Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Upcoming SlideShare
Agile Lean Conference 2015 - Team Building for Agile (Spagnuolo Sabrina)
Next
Download to read offline and view in fullscreen.

Share

Remote team building ITA version

Download to read offline

How to build a distribuiten team of developer can be very very challenging. We'll see some tricks to lead a team properly.

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Related Audiobooks

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Remote team building ITA version

  1. 1. Italian Remote Conference 24/25 06 Davide Mezzetti Malta Remote Team Building
  2. 2. Alcune esperienze • Sport di squadra • Arti marziali • Comunità di ricerca • Startup • Big company • Formatore esperienziale • Un sacco di viaggi • Vivo e lavoro all’estero da 2 anni
  3. 3. Alcune esperienze • Ho lavorato con italiani, francesi, spagnoli, colombiani, americani, maltesi, svizzeri, indiani, tedeschi e turchi • Bello? Si • Difficile? si
  4. 4. Organizzazione delle slide • Obiettivo • Fare team – ideale • Fare team – di solito • Fare team –in remoto • Problemi = soluzioni
  5. 5. Obiettivo Trasportare esperienze generalmente comuni riuscendo a gestire/mantenere un team in un contesto diverso quale il lavoro in remoto!
  6. 6. Perche? • Adattarsi ad un mercato crescente • Incrementare le performance • Portare a compimento progetti • Rispettare la deadline • Divertirsi
  7. 7. Fare team • Definizione wikipedia: “gruppo di persone finalizzato allo svolgimento di un compito” SHARED GOAL!! Give us the direction
  8. 8. Basic project management • Tutti membri del team devono aver chiaro l’obiettivo da raggiungere. • L’obiettivo da raggiungere è raccontato da una roadmap. • La roadmap è suddivisa in milestone. • Ogni milestone è un traguardo raggiunto dal team. • Ogni traguardo va celebrato come un successo!
  9. 9. Si ma come si crea un team? • “è una cosa che accade naturalmente, ci vuole solo tempo” • Naturale è l’aggettivo che si usa per spiegare qualcosa che accade senza capirne le ragioni.
  10. 10. Come si crea un team? Dinamiche e concetti • Obiettivo comune • Motivazioni comuni e individuali • Gestione e rispetto dei ruoli • Cultura condivisa • Valori condivisi • Metodo • Leadership
  11. 11. Il team building.. Cos’è?
  12. 12. Il team building– realmente • Esperienza di gruppo studiata sulle problematiche del team. • Condivisione e interiorizzazione dell’esperienza  porta ad una reale crescita e quindi ad un cambiamento = prestazioni e sintonia
  13. 13. Team building: il caso italiano 1 • Birra con i colleghi • Pausa sigaretta • Partitelle a calcetto • Cene aziendali • … In pratica viene ritagliato del tempo cosi che le persone possano stare assieme.. E conoscersi.
  14. 14. Team building: il caso italiano 2 • L’inserimento della risorsa non viene gestito! • La responsabilità è affidata all’individuo ed alle sue soft-skill! • La creazione ed ottimizzazione del team richiede tempo e risorse perché non c’è una metodologia pratica da applicare! • Spesso crea dipendenti depressi!
  15. 15. Team building da remoto Ovvero Lavoro da remoto per un team distribuito.
  16. 16. Team building da remoto Approccio tipico: Trasporto la mia esperienza personale acquisita nelle aziende.. In remoto. Funziona?? Sicuramente no!! Non funziona con tutti i vantaggi del lavorare nello stesso luogo figuriamoci..da remoto.
  17. 17. Perché? • Dovremmo affrontare delle problematiche diverse a quelle a cui siamo abituati DIVERSE In realtà le problematiche sono le stesse e sono moooolto più amplificate! Però non ci siamo mai soffermati ad osservarle!
  18. 18. Per esempio? • Diversità culturali • Diverso timing • Lingua diversa.. • Difficile trovare punti in comune • Nessun metodo • Mancanza di contatto umano • ..e no pausa caffè e sigarette.
