Daria Grimaldi Formarsi Creativa Mente Copia

2,370 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,370
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
804
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Daria Grimaldi Formarsi Creativa Mente Copia

  1. 1. L'università al tempo del web 2.0<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  2. 2. Come cambia l’apprendimento?<br />IERI<br />Dall’accumulazione di informazioni<br />…<br />OGGI<br />…alla valorizzazione delle proprie connessioni <br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  3. 3. Come cambia l’apprendimento?<br />We participate, therefore we are (Downes, 2005).<br />Information and Knowledge Society <br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  4. 4. Come cambia l’apprendimento?<br />Laconoscenzaattualmente è distribuita attraverso un network che include persone ed artefatti. <br />Apprendere assume una connotazione squisitamente sociale<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  5. 5. Come cambia l’apprendimento?<br />Accesso alla conoscenza<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  6. 6. Perché deve cambiare?<br />esigenza <br />didattica<br />digitalnatives<br />(Prensky, 2001)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  7. 7. Digital natives(Prensky, 2001)<br />esperienze differenziali producono dissimili <br />modelli di pensiero<br />esempio: <br />se diciamo telefono…<br />a cosa pensa un immigrato e cosa un nativo <br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  8. 8. Digital natives<br />modelli di pensiero<br />differenti<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  9. 9. Apprendere nel/il 2.0<br />2.0 <br />cyberspazio in cui, l’interazione sociale è centrale ed i contenuti sono usergenerated<br />(Tom O’Reilly, 2005)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  10. 10. Apprendere nel/il 2.0<br />reti sociali<br />comunità di pratica<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  11. 11. Apprendere nel/il 2.0<br />Social software<br />il loro mero utilizzo nella didattica non determina di per sé il nascere di una comunità di pratica <br />Learning 2.0<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  12. 12. Apprendere nel/il 2.0<br />Occorre cogliere le nuove opportunità di apprendimento che ci vengono offerte dalle nuove tecnologie<br />Learning 2.0<br />(Attwell, 2007; Dowens, 200)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  13. 13. Reticolarità delle conoscenze<br />guardare all’apprendimento come ad una Rete a tre livelli separati:<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  14. 14. Reticolarità delle conoscenze<br />Nodi<br />Attributi di rete<br />(Siemens, 2009)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  15. 15. Reticolarità delle conoscenze<br /><br /><br />Prospettiva Memetica<br /> <br /><br /><br />Un singolonodocheinfluenzi solo 2 personein una catena di 25 individuiraggiungepotenzialmente<br />33,6 milionidipersone! <br /> (Dawkins, 1976; Blackmore, 2000; Smiraglia, 2009; Ianneo 2000) <br />Viralità della diffusione<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  16. 16. Reticolarità delle conoscenze<br />conoscenza<br />cosa<br />flusso<br /> (Norris, 2003)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  17. 17. Reti, flussi e creatività<br />2.0<br />Flusso di conoscenza <br />crescente a dismisura per <br />dimensioni e potenzialità<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  18. 18. Reti, flussi e creatività<br />metatecnologie<br />algoritmo sociale che governa l’uso delle tecnologie stesse e ne sottolinea l’importanza nel regolare le pratiche sociali <br />(Riva, 2008; Wrigth, 2000).<br />Accelerano l’innovazione <br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  19. 19. Reti, flussi e creatività<br />processi creativi <br />interazioni tra individui e società <br />metatecnologie<br />(Csikszentmihalyi, 1988; Huges, 1994),<br />). <br />sistema creativo: <br />la dimensione individuale, <br />quella simbolica (il dominio) <br />e quella sociale ( il campo).<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  20. 20. Reti, flussi e creatività<br />OPTIMAL FLOW<br />i processi creativi ed innovativi vengano condivisi da più attori, si procede in modo più rapido e produttivo: <br />la collaborazione rende agevole il processo di ideazione e la successiva selezione<br />(Csikszentmihalyi, 1988). <br />Creatività diffusa<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  21. 21. Reti, flussi e creatività<br />FLOW EXPERIENCE<br />il Sé sperimenta la<br />massima sensazione di presenza e presenza sociale<br />Csikszentmihalyi, 1988; Rivai, 2010 <br />NETWORKED FLOW<br />stato di transizione che costituisce la modalità specifica della trasformazione sociale<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  22. 22. Creatività diffusa<br /> processi di pensiero divergente come risultato dell’azione di una mente collettiva formata non solo dai cervelli delle persone, ma dalle loro protesi cognitive<br />Reti, flussi e creatività<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  23. 23. Reti, flussi e creatività<br />il rapporto con la realtà sia sempre mediato da strumenti simbolici e/o materiali<br />(Cole, 2003)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  24. 24. criticicità<br />affidabilità (trust) sulle reciproche conoscenze e sulla possibilità di utilizzarne le fonti ed i contatti<br />1.<br />(Fini, 2008)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  25. 25. criticità<br />democrazia emergente con conseguenti pericoli di dilettantismo eplagio<br />2.<br />Ito, 2008)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  26. 26. criticità<br />insensibilizzazione al plagio dannosa per i centri nervosi della creatività<br />3.<br />Stenir2,008)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />
  27. 27. Alterazione profonda della cultura del modo di fare cultura<br />Rheingold, 2000)<br />Daria Grimaldi Università di Cassino<br />

×