DEKRA Magazine - n. 10 del 2011

1,360 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,360
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

DEKRA Magazine - n. 10 del 2011

  1. 1. N°10 6/2011 MAGAZINE OSSERVATORIO TRIMESTRALE SULLA REVISIONE PANORAMA TECNICO Poste italiane S.p.A. Spedizione in Abbonamento Postale 70% DCB Milano In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Roserio per la restituzione al mittente previo pagamento resiIl metano, il GPLe la revisione EVENTISicuri anche quando si vaa fare la spesa LA FORZA DEL NETWORK OSSERVATORIO REVISIONI Una buona notizia, una cattiva e una pessima...Un businessMAGAZINE | GIUGNO 2011 DEKRA che gira DEKRA Revisioni Italia S.r.l. 4|5 Via F.lli Gracchi, 27 - Torre Sud - 20092 Cinisello Balsamo (MI) - www.dekra.it/revisioni
  2. 2. EDITORIALE È questo il futuro prossimo venturo dellaSoftware per centri di revisione veicolifrutto di esperienza ventennale. revisione in Italia? Se non agiamo da adesso, sicuramente sì. Volevo dedicare questo editoriale al suc- un mantra ma Mctc-Net2 non sarà lo cesso di pubblico e al grande interesse per spartiacque che tutti ci auspichiamo, per- DEKRA che abbiamo riscontrato al no- ché chi ha investito decine di migliaia di stro stand all’Autopromotec. Volevo an- euro difficilmente si farà da parte a bene- che parlarvi del fantastico spirito di grup- ficio dei concorrenti. Sarebbe imprendi- po che è nato tra i centri DEKRA aderenti torialmente insensato. al secondo “Tour della Sicurezza” che ab- Se la crisi dell’auto continua, sempre più biamo organizzato insieme a Gente Mo- operatori vedranno la revisione come tori e con la collaborazione di Coop. Due un mezzo per diversificare il business e momenti che ci rafforzano la convinzione recuperare redditività. Oggi, ad esem- che il futuro del mercato automotive (in pio, i network dei gommisti sollecitano generale) è nel “fare rete” e chi si ostina a i loro affiliati a farlo. Domani chi altro? non vederlo pagherà un prezzo maggiore I benzinai, che hanno lo stesso nostro di un semplice costo di affiliazione. problema del sovrannumero? Se il trend Invece, parlerò d’altro, perché ho appena non si arresta, molti centri entreranno finito di esaminare e commentare i dati in una pericolosa crisi di redditività. Gli dell’Osservatorio Revisioni e sono molto investimenti non verranno ripagati e l’in- preoccupato. Leggete comunque gli arti- solvenza diventerà cronica, specie per chi coli dedicati ad Autopromotec e al Tour è ricorso al finanziamento; la compensa- Cinque anni? Minimo, col rischio che, alla della Sicurezza. zione del minor guadagno con l’attività fine, ci si trovi nel paradosso del chirurgo: Dedico questo editoriale a tutti coloro che di pre-revisione/riparazione in officina “l’operazione è tecnicamente riuscita, ma possono – se non deliberare – informare non funzionerà come adesso, perché il paziente è morto”. E poi un aumento si-Oltre 1000 centri di revisione sull’intero territorio nazionale e influenzare politici, amministratori e ogni centro di revisione avrà meno auto mile incentiverebbe nuove aperture.utilizzano il software di Prisma Informatica. istituzioni, dai livelli più bassi ai più alti. da controllare. E allora, se la redditività è Altre soluzioni? Per noi, una sola, anche Guardate i dati dell’ultima tabella (Tab. minacciata, crediamo davvero che non ci se scatenerà dubbi e polemiche: modifi-L’assistenza software avviene su richiesta telematica, 8) riportata in Osservatorio Revisioni e saranno tentativi di aggirare anche Mctc- care l’art. 80 e tutto quello che ne conse-telefonica, email o fax. La richiesta, inserita nel nostro prendete atto che, allo stato attuale, que- Net2? Che credibilità avremo ancora in gue. In breve, cambiare i requisiti, contin- sto è il futuro prossimo venturo. futuro nel proclamare che i centri di revi- gentare il mercato e adeguare la tariffa.sistema di gestione, è evasa richiamando tempestivamente Stiamo inesorabilmente andando verso sione fanno sicurezza stradale? Possiamo confrontarci sui numeri, suil centro revisioni. un’implosione del sistema. Se non fer- Soluzioni possibili? Molti diranno: ade- quando il sistema entrerà in crisi, non miamo ora questa crescita insensata (dal guare la tariffa! Sì, forse, ma almeno a sul risultato finale. E’ vero: tutta la nostraGli