Lezione 2 statuto dei lavoratori

1,982 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,982
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
68
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lezione 2 statuto dei lavoratori

  1. 1. Università degli Studi di Centro di Formazione Roma e di Studi Sanitari “Tor Vergata” “Padre Luigi Monti” Corso di Laurea in Infermieristica Diritto del Lavoro (a.a. 2010-2011) Dott.ssa Daniela Ramaglioni 1venerdì 29 aprile 2011
  2. 2. 2venerdì 29 aprile 2011
  3. 3. Lo statuto dei lavoratori 2venerdì 29 aprile 2011
  4. 4. Statuto dei lavoratori 3venerdì 29 aprile 2011
  5. 5. Statuto dei lavoratori L. 300/70 3venerdì 29 aprile 2011
  6. 6. Statuto dei lavoratori L. 300/70 è una delle norme più importanti del diritto del lavoro italiano 3venerdì 29 aprile 2011
  7. 7. la sua approvazione provocò... 4venerdì 29 aprile 2011
  8. 8. la sua approvazione provocò... diverse condizioni di lavoro 4venerdì 29 aprile 2011
  9. 9. la sua approvazione provocò... diverse condizioni di lavoro diversi rapporti tra datori di lavoro, lavoratori e sindacati 4venerdì 29 aprile 2011
  10. 10. Alcune premesse..... 5venerdì 29 aprile 2011
  11. 11. Premesse economiche e sociali 6venerdì 29 aprile 2011
  12. 12. Premesse economiche e sociali anni 50/60: trasformazione lavoro da rurale a industriale 6venerdì 29 aprile 2011
  13. 13. Premesse economiche e sociali anni 50/60: trasformazione lavoro da rurale a industriale intensi flussi di migrazione interna 6venerdì 29 aprile 2011
  14. 14. Premesse economiche e sociali anni 50/60: trasformazione lavoro da rurale a industriale intensi flussi di migrazione interna massa di agricoltori che diventano operai 6venerdì 29 aprile 2011
  15. 15. Di conseguenza....... 7venerdì 29 aprile 2011
  16. 16. Di conseguenza....... grande flusso di manodopera che si spostava verso le città del nord 7venerdì 29 aprile 2011
  17. 17. Di conseguenza....... grande flusso di manodopera che si spostava verso le città del nord oltre industria, occupazione fu offerta dall’edilizia 7venerdì 29 aprile 2011
  18. 18. 8venerdì 29 aprile 2011
  19. 19. “boom economico” 8venerdì 29 aprile 2011
  20. 20. “boom economico” 8venerdì 29 aprile 2011
  21. 21. “boom economico” 1958- 1963 8venerdì 29 aprile 2011
  22. 22. “boom economico” 1958- 1963 Pil+ 6,3%all’anno 8venerdì 29 aprile 2011
  23. 23. alcuni indicatori.. 9venerdì 29 aprile 2011
  24. 24. alcuni indicatori.. la fabbricazione delle macchine quintuplicò(da148mila a 760mila) 9venerdì 29 aprile 2011
  25. 25. alcuni indicatori.. la fabbricazione delle macchine quintuplicò(da148mila a 760mila) frigoriferi da 370mila a 1 milione e mezzo 9venerdì 29 aprile 2011
  26. 26. alcuni indicatori.. la fabbricazione delle macchine quintuplicò(da148mila a 760mila) frigoriferi da 370mila a 1 milione e mezzo televisori da 88mila a 643 mila 9venerdì 29 aprile 2011
  27. 27. alcuni indicatori.. la fabbricazione delle macchine quintuplicò(da148mila a 760mila) frigoriferi da 370mila a 1 milione e mezzo televisori da 88mila a 643 mila macchine 1 milione (1956), 5,5 milioni (1963) 9venerdì 29 aprile 2011
  28. 28. In parallelo sviluppo autostrade 10venerdì 29 aprile 2011
  29. 29. In parallelo sviluppo autostrade autostrada del sole 1956 10venerdì 29 aprile 2011
  30. 30. In parallelo sviluppo autostrade autostrada del sole 1956 10venerdì 29 aprile 2011
  31. 31. In parallelo sviluppo autostrade autostrada del sole 1956 Milano Napoli 2 gg viaggio 10venerdì 29 aprile 2011
