Turnistica E Qualità Infermieristica In Relazione Alloutcome Del Paziente

4,190 views

Published on

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
4,190
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
76
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Turnistica E Qualità Infermieristica In Relazione Alloutcome Del Paziente

  1. 1. Turnistica e qualità infermieristica in relazione all’outcome del paziente. Infermiere: Roberto Rocchi, Virginia Lepore, Antonella Mottola. . Abstract BACKGROUND: Sono state condotte poche ricerche in campo nazionale sul rapporto che può intercorrere fra lo staff infermieristico e l’outcome dei pazienti. OBIETTIVI: Esaminare la relazione del rapporto numerico e qualitativo fra lo staff infermieristico e l’outcome dei pazienti; METODI: ci siamo riferiti alla banca dati Medline utilizzando le seguenti key words: “outcome assessment (health care)”; “nurse-staffing”. La ricerca è stata fatta in data anteriore al 1 Dicembre 2003. DISCUSSIONE : E’ stata fatta una revisionedegli studi in maniera individuale così come da tabella allegata. CONCLUSIONI : Si è notato che quando lo studio si è rapportato direttamente al paziente attraverso la misurazione di diversi fattori: (soddisfazione, controllo del dolore, percezione della qualità di assistenza ricevuta, ecc.) i risultati sono stati più precisi e di rilievo. La presenza, la competenza ed un numero adeguato di professionisti incide sull’outcome dei pazienti, gli eventi avversi diminuiscono, di conseguenza migliora la percezione del paziente rispetto all’assistenza ricevuta. Le degenze medie diminuiscono,ed i costi di conseguenza si abbattono. Ma fra le righe, abbiamo avuto la netta percezione che una costante di notevole importanza sia il fatto che il paziente vuole essere considerato, vuole essere preso in carico, nel senso più olistico del termine. INTRODUZIONE L’infermieristica, una professione intellettuale, così sancita dal codice civile, ventiquattro ore, giorno per giorno, la si svolge immersi in numerose attività; si pensa, si agisce, su piani di lavoro, con l’ausilio di protocolli, su prescrizione dei medici, con numerose variabili previste e non. Dal 1994 molte cose sono cambiate a livello legislativo, in 10 anni una accelerazione di notevole importanza, ma la domanda che spesso gli infermieri hanno in se è sempre la stessa: “ Che contributo ho dato oggi ai pazienti da me assistiti?” A volte gli organici non sono sufficienti; la preparazione e la dedizione è differenziata; le strutture non sempre sono idonee, ma questo non ci ha impedito di capire e di notare che la nostra presenza, o meglio la percezione con la quale i pazienti ci “sentono”, è fondamentale. In un clima di governo della sanità nel quale la salute non ha l’attenzione ed i fondi necessari a renderla equa ed appropriata, ma soprattutto nell’era della riduzione dei costi e della valutazione dell’operato dei sanitari, anche in rapporto ai bilanci consuntivi, ci sembrava giusto aprire una piccola finestra di osservazione sull’importanza della nostro ruolo. E’ iniziato così un lavoro di ricerca, peraltro difficoltoso, ma che ci ha incuriosito sempre di più. Abbiamo visto che la stessa domanda se la sono posti in molti nel mondo, sia enti ed istituzioni sanitarie che professionisti del settore, ed abbiamo spaziato in strutture ospedaliere che vanno dall’Asia all’America passando per l’Europa. Abbiamo di fatto esplorato come viaggiatori e non
  2. 2. come turisti, nella speranza di avere e di poter dare elementi di ulteriore riflessione. Ciò che abbiamo trovato ... è il nostro souvenir! QUESITO: Che relazione si può determinare fra lo staff infermieristico e l’outcome dei pazienti? KEY WORDS: “outcome assessment (health care)” “nurse-staffing” LA STRATEGIA DI RICERCA: Il quesito a noi assegnato è risultato di difficile gestione nella ricerca in relazione alla individuazione iniziale delle key words; ci siamo riferiti alla banca dati Medline, individuate ed inserite le key words, si è posto un unico limite “clinical trial “. La ricerca è stata fatta in data anteriore al 1 Dicembre 2003. CRITERI