Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

7 dì 6 aprile 2013

262 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

7 dì 6 aprile 2013

  1. 1. PDSan Donato Milanese “7 Dì” Rassegna stampa6 aprile 2013Pubblichiamo gli articoli usciti sulla stampa locale negli ultimi 3 giorni.Realizzato dal nostro gruppo di comunicazione, questo servizio bisettimanaledi rassegna stampa vuole offrire ai visitatori del nostro sito la possibilità diaggiornarsi su quanto accade sul territorio sandonatese a livello politico,sociale, economico e sindacale.Buona lettura. Il PD di San Donato Milanese 30 marzo / 6 aprile 2013Riprendiamo la pubblicazione di “7Dì”.La rassegna stampa di oggi contiene anche gli articoli usciti nel periodopasquale ed è, pertanto, particolarmente ampia.Tra gli argomenti trattati dalla stampa locale emergono: 1. L’inaugurazione della pista ciclabile che collega S.Donato a San Giuliano in programma per domani pomeriggio. 2. L’adesione del Comune all’iniziativa “domenicheaspasso” (domani ci sarà la prima domenica a piedi). 3. La presentazione ai sandonatesi, in programma per mercoledì 10, del Bilancio di previsione 2013.SegnalazioniDi particolare rilevanza è l’annuncio pubblicato da Il cittadino di martedì 2 ,art. 2, col titolo “Servizi per l’infanzia meno cari - Un ritocco alla tariffeper i servizi allinfanzia con un risparmio concreto per le tasche dellefamiglie”. 1
  2. 2. Sabato 30 marzo Fonte: IL CITTADINO1. AMBIENTE IL VICESINDACO RULLO: «SI TRATTA DI UN INVITO A VIVERE IL PROPRIO TERRITORIO» - Il Comune manda tutti a spasso: arrivano le “domeniche a piedi”Per sette domeniche, con cadenza mensile, i sandonatesi dovranno lasciare l’auto in garage dalle10 alle 18. L’esecutivo guidata dal sindaco Andrea Checchi nei giorni scorsi ha infatti aderitoall’iniziativa “Domenicaspasso”, lanciata dalla giunta dal primo cittadino milanese Giuliano Pisapiaper dare un segnale di carattere innanzitutto culturale a favore della mobilità sostenibile. Anchequesto comune di prima fascia, quindi, come avverrà nella vicina metropoli, in concomitanza con ilblocco del traffico, organizzerà eventi, mercatini e manifestazioni che inviteranno la città a vivere ilterritorio, senza mettersi al volante, con l’alternativa per coloro che vorranno comunque muoversi,di utilizzare i mezzi pubblici. La scaletta di giornate coincide con quella di Milano: il primoappuntamento in programma è previsto per il 7 aprile, in cui sul territorio verrà inaugurata la pistaciclabile di collegamento con San Giuliano. A seguire, il “fermo” entrerà in vigore nei giorni del 12maggio, 9 giugno, 14 luglio, 8 settembre, il 13 ottobre e il 17 novembre, con un’unica eccezioneper una data in autunno che coincide con la festa di Poasco, in cui al fine di consentire aisandonatesi di raggiungere la frazione, potrebbe essere sostituito il blocco con il consiglio rivolto airesidenti da parte di sindaco e assessori di attenersi comunque alla regola di non accendere imotori. «Per anni - commenta il vicesindaco Simona Rullo -, abbiamo atteso dal Comune di Milanoscelte sostenibili riguardo la mobilità ciclabile, che coinvolgessero anche le realtà della Provincia:l’adesione al programma delle “Domenicaspasso” ha un particolare significato in quanto vuol direestendere alla periferia scelte condivise». E aggiunge: «In questo caso le iniziative non vengonoassunte a fronte di situazioni di emergenza smog, bensì hanno il valore di invitare i cittadini avivere il proprio territorio: con questo obiettivo nelle giornate senza auto verranno organizzatieventi che animeranno la città». Insomma, in un’ottica di città metropolitana, che guarda alla sfidagiocata su una Milano sempre più estesa verso l’hinterland, a partire dai comuni confinanti, gliesempi passano anche da progetti che viaggiano paralleli, come l’iniziativa deliberata nei giorniscorsi. Con l’approssimarsi delle singole tappe della staffetta in sette puntate, che farà forseriscoprire anche ad alcuni sandonatesi il piacere di una camminata, verranno anche comunicati glieventi che saranno promossi, in collaborazione con le associazioni, per animare le domeniche incui le strade verranno riservate alle due ruote.2. Un paniere solidale contro la crisi: in consiglio la proposta dei grilliniUn “paniere solidale” per abbattere il caro spesa attraverso prodotti a chilometri zero, provenentidalle cascine del circondario. L’iniziativa, che decollerà nei prossimi mesi, è frutto della mozione,approvata all’unanimità in consiglio comunale, proposta dal Movimento 5 stelle. Un’iniziativa,quella lanciata dai grillini, che fa leva sui Gas (Gruppi di acquisto solidale), ma anche sullepotenzialità offerte dal Parco Agricolo Sudmilano in termini di risorse e prodotti, nonché sullacongiuntura economica che si traduce anche in capannoni sfitti che potrebbero ospitare sul pianopratico l’iniziativa, per quanto concerne ad esempio lo stoccaggio di frutta, verdura e altri prodottiche passeranno direttamente dai produttori ai consumatori con prezzi convenienti per chi sceglieràla spesa alternativa. L’impegno richiesto alla giunta a questo punto è quello di “effettuare uncensimento” delle attività produttive che vorranno entrare nella rete, nonché la costituzione di unacommissione impegnata nelle politiche che guardano al riciclo, nonché al consumo equo solidale ea strategie che possano andare incontro alle esigenze dei cittadini alle prese con il fardello dellacrisi. Spetterà a questo punto sempre alla giunta di centrosinistra individuare spazi comunali, chediventeranno punti di raccolta del “paniere solidale comune”. I primi sviluppi di carattereorganizzativo dovrebbero prendere quota entro un mese e nell’arco di otto i promotori attendono ildecollo del progetto, con un primo esempio concreto di acquisti sostenibili.Giu. Cer. 2