  32. 32. In parallelo sviluppo autostrade autostrada del sole 1956 Milano Napoli 2 gg viaggio accorciare tempi collegamento=abbassare i prezzi 10venerdì 29 aprile 2011
  33. 33. i costumi.... 11venerdì 29 aprile 2011
  34. 34. i costumi.... rottura con i ruoli e stili di vita tradizionali 11venerdì 29 aprile 2011
  35. 35. i costumi.... rottura con i ruoli e stili di vita tradizionali assistiamo ad una progressiva e costante trasformazione degli stili di vita (rottura regole mondo contadino) 11venerdì 29 aprile 2011
  36. 36. i costumi.... rottura con i ruoli e stili di vita tradizionali assistiamo ad una progressiva e costante trasformazione degli stili di vita (rottura regole mondo contadino) mito americano 11venerdì 29 aprile 2011
  37. 37. i costumi.... rottura con i ruoli e stili di vita tradizionali assistiamo ad una progressiva e costante trasformazione degli stili di vita (rottura regole mondo contadino) mito americano società capitalistica 11venerdì 29 aprile 2011
  38. 38. i costumi.... rottura con i ruoli e stili di vita tradizionali assistiamo ad una progressiva e costante trasformazione degli stili di vita (rottura regole mondo contadino) mito americano società capitalistica sovvertimento ruoli sociali e uso del tempo 11venerdì 29 aprile 2011
  39. 39. Gli elettrodomestici..... 12venerdì 29 aprile 2011
  40. 40. Gli elettrodomestici..... 12venerdì 29 aprile 2011
  41. 41. Gli elettrodomestici..... sollevano la donna da incombenze domestiche 12venerdì 29 aprile 2011
  42. 42. 13venerdì 29 aprile 2011
  43. 43. spazio per occupazione in termini di lavoro e tempo libero 13venerdì 29 aprile 2011
  44. 44. Il femminismo 14venerdì 29 aprile 2011
  45. 45. Il femminismo Movimento che mise in discussione tutti i modelli culturali incentrati su “ideali” maschilisti 14venerdì 29 aprile 2011
  46. 46. 15venerdì 29 aprile 2011
  47. 47. 15venerdì 29 aprile 2011
  48. 48. 15venerdì 29 aprile 2011
  49. 49. contestazione giovanile... 1968 16venerdì 29 aprile 2011
  50. 50. contestazione giovanile... 1968 16venerdì 29 aprile 2011
  51. 51. 17venerdì 29 aprile 2011
  52. 52. 17venerdì 29 aprile 2011
  53. 53. 1968: primi movimenti studenteschi 17venerdì 29 aprile 2011
  54. 54. 18venerdì 29 aprile 2011
  55. 55. 1969, l’autunno che sconvolse l’Italia 19venerdì 29 aprile 2011
  56. 56. Autunno caldo 20venerdì 29 aprile 2011
  57. 57. Autunno caldo autunno 1969 caratterizzato dal più grande scontro sindacale del dopo guerra per il rinnovo dei contratti di lavoro 20venerdì 29 aprile 2011
  58. 58. Autunno caldo autunno 1969 caratterizzato dal più grande scontro sindacale del dopo guerra per il rinnovo dei contratti di lavoro scioperarono 4/5 mln di lavoratori per mesi 20venerdì 29 aprile 2011
  59. 59. Autunno caldo autunno 1969 caratterizzato dal più grande scontro sindacale del dopo guerra per il rinnovo dei contratti di lavoro scioperarono 4/5 mln di lavoratori per mesi 520 milioni di ore di sciopero 20venerdì 29 aprile 2011
  60. 60. 21venerdì 29 aprile 2011
  61. 61. Operai in lotta 21venerdì 29 aprile 2011
  62. 62. cosa rivendicavano 22venerdì 29 aprile 2011
  63. 63. cosa rivendicavano • aumento salariale 22venerdì 29 aprile 2011
  64. 64. cosa rivendicavano • aumento salariale • parità normativa operai e impiegati (ferie, malattia, infortuni) 22venerdì 29 aprile 2011
