Pieghevole Ashby Teramo

285 views

Published on

Presentazione dell'iniziativa "Ashby e l'Abruzzo" a Teramo, che prevede una mostra al Museo Civico "Savini" e tante altre attività correlate.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
285
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Pieghevole Ashby Teramo

  1. 1. Le immagini fotografiche rappresentano qualcosa Thomas Ashbydi più di un ornamento o di un complementoillustrativo poiché vogliono essere un saggio a parte, L’archeologo inglese Thomas Ashby (1874-1931)un’esplorazione di fatti e di rapporti, un colloquio fu uno stimato studioso che ottenne riconoscimentidiretto con l’occhio vigile di chi legge. dalle più importanti istituzioni culturali italianePer questo una mostra dedicata al fotografo inglese Città di Teramo ed estere. L’interesse per gli studi classici e la passioneThomas Ashby tenta di svolgere un’idea, di costruire verso i monumenti antichi dell’Italia, lo portaronouna sorta di esperimento che inviti a una riflessione a trasferirsi a Roma, dove fu il primo studente dellae magari a un confronto. Così, aldilà dei temi rievocati British School at Rome e, in seguito, ne divennenelle singole foto, che ne ricordano le assai il terzo direttore.apprezzabili qualità di fotografo, ne viene fuori una Oltre all’intensa attività archeologica di quegli annilezione di stile, un esempio del saper vedere unendo romani, Ashby maturò una forte passione perl’impulso scientifico e il quieto stupore dello sguardo. la fotografia, che egli (tra i primi) utilizzava nei Provincia di TeramoCon l’incanto del testo raro e inatteso, quei frammenti suoi sopralluoghi soprattutto come fontedi anni ormai lontani entrano nel nostro presente, di documentazione che allegava ai suoi studi nellesi associano alla nostra esperienza, si fanno guida numerose pubblicazioni, sempre approfondite anchea una nuova percezione. E forse è questo ciò che dal punto di vista topografico e bibliografico.chiediamo al passato mentre ne diventiamo custodi, Tra il 1901 e il 1923, Ashby compì ben sei viaggieredi responsabili e attivi: non un possesso in Abruzzo, collezionando circa 170 scatti fotograficima un dialogo, quasi uno scambio alla pari affinché che, oltre a monumenti, siti archeologici, centri abitatiquello che resta sia davvero una cosa viva. Perché, e paesaggi, si concentrano soprattutto sulla gente:nelle foto di Ashby, dietro le quinte di una storia più contadini, personaggi nei costumi tradizionali, festeampia, si scopre la piccola storia di un territorio, e riti locali.quello abruzzese, con il suo universo di oggetti e di Ashby è sicuramente tra i primi viaggiatori a percorreretestimonianze di una civiltà contadina ormai dietro con uno sguardo diverso e moderno i territoria noi. Ma ciò che forse la mostra ci comunica è il senso abruzzesi, che gli dovevano apparire assolutamenteunificante del tempo come memoria, insieme con vergini, non tanto perché non ci abitasse nessuno,un’idea dell’uomo e del suo vissuto, delle sue illusioni, ma perché nessuno degli abitanti aveva mai viaggiato.del suo lavoro e della sua ricerca, e le immagini esposte Un tesoro perduto, una sopravvissuta culturane sono una verifica e un complemento. del passato, che Ashby trova nei mercati degli animali,Anche il passato, dunque, quando ritrova la propria nel lavoro quotidiano di uomini e di donne, nei voltiparola e la propria immagine autenticamente umana, dei ragazzi, nelle folle di gente, in sagre e processioni Museo Civico Archeologico "F.Savini"può entrare e continuare a vivere dentro il futuro. con serpenti, croci, amuleti, costumi e tabarri. Teramo / via Delfico, 30Merito dell’Accademia Britannica di Roma,di Ad.Venture, del Rotary Club Teramo Est e di tutti ingresso liberoquelli che hanno organizzato e realizzato la