aggiornamenti software sono automatici verificando 2005 la media è di 250-300 nuove aper- 100 Euro. E quando? Ricordate la trafila analisi si basa sull’ipotesi “se continuasempre il livello d’aggiornamento presso il centro revisioni. ture all’anno), tra 5-6 anni non ci sarà dell’ultimo aumento? E’ durata dal 2004 così”. E se continua davvero così? più mercato sufficiente per nessuno. al 2007. Con la crisi attuale, quanto ci vor- Ci ritroviamo a settembre. Buone ferie Tra addetti ai lavori ce lo ripetiamo come rebbe per convincere gli Enti preposti? a tutti. Software PCPrenotazione, PCStazione e Andrea da Lisca Direttore Generale di DEKRA Revisioni Italia Riconoscimento Targa per la gestione delle revisioni di autoveicoli, motocicli e ciclomotori. www.prisma-informatica.it info@prisma-informatica.it Tel 051-665.20.53 Fax 051-665.37.31 DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2011
  3. 3. OSSERVATORIO SULLA REVISIONEGIUGNO 2011 SOMMARIO Una notizia buona, una cattivaMAGAZINE e una pessima… 6/2011 N°10 In questo numero Il mercato sta andando sempre forte ma è sempre più vicino al punto di rottura. MAGAZINE OSSERVATORIO TRIMESTRALE SULLA REVISIONE Se non si interviene strutturalmente, tra pochi anni rischia l’implosione. PANORAMA TECNICO Poste italiane S.p.A. Spedizione in Abbonamento Postale 70% DCB Milano OSSERVATORIO SULLA REVISIONE In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Roserio per la restituzione al mittente previo pagamento resi BUONE NOTIZIE Da circa due anni, non disponiamo più valori inferiori al +10%. Se non sorprende Una notizia buona, una cattiva e una pessima… 3Il metano, il GPLe la revisione Il mercato delle revisioni dei motocicli è del dato aggiornato sul numero di centri il calo, anche importante, del revisionato sempre più frizzante: moto e ciclomoto- autorizzati alla revisione delle due ruote ciclomotori, comune a tutta Italia con EVENTI PANORAMA TECNICO ri segnano un bel +19% rispetto al 2009. e pertanto non si può fare un confron- la sola bizzarra eccezione del Piemonte Il metano, il GPL e la revisione 6 to con il 2009 in termini di performance (+12,6% !?), fa riflettere la scarsa crescitaSicuri anche quando si va Di fatto, questo balzo è tutto da ascrivere La misura della sicurezzaa fare la spesa LA FORZA DEL NETWORK 9 medie per centro. Ciononostante, è pos- del revisionato moto in Puglia e Calabria, alle moto che crescono di un terzo sfrut- OSSERVATORIO REVISIONI Una buona notizia, una cattiva e una pessima... Pillole di metrologia 11 tando l’immatricolato da incentivi del sibile cogliere dati interessanti anche dal- distanti dalla terz’ultima (Basilicata) di 2007. I motorini, invece, confermano il la semplice classifica ordinata per tasso di addirittura 10 punti percentuali ed oltre.Un businessMAGAZINE | GIUGNO 2011 DEKRA che gira DEKRA Revisioni Italia S.r.l. 4|5 Via F.lli Gracchi, 27 - Torre Sud - 20092 Cinisello Balsamo (MI) - www.dekra.it/revisioni EVENTI loro inesorabile declino. Se il trend dei crescita (Tab.1). Colpiscono le differenze Le possibili spiegazioni vanno dalla Sicuri in auto, anche quando si va a fare la spesa 12 primi 5 mesi dovesse mantenersi, per estreme tra le prime e le ultime regioni: omessa revisione di massa agli incentiviOSSERVATORIO la prima volta in quasi un decennio, le da un lato Lazio e Piemonte, ben oltre il statali di scarso effetto sulle regioni a mi-TRIMESTRALE FIERE due ruote toccheranno quota 2.000.000. +30% e, dall’altro, Calabria e Puglia con nore vocazione motociclistica. Autopromotec 2011: un grande successo 14SULLA REVISIONE TAB. 1 - REVISIONI MOTOCICLI EFFETTUATE AL 31/05 LA FORZA DEL NETWORK REVISIONI MOTOVEICOLI REVISIONI CICLOMOTORI TOTALE REVISIONI MOTOCICLI Un business che gira 18 REGIONE +/- vs +/- vs +/- vs 2011 2009 % 2011 2009 % 2011 2009 % 2009 2009 2009EDITORE STUDI DEKRA LAZIO 53.519 36.804 16.715 45,4% 9.501 9.849 -348 -3,5% 63.020 46.653 16.367 35,1%DEKRA Revisioni Italia S.r.l. La sicurezza non va mai in vacanza 20 PIEMONTE 39.210 28.130 11.080 39,4% 10.071 8.943 1.128 12,6% 49.281 37.073 12.208 32,9% LOMBARDIA 94.834 70.440 24.394 34,6% 31.922 31.579 343 1,1% 126.756 102.019 24.737 24,2%DIRETTORE RESPONSABILEAndrea da Lisca INTERVISTA AI CENTRI TOSCANA 53.693 41.226 12.467 30,2% 23.780 24.186 -406 -1,7% 77.473 65.412 12.061 18,4% Boffa S.r.l. - Benevento (BN) 22 CAMPANIA 36.463 29.336 7.127 24,3% 6.346 6.896 -550 -8,0% 42.809 36.232 6.577 18,2%CAPOREDATTOREFrancesca Sirimarco Global Auto Service S.r.l. - Altopascio (LU) 23 SICILIA 30.033 24.667 5.366 21,8% 7.487 7.348 139 1,9% 37.520 32.015 5.505 17,2% ABRUZZO 9.915 7.639 2.276 29,8% 3.812 4.093 -281 -6,9% 13.727 11.732 1.995 17,0%REDAZIONE UMBRIA 8.258 6.481 1.777 27,4% 4.889 4.789 100 2,1% 13.147 11.270 1.877 16,7%Gianpaolo Riva ATTUALITà VENETO 51.519 40.190 11.329 28,2% 24.011 24.702 -691 -2,8% 75.530 64.892 10.638 16,4%Fabrizio Comi La revisione: questa sconosciuta 24Giammarco D’Orazio LIGURIA 38.092 30.601 7.491 24,5% 7.443 8.545 -1.102 -12,9% 45.535 39.146 6.389 16,3% MOLISE 1.458 1.129 329 29,1% 575 623 -48 -7,7% 2.033 1.752 281 16,0%SEGRETARIA DI REDAZIONE E PUBBLICITà EMILIA ROMAGNA 54.999 43.523 11.476 26,4% 20.498 22.204 -1.706 -7,7% 75.497 65.727 9.770 14,9%Stella Borsellino VAL DAOSTA 1.801 1.524 277 18,2% 475 482 -7 -1,5% 2.276 2.006 270 13,5%DIREZIONE, REDAZIONE, TRENTINO A A 11.040 9.017 2.023 22,4% 5.234 5.474 -240 -4,4% 16.274 14.491 1.783 12,3%AMMINISTRAZIONE SARDEGNA 7.823 6.429 1.394 21,7% 2.200 2.530 -330 -13,0% 10.023 8.959 1.064 11,9%Via F.lli Gracchi, 27 - Torre Sud20092 Cinisello Balsamo (Mi) MARCHE 19.396 15.333 4.063 26,5% 9.204 10.477 -1.273 -12,2% 28.600 25.810 2.790 10,8%Tel. 02 899 29330 FRIULI V G 14.718 12.145 2.573 21,2% 5.415 6.196 -781 -12,6% 20.133 18.341 1.792 9,8%Fax 02 899 29100 SONO INTERESSATO A RICEVERE INFORMAZIONI SUI SEGUENTI SERVIZI BASILICATA 1.792 1.498 294 19,6% 950 1.061 -111 -10,5% 2.742 2.559 183 7,2%www.dekra.it/revisioninews.revisioni.it@dekra.com MODALITà AFFILIAZIONE SERVIZI OFFERTI DA DEKRA REVISIONI PUGLIA 19.103 17.463 1.640 9,4% 4.771 5.125 -354 -6,9% 23.874 22.588 1.286 5,7% CALABRIA 6.551 6.023 528 8,8% 1.564 1.716 -152 -8,9% 8.115 7.739 376 4,9%Le opinioni espresse dagli autoriimpegnano esclusivamente CENTRO 146.239 108.612 37.627 34,6% 51.761 54.017 -2.256 -4,2% 198.000 162.629 35.371 21,7%la loro responsabilità Nome e cognome Ruolo NORD 306.213 235.570 70.643 30,0% 105.069 108.125 -3.056 -2,8% 411.282 343.695 67.587 19,7%PROGETTO GRAFICO E IMPAGINAZIONE SUD-ISOLE 101.765 85.416 16.349 19,1% 23.318 24.676 -1.358 -5,5% 125.083 110.092 14.991 13,6%Empatic S.r.l. AziendaVia Domenico Sansotta, 100 TOTALE NAZIONALE 554.217 429.598 124.619 29,0% 180.148 186.818 -6.670 -3,6% 734.365 616.416 117.949 19,1%00144 Roma IndirizzoTel 06 5220 8255www.empatic.it Città Provincia C.a.p. (ABBASTANZA) BUONE NOTIZIE sce il balzo - in percentuale - della Cala- di revisione (2013 e 2015). Per contro, seSTAMPA La seconda (abbastanza) buona notizia è bria, che dall’ultimo posto per le revisioni la vendita di vetture nuove non doves- E-mail TelefonoAlfaprint che anche il mercato auto è in crescita e moto passa al secondo per quelle auto. se riprendere, abbinata alla progressivaVia Bellini, 24 che le proiezioni a fine anno danno un va- Ciò significa che in queste regioni il obsolescenza dei veicoli (e conseguen-21052 Busto Arsizio (VA)Tel. 0331 620 100 lore superiore ai 13 milioni di autoveicoli. parco circolante è stato sostanzialmen- te rottamazione), le prospettive future Firmawww.alfaprint.com In alcune regioni questa crescita è molto te rinnovato e che i centri di revisione sono meno rosee per le regioni fanali- più marcata della media nazionale (Pie- locali disporranno di un mercato più no di coda di questa classifica: Marche, Questo coupon è da inviare tramite fax (+39 02 899.29100) monte, Calabria, Lazio e Toscana). Colpi- stabile almeno per i prossimi due cicli Sardegna e, soprattutto, Valle d’Aosta. oppure a mezzo posta al seguente indirizzo:Aut. Tribunale di Monza DEKRA Revisioni Italia S.r.l., Via Fratelli Gracchi, 27n. 1944 del 11/3/2009 Torre Sud 20092 Cinisello Balsamo (Mi) c.a. Direttore Commerciale DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2011 2|3
