3 Lezione Appropriatezza

673 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
673
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

































































































































































































































  • 3 Lezione Appropriatezza

    1. 1. Università degli Studi di Centro di Formazione Roma e di Studi Sanitari “Tor Vergata” “Padre Luigi Monti” Corso di Laurea in Infermieristica Economia Aziendale Dott.ssa Daniela Ramaglioni 1
    2. 2. 2
    3. 3. Appropriatezza 2
    4. 4. Appropriatezza Guida al più ambito indicatore di qualità assistenziale 2
    5. 5. 3
    6. 6. il termine “appropriatezza” è da molti anni il filo conduttore di tutti i documenti di programmazione sanitaria 3
    7. 7. il termine “appropriatezza” è da molti anni il filo conduttore di tutti i documenti di programmazione sanitaria D. Lgs. 502/92 3
    8. 8. il termine “appropriatezza” è da molti anni il filo conduttore di tutti i documenti di programmazione sanitaria D. Lgs. 502/92 D. Lgs 299/1999: “appropriatezza” 3
    9. 9. il termine “appropriatezza” è da molti anni il filo conduttore di tutti i documenti di programmazione sanitaria D. Lgs. 502/92 D. Lgs 299/1999: “appropriatezza” normative LEA: citano “appropriatezza” 3
    10. 10. il termine “appropriatezza” è da molti anni il filo conduttore di tutti i documenti di programmazione sanitaria D. Lgs. 502/92 D. Lgs 299/1999: “appropriatezza” normative LEA: citano “appropriatezza” PSN: le prestazioni che fanno parte dell’ass. erogata, non possono essere considerate essenziali, se non sono “appropriate” 3
    11. 11. 4
    12. 12. L’appropriatezza deriva dal rapporto tra la probabilità che l’intervento, somministrato in certe circostanze, produca un effetto positivo rispetto a quella che produca effetti negativi. (Muir Gray “L’assistenza sanitaria basata sulle prove) 4
    13. 13. L’appropriatezza deriva dal rapporto tra la probabilità che l’intervento, somministrato in certe circostanze, produca un effetto positivo rispetto a quella che produca effetti negativi. (Muir Gray “L’assistenza sanitaria basata sulle prove) il termine “appropriatezza” ha ancora per molti operatori troppe sfumature concettuali 4
    14. 14. L’appropriatezza deriva dal rapporto tra la probabilità che l’intervento, somministrato in certe circostanze, produca un effetto positivo rispetto a quella che produca effetti negativi. (Muir Gray “L’assistenza sanitaria basata sulle prove) il termine “appropriatezza” ha ancora per molti operatori troppe sfumature concettuali linguaggio comune 4
    15. 15. 5
    16. 16. L’appropriatezza si articola attraverso una scala di grigi nella quale non è possibile tracciare nette demarcazioni 5
    17. 17. 6
    18. 18. appropriatezza 6
    19. 19. appropriatezza da “fare bene le cose” a “fare bene le cose giuste” 6
    20. 20. 7
    21. 21. Concetto di appropriatezza 7
    22. 22. Concetto di appropriatezza coniuga i criteri di efficacia di efficienza e di opportunità 7
    23. 23. Concetto di appropriatezza coniuga i criteri di efficacia di efficienza e di opportunità esigenza: assicurare le migliori prestazioni possibili alla persona in relazione ad un bisogno specifico di salute 7
    24. 24. 8
    25. 25. Categorie ed oggetti dell’appropriatezza 8
    26. 26. Categorie ed oggetti dell’appropriatezza sono oggetto di valutazione di appropriatezza tutte le risorse impiegate nell’assistenza sanitaria: 8
    27. 27. Categorie ed oggetti dell’appropriatezza sono oggetto di valutazione di appropriatezza tutte le risorse impiegate nell’assistenza sanitaria: -risorse strutturali 8