DI SELEZIONE Sono stati selezionati 11 articoli su 42 individuati e valutati con i seguenti criteri di esclusione: ° sono stati esclusi tutti gli articoli senza abstracts; ° sono stati esclusi tutti gli articoli con abstracts insufficienti e non chiari; ° sono stati esclusi tutti gli articoli che non rispondevano al quesito; ° sono stati esclusi tutti gli articoli che non erano studi primari. TABELLA DI RICERCA: Banca Mesh Doc. Doc. Descrizione articoli Link dati rilevati selez.ti "Outcome 42 11 Art. 1 Bolton LB, Aydin CE, MEDLINE Assessment Nurse staffing and patient Donaldson N, Brown DS, (Health perceptions of nursing care. Care)"[MeSH] Nelson MS, Harms D. Bolton LB, Aydin CE, AND "nurse- Donaldson N, Brown DS, staffing" Nelson MS, Harms D. [TW] J Nurs Adm. 2003 Nov;33(11):607-14. Art. 2 Relationships between nurse staffing and patient Yang KP. outcomes. Yang KP. J Nurs Res. 2003 Sep;11(3):149-58. Art. 3 The relationship between nurse staffing and patient outcomes. Sasichay-Akkadechanunt T, Sasichay-Akkadechanunt Scalzi CC, Jawad AF. T, Scalzi CC, Jawad AF. J Nurs Adm. 2003 Sep;33(9):478-85. Art. 4 2
  3. 3. Nurse staffing models as predictors of patient outcomes. McGillis Hall L, Doran D, Baker GR, Pink GH, Sidani S, O'Brien-Pallas L, Donner GJ. McGillis Hall L, Doran Med Care. 2003 Sep;41(9):1096- D, Baker GR, Pink GH, 109. Sidani S, O'Brien-Pallas L, Donner GJ. Art. 5 Cho SH, Ketefian S, The effects of nurse staffing on Barkauskas VH, Smith DG. adverse events, morbidity, mortality, and medical costs. Cho SH, Ketefian S, Barkauskas VH, Smith DG. Nurs Res. 2003 Mar- Apr;52(2):71-9. Art. 6 The relationship between nurse staffing models and patient Barkell NP, Killinger KA, outcomes: a descriptive study. Schultz SD. Barkell NP, Killinger KA, Schultz SD. Outcomes Manag. 2002 Jan- Mar;6(1):27-33. Art. 7 Nurse-staffing levels and the quality of care in hospitals. Needleman J, Buerhaus P, Mattke S, Stewart M, Zelevinsky Needleman J, Buerhaus P, K. Mattke S, Stewart M, N Engl J Med. 2002 May Zelevinsky K. 30;346(22):1715-22. Art. 8 Sochalski J, Estabrooks CA, Nurse staffing and patient Humphrey CK. outcomes: evolution of an international study. Sochalski J, Estabrooks CA, Humphrey CK. Can J Nurs Res. 1999 Dec;31(3):69-88. Art. 9 Lichtig LK, Knauf RA, Some impacts of nursing on Milholland DK. acute care hospital outcomes. Lichtig LK, Knauf RA, Milholland DK. J Nurs Adm. 1999 Feb;29(2):25- 33. Art.10 Nurse staffing and patient McCloskey JM. outcomes. McCloskey JM. 3
  4. 4. Nurs Outlook. 1998 Sep- Oct;46(5):199-200. Art.11 Nurse staffing and patient Blegen MA, Goode CJ, Reed outcomes. L. Blegen MA, Goode CJ, Reed L. Nurs Res. 1998 Jan- Feb;47(1):43-50. TABELLA DI VALUTAZIONE CRITICA DEGLI ARTICOLI ART.LO BACKGRO OBIETTIVI METODO RISULTATI CONCLUSIONI UND N°1 Adeguatezza di Esaminare il Analisi Le analisi Il presente studio ha Bolton assunzione di rapporto tra metodologica regressive hanno dimostrato che sebbene i LB personale assunzione di regressiva che ha rivelato una dati siano significativi infermieristico personale incluso sia relazione tra la percezione dei infermieristico e la statistiche statisticamente pazienti e le ore di percezione della descrittive sia significativa fra le assistenza erogate, questi cura ricevuta deduttive ore di assistenza risultati offrono uno infermieristica spunto di riflessione per erogata ad un pz le future ricerche. in un giorno N°2 Gli effetti delle Esaminare gli effetti Analisi I risultati La ricerca vuole essere Yang variabili di uno delle variabili di metodologica mostrano che un un supporto alle KP. staff staff, ore di retrospettiva con aumentata direzioni infermieristico assistenza, l’utilizzo di dati percentuale di RN infermieristiche per sull’outcome del percentuale di RN, mensili per un nello staff riduce valutare il rapporto tra pz non è stato sull’outcome del pz anno, in una l’incidenza degli staff infermieristico e sufficientemente con la misurazione struttura eventi avversi: percezione studiato di 5 eventi avversi ospedaliera di 1. cadute dei dell’assistenza ricevuta: 1394 posti letto pazienti, • Ruolo cruciale tra lo 2. ulcere da staff inf.co e gli pressione, outcomes, 3. infezioni del • Bassi livelli di tratto urinario e eventi avversi sono respiratorio, presenti con un lamentele dei numero elevato di famigliari e dei RNs, pazienti • Le ore di cura e le abilità rappresentano i migliori indicatori di riferimento per gli eventi avversi. • Le ore di assistenza e la percentuale di RNs e di carico di lavoro rappresentano i tre principali indicatori nelle infezioni nosocomiali, Lo staff inf.co e il carico di lavoro sono stati relazionati con la qualità delle cure infermieristiche erogate 4