  4. 4. OSSERVATORIO SULLA REVISIONE OSSERVATORIO SULLA REVISIONE TAB. 2 - REVISIONI AUTOVEICOLI EFFETTUATE AL 31/05 TAB. 4 - REVISIONI PER CENTRO AL 31/05 TAB. 5 - RAFFRONTO 2011 CON 2009 A BASE 100 della media regionale. REVISIONI AUTOVEICOLI N.OFFICINE REVISIONI MEDIE/CENTRO REVISIONI MEDIE/CENTRO 2011 Facciamo un esempio:REGIONE 2011 2009 +/- vs % 2011 2009 +/- vs % 2011 2009 +/- vs % REGIONE 2011 2009 +/- vs % 2009 = 100 Revisioni Officine Rev/Off un centro lombardo nel 2009 2009 2009 2009 2009 ha effettuato 1.875PIEMONTE 476.275 445.397 30.878 6,9% 413 376 37 9,8% 1.153 1.185 -31 -2,6% VAL DAOSTA 781 1.121 -340 -30,3% UMBRIA 105 104 101 revisioni (quasi il dop-CALABRIA 166.830 156.194 10.636 6,8% 264 235 29 12,3% 632 665 -33 -4,9% PUGLIA 783 881 -98 -11,1% TRENTINO A A 105 105 100 pio della media); neiLAZIO 547.877 513.714 34.163 6,7% 565 505 60 11,9% 970 1.017 -48 -4,7% VENETO 811 895 -85 -9,4% TOSCANA 106 109 98 primi cinque mesi delTOSCANA 400.353 377.096 23.257 6,2% 410 377 33 8,8% 976 1.000 -24 -2,4% MOLISE 631 691 -60 -8,6% PIEMONTE 107 110 97 2011 ne ha fatte 1.789.MOLISE 32.823 31.087 1.736 5,6% 52 45 7 15,6% 631 691 -60 -8,6% SARDEGNA 806 879 -73 -8,3% MARCHE 102 106 96 Ha perso quindi 86 re-BASILICATA 55.519 52.705 2.814 5,3% 99 90 9 10,0% 561 586 -25 -4,2% CAMPANIA 999 1.071 -72 -6,7% BASILICATA 105 110 96 visioni. Meglio o peggioTRENTINO A A 106.826 101.689 5.137 5,1% 145 138 7 5,1% 737 737 0 0,0% FRIULI V G 709 756 -47 -6,2% ABRUZZO 105 110 95 del resto della Lombar-UMBRIA 104.716 99.691 5.025 5,0% 114 110 4 3,6% 919 906 12 1,4% SICILIA 832 884 -52 -5,9% LAZIO 107 112 95ABRUZZO 137.271 130.969 6.302 4,8% 199 181 18 9,9% 690 724 -34 -4,7% LIGURIA 1.238 1.313 -75 -5,7% EMILIA ROMAGNA 104 109 95 dia? Calcolo 1.789 ÷SICILIA 419.523 403.187 16.336 4,1% 504 456 48 10,5% 832 884 -52 -5,9% LOMBARDIA 890 943 -52 -5,6% CALABRIA 107 112 95 1.875 x 100 = 95.4. Il ri-EMILIA ROMAGNA 501.414 482.222 19.192 4,0% 504 461 43 9,3% 995 1.046 -51 -4,9% CALABRIA 632 665 -33 -4,9% LOMBARDIA 103 109 94 sultato confrontato conVENETO 561.949 541.734 20.215 3,7% 693 605 88 14,5% 811 895 -85 -9,4% EMILIA ROMAGNA 995 1.046 -51 -4,9% LIGURIA 103 110 94 il valore di 94, malgradoLIGURIA 139.886 135.230 4.656 3,4% 113 103 10 9,7% 1.238 1.313 -75 -5,7% LAZIO 970 1.017 -48 -4,7% SICILIA 104 111 94 tutto, è ancora legger-LOMBARDIA 981.159 954.052 27.107 2,8% 1102 1012 90 8,9% 890 943 -52 -5,6% ABRUZZO 690 724 -34 -4,7% FRIULI V G 103 109 94 mente sopra il mercato.CAMPANIA 446.713 434.823 11.890 2,7% 447 406 41 10,1% 999 1.071 -72 -6,7% BASILICATA 561 586 -25 -4,2% CAMPANIA 103 110 93FRIULI V G 141.841 138.308 3.533 2,6% 200 183 17 9,3% 709 756 -47 -6,2% MARCHE 813 845 -33 -3,8% SARDEGNA 101 111 92 PESSIME NOTIZIEPUGLIA 350.100 342.691 7.409 2,2% 447 389 58 14,9% 783 881 -98 -11,1% PIEMONTE 1.153 1.185 -31 -2,6% MOLISE 106 116 91 Il confronto su base 100MARCHE 180.467 177.539 2.928 1,6% 222 210 12 5,7% 813 845 -33 -3,8% TOSCANA 976 1.000 -24 -2,4% VENETO 104 115 91 ha stimolato la curiosi-SARDEGNA 152.357 150.352 2.005 1,3% 189 171 18 10,5% 806 879 -73 -8,3% TRENTINO A A 737 737 0 0,0% PUGLIA 102 115 89 tà e la fantasia dei nostriVAL DAOSTA 15.624 15.692 -68 -0,4% 20 14 6 42,9% 781 1.121 -340 -30,3% UMBRIA 919 906 12 1,4% VAL DAOSTA 100 143 70 analisti che hanno de- ciso di fare un salto nelCENTRO 1.403.507 1.330.096 73.411 5,5% 1.562 1.428 134 9,4% 899 931 -33 -3,5% SUD-ISOLE 816 881 -66 -7,4% CENTRO 106 109 96 passato, recuperando iNORD 2.924.974 2.814.324 110.650 3,9% 3.190 2.892 298 10,3% 917 973 -56 -5,8% NORD 917 973 -56 -5,8% NORD 104 110 94 dati (solo nazionali) sinoSUD-ISOLE 1.591.042 1.539.952 51.090 3,3% 1.950 1.747 203 11,6% 816 881 -66 -7,4% CENTRO 899 931 -33 -3,5% SUD-ISOLE 103 112 93 al 2005 e confrontandoliTOTALE NAZIONALE 5.919.523 5.684.372 235.151 4,1% 6.702 6.067 635 10,5% 883 937 -54 -5,7% TOTALE NAZIONALE 883 937 -54 -5,7% TOTALE NAZIONALE 104 110 94 con quelli del 2007, 2009 e 2011. TAB. 3 - CRESCITA DEI CENTRI AL 31/05 CATTIVE NOTIZIE strano un calo di revisionato me- Per prima cosa, abbiamo TAB. 6 - RAFFRONTO 2011 - 2009 - 2007 CON DATI 2005 AL 31/05 N.OFFICINE Analizzando i dati mini- dio per centro. La tabella 4 riporta analizzato i dati assolu- REVISIONI AUTOVEICOLI N.OFFICINE REVISIONI MEDIE/CENTROREGIONE 2011 2009 +/- vs % steriali per redigere questo valori medi assoluti, che danno ti. Guardate le caselle in 2009 un’indicazione a livello generale. Osservatorio, ci troviamo 2011 2011 2005 +/- vs 2005 % 2011 2005 +/- vs 2005 % 2011 2005 +/- vs 2005 % rosso: nell’arco di 4 cicliVAL DAOSTA 20 14 6 42,9% vs. in forte disagio sapendo di 2005 5.919.523 5.712.351 207.172 3,6% 6.702 5.328 1.374 25,8% 883 1.072 -189 -17,6% di revisione, il mercato èMOLISE 52 45 7 15,6% versare altro sale sulla ferita Qualcuno si chiederà: “Io, in cin- cresciuto meno del 4%;PUGLIA 447 389 58 14,9% 2009 aperta del mercato: il numero que mesi, ho revisionato molto di vs. 2009 2005 +/- vs 2005 % 2009 2005 +/- vs 2005 % 2009 2005 +/- vs 2005 % le officine quasi del 26%;VENETO 693 605 88 14,5%CALABRIA 264 235 29 12,3% di centri. più (o di meno) del valore medio. 