1 dati informazioni_struttura_di_un_organizzazione

1,089 views

Published on

CORSO DI INFORMATICA AZIENDALE [presentazione 1/7]
Dati e informazioni: che cosa sono
La struttura di un organizzazione: processi aziendali, sistema informatico e informatico

Published in: Education
  • Be the first to comment

1 dati informazioni_struttura_di_un_organizzazione

  1. 1. ATTENTI ALLA CORRETTEZZA LESSICALE! A cura di Jacques Bottel 1
  2. 2. Attenti al significato delle parole! Definizione La definizione consiste nell'individuazione e nella spiegazione delle proprietà essenziali di un determinato oggetto o concetto. Sinonimo Termine simile (non uguale!) a un altro per il significato denotativo. Esempio: rettile, serpente, vipera 2 Riferimenti:  Definizione: Wikipedia  Sinonimo: vocabolario Sabatini Coletti A cura di Jacques Bottel
  3. 3. Alcune definizioni… (1) Organizzazione (SIN. Organismo) Insieme di persone che si associano per uno scopo comune. Società, Azienda, Impresa Organizzazione Associazione Ente 3 Riferimenti:  Organizzazione: vocabolario Sabatini Coletti  Organismo: vocabolario Sabatini Coletti A cura di Jacques Bottel
  4. 4. Alcune definizioni… (2) Società  Associazione di persone che collaborano tra loro per il raggiungimento di un fine comune [Sin. Organizzazione, Associazione] Es. società segreta, società di mutuo soccorso  (Dir., Econ.) - Ente giuridico costituito da uno o più soci che intendono esercitare un'attività economica. 4 Riferimenti: vocabolario Sabatini Coletti A cura di Jacques Bottel
  5. 5. Alcune definizioni… (3) Azienda (SIN. Impresa, Società) Insieme di persone che svolgono un lavoro organizzato per produrre beni ed erogare servizi allo scopo di conseguire un profitto. 5 Riferimenti: vocabolario WordReference, Sabatini Coletti A cura di Jacques Bottel
  6. 6. Alcune definizioni… (4) Associazione (SIN. organizzazione, unione, lega) Aggregazione di più persone per uno scopo comune Es. associazioni di categoria, associazione a delinquere. NB. Di solito, il termine associazione denota un’ organiz-zazione che non persegue un fine lucrativo. 6 Riferimenti: vocabolario Sabatini Coletti A cura di Jacques Bottel
  7. 7. Alcune definizioni… (5) Ente Organizzazione provvista di personalità giuridica, fondata per perseguire finalità di rilevanza sociale. Esempi: ente pubblico, ente locale (ente pubblico che amministra un territorio: regione, provincia, comune), ente caritatevole 7 Riferimenti: vocabolario Sabatini Coletti A cura di Jacques Bottel
  8. 8. L’INFORMATICA: LA SCIENZA DELL’INFORMAZIONE 8
  9. 9. La società dell’informazione Le tappe del progresso tecnologico: La prima rivoluzione industriale che si basava sulla forza del vapore [fine ‘700 - ‘800] La seconda rivoluzione industriale che si basava sull’elettricità [fine ‘800 - metà ‘900] La società post-industriale o società dell’informazione che si basa sull’informa-zione [metà ‘900 - oggi] Sviluppo dell’informatica A cura di Jacques Bottel 9
  10. 10. La scienza e l’informazione Perché oggi l’informazione è così importante? Perché la scienza si basa sull’informazione. Oggi metodologie scientifiche e tecnologia vengono pesantemente utilizzate nei processi aziendali per eliminare o ridurre le inefficienze. In questo modo, le organizzazioni sono in grado di ottimizzare l’utilizzo delle risorse disponibili (personale, materiale, denaro, ecc.) e, quindi, di aumentare i profitti. A cura di Jacques Bottel 10
  11. 11. Esempi pratici Diverse società di spedizione, grazie all’utilizzo di navigatori GPS che consentono di individuare il percorso più breve, sono riuscite a ridurre il numero di fattorini. Gestione delle degenze ospedaliere. Il calcolo del costo medio di ogni singolo tipo di ricovero consente di fare confronti con gli altri ospedali della zona e capire dove sono gli sprechi. A cura di Jacques Bottel 11