    28. 28. Categorie ed oggetti dell’appropriatezza sono oggetto di valutazione di appropriatezza tutte le risorse impiegate nell’assistenza sanitaria: -risorse strutturali -risorse professionali 8
    29. 29. Categorie ed oggetti dell’appropriatezza sono oggetto di valutazione di appropriatezza tutte le risorse impiegate nell’assistenza sanitaria: -risorse strutturali -risorse professionali -risorse tecnologiche 8
    30. 30. 9
    31. 31. Oggetti dell’appropriatezza 9
    32. 32. Oggetti dell’appropriatezza health intervention 9
    33. 33. Oggetti dell’appropriatezza health intervention 9
    34. 34. Oggetti dell’appropriatezza health intervention timing 9
    35. 35. Oggetti dell’appropriatezza health intervention timing 9
    36. 36. Oggetti dell’appropriatezza health intervention timing setting 9
    37. 37. Oggetti dell’appropriatezza health intervention timing setting 9
    38. 38. Oggetti dell’appropriatezza health intervention timing setting professional 9
    39. 39. Oggetti dell’appropriatezza health intervention timing setting professional 9
    40. 40. 10
    41. 41. interventi sanitari: 10
    42. 42. interventi sanitari: -trattamenti 10
    43. 43. interventi sanitari: -trattamenti -preventivi 10
    44. 44. interventi sanitari: -trattamenti -preventivi terapeutici 10
    45. 45. interventi sanitari: -trattamenti -preventivi terapeutici -riabilitativi 10
    46. 46. interventi sanitari: -trattamenti -preventivi -terapeutici terapeutici -riabilitativi 10
    47. 47. interventi sanitari: -trattamenti -preventivi terapeutici -riabilitativi -terapeutici 10
    48. 48. interventi sanitari: -trattamenti -preventivi terapeutici -riabilitativi -terapeutici farmacologici, interventistici, chirurgici 10
    49. 49. interventi sanitari: -trattamenti -preventivi terapeutici -riabilitativi -terapeutici farmacologici, interventistici, chirurgici test diagnostici e di screening 10
    50. 50. interventi sanitari: -trattamenti -preventivi terapeutici -riabilitativi -terapeutici farmacologici, interventistici, chirurgici test diagnostici e di interventi educazionali screening 10
    51. 51. 11
    52. 52. Timing 11
    53. 53. Timing tempestività dell’intervento rispetto storia malattia 11
    54. 54. Timing tempestività dell’intervento rispetto storia malattia continuità terapeutica 11
    55. 55. 12
    56. 56. setting 12
    57. 57. setting territorio 12
    58. 58. setting territorio assistenza dom, ambulatori, distretto, RSA, hospice... 12
    59. 59. setting territorio assistenza dom, ambulatori, distretto, RSA, hospice... day care 12
    60. 60. setting territorio assistenza dom, ambulatori, distretto, RSA, hospice... day care day hospital, day surgery 12
    61. 61. setting territorio assistenza dom, ambulatori, distretto, RSA, hospice... day care day hospital, day surgery deg. ordinaria 12
    62. 62. setting territorio assistenza dom, ambulatori, distretto, RSA, hospice... day care day hospital, day surgery deg. ordinaria dipartimenti, specialistici, medicina interna, terapia int 12
    63. 63. 13
    64. 64. Professional 13
    65. 65. Professional - infermiere, terapista, altre professioni sanitarie 13
    66. 66. Professional - infermiere, terapista, altre professioni sanitarie - professionista del territorio: MMG, PLS, altri.. 13
    67. 67. Professional - infermiere, terapista, altre professioni sanitarie - professionista del territorio: MMG, PLS, altri.. - specialista di branca 13
    68. 68. 14
    69. 69. Quante appropriatezze? 14
    70. 70. Quante appropriatezze? Un servizio-prestazione-intervento può essere definito appropriato secondo 2 prospettive: 14
    71. 71. Quante appropriatezze? Un servizio-prestazione-intervento può essere definito appropriato secondo 2 prospettive: - appropriatezza clinico-assistenziale (professionale) 14