  19. 19. More.. • non ci si conosce. (mai visti di persona, cosa ne è dell’affinità emotiva?) • non ci si fida. (per via del passato storico: guerre, conflitti, tensioni. Luoghi comuni: i francesi e gli inglesi si odiano, gli italiani ci provano sempre, sono tutti mafiosi. gli spagnoli sono pigri, i russi sono freddi.) • non si hanno i consueti fenomeni culturali in comune. (vocaboli, cibo, approccio alle donne, approccio all’amicizia, approccio alla vita, approccio al lavoro, apertura emotiva, persino il cuocere la pasta è diverso) • si hanno orari diversi. (fuso orario, anche solo in spagna c’è una differenza di due ore) • si hanno interessi diversi. ( lo sport nazionale è diverso, il clima è diverso, gli odori sono diversi) • si hanno background diversi. (le università sono tutte diverse) • si hanno specializzazioni diversi. (grafica, database) • si hanno obiettivi diversi (vedremo poi come questo sia un fattore chiave) • Alcuni membri del team sono vicini fisicamente
  20. 20. More..
  21. 21. Come fare?? Di base: • mentalità aperta • attitudine a viaggiare e conoscere • sospendere il giudizio (il giudizio crea distacco) • curiosità, essere curiosi e dimostrare di aver voglia di imparare. In piu: • Essere consapevole di dinamiche e processo
  22. 22. Processo?
  23. 23. .. Processo di creazione del team! fondamenti • Obiettivo comune (roadmap, mailstone) • Definizione dei ruoli • Creazione di una cultura del team • Focus sulla comunicazione • Integrare prima la persona poi le sue skill • Membri appassionati (ti piace il tuo lavoro?) • Non dare nulla per scontato..fare domande
  24. 24. Prima la persona: In pratica! • Hangout di gruppo guidato dal leader • Ogni partecipante dovrà partecipare attivamente. • Hangout a coppie. • Feedback continuo. • È opportuno mantenere costante e monitorata la relazione con ogni membro del team.
  25. 25. Prima la persona: in pratica 2! • Definizione di un patto di alleanza (ascolto, ecc) • Valori (trasparenza, sincerità, fiducia, ..) • Motivazioni individuali (personale interesse ad usare una tecnologia, personale interesse a coprire un ruolo)
  26. 26. Poi il progetto • Requisiti, scelte tecniche, difficoltà, ecc • Visione condivisa • Visione individuale – definisce i bound – • Ruoli • Skill ed esperienze (livelli e compensazioni) • Tecnologie di integrazione, git, atlassian, jira dropbox, gmail ecc
  27. 27. Cultura del team Significa? • Avere memorie condivise • Avere vocaboli condivisi • Avere una visione simile del team
  28. 28. Cultura del team
  29. 29. Cultura del team • Ruoli definiti, condivisi e rispettati • Cultura condivisa: guerra in Vietnam • Cultura condivisa: cultura militare • Missione condivisa: divertirsi e aiutare gli altri Keyword: condivisione
  30. 30. Il Problema: coordinazione di gruppo • Tipicamente bidirezionale in chat • Ideale: tutto quello che riguarda il team va condiviso tra tutti. Va creato uno spazio definito per condividere e mantenere queste informazioni
  31. 31. Soluzione: coordinazione di gruppo • Mantenere una chat di gruppo in cui ci si scambia SOLO informazioni personali: daily life, attività personali, hobby, musica, risorse. • Mantenere una chat tecnica di gruppo, eventualmente con sistema di hashtag e log in modo da poter facilmente gestire i destinatari diretti del messaggio e l’history. • Slack e altri software
  32. 32. Soluzione: coordinazione di gruppo • #frontenddev • #designer • #testing • #meeting
  33. 33. Il Problema: non mi sento parte del team
  34. 34. Il Problema: non mi sento parte del team Analisi: • La risorsa non sta partecipando emotivamente al gruppo  produttività in calo. • Accade perché non è definito il goal del team/progetto, non è esplicitata una cultura del gruppo o le distanze all’interno del team sono molto diverse. • Se non risolto porta all’allontanamento/esclusione della risorsa.