  12. 12. Che cos’è l’informatica? Def. informatica L’informatica è la scienza che studia la gestione delle informazioni in maniera automatizzata al fine di ottimizzare i processi aziendali. Un processo è l’insieme delle attività pratiche e intellettuali che vengono svolte in un’azienda Esempio: azienda agricola. Raccolta mele (attività pratica) e gestione magazzino (attività intellettuale) A cura di Jacques Bottel 12
  13. 13. Informatica: l’origine del termine Il termine informatica deriva dalla fusione delle parole informazione automatica. Il neologismo fu coniato da Karl Steinbuch, autore dell‘articolo “Informatik: Automatische Information-sverarbeitung“ (“Informatics: automatic information processing“) pubblicato nel 1957. Informatique Informatics / computer science A cura di Jacques Bottel 13
  14. 14. Informatica: IT e ICT  IT (Information Tecnology) Indica tutte le applicazioni software nel settore dell’informatica e delle comunicazioni che consentono di memorizzare, cercare, manipolare e trasmettere i dati. In sostanza è un sinonimo di informatica, utilizzato soprattutto nel settore del marketing.  ICT (Information & Communication Tecnology) Oggi è un sinonimo di IT, pone l’accento sulla convergenza del settore dell’informatica con quello delle telecomunicazioni. A cura di Jacques Bottel 14
  15. 15. Errori comuni: informatica, elettronica e robotica L’informatica NON è sinonimo di:  Elettronica. È la scienza che studia i dispositivi elettronici.  Robotica. È la scienza che studia e sviluppa nuove metodologie che consentono di realizzare macchine in grado di eseguire dei compiti specifici al scopo di ridurre il lavoro umano. A cura di Jacques Bottel 15
  16. 16. Errori comuni: tecnica e tecnologia L’informatica NON è sinonimo di:  Tecnica. Si può intendere un qualunque metodo codificato per raggiungere uno scopo definito.  Tecnologia. Indica la catalogazione e lo studio sistematico di tecniche, spesso riferite ad un certo ambito specifico (per es. tecnologia informatica, tecnologia militare). A cura di Jacques Bottel 16
  17. 17. Che cos’è la scienza? Def. scienza È scienza qualsiasi disciplina che si fonda sul metodo scientifico. Il metodo scientifico, introdotto da Galileo Galilei, è la tecnica utilizzata dalla scienza per aumentare la conoscenza della realtà. A cura di Jacques Bottel 17
  18. 18. Metodo scientifico 18 OSSERVAZIONE DEL FENOMENO Teoria FORMULAZIONE DI UN MODELLO MATEMATICO CHE SPIEGA IL FENOMENO A cura di Jacques Bottel VERIFICA DEL MODELLO MATEMATICO scientifica Sì LEGGE SCIENTIFICA No
  19. 19. I DATI E LE INFORMAZIONI NELLE ORGANIZZAZIONI 19
  20. 20. Risorse di un’azienda Def. Risorsa È tutto ciò con cui la organizzazione opera, sia materiale che immateriale, per perseguire i suoi obiettivi. Le risorse di un’organizzazione sono:  denaro (investimenti)  persone  logistica (edifici, servizi, ecc.)  informazioni A cura di Jacques Bottel 20
  21. 21. Il valore dell’informazione Perché le informazioni sono così utili a un’organizzazione? Perché consentono di:  Capire dove le inefficienze (in quale processo, in quale attività) e, quindi, di eliminarle.  L’utente si rivolge a un’organizzazione per soddisfare i propri bisogni. Se l’azienda riesce a capire di che cosa l’utente o il cliente ha bisogno (prodotti e/o servizi) può incrementare il business. A cura di Jacques Bottel 21
  22. 22. Il valore dell’informazione: la pubblicità mirata Per esempio Facebook, servizio offerto gra-tuitamente agli utenti, genera utili milionari grazie alla pubblicità mirata. Che cos’è la pubblicità mirata? È la pubblicità personalizzata sulla base di informazioni che l’organizzazione sa dell’utente o del cliente. A cura di Jacques Bottel 22
