DEKRA Magazine - n. 6 del 2010

1,028 views

Published on

Published in: Education, Travel, News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,028
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

DEKRA Magazine - n. 6 del 2010

  1. 1. N°6 06/2010 MAGAzINE OSSERVATORIO TRIMESTRALE SULLA REVISIONE PANORAMA TECNICO Poste italiane S.p.A. Spedizione in Abbonamento Postale 70% DCB Milano In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Roserio per la restituzione al mittente previo pagamento resiLa revisionedei veicoli storici STUDI DEKRAL’auto ecologicaconviene davvero? SICUREzzA STRADAlE SCEGlI lA SqUADRA vINCENTE PERChé Il MERCATO NON è UN GIOCOCrash test: ilMAGAZINE |città DEKRA traffico in GIUGNO 2010 Revisioni Italia S.r.l. DEKRA 4|5nasconde tante insidie Via F.lli Gracchi, 27 - Torre Sud - 20092 Cinisello Balsamo (MI) - www.dekra.it/revisioni
  2. 2. blazestyle.com EDITORIALE Revisioni in Sicilia: tutta colpa di Poste Italiane Dal quotidiano “La Sicilia” di sabato 19 ge la Regione siciliana ad opporsi a que- giugno: “La revisione auto di 900 mila sto provvedimento, sollevando tra l’altro siciliani potrebbe essere nulla. Effetto del un conflitto di attribuzione dinanzi alla nuovo regime varato dalla Regione, che si Corte Costituzionale’’. è accaparrata le entrate dei diritti di Mo- torizzazione contro il parere del Ministero Ecco, è colpa delle Poste. Giustamente, dei Trasporti. La conseguenza è immedia- per non pagare il bollettino a Poste Ita- ta: il tagliando sul libretto di circolazione, liane, la Sicilia ha riposto con il ‘portale che riporta la dicitura “Regione Siciliana”, Pagonline’, gestito dal Banco di Sicilia non è riconosciuto dallo Stato, e quindi Unicredit Group. Dichiara l’assessore neanche dalle forze di Polizia”. Gentile: “Ciò consente di continuare ad acquisire alle casse regionali, i diritti Strano Paese, il nostro: c’è sempre qual- dovuti per ciascuna operazione di revi- cuno che si ingegna per complicare la sione, e quindi, di compensare i costi so- Crea con noi il primo Network di vita al prossimo, incurante di tutto e tutti. Visto che era stata posta alla Con- stenuti per l’esercizio delle attività di rila- scio della concessione, per l’effettuazione Autoriparatori a Servizio Completo sulta la questione sulla sussistenza della “slealtà istituzionale” della Sicilia, per- dei controlli sulle officine’’. Va bene il bollettino, ma i diritti non per il Noleggio a Lungo Termine ché si è proceduto senza attendere che la Corte si pronunciasse? sono dello Stato? Prove tecniche di fe- deralismo fiscale. Pronta la risposta di Palazzo d’Orleans (agenzia ASCA del 23 giugno): “Le re- E adesso? Pare che governo regionale e visioni effettuate dalle officine di auto- Ministero dei Trasporti stiano litigando, riparazione della Sicilia e le operazioni pardon, negoziando. La vedo male: la Re- tecniche di controllo sui veicoli circolanti gione ha già incassato i diritti per le re- nel territorio dell’Isola vengono espletate visioni effettuate dopo il 17 agosto 2009 Azzardiamo su come finisce? 900 mila seguendo rigorosamente le vigenti dispo- quindi, se restituisce i soldi allo Stato, automobilisti saranno obbligati a paga- sizioni legislative europee e nazionali”. provoca un ulteriore buco di bilancio. Per re di nuovo, pena multe già in arrivo, Sei meccanico, gommista, elettrauto, carrozziere? Hai anche il centro di revisione e il soccorso Lo afferma Luigi Gentile, assessore re- contro, vista la finanziaria, difficile che il oppure i centri siciliani dovranno ripe- stradale? Più volte hai risposto di sì, più sei il partner che cerchiamo. Perciò, continua a leggere. gionale alle Infrastrutture. Ministero molli la presa. Anche perché tere la revisione, gratis. A quanto date Stiamo creando NLTonly, il primo Network di Autoriparatori a Servizio Completo, rivolto sarebbe un pericoloso precedente. le scommesse? esclusivamente alle società di Noleggio a Lungo Termine (NLT). Consentitemi: lapalissiano! Manca solo che si cambi un protocollo nazionale ed Andrea da Lisca Abbiamo investito diverse centinaia di migliaia di euro per realizzare un software e una banca europeo. Ma allora, perché l’etichetta “Re- Direttore Generale di DEKRA Revisioni Italia dati per l’officina così innovativi che sono destinati a cambiare il mercato. Oggi siamo i soli a poter offrire un protocollo in grado di garantire l’assistenza a 360° per qualsiasi marca e gione Siciliana”, che vale sino allo Stretto? modello di auto in commercio e vogliamo diventare il punto di riferimento delle società NLT. “A mio avviso - continua l’assessore - ri- sulta legittimo il diniego della Regione Ma prima dobbiamo creare NLTonly. siciliana ad utilizzare un sistema di revi- Oggi sono già centinaia le officine che hanno aderito a NLTonly, ma non sono ancora sufficienti. sione dei veicoli gestito in regime di mo- nopolio e quindi, in violazione del prin- Cerchiamo 1.000 Autoriparatori. cipio di concorrenza, da Poste italiane. È E qui entri in gioco tu: maggiori i servizi che potrai offrire, maggiore sarà la convenienza delle chiara, dunque, la motivazione che spin- società NLT a convogliare più traffico sulla tua officina perché si ridurranno gli elevati costi della gestione amministrativa. Maggiore la tua professionalità, maggiori le tariffe di manodopera. Se anche tu sei interessato a far parte di NLTonly, contattaci, adesso. Scrivi una e-mail a: g.cosimetti@points.itIl Network che cambierà l’assistenza del Noleggio a Lungo Termine! Articolo pubblicato su “La Sicilia” del 19 giugno 2010 DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2010