    72. 72. Quante appropriatezze? Un servizio-prestazione-intervento può essere definito appropriato secondo 2 prospettive: - appropriatezza clinico-assistenziale (professionale) - appropriatezza organizzativa 14
    73. 73. 15
    74. 74. 15
    75. 75. Intervento giusto, al paziente giusto, al momento giusto, per la durata giusta, nel posto giusto, dal professionista giusto 15
    76. 76. 16
    77. 77. Appropriatezza clinico-assistenziale 16
    78. 78. Appropriatezza clinico-assistenziale 16
    79. 79. Appropriatezza clinico-assistenziale Interventi sanitari 16
    80. 80. Appropriatezza clinico-assistenziale Interventi sanitari Timing (tempestività dell’intervento) 16
    81. 81. 17
    82. 82. Appropriatezza clinico-assistenziale 17
    83. 83. Appropriatezza clinico-assistenziale intervento sanitario è appropriato quando: 17
    84. 84. Appropriatezza clinico-assistenziale intervento sanitario è appropriato quando: -è di efficacia provata da variabili livelli di evidenza 17
    85. 85. Appropriatezza clinico-assistenziale intervento sanitario è appropriato quando: -è di efficacia provata da variabili livelli di evidenza 17
    86. 86. Appropriatezza clinico-assistenziale intervento sanitario è appropriato quando: -è di efficacia provata da variabili livelli di evidenza -è prescritto al paziente giusto, nel momento giusto e per la giusta durata 17
    87. 87. Appropriatezza clinico-assistenziale intervento sanitario è appropriato quando: -è di efficacia provata da variabili livelli di evidenza -è prescritto al paziente giusto, nel momento giusto e per la giusta durata 17
    88. 88. Appropriatezza clinico-assistenziale intervento sanitario è appropriato quando: -è di efficacia provata da variabili livelli di evidenza -è prescritto al paziente giusto, nel momento giusto e per la giusta durata -effetti sfavorevoli sono accettabili rispetto ai benefici 17
    89. 89. Appropriatezza clinico-assistenziale intervento sanitario è appropriato quando: -è di efficacia provata da variabili livelli di evidenza -è prescritto al paziente giusto, nel momento giusto e per la giusta durata -effetti sfavorevoli sono accettabili rispetto ai benefici 17
    90. 90. 18
    91. 91. Appropriatezza organizzativa 18
    92. 92. Appropriatezza organizzativa 18
    93. 93. Appropriatezza organizzativa setting 18
    94. 94. Appropriatezza organizzativa setting professional 18
    95. 95. 19
    96. 96. appropriatezza organizzativa 19
    97. 97. appropriatezza organizzativa un intervento sanitario è appropriato se viene erogato “consumando” un’appropriata quantità di risorse 19
    98. 98. appropriatezza organizzativa un intervento sanitario è appropriato se viene erogato “consumando” un’appropriata quantità di risorse ci riferiamo al setting assistenziale e ai professionisti coinvolti 19
    99. 99. 20
    100. 100. 20
    101. 101. 21
    102. 102. Appropriatezza clinico-assistenziale (professionale) Limiti..... 21
    103. 103. Appropriatezza clinico-assistenziale (professionale) Limiti..... evidenze disponibili sull’efficacia/sicurezza degli int san. 21
    104. 104. Appropriatezza clinico-assistenziale (professionale) Limiti..... evidenze disponibili sull’efficacia/sicurezza degli int san. Appropriatezza organizzativa Limiti...... 21
    105. 105. Appropriatezza clinico-assistenziale (professionale) Limiti..... evidenze disponibili sull’efficacia/sicurezza degli int san. Appropriatezza organizzativa Limiti...... risorse economiche disponibili 21
    106. 106. 22
    107. 107. peccati...originali 22
    108. 108. peccati...originali -consistenti prove di efficacia sono disponibili per pochi interventi sanitari 22