  23. 23. Il valore dell’informazione: l’esempio di Facebook Per es. su Facebook molti utenti “regalano” all’azienda preziose informazioni quali:  Data di nascita (da cui si ottiene l’età)  Stato: single, fidanzato, sposato  Posizione geografica  Dove lavori (si sa quindi chi può spendere)  Cosa ti piace, grazie alle pagine a cui ci si iscrive A cura di Jacques Bottel 23
  24. 24. Il valore dell’informazione: l’esempio di Facebook Grazie a queste informazioni l’azienda riesce a fare una pubblicità personalizzata sulla base di ciascun profilo. Ad esempio:  All’inizio dell’inverno a un norvegese verrà proposto l’acquisto di un cappotto molto pesante, mentre a un siciliano verrà proposto l’acquisto di un giubbino.  A un diciottenne italiano a cui piace Madonna (magari ha anche molti amici a cui piace Madonna) può essere propo-sto l’acquisto di un biglietto per un concerto a Roma. La pubblicità mirata è molto efficace ed è in grado di spingere le vendite in maniera significativa. A cura di Jacques Bottel 24
  25. 25. Il valore dell’informazione: l’esempio di Amazon Amazon invece, sapendo quali articoli sono stato acquistati dall’utente, propone l’acquisto di prodotti correlati. Ad esempio:  Se un utente acquista un computer gli verrà proposto anche l’acquisto di una stampante e di uno scanner o un corso su DVD per imparare a usare il computer. Anche in questo caso, la pubblicità mirata è molto efficace ed è in grado di incrementare le vendite in maniera significativa. A cura di Jacques Bottel 25
  26. 26. Ciclo di vita di una risorsa Pianificazione. Si determinano le risorse necessarie a perseguire gli obiettivi Acquisizione. Si acquisiscono le risorse pianificate Gestione. Si utilizzano le risorse nella maniera più efficiente possibile Manutenzione. Aggiornamento e miglioramento delle risorse al fine di garantire l’efficiente utilizzo delle stesse nei processi organizzativi A cura di Jacques Bottel 26
  27. 27. Dati e informazioni Def. Informazione Dato o elemento che consente di avere una conoscenza più o meno esatta di fatti. Def. Dato Ciò che viene proposto come oggetto di osservazione e studio prima di ogni elaborazione. 27 Riferimenti: Def. dato: vocabolario Sabatini Colletti, resa più completa A cura di Jacques Bottel
  28. 28. I dati nell’informatica Def. dati in informatica Elementi di informazione costituiti da simboli che possono essere elaborati. Quindi… Nei sistemi informatici le informazioni vengono rap-presentate in maniera essenziale, attraverso i dati. A cura di Jacques Bottel 28
  29. 29. Esempi dati e informazioni “Mario Rossi” e “3275” scritti su un foglio di carta sono due dati. Se sul foglio ci fosse scritto “qual è il numero di tel. interno del dirigente?”, allora i dati diventano informazioni e arricchiscono la mia conoscenza. La conoscenza è costituita da un insieme di informazioni. A cura di Jacques Bottel 29
  30. 30. La conoscenza Per ricavare informazioni dai dati è necessaria una conoscenza pregressa. Nell’esempio di prima, se non avessi saputo che cos’è un tel., un numero di tel. interno, un diri-gente, non avrei potuto ricavare le informazioni che avrebbero arricchito la mia conoscenza. A cura di Jacques Bottel 30
  31. 31. Rappresentare le informazioni - 1 Poniamo che su un foglio abbia i seguenti dati: Mario Rossi 3275 45 Marina Dalmas 3256 32 Alessandra Mancuso 3245 34 Alessia Ghezzi 3267 56 Questi sono dei dati, quindi non arricchiscono la mia conoscenza. Come posso trasformare questo insieme di dati in informazioni? A cura di Jacques Bottel 31
  32. 32. Rappresentare le informazioni - 2 Nome dirigente Telefono interno Età Mario Rossi 3275 45 Marina Dalmas 3256 32 Alessandra Mancuso 3245 34 Alessia Ghezzi 3267 56 La forma tabellare è la maniera più semplice di rappresentare le informazioni. Proprio per questo le tabelle sono alla base dei database che vedremo in seguito. Infatti, il computer gestisce i dati, ma le persone hanno bisogno delle informazioni! A cura di Jacques Bottel 32