  3. 3. GIUGNO 2010 SOMMARIO Lettere alla redazioneMAGAzINE Salve. Sembra che la nostra scelta strategica di ampliare il programma N°6 In questo numero 06/2010 MAGAZINE “la Forza del Network” con l’introduzione delle linee a marchio OSSERVATORIO TRIMESTRALE SULLA REVISIONE PANORAMA TECNICO Poste italiane S.p.A. Spedizione in Abbonamento Postale 70% DCB Milano In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Roserio per la restituzione al mittente previo pagamento resi Ho letto l’articolo che avete dedicato alle linee di revisione DEKRA sul numero della vostra rivista che mi è arrivata ad aprile e voglio DEKRA stia suscitando interesse tra i centri di revisione che, EDITORIALE farvi i complimenti. Sono il titolare di un centro affiliato DEKRA dal tra qualche mese, saranno obbligati ad investire alcune migliaiaLa revisione Revisioni in Sicilia: tutta colpa di Poste Italiane 1 di euro per l’adeguamento a Mctc-Net2.dei veicoli storici STUDI DEKRA 1999 e credo che questa sia l’iniziativa più importante tra le tante LETTERE ALLA REDAZIONE 3 che, da alcuni anni, ci state proponendo. Finalmente posso scegliereL’auto ecologicaconviene davvero? se e come lavorare con chi mi ha fornito le attrezzature sino ad oggi La lettera del nostro affiliato storico ci fa molto piacere, per diversi motivi: entrato in DEKRA nel 1999, il signor Paolo ha SICUREZZA STRADALE OSSERVATORIO SULLA REVISIONE (ma soprattutto l’assistenza e le tarature!). Non so se, quando sarà il SCEGLI LA SQUADRA VINCENTE “Quanti fagioli ci sono nel vaso? Serve un aiutino?” 4 vissuto quasi tutta la nostra storia e certamente può valutare PERCHÉ IL MERCATO NON È UN GIOCO momento di adeguare le attrezzature, comprerò Space o MAHA o seCrash test: ilMAGAZINE |città con oggettività quanta strada abbiamo fatto e quanto oggi DEKRA traffico in GIUGNO 2010 Revisioni Italia S.r.l. DEKRA 4|5nasconde tante insidie Via F.lli Gracchi, 27 - Torre Sud - 20092 Cinisello Balsamo (MI) - www.dekra.it/revisioni resterò con l’attuale fornitore. Di certo so che potrò negoziare meglioOSSERVATORIO PANORAMA TECNICO siamo cresciuti rispetto al passato. di quanto ho fatto più di 10 anni fa. Bravi!TRIMESTRALE La revisione dei veicoli storici 6 Cordialmente, Paolo L. (Milano) Poi, quel “finalmente posso scegliere” ci fa capire che ilSULLA REVISIONE messaggio che da anni mandiamo ai nostri centri è passato. SPECIALE Attrezziamoci con l’opacimetro 8 Quello stesso messaggio, gentile signor Ettore di Roma, è Egregi Signori, “Libertà di scelta”: nessuno obbliga nessun altro a far parte di NOVITà DI PRODOTTO ho una domanda da porvi in merito alle vostre linee di revisione DEKRA. Certo è che, se si desidera beneficiare di tutto ciò cheEDITORE SPX risponde alle normative 10 DEKRA. E’ proprio necessario affiliarsi alla vostra azienda per po- noi oggi offriamo al nostro Network, l’affiliazione è il minimoDEKRA Revisioni Italia S.r.l. terle comprare? In un momento di mercato difficile come l’attuale, che ci sentiamo di richiedere.DIRETTORE RESPONSABILE SICUREZZA STRADALE credo non sia corretto chiedere alle officine, come la mia, di sostenereAndrea da Lisca A piedi, in sella o al volante, il traffico in città nasconde tante insidie 12 altri costi per diventare un centro DEKRA se si vogliono avere degli La nostra forza deriva dal numero dei nostri affiliati. Più sono,CAPOREDATTORE sconti. In fin dei conti, se vendete una linea di revisione, con quello più noi siamo in grado di creare valore aggiunto, per tutti.Francesca Sirimarco STUDI DEKRA Consideri poi questo: se Lei fosse un nostro partner, sarebbe che costano, ci guadagnate già abbastanza.REDAZIONE L’auto ecologica conviene davvero? 14 d’accordo che noi estendessimo i vantaggi de ”la Forza delGianpaolo Riva Saluti, Ettore V. (Roma) Network” a chi non lo è? A proposito: noi le attrezzature non leGiammarco d’orazio EVENTI & FIERE produciamo né le vendiamo. Il guadagno lo abbiamo destinatoSEGRETARIA DI REDAZIONE E PUBBLICITà “Quanto è in forma la tua auto?” 16 ai centri di revisione nostri affiliati.Stella BorsellinoDIREZIONE, REDAZIONE, identificazione dell’affiliato deKRaAMMINISTRAZIONE Quando l’abito fa il monaco 18Via F.lli Gracchi, 27 - Torre Sud20092 Cinisello Balsamo (Mi)Tel. 02 899 29330 FORMAZIONE Per scrivere al direttore, inviare una lettera aFax 02 899 29100 Partiti i corsi di formazione per Responsabili Tecnici in Lombardia 20www.dekra.it/revisioni Redazione DEKRA News - DEKRA Revisioni italia S.r.l. - Via