Lezione Comunicatori

1,462 views

Published on

Formazione provinciale docenti referenti per il progetto Nuove Tecnologie & Disabilità

Published in: Education, Technology, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,462
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lezione Comunicatori

  1. 1. Problemi di comunicazione <ul><li>LABORATORIO </li></ul><ul><li>Comunicazione Alternativa Aumentativa </li></ul>PROGETTO NTeD FORMAZIONE PROVINCIALE DOCENTI REFERENTI Relatore: prof. Maurizio Molendini – CTS Lecce
  2. 2. COMUNICATORI SIMBOLICI Un generico comunicatore simbolico è costituito da un dispositivo elettronico che si presenta come un pannello su cui sono raffigurate sovrapposte figure, simboli e/o parole cui viene attribuito un significato comunicativo.
  3. 3. COMUNICATORI SIMBOLICI <ul><li>I comunicatori che vanno sotto il nome di VOCAs (Voice Output Communication System) normalmente consentono di associare alla scelta della singola figura o simbolo, l’emissione di una parola o di una frase pre-registrata. </li></ul>
  4. 4. VOCAs BIGMACK Il BigMack è un comunicatore vocale monomessaggio. La superficie di attivazione, di 12 cm è molto ampia e può essere di diversi colori: rosso, giallo, verde o blu. Destinato a bambini con disabilità motoria estremamente severa o ad adulti che abbiano la necessitino di trasmettere ripetutamente spesso e ripetutamente un messaggio fisso (ad esempio per richiamare l'attenzione, o chiedere di cambiare posizione nel letto, etc.)., può essere attivato a pressione direttamente o collegato ad un sensore esterno. Il tempo massimo di registrazione è di 20&quot;, il microfono è integrato, il volume regolabile ed ha un feedback tattile ed acustico. Alimentazione: pila da 9V . Produttore: AbleNet Inc., U.S.A.
  5. 5. VOCAs ONESTEP Produttore: AbleNet Inc., U.S.A. Se l’utente può premere una superficie di dimensioni limitate, One-Step è la soluzione ideale. Un piccolo BigMack con le stesse funzioni, ma col vantaggio di poterne facilmente sistemare due o più vicini fra loro. Aumenterete così il numero dei messaggi a disposizione dell’utente. OneStep funziona con una pila da 9 volt. Il diametro del sensore è di cm. 10 x 11 x 8,5 di altezza. Nella confezione di One-Step troverete anche una comoda base per il fissaggio al tavolo o su qualunque altra superficie rigida. La base vi permette anche di staccare al bisogno One-Step e riposizionarlo con grande facilità. One-Step vi viene fornito con una linguetta estraibile per fissare saldamente, in modo molto semplice, due o più One-Step vicini oppure uno One-Step ed un telecomando speciale per il televisore. Potrete così comporre con estrema praticità un sistema personalizzato di comunicazione-controllo per l’utente.
  6. 6. VOCAs <ul><li>L’ alimentazione è a batterie. </li></ul>GO TALK Produttore: Attainment Company Inc. Go Talk comunicatore vocale portatile. Estremamente resistente e facile da usare. Permette la registrazione di 36 messaggi su 4 diversi livelli di 9 caselle ciascuno. E’ possibile applicare sui singoli tasti un’ etichetta simbolica alla quale far corrispondere un messaggio di 10 sec. Il tempo totale di registrazione è di 6 minuti, il volume è regolabile. Esiste nella versione a 4 caselle con celle di cm 5 x 5, a 9+, 20+ e in versione Pocket con caselle di cm 2,5x 1,3, quest’ultimo funzionante a scansione.
  7. 7. VOCAs CHATBOX Comunicatore vocale a 16 caselle che consente di associare ad ogni casella uno o più messaggi preregistrati. Si può lavorare su 4 diversi livelli, per un totale di 64 messaggi o in sequenza su due caselle ampliando notevolmente il numero di messaggi disponibile. Attivabile con pressione diretta o tramite scansione, questa prevede un feedback acustico ed uno visivo ed è regolabile da 0,1a 10 secondi, lineare o automatica. Le dimensioni ridotte lo rendono strumento facile da trasportare. I tasti nella configurazione a 16 sono di cm 2,5 x 2,5, in quella a 4 di cm 5,5 x 5,5. Il volume è regolabile. Dotato di microfono e altoparlanti interni è possibile però connettere un altoparlante esterno. L’ alimentazione è batteria ricaricabile in 8 ore. Esiste una versione con display simbolica ed alfabetica dotata di 40 caselle.