  65. 65. cosa rivendicavano • aumento salariale • parità normativa operai e impiegati (ferie, malattia, infortuni) • revisione norme malattie e infortuni 22venerdì 29 aprile 2011
  66. 66. cosa rivendicavano • aumento salariale • parità normativa operai e impiegati (ferie, malattia, infortuni) • revisione norme malattie e infortuni • diritti sindacali (assemblee, sede, affissione..) 22venerdì 29 aprile 2011
  67. 67. “Da questo autunno usciremo tutti diversi” 23venerdì 29 aprile 2011
  68. 68. “Da questo autunno usciremo tutti diversi” ministro lavoro Carlo Donat Cattin governo Dc 23venerdì 29 aprile 2011
  69. 69. “Da questo autunno usciremo tutti diversi” ministro lavoro Carlo Donat Cattin governo Dc Così è stato L’autunno ’69 trasformò l’Italia 23venerdì 29 aprile 2011
  70. 70. una grande offensiva movimenti di sindacale protesta studenti 24venerdì 29 aprile 2011
  71. 71. una grande offensiva movimenti di sindacale protesta studenti 19 novembre, Milano 24venerdì 29 aprile 2011
  72. 72. una grande offensiva movimenti di sindacale protesta studenti dopo un comizio morì 19 novembre, Milano l’agente Antonio Annarumma 24venerdì 29 aprile 2011
  73. 73. una grande offensiva movimenti di sindacale protesta studenti dopo un comizio morì 19 novembre, Milano l’agente Antonio Annarumma 28 novembre sfilarono a Roma le tute blu 24venerdì 29 aprile 2011
  74. 74. una grande offensiva movimenti di sindacale protesta studenti dopo un comizio morì 19 novembre, Milano l’agente Antonio Annarumma 28 novembre sfilarono a Roma 12 dicembre scoppiò le tute blu la bomba di Piazza Fontana 24venerdì 29 aprile 2011
  75. 75. 25venerdì 29 aprile 2011
  76. 76. Banca Nazionale dell’ Agricoltura 25venerdì 29 aprile 2011
  77. 77. Strategia della tensione 26venerdì 29 aprile 2011
  78. 78. Strategia della tensione 16,37 Milano 26venerdì 29 aprile 2011
  79. 79. Strategia della tensione 16,37 MilanoBanca Commerciale Italiana: pochi minuti dopo 26venerdì 29 aprile 2011
  80. 80. Strategia della tensione 16,37 MilanoBanca Commerciale Italiana: pochi minuti dopo Roma:16,55 passaggio sotterraneo:13 feriti 26venerdì 29 aprile 2011
  81. 81. Strategia della tensione 16,37 MilanoBanca Commerciale Italiana: pochi minuti dopo Roma:16,55 passaggio sotterraneo:13 feriti Roma:17,20 Altare patria 26venerdì 29 aprile 2011
  82. 82. Strategia della tensione 16,37 MilanoBanca Commerciale Italiana: pochi minuti dopo Roma:16,55 passaggio sotterraneo:13 feriti Roma:17,20 Altare patria Roma: 17,30 Museo, 4 feriti 26venerdì 29 aprile 2011
  83. 83. Strategia della tensione 5 attentati terroristici 16,37 Milano 53 minutiBanca Commerciale Italiana: pochi minuti dopo Roma:16,55 passaggio sotterraneo:13 feriti Roma:17,20 Altare patria Roma: 17,30 Museo, 4 feriti 26venerdì 29 aprile 2011
  84. 84. Strategia della tensione 5 attentati terroristici 16,37 Milano 53 minutiBanca Commerciale Italiana: pochi minuti dopo Roma:16,55 passaggio sotterraneo:13 feriti Roma:17,20 Altare patria 1969-1974: Roma: 17,30 Museo, 4 feriti 140 attentati 26venerdì 29 aprile 2011
  85. 85. 27venerdì 29 aprile 2011
  86. 86. 27venerdì 29 aprile 2011
  87. 87. 7 milioni di lavoratori impegnati nella rivendicazione propri diritti 27venerdì 29 aprile 2011
  88. 88. 7 milioni di lavoratori impegnati nella rivendicazione propri dirittiriduzione a 40 ore settimanali 27venerdì 29 aprile 2011
  89. 89. 7 milioni di lavoratori impegnati nella rivendicazione propri dirittiriduzione a 40 ore settimanali aumenti salariali 27venerdì 29 aprile 2011