  5. 5. N°3 Gli studi indicano Esaminare indagine Lo studio non ha Un’alta proporzione di Sasichay- che l’impatto l’associazione fra la retrospettiva su rivelato nessun RN, di esperienza Akkadec dello staff mortalità dati rilevati sulle significativo professionale, hanunt T infermieristico ospedaliera e uno documentazioni rapporto fra la potenzialmente potrebbe sulla ricaduta dei staff infermieristico dei pz mortalità essere associata con una pazienti non è variabile (rapporto (dati relativi a ospedaliera e lo diminuzione della stato studiato Rn/pz, esperienza 2531 pz) staff. Tuttavia mortalità ospedaliera sufficientemente professionale, pz medici e quest’ultima è ed i risultati degli percentuale di chirurgici. rapportata alla studi precedenti infermieri RN, o variabilità di tre sono equivoci laureati) elementi riferiti allo staff infermieristico (proporzione IIPP/staff Totale, anzianità, %Infermieri laureati) N°4 Sono state *Valutare l’impatto*studio di Regolarità dei Si rileva l’importanza McGillis condotte poche dei diversi modelli misurazione turni dello staff Hall L ricerche di turnazione in ripetute(2046 pz, infermieristici, sia infermieristico per finalizzate agli riferimento 19 ai ospedali a tempo risultati di alta qualità; effetti della risultati; dell’Ontario) determinato che l’investimento e risorse assistenza *gli *pz chirurgici e indicatori indeterminato, ma infermieristiche potrebbe infermieristica sui individuati: pz medici e con una più alta avere benefici a breve e risultati del ginecologici controllo del dolore, proporzione di lungo termine per il pz paziente condizione fisica, *utilizzo di scale RN/RPN è soddisfazione di riferimento. del associata ad un paziente. *SF36; FIM; miglioramento BPI, SC patient delle condizioni judgment generali del *questionario paziente ospedaliero qualitativo N°5 Cho Livelli di Esaminare gli effetti Sono state Sono state trovate I pazienti durante SH assunzione come dello staff impiegate analisi diverse relazioni l’ospedalizzazione dato da valutare infermieristico sugli a multilivelli per statisticamente subiscono gli eventi per la qualità dei eventi esaminare significative tra lo avversi. risultati sulle cure avversi,morbilità,m simultaneamente staff Avere uno staff dei pazienti. ortalità, e costi gli effetti delle infermieristico e infermieristico cure gli eventi avversi: appropriato in alcuni infermieristiche * diminuzione di casi può avere la sua valutando anche malattie significatività. le strutture polmonari in proporzione all’aumento di ore infermieristiche * aumento della degenza media ospedaliera, in relazione all’aumento degli eventi avversi: *le cadute dei pazienti, *ulcere da pressione, *la polmonite, *le infezioni urinarie, *la sepsi, 5
  6. 6. *reazioni farmacologiche N°6 L’impatto dello Esaminare gli effetti Comparazioni Significative Si raccomandano per il Barkell staff dei diversi staff descrittive differenze si futuro ulteriori ricerche e NP infermieristico infermieristici sulla rilevano fra le studi sull’outcome del degenza, sui costi, diversità di staff e pz è una chiave sulla soddisfazione la gestione del importante da dei pz dolore valutare in caso di revisione dei modelli sanitari N°7 E’ incerto se bassi Dimostrare come le Studio della La maggior parte Un alta percentuale Needlem livelli di staff due componenti popolazione: delle ore di qualitativa e quantitativa an J Inf.ospedalieri (Inf. Professionisti analisi assistenza era di assistenza assicurata sono associati con ed ore dedicate retrospettiva