  33. 33. Le informazioni nell’informatica Con i linguaggi di rappresentazione della conoscenza è possibile descrivere delle basi di conoscenza su cui poi effettuare delle inferenze (deduzioni). Tale discorso esula dal nostro programma di studio, ma è importante sapere che il computer è in grado di gestire anche le informazioni memorizzate in una base di conoscenza. 33 A cura di Jacques Bottel
  34. 34. Dove vengono memorizzati i dati? Server. Sono computer progettati per rimanere accesi 24 ore al giorno. Di solito ospitano i dati di un ufficio o un’organizzazione che sono condivisi tra tutti gli impiegati. A cura di Jacques Bottel 34
  35. 35. Verifica se hai capito… Argomento: dati, informazioni e conoscienza Domande di verifica:  L’informazione è una risorsa per un’organizzazione. Perché è così importante? Fai degli esempi.  Che cos’è una risorsa? Scrivi la definizione e fai degli esempi.  Che cos’è un dato? Che cos’è un’informazione? Scrivi la definizione e commentala, evidenziandone le differenze. Sono apprezzati esempi. A cura di Jacques Bottel 35
  36. 36. Verifica se hai capito… Argomento: dati, informazioni e conoscienza  Che cos’è la conoscenza? Che relazione c’è tra informazione e conoscenza?  È possibile trasformare i dati in informazioni? Se sì, come?  Che cos’è un server? A cura di Jacques Bottel 36
  37. 37. LA STRUTTURA DI UN’ORGANIZZAZIONE A cura di Jacques Bottel 37
  38. 38. Processo organizzativo Def. Processo aziendale Un processo è l’insieme delle attività (sequenze di decisioni e azioni) che l’organizzazione compie utilizzando le risorse disponibili nel loro ciclo di vita al fine di produrre un bene o erogare un servizio. La definizione non è del tutto completa. Vedremo la definizione esatta nel secondo quadrimestre. 38 A cura di Jacques Bottel
  39. 39. Sistema organizzativo Def. Sistema organizzativo Il sistema organizzativo include:  le risorse  le regole che coordinano l’esecuzione simultanea dei diversi processi organizzativi nella maniera più efficiente possibile in base alle risorse disponibili. Esempio. L’ufficio personale può decidere di organizzare dei turni per utilizzare in maniera efficiente la risorsa “mensa aziendale”. A cura di Jacques Bottel 39
  40. 40. Sistema informativo - 1 Il sistema informativo è parte del sistema organizzativo. I processi informativi, cioè i processi che coinvolgono informazioni, gestiscono il sistema informativo. A cura di Jacques Bottel 40
  41. 41. Sistema informativo - 2 Il concetto di “sistema informativo” è indipendente da qualsiasi forma di auto-mazione: esistono orga-nizzazioni che da secoli gesti-scono informazioni (per es. 41 anagrafe, banche, archivi degli atti notarili, ecc.). A cura di Jacques Bottel
  42. 42. Sistema informatico Il sistema informatico è la porzione automatizzata del sistema informativo, ossia la parte del sistema informativo che gestisce le informazioni in maniera automatizzata grazie all’utilizzo delle tecnologie informatiche. A cura di Jacques Bottel 42
  43. 43. Riassumendo… Sistema azienda Sistema organizzativo Sistema informativo Sistema informatico NB. Oggi, spesso, il sistema informativo e il sistema informatico coincidono in quanto il sistema informativo è completamente automatizzato. A cura di Jacques Bottel 43
  44. 44. La struttura di un’organizzazione 44 Organizzazione Processi Informazioni Altre risorse Tecnologie di elaborazione e comunicazione A cura di Jacques Bottel
  45. 45. Verifica se hai capito… Argomento: la struttura di un’organizzazione Domande di verifica:  Che cos’è un processo organizzativo?  Che cos’è il sistema organizzativo?  Che cos’è il sistema informativo? Che differenza c’è con il sistema informatico?  C’è un legame tra l’organizzazione e le informazioni che questa gestisce? Se sì, spiega di che cosa si tratta. [Domanda difficile] A cura di Jacques Bottel 45
  46. 46. E ora che avete capito… memorizzate! A cura di Jacques Bottel 46

×