  3. 3. 3. IN UN’AREA PROTETTA - I nuovi silos per le bici all’interno di MetanopoliI futuri innovativi silos per biciclette, che sorgeranno in prossimità della velostazione, verrannocollocati lungo via Marignano all’interno del perimetro del centro sportivo Metanopoli. Verràabbattuto una parte del muro di cinta del parco e ne verrà ricostruito un nuovo, con tanto diaccesso al dispositivo per il posteggio dei mezzi ecologici, in modo tale che l’ingresso al silosrimanga protetto. Gli ultimi passaggi riguardo l’iniziativa di cui si sente parlare da anni, sono staticompiuti nei giorni scorsi dalla giunta con la scelta definitiva del luogo in cui realizzare la strutturafinanziata in parte dalla Regione Lombardia, con un importo di circa 340mila euro, a seguito di unbando in cui si è distinto il progetto di San Donato, a cui si aggiunge un finanziamento intorno ai40mila della Fondazione Cariplo. Le indicazioni circa il punto del territorio candidato ad affermarsicome indirizzo del posteggio automatizzato, hanno tenuto conto dell’esigenza di lasciare lo spazionecessario per l’ampliamento della velostazione, che un domani, in base alle previsioni, dovrebbeospitare anche una ciclofficina, quale novità di un progetto ormai rodato. I silos avranno la funzionedi fermare la diffusa piaga dei furti delle biciclette, mettendo a disposizione dei pendolari, moltiprovenienti anche dai comuni del circondario, un sistema moderno.G. C.Martedì 2 aprile Fonte: IL CITTADINO1. SAN DONATO SINDACO E ASSESSORI IN GIRO CON MEZZI A ZERO EMISSIONIDalle “auto blu” alla bici elettricaAl posto delle auto blu i pedali ecosostenibili. Il comune di San Donato punta sulle “bipe”, lebiciclette a pedalata assistita, per far spostare in città i politici locali e i dipendenti dell’ente pubblicosenz apesare sulle casse, ma soprattutto sui polmoni dei propri residenti.La giunta locale ha dato ilvia libera al progetto che, dietro finanziamento per il cinquanta per cento statale, porterà sindaco,assessori e funzionari della macchina amministrativa a ... pedalare, anzichè girare in automobile oanche prendere i trasporti pubblici (che quelche emissione, comunque, ce l’hanno).Sia purecontando su una bici elettrificata, perchè San Donato non è proprio piccola e da un capo all’altronon si può chiedere a tutti di farcela a suon di sgambate. Ecco quindi la formula della biciclettaelettrica. Il comune ha approvato una convenzione per introdurre il bike sharing elettrico anche pergli utilizzi istituzionali, quindi per il personale interno. L’acquisto iniziale è di dieci bici, poi si vedràse estendere il bike sharing in caso di successo.La spesa è sostenuta a metà dal bilancio locale,con l’altro cinquanta a carico del Ministero dell’ambiente. A febbraio la richiesta di San Donato perfruire delle risorse messe a disposizione dal ministero è stata giudicata ammissibile, quindi lebiciclette a pedalata assistita arriveranno. Una bici a pedalata assistita è sostanzialmente unprototipo avanzato, a massimo rendimento, di veicolo elettrico mosso dall’azione propulsiva delciclista, e da quella congiunta di un motore elettrico con batterie in litio. La combinazione permettedi assicurare un’autonomia che arriva fino a 150 chilometri, certamente sufficienti per una giornatadi spostamento in San Donato.In codice i mezzi sono definiti Epac, o anche “bipe”. L’iniziativa delcomune è connessa strettamente al Patto europeo dei sindaci per la riduzione delle emissioniatmosferiche e al Paes,il Piano d’azione per l’energia sostenibile per la riduzione entro il 2020 delventi per cento di anidride carbonica in atmosfera.La prima stazione delle bici elettriche sarà sottoil municipio e farà da “auto blu” del sindaco. Emanuele Dolcini2. Servizi per l’infanzia meno cari - Un ritocco alla tariffe per i servizi allinfanzia con un risparmio concreto per le tasche delle famiglieIn un momento in cui l’attenzione è puntata sul bilancio di previsione la giunta pone uno sguardoparticolare sul ritocco al metodo di calcolo delle tariffe per i servizi all’infanzia, che si traduce in unminor esborso per le famiglie con bambini. A partire dalla refezione scolastica.L’assessore al bilancio, Angelo Bigagnoli spiega che la novità principale riguarda l’abolizione degliscaglioni e la reintroduzione del calcolo ad personam con un abbassamento della tariffa minima da1,60 centesimi a pasto a 1.20 che significherà una riduzione della tariffa per tutte le fasce.Sindaco e assessori in bici elettrica 3
  4. 4. Dalle "auto blu" alla bici elettrica, a San Donato arriva la "rivoluzione" greenAl posto delle auto blu, biciclette elettriche di ultima generazioneIl comune di San Donato punta sulle “bipe”, le biciclette a pedalata assistita, come mezzo dispostamento dei politici locali e dipendenti dell’ente pubblico. La giunta locale ha dato infatti il vialibera al progetto che, dietro finanziamento per il cinquanta per cento statale, porterà sindaco,assessori e funzionari della macchina amministrativa a pedalare, senza usufruire più di inquinantiauto blu.In un’ottica di rispetto dell’ambiente e come segnale culturale a favore della mobilità sostenibilel’amministrazione comunale ha scelto di avvalersi di bicilette tradizionali, ma soprattutto bicicletteelettriche. Il comune ha infatti approvato una convenzione per introdurre il bike sharing elettricoanche per gli utilizzi istituzionali, quindi per il personale interno.L’acquisto iniziale è di dieci bici. La spesa è sostenuta a metà dal bilancio locale, con l’altrocinquanta a carico del Ministero dell’ambiente. In codice le biciclette elettriche sono definiti Epac.L’iniziativa del comune