2005 5.684.372 5.712.351 -27.979 -0,5% 6.067 5.328 739 13,9% 937 1.072 -135 -12,6% le revisioni medie sonoLAZIO 565 505 60 11,9% Non è solo la crescita assolu- Come faccio a sapere se, rispetto 2007 precipitate del 18% circa. 2007 2005 +/- vs 2005 % 2007 2005 +/- vs 2005 % 2007 2005 +/- vs 2005 %SICILIA 504 456 48 10,5% ta che disturba e preoccupa, al 2009, sono andato meglio (peg- vs. Osservate anche i salti di 2005 5.719.634 5.712.351 7.283 0,1% 5.585 5.328 257 4,8% 1.024 1.072 -48 -4,5%SARDEGNA 189 171 18 10,5% quanto quella in percentua- gio) del resto della mia regione?" biennio in biennio!CAMPANIA 447 406 41 10,1% le. Soprattutto se ci distac- Per facilitarvi i calcoli, abbiamo ela- borato la tabella 5, dove i dati del Quindi, come in precedenza, abbia-BASILICATA 99 90 9 10,0% chiamo dal dato nazionale diABRUZZO 2007 sono stati posti a base 100 e mo ponderato i valori 2007-2009-2011 199 181 18 9,9% +10% e andiamo a soppesare TAB. 7 - RAFFRONTO CON 2005 A BASE 100 E PROIEZIONE AL 2021PIEMONTE 413 376 37 9,8% i dati 2011 sono stati ricalcolati su con quelli 2005 a base 100 e, giusto per regione per regione (Tab. 3).LIGURIA 113 103 10 9,7% questo parametro. 2005 = 100 2007 2009 2011 2013 2015 2017 2019 2021 curiosità, abbiamo proiettato il calco- Ciò che ha veramente dell’in-EMILIA ROMAGNA 504 461 43 9,3% lo nel futuro, con cadenza biennale, credibile è la situazione della Revisioni 100 100 104FRIULI V G 200 183 17 9,3% A questo punto, per rispondere sino al 2021, nell’ipotesi (per i puristi Valle d’Aosta: + 43%! A fron-LOMBARDIA 1102 1012 90 8,9% alla domanda di prima, prende- Officine 105 114 126 135 144 153 162 171 della statistica: ipotesi forte) che tut-TOSCANA te di un mercato in contro- 410 377 33 8,8% te le vostre statistiche 2009 e 2011 Revisioni x Officina 96 87 82 77 72 67 62 57 ti i trend attuali restino invariati, senzaMARCHE 222 210 12 5,7% tendenza, come abbiamo vi- (cumulato sino a maggio), dividete alcun effetto derivante da Mctc-Net2.TRENTINO A A 145 138 7 5,1% sto prima, in due anni i centri il 2011 sul 2009 e moltiplicate per Preoccupante: se, a livello nazionale, nelUMBRIA 114 110 4 3,6% sono passati da 14 a 20. È 100. Adesso guardate il dato del- 2005 un centro effettuava 100 revisioni, nel come se in Lombardia, doveSUD-ISOLE 1.950 1.747 203 11,6% la colonna Rev/Off di Tab. 5. Se il TAB. 8 - STIME DEL NUMERO DI CENTRI E REVISIONI MEDIE SINO AL 2021 2021 sarà bravo se ne effettuerà 57 o più. da fine 2007 ne sono statiNORD 3.190 2.892 298 10,3% risultato ottenuto è sopra il valore Per dare un ulteriore mal di testa a chi può aperti 90 (che sono già tanti), Anni 2013 2015 2017 2019 2021CENTRO 1.562 1.428 134 9,4% 100 (per l’Umbria deve essere sopra prendere delle decisioni sul futuro del no- ne fossero comparsi di fatto Officine 7.190 7.670 8.150 8.630 9.110TOTALE NAZIONALE 6.702 6.067 635 10,5% 101), avete performato meglio del Revisioni x Officina stro mercato, abbiamo, infine, ri-tradotto 434. Altra prospettiva, vero? 1.909 1.794 1.679 1.541 1.426 mercato; se è compreso tra il 100 e Fatturato ( 45€) € 85.905 € 80.730 € 75.555 € 69.345 € 64.170 questi indici in valori assoluti (su baseE che dire di Molise, Puglia e Veneto? Ha un senso tutto ciò? il valore di colonna, avete perso ri- annuale per una migliore valutazione).Queste quattro regioni, sono in testa alla classifica sia per quanto riguarda la crescita spetto al 2009, ma meno della me- I dati si commentano da soli.percentuale del numero di centri che, ironia della sorte, per calo percentuale di revisio- dia dei centri. Se infine siete sotto Secondo voi, se non si interviene strutturalmente, in quale anno avrà luogo l’implosione del sistema? Un piccolo aiuto:nato procapite. Con la sola esclusione dell’Umbria e del Trentino, tutte le regioni mo- il dato di mercato, avete perso più 2019 e 2021 sono risposte sbagliate. DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2011 4|5
