Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Incontri gas desr

864 views

Published on

Presentazione degli incontri con i GAS presenti sul territorio del parco Agricolo Sud Milano

Published in: News & Politics
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Incontri gas desr

  1. 1. Assemblea del 27 gennaio 2013
  2. 2. Incontri DESR/GAS Autunno 201237 Gruppi di Acquisto Solidale incontrati:•GAS Baggio (Zona 7)•GAS Quarto Cagnino + GAS Dimensioni Diverse (GAS Zona 7)•GAS Gentilino + Navigli + Milano Sud + Ticinese + Scuola Brunacci + Sagas+ GASP Barona (GAS Zone 5-6)•Gasd8 + 6Gas+ Gas spaventaprezzi (GAS Zona 8, 6 e 7)•GAS Bicocca + GAS Dergano + Gas al Naturale (GAS Zona 9)•GAS Cisliano•GAS Rozzano•GAS Cesano + GAS Buccinella•GAS Settimo M.se + Gassaparola + GAS Cornaredo (GAS Ovest Milano)•Gas Melegnano + Gas Casalmaiocco + Gaspiterina Locate Triulzi + GasMediglia+ Equogas + Gastola San Donato Milanese + GAStrite S. GiulianoM.se + GAS Peschiera (Retina Sud Est)•GAS Zibido•GAS Cassina + GAS Cassano + Gorgonzola + Melzo + Trella più altre realtàlocali (Rete GAS Martesana)
  3. 3. PROPOSTA ‘ESEMPLARE’: costruire una rete tra tutte le realtà ecosol del territorio, riprendendo il progetto del DESMartesana. Parole chiave: autorganizzazione, acquisti solidali per la costruzione di relazioni sociali, proposta diservizi “ad alta integrazione di mutualità” - GAS Cassina de’ Pecchi
  4. 4. PROPOSTE, richieste, sviluppi auspicati Collaborazione/filiere Formazione e informazione 1. Necessaria una seria programmazione delle semine GAS Cesano 2. Stesura di patti tra gas e produttori GAS Zona 71. Interesse per corsi di in/formazione sul biologico GAS Zona 9 3. Puntare sulla programmazione delle produzioni e degli ordini, per2. Produzione materiale informativo su DESR e biologico GAS Zona 9 maggiore continuità GAS Rozzano3. Organizzazione online delle informazioni inerenti alle attività e ai 4. Necessità dellincontro tra domanda e offerta GAS Zibido produttori del DESR GAS Rozzano 5. Forte interesse all’avvio della filiera della frutta GAS Ovest Milano4. Bisogno di conoscenze più precise sulle regole cui sono sottoposti 6. Esperienza orti invernali, pur con limiti, è stata interessante e gli agricoltori GAS Ovest Milano positiva, soprattutto cooperazione tra produttori Retina Sud Est5. iniziative di sensibilizzazione sugli stili di vita con riferimento in 7. replicare esperienza orti invernali GAS Zona 9 particolare all’alimentazione Retina Sud Est 8. Interesse per produzione invernale, per usufruirne GAS Zona 8 e6. Richiesta di iniziative didattiche a cura del DESR Retina Sud Est altri7. Incontri sulle dinamiche del prezzo GAS Rozzano 9. inserire la ex panettiera del mercato QT8 nella filiera del pane8. DESR per crescita consapevolezza nei singoli Gas rispetto ad alcuni GAS Zona 8 e altri argomenti GAS Zona 7 10. interesse a progetto comune per filiera frutta agricoltrice9. Redigere e far circolare allinterno dei due gas suddetti, un Cascina Oro, Gaggiano documento in cui siano trattati in maniera completa e aggiornata 11.molti gasisti panificano: interesse per farine filiera grano GAS tutti i progetti DESR GAS Zona 7 Cisliano10.Sviluppo sito web, più pubblicità, pagina facebook, NewsLetter GAS Ovest Milano Oltre i GAS Tutela e promozione territorio 1. Favorire la possibilità da parte dei produttori di incontrare tutta la1. “Comitato scientifico" per raccogliere dagli esperti del popolazione del territorio (mercato dei produttori locali) GAS Baggio settore informazioni utili a chiarire quale sia la qualità del 2. Produttori: utilizzare il più possibile i canali diretti col consumatore territorio, e divulgarle di conseguenza GAS Rozzano (mercati, spacci aziendali, on line), se si richiede ai Gas di "evolvere"2. Realizzazione di "prodotti doc" del parco GAS Zibido anche i produttori facciano altrettanto GAS Zona 93. Proposte pratiche per incidere a livello locale sulle 3. opera di “proselitismo” fuori dai GAS con i mercatini bio a km 0, refezioni scolastiche cercando di coinvolgere le varie diffondendo la cultura del cambiamento di stile di vita GAS Zona 7 amministrazioni Retina Sud Est Favorire partecipazione Favorire occupazione1. rendere le riunioni del DESR itineranti, per coinvolgere Gas 1. Interessante l’idea della costituzione di una cooperativa x logistica della cintura Sud-est di Milano Retina Sud Est GAS Cesano2. trovare risorse umane che partecipino attivamente ai lavori del 2. allargare intervento DESR a zona Nord, su esempio di Buon Mercato DESR GAS Zona 7 GAS zona 9
  5. 5. DIFFICOLTÀ, CRITICITÀ, ostacoli, Logistica: difficoltà e timori Criticità legate ai prodotti 1. Logistica come nodo fondamentale GAS Zibido1. Cruciale la questione inquinamento e la necessità di ricevere 2. Mantenere contatto diretto con produttori anche in caso di informazioni e rassicurazioni sullo stato degli elementi naturali conferimento logistico a coop.va sociale: cè il timore che la del PASM (aria, acqua, terra), motivo di diffidenza verso coop.va diventi poco trasparente, così come già ora si teme che prodotti PASM GAS Ovest Milano accada con Buon Mercato GAS Zona 92. percezione diffusa negativa rispetto alla qualità dei prodotti 3. Qualche resistenza per avvio logistica pur riconoscendo la necessità PASM GAS Baggio di “metterci mano” GAS Zona 93. scarsità di varietà e quantità dei prodotti orticoli del Parco , 4. Timore da una parte di una rapida discesa verso altri interessi e di esigenza di più frutta GAS Ovest Milano perdere contatto diretto tra GAS e produttori GAS Zona 74. PASM non garantisce la varietà dei prodotti, ma dallaltro lato 5. Periodo estivo: assenza dei GAS e agricoltori restii a muoversi per non cè unabitudine diffusa a consumare in modo stagionale consegnare solo per un paio di cassette GAS Zibido GAS Zibido 6. Difficile partecipare ai progetti di filiera se manca sistema di5. Poco interesse per prodotti trasformati (se ne trovano tanti, consegne Retina Sud Est bio, a giusto prezzo anche al supermercato) , la domanda è sul fresco GAS Zibido Difficoltà legate ai produttori6. Prodotti prima di tutto bio (per alcuni un "must") , provenienza 1. gli agricoltori non sono disposti a diversificare o "convertire“: è secondaria GAS Zibido necessaria volontà di produrre biologico GAS Zibido7. Sacchi farine "fuori misura" (troppo grandi) GAS Zibido 2. la conversione/diversificazione oggi è un azzardo, perché non8. Costi eccessivi GAS Zibido ci sono garanzie agricoltore 3. allontanamento dei produttori del Parco sud GAS del DESR Difficoltà interne ai GAS Zona 71. manca una cultura “politica” tra i nuovi gasisti, i referenti sono 4. costruzione del rapporto con i produttori GAS Baggio sempre gli stessi, manca rotazione e interesse a coinvolgimento 5. necessità di maggiore chiarezza da parte dei fornitori per Retina Sud Est creare un rapporto di fiducia (prezzo trasparente) GAS Ovest2. manca sede e sostegno istituzionale ai