è connessa al Patto europeo dei sindaci per la riduzione delle emissioniatmosferiche e al Paes, il Piano d’azione per l’energia sostenibile per la riduzione entro il 2020 delventi per cento di anidride carbonica in atmosfera.Mercoledì 3 aprile Fonte: IL CITTADINO1. LA GIUNTA ILLUSTRA IL BILANCIO 2013 AI SANDONATESIBilancio di previsione 2013: tra la ratifica della giunta e quella del consiglio comunale, settimanaprossima a San Donato è previsto un passaggio anche davanti alla cittadinanza. Mercoledì 10aprile, a partire dalle 21, la giunta incontrerà i sandonatesi nell’aula consiliare, con l’assessore albilancio Angelo Bigagnoli, che illustrerà lo stato di salute dei conti del Comune, in modo damotivare le scelte prese nell’ambito della redazione del documento. Tra gli aggiustamenti introdottivi è l’abbassamento delle rette relative ai servizi per l’infanzia. Inoltre, saranno rimodulatel’addizionale Irpef e l’Imu: esenzione, al di sopra della quale la progressività verrà aumentata,mentre per quanto concerne la tassa sugli immobili è prevista una diversificazione della tariffa traseconde case affittate e quelle sfitte. Fonte: MILANO TODAY1. Il comune presenta lo stato di salute dei suoi contiBilancio di previsione 2013 tra la ratifica della giunta e quella del consiglio comunale, settimanaprossima a San Donato è previsto un passaggio anche davanti alla cittadinanzaPresso la sala consiliare del comune saranno presentati i conti dellamministrazioneMercoledì 10 aprile a partire dalle ore 21.00 presso l’aula consiliare del comune la giuntaincontrerà i sandonatesi con l’assessore al bilancio Angelo Bigagnoli che illustrerà lo stato di salutedei conti del comune.Tra gli aggiustamenti introdotti vi è l’abbassamento della retta relativa aiservizi per l’infanzia e la rimodulazione dell’addizionale Irpef e ImuGiovedì 4 aprile Fonte: IL CITTADINO1. FUTURO INCERTO PER I DIVERSI DIPENDENTI DELL’IMPIANTO IL POSTO È ADESSO IN BILICO - Nubi “fosche” sul centro sportivo: rischio di esuberi per il personaleCentro sportivo: nell’arco di un paio di mesi l’esecutivo di centrosinistra dovrebbe chiudere lapartita, compreso il delicato capitolo riguardante una soluzione per i 15 dipendenti che operano nelcomplesso. Su quest’ultimo aspetto per il momento la giunta mantiene riserbo. «Allo stato attuale -commenta l’assessore allo sport Matteo Sargenti -, posso solo dire che verrà posto il massimoimpegno per la tutela dei profili professionali». Si tratta in particolare di lavoratori attualmente in 4
  5. 5. capo all’azienda comunale in fase di liquidazione Acs, nonché a Gesti Sport, impegnata nellagestione della piscina e ad una cooperativa. Al di là dell’ipotesi di chiusura del complesso, già dasettembre - notizia quest’ultima rispetto alla quale l’assessore ha chiarito che non sono stateancora prese decisioni - l’avvio dei cantieri per la riqualificazione della struttura imporrà un fermodell’attività che potrebbe avere ripercussioni anche sul personale. In attesa di sviluppi, che aquesto punto non dovrebbero farsi attendere, Sargenti annuncia che entro la metà di aprile si terràun incontro con le circa 20 associazioni sportive che utilizzano gli impianti, le cui convenzioni inlinea di massima scadono tutte intorno a giugno. Per il momento non vengono svelateanticipazioni, ma in base alle prospettive difficilmente si potrà parlare di rinnovo, visto che dasettembre in poi dovrebbero decollare i preparativi di rilancio di cui si parla da mesi. Un obiettivoche passa dal confronto ancora in corso con Eni, da cui dipende la sostenibilità economicadell’intervento. Per il momento infatti il dialogo tra l’amministrazione comunale e il colosso sembrasia ancora in corso, e che allo stato attuale manchino certezze. Certo, Eni si occuperà del totaleammodernamento della piscina, come previsto nella convenzione siglata con l’ex esecutivo per larealizzazione del nuovo centro direzionale. Rispetto agli altri fronti aperti che guardano all’obiettivoda parte dell’amministrazione comunale di arrivare ad un accordo che riporterebbe Eni ad investireanche negli altri impianti, occorre attendere gli eventuali passi ufficiali, che passano dal tavolo dilavoro tutt’ora aperto. È chiaro peraltro che il prospetto nel suo complesso dovrà tenere conto diuna serie di aspetti tecnici, tra cui i vincoli che tutelano la struttura sorta per volere di Matteiinsieme alla Chiesa di Santa Barbara, al villaggio dei lavoratori Metanopoli e alla scuola MariaAusiliatrice. Sargenti conferma in ogni caso l’intenzione, non appena definiti contenuti e percorso,di illustrare il piano alla cittadinanza. Oltre al progetto, prima dell’estate dovrebbero sortire dunqueanche notizie riguardo ad esempio la tempistica dei cantieri, piuttosto che i costi dell’intervento.Strategie che stanno tenendo banco tra gli addetti ai lavori, ma anche tra esponenti locali delmondo dello sport e cittadini, molti dei quali sono utenti e corsisti che fanno capo all’indirizzo di viaCaviaga.2. PIÙ SICUREZZA - Si “moltiplicano” le telecamere: in rete gli impianti dei condomini - - INTESA CON IL MUNICIPIO PER UTILIZZARE LA VIDEO SORVEGLIANZA PRIVATALa sicurezza del territorio passerà anche dalle telecamere dei complessi residenziali, chesorveglieranno le aree pubbliche nei dintorni dei palazzi. Arriva conferma che sono già una decinagli amministratori condominiali di San Donato che si sono mostrati pronti ad aprire unacollaborazione con il Comune, affinché i dispositivi che verranno acquistati possano svolgere unafunzione a beneficio anche dei singoli isolati in cui sono inseriti i palazzi che si doteranno didispositivi. «I filmati potranno essere visti in tempo reale - dichiara l’assessore Andrea Battocchio -,direttamente dalla centrale operativa della polizia locale, come già avviene per le telecamerecollocate sul suolo pubblico, al fine di potenziare ulteriormente le risorse a disposizione attraversouna sinergia che riguarda sia le aziende sia le strutture di privati». A tal proposito, fornendo alcuneindicazioni di carattere operativo, aggiunge: «È stato sufficiente pubblicare l’avviso sul giornalinocomunale per avere dei ritorni da parte di potenziale interessati: il progetto ha anche richiesto unaspecifica delibera di giunta per consentire la visione dei filmati prodotti da privati per il controllo delterritorio». Al tempo stesso l’esponente dell’esecutivo di centrosinistra spiega che sono stateeffettuate una serie di valutazioni da cui è emerso che in alcuni casi, grazie al cablaggio, laconnessione alla rete è più facile, mentre in altre situazioni il traguardo sarà un po’ più complicato,ma resta comunque l’obiettivo di procedere al fine di estendere il più possibile il presidio che faleva sulle tecnologie. Tutto è nato dall’accordo con Eni che installerà dei congegni all’avanguardiain prossimità dei varchi di ingresso e uscita della città, i cui filmati saranno trasmessi anche dallacentrale operativa insediata presso il comando dei vigili. Un’opera che, arriva notizia, sta giàentrando nella fase operativa dei cantieri. Il progetto a questo punto verrà ulteriormente esteso,aprendo le porte ai video prodotti da ulteriori sistemi elettronici in prossimità di quei condomini che,con l’obiettivo di frenare la piaga dei furti in appartamento, decideranno di affrontare investimenti insicurezza. Proprio a seguito di questa iniziativa sta del resto emergendo che in alcune assembleecondominiali probabilmente già si parla di sostenere una spesa per l’acquisto di singole o piùtelecamere. In tal caso dovrebbe essere sufficiente la segnalazione in municipio per far scattareun’organizzazione in base alla quale il deterrente possa svolgere una funzione di controllo pure 5
  6. 6. dell’area esterna ai cancelli. Certo, stando alle prospettive annunciate in questa fase di intentimessi nero su bianco nel bilancio di previsione, le zone video sorvegliate della città aumenterannodi numero con l’intento di lasciare sempre meno spazio a “topi d’appartamento” e malintenzionati,piuttosto che vandali o ladri che prendono di mira le abitazioni in città. L’esecutivo in questadirezione ha approvato una delibera in base alla quale potranno aprirsi collaborazioni con i privatiper condividere le riprese e aiutare in questo le attività d’indagine da parte delle forze dell’ordine.3. Aria irrespirabile: al via le indagini sull’inquinamento da polveri sottiliNei prossimi mesi scatteranno monitoraggi per valutare la qualità dell’aria in questo tratto dihinterland che si espande ai margini della metropoli. A distanza di circa 10 anni dagli ultimi rilievisul territorio di San Donato verranno quindi installati dispositivi che produrranno dati riguardo inparticolare le polveri sottili. Un investimento annunciato dall’assessore all’ecologia AndreaBattocchio che, in attesa dell’approvazione da parte del consiglio comunale del bilancio diprevisione, annuncia: «Affideremo ad una società specializzata i rilievi dei diversi tipi di Pm10attraverso delle centraline fisse. La stazione di monitoraggio dell’Arpa più vicina si trova nelquartiere milanese di Città studi: troppo distante da San Donato per saper dire quanto è inquinatala nostra città»4. DEMOGRAFIA - - Stranieri in città, balzo in avanti - L’ANNO SCORSO I NON ITALIANI ERANO 4.355, PARI AL 13,28 PER CENTOI dati del 2012 lo confermano: seppur con un aumento lieve, è in crescita il trend registrato negliultimi anni di residenti stranieri. In totale, in base a quanto emerge dalle tabelle di numeri della cittàche precedono la discussione sul bilancio di previsione, i sandonatesi che arrivano da lontanosono 4355, ovvero il 13,28 per cento della popolazione totale, contro i 4270 dell’anno precedente.Un fenomeno, quello legato ai detentori di culture lontane che scelgono questo tratto di hinterland,che dal 2001 di anno in anno non ha mai avuto battute d’arresto, come del resto è avvenuto nellamaggior parte dei comuni del Sudmilano. In particolare sul territorio di San Donato complici sonoanche i colossi di terziario che richiamano profili professionali provenenti da una vasta cartinageografica, a cui si sommano comunità di diverse etnie che sono arrivate in Italia in cerca di lavoroe hanno trovato casa nell’immediata periferia della metropoli raggiunta dalla M3. Tra i quartieridella città che contano la maggior concentrazione di persone che parlano una lingua diversaspiccano il Concentrico con 1338 residenti stranieri, e Certosa con 1756, mentre Metanopoli eMelco corrono quasi di pari passo con circa 570 presenze e Poasco è in assoluto la zona che neospita meno con 138 stranieri. La mappa di dati racconta di un percorso che sul territorio è semprestato all’insegna dell’integrazione, tanto da rendere San Donato una città accogliente e ospitale.Del resto la comunità locale è abituata da sempre, anche per la presenza dell’Eni, a confrontarsicon culture diverse. Fonte: 7GIORNI.InfoLa pista ciclabile intercomunale San Donato-San Giuliano è pronta perl’inaugurazione, che avverrà in concomitanza con la prima “DomenicAspasso” diSan Donato Domenica 7 aprile scatterà la seconda delle sette “DomenicAspasso” lanciate dal Comune diMilano per il 2013 e la prima cui aderirà anche la città di San Donato.La volontà è quella di dare un segnale forte di sensibilizzazione rispetto ai temi dell’inquinamentoatmosferico e della mobilità eco-compatibile. La circolazione sarà vietata al traffico veicolare dalle10.00 alle 18.00, con esclusione dei tratti urbani della Paullese, della via Emilia e della stradacomunale Bagnolo-Sorigherio, per i soli veicoli diretti verso il raccordo autostradale dell’A1. Proprioin concomitanza con questo appuntamento, alle ore 16.00 si terrà l’inaugurazione della tantoattesa pista ciclabile intercomunale che collegherà San Donato a San Giuliano, alla presenza deidue sindaci e del presidente della Provincia. Per l’occasione, il Comune di San Donato haorganizzato una biciclettata che, partendo alle 14.45 dal terminal della metropolitana, percorrerà levie cittadine fino al Parco Nord, proprio utilizzando il nuovo percorso. Redazione Web 6
