nel tempo MANIFESTAZIONI E VIAGGI D’ISTRUZIONE CENTRO SOCIO-EDUCATIVO FANTA- SYLANDIA - Si impara leggendo e scriven- do, ma si impara anche osservando e facen- do. Il coinvolgimento diretto del bambino che utilizza le sue capacità creative e manipolativo-sensoriali lo porta ad apprendere prima e con maggiore coinvolgimento motivazionale. E’ questo quello che hanno fatto gli alunni delle classi prime della scuola prima- ria di Galatina e Noha, quando nell’a.s. 2011-12 si sono recate con le loro docenti al Centro Socio- Educativo Fantasylandia, di Co- pertino, dove partecipando ad atti- vità laboratoriali, hanno modellato l’argilla e realizzato un prodotto creativo ed originale: si tratta di un angioletto, realizzato e dipinto a mano, e poi confezionato per la festa della mamma… LA MAMMA NON SI SCORDA MAI!!! La gior- nata si è conclusa allegramente con- dividendo tutti insieme il proprio capolavoro, portato a casa, in ricor- do dell'esperienza svolta. «IMPARARE OSSERVANDO E FACENDO» Un angioletto d’argilla per la mamma In piazza insieme per onorare i caduti MILITE IGNOTO Dobbiamo a Te, e a tanti altri soldati, se oggi sulla Patria sventola il tricolore a noi così caro. Tu, Combattente, forse ancora imberbe adolescente hai reso libera questa Terra tanto amata restando sempre fedele ai tuoi ideali. Hai versato il sangue in battaglia, per l’Unità, hai gridato: - Libertà, fratellanza!- ma ti hanno ascoltato in pochi. Tu, Italiano degno di questo nome hai sacrificato la tua giovane vita cercando di vincere l’odio e la guerra. Hai lottato per l’Indipendenza, per riportare sulla Terra il valore della Pace scomparso durante le sanguinose battaglie. Tu, più d’ogni altro hai amato il luogo dove sei nato. Nessuno conosce il tuo vero viso, ma tutti abbiamo un’idea del tuo grande Cuore e nel nostro riserviamo , per te, un angolo come pure nella nostra riconoscente memoria. Benedetta Margari «MANIFESTAZIONE DEL 4 NOVEMRE» «ALLA SCOPERTA DELLE BELLEZZE MARINE» VISITA AL BACINO DI ACQUATINA, A FRIGO- LE - I ragazzi delle classi prime della scuola secondaria di I grado nell’a.s. 2011/12 si sono recati a Frigole, per visitare il Bacino Costiero di Ac- quatina. Francesca nella sua relazione racconta … “Essa si occupa della tutela e dello sviluppo delle risorse acquatiche ed al ripristino degli habitat. Dapprima abbiamo visitato il centro di ricerche per la pesca e l’acqua cultura, dopo il p e r c o r s o naturalistico. Ed infine a b b i a m o partecipato ai l a b or at or i didattici. In questi ultimi a b b i a m o conosciuto meglio i pesci, quali vertebrati a sangue freddo, dei quali abbiamo esaminato più nel dettaglio le loro caratteristiche fisiche e comportamentali, quando si muovono in bran- co. Inoltre ci hanno spiegato che i pesci hanno un apparato visivo molto primitivo, e per que- sto riescono a percepire gli stimoli provenienti da destra e da sinistra, attraverso un organo chiamato linea laterale. Questa giornata è stata per me davvero molto interessante e, la cosa che mi è rimasta più impressa, è stata quando abbiamo analizzato il pesce dal suo interno”. Francesca Gatto Gli alunni delle classi terze della scuola primaria, nell’a.s. 2011-12, hanno avuto modo di vivere un “Giorno nella storia”, a Caprarica di Lecce, nella cornice naturale e paesaggistica della Serra, Meridies, viag- giando nel tempo per scoprire il passato. E’ stata una giornata di gran caldo, ma ciò nonostante i ragazzi sono tornati a casa con una valigetta di scoperte e conoscenze che hanno arricchito e ampliato il loro sapere, acquisito tra i banchi di scuola. SCUOLA inFORMA
  11. 11.  11 Continuando insieme «INVALSI? NO PROBLEM 1» Corso Pon di Matematica Il corso Pon “INVALSI? NO PROBLEM 1”, di cui Tutor la Docente Mariano Sabina, ha coinvolto nell’a.s. 2011/12 i ragazzi di 1^ classe di scuola secondaria di I grado in un percorso di matematica, della dura di 30 ore. In partico- lare il percorso formativo si è sviluppato potenziando le competenze dell’area logi- co- matematica, alla luce di quanto richiesto e previsto dalle prove INVALSI e OCSE PISA. Il modulo è stato sviluppato, tramite brevi l e zi oni frontali i n t r o - duttive in aula, numero- se eser- citazioni pratiche e prove di simulazione delle prove IN- VALSI di matematica, inter- vallate da esperienze in labora- torio con l’ausilio della LIM, durante le quali si sono svolti esercizi tipo “prove INVAL- SI”. Nel contempo si è dato a m p i o spazio ad una mate- m a t i c a interattiva, utilizzando strumenti didattici digitali (esercizi interattivi di matemati- ca su internet). Gli alunni durante le lezioni e le espe- rienze in laboratorio hanno partecipato attivamente e si sono sentiti c o i n v o l t i n e l l ’ a z i o n e d’apprendimento. Ad ognuno di loro è piaciuto molto lavorare in gruppo e particolarmente apprezzate sono state le esperienze di labo- ratorio