GAS: tutte le attività Milano (acquisti compresi) subiscono un forzato rallentamento GAS Rozzano Difficoltà del DESR3. difficoltà nel fare le previsioni (in relazione alle semine delle 1. Problemi di comunicazione del DESR: si auspica un rapporto più granelle con pre-ordini e pre-acquisti) GAS Zibido organico col Distretto e i suoi produttori GAS Ovest Milano4. necessità di un maggiore coordinamento tra i GAS GAS Zibido 2. Sito web DESR scarno di informazioni GAS Zona 75. difficoltà espressa da alcuni GAS a staccarsi da produttori attuali, 3. Difficoltà a coinvolgere le istituzioni GAS Baggio che spesso sono molto piccoli e dipendono dai GAS, mentre gli 4. Problema della scarsa partecipazione GAS Cesano agricoltori del Parco sud sono grossi e lorticoltura per loro è 5. la maggioranza dei componenti del proprio Gas non manifesta unattività marginale GAS Zona 9 interesse nei confronti del DESR GAS Buccinella6. da parte del Gas spesso prevalgono i propri interessi GAS
  6. 6. Cosa pensano i GAS del DESR? DIFESA DEL TERRITORIORELAZIONE DESR-GAS 1. Difesa territorio imprescindibile nonostanteA. Gas Baggio è pienamente integrato nella attività del DESR problemi dovuti a inquinamento e CO2 Gas ed il DESR rientra a tutto tondo nei suoi orizzonti strategici zona 9B. GAS cresciuto nel tempo anche grazie alle tematiche 2. Acquisto prodotti PASM per riqualificazione portate dal DESR, punto di forza è stato quello di riportare ecologica del territorio e difesa da aggressioni al Gas le discussioni del DESR Gas Baggio speculative Gas RozzanoC. Sostegno da parte dei partecipanti alle iniziative del DESR 3. - Associazione DESR = soggetto in grado di Retina SudEst interloquire con enti e istituzioni GAS CesanoD. Forte condivisione dei princìpi e degli obiettivi che il DESR 4. - Funzione sociale e politica del DESR GAS si è posto Gas Rozzano CesanoE. Buona disposizione verso il DESR Gas Ovest MilanoF. DESR non conosciuto, ma buona disponibilità all’ascolto delle iniziative GAS Zone 5-6 SOVRANITA’ ALIMENTAREG. Già si riforniscono da produttori PASM, biologico e Km 0, a. Volontà di ”acquistare" nel PASM – GAS Zibido non si limitano agli acquisti, ma ruolo attivo sul territorio b. Si cerca di privilegiare gli acquisti di aziende del rispetto alle tematiche ambientali GAS Cisliano territorio Gas RozzanoH. Non conoscenza del DESR; alcuni acquisti nel PASM GAS c. Accordo su sovranità alimentare Milano Gas Zona 8 e altri zona 9I. DESR deve essere un collante tra i Gas e i produttori GAS d. Buona disponibilità a rivolgersi ai produttori del zona 7 PASM Gas Ovest MilanoJ. DESR organo di controllo produttori GAS Ovest Milano e. La qualità dei prodotti deve comunque essere uno dei cavalli di battaglia dei Gas e del Desr ASPETTI CRITICI GAS Baggio- DESR dà la sensazione di scendere a compromessi in funzione dell’obiettivo "difesa del territorio“ Gas zona 9- DESR appare troppo ideologico rispetto alle scelte da fare: rigidità ideologica che scoraggia le persone GAS Zona 7- La costituzione dell’associazione DESR non ha prodotto nulla di positivo: vivacità e partecipazione iniziale, oraminore interesse GAS Buccinella