F.lli Gracchi 27, 20092 Cinisello Balsamo (MI);dekranews@dekra.it e-mail: dekranews@dekra.it - fax 02 899.29100 SERVIZI ESCLUSIVI - LA FORZA DEL NETWORKLe opinioni espresse dagli autoriimpegnano esclusivamente Tarare gli strumenti di officina per lavorare meglio 22la loro responsabilità FOCUS DEKRA SONO INTERESSATO A RICEvERE INFORMAzIONI SUI SEGUENTI SERvIzIPROGETTO GRAFICO E IMPAGINAZIONEEmpatic S.r.l. Omologazioni e molto altro 24Via Domenico Sansotta, 100 MODALITà AFFILIAZIONE SERVIZI OFFERTI DA DEKRA REVISIONI00144 RomaTel 06 5220 8255www.empatic.it Nome e cognome RuoloSTAMPA AziendaAlfaprint S.n.c. IndirizzoVia Bellini, 2421052 Busto arsizio (Va) Città Provincia c.a.p.Tel. 0331 620 100 E-mail Telefonowww.alfaprint.comaut. tribunale di Monzan. 1944 del 11/3/2009 FirmaIN COLLABORAZIONE CON questo coupon è da inviare tramite fax (+39 02 899.29100) oppure a mezzo posta al seguente indirizzo: DEKRA Revisioni Italia S.r.l., via Fratelli Gracchi, 27 - Torre Sud 20092 Cinisello Balsamo (Mi) c.a. Direttore Commerciale DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2010 2|3
  4. 4. OSSERVATORIO SULLA REVISIONE Tabella 2 PERChé? e, analizzando i dati della tabella n.1, pare Per capirlo è necessario fare un salto indie- sia valido anche per le moto (6.124.000 : Anno Motocicli Variazione tro nel tempo e tornare al mese di dicem- 2.308.000 = 2,7 cioè circa 1/3). Scegliamo bre 2008. Supponiamo di voler calcolare pertanto di utilizzare questo rapporto an- 1991 5.100.000 - quante moto dovranno essere revisionate che per i ciclomotori e “dividiamo per tre” 1992 5.150.000 50.000 nel corso del 2009. Ovviamente, basando- 2.840.000. Risultato: 947.000 cinquantini ci sulla tabella n. 1, escludiamo gli ultimi da revisionare nel 2009. Totale generale, 1993 5.250.000 100.000 quattro anni e, quindi, iniziamo a contare dunque, ben 3.255.000 motoveicoli. 1994 5.300.000 50.000 a ritroso gli anni dispari a partire dal 2005. E’ andata così? Affatto: nel 2009 le moto Arrivati al 1987 dobbiamo fare un com- revisionate sono state solo 1.102.398, 1995 5.375.000 75.000 promesso, perché il dato aggrega più anni. mentre i ciclomotori appena 539.780 1996 5.790.000 415.000 Utilizziamo il peso del 51% degli anni di- (Fonte: Mctc + stima DEKRA per i dati spari sul totale del mercato per ipotizzare Sicilia) per un totale complessivo di 1997 6.060.000 270.000 quante moto immatricolate fino al 1987 1.642.178 motoveicoli. 1998 5.200.000 -860.000 debbano andare in revisione nel 2009. Se la matematica non è un’opinione, ne Circa 522.000. Totale generale: 2.308.000. consegue che mancherebbero all’appello 1999 5.350.000 150.000 Dobbiamo a questo punto stimare il vo- addirittura 1.206.000 motocicli e non meno 2000 5.300.000 -50.000 lume di revisioni che riguardano i ciclo- di 407.000 ciclomotori; cioè ben 1.613.000 motori. Non avendo a disposizione l’im- revisioni in meno. Tradotto in denaro, circa 2001 5.180.000 -120.000 matricolato anno per anno, come per le 106 milioni di Euro persi, di cui 72,6 milio- 2002 5.000.000 -180.000 moto, anche in questo caso dobbiamo ri- ni di Euro di mancato fatturato per i centri, 30 milioni di Euro di danno all’Erario per 2003 4.810.000 -190.000 correre ad una semplificazione: dividiamo il parco circolante per tre. Questo “nume- mancata IVA e mancati bollettini e, infine, 2004 4.600.000 -210.000 ro magico” funziona da anni per le auto 2,9 milioni in meno per le Poste. 2005 4.360.000 -240.000 Anno Motocicli Peso % Da revisionare nel 2009 2006 4.050.000 -310.000“Quanti fagioli ci sono nel vaso? 2009 402.978 6,6% 2007 3.690.000 -360.000 2.308.311 2008 392.247 6,4%Serve un aiutino?” 2008 3.290.000 -400.000 2007 413.077 6,7% 2006 416.840 6,8% 2009 2.840.000 -450.000 2005 393.974 6,4% 393.974 2004 390.675 6,4%Ricordate quel famoso programma televisivo dove i 2003 371.287 6,1% 371.287telespettatori dovevano indovinare il numero di fagioli 2002 354.057 5,8%contenuti in un vaso di vetro? Bene, tentare di stimare il 2001 373.113 6,1% 373.113numero di motocicli e ciclomotori che circolano in Italia 2000 452.151 7,4%e, di conseguenza, quello dei veicoli che annualmente 1999 319.600 5,2% 319.600 1998 194.823 3,2%dovrebbero recarsi in revisione, è esattamente come cercare 1997 100.307 1,6% 100.307 IN CONClUSIONEdi azzeccare il numero dei legumi nella giara di vetro. Cosa dire di questi dati? Se sono rea- 1996 70.895 1,2% li, la situazione è più che preoccupante: 1995 59.527 1,0% 59.527 è drammatica. 1994 51.678 0,8% Noi, personalmente, non crediamo allaSecondo dati ACI, la consistenza del parco bile che il circolante con oltre 22 anni di te che neppure i diretti interessati sanno 1993 53.520 0,9% 53.520 bontà di questi numeri. Le statistiche deiveicoli al 31/12/2009 era di 6.124.121 mo- età sia superiore al milione di unità? Co- quanti siano i cosiddetti cinquantini an- 1992 66.629 1,1% ciclomotori sono certamente sbagliatetocicli (targato con cilindrata da 125 cc.). munque, teniamo per buoni questi valori cora in circolazione. Ciò che è certo è che 1991 63.302 1,0% 63.302 in eccesso per l’impossibilità di censir-Altre tabelle ACI più dettagliate permetto- e mettiamoli da parte per quando, tra un questo tipo di veicolo sta sparendo sempre li (la targa è personale e cambiando il 1990 58.652 1,0%no di ricostruire il circolante per anzianità, po’, faremo qualche semplice esercizio ma- più dal mercato, visti i crescenti valori ne- proprietario cambia anche la targa. Per 1989 52.044 0,8% 52.044ripartendo la consistenza tra anni pari ed tematico. gativi che, dal 2000 in poi, vengono stimati il c.d.