  7. 7. Venerdì 5 aprile Fonte: IL CITTADINO1. Il dibattito su Metanopoli sbarca sul social networkCentro sportivo: l’idea della lista civica di opposizione “Insieme per San Donato” di aprire unpercorso partecipato sul futuro del complesso di Metanopoli è sbarcata su Facebook. La pagina“Insieme per il parco” in circa una settimana si è conquistata più di 140 “amici”, con una cordata disandonatesi che ha scaricato l’interrogazione, protocollata da parte dei promotori dell’iniziativa, alfine di chiedere chiarezza all’esecutivo di centrosinistra in carica circa il piano di rilancio delcomplesso. «Abbiamo voluto attivare uno spazio sul social network più popolare - spiega ilcapogruppo Marco Zampieri -, al fine di informare e coinvolgere la cittadinanza su un argomento digrande rilievo per la città, come quello legato al futuro del complesso di Metanopoli: giorno pergiorno stiamo cerchiamo di fornire aggiornamenti, raccogliendo le istanze e i suggerimenti che cistanno arrivando dai cittadini e dalle associazioni sportive». A breve partirà anche un volantinaggioper far conoscere questa nuova occasione di dialogo che si è aperta in un momento in cui sembrache la svolta sia vicina, sebbene rimangano degli interrogativi aperti riguardo le scelte cheverranno intraprese dall’esecutivo di centrosinistra a fianco dei potenziali partner, a partire da Eni.«Visto che qualsiasi strategia avrà una ricaduta forte sul territorio - riprende il consigliere diopposizione -, ritengo che protagonisti debbano essere i cittadini, pertanto la pagina Facebooksarà solo l’inizio di un lavoro che porteremo avanti con il contributo di tutti coloro che vorrannointervenire».2. Stop alle macchine, tutti a spasso - DALLE 10 ALLE 18 DEBUTTA DOMENICA LA SERIE DI SETTE GIORNATE ECOLOGICHEMacchine rigorosamente in garage dalle 10 alle 18 su tutto il territorio di San Donato nella giornatadi domenica, in cui si terrà la prima delle sette giornate festive a spasso, che cadranno inconcomitanza con il calendario di giornate ecologiche varato dall’esecutivo di Pisapia. Rischioquindi di multa per i trasgressori che, nonostante il fermo, si metteranno comunque al volante.Obiettivo della giunta sandonatese, si legge in una nota diramata nella giornata di ieri, è quello di«dare un segnale forte di sensibilizzazione rispetto ai temi dell’inquinamento atmosferico e dellamobilità eco-compatibile». I mezzi potranno circolare esclusivamente sulla Paullese e sulla viaEmilia, nonché sulla comunale Bagnolo-Sorigherio per i soli veicoli diretti verso il raccordoautostradale dell’ A1. Nel pomeriggio è stata organizzata una biciclettata per l’inaugurazione dellanuova pista ciclabile di interconfine con San Giuliano che partirà alle 14.45 dalla Stazione dibiciclette per raggiungere alle 16 il corridoio per due ruote, dove saranno presenti i sindaci dei duecomuni, con l’annunciata partecipazione anche del presidente della Provincia, Guido Podestà. Inpiazza della Pieve per tutta la giornata è previsto il mercatino di Forte dei Marmi. «Con le“domeniche a spasso” - spiega l’assessore all’ambiente Simona Rullo - Milano si apre finalmenteall’hinterland e dialoga con i Comuni confinanti per promuovere iniziative ecologiche, andandoincontro a un’esigenza da tempo avanzata proprio da questi ultimi». E ricorda: «Il blocco deltraffico, inoltre, è stato disposto in maniera da non “sequestrare” in casa i cittadini che intendonomuoversi per gite fuori porta, consentendo loro di partire prima delle 10 e di rientrare dopo le 18,riducendo dunque al minimo i disagi». Giulia CerboniFonte: IL GIORNODa San Donato a San Giuliano in bicicletta? Adesso si può, Cè la nuova strada ciclopedonaleII nuovo percorso sarà inaugurato domenica 7 aprile alle 16 e dovrebbe favorelalleggerimento del traffico che nelle ore di punta paralizza la via Emilia e la viaper MonticelloMilano, 5 aprile 2013 - Dal centro di San Donato al centro di San Giuliano in pochi minuti tenendosilontani dal traffico. A fine marzo si sono conclusi i lavori per realizzazione del percorso 7
  8. 8. ciclopedonale che oggi unisce le due città.Lopera di mobilità dolce - nei piani delle due Amministrazioni comunali e del Provincia di Milano -dovrebbe favorire lalleggerimento del traffico che nelle oi di punta paralizza la via Emilia e la viaper Monticello, ovvero, le due arterie collegamento fra i centri urbani attigui. Con lapertura di unpercorso dedicato protetto, in molti potranno decidere di usare la bicicletta come mezzo di trasportiUna soluzione che per motivi ecologici, economici e di salute rappresenta una valida alternativaalluso dellauto.La nuova "strada" ciclopedonale sarà inaugurata ufficialmente domenica aprile alle 16. Sul punto diconfine tra i due Comuni, nel cuore del parco Nord, Sindaco di San Donato, quello di San Giulianoe lAssessore provinciale ai Trasporti e Mobilità Giovanni De Nicola taglieranno il nastro dando ilvia libera ai tan ciclisti che attendevano da anni un collegamento a loro dedicato tra le du città.LAssessore De Nicola ha commentato: "Nellambito del progetto MiBiCi, clpromuove e