con l’ausilio della LIM. «SCACCO MATTO LIVE» A scuola anche d’estate Nel luglio 2012 ha avuto inizio il proget- to “Scacco matto live”, che ha coin- volto alcuni alunni di scuola primaria e secondaria di I grado, sotto la guida delle docenti Colazzo Rita Maria e Coluccia Barbara. Il progetto è nato per impegnare i ragazzi , soprattutto durante l’estate, in attività alternative a quelle offerte dalla strada, facendo scoprire divertendosi non solo il gioco degli scacchi, bensì il valore della persona umana e i diritti ad essa connessi, attraverso l’applicazione delle regole del gioco degli scacchi e il rispetto dei ruoli in un’attività corale. I ragazzi hanno frequentato con regolarità il per- corso che si è esteso per tutto il mese di luglio per due incontri setti- manali di due ore ciascu- no. «Le fiabe danno i numeri» Approfondendo matematica ed italiano «NOTE DI NATALE» Natale tra canti e drammatizzazioni I ragazzi della scuola secondaria di I grado, guida- ti dalle loro do- centi, si dilettano a suonare Note di Natale e a drammatizzare delle scene natali- zie, aspettando il Santo Natale. Recupero e potenziamento di italiano e matematica Per meglio qualificare l’offerta formativa della scuola, prevenire la dispersione e garantire il successo scolastico dei nostri alunni, nell’A.S. 2011-12 si è attuato il progetto “Diritti a scuola”, finanziato con fondi rivenienti dal P.O. Puglia per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013; in particolare hanno visto il loro sviluppo due tipologie di progetto: uno di TIPO A finalizzato a potenziare le competenze di italiano, storia e geografia (docenti aggiunti Papadia Romina e Abaterusso Luigi ) e uno di TIPO B finalizzato al potenziamento delle competenze di matematica e scienze (docenti aggiunti De Blasi Francesca e Russo Anna). Anche quest’anno la nostra istituzione scolastica ha chiesto l’approvazione del Proget- to “Diritti a scuola” per potenziare l’area logico- matematica e linguistica. «DIRITTI A SCUOLA» Il progetto “Le fiabe danno i nu- meri” è un percorso di approfondi- mento interdisciplinare (Matematica e italiano) che ha coinvolto gli alun- ni della classe 1^ B di scuola se- condaria (classe a tempo pieno) in orario curriculare. Il percorso è stato condotto dalle docenti Colaz- zo Rita Maria e Mariano Sabina. Inizialmente si è cercato dei punti di contatto tra l’italiano e la mate- matica. Con la lettura e commento della poesia di Rodari si è cercato di far comprendere che, come dice Rodari, “Le fiabe servono alla matematica come la matematica serve alle fiabe”. Che la matemati- ca ci circondi e faccia parte di ogni aspetto della nostra vita non sempre è chiaro, ma basta cercare un po' per scoprire che è vero. I ragazzi sono stati dunque spinti ad osserva- re con gli occhiali della matematica situazioni che apparentemente non avevano niente a che fare con essa. La matematica, attraverso le fiabe, si è riempita di espressioni, di emo- zioni e i ragazzi sono stati chiamati a risolvere situazioni-problema, in maniera corretta, colo compren- dendo il contesto narrativo. Le attività si sono dunque articolate come segue: sono state dapprima proposte alla classe letture di fiabe e favole, elaborate dalla professo- ressa di Italiano e con l’aiuto della professoressa di matematica gli alunni sono stati guidati ad indivi- duare delle situazioni problemati- che che permettevano di arricchire la comprensione delle stesse. Suc- cessivamente sono stati avviati alla rielaborazione ed alla scrittura personale delle stesse con situazio- ni problematiche, ognuno con le proprie competenze e potenzialità. Così entusiasmati dalla novità, gli alunni hanno dato vita sia a favole che fiabe animate da situazioni problematiche. SCUOLA inFORMA
  12. 12. “SCUOLA INFORMA 2011” PREMIATO DALLA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO Il 16 ottobre 2012 il Giornale Scolastico “Scuola InForma 2011”, partecipando al Concorso “Lo scrivo io”, è stato premiato dalla Gazzetta del Mez- zogiorno con una targa di merito. PER UN AUGURIO SINCERO Natale, ma che bella parola! Ma che cosa vuol dire? Ce lo siamo mai chiesto? Balocchi, dolci, doni o panettoni? No, vuol dire amore, armonia e generosità. A Natale Siamo tutti più buoni. Ma Natale è ogni giorno, se tu lo vuoi, se “metti in pratica” l’amore che hai dentro. Gesù nasce ogni giorno, se aiuti il prossimo, se non ti arrabbi, se da un cuore duro, fai sorgere l’amore. Buon Natale, pace, amore e armonia in ogni cuore. Benedetta Latino BUON NATALE AI PARENTI VICINI E LONTANI! FELICITA’, PACE E SALUTE A TUTTI! BUON ANNO IL VOSTRO TRENO HA PRESO ALTRI BINARI … ma le vo- stre maestre vi ricor- deranno sempre con GRANDE AFFETTO! In bocca al lupo ragazzi!!! - DIRETTORE RESP. Dott.ssa Eleonora LONGO - DOCENTE REFERENTE Dott.ssa Addolorata VANTAGGIATO - STUDENTI Gli alunni del POLO 2 Comitato di Redazione

×