mostra. da martedì a sabato: ore 9.00 - 13.00 / 16.00 - 19.00Ad essi va il nostro apprezzamento, il nostro plauso domenica e festivi: ore 10.00 - 13.00 / 16.00 - 19.00e la nostra riconoscenza quando ancora è vivo chiuso il lunedì Città di Teramoil dramma provocato a L’Aquila dal terribile sisma info: 0861.240546 The British School at Romedel 2009 e ancor più forte il desiderio della città info@teramomusei.it / urp@comune.teramo.itdi Teramo e dell’Abruzzo tutto, stretto attorno a lei, www.teramoculturale.it / www.teramomusei.it Regione Abruzzodi continuare a vivere dentro il futuro, partendo anche, Provincia di Teramoe soprattutto, da queste “parole” antiche, da queste Rotary Club Teramo Est“immagini” de L’Aquila di un passato che rimarrà Ufficio Stampa Società della Musicaper sempre nei nostri occhi. Michele Tozzi / PR Comunicazioni e del Teatro “Primo Riccitelli” 328.3612594 - 349.4598959 / m_tozzi@hotmail.itMaurizio Brucchi a cura di Ad.Venture srl George Joseph PfeifferSindaco di Teramo Nicola Di Paolantonio / Comune di Teramo Thomas Ashby a Carsioli 0861.324258 - 348.7976870 / info@comune.teramo.it 1901-1903 circa www.ashbyelabruzzo.com Teramo / Museo Civico Archeologico "F.Savini" www.bsrdigitalcollections.it www.bsr.ac.uk 26 novembre 2011 / 18 maggio 2012
  2. 2. Cosa serve per cambiare il mondo? Secondo oltre un milione Dal 26 novembre 2011 al 18 maggio 2012, in occasione della Per informazionidi Rotariani (1.227.563 soci), si comincia con un impegno: mostra “Ashby e l’Abruzzo”, è in programma un fitto cartellone Servizio Accoglienza“servire al di sopra di ogni interesse personale”. di manifestazioni ed eventi: la presentazione del “Calendario Museo Civico Archeologico “F. Savini”In oltre 34.000 club di tutto il mondo, i soci si impegnano Ashby e l’Abruzzo 2012”; concerti organizzati in collaborazionefuori e dentro il loro Paese. Lavorano per gli altri: con la Società della Musica e del Teatro “Primo Riccitelli”; da martedì a sabato:favoriscono l’istruzione, formano professionalmente eventi enogastronomici e attività didattiche in collaborazione ore 9.00 - 13.00 / 16.00 - 19.00i giovani, offrono occasioni culturali. Poi ci sono posti con il Rotary Club Teramo Est. domenica e festivi:nel mondo in cui il Rotary fa cose non più importanti ore 10.00 - 13.00 / 16.00 - 19.00ma essenziali, perché in quei Paesi c’è bisogno di questo.E così il Rotary aiuta a sconfiggere la poliomelite, porta Il Servizio Educativo dei Civici Musei di Teramo offre un chiuso il lunedìacqua potabile dove la sete è il grande dramma, combatte programma di attività rivolto a differenti categorie di tel. 0861.240546la fame, aiuta a migliorare le condizioni igienico-sanitarie pubblico, con lintento di sviluppare la conoscenza e e-mail: info@teramomusei.ite aiuta quindi a vivere meglio. lapprezzamento della mostra “Ashby e l’Abruzzo, immagini e urp@comune.teramo.itQuest’anno con il motto: “conosci te stesso per abbracciare memoria 1901/1923”, allestita nelle sale espositive del Museol’umanità”, il presidente internazionale del Rotary, Civico Archeologico “F. Savini”. www.teramoculturale.itKalyan Banerjee, chiede ai soci ancora di più. Per il mondo della Scuola sono previsti percorsi tematici, www.teramomusei.itVuole un Rotary che arrivi a capire e a fare capire il senso laboratori e visite animate, attivati all’interno del Museodell’umanità. Il Club Rotary Teramo Est ha voluto mostrare in occasione della mostra.i propri valori, contribuendo con forza ed energia all’evento I percorsi tematici e i laboratori sono rivolti agli studenti delleche presentiamo, un significativo aiuto a mantenere viva Thomas Ashby / Amiternum (Aq), anfiteatro, 1901 scuole primarie e secondarie di I e II grado e sono strutturati,la storia e la cultura del popolo abruzzese. per contenuti