finanziapiste ciclabili nel territorio della Provincia, inauguriamo un tratto nuovo. La Provincia ha contribuitocon un finanziamento di 500mila euro (187mi euro al Comune di San Giuliano e 313 mila a quellodi San Donato) per alleggerire facilitare la costruzione di un percorso che possa incentivarepratiche di mobilità dolce. Soprattutto nella bella stagione la bicicletta è una valida alternativaalluso dellauto". E ancora: "Questa pista è solo una delle tante che lente provinciàle stacostruendo: lultima in ordine di tempo è il percorso che costeggia lalzaia d canale Villoresi e abreve, in occasione di Expo, apriremo il primo collegamento1 ciclabile tra la città Milano e il sitoespositivo. Sul territorio provinciale sono presenti 916,20 chilometri di piste ciclabili, realizzateanche allinterno di comuni e parchi". Fonte: 7GIORNI.Info1. Corso di Protezione Civile, un mese dedicato alla sicurezza pubblicaLa formazione è fondamentale, soprattutto quando parliamo di gestione delle emergenze esicurezza pubblica. Proprio per questa ragione la Provincia di Milano ha deciso di organizzare uncorso base di Protezione Civile, della durata di un mese, che avrà luogo a San Donato Milanese.Dal 9 aprile al 9 giugno, gli aspiranti volontari (circa una novantina) potranno cimentarsi in diverselezioni, strutturate in modo da prepararli sia dal lato teorico, attraverso la spiegazione di concettibase e legislazione in materia di Protezione civile, sia da quello pratico, illustrando procedure qualiprimo soccorso, allestimento di un campo e misure antincendio. Insomma, tutto quello che serveaffinché chi svolga l’attività lo possa fare con il giusto bagaglio di esperienza. L’assessore allaProtezione Civile Stefano Bolognini si ritiene soddisfatto «per come è gestita la formazioneall’interno delle organizzazioni di volontariato» e pone l’accento sull’«importanza di “arruolare”sempre nuovi volontari attraverso corsi qualificanti». Il corso si terrà nella sala consiliare, in viaCesare Battisti 2. Fabrizio Paolino Fonte: MILANO TODAY1. Ciclabile San Donato-San Giuliano, pronti per il taglio del nastroDomenica 7 aprile il taglio del nastro della ciclabile alla presenza dellAssessoreprovinciale ai Trasporti e Mobilità Giovanni De Nicola. Lopera sarà inaugurata inconcomitanza con liniziativa milanese DomenicAspassoDal centro di San Donato al centro di San Giuliano in pochi minuti tenendosi lontani dal traffico. Daqualche giorno quello che sembra un sogno a occhi aperti è diventato realtà.A fine marzo, infatti, si sono conclusi i lavori per la realizzazione del percorso ciclopedonale cheoggi unisce le due città. L’opera di mobilità dolce dovrebbe favorire l’alleggerimento del traffico chenelle ore di punta paralizza la via Emilia e la via per Monticello, ovvero, le due arterie dicollegamento fra i centri urbani attigui.Gli interventi effettuati sul territorio sandonatese consistono in due nuove tratti di pista che,connettendosi al tratto preesistente nella zona di via Pascoli, rendono possibile raggiungere inbicicletta, muovendosi in un percorso dedicato e protetto, il suolo sangiulianese partendo dallachiesa di sant’Enrico. La realizzazione dei nuovi tratti ha richiesto un investimento di 650mila euro,dei quali oltre 300mila finanziati dalla Provincia di Milano.Il primo tratto (indicato nei progetti come “tronco nord”) parte dal dosso pedonale nei pressi dellachiesa di sant’Enrico e, dopo aver costeggiato il nucleo residenziale di via Maritano e di via 8
  9. 9. Leopardi, confluisce nella pista preesistente lungo la strada che conduce all’ingresso del Policlinicoin piazza Malan. La sua misura totale è di 350 metri. Il “tronco sud” (lungo 550 metri), invece,scavalca lo scolmatore alle spalle di via Parri per poi addentrarsi nel territorio del parco Nord dove,costeggiando la sponda meridionale del canale e quella orientale della cava al centro nell’areaverde, si unisce al tratto ciclabile sangiulianese. “Contiamo molto – ha dichiarato il Sindaco di San Donato, Andrea Checchi – sull’impatto positivoche questa opera avrà sulla mobilità locale. Alle migliaia di persone che ogni giorno si spostano daSan Giuliano a San Donato, e viceversa, con questo intervento offriamo la possibilità di scegliere difarlo utilizzando la bicicletta in piena sicurezza. Questa infrastruttura “pensata” e realizzata incollaborazione con San Giuliano e con la Provincia, inoltre, rappresenta un primo esempio dellamodalità di programmazione “partecipata e condivisa” che vogliamo adottare in diversi ambiti. Sutemi che interessano comunità e aree più vaste oggigiorno, infatti, è limitativo ragionare entro irigidi steccati dei confini comunali”. 2. Una domenica eco-compatibileIl 7 aprile tutti a piedi per il primo dei sette appuntamenti di sensibilizzazione suitemi dellinquinamento atmosferico e della mobilità dolceDomenica 7 aprile a San Donato non circoleranno autoTutti a piedi o in bicicletta per una giornata nel segno dell’ambiente. Sarà una domenica diversa,quella del 7 aprile, per i cittadini sandonatesi, che saranno chiamati a lasciare a casa auto e moto ea trascorrere così una giornata all’aria aperta.Scatta infatti nel fine settimana la prima delle sette “domeniche a spasso” lanciate dal Comune diMilano e cui l’Amministrazione di San Donato ha deciso di aderire per dare un segnale forte disensibilizzazione rispetto ai temi dell’inquinamento atmosferico e della mobilità eco-compatibile.La circolazione sarà vietata al traffico veicolare dalle 10 alle 18 con esclusione dei tratti urbani dellaPaullese e della via Emilia e della strada comunale Bagnolo-Sorigherio per i soli veicoli diretti versoil raccordo autostradale dell’ A1.In occasione della giornata ecologica è stata