Siemens ShareNet

3,887 views

Published on

Presentazione del caso aziendale Siemens ShareNet

Published in: Economy & Finance
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
3,887
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
652
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Siemens ShareNet

    1. 1. Bianchini Lisa Chiesi Paolo Del Monte Davide Re Gabriela Ronzoni Stefano Venturi Giorgia Facoltà di Ingegneria Gestionale, Reggio Emilia Corso di Gestione delle Risorse Umane – prof. Fabiola Bertolotti
    2. 2. Siemens Circa 400,000 dipendenti impegnati nella produzione di prodotti elettronici, design e installazione sistemi complessi, e consulenza su progetti individuali. Nel 2007, Siemens ha generato ricavi per €72.4 miliardi e utili per €3.9 miliardi. Our vision puts into practice our belief that the highest performance and highest ethical standards can drive our profitable growth while addressing stakeholders’ requirements.
    3. 3. I bisogni emergenti <ul><li>Dalla ricerca “Enterprise 2.0” del politecnico di Milano (2008) </li></ul>ShareNet nasce per soddisfare i bisogni della Social Enterprise e Adaptive Enterprise
    4. 4. Social e Adaptive Enterprise OBIETTIVI: Creazione di nuovi schemi di collaborazione, condivisione della conoscenza e gestione delle relazioni STRUMENTI: Sia tradizionali che strumenti innovativi di social computing mutuati dal web 2.0 (su tutti blog o wiki) APPROCCI: Diversi per livello di focalizzazione, di coesione, di stabilità e di interazione: famiglie, squadre, club Social Enterprise Adaptive Enterprise
    5. 5. Knowledge Management Sforzo sistematico di trovare, organizzare e rendere disponibile il capitale intellettuale di una azienda e di alimentare una cultura di apprendimento continuo e condivisione della conoscenza in modo che le attività organizzative possano costruire sulle conoscenze già acquisite Nei tempi più recenti della rivoluzione digitale, chiamiamo knowledge management quel filone di ricerca teorica e applicativa che sviluppa il ciclo della conoscenza all’interno di una comunità di pratica o d’apprendimento tramite strumenti dell’information technology
    6. 6. ShareNet <ul><li>ShareNet nasce tra il 1998 e il 1999, fu sviluppato da ArsDigita in forte sinergia coi manager di ICN Siemens </li></ul><ul><li>E’ una piattaforma web per il knowledge management </li></ul><ul><li>Dispone di strumenti collaborativi come forum di discussione, repository di documenti e “objects”, chat, bacheca per “urgent requests”, videoconferenze </li></ul>
    7. 7. Le sfide di una rete di conoscenza
    8. 8. I benefici di una rete di conoscenza
    9. 9. Fattori di successo ShareNet ha superato le difficoltà iniziali (interfaccia sotware poco user-friendly, scarso utilizzo, basse performance..) grazie ai seguenti fattori di successo:
    10. 10. Design condiviso e Promozione
    11. 11. Incentivi
    12. 12. Possibili difficoltà future
    13. 13. Il dilemma dei costi <ul><li>Chi dovrebbe accollarsi i costi di ShareNet? </li></ul>Quattro possibili soluzioni
    14. 14. Corporate <ul><li>BENEFICI </li></ul><ul><li>Nessuno rinuncia all’utilizzo della piattaforma </li></ul><ul><li>Il sistema viene visto con favore dalle divisioni </li></ul>I costi del sistema sono tutti sostenuti dal corporate. Le divisioni usufruiscono gratuitamente del servizio. <ul><li>RISCHI </li></ul><ul><li>C osti eccessivi per il corporate </li></ul><ul><li>Bassa responsabilizzazione delle divisioni </li></ul><ul><li>Sovrautilizzo - sottoutilizzo </li></ul><ul><li>Non viene percepito il reale valore del sistema </li></ul>
    15. 15. Suddivisione dei costi sulle BU <ul><li>BENEFICI </li></ul><ul><li>Responsabilizzazione delle BU </li></ul><ul><li>Copertura equa dei costi </li></ul><ul><li>Forte incentivo all’utilizzo </li></ul>I costi del sistema sono ripartiti sulle BU in base alla loro dimensione. Ogni divisione è obbligata a pagare. <ul><li>RISCHI </li></ul><ul><li>Costi sostenuti inutilmente per le BU “meno bisognose” </li></ul><ul><li>Imposizione della scelta: contrasti tra BU e Corporate </li></ul>
    16. 16. Suddivisione fisso + variabile <ul><li>BENEFICI </li></ul><ul><li>Responsabilizzazione delle BU </li></ul><ul><li>Maggiore equità </li></ul><ul><li>Incentivo all’utilizzo </li></ul>Le BU pagano una quota fissa in base alla dimensione (ad esempio il 30% dei costi), più una quota variabile in base all’effettivo utilizzo del sistema (basata sul numero di utenti). Il corporate copre una quota minima (ad esempio il 20%). <ul><li>RISCHI </li></ul><ul><li>Alcune BU potrebbero rinunciare al sistema </li></ul><ul><li>Il corporate potrebbe essere costretto a sostenere una parte dei costi (fino al 70%) </li></ul>
    17. 17. Vendita all’esterno <ul><li>BENEFICI </li></ul><ul><li>Estensione della rete all’esterno </li></ul><ul><li>Ingresso in un nuovo mercato </li></ul><ul><li>Copertura dei costi dall’esterno </li></ul>Si può rientrare di alcuni costi vendendo la piattaforma all’esterno, oppure chiedendo quote a fornitori e partner commerciali che usufruiscono della piattaforma. <ul><li>RISCHI </li></ul><ul><li>Accesso a informazioni sensibili </li></ul><ul><li>Costi e risorse connessi allo sviluppo di un nuovo prodotto </li></ul><ul><li>Copertura parziale dei costi </li></ul>
    18. 18. La nostra visione <ul><li>E’ giusto responsabilizzare le divisioni e al tempo stesso il Corporate deve riconoscere i profitti e i benefici globali </li></ul><ul><li>La soluzione più bilanciata ed efficace è quella che prevede una quota fissa di corporate e divisioni, oltre a una quota variabile in base all’effettivo utilizzo di ShareNet da parte delle singole BU. </li></ul>
    19. 19. Open Enterprise La prospettiva futura è quella di soddisfare i bisogni emergenti dell’Open Enterprise
    20. 20. Small World Network <ul><li>ShareNet dovrebbe evolvere verso un Social Network, che permetta di ridurre la “distanza alla conoscenza” e di connettere soggetti lontani </li></ul><ul><li>Il focus deve spostarsi dagli oggetti alle persone e alle relazioni tra i colleghi </li></ul>
    21. 21. <ul><li>RIFERIMENTI </li></ul><ul><li>Enterprise 2.0 – Ricerca di Stefano Mainetti e Marino Corso (Politecnico di Milano – Ing. Gestionale) </li></ul><ul><li>Small Network – Franco Zambonelli (lezioni sistemi adattativi complessi) </li></ul><ul><li>Siemens official website: www.siemens.com </li></ul><ul><li>Wikipedia: http://wikipedia.org </li></ul>

    ×