Il valore percepito

2,147 views

Published on

La presentazione che ho tenuto all'ExperienceCamp 2010 presso Sketchin (Manno, CH) a tema percezione della "qualità" della user-experience da parte degli utenti e valore che ad essa assegniamo come sviluppatori/designer.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,147
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
21
Actions
Shares
0
Downloads
18
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il valore percepito

  1. 1. il valore “percepito” ovvero, quanto vale una buona UX?
  2. 2. disclaimer • sì lo so, sono generalizzazioni • sì lo so, sono semplificazioni. • sì lo so, sono luoghi comuni. • ma... voglio “metterla giù semplice”.
  3. 3. #iias2010 “ esperienza utente e fruizione dei contenuti nei quotidiani online in italia ” • tutti presentano evidenti problemi di IA (trovabilità, fruibilità, stratificazione) e UX (homepage, pubblicità) • eppure hanno ogni giorno milioni di visitatori che usano questi siti web
  4. 4. che ne pensano gli utenti? • gli utenti colgono realmente questi problemi di “cattiva” UX? • oppure sono falsi problemi di un architetto o un designer troppo scrupoloso? • oppure sono ormai semplicemente assuefatti o rassegnati ?
  5. 5. percezione • “temperatura percepita” • “inflazione percepita” • “sicurezza percepita” • e quindi... quale è la percezione della propria “experience” per uno user?
  6. 6. la parola “valore” IA/UXD Cliente Utente
  7. 7. la parola “valore” IA/UXD Cliente VALORE Utente
  8. 8. la parola “valore” IA/UXD Cliente VALORE COSTO Utente
  9. 9. la parola “valore” IA/UXD Cliente VALORE COSTO PREZZO Utente
  10. 10. la parola “valore” IA/UXD Cliente VALORE COSTO PREZZO Utente
  11. 11. considerazione n. 1 non tutti percepiscono e condividono i nostri “valori” non brandiamoli come spade!
  12. 12. la qualità non è necessaria • i sistemi, le interfacce, gli oggetti possono funzionare comunque • le persone : – si adattano o trovano dei workaround – non notano la di erenza o non gli interessa – non sono disposte a pagare per essa
  13. 13. la qualità costa qualità perfezione incrementi diversi di qualità... ...a parità di tempo dedicato sforzo = tempo = denaro
  14. 14. la qualità “percepita” qualità perfezione Caso reale di un collega, che anzichè dare la solita interfaccia list/grid-style ha provato a renderla più amichevole, a dedicare qualche giornata di sviluppo alla user-interface. Il risultato che ha però riscontrato è stato quello che il cliente non ha assolutamente “percepito” i miglioramenti apportati, anzi! sforzo = tempo = denaro
  15. 15. posizionamento qualità perfezione zona di “non percezione” della qualità? low-budget huge-budget
  16. 16. crescita professionale qualità perfezione dovendo lavorare su progetti low/mid-budget, come posso crescere dal punto di vista professionale, come faccio a consegnare sempre maggior qualità? low-budget huge-budget
  17. 17. considerazione n. 2 la qualità a piccole dosi non viene “percepita” ne serve moltissima!
  18. 18. lamentazioni • il nostro mercato è un “porcaio” • i nostri clienti sono incompetenti • il budget è troppo basso • i problemi sono “sistemici” • i principi dicono che...
  19. 19. considerazione n. 3 basta lamentarmi e sentire gli altri farlo voglio provare a cambiare le cose
  20. 20. e quindi? • sto ripensando il mio modo di lavorare e di “pensare” il mio lavoro • sto riconsiderando la mia relazione con il “committente” • sto ricostruendo il mio “percorso” di crescita professionale
  21. 21. in buona compagnia
  22. 22. grazie. Cristiano Rastelli www.didoo.net

×