    109. 109. peccati...originali -consistenti prove di efficacia sono disponibili per pochi interventi sanitari prove 22
    110. 110. peccati...originali -consistenti prove di efficacia sono disponibili per pochi interventi sanitari prove a favore di interventi terapeutici rispetto a tecnologie diagnostiche 22
    111. 111. peccati...originali -consistenti prove di efficacia sono disponibili per pochi interventi sanitari prove a favore di interventi terapeutici rispetto a tecnologie diagnostiche moltissime prove a supporto di farmaci rispetto agli interventi preventivi ed assistenziali 22
    112. 112. 23
    113. 113. inoltre.. 23
    114. 114. inoltre.. -le evidenze disponibili enfatizzano l’efficacia e sottostimano i rischi 23
    115. 115. inoltre.. -le evidenze disponibili enfatizzano l’efficacia e sottostimano i rischi -percezione dei professionisti distorta da conflitto d’interessi 23
    116. 116. inoltre.. -le evidenze disponibili enfatizzano l’efficacia e sottostimano i rischi -percezione dei professionisti distorta da conflitto d’interessi -consumismo sanitario influenza domanda di prestazioni da parte utenti 23
    117. 117. 24
    118. 118. - inoltre “costo- efficacia”ed “efficienza degli standard organizzativi” sono supportate da evidenze molto limitate 24
    119. 119. - inoltre “costo- efficacia”ed “efficienza degli standard organizzativi” sono supportate da evidenze molto limitate - sistematica tendenza a non pubblicare studi negativi e a minimizzare gli effetti sfavorevoli (incompleti) 24
    120. 120. - inoltre “costo- efficacia”ed “efficienza degli standard organizzativi” sono supportate da evidenze molto limitate - sistematica tendenza a non pubblicare studi negativi e a minimizzare gli effetti sfavorevoli (incompleti) - è semplice identificare gli interventi futili e quelli indispensabili 24
    121. 121. 25
    122. 122. appropriatezza 25
    123. 123. molti interventi sfumano in una serie di grigi che non è possibile demarcare con precisione appropriatezza 25
    124. 124. 26
    125. 125. appropriatezza generica vs specifica 26
    126. 126. appropriatezza generica vs specifica talvolta considerati sinonimi 26
    127. 127. appropriatezza generica vs specifica talvolta considerati sinonimi costituiscono 2 livelli di dettaglio per valutare aderenza alle linee guida 26
    128. 128. 27
    129. 129. Esempio 27
    130. 130. Esempio campione di pazienti sottoposti ad intervento di protesi d’anca 27
    131. 131. Esempio campione di pazienti sottoposti ad intervento di protesi d’anca 98/100 secondo le migliori evidenze scientifiche 27
    132. 132. Esempio campione di pazienti sottoposti ad intervento di protesi d’anca 98/100 secondo le migliori evidenze scientifiche ricevono eparina 27
    133. 133. Esempio campione di pazienti sottoposti ad intervento di protesi d’anca 98/100 secondo le migliori evidenze scientifiche ricevono eparina anticoagulante 27
    134. 134. Esempio campione di pazienti sottoposti ad intervento di protesi d’anca 98/100 secondo le migliori evidenze scientifiche ricevono eparina anticoagulante tasso di appropriatezza generica 27
    135. 135. Esempio campione di pazienti sottoposti ad intervento di protesi d’anca 98/100 secondo le migliori evidenze scientifiche ricevono eparina anticoagulante tasso di appropriatezza generica 98% 27
    136. 136. 28
    137. 137. 15% dosaggio sbagliato (peso corporeo) 28
    138. 138. 15% dosaggio sbagliato (peso corporeo) 30% mattina intervento (8/12 ore prima) 28
    139. 139. 15% dosaggio sbagliato (peso corporeo) 30% mattina intervento (8/12 ore prima) 60% sospeso alla dimissione (2/3 sett) 28
    140. 140. 29
    141. 141. se utilizziamo criteri generici: profilassi si/no 29