“targhino”, le verifiche sono di fattoanni dispari, che è ciò che interessa a chi Veniamo ora ai ciclomotori: qui l’analisi si come saldo tra immatricolazioni e radia- 1988 50.277 0,8% impensabili); mentre, per le moto, l’ele-fa revisioni. Considerando i dati delle pri- complica decisamente. La fonte più affi- zioni. Prendiamo quindi per buono, anche < 1987 1.022.467 16,7% 521.636 vato numero di quelle con più di 20 annime immatricolazioni e delle radiazioni nel dabile è ANCMA, cioè l’Associazione Na- in questo caso, il valore finale di 2.840.000. TOTALE 6.124.121 100,0% è oggettivamente improbabile.corso del tempo abbiamo stimato il volu- zionale Ciclo Motociclo e Accessori. I dati In totale, a fine 2009, le due ruote circolanti Visto che, per chi della revisione ne fa uname di motocicli immatricolati nel corso di ufficiali si fermano al 2007, pertanto è sta- in Italia risulterebbero essere 8.964.000. professione, i dati di mercato corretti sono Di cui <1987 Totale Peso %22 anni, tuttora in circolazione. to necessario stimare i valori sino al 2009 Un grande potenziale per i centri di revi- importanti, anche se qui non parliamo di Totale dispari 2.602.729 521.636 3.124.365 51%Colpisce il numero di “collezionisti di (Tab. 2). Osservando la sequenza fatta di sione moto. Peccato che in realtà i numeri, fagioli in un vaso… c’è qualcuno che puòmoto d’epoca” esistenti in Italia. Possi- numeri arrotondati alle migliaia, è eviden- alla fine, non tornino! Totale pari 2.498.924 500.831 2.999.756 49% darci un “aiutino”? Tabella 1 DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2010 4|5
  5. 5. PANORAMA TECNICOLa revisione dei rici hanno piena facoltà di non accogliere (o, se già iscritti, radiare) i veicoli non con- formi all’originale.veicoli storici Si noti che la particolare legislazione, con la quale è possibile regolarizzare le variazioni tecniche senza aver bisogno del nulla ostaÈ importante che i veicoli storici rimangano in perfetta del costruttore del veicolo, definisce ancheefficienza, perché sono testimonianza dello sviluppo un specifica marchiatura per gli elemen- ti modificati, in modo che possano esseretecnico-culturale della società industrializzata. Per poterli facilmente individuati da quelli non con-far circolare su strade aperte al traffico, devono però, formi, ovvero non installabili se si intendecome tutti gli altri veicoli, essere sottoposti a revisione usare il veicolo su strade aperte al traffico.periodica e superarla. AlCUNI ACCORGIMENTI UTIlI Non esiste un protocollo specifico per la revisione dei veicoli storici. Con la sola esclusione dell’esito relativo alle emissioni (ovviamente perché non si tratta di vetture dotate di catalizzatore), tutto il resto segue strettamente la normativa vigente. Trattan- dosi, però, di vetture con particolare valore storico ed affettivo, il nostro suggerimento è di applicare procedure di riguardo durante i diversi controlli, in modo da evitare il più possibile il rischio di danneggiamento. Altro accorgimento è la lettura dei dati, che va fatta tenendo in considerazione che si tratta di automezzi fuori produzione da decenni e non sempre compatibili con le at-Per comprendere correttamente cosa si in- strade aperte al traffico. I veicoli “d’epoca” hanno anch’essi revisione con cadenza bien- i veicoli d’epoca sono stati radiati dal PRa e non hanno le caratteristiche tecniche per poter circolare tuali metodologie di controllo e, per i veicoli normalmente su strade aperte al traffico (lo possono fare solo in occasione di raduni ed eventi, setende per “revisione di un veicolo storico”, sono invece quelli la cui tecnica è talmente nale. La variazione fondamentale, rispetto appositamente autorizzati). devono comunque sottostare ad una verifica tecnica, ripetuta ogni 5 anni. più vecchi, impossibili da mantenere nei li-è bene analizzare come sono classificati antiquata da costituire pregiudizio per la al controllo tecnico obbligatorio di una miti attuali. Per i veicoli a benzina, inoltre,dal Codice della Strada questi veicoli. Un circolazione (sostanzialmente quelli privi vettura di recente produzione, risiede nei ai possessori di veicoli con oltre 20 anni, aspettare del tempo affinché il meccanismo (cioè la quasi totalità dei veicoli storici)veicolo è considerato di interesse storico di freni sulle ruote anteriori) non posso- limiti dell’inquinamento, che ovviamente che desiderano utilizzarli su strade aperte legislativo vada a regime. occorre ricordarsi che i limiti e le modali-e