  90. 90. 7 milioni di lavoratori impegnati nella rivendicazione propri dirittiriduzione a 40 ore settimanali aumenti salariali diritto di assemblea nelle fabbriche 27venerdì 29 aprile 2011
  91. 91. 28venerdì 29 aprile 2011
  92. 92. E’ in questo clima che nasce “Statuto dei lavoratori” 28venerdì 29 aprile 2011
  93. 93. 29venerdì 29 aprile 2011
  94. 94. Lo Statuto dei lavoratori 29venerdì 29 aprile 2011
  95. 95. Lo Statuto dei lavoratori 30venerdì 29 aprile 2011
  96. 96. Lo Statuto dei lavoratori L.300/1970 30venerdì 29 aprile 2011
  97. 97. Lo Statuto dei lavoratori Gino Giugni L.300/1970 30venerdì 29 aprile 2011
  98. 98. Lo Statuto dei lavoratori Gino Giugni L.300/1970 Norme sulla tutela e libertà dei lavoratori, della libertà sindacale e dell’attività sindacale sui luoghi di lavoro 30venerdì 29 aprile 2011
  99. 99. Lo Statuto dei lavoratori Gino Giugni L.300/1970 Norme sulla tutela e libertà dei lavoratori, della libertà sindacale e dell’attività sindacale sui luoghi di lavoro Forza dei sindacati 30venerdì 29 aprile 2011
  100. 100. cosa prevede lo statuto 31venerdì 29 aprile 2011
  101. 101. cosa prevede lo statuto • libertà di opinione del lavoratore • impossibilità controllo giudicate improprie • divieto accertare in proprio cond. salute • divieto di impianti audiovisivi a distanza • norme a favore di studenti lav e donne • permessi sindacali retribuiti 31venerdì 29 aprile 2011
  102. 102. quando si applica 32venerdì 29 aprile 2011
  103. 103. quando si applica • imprese con almeno 15 dipendenti • aziende agricole con almeno 5 dipendenti 32venerdì 29 aprile 2011
  104. 104. art 18 33venerdì 29 aprile 2011
  105. 105. art 18 il lavoratore non può essere licenziato senza giusta causa o giustificato motivo e solo in forma scritta 33venerdì 29 aprile 2011
  106. 106. Licenziamento individuale 34venerdì 29 aprile 2011
  107. 107. Licenziamento individuale normativa volta a superare superiorità contrattuale (datore) 34venerdì 29 aprile 2011
  108. 108. Licenziamento individuale normativa volta a Pochissimi i casi in cui superare superiorità il datore è libero di contrattuale (datore) licenziare 34venerdì 29 aprile 2011
  109. 109. Licenziamento individuale normativa volta a Pochissimi i casi in cui superare superiorità il datore è libero di contrattuale (datore) licenziare Licenziamenti “ad nutum” 34venerdì 29 aprile 2011
  110. 110. Licenziamento ad nutum 35venerdì 29 aprile 2011
  111. 111. Licenziamento ad nutum • Dirigenti • Colf • Lav contratto a • Lav età pensione termine • Lav in prova • Atleti • Per riduzione professionisti personale 35venerdì 29 aprile 2011
  112. 112. art 18 36venerdì 29 aprile 2011
  113. 113. art 18 il lavoratore non può essere licenziato senza giusta causa o giustificato motivo e solo in forma scritta 36venerdì 29 aprile 2011
  114. 114. differenza tra: giusta causa e giustificato motivo 37venerdì 29 aprile 2011
  115. 115. differenza tra: giusta causa e giustificato motivo • Giusta causa: è un comportamento talmente grave da compromettere irrimediabilmente il vincolo fiduciario che sta alla base del rapporto (commettere reato luogo lavoro) Licenziamento: senza preavviso 37venerdì 29 aprile 2011
  116. 116. differenza tra: giusta causa e giustificato motivo • Giusta causa: è un comportamento talmente grave da compromettere irrimediabilmente il vincolo fiduciario che sta alla base del rapporto (commettere reato luogo lavoro) Licenziamento: senza preavviso • Giustificato motivo: è una ipotesi meno grave di inadempienza (irregolarità nello svolgere mansioni affidate, ritardi continui ) Con preavviso.nadempimento. Con preavviso 37venerdì 29 aprile 2011