    142. 142. se utilizziamo criteri generici: profilassi si/no OK profilassi appropriata 29
    143. 143. se utilizziamo criteri generici: profilassi si/no OK profilassi appropriata criteri specifici (dosaggio, timing, durata) 29
    144. 144. se utilizziamo criteri generici: profilassi si/no OK profilassi appropriata criteri specifici (dosaggio, timing, durata) NO ampi margini di inappropriatezza 29
    145. 145. 30
    146. 146. Devolution (regionalizzazione) 30
    147. 147. Devolution (regionalizzazione) Quante “sanità”? 30
    148. 148. 31
    149. 149. diversi modelli di politica sanitaria (regionalizzazione) 31
    150. 150. diversi modelli di politica sanitaria (regionalizzazione) se aumento le risorse disponibili (incremento PSN e PSR)? 31
    151. 151. diversi modelli di politica sanitaria (regionalizzazione) se aumento le risorse disponibili (incremento PSN e PSR)? servizi e prestazioni san. 31
    152. 152. diversi modelli di politica sanitaria (regionalizzazione) se aumento le risorse disponibili (incremento PSN e PSR)? servizi e prestazioni san. > n. di utenti 31
    153. 153. diversi modelli di politica sanitaria (regionalizzazione) se aumento le risorse disponibili (incremento PSN e PSR)? servizi e prestazioni san. > n. di utenti 2 gravi effetti collaterali 31
    154. 154. diversi modelli di politica sanitaria (regionalizzazione) se aumento le risorse disponibili (incremento PSN e PSR)? servizi e prestazioni san. > n. di utenti 2 gravi effetti collaterali si incrementa l’inappropriatezza in eccesso 31
    155. 155. 32
    156. 156. > risorse investite 32
    157. 157. > risorse investite > popolazione esposta prestazioni sanitarie 32
    158. 158. > risorse investite > popolazione esposta prestazioni sanitarie benefici tendono a ridursi 32
    159. 159. > risorse investite > popolazione esposta prestazioni sanitarie benefici tendono a ridursi rischi aumentano 32
    160. 160. > risorse investite > popolazione esposta prestazioni sanitarie benefici tendono a ridursi rischi aumentano 32
    161. 161. 33
    162. 162. La visione bidimensionale dell’appropriatezza 33
    163. 163. La visione bidimensionale dell’appropriatezza 33
    164. 164. 34
    165. 165. riconoscono solo inappropriatezze in eccesso 34
    166. 166. riconoscono solo inappropriatezze in eccesso prestazioni san di provata efficacia non erogate 34
    167. 167. riconoscono solo inappropriatezze in eccesso prestazioni san di provata efficacia non erogate 34
    168. 168. 35
    169. 169. duplice visione 35
    170. 170. duplice visione -professionisti 35
    171. 171. duplice visione -professionisti no strategia tagli incondizionati 35
    172. 172. duplice visione -professionisti -decisori no strategia tagli incondizionati 35
    173. 173. duplice visione -professionisti -decisori no strategia tagli mettere a fuoco incondizionati approp in difetto 35
    174. 174. duplice visione -professionisti -decisori no strategia tagli mettere a fuoco incondizionati approp in difetto 35
    175. 175. duplice visione -professionisti -decisori no strategia tagli mettere a fuoco incondizionati approp in difetto rallentare diffusione di innovazioni provata efficacia 35
    176. 176. 36
    177. 177. appropriatezza NON serve a ridurre i costi 36
    178. 178. appropriatezza NON serve a ridurre i costi ottimizzare l’impiego delle risorse! 36
    179. 179. 37
    180. 180. strumenti per definire gli standard di appropriatezza 37
    181. 181. strumenti per definire gli standard di appropriatezza evidence-based medicine 37
    182. 182. strumenti per definire gli standard di appropriatezza evidence-based medicine migliori evidenze disponibili adeguatamente “pesate” 37
    183. 183. 38
    184. 184. 38
    185. 185. 38
    186. 186. 38