collezionistico se è stato immatricolato no essere né immatricolati né iscritti al per un’automobile antica sono più elevati. al traffico. Tale variazione introdotta con Per quanto questa normativa possa aprire tà di prova previste dalla Circolare 64/404da almeno 20 anni e se è iscritto ad uno PRA. Per questi veicoli è stato istituito il Infatti per immatricolazioni precedenti al il “decreto Milleproroghe”, dice infatti che, la strada alla modifica anche di veicoli con sono diversi da quelli dei veicoli moderni.dei cinque registri autorizzati a certificare centro storico del Dipartimento dei Tra- 01/10/1986 il valore del CO “corretto” rile- per particolari sottosistemi del veicolo, è qualche anno sulle spalle, occorre osser- Indipendentemente dall’uso che se ne faquesto interesse: l’ASI (Automotoclub Sto- sporti Terrestri (D.T.T. ex Motorizzazione vato tramite analizzatore omologato, deve possibile utilizzare dei kit di trasformazione vare che difficilmente si tradurrà in realtà. di un’automobile, il tempo lascia il segno.rico Italiano), la FMI (Federazione Moto- Civile). In questo caso ogni 5 anni deve essere inferiore al limite di 4.5% in volume, se specificatamente fatti omologare dal co- Primo perché sono molto pochi i modelli Pertanto in sede di revisione occorre an-ciclistica Italiana) e i tre registri storici di essere fatta una verifica sulla funzionalità mentre per immatricolazioni effettuate dal struttore secondo quanto indicato da decre- circolanti in un numero di esemplari suf- che considerare che alcuni componentimarca Alfa Romeo, Fiat e Lancia. Questi del mezzo, svolta presso i centri del D.T.T. 01/10/1986 il CO “corretto” deve essere in- ti attuativi appositamente definiti. L’iter per ficiente a rendere economicamente conve- della sicurezza con il tempo subisconoultimi possono certificare soltanto i veico- stesso. I veicoli d’epoca non sono ammessi feriore al limite di 3.5% in volume. la realizzazione di questi decreti attuativi è nienti i kit di modifica (eccezione tipica è delle usure, come i tubi flessibili dei frenili menzionati nel loro statuto costitutivo. alla circolazione in quanto non immatri- La sostituzione di alcune parti di usura o iniziato recentemente, dunque occorrerà la Fiat 500). Secondo perché i registri sto- e le tubazioni carburante.Le autovetture e i motoveicoli acquisisco- colati. Possono però ottenere l’autorizza- materiale di consumo, specie di veicoli piùno automaticamente la classificazione al zione dal DTT per partecipare a manife- vecchi, può creare problemi non soltantocompimento del trentesimo anno dalla stazioni autorizzate con un percorso pre- di reperimento ma anche di conformitàprima immatricolazione in Italia. In que- stabilito (più, eventualmente, i percorsi all’omologazione. Il più frequente è unosto caso la carta di circolazione può sia da e per il luogo della manifestazione). In pneumatico con misure indicate con il si-mantenere l’originale classificazione del questo caso viene emessa una targa prov- stema in vigore fino agli anni Cinquanta;veicolo (“autovettura”, “autocarro” o simi- visoria che ha validità nei giorni della ma- esistono comunque tabelle di conversioneli) sia riportare quella di “veicolo di inte- nifestazione ed eventualmente per quelli approvate dal D.T.T. che consentono di ri-resse storico o collezionistico”, ma deve necessari a raggiungerla e ritornare. solvere la maggior parte di questi problemi.comunque essere sottoposto alla revisione Le autovetture e i motocicli con età compre- In linea puramente di principio una varia- i veicoli di interesse storico e collezionistico, devono essere stati immatricolati da almeno 20 anni e devono essere iscritti a registri storici riconosciutibiennale nel caso lo si voglia utilizzare su sa tra i 20 e i 30 anni non iscritti nei registri zione legislativa potrebbe essere di aiuto (ad esempio l’aSi). Per questi veicoli la revisione ha cadenza biennale. DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2010 6|7
  6. 6. SPECIALE IN COLLABORAZIONE CON ASSEMBlAD MOTORSCAN OPA 150 PUMA EUROSMOKE 9001 L’opacimetro Puma effettua la misura di fumi prelevati con il metodo par- Fornito con telecomando, stampante a 24 colori e carrello. Garantisce ziale, la camera di misura è del tipo a riflessione. Il fumo è immesso nella misure affidabili e accurate grazie ad alcune caratteristiche costruttive camera di misura (mantenuta a temperatura costante) dove viene analiz- quali camera riscaldata, elettrovalvola d’intercettazione dei fumi, pompa zato con un ricetrasmettitore a riflessione. Il fumo analizzato viene emes- di pulizia, uniti al proiettore a led di potenza e alla camera di 430 mm so dalle ventole posizionate nella parte garantiscono una precisa lettura del inferiore dell’apparecchio. OPA 150 valore misurato. Leggero e maneggevo- Puma effettua misure in conformi- le, contiene al suo interno un software tà alla Direttiva 1999/52/CE recepita che guida l’operatore nello svolgimento con D.M. del 7 agosto 2000 e alla Cir- della prova in conformità alle