Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Oristano 23 Aprile 2015

570 views

Published on

Descrizione del progetto IoT Desir.
Oristano, 23 Aprile 2015.
Accademia dei Lincei.
Giornata dedicata alla didattica della scienza.

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Oristano 23 Aprile 2015

  1. 1. Accademia dei Lincei Una giornata per la Comunicazione della Scienza Oristano 23 Aprile 2015
  2. 2. Il CRS4 è un centro di ricerca interdisciplinare che utilizza la Scienza e la Tecnologia dell'Informazione e il Calcolo Digitale ad Alte Prestazioni per affrontare problemi provenienti da ambienti naturali, sociali e industriali. Il CRS4 Oristano – 23 Aprile 2015
  3. 3. I settori di ricerca sono:  Società dell'Informazione  Data Intensive Computing  Energia e Ambiente  BioMedicina Il CRS4 Oristano – 23 Aprile 2015 Attualmente al CRS4 lavorano circa 160 persone.
  4. 4. Un'area di ricerca del Settore Società dell'Informazione del CRS4 è dedicata alle Tecnologie Didattiche: si studiano e si sperimentano sistemi innovativi per l'apprendimento, come ad esempio nel caso del progetto MOsKA Mobile Organized Knowledge Learning del 2007 CRS4. Tecnologie didattiche Oristano – 23 Aprile 2015
  5. 5. Al CRS4 si studia anche la tematica tecnologica emergente: la Internet of Things (internet degli oggetti) che ha generato anche una startup (spinoff del CRS4: Paraimpu). Nel 2020 i dispositivi connessi saranno 25 miliardi (fonte: Gartner). Gli oggetti intelligenti sviluppano una sorta di capacità decisionale e forniscono dati preziosi a per la gestione di sistemi complessi CRS4. Internet of Things Oristano – 23 Aprile 2015
  6. 6. - la sveglia si autoregola in base ai dati relativi al traffico lungo il percorso casa-lavoro; - il cellulare ti avvisa quando tuo padre anziano si dimentica di assumere un farmaco; - le informazioni sulla piovosità attivano irrigatori nei vasi sul balcone di casa quando sei in viaggio; - i lampioni regolano l’intensità luminosa in base alle condizioni atmosferiche e avvertono quando una lampadina deve essere sostituita. IoT: alcuni esempi Oristano – 23 Aprile 2015
  7. 7. Ragionando sulla IoT non è stato molto difficile immaginare un suo impiego a scuola.  Il tema scelto è l'energia. E lo scopo è misurare i consumi connessi con gli spostamenti casa-scuola. La tecnologia dell'educazione fornisce la base per combinare la strumentazione (Arduino, software sviluppato dagli studenti, ecc.) con la metodologia più adatta agli scopi del progetto (problem solving, cooperazione, sperimentazione). Risultati: aumento di consapevolezza sui consumi prima, durante e dopo la sperimentazione, con la misurazione diretta (per mezzo dei sensori) e indiretta (impronta ecologica); contatto ravvicinato con la tecnologia; interesse per temi di scienza, economia, etica, ecologia. Internet of Things e scuola Oristano – 23 Aprile 2015
  8. 8. Oristano – 23 Aprile 2015
  9. 9. L’alunno controlla l’oggetto al quale assegna una o più funzioni per compiere un’azione. Il periodo di analisi e di programmazione raccoglie in sé tutte le caratteristiche delle abilità metacognitive: pensare e decidere come fare e come risolvere. L’apprendimento diventerà sempre più contestualizzato per il raggiungimento di risultati significativi. Internet of Things e scuola Oristano – 23 Aprile 2015
  10. 10. Internet of Things e scuola C. Salis, 27 - Marzo 2015
  11. 11. Internet of Things e scuola C. Salis, 27 - Marzo 2015
  12. 12. Obiettivi generali della Didattica 1 C. Salis, 27 - Marzo 2015 Rappresentazione di una problematica concreta Definizione delle caratteristiche e dei possibili disagi creati da una situazione/problema Identificazione di una soluzione soddisfacente Ricerca di una corrispondenza logica tra risoluzione possibile e tecnologia IoT a disposizione
  13. 13. Obiettivi generali della Didattica 2 Design delle funzionalità degli oggetti comunicanti Pianificazione del flusso di dati (scenario/i) Sperimentazione della/e connessione/i tra oggetti Valutazione della sperimentazione in base alla problematica analizzata inizialmente Programmazione degli oggetti Oristano – 23 Aprile 2015
  14. 14. Situazione problema 1 È un’attività da compiere all’interno di un contesto specifico e in determinate condizioni ove si suppone che le persone abbiano pensato a un certo numero di ostacoli prima di definire una soluzione possibile Spesso viene affrontata in laboratorio e simulata come una funzione sotto controllo Rappresenta una parte degli strumenti della pedagogia basata sull’autocostruzione dei saperi Oristano – 23 Aprile 2015 L'IoT può diventare un contesto significativo all'interno del quale applicare la pedagogia associata alla situazione/problema
  15. 15. Situazione problema 2 Situazione proposta: Destrutturazione Natura della situazione, caratteristiche, contesto, ostacoli, ecc. Costruzione scenario Compito concreto Condizioni di esecuzione Risorse materiali Risorse umane Restrizioni, pericoli, ecc. Programmazione delle azioni: sensore attuatore Sviluppo Sperimentazione Oristano – 23 Aprile 2015
  16. 16. Oristano – 23 Aprile 2015 Situazione problema 2
  17. 17. Oristano – 23 Aprile 2015
  18. 18. Oristano – 23 Aprile 2015
  19. 19. Tirocinanti Oristano – 23 Aprile 2015
  20. 20. Oristano – 23 Aprile 2015 http://didatticaiot.crs4.it/
  21. 21. Oristano – 23 Aprile 2015 http://didatticaiot.crs4.it/
  22. 22. Contatti Carole Salis calis@crs4.it Fabrizio Murgia fmurgia@crs4.it Andrea Mameli mameli@crs4.it Helga Wilson helga@crs4.it

×