    187. 187. evidenze disponibili sono scarse o contraddittorie 38
    188. 188. 39
    189. 189. appropriatezza organizzativa (setting) 39
    190. 190. appropriatezza organizzativa (setting) i ricercatori analizzano i dati dell’ospedale 39
    191. 191. appropriatezza organizzativa (setting) i ricercatori analizzano i dati dell’ospedale ? 39
    192. 192. appropriatezza organizzativa (setting) i ricercatori analizzano i dati dell’ospedale ? ricoveri urgenti 39
    193. 193. appropriatezza organizzativa (setting) i ricercatori analizzano i dati dell’ospedale ? ricoveri urgenti procedure chirurgiche (+ facile da comparare) 39
    194. 194. appropriatezza organizzativa (setting) i ricercatori analizzano i dati dell’ospedale ? ricoveri urgenti procedure chirurgiche ! (+ facile da comparare) 39
    195. 195. appropriatezza organizzativa (setting) i ricercatori analizzano i dati dell’ospedale ? ricoveri urgenti procedure chirurgiche ! (+ facile da comparare) > day-surgery 39
    196. 196. appropriatezza organizzativa (setting) i ricercatori analizzano i dati dell’ospedale ? ricoveri urgenti procedure chirurgiche ! (+ facile da comparare) > day-surgery < progressiva riduzione degenza media pazienti chirurgici 39
    197. 197. 40
    198. 198. appropriatezza di setting 40
    199. 199. appropriatezza di setting strumenti utilizzati: 2 40
    200. 200. appropriatezza di setting strumenti utilizzati: 2 “Protocollo di revisione d’uso dell’ospedale” (PRUO) 40
    201. 201. appropriatezza di setting strumenti utilizzati: 2 “Protocollo di software revisione d’uso “Disease Staging dell’ospedale” (PRUO) 40
    202. 202. 41
    203. 203. PRUO 41
    204. 204. nato negli USA PRUO 41
    205. 205. nato negli USA obiettivo PRUO 41
    206. 206. nato negli USA obiettivo PRUO valutare l’appropriatezza gg degenza 41
    207. 207. nato negli USA obiettivo PRUO valutare affidabilità l’appropriatezza fortemente in gg degenza discussione 41
    208. 208. 42
    209. 209. disease staging 42
    210. 210. classifica 5 livelli gravità (ricoveri) disease staging 42
    211. 211. classifica 5 livelli considera inap. gravità (ricoveri) ricoveri classi - gravi disease staging 42
    212. 212. classifica 5 livelli considera inap. gravità (ricoveri) ricoveri classi - gravi disease staging Agenzia SSR 42
    213. 213. classifica 5 livelli considera inap. gravità (ricoveri) ricoveri classi - gravi disease staging 43 DRG ad alto Agenzia SSR rischio di inappr. in regime di degenza ordinaria 42
    214. 214. 43
    215. 215. CONCLUSIONI 43
    216. 216. 44
    217. 217. senza dubbio positivo concetto di APPROPRIATEZZA 44
    218. 218. senza dubbio positivo concetto di APPROPRIATEZZA Limiti: appropriatezza esclusivamente organizzativa 44
    219. 219. senza dubbio positivo concetto di APPROPRIATEZZA Limiti: appropriatezza esclusivamente organizzativa Consegue: riduzione ricoveri inappropriati 44
    220. 220. senza dubbio positivo concetto di APPROPRIATEZZA Limiti: appropriatezza esclusivamente organizzativa Consegue: riduzione ricoveri inappropriati approccio riduttivo 44
    221. 221. senza dubbio positivo concetto di APPROPRIATEZZA Limiti: appropriatezza esclusivamente organizzativa Consegue: riduzione ricoveri inappropriati approccio riduttivo strumento di razionamento 44
    222. 222. senza dubbio positivo concetto di APPROPRIATEZZA Limiti: appropriatezza esclusivamente organizzativa Consegue: riduzione ricoveri inappropriati approccio riduttivo strumento di razionamento RAZIONALIZZAZIONE! 44
    223. 223. 45
    224. 224. APPROPRIATEZZA 45
    225. 225. APPROPRIATEZZA NO TAGLIARE 45
    226. 226. APPROPRIATEZZA NO TAGLIARE SI RAZIONALIZZARE! 45
    227. 227. APPROPRIATEZZA SI RAZIONALIZZARE! 45

    ×