organizzata una biciclettata che prenderà le mossealle 14.45 dalla Stazione delle Biciclette in fondo a via Caviaga (terminal della MM3) perraggiungere, dopo un percorso interno alla città, il Parco Nord nel punto in cui si incontrano i duenuovi tratti della pista intercomunale San Donato-San Giuliano che sarà inaugurata propriodomenica, alle 16, alla presenza dei due Sindaci e del Presidente della Provincia di Milano. Nellastessa giornata del 7, inoltre, in Piazza della Pieve sarà allestito il Mercatino di Forte dei Marmi. “Con le “domeniche a spasso” – spiega l’assessore all’Ambiente Simona Rullo – Milano si aprefinalmente all’hinterland e dialoga con i Comuni confinanti per promuovere iniziative ecologiche,andando incontro a un’esigenza da tempo avanzata proprio da questi ultimi. Il blocco del traffico,inoltre, è stato disposto in maniera da non “sequestrare” a casa i cittadini che intendano muoversiper gite fuori porta, consentendo loro di partire prima delle 10 e di rientrare dopo le 18, riducendodunque al minimo i disagi”.Sabato 6 aprile Fonte: IL CITTADINO1. IL DOCUMENTO LO STATO DELL’AMBIENTE: NEL MIRINO PURE I TRENI “FRACASSONI”“Foresta” di antenne in città: nel 2012 raggiunta quota 21Nel 2012 sono aumentate le antenne della telefonia mobile, che hanno raggiunto quota 21,distribuite nei quartieri della città. Uno scotto, quello legato al fiorire degli impianti, determinatodall’esigenza da parte delle compagnie di telecomunicazione di assicurare una buona ricezione, difronte al quale, come è noto, i comuni dove non ci sono irregolarità, possono fare ben poco.L’aggiornamento sulla situazione, insieme ad altri numerosi dati riguardanti questo tratto dihinterland, è contenuto nel documento “Lo stato dell’ambiente e delle risorse naturali a San DonatoMilanese”, in cui, come avviene ogni anno prima della discussione sul bilancio di previsione,settore per settore, è stata tracciata una panoramica incentrata sul territorio. Guardando ai 9
  10. 10. cambiamenti positivi registrati nell’anno che si è concluso, a seguito dei lavori realizzati nel corsodell’estate lungo l’asse via Morandi, è stata estesa la linea di teleriscaldamento collegata allacentrale di cogenerazione gestita da Eni Servizi di via Maritano. Un impianto che produce tramite ilmetano sia energia termica che energia elettrica, distribuita solo nei palazzi uffici. Per quantoriguarda il riscaldamento nei complessi residenziali, la rete ha raggiunto nuovi quartieri grazie aicollegamenti con le dorsali provenienti da via Europa e via Europa bis. Passando ai palazzi cheutilizzano ancora le tradizionali caldaie, emerge che nella stagione 2011/2012, in collaborazionecon la Provincia di Milano, sono state effettuate 78 verifiche su impianti autonomi e altre 23 suimpianti centralizzati, da cui sono scaturite sette ordinanze, laddove gli esperti hanno individuatoalcune anomalie da sanare. In riferimento invece al piano di risanamento acustico, l’accento vieneposto sui disagi a lungo segnalati dai cittadini di via Parri a causa della linea ferroviaria Milano-Bologna che, come viene evidenziato nel documento, è «gradualmente aumentato nel tempo con iltransito dei treni ad alta velocità». Pertanto viene fatto presente che è stato chiesto a Trenitalia «diprevedere nell’ambito della programmazione degli interventi di risanamento acustico, specificheazioni volte a risolvere questa nuova problematica» che affligge i residenti dei palazzi in prossimitàdella ferrovia. E per concludere: una spigolatura curiosa riguarda il tema delle disinfestazioni.Forse infatti i sandonatesi non sanno che la battaglia contro vespe e calabroni è più dura rispetto aquella condotta contro l’insidia di zanzare e moscerini con 256 interventi nel primo caso contro158. Sono solo di alcuni spunti tratti da una “mappa” che racconta cosa è cambiato in città, almenosotto il profilo ambientale.2. INCONTRO PUBBLICO - La giunta presenta strategie e bilancioStrategie e numeri del bilancio di previsione verranno svelate ai cittadini, in anteprima rispetto alladiscussione del consiglio comunale, nel corso di un incontro pubblico. L’appuntamento è inprogramma per la serata di mercoledì a partire dalle 21 in aula consiliare: il sindaco AndreaChecchi insieme all’assessore al bilancio Angelo Bigagnoli e agli altri componenti della giunta dicentrosinistra illustreranno le scelte che sono state intraprese e le principali novità che emergonodal primo prospetto di conti redatto sotto l’egida della squadra di governo in carica.3. Arte e legalità nella mostra degli studentiArte e legalità si incontrano nella mostra realizzata da un gruppo di studenti della scuola media DeGasperi - Galilei, a fianco dei colleghi più grandi che frequentano il liceo Primo Levi. Dal progettoche ha contato anche sul patrocinio del Comune è nato così il “Laboratorio di allestimento”, da cuiè sorta la galleria aperta al pubblico che è stata inaugurata nella giornata di ieri presso il liceoPrimo Levi e che rimarrà a disposizione dei visitatori fino al 13 aprile, con visite guidate nellagiornata oggi e di sabato prossimo dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17. Saranno gli stessi ragazzi perl’occasione ad illustrare al pubblico il loro lavoro, che ha contato anche sull’apporto dell’artista SaraMontani, in base ad un’iniziativa elaborata e condotta dalle professoresse Concetta Russo eVincenza Spatola. Il progetto “La scuola diventa galleria”, che ha trovato seguito con l’esposizionein corso, si concluderà nel mese di maggio con un altro allestimento di opere realizzate dagli alunninel laboratorio di incisione della De Gasperi. Per l’occasione nei corridoi della scuola sandonatesetroveranno collocazione permanente una serie di manufatti che hanno un particolare significatoeducativo.4. A DISPOSIZIONE IN VARIE LINGUE - Biblioteche più ricche con 70 nuovi volumiBiblioteche più ricche grazie ad una settantina di nuovi volumi rivolti all’infanzia e all’adolescenzache hanno potenziato il patrimonio librario a disposizione degli utenti. Tra questi, 32 titoli sonodedicati ad una fascia di lettori dai 9 anni in su, mentre gli altri volumi, ideali per i giovanissimi, apartire dai due anni, sono a disposizione in italiano, ma anche in francese, serbo, croato, cinese ealtre lingue per consentire anche agli stranieri che abitano sul territorio di prendere confidenza coni tre punti di riferimento civici che ospitano il servizio di prestito libri. 10