  117. 117. non cè giusta causa o giustificato motivo 38venerdì 29 aprile 2011
  118. 118. non cè giusta causa o giustificato motivo il giudice dichiara illegittimo il licenziamento e lo dichiara inefficace 38venerdì 29 aprile 2011
  119. 119. non cè giusta causa o giustificato motivo il giudice dichiara illegittimo il licenziamento e lo dichiara inefficace reintegrato 38venerdì 29 aprile 2011
  120. 120. non cè giusta causa o giustificato motivo il giudice dichiara illegittimo il licenziamento e lo dichiara inefficace reintegrato oltre alla reintegrazione, il datore deve risarcire il lav del danno subito con non meno di 5 mensilità 38venerdì 29 aprile 2011
  121. 121. 39venerdì 29 aprile 2011
  122. 122. licenziamenti nulli 39venerdì 29 aprile 2011
  123. 123. licenziamenti nulli • intimato alla lavoratrice madre 39venerdì 29 aprile 2011
  124. 124. licenziamenti nulli • intimato alla lavoratrice madre • intimato al lavoratore padre 39venerdì 29 aprile 2011
  125. 125. licenziamenti nulli • intimato alla lavoratrice madre • intimato al lavoratore padre • discriminazione: politica, religiosa, di sesso, di lingua... 39venerdì 29 aprile 2011
  126. 126. licenziamenti nulli • intimato alla lavoratrice madre • intimato al lavoratore padre • discriminazione: politica, religiosa, di sesso, di lingua... • per appartenenza ad un sindacato 39venerdì 29 aprile 2011
  127. 127. licenziamenti: regolamentazione giuridica 40venerdì 29 aprile 2011
  128. 128. licenziamenti: regolamentazione giuridica L.300/70: tutela reale: obbligo reintegro 40venerdì 29 aprile 2011
  129. 129. licenziamenti: regolamentazione giuridica L.300/70: tutela reale: obbligo reintegro L.604/66: tutela obbligatoria: libertà di scelta 40venerdì 29 aprile 2011
  130. 130. licenziamenti: regolamentazione giuridica L.300/70: tutela reale: obbligo reintegro L.604/66: tutela obbligatoria: libertà di scelta L.108/90: amplia di fatto la tutela reale 40venerdì 29 aprile 2011
  131. 131. Licenziamento individuale 41venerdì 29 aprile 2011
  132. 132. Licenziamento individuale tutela reale 41venerdì 29 aprile 2011
  133. 133. Licenziamento individuale tutela reale tutela obbligatoria 41venerdì 29 aprile 2011
  134. 134. Licenziamento individuale tutela reale tutela obbligatoria tutela discriminatoria 41venerdì 29 aprile 2011
  135. 135. Licenziamento individuale tutela reale tutela obbligatoria tutela discriminatoria L’applicazione di una forma di tutela dipende dalle caratteristiche dimensionali del datore 41venerdì 29 aprile 2011
  136. 136. L. 300/70 Statuto dei Lavoratori 42venerdì 29 aprile 2011
  137. 137. Tutela reale L. 300/70 Statuto dei Lavoratori 42venerdì 29 aprile 2011
  138. 138. Tutela reale + 15 dipendenti L. 300/70 Statuto dei Lavoratori 42venerdì 29 aprile 2011
  139. 139. Tutela reale + 15 dipendenti L. 300/70 Statuto dei Lavoratori Obbligo di reintegro 42venerdì 29 aprile 2011
  140. 140. Tutela reale + 15 dipendenti L. 300/70 Statuto dei Lavoratori Obbligo di Risarcimento reintegro con non - 15 mensilità 42venerdì 29 aprile 2011
  141. 141. L. 604/66 43venerdì 29 aprile 2011
  142. 142. Tutela obbligatoria L. 604/66 43venerdì 29 aprile 2011
  143. 143. Tutela obbligatoria - 15 dipendenti L. 604/66 43venerdì 29 aprile 2011