su erogata da da infermieri un incremento dei all’assistenza) dati infermieri professionisti al giorno è rischi di influenzino il amministrativi: professionisti da associarsi con una complicazioni dei migliorare di un sono stati contro una bassa migliore assistenza per i pazienti e la loro paziente e la sua esaminati i dati percentuale di pazienti ospedalizzati morte. mortalità relativi a 799 altre figure; ospedali, questo non ha dimostrato numero un rapporto fra la rappresenta il assistenza 26% dei dati sulle infermieristica e dimissioni di tutti la percentuale di gli ospedali non mortalità federali degli intraospedaliera USA per 1997. ed eventi avversi. °misurazione Sebbene è stata eventi avversi; rilevata una associazione tra °misurazione l’assistenza dello staff; infermieristica e la riduzione della °rischio di degenza per i rettifiche(variabili pazienti medici e ) e caratteristiche la pazienti degli ospedali; chirurgici riduzione dei °analisi rischi di terapia statistiche. nei N°8 Istituti di sanità Lo studio cerca di Teams Lo studio È opportuno Sochalski degli USA- capire più interdisciplinari internazionale ha contestualmente a J Canada-Europa, ampiamente hanno formato un stimolato uno revisioni di personale hanno esaminato l’influenza che può consorzio studio sistematico avere un osservatorio gli effetti della avere uno staff internazionale il sull’influenza costante sulle relazioni revisione del infermieristico cui scopo era di degli infermieri che intercorrono fra gli personale sull’outcome del pz studiare gli effetti sull’outcome dei staff infermieristici e gli infermieristico in di questa pz outome dei pz relazione revisione all’outcome del pz N°9 Non chiaro il Lichtig disegno LK 6
  7. 7. N°10 Articoli per Descrivere la Analisi Nelle unità con E’ interessante notare McClosk agenzie di ricerca relazione che retrospettiva: percentuale alta di che se la proporzione ey JM (research Alert) intercorre tra le ore documentazioni pazienti acuti si è degli RN, in uno staff, è di assistenza ospedaliere evidenziato un vicina al livello infermieristica, la relative ad un abbassamento dell’87,5% gli eventi proporzione di RN anno solare di della percentuale avversi diminuiscono. in relazione a queste pazienti acuti di di errori nella Mentre se questa ore e 6 eventi un grande terapia, le cadute proporzione diminuisce avversi sul paziente: ospedale di pazienti; gli eventi avversi • errori di universitario; mentre la aumentano terapia analisi delle percentuale degli Questo studio potrebbe • caduta dei variabili tra lo altri eventi essere di supporto ad pazienti staff e avversi aumenta. investimenti relativi alla • infezioni misurazioni Un aumento delle ricerca infermieristica in del tratto dell’outcome sui ore di assistenza è rapporto alla gestione urinario e pazienti inversamente dei costi (Worth) respiratorio proporzionale agli • ulcere da eventi avversi: decubito • errori di • lamentele terapia dei pazienti • caduta • mortalità dei pazienti • infezioni del tratto urinario e respiratorio • ulcere da decubito • lamentel e dei pazienti mortalità N°11 Ci sono diversi Descrivere, in un Analisi delle Le ore totali di Un più alto numero di Blegen studi livello di unità ad percentuali degli assistenza sono RN ad abilità miste MA sull’infermieristic assistenza eventi avversi: state associate abbassa l’incidenza di a ma gli effetti infermieristica, le °errori di direttamente con eventi avversi sui dell’assistenza su relazioni fra le ore medicazioni; eventi come: degenti della stessa unità outcome dei totali di assistenza ° cadute dei PZ; lamentele, clienti non è stata inf.ca erogata da °ilcere da decubiti e studiata a infermieri decubito; mortalità. sufficienza. professionisti ad ° lamentele dei pZ Con un abilità miste e le e familiari; incremento della conseguenze sui °infezioni; proporzione di IP pazienti di eventi ° morte. la percentuale di avversi. Analisi eventi avversi è multivariate delle diminuita. variabili. * difficoltà nell’individuare nella traduzione una coerenza( chiedere a Paolo) CONCLUSIONI L’argomento trattato, come si può facilmente immaginare, è soggetto a numerose interferenze. Gli studi esaminati sono stati basati su metodologie differenti: ° analisi retrospettive su documentazioni di ricovero; ° analisi retrospettive su documentazioni specifiche quali studio di eventi avversi; ° studi di misurazione ripetute in rapporto diretto con i pazienti. Si è notato, che quando lo studio si è rapportato direttamente al paziente, attraverso la misurazione di diversi fattori: soddisfazione, controllo del dolore, percezione della qualità dell’assistenza ricevuta, ecc., i risultati sono stati più precisi e di rilievo. 7