  5. 5. PANORAMA TECNICO PANORAMA TECNICOIl metano, il GPL e la revisione LIMITI DI INQUINAMENTO PER I MOTORI A BENZINA, METANO O GPL DA VERIFICARE DURANTE LA REVISIONE PERIODICA OBBLIGATORIAIl parco di veicoli con doppia alimentazione (metano o GPL) Veicoli immatricolati prima del 01/10/1986: CO corr. rilevato al regime del minimo uguale o inferiore a 4.5 % Vol.è notevolmente aumentato in questi ultimi anni. È bene perciò Veicoli immatricolati dopo il 01/10/1986: CO corr. rilevato al regime del minimo uguale o inferiore a 3.5 % Vol.conoscere le regole da applicare durante la revisione. Veicoli catalizzati con sonda lambda: CO corr. rilevato al regime del minimo uguale o minore a 0.5 % Vol. - CO corr. rilevato tra 2000 e 3000 giri/min. uguale o minore a 0.3 % Vol. – fattore lambda rilevato tra 2000 e 3000 giri/min. pari a 1 +/- 0.03La diffusione dei veicoli a metano o GPL Veicoli immatricolati dal 01/07/2002: CO corr. rilevato al regime del minimo uguale o minore a 0.3 % Vol. - CO corr. rilevatoè notevolmente cresciuta a causa di due tra 2000 e 3000 giri/min. uguale o minore a 0.2% Vol. – fattore lambda rilevato tra 2000 e 3000 giri/min. pari a 1 +/- 0.03fattori: il costo di questi due carburan-ti gassosi (di molto inferiore rispetto abenzina e gasolio) e la sensibile riduzione PERIODO DI ATTIVITà DELLE BOMBOLE PER METANO:dell’inquinamento ottenibile con questicarburanti. Ad esempio gli incombustiscendono di circa il 70% rispetto a quel- Se sono state realizzate secondo il regolamento G.F.B.M. (Gestione Fondo Bombole Metano), il loro periodo di attività è parili generati dal gasolio ed il particulate a 5 anni comprendendo il mese completo in cui cade la scadenza;matter o PM (particolato) è praticamen- Se sono state realizzate secondo il regolamento tecnico internazionale ECE/ONU R110, con le modalità specificate nellate nullo. Sono ridotte anche le emissioni circolare del Ministero dei Trasporti, prot. n. 131_MOT2/C del 13.01.2006, il loro periodo di scadenza è pari a 4 annidi CO2 ottenute dalla combustione del comprendendo il mese completo in cui cade la scadenza.metano o del GPL, in confronto a quellesviluppate dalla combustione di benzina Un cartellino rilasciato dal centro di installazione del sistema di alimentazione a metano, nel caso in cui quest’ultimo sia statoe gasolio. Si noti poi che nei due gas è montato come secondo impianto, indica se le bombole sono conformi al G.F.B.M. o al ECE/ONU R110 e riporta il conseguenteassente il benzene, catalogato come ele- periodo di attività (5 o 4 anni). In questo caso la data di scadenza è determinata da quella di collaudo dell’impianto. Se il sistemamento cancerogeno. di alimentazione a metano è invece di primo impianto, la data di inizio di utilizzo dei serbatoi corrisponde a quella della primaLa tecnologia dell’alimentazione gassosa immatricolazione del veicolo stesso. Autovettura con sistema di alimentazione a metano installato in primo impianto.si è nel tempo notevolmente evoluta e la Sono evidenti sul retro del veicolo le grosse bombole che hanno un periodo di servizio limitato.gestione elettronica ha permesso di eli-minare o ridurre alcune caratteristichenegative del passato. Ad esempio l’av- QUALI LE REGOLE DA SEGUIRE PER re effettuata da un installatore abilitato.viamento avviene sempre a benzina (ga- REVISIONARE QUESTA TIPOLOGIA Tra i compiti del Responsabile Tecnicorantendo partenze immediate anche alle DI VEICOLI? c’è quindi la verifica dei documenti del-basse temperature) e il successivo passag- Le procedure per il controllo delle emis- le bombole. Ovviamente il veicolo nongio al gas avviene automaticamente senza sioni inquinanti non cambiano rispetto può superare la revisione se le bomboleinterventi da parte dell’automobilista. a quelle definite per i motori alimentati risultano scadute o se l’impianto a gasL’iniezione del GPL o del metano è af- a benzina, così come non cambiano i li- non è annotato sulla carta di circolazio-fidata a elettroiniettori gestiti da una miti. Occorre però sottolineare che per ne. Dal punto di vista tecnico, invece, vacentralina interfacciata con quella del misurare correttamente gli inquinanti verificata l’integrità del sistema (assen-controllo motore benzina, in modo da generati con alimentazione a metano o za di perdite, danneggiamenti e corro- Due tipologie di cartellino (a destra e a sinistra) che indicano