diret- colare 6902/604 del 4 agosto 2000; è tive vigenti senza possibilità di errori. omologato per il protocollo Mctc-Net. MAhA-SIPAv BRAIN BEE MDO 2 lON OPA-300 Questo modello guida l’utente con una serie di menu; tutte le parti che lavo- OPA-300 è l’ultimo nato in casa Brain Bee all’interno della linea dedicata al con- rano a contatto con i gas (cella di carico, con riscaldamento particolarmente trollo emissioni e fumi. Il Design graffiante con cui si propone anticipa il pro- efficiente, e sonda) sono realizzate in acciaio legato V2A. Una resistenza a pie- getto di restyling di prodotto che sta interessando l’intera gamma. Il concetto no carico permette di effettuare regolazioni sul banco prova potenza, mentre con cui è stato progettato OPA-300 è la modularità: come gli altri strumenti di il software di visualizzazione consente il confronto tra numero di giri e linea linea, può essere inserito all’interno di diverse linee di apparecchi per il controllo di intorbidamento. I valori misurati possono essere registrati sia graficamente emissioni prodotte dalla stessa Brain Bee, al fine di far costruire all’operatore la sia in formato digitale; grazie a un’interfaccia seriale RS 232 possono essere stazione che più soddisfa le sue necessità. Può essere inserito in stazioni esistenti, collegate all’opacimetro varie apparecchiature esterne. I valori rilevati durante purché alloggiate su carrello Brain Bee. Modalità di funzionamento: OPA-300 la prova, infine, possono essere salvati su una scheda di memoria (opzionale). si collega alla normale seriale di un qualsiasi PC (RS232 oppure RS485) e at- Attrezziamoci Le dimensioni sono compatte, in modo da facilitare il trasporto e l’utilizzo in aree lontane dall’officina. Consente la misura- traverso il software proprietario con cui viene fornito (Omnibus 800) guida anche l’operatore più inesperto nella gestione con l’opacimetro zione in accelerazione libera ed è omolo- del controllo fumi. Le ridotte dimensio- gato con riferimento 18.09.01.02. Con la ni, la compattezza, e l’alimentazione a 12 base MDO LON può essere collegato sta- V c.c. ne consentono l’uso portatile anche bilmente a un PC per installazioni fisse. grazie alla comoda maniglia ergonomica. PROTECh 0039 MOTORXLa prova sull’opacità dei gas di scarico è una fase molto importante nella revisione dei v-SMOKE 797veicoli con motore diesel perché rileva il livello di inquinamento e la correttezza della V-Smoke è un opacimetro portatile da utilizzare in officina, centro di revisio- Prodotto da un’azienda di recente costituzione che progetta e costruisce ap-loro messa a punto. Ne descriviamo il funzionamento e alcune offerte del mercato. ne o anche su strada per l’analisi emissioni dei veicoli diesel di qualsiasi tipo. Il V-Smoke esegue tutte le misure tipiche della prova parecchi diagnostici per l’auto (è nata dall’acquisizone della Motorx da parte della 0039 Research and Development), il 797 è un emissioni: opacità, giri motore, temperatura olio, etc. opacimetro con l’emettitore a led. Offre una buona ed invia i dati ad un sistema esterno per la visualizza- velocità di lettura dei dati, la visualizzazione tramite zione, stampa e archiviazione della prova. La sua ma- terminale palmare, il contagiri e una ricca dotazio- neggevolezza, la disponibilità di alimentazione a bat- ne di accessori e funzioni. Risponde alle più esigentiLe vigenti norme in materia di control- e dall’effetto di irraggiamento. Una sor- elettrico o elettronico per la visualizza- teria e di collegamento radio, fanno del V-Smoke uno normative internazionali ISO 11614, SAE J 1667;lo dell’inquinamento impongono con- gente luminosa e una lente focalizzante zione del valore letto. strumento comodo e facile da usare. Le omologazio- la procedura di prova è conforme alla 98/37/CE. ni RS e DIR lo rendono interfacciabile con tute le li-trolli periodici sia sull’opacità dei gas producono un fascio luminoso collima- Il costruttore è tenuto a fornire un ma- nee di revisioni conformi con il protocollo Mctc-Net.di scarico che su alcune altre emissio- to che attraversa il centro della colonna nuale in cui figurano le istruzioni neces-ni nocive dei veicoli circolanti. Questi di fumo, dove parte della luce è assorbita sarie per un uso corretto dello strumen-controlli vengono effettuati in sede di o irradiata dalla concentrazione fumosa, to e a indicare in particolare gli intervalli TECNOMOTOR TEXArevisione periodica obbligatoria e in oc- riducendo perciò l’intensità luminosa di tempo e le procedure di regolazione e SERIE 800 OPABOX AUTOPOwERcasione delle visite semestrali o annuali che raggiunge il ricevitore (formato da di manutenzione da seguire per una cor-per il rilascio del bollino blu. Per poter una lente focalizzante e da una fotocel- retta valutazione del coefficiente d’assor- Dalla trentennale esperienza Tecnomotor nel campo della analisi delle emis- Nel modulo Opabox Autopower la camera di analisi è stata incorporata ineffettuare tali controlli occorrono spe- lula o fotodiodo a seconda della natura