Riduzione del Rischio di Disastro

David Alexander
University College London
Disaster Risk Reduction
Lato
tecnico

Lato
organizzativo

Lato
sociale

Pericolo

Decisione
di pravvisare

Preavviso

Scienziati

Amministratori

...
"La teoria è
la nostra
carta stradale"

Prof. Thomas E. Drabek
Università di Denver
Rev. Dr
Samuel Henry Prince
1885-1960
Nuova Scozia,
Columbia University

Professor
Harlan H. Barrows
1877-1960
Michigan,
C...
1923
1920
1998

2005

Siamo capace di definire
il concetto di disastro?
Quale base operative ci
hanno fornito 93 anni di
studi accademici?

Centro
operative,
Shizugawa,
Giappone
MODELLO "ORTODOSSO"
EVENTO
FISICO

VULNERABILITÀ
UMANA

CONSEGENZE
UMANE DEI
DISASTRI

“CRITICA RADICALE” (K. HEWITT et al...
Dalla rivoluzione del 1979-83 della
vulnerabilità abbiamo, per caso, visto
il trionfo dell'approccio ortodosso?
500
450
450

Articoli Papers published in Natural Hazards and NHESS
pubblicati in Natural Hazards
e NHESS, 1988-2013

2013...
Sulla produttività delle "scienze dei disastri"
• da due o tre riviste negli anni 70
a 70 riviste dedicate nel 2013,
più 5...
Effetti della
tecnologia sulla
vulnerabilità ai
disastri naturali

Alcuni legami
Disastri
sociali

Condizioni sociali
come...
Un disastro è
un disastro è
un disastro...
La sua "disastrosità" non è
definite dalla sua causa.

Gertrude Stein,
1913 [ad...
Oneri
Capacità

Attributi

Ambiente
Sociale
Fisico
(compreso naturale, (compreso culturale,
costruito, tecnologico) politi...
Rapporto dell'
American Civil
Liberties Union sul
[mal]trattamento
dei prigionieri
nel periodo
subito dopo
Uragano Katrina...
Insediamento informale
in Bangladesh

Livello di alluvione

Livello normale del fiume

Invece di ridurre le fonte della vu...
Vulnerabilità
Totale: la vita è
generalmente precaria
Economica: la gente non ha
sufficiente impiegon di lavoro
Tecnologic...
I disastri stanno
peggiorando?
I disastri stanno peggiorando?
• la popolazione cresce in zone a rischio
• la società è più complessa e polarizzata

• nuo...
Indeterminatezza

Cambiamento
climatico

Vulnerabilità
collaterale

Effetti
a cascata

Interazione
tra rischi

Disastri
se...
Livello
ottimale di
mitigazione??

Vulnerabilità
che aumenta

Pericolosità
in calo

Magnitudo

Distribuzione
"a coda grass...
I disastri stanno peggiorando?

• punto di vista relativo: esistono
tante altre fonti di rischio
• un aumentato flusso di ...
Abbiamo avuto qualche
miglioramento del
DRR dal 1983?
COSE CONOSCIUTE
DETERMINISMO
Cause
Effetti
Area
grigia

INCERTEZZA PURA
Rapporto di cause
sconosciuto

PROBABILITÀ
(incert...
Sistemi
organizzativi:
gestione

Sistemi
politici:
decisioni

Pericolosità

Vulnerabilità
Resilienza

Sistemi
sociali:
com...
Riduzione del rischio di disastro: progresso?
• l'enfasi principale rimane sul reagire
ai disastri, non ridurre il rischio...
Nei disastri e nel rischio,
quanto è importante genere?
Mortalità nel terremoto di
Kobe 1995 per sesso e età

― maschi

― femmine
La vittimizzazione di donne, ragazze e
bambine durante e dopo i disastri è
commune in tutto il mondo, ma in molti
casi i m...
Tutti

Maschi

L'Aquila: 1 di ogni 6 morti
fu una vecchia signora, la
cui morte non fu prevista
dai modelli.