  7. 7. PRINCIPALI PUNTI DI FORZA E ASPETTI CRITICI Punti di forza Criticità RELAZIONE DESR-GAS - rigidità ideologica DESR scoraggia la partecipazione di GAS - non tutti i GAS partecipano alle riunioni e alle iniziative DESR•Forte condivisione di obiettivi e valori di alcuni GAS - maggiore partecipazione se riunioni itineranti•DESR come “ponte” con produttori e Istituzioni - zone di intervento da ampliare (Nord Ovest)•I temi del DESR fanno “crescere” i GAS - difficoltà di comunicazione (es. sito DESR)•Sostegno dei GAS alle iniziative del DESR SOVRANITA’ ALIMENTARE - scarsità di varietà e quantità dei prodotti orticoli del PASM - difficoltà legate a logistica limitano accesso a prodotti PASM•Interesse ad acquisto di prodotti del PASM - convincere i produttori a non rivolgersi solo ai GAS•Filiere locali da consolidare e aumentare - mancanza di marchi per tutela prodotti locali•Programmazione produzione e ordini - prezzi alti dei prodotti PASM - priorità a qualità e non a provenienza per alcuni GAS - difficoltà a cambiare ‘vecchi’ fornitori per rivolgersi ai locali DIFESA DEL TERRITORIO •Difesa della terra nonostante problemi dovuti a -DESR dà la sensazione di scendere a ‘compromessi’ in inquinamento e CO2 funzione dell’obiettivo "difesa del territorio“ •Acquisto prodotti PASM per riqualificazione -Manca comitato scientifico in grado di divulgare info e dati su ecologica del territorio e difesa da aggressioni inquinamento speculative -Diffidenza verso prodotti da territorio inquinato
  8. 8. Proposte specifiche ad alcuni GAS Adesione del Consiglio di zona 8 al progetto “Filiere”:in primis in Zone 5,6,7,8 – Comune MI GAS di zona come parte attiva nella costruzione di progetti e nel monitoraggio delle realtà associative presenti nel territorio (ostello, cooperative sociali da coinvolgere). Il GAS come antenna di Zona per censire Il GAS può promuovere un e connettere le realtà interessate ai temi di Filiere e del rapporto con Consiglio di Zona 7 DESR GASd’8 e rafforzare relazioni con altri GAS GAS Baggio Possibile relazione con i GAS della Zona 5 e 6 a partire dalla delibera di adesione al progetto Filiere agroalimentari sostenibili e comunità locali copromosso dal DESR, sottoscritta dai Consigli di Possibilità di attivare la filiera della frutta, con Zona 4, 5, 6, 7, 8. Cascina Oro, Cascina delle Mele e Cascina Resta e “adottare” agricoltori del vicinato per invitarli alla conversione Bio (Cascine Mischia e Linas) e eventualmente la cascina Oro Proposta di Co Energia di rapporto con Consorzio Trenta e accordo con CAES-EtiCar
  9. 9. Il Distretto di Economia Solidale Rurale del Parco Agricolo Sud MilanoIl DESR/PASM nasce nel 2008 dalla volontà di GAS, produttori, cooperative sociali e associazioni attivi sul territorio della fascia perifericaovest e dellhinterland sud/ovest milanese. Due sono gli intenti principali:- sostenere e difendere il PASM (il più grande Parco Agricolo d’Europa, polmone verde e patrimonio agricolo con radici secolari)dallabbandono della produzione agricola (causata dalle politiche dell’agroindustria e condizionata dai mercati) e dallerosione del cementodella speculazione edilizia o dallasfalto delle nuove infrastrutture- creare una rete di relazioni per lo sviluppo di un economia locale alternativa, fondata sul principio della sovranità alimentare e collegataad altre realtà simili.Sovranità alimentare: la sovranità alimentare nel nostro territorio è DESR Parco Sud Milano ha una specificità, che lo caratterizzauno strumento per garantirla anche altrove. Molti sono i GAS che si rispetto alle esperienze di altri distretti: parte da una ‘corniceapprovvigionano fuori dal Parco Sud e lontano dal nostro territorio politica’: salvaguardia del Parco Agricolo Sud Milano, daanche per prodotti presenti in loco. realizzare attraverso la