bimento durante le prove. sioni nasce la nuova gamma di opacimetri serie 800 (composta dai modelli un pratico trolley con ruote a cuscinetti: estraendo il manico telescopico, il 820 e 840), progettati per un utilizzo intensivo sia in officina (bollino blu) modulo di analisi è facilmente trasportabile. È comunque possibile sganciar-cifiche attrezzature mediante le quali è della sorgente luminosa). Dalla misura Inoltre deve indicare il valore della lun- sia nei centri di revisione oppure anche su strada per eventuali controlli a lo dal trolley, utilizzando la maniglia a scomparsa, per trasportarlo a manopossibile verificare lo stato di salute del dell’intensità luminosa residua (e quin- ghezza effettiva della camera di fumo campione sul parco circolante. Gli strumenti sono progettati per misure e appoggiarlo su qualsiasi piano di lavoro. È dotato di una batteria ad altamotore e dell’impianto di scarico, come di, per sottrazione, di quella assorbita dell’opacimetro e i relativi metodi di va- di opacità sia su autovetture sia su veicoli industriali. È possibile inserire capacità, in grado di fornire elettricità per oltre 8 ore di lavoro, senza l’in- all’interno degli strumenti una batteria ed un mo- gombro dei fili. Grazie alla connettività Wirelesslo strumento che permette il controllo dalla colonna di fumo) si risale al calcolo lutazione. Lo strumento deve essere do- dulo bluetooth per avere postazioni completamente Bluetooth, l’Opabox Autopower e le interfacce didell’opacità dei gas. della sua opacità. tato di una o più etichette permanenti wireless (autonomia di funzionamento con batte- rilevamento dei giri motore RC3 e RC2, comuni-L’opacimetro basa la sua analisi sul- L’opacimetro è composto da una sonda e facilmente leggibili contenenti infor- ria superiore alle 4 ore). Gli analizzatori della linea cano con l’unità di visualizzazione (qualsiasi PC, lala misura dell’assorbimento ottico del di prelievo, un tubo flessibile di raccor- mazioni come il marchio o la ragione “800” sono pratici e leggeri, in modo da risponde- stazione fissa Multi Pegaso o tutti i prodotti della re in modo eccellente a chi richiede uno strumen- gamma Axone) senza cavi. Il software operativo èfumo. La misura consiste nell’attenua- do fra la sonda e l’apparato di misura, sociale del costruttore, l’anno di costru- to di facile e veloce installazione. Un’ampia lista di supportato da un completo data base veicoli. Conzione dell’intensità di un fascio lumino- una camera di fumo, una sorgente lumi- zione, il contrassegno di omologazione, accessori permette di personalizzare i prodotti se- l’utilizzo del sistema operativo IDC3, inoltre, l’ela-so collimato, causato dall’assorbimento nosa, un ricevitore di luce, un indicato- il numero del modello e il numero di condo le particolari esigenze di ogni singolo utente. borazione e la visualizzazione della prova emissio-della concentrazione gassosa del fumo re di misura e un display o altro quadro serie dello strumento. ni può essere integrato con la diagnosi del veicolo. DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2010 8|9
  7. 7. NOVITà DI PRODOTTO IN COLLABORAZIONE CONSPX risponde alle normative l’interfaccia MacHVci e il cavo J2534 65 all-one è un banco prova freni a piastre vetture, autocarri (fino a 35q), moto, ciclomotori, consentono a tutti gli autoriparatori tricicli, quadricicli e quad, composto da: banco prova freni a piastre, kit misuratore sforzo freni, di usufruire delle informazioni fornite kit di calibrazione. In un panorama legislativo dalle case auto relativamente a vetture costruite dopo settembre 2009. sempre più complesso ed esigente, SPX ha presentato le proprie soluzioni nei settori revisione e diagnostica SPX ha deciso di non dividere il lavoro Se le case auto forniscono le informazioni in due step, ma di fare subito l’aggiorna- necessarie, le officine si devono attrezzare per operare all’interno mento per il full Mctc-Net2. in modo da poterne fruire, dotandosi di delle nuove normative L’azienda infatti è già pronta con la nuova un’interfaccia con standard SAE J2534. Mctc-Net2 ed Euro 5. linea di Revisione ALL-ONE, che unisce SPX propone quindi una gamma di pro- un banco prova freni (a rulli o piastre) dotti per rispondere a queste nuove esi- 90 all-one è un banco prova freni a rulli per vetture, autocarri (fino a 35q), moto, ciclo- motori, tricicli, quadricicli e quad composto da: banco prova freni a rulli, modulo elettronico e una banco prova velocità 3-4 ruote genze con il lancio dell’interfaccia MA- di potenza, pressore prove 2/3 ruote, kit misuratore forza freni, pedana appoggia piede in grado di revisionare qualsiasi tipo di CHVci e del cavo J2534, che permettono (4 pz), kit di calibrazione, kit cinghie (3 pz), morsa pneumatica portatile (2 pz) opzionale. veicolo: vetture, autocarri (fino a 35 q), di sfruttare completamente tutte le possi- moto, ciclomotori, tricicli, quadricicli e bilità legate alle nuove disposizioni. quad. Tutti i mezzi su una sola linea, con È importante sottolineare che non è ne- grande