  35. 35. Il Problema: non mi sento parte del team Soluzione • Analisi periodica dei rapporti • Confronti quotidiani e settimanali • Professionalità • Conformità dei ritmi
  36. 36. Il Problema: non mi sento parte del team Non tutti suonano allo stesso tempo Tutti seguono lo stesso ritmo
  37. 37. Il problema: non mi fido
  38. 38. Il problema: non mi fido Più si è lontani geograficamente e culturalmente = meno si è portati a fidarsi Soluzione • Culture vicine ( che si conosce!) • Progetti piccoli • Inizialmente è opportuno condividere/accettare/collaudare il workflow
  39. 39. Workflow? • E’ il passaggio di palla tra i componenti del gruppo. • E’ la parte divertente. Se non ti piace il lavoro in team non fa per te! Esempi: • Designer prepare i .psd per i front-end • Dal back-end ti fanno gli end-point • Commit e merge
  40. 40. Il problema: alle riunioni di gruppo c’è sempre qualcuno che manca! Soluzione: • Le riunioni vanno pianificate sistematicamente in anticipo. • Occorre essere consapevoli degli impegni extra di tutti i membri del team mantenendo un calendario condiviso. Es: vacanze, bimbi da scuola, impegni fissi (palestra, ecc) • Alle riunioni non si può mancare!
  41. 41. Il problema: alle riunioni di gruppo c’è sempre qualcuno che manca! La pianificazione stessa è un attività di gruppo a cui tutto il gruppo può partecipare! • Mantiene il team allineato. • Almeno settimanalmente • Lunedì mattina/venerdì pomeriggio
  42. 42. Il problema: leadership Il leader dovrà creare un modello di risorsa a cui ispirarsi. • Se il modello è seguito  premio • Se il modello non è seguito  punizione Attenzione: se il modello non viene accettato la risorsa non sarà produttiva al top e potrebbe anche andarsene a metà progetto.
  43. 43. Soluzione: leadership • Rendere chiaro a tutti il modello all’inizio dell’avventura. • Può anche cambiare. • Può essere specifico per ruolo e non per persona… • Tuttavia a lungo termine è sempre da preferire il modello sulla persona.
  44. 44. Il problema: Il team sotto stress
  45. 45. Il problema: Il team sotto stress
  46. 46. Il problema: Il team sotto stress
  47. 47. Il problema: Il team sotto stress Tipiche reazioni/indicatori: • Conflitti • Allontanamento • Performance in forte ribasso
  48. 48. Soluzione: Il team sotto stress • Avvicinare il gruppo con conferenze, accettare gli scontri come processo di crescita, capire le problematiche di tutti (ascoltare). • Lo possiamo fare perché abbiamo realizzato un patto etico, una sorta di alleanza, che definisce i comportamenti da seguire in fase di scontro.
  49. 49. Soluzione: Il team sotto stress
  50. 50. Crescita continua: tips • Al raggiungimento di ogni mailstone il team si ferma. Si riunisce e si confronta sulle metodologie di sviluppo cercando di capire cosa è andato bene e cosa può essere migliorato. • Valutare se stessi in modo costruttivo • Valutare gli altri in modo costruttivo • Valutare il modello in modo costruttivo
  51. 51. Organizzare eventi di gruppo Si da remoto!
  52. 52. In short Focus su: • Prima di tutto la persona • Condivisione e comunicazione • Allineamento dei task • Feedback e monitoraggio
  53. 53. Tutti per uno..
  54. 54. “Adoro i piani ben riusciti!”
  55. 55. {{Happy coding}}
  56. 56. Personal contacts Davide.mezzetti@hotmail.it Skype davide.mezzetti staff@balloonsteam.com
  57. 57. Thanks bros!!
  • Stelina84

    Nov. 8, 2015

How to build a distribuiten team of developer can be very very challenging. We'll see some tricks to lead a team properly.

Views

Total views

652

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

11

Actions

Downloads

19

Shares

0

Comments

0

Likes

1

×