e modalità di approccio, a seconda dell’età e dell’ordine di scuola. Sono articolati in uno o due incontri: ilNino Pierantozzi Il Civico Museo Archeologico “F. Savini”, cuore del Sistema primo analizza il tema specifico individuato e il secondo siPresidente Rotary Club Teramo Est Museale “Città di Teramo”, ospita le tracce di un passato concretizza in un’attività di laboratorio a scelta tra antichissimo che, nel territorio, documentano il lunghissimo archeologia sperimentale, grafica e fotografia. processo di antropizzazione dal Paleolitico al Medioevo. Le visite animate, per i bambini dai 3 ai 7 anni, sonoSono sei i viaggi che l’archeologo inglese Thomas Ashby Uno spazio che non vuole essere solo scrigno della “memoria” predisposte per stimolare un rapporto interattivo e creativointraprese in Abruzzo per lasciarci, poi, una straordinaria e “roccaforte” della tutela e dell’eccellenza – dimensioni con il museo e la mostra. Si caratterizzano per un unicocollezione di fotografie, inedite fino ad oggi. peraltro entrambe ineludibili e necessarie – ma anche, incontro presso il Museo Civico Archeologico “F. Savini” dellaAshby attraverso i suoi scatti colpisce perché va oltre e soprattutto, luogo di esperienza conoscitiva, aggregazione durata di 1h e 30min.l’archeologia: l’Abruzzo viene da lui catturato, cercato, sociale, crescita civile e ridefinizione identitaria dei singoli Per gli adulti sono previsti percorsi di lettura della mostra dae infine trovato, girandolo in ogni modo e in ogni dove. e della collettività. In tale ottica la mostra “Ashby e l’Abruzzo”, svolgersi in un unico incontro o più incontri da concordare conEd è proprio per questo che la Società della Musica con le sue fotografie ricche di suggestioni nella direzione il Servizio Accoglienza dei Civici Musei.e del Teatro “Primo Riccitelli” il cui scopo, sin dal suo primo della riscoperta delle radici della comunità abruzzese, Percorsi tematicicostituirsi, è stato sempre quello della promozione rappresenta una felicissima occasione pedagogica con Con Ashby archeologo leggiamo la mostrae della diffusione, attraverso la musica, il teatro, la cultura l’obiettivo di proporre ai giovani e ai meno giovani, assieme L’archeologia in uno scattoe la conoscenza, ha deciso di voler omaggiare il grande agli elementi di un’esperienza singolare come quella vissuta Con Ashby fotografo leggiamo la mostraarcheologo e il suo importante lavoro con tre concerti, da Ashby, le immagini di un percorso identitario che oggi, Con Ashby fotografo scopriamo l’Abruzzo dei primi del ‘900affinché le immagini possano essere dolcemente in un processo sempre più rapido di globalizzazione,accompagnate da altra arte quasi a voler ricreare va totalmente recuperato. Perciò, al di là dell’effimero cui Laboratorie ripercorrere insieme a lui la nostra regione. spesso una mostra rimanda, concrete, durature e permanenti Album di famigliaPerché ciò che abbiamo è davvero un patrimonio prezioso in termini di efficacia culturale, ne saranno le ricadute sui Fotoraccontoda gestire con orgoglio e consapevolezza per conservare visitatori, attraverso una capillare proposta formativa che, Teramo com’eraquel rilievo internazionale che gli anni futuri, e i nuovi in collaborazione con il Rotary Club Teramo Est, sarà messa Io fotografoe sempre più ambiziosi traguardi, dovranno contribuire in campo e rivolta alle scuole e al pubblico adulto dell’intero Montaggi d’autorein tutti i modi a consolidare ed elevare ulteriormente. territorio abruzzese. Visite animate Alla Scoperta di AshbyMaurizio Cocciolito Paola Di FelicePresidente della Società della Musica e del Teatro “Primo Riccitelli” Direttore del Museo Civico Archeologico “F. Savini” Visite guidate per non vedenti Thomas Ashby / Corfinio (Aq), festa di Sant’Alessandro, 1909

×