  8. 8. La presenza, la competenza ed un numero adeguato di professionisti incide sull’outcome dei pazienti; gli eventi avversi diminuiscono e di conseguenza migliora la percezione del paziente rispetto all’assistenza ricevuta. Le degenze medie diminuiscono ed i costi, di conseguenza, si abbattono. Ma fra le righe, abbiamo avuto la netta percezione che una costante di notevole importanza è il fatto che il paziente vuole essere considerato; vuole essere preso in carico nel senso più olistico del termine. Il suo livello di sicurezza o di reale soddisfazione che egli esprime in riferimento alla percezione dell’assistenza ricevuta, dipende anche dal livello di variabilità dello staff infermieristico. Infatti quest’ultimo può essere considerato tra gli indicatori nel determinare gli “outcomes” positivi o avversi in un paziente. E’ questo il motivo per cui la sua psicologia indebolita dalla sofferenza, dalle domande, dai dubbi trova forza e vigore se sente attorno a se un clima rassicurante, determinato sia dal numero appropriato di infermieri che dalle loro abilità professionali. La formazione infermieristica negli anni si è basata su questo: sui bisogni della persona, sulla capacità di saperli individuare, sulla capacità di saper risolvere un problema, oggi più che mai, deve orientarsi anche verso queste nuove esigenze e adottare strumenti che sappiano dare una risposta in termini organizzativamente validi al fine di garantire un’assistenza di qualità. Questo è “l’infermiere”, irrinunciabile professionista per i pazienti, per le loro malattie e per la loro dignità. Bibliografia 1. Barkell NP, Killinger KA, Schultz SD. The relationship between nurse staffing models and patient outcomes: a descriptive study. Outcomes Manag. 2002 Jan-Mar;6(1):27-33. 2. Blegen MA, Goode CJ, Reed L. Nurse staffing and patient outcomes. Nurs Res. 1998 Jan-Feb;47(1):43-50. 3. Bolton LB, Aydin CE, Donaldson N, Brown DS, Nelson MS, Harms D. Nurse staffing and patient perceptions of nursing care. J Nurs Adm. 2003 Nov;33(11):607-14. 4. Cho SH, Ketefian S, Barkauskas VH, Smith DG. The effects of nurse staffing on adverse events, morbidity, mortality, and medical costs. Nurs Res. 2003 Mar-Apr;52(2):71-9. 5. Lichtig LK, Knauf RA, Milholland DK. Some impacts of nursing on acute care hospital outcomes. J Nurs Adm. 1999 Feb;29(2):25-33. 6. McCloskey JM. Nurse staffing and patient outcomes. Nurs Outlook. 1998 Sep-Oct;46(5):199-200. 7. McGillis Hall L, Doran D, Baker GR, Pink GH, Sidani S, O'Brien-Pallas L, Donner GJ. Nurse staffing models as predictors of patient outcomes. Med Care. 2003 Sep;41(9):1096-109. 8. Needleman J, Buerhaus P, Mattke S, Stewart M, Zelevinsky K. Nurse-staffing levels and the quality of care in hospitals. N Engl J Med. 2002 May 30;346(22):1715-22. 9. Sasichay-Akkadechanunt T, Scalzi CC, Jawad AF. The relationship between nurse staffing and patient outcomes. J Nurs Adm. 2003 Sep;33(9):478-85. 8
  9. 9. 10. Sochalski J, Estabrooks CA, Humphrey CK. Nurse staffing and patient outcomes: evolution of an international study. Can J Nurs Res. 1999 Dec;31(3):69-88. 11. Yang KP. Relationships between nurse staffing and patient outcomes. J Nurs Res. 2003 Sep;11(3):149-58. Autori: ° Virginia Lepore , Coordinatore Chirurgia pediatrica e neuropediatria e.mail : vi.lepore@libero.it ° Antonella Mottola , Coordinatore Area Qualità e Ricerca Azienda ospedaliera G. Rummo Benevento e.mail: servizio.infermieristico@ao-rummo.it ° Roberto Rocchi , Infermiere Chirurgia pediatrica e.mail: rocchi_roberto@virgilio.it 9

×