qualificazione della sua agricolturaRisultati raggiunti Il DESR si pone l’obiettivo di consolidare la realizzazione di1.aumentato il numero di Gas che utilizzano produttori del PASM nuove filiere (e per far questo è importante il ruolo di GAS e2.implementate più filiere agroalimentari locali e sostenibili produttori) e di aumentare la sensibilità nei confronti dei3.avviato il processo di riconversione verso il biologico: dalle 3 iniziali, problemi ambientali e del territorioalle attuali 20 aziende bio o in conversione4.supportato il Centro Servizi (Buon Mercato) basato sulla relazione Strumento principale: patti tra produttore e consumatorediretta tra cittadini consapevoli e produttori locali bio/etici per una nuova economia, sostenibile e basata5.accresciuto il ruolo di interlocuzione con le istituzioni, anche sullagricoltura, per dare forza e peso maggiori allemilanesi relazioni tra GAS e produttori. Criticità 1: inquinamento di terreno, acqua e aria Informazione più diffusa , sviluppo di percorsi di ricerca, sistemi del PASM e qualità dei prodotti di garanzia partecipata Possibile costituzione di una cooperativa sociale, in grado di Criticità 2: scarse risorse ‘remunerate’ disponibili offrire anche opportunità di lavoro nell’ambito della logistica; difficoltà dei produttori a supportare la logistica fondo di solidarietà per le varie attività da sviluppare Sottolineare il ruolo ‘politico’ dei GAS e la volontà di trovare Criticità 3: poca partecipazione dei GAS, difficoltà a gestire insieme percorsi condivisi: le persone che gestiscono le tutte le iniziative e a seguire tutti i progetti relazioni, che partecipano e organizzano nel DESR sono gasisti
  10. 10. DISTRETTO DI ECONOMIA Relazioni locali – Provincia di Milano SOLIDALE RURALE del PARCOAGRICOLO SUD MILANO (DESR) DISTRETTO AGRICOLO VALLE OLONA COMITATO AMMINITRAZIONI SENSIBILI DISTRETTO AGRICOLO MILANESE (DAM) TAVOLO SOVRANITA’ ALIMENTARE ENTE PARCO AGRICOLO SUD MILANO/PROVINCIA DI MILANODISTRETTO NEORURALE ASSOCIAZIONE PARCO TRE ACQUE (Ticino, AGRICOLO SUD MILANO E Naviglio, Villoresi) COMITATI LOCALI
  11. 11. DISTRETTO DI ECONOMIA Relazioni territoriali – Regione LombardiaSOLIDALE RURALE del PARCOAGRICOLO SUD MILANO(DESR)COMITATO LOMBARDO TERRA E CIBO GdL LOGISTICA RICERCA GAS: OSSERVATORIO CoRes-UniBG SPG LOMBARDIA FILIERE DEL PANE RICORSO TEEM: DESBri TAVOLO FINANZA PROPOSTA DI LEGGE ETICA ECONOMIA SOLIDALE RELAZIONI CON I CANDIDATI ELEZIONI VERSO LA RES LOMBARDIA
  12. 12. STRUTTURA STATO al 2012 PROGETTI e SPERIMENTAZIONI ORGANIZZATIVA Coordinamento (D. Perin, D. Sostegno Cascina Lassi (MAG2)Ballardini, R. Lovati, C.Cellamare) EtiCar (CAES) Tavolo GAS/Produttori Sperimentazione ‘11 grani’ Tavolo Finanza EticaGruppo di Lavoro Filiere del grano Sito, NL e Ricerca GASGruppo di Lavoro Comunicazione Mercati contadini (Cascina Contina) Gruppo di Lavoro Mercatini Pre-progetto Logistica Gruppo di Lavoro Logistica “Filiere”/GenuinaGente (FCT) Gruppo di Lavoro Orti urbani Eco-compatibili Rozzano Operatori DESR/Genuinagente (FCT-GAS Rozzano) Referente Ricerca&Sviluppo BuonMercato Corsico Referente Relazioni esterne Progetto co-energia Referente Energia Relazioni ‘formali’ e servizi vari Associazione DESR Corsico sostenibileReferente Relazioni Amm.ni Locali (Ass.ne BuonMercato) FILIERE frutta 3 filiere ortaggi 8 filiere del grano Polo Nord Ovest latticini COSA HA FUNZIONATO? 5 pane Polo Ovest 3 dolci Polo Sud Est carne
  13. 13. Assemblea del27 gennaio 2013

×