il regolamento di riferimento che è stato adottato durante la costruzione della bombola peravere la giusta miscela aria – gas in tutte GPL, l’analizzatore dei gas di scarico deve sione al serbatorio, ai tubi di alimenta- il metano e la durata della bombola stessa. Sul retro del cartellino (al centro) sono presenti la data di collaudo e il timbro dell’installatore.le condizioni di guida. essere appositamente predisposto, ovve- zione del gas e al sistema di iniezione).Gli impianti di alimentazione a metano e ro occorre adeguare alcune sue caratteri- stiche in modo da adattarle alle peculia- PERIODO DI ATTIVITà DELLE BOMBOLE PER GPL:GPL sono a tenuta stagna e, dunque, an-che durante le operazioni di rifornimento rità chimiche del combustibile gassoso.non sono presenti fughe in atmosfera. È necessario, poi, controllare l’anzianità Hanno un periodo di attività pari a 10 anni secondo quanto previsto dalla circolare n. B76/2000/MOT del 16.11.2000 dei serbatoi: la massima è di quattro o cin- Prot. 1069/UT83/CG(C1) del Ministero dei Trasporti e Infrastrutture. Più precisamente la data di scadenza è il 31-12 que anni per il metano e dieci per il GPL. dell’anno di scadenza, perciò, se la bombola ha ad esempio iniziato il servizio nell’anno 2002, sarà necessario sostituirla La ragione della vita limitata è che GPL I serbatoi che entro il 31-12-2012. e metano commerciali non sono gas contengono il metano Se sono state realizzate in conformità al regolamento internazionale ECE/ONU R67-01, su di esse non è punzonata la o il GPL devono essere puri ma miscele che possono contenere elementi corrosivi. Inoltre le pressioni data di costruzione. In questo caso quella di inizio servizio coincide con la data di collaudo del sistema di alimentazione, sostituiti periodicamente sono elevate e le “bombole” subiscono se è stato montato come secondo impianto, o con la data di prima immatricolazione del veicolo se è stato montato come a causa della continua sollecitazione a cui continue sollecitazioni a causa del moto Serbatoio toroidale per GPL indicato per l’instal- primo impianto. sono sottoposti. del veicolo. La sostituzione deve esse- lazione nel vano della ruota di scorta. continua a pag. 8 DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2011 6|7
  6. 6. PANORAMA TECNICO PANORAMA TECNICOcontinua da pag. 6 La misura della sicurezza Il veicolo non supera la Il banco prova freni è un elemento essenziale della linea di revisione. revisione se le bombole risultano da sostituire. Ecco com’è fatto, come funziona… e un po’ di fisica teorica e pratica che tutti applichiamo, magari senza conoscerne il perché.Per stabilire la scadenza dei serbatoi oc- gomma e asfalto asciutto. La gomma sucorre distinguere due diversi casi: quello ghiaccio bagnato, darebbe un coefficien-in cui l’impianto a gas è stato montato Banco a piastre te di attrito pari a 0,1 (100 kg, quindi, percome aftermarket (ovvero da un instal- muovere la nostra auto che ne pesa 1000);latore specializzato) e quello in cui il si- tra acciaio e ghiaccio, avremmo invece unstema di alimentazione metano o GPL è coefficiente di attrito pari a 0,025: baste-stato montato come primo impianto (ov- rebbero 2,5 kg di spinta per spostare l’auto.vero durante la costruzione del veicolo). Posizionato il veicolo sui rulli, si procedeIn caso di montaggio in aftermarket, la vita alla verifica asse per asse. I rulli vengonodel serbatoio parte dalla data del collaudo. posti in rotazione con una velocità taleQuando il montaggio è effettuato in da corrispondere ad una velocità teori-primo impianto (veicolo omologato ca di avanzamento del veicolo di 5 km/hall’origine con impianto a gas), la data Gli elementi fondamentali di un sistema di alimentazione a GPL sono: la centralina elettronica, che per le vetture e i motocicli e di 2 km/hdi prima immatricolazione del veicolo comunica con quella che gestisce lalimentazione a benzina; il riduttore - vaporizzatore del GPL, che per i veicoli di peso superiore a 35 q). consente di trasformare il combustibile da fase liquida a gassosa; il filtro del gas; gli elettroiniettori;viene considerata come quella di inizio il serbatoio; il commutatore - indicatore posto nellabitacolo, che indica il livello di combustibile e La coppia resistente generata dalla fre-del periodo di attività del serbatoio. consente di