Femmine
Donne e il terremoto all'Aquila nel 2009
• un eccesso di mortalità nelle donne
• livelli altissimi di stress post traumati...
Consiglio d'Europa
dichiarazione, rapport e line guida
sull'assistenza ai disabili nei disastri
Il disastro come vaso di Padora

• corruzione e profitti illeciti
• consolidare e rinforzare
strutture di potere
• trascur...
Che cosa è la resilienza?
La "culla"
della resilienza:
Torre di Canonbury
Londra N1.
Costruita nel 1509
per sopravvivere
il Diluvio
Universale:
affi...
Francis Bacon
Sylva Sylvarum, 1625
c. AC 50
DC 1529
1625
1859
1930
1950
1973
2000

2010

LEGGE

LETTERATURA

DIPLOMAZIA

METODO
SCIENTIFICO

MECCANICA
LAVORA...
Resilienza
• un obiettivo, un processo o una strategia?
• un paradigma, diversi paradigmi?
• ritornare come prima o andare...
ADATTAMENTO AL
CAMBIO CLIMA

DISASTER RISK
REDUCTION

tecnologica

Sociale

RESILIENZA

Psicologica

naturale
sociale
tecn...
SOSTENIBILITÀ

riduzione dei rischi di disastro

RISCHI

quotidiani: disoccupazione, povertà, malattie, ecc.
grandi disast...
Impatti
ripetuti

EVENTO
(impatto)

Governare

PRECARIETÀ
PERMANENTE
Obiettivi
non chiari

Partecipazione Obiettivi
chari
...
RESILIENZA: come un materiale
possiede resistenza e duttilità:
Onagawa,
Giappone

così la società deve avere un'ottima
com...
Resilienza: aspetti...
Organizzazione:
• ammin. pubb.
• settore priv.
• società civile

Individuo
Communità
...e rapporti ...
Cause dei disastri
naturale geofisica,
tecnologica, sociale

RESILIENZA
Culture Adattamento
umane
al rischio
limitazioni
e...
Lungo termine

Componenti emici

Componenti etici

Interpretazioni
ideologiche
(non-scientifiche)
dei disastri

Corto term...
Conclusioni:
sulle spalle
dei giganti
Problemi chiave
• protezione dell'infrastruttura critica
• donne, ragazze, bambine e disastri
• eliminare discriminazione;...
Kai Erikson

Tony Oliver-Smith
• dice Kai Erikson: i disastri cambiano ns.
posizione su dimensioni fondamentali
• viviamo nella Nuova Epoca Barocca

• ca...
Ricerca,
cartografia,
monitoraggio
e previsione

Organizzazione
umana e
pianificazione

Progettazione
di misure
struttural...
Non c'è dubbio
"viviamo in tempi
interessanti".
Grazie per il
gentile ascolto!
david.alexander@ucl.ac.uk
www.slideshare.net/dealexander
emergency-planning.blogspot.com

Ishinomaki, Giappone
Disaster risk reduction in italiano
Disaster risk reduction in italiano
Disaster risk reduction in italiano
Disaster risk reduction in italiano
Disaster risk reduction in italiano
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Disaster risk reduction in italiano

743 views

Published on

Riassunto delle tendenze attuali nel campo della disaster risk reduction.

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
743
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
31
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Disaster risk reduction in italiano