  144. 144. Tutela obbligatoria - 15 dipendenti L. 604/66 Scelta datore reintegro/risarcimento 43venerdì 29 aprile 2011
  145. 145. Tutela obbligatoria - 15 dipendenti L. 604/66 Scelta datore mensilità: 2,5/6 reintegro/risarcimento 43venerdì 29 aprile 2011
  146. 146. Tutela discriminatoria 44venerdì 29 aprile 2011
  147. 147. Tutela discriminatoria qualunque sia il n dei dipendenti 44venerdì 29 aprile 2011
  148. 148. Tutela discriminatoria qualunque sia il n dei dipendenti Licenziamento lesivo dei diritti fondamentali della persona 44venerdì 29 aprile 2011
  149. 149. Tutela discriminatoria qualunque sia il n dei dipendenti Licenziamento lesivo dei diritti fondamentali della persona Licenziamento lavoratore impegnato sindacalmente 44venerdì 29 aprile 2011
  150. 150. Tutela discriminatoria qualunque sia il n dei dipendenti Licenziamento lesivo dei diritti fondamentali della persona Licenziamento lavoratore impegnato sindacalmente Licenziamento lavoratore sieropositivo 44venerdì 29 aprile 2011
  151. 151. Tutela discriminatoria qualunque sia il n dei dipendenti Licenziamento lesivo dei diritti fondamentali della persona Licenziamento lavoratore impegnato sindacalmente Licenziamento lavoratore sieropositivo Licenziamento ideologico (motivi religiosi, razziali, sessuali..) 44venerdì 29 aprile 2011
  152. 152. Tutela discriminatoria qualunque sia il n dei dipendenti Licenziamento lesivo dei diritti fondamentali della persona Licenziamento lavoratore impegnato sindacalmente Licenziamento lavoratore sieropositivo Licenziamento ideologico (motivi religiosi, razziali, sessuali..) Licenziamento sulla base dell’aspetto fisico o dell’abbigliamento 44venerdì 29 aprile 2011
  153. 153. Si può essere licenziati oralmente? 45venerdì 29 aprile 2011
  154. 154. Si può essere licenziati oralmente? No, il recesso orale è inefficace e pertanto e il rapporto di lavoro prosegue di diritto con obbligo per il datore di corrispondere le retribuzioni per il periodo che va dal licenziamento alla riammissione al lavoro 45venerdì 29 aprile 2011
  155. 155. Esiste un termine per impugnare un licenziamento? 46venerdì 29 aprile 2011
  156. 156. Esiste un termine per impugnare un licenziamento? Si, se si vuole impugnare il licenziamento bisogna farlo entro 60 gg dal recesso in forma scritta 46venerdì 29 aprile 2011
  157. 157. Tentativo obbligatorio di conciliazione 47venerdì 29 aprile 2011
  158. 158. Tentativo obbligatorio di conciliazione Deve essere preventivamente promosso dal lavoratore che voglia impugnare giudizialmente l’atto di licenziamento 47venerdì 29 aprile 2011
  159. 159. Tentativo obbligatorio di conciliazione Deve essere preventivamente promosso dal lavoratore che voglia impugnare giudizialmente l’atto di licenziamento Può essere: 47venerdì 29 aprile 2011
  160. 160. Tentativo obbligatorio di conciliazione Deve essere preventivamente promosso dal lavoratore che voglia impugnare giudizialmente l’atto di licenziamento Può essere: Sindacale: nel qual caso avviene secondo quanto è previsto dai contratti collettivi 47venerdì 29 aprile 2011
  161. 161. Tentativo obbligatorio di conciliazione Deve essere preventivamente promosso dal lavoratore che voglia impugnare giudizialmente l’atto di licenziamento Può essere: Sindacale: nel qual caso avviene secondo quanto è previsto dai contratti collettivi Amministrativo: nel qual caso deve avvenire presso la Commissione di conciliazione, istituita presso ciascuna Direzione provinciale del lavoro 47venerdì 29 aprile 2011

×