  11. 11. 5. San Donato, dirigente del Comune si rivolge al Tar contro la giuntaUna dirigente del Comune di San Donato ha dichiarato battaglia contro la delibera di giunta con cuila squadra Andrea Checchi ha riorganizzato la struttura, apportando modifiche alle competenzeattribuite ai vertici dei diversi settori. La diretta interessata, che per quanto la riguarda direttamentenon ha condiviso le scelte intraprese dall’esecutivo, ha impugnato la delibera davanti al Tar,chiedendo l’annullamento dell’atto. Se fosse concesso, e l’avesse vinta la ricorrente,significherebbe un passo indietro rispetto alla decisione assunta da assessori e primo cittadinonell’incontro di giunta che si è tenuto il 17 dicembre, con cui è stata modificata la strutturaorganizzativa dell’ente. L’esecutivo dal canto proprio, di fronte all’azione legale, ha valutato che«sussistono le motivazioni necessarie perché il Comune si costituisca in giudizio, al fine di tutelarei propri interessi e le proprie ragioni» e ha deciso pertanto di procedere con l’individuazione di unlegale. La notizia del ricorso è immediatamente rimbalzata tra il personale del municipio e tra gliaddetti ai lavori, per raggiungere poi la politica, che è tornata a puntare l’attenzione sul documentoin cui è stato messo su bianco il nuovo assetto della macchina comunale. A questo punto c’èattesa per quanto concerne gli sviluppi di un caso che vede protagonista una figura professionaletutt’ora in carica presso il municipio. È certo intanto che l’ente sarà rappresentato da un legale,come stabilito in una nuova delibera che risale a fine marzo. Giulia Cerboni6. Taglio del nastro per la ciclabile che unisce le due cittàDomani è in programma il taglio del nastro della ciclabile di interconfine. L’inaugurazione si terràcon un gruppo che alle 15 partirà dal territorio sangiulianese, presso la scuola Cavalcanti, eun’altra cordata di ciclisti che si muoverà alle 14.45 dalla Stazione delle biciclette, nel comune diSan Donato. L’incontro è previsto al centro del nuovo collegamento, dove intorno alle 16 si terràuna parentesi ufficiale alla presenza delle autorità. «Contiamo molto - ha dichiarato il sindaco diSan Donato, Andrea Checchi - sull’impatto positivo che questa opera avrà sulla mobilità locale». Eil primo cittadino sangiulianese Alessandro Lorenzano ha parlato dell’evento come di«un’occasione per sottolineare come la collaborazione tra i nostri comuni sia la scelta vincente perportare risultati concreti e utili per i cittadini». Il primo tratto parte dal dosso pedonale nei pressidella chiesa di Sant’Enrico e, dopo aver costeggiato il nucleo residenziale di via Maritano,confluisce nella pista preesistente lungo la strada che conduce all’ingresso del Policlinico. Il “troncosud” scavalca lo scolmatore alle spalle di via Parri per poi addentrarsi nel parco Nord, dove siunisce al tratto ciclabile sangiulianese.7. Satira - Lele Corvi “in cattedra” a S. Donato - Il nostro vignettista illustrerà ai ragazzi delle medie della città, che ospita la mostra sul premio novello, come si realizzano strisce e fumetti con i nuovi dispositivi digitaliCome si disegna una vignetta? Come si può far sorridere, interpretando in modo originale lanotizia del giorno? Come calibrare parole e disegno in un fumetto umoristico? Mercoledì mattinaalcuni giovani studenti di seconda media di San Donato avranno un maestro d’eccezione, capacedi rispondere alle loro tante domande: Lele Corvi, vignettista del «Corriere della Sera» e del«Cittadino» terrà in sala consiliare, a partire dalle 9, una lezione sulla satira e sul fumetto. Siparlerà, si discuterà ma ci si metterà anche all’opera: Corvi spiegherà ai ragazzi come si puòdisegnare in modo pratico, veloce e originale con tablet, computer, tavolette grafiche e unvideoproiettore. Farà degli esempi pratici, con i suoi celebri personaggi e accennerà anche airagazzi come è cambiata, grazie alle nuove tecnologie, la professione del fumettista che oggi puòavere un pubblico molto più ampio, anche grazie al web. La sua sarà una lezione diversa dalsolito, pensata a corredo della mostra in corso a Cascina Roma dedicata proprio al PremioNovello, che ogni anno viene indetto dal comune di Codogno. Il premio internazionale di umorismoe satira di costume, in memoria del grande artista codognese Gastone Novello, nell’ultima edizioneha raccolto le opere di circa cinquecento vignettisti italiani e stranieri: Lele Corvi, che insieme alpoeta Amedeo Anelli è direttore del premio, ha selezionato le opere migliori, oltre un centinaio, peruna efficace e colorata mostra sulla satira contemporanea, ora esposta al piano nobile di CascinaRoma. L’apertura dell’esposizione, organizzata in collaborazione con il comune di Codogno, saràprorogata di una settimana: buono è infatti, ad oggi, il riscontro di pubblico per una mostra chemescola arte, umorismo, satira e denuncia sociale e conferma gli spazi di Cascina Roma qualeadatta location per esposizioni su temi contemporanei. Ingresso libero. 11

×