riduzione di spazi e ingombri. cessario cambiare strumento di diagno-REvISIONE E DIAGNOSI cessivi arriverà a regolamentare le pro- guadagnare qualche istante; obbligo di La procedura di revisione è automatiz- si per coloro che posseggono un ReflexDue diversi settori e due diverse com- cedure dei Centri di Revisione. webcam, collegata serialmente al PC, zata grazie al software che gestisce in 4130 per adeguarsi all’Euro 5: ma basteràpetenze, che hanno però in comune I cambiamenti più importanti ce li ha che fotografi a colori almeno il 70% del- modo automatico tutte le prove, ridu- acquistare il cavo J2534.un recente rivoluzionamento relativo spiegati Gian Luigi Orzi, PTI/I&M pro- la superficie del veicolo: l’immagine sarà cendo così i tempi della verifica periodi- A questo punto mancheranno solo unalle norme da rispettare. Norme che duct manager dell’azienda. confrontata dal software con i dati im- ca; basterà infatti inserire i dati una sola PC e un collegamento internet per potercertamente coinvolgono le procedu- Archiviazione dei dati a Roma in un messi durante l’accettazione. volta nel sistema. accedere alle informazioni predispostere di lavoro del meccanico, ma che in unico database consultabile, dove sarà I cambiamenti da apportare, che ri- dalle case auto.prima battuta rappresentano una sfida possibile anche eseguire verifiche in- guardano anche la comunicazione tra la INTERFACCIA MAChvCI: Questa nuova tecnologia introdotta da 90 ALL-ONE e 96 ALL-ONE è un ban- co prova velocità per moto, ciclomoto-per i produttori di attrezzature. crociate; non modificabilità dei file cre- strumentazione e il computer, non sono PRONTI PER l’EURO 5 SPX permette a tutti gli autoriparatori di ri, tricicli, quadricicli e quad, compo-In un recente incontro a Sala Baganza, ati dagli strumenti, grazie a un codice possibili se non modificando il software A parlare di diagnosi ed Euro 5 è stato svolgere in modo semplice la riprogram- sto da: banco prova velocità, ventola tangenziale (2 pz), pedana appoggianella sede SPX, da un lato ci sono sta- di scrittura, pena l’annullamento della e in alcuni casi anche l’hardware. Ogni invece Eugenio Carra, product manager mazione della centralina, il ripristino e piede (2 pz), kit di calibrazione, morsati illustrati in dettaglio i regolamenti Revisione (il cui storico verrà comun- azienda potrà usare un suo protocollo, multibrand diagnostic. la configurazione secondo le specifiche pneumatica portatile (1 pz) opzionale.a cui ci si deve adeguare per eseguire que archiviato); obbligo di iniziare e purché sia sicuro. Con l’avvento dell’Euro 5, le case automo- di fabbrica, la codifica delle chiavi, non-Revisioni in regola e per fare autodia- terminare la Revisione presso lo stesso Le tempistiche di applicazione preve- bilistiche sono obbligate per legge a for- ché di eseguire tutte le funzionalità dia-gnosi su vetture Euro 5, dall’altro ci Centro: una Revisione non finita verrà dono che i produttori entro settembre nire una serie di informazioni agli autori- gnostiche, incluse quelle particolari, e disono stati presentati le linee e i pro- registrata come avente esito negativo. provvedano alla certificazione di PC paratori, perché siano in grado di operare cancellare i codici DTC (guasti) e tramadotti con i quali SPX risponde a queste Questo comporterà la necessità di arri- prenotazione, PC stazione e software sulle auto costruite dopo settembre 2009, di diagnosi. Si ringraziano il Direttore Responsabi-nuove esigenze. vare nel Centro con l’auto già controlla- per il riconoscimento della targa, ed en- riprogrammandone anche le centraline. Anche per programmazioni complesse le David Giardino e Stefania Antonelli ta: l’automobilista dovrà essere educato tro maggio 2011 provvedano all’adegua- Quindi tutte le operazioni di richiamo come codifica chiavi e immobilizer, Re- del Gruppo Editoriale Collins per aver-All-ONE: REvISIONE PER TUTTI I MEzzI alla pre-revisione; introduzione negli mento delle apparecchiature. Da giugno da parte del costruttore o di sostituzione nault ha già dichiarato la conformità del- ci fornito questo importante contribu-Eseguire più controlli sulle revisioni strumenti dei secondi di penalizzazio- 2011 inizierà un anno di adeguamento totale della centralina causa guasto erano la sonda pass-thru SPX. Il produttore di to. L’articolo completo è disponibile sule impedire eventuali comportamenti ne: tempi di attesa tra un’operazione e delle attrezzature nelle officine, che da esclusivamente a carico del concessiona- attrezzature si sta adoperando adesso per numero di giugno 2010 di Notiziarioscorretti sono gli scopi del nuovo pro- l’altra per evitare che il controllo venga gennaio 2014 dovranno essere dotate rio. Oggi anche il generico può effettuare ottenere l’omologazione anche presso le Motoristico.tocollo Mctc-Net2, che in vari step suc- fatto sommariamente nella speranza di solo di apparecchiature full Mctc-Net2. tali interventi. altre case auto. DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2010 10 | 11

×