passare dalla alimentazione a benzina a quella a gas e viceversa. Banco a rulli natura viene letta dalla cella di carico posta ad una distanza opportunamente calcolata dall’asse di rotazione. La prova termina al raggiungimento di uno slit- tamento prefissato (16% - 30%); se non viene raggiunto, l’operatore comanda l’ar- resto: la misura è effettuata con un rulli- Sei già pronto no centrale folle aderente al pneumatico. per MCtCnet2? Iniziamo con questo numero la descrizio- ne tecnica delle attrezzature previste per IL BANCO A RULLI Il banco a rulli elimina, rispetto alle con- IL BANCO A PIASTRE È uno strumento più semplice ed econo- io Sì. la revisione dall’art. 241 (e successive mo- dizioni reali, leffetto dellinerzia del vei- mico rispetto ad un prova freni a rulli; difiche e aggiornamenti) del regolamen- colo durante la frenata; la prova esamina opera in condizioni diverse in quanto le Perchè ho scelto di usare strumenti Brain Bee. to di esecuzione del codice della Strada. un asse per volta e avviene senza lavan- singole forze frenanti sono acquisite con- La nostra trattazione vuole essere uno zamento fisico del veicolo. Questo tipo di temporaneamente e non per singolo asse: Tutta la gamma ControLLo eMiSSioni di Brain Bee si è già arricchita di spunto per conoscere più da vicino i “fer- software applicativi che consentono di gestire la complessità di informazioni banco può essere utilizzato per auto, veico- al contrario del banco a rulli il veicolo ha richieste dal protocollo MCtCnet2. E lo fanno perfettamente, grazie al ri del mestiere” del Responsabile Tecnico li commerciali e industriali e motoveicoli; una reale velocità di almeno 10 km/h; la processore di cui sono dotati gli analizzatori Brain Bee. e dell’operatore. Illustrerà quindi, senza pur scostandosi dalle reali condizioni di misura può quindi tenere conto anche Ma non è solo per questo che per la mia officina ho scelto AgS-690 Brain Bee. approfondire troppo la teoria di base, frenata del veicolo su strada, rappresenta dell’effetto di trasferimento di carico, avvi- il funzionamento dei singoli strumenti. un metodo ripetitivo ed attendibile. cinandosi così di più a quelle che posso- Grazie alla ricca gamma di accessori e connettori posso infatti integrarlo nella configurazione di lavoro che già avevo, evitando inutili sprechi, e posso sempre Allo stesso modo, la nostra disamina sug- Le ruote poggiano ognuna su di una cop- no essere le condizioni reali di frenatura. contare sui numerosi accessori con cui lo adeguerò alle mie esigenze future. gerirà spunti di riflessione per il confronto pia di rulli metallici rivestiti di materiale L’attrezzatura è costituita da quattro pia- Inoltre, il software oMniBUS-800 si integra perfettamente nel mio PC STAZIONE, senza alcun problema di sistema operativo. di strumenti identici nella funzione ma abrasivo con coefficiente dattrito minimo stre (per le prove su autoveicoli) oppu- diversi nell’approccio alla misura. Que- pari a 0,6 (anche con rulli bagnati). Queste re da due (per le prove su motoveicoli) E ancora, come tutti gli analizzatori BRAIN BEE, sta prima puntata è dedicata ai sistemi monta un gruppo pneumatico esterno che condizioni di attrito vogliono dire, all’atto poste ad una distanza definita in base semplifica notevolmente la manutenzione di verifica dell’efficienza e della simme- pratico, che per muovere un oggetto dob- al passo, in modo da avere simultanea- dell’apparecchio permettendomi di aver tria di frenatura: i banchi prova freni a biamo trascinarlo (o spingerlo) con una mente tutte le ruote sulle zone di misu- sempre efficienza e precisione di analisi. piastre e a rulli. Gli apparecchi omologa- forza pari al 60% del suo peso (per esem- ra. Il veicolo viene lanciato ad una ve- ti per questo importantissimo controllo pio, 600 kg su un’auto che ne pesa 1000). locità superiore ai 10 km/h (controllata (un’inefficienza ai freni può essere causa Questo coefficiente è stato determinato prima dellingresso nella base misura di incidenti mortali) sono il banco a rulli sperimentalmente in laboratorio ed equi- con sistemi quali fotocellule) e termina e quello a piastre. vale grosso modo al normale attrito tra la frenata sulle piastre senza scivolare. Scopri tutta la gamma CONTROLLO EMISSIONI BRAIN BEE. DEKRA MAGAZINE | GIUGNO 2011 8|9 www.brainbee.com

×