  1. 1. Riduzione del Rischio di Disastro David Alexander University College London
  2. 2. Disaster Risk Reduction
  3. 3. Lato tecnico Lato organizzativo Lato sociale Pericolo Decisione di pravvisare Preavviso Scienziati Amministratori Pubblico generale Valutazione Comunicazione del rischio Protezione La trasformazione di una previsione in un preavviso
  4. 4. "La teoria è la nostra carta stradale" Prof. Thomas E. Drabek Università di Denver
  5. 5. Rev. Dr Samuel Henry Prince 1885-1960 Nuova Scozia, Columbia University Professor Harlan H. Barrows 1877-1960 Michigan, Chicago University
  6. 6. 1923 1920
  7. 7. 1998 2005 Siamo capace di definire il concetto di disastro?
  8. 8. Quale base operative ci hanno fornito 93 anni di studi accademici? Centro operative, Shizugawa, Giappone
  9. 9. MODELLO "ORTODOSSO" EVENTO FISICO VULNERABILITÀ UMANA CONSEGENZE UMANE DEI DISASTRI “CRITICA RADICALE” (K. HEWITT et alii) EVENTO FISICO VULNERABILITÀ UMANA CONSEGUENZE UMANE DEI DISASTRI PROPOSTA PER UN NUOVO MODELLO VULNERABILITÀ UMANA CULTURA EVENTI FISICI STORIA CONTESTO E CONSEGUENZE CONSEGUENZE UMANE DEI DISATRI.
  10. 10. Dalla rivoluzione del 1979-83 della vulnerabilità abbiamo, per caso, visto il trionfo dell'approccio ortodosso?
  11. 11. 500 450 450 Articoli Papers published in Natural Hazards and NHESS pubblicati in Natural Hazards e NHESS, 1988-2013 2013: Totale 800 400 350 300 250 200 150 100 50 0 1988 1990s: Media 45 2013 Natural Hazards ― Natural Hazards Natural Hazard and Earth System Sciences ― Natural Hazards and Earth System Sciences
  12. 12. Sulla produttività delle "scienze dei disastri" • da due o tre riviste negli anni 70 a 70 riviste dedicate nel 2013, più 500 che pubblicano articoli DRR • la mentalità "sfruttamento del disastro" • la riscoperta di cose già conosciute, da parte di ricercatori privi di esperienza • la schiavitù alla bibliometria • la mancanza di un nuovo corpo di teoria.
  13. 13. Effetti della tecnologia sulla vulnerabilità ai disastri naturali Alcuni legami Disastri sociali Condizioni sociali come fattori incubatori della dissidenza tecnologico degli atti terroristici Disastri tecnologici Componente Disastri naturali Effetti dei disastri naturali sul capitale tecnologico Disastri intenzionali
  14. 14. Un disastro è un disastro è un disastro... La sua "disastrosità" non è definite dalla sua causa. Gertrude Stein, 1913 [adattato]
  15. 15. Oneri Capacità Attributi Ambiente Sociale Fisico (compreso naturale, (compreso culturale, costruito, tecnologico) politico, economico) Rischio Suscettibilità VULNERABILITÀ Resistenza Fonte: McEntire 2001 Resilienza
  16. 16. Rapporto dell' American Civil Liberties Union sul [mal]trattamento dei prigionieri nel periodo subito dopo Uragano Katrina.
  17. 17. Insediamento informale in Bangladesh Livello di alluvione Livello normale del fiume Invece di ridurre le fonte della vulnerabilità ai disastri, la globalizzazione sta mantenendo, esportando e rinforzando queste fonti tramite strategie di dividere e conquistare.
  18. 18. Vulnerabilità Totale: la vita è generalmente precaria Economica: la gente non ha sufficiente impiegon di lavoro Tecnologica/tecnocratica: a causa dei rischi della tecnologia Delinquente: causata da corruzione, negligenza, ecc. Residua: causata da una mancanza di modernizzazione Nuovamente creata: causata da cambiamenti di circostanze
  19. 19. I disastri stanno peggiorando?
  20. 20. I disastri stanno peggiorando? • la popolazione cresce in zone a rischio • la società è più complessa e polarizzata • nuove fonti di vulnerabilità • impatti complessi e a cascata • carenza di mitigazione del rischio.
  21. 21. Indeterminatezza Cambiamento climatico Vulnerabilità collaterale Effetti a cascata Interazione tra rischi Disastri secondari Distribuzioni di impatti "a coda grassa" Probabilità
  22. 22. Livello ottimale di mitigazione?? Vulnerabilità che aumenta Pericolosità in calo Magnitudo Distribuzione "a coda grassa"
  23. 23. I disastri stanno peggiorando? • punto di vista relativo: esistono tante altre fonti di rischio • un aumentato flusso di informazione da l'impressione di peggiorare le cose • più agenzie lavorano sui disastri • i disastri diventono sempre più politici.
  24. 24. Abbiamo avuto qualche miglioramento del DRR dal 1983?
  25. 25. COSE CONOSCIUTE DETERMINISMO Cause Effetti Area grigia INCERTEZZA PURA Rapporto di cause sconosciuto PROBABILITÀ (incertezza costretta) Cause Effetti singoli multipli o a cascata COSE NON CONOSCIUTE
  26. 26. Sistemi organizzativi: gestione Sistemi politici: decisioni Pericolosità Vulnerabilità Resilienza Sistemi sociali: comportamento Sistemi naturali: funzionamento Sistemi tecnici: malfunzionamento
  27. 27. Riduzione del rischio di disastro: progresso? • l'enfasi principale rimane sul reagire ai disastri, non ridurre il rischio • c'è stato un aumento enorme negli studi dei pericolosità, ma molto meno in quello della vulnerabilità • i componenti sociali e percettuali del disastro rimangono sottovalutati • il ruolo della teoria è sottostimato.
  28. 28. Nei disastri e nel rischio, quanto è importante genere?
  29. 29. Mortalità nel terremoto di Kobe 1995 per sesso e età ― maschi ― femmine
  30. 30. La vittimizzazione di donne, ragazze e bambine durante e dopo i disastri è commune in tutto il mondo, ma in molti casi i motivi rimangono poco conosciuti.
  31. 31. Tutti Maschi L'Aquila: 1 di ogni 6 morti fu una vecchia signora, la cui morte non fu prevista dai modelli. Femmine
  32. 32. Donne e il terremoto all'Aquila nel 2009 • un eccesso di mortalità nelle donne • livelli altissimi di stress post traumatico • vittimizzazione nelle famiglie • non si prende in considerazione il punto di vista femminile • decisioni prese maggiormente da uomini.
  33. 33. Consiglio d'Europa dichiarazione, rapport e line guida sull'assistenza ai disabili nei disastri
  34. 34. Il disastro come vaso di Padora • corruzione e profitti illeciti • consolidare e rinforzare strutture di potere • trascurare diritti e parità • distorsione del welfare • un'occasione dello sfruttamento.
  35. 35. Che cosa è la resilienza?
  36. 36. La "culla" della resilienza: Torre di Canonbury Londra N1. Costruita nel 1509 per sopravvivere il Diluvio Universale: affittato nel 1625 a Francis Bacon.
  37. 37. Francis Bacon Sylva Sylvarum, 1625
  38. 38. c. AC 50 DC 1529 1625 1859 1930 1950 1973 2000 2010 LEGGE LETTERATURA DIPLOMAZIA METODO SCIENTIFICO MECCANICA LAVORAZIONE INDUSTRIALE STORIA NATURALE PSICOLOGIA DEI BAMBINI ANTROPOLOGIA ECOLOGIA MANAGEMENT (ADATTIVO) SCIENZA DELLA SOSTENIBILITÀ RICERCA SOCIALE DISASTER RISK REDUCTION ADATTAMENTO AL CAMBIAMENTO CLIMA
  39. 39. Resilienza • un obiettivo, un processo o una strategia? • un paradigma, diversi paradigmi? • ritornare come prima o andare avanti? • si concentra su scala della comunità? • può riconciliare elementi dinamici e statici?
  40. 40. ADATTAMENTO AL CAMBIO CLIMA DISASTER RISK REDUCTION tecnologica Sociale RESILIENZA Psicologica naturale sociale tecnologica intenzionale complessa a cascata Fisica SCIENZA DELLA SOSTENIBILITÀ ALTRI PERICOLI E RISCHI
  41. 41. SOSTENIBILITÀ riduzione dei rischi di disastro RISCHI quotidiani: disoccupazione, povertà, malattie, ecc. grandi disastri: alluvioni, tempeste, terremoti, ecc. rischi emergenti: pandemie, cambiamento del clima consumo delle risorse tutelare l'ambiente attività economiche stili di vita e di comunità SOSTENIBILITÀ
  42. 42. Impatti ripetuti EVENTO (impatto) Governare PRECARIETÀ PERMANENTE Obiettivi non chiari Partecipazione Obiettivi chari RIPRISTINO SOLIDO
  43. 43. RESILIENZA: come un materiale possiede resistenza e duttilità: Onagawa, Giappone così la società deve avere un'ottima combinazione di resistenza agli impatti e abilità di adattarsi ad essi.
  44. 44. Resilienza: aspetti... Organizzazione: • ammin. pubb. • settore priv. • società civile Individuo Communità ...e rapporti reciproci VULNERABILITÀ FRAGILITÀ SUSCETTIBILITÀ fisica ambientale sociale economica della salute culturale educazione infrastruttura instituzioni RESILIENZA COPING
  45. 45. Cause dei disastri naturale geofisica, tecnologica, sociale RESILIENZA Culture Adattamento umane al rischio limitazioni e opportunità IMPATTI Storia impatti singoli e cumulativi di eventi del passato
  46. 46. Lungo termine Componenti emici Componenti etici Interpretazioni ideologiche (non-scientifiche) dei disastri Corto termine METAMORFOSI DELLA CULTURA Interpretazioni intellettuali (scientifiche) dei disastri Experienze della cultura moderna [mass-media e consumistica] Tendenze e credenze culturali accumulate Fondo culturale ereditato
  47. 47. Conclusioni: sulle spalle dei giganti
  48. 48. Problemi chiave • protezione dell'infrastruttura critica • donne, ragazze, bambine e disastri • eliminare discriminazione; i disabili • partecipazione e diritti umani • definire e attivare la resilienza.
  49. 49. Kai Erikson Tony Oliver-Smith
  50. 50. • dice Kai Erikson: i disastri cambiano ns. posizione su dimensioni fondamentali • viviamo nella Nuova Epoca Barocca • caratterizzata da una tensione di opposti • un dinamismo culturale massiccio sta ridefinendo il simbolismo dei disastri • per capire i disastri, dobbiamo utilizzare un approccio interdisciplinare con creatività e corraggio.
  51. 51. Ricerca, cartografia, monitoraggio e previsione Organizzazione umana e pianificazione Progettazione di misure strutturali Pronto intervento di soccorso DRR all'italiana?
  52. 52. Non c'è dubbio "viviamo in tempi interessanti".
  53. 53. Grazie per il gentile ascolto!
  54. 54. david.alexander@ucl.ac.uk www.slideshare.net/dealexander emergency-planning.blogspot.com Ishinomaki, Giappone

×