  8. 8. VOCAs TECH/TALK (1) Produttore: AMDi, USA Ausilio per la comunicazione con uscita in voce, Tech/Talk è semplicissimo e molto pratico da usare. A ciascuna delle 8 grandi caselle è possibile associare un messaggio registrato ed una immagine che ne rappresenti il significato. Le caselle sono separate fra loro da uno scudo in materiale plastico per facilitare la selezione: è sufficiente premere la superficie dei tasti per emettere il messaggio corrispondente. L’ampia dimensione delle caselle, cm. 7x7, permette un’ottima visibilità delle immagini sulla tabella e facilita la selezione dei tasti anche ad utenti con movimenti imprecisi. Una importante caratteristica di Tech/Talk sono i 6 diversi livelli di registrazione. Su Tech/Talk è infatti possibile mantanere contemporaneamente registrati 8 messaggi per 6 diverse tabelle. Facciamo un esempio: su Tech/Talk potreste registrare 8 messaggi riferiti alla scelta del cibo, 8 per intervenire in un gioco abituale che si svolge a scuola, 8 per scegliere le attività pomeridiane, e così via fino a un totale di 6 tabelle. CONTINUA…
  9. 9. VOCAS TECH/TALK (2) Tech/Talk viene fornito con una tabella cartacea vuota di 8 tasti: fotocopiandola potrete avere tante tabelle quante ve ne servono per inserire le varie immagini che comporranno le singole tabelle di comunicazione. Se possedete il programma BoardMaker, troverete nella confezione di Tech/Talk un dischetto che vi permette di creare direttamente le tabelle del formato corretto con i simboli P.C.S. Produttore: AMDi, USA Quando si desidera passare da una tabella di messaggi ad un’altra sono necessarie poche operazioni elementari: si deve ruotare la piccola manopola sul pannello posteriore, posizionandola sul livello desiderato (1, 2, 3 ...); sostituire la tabellina cartacea con le immagini sfilando quella attuale ed inserendo quella corrispondente ai messaggi del livello selezionato.
  10. 10. VOCAs TECH/SCAN 32 (1) Produttore: AMDi, USA Tech/Scan 32 possiede tutte le funzioni di Tech/Speak e vi aggiunge la possibilità di selezionare le caselle mediante sensori, con una scansione luminosa. Una piccola spia luminosa rossa è posta sul bordo di ciascuna casella: in successione le spie si illuminano una dopo l’altra e, alla pressione del sensore, verrà emesso il messaggio corrispondente alla casella che ha la spia rossa accesa in quel momento. CONTINUA ….
  11. 11. VOCAs TECH/SCAN 32 (2) Produttore: AMDi, USA Con Tech/Scan 32 i tasti possono anche essere selezionati direttamente, premendone la superficie, come avviene per il modelloTeck/Speak. Di Tech/Scan 32 esiste un solo modello che ha 6 diversi livelli di registrazione dei messaggi. Attraverso alcuni selettori posti sul pannello posteriore potrete selezionare ulteriori opzioni: associare alla scansione luminosa anche un piccolo suono; scegliere fra tre diverse velocità di scansione; scegliere fra una scansione lineare automatica (le spie rosse si illuminano in successione automaticamente -alla velocità impostata- e alla pressione del sensore si ha l’emissione del messaggio) ed una scansione manuale (ogni volta che il sensore viene premuto si illumina una casella diversa, l’assenza di pressione sul sensore per pochi secondi significa che quella è la casella desiderata e il messaggio corrispondente viene emesso automaticamente).
  12. 12. COMUNICATORI ALFABETICI La digitalizzazione del suono in un comunicatore alfabetico può essere sostituita dalla sintesi vocale.
  13. 13. Comunicatori Alfabetici <ul><li>Esistono modelli dotati di sintesi vocale e sistema di scansione con un sensore. </li></ul><ul><li>Dotato di batterie ricaricabili, ha una autonomia di circa 12 ore. </li></ul>LIGHTWRITER SL5 Comunicatore alfabetico portatile a doppio display, uno orientato verso chi scrive uno verso chi legge. Quando il messaggio è particolarmente lungo le lettere scorrono lungo il display ma è possibile farle ricomparire premendo un tasto che ripropone la frase dall’inizio. Vi è inoltre la possibilità di memorizzare alcune frasi che compaiono automaticamente sul display quando si digita la lettera alla quale sono associate. I tasti a seconda della tastiera utilizzata e dello scudo possono essere sporgenti, allo stesso livello della griglia o incassati.
  14. 14. COMUNICATORI DINAMICI
  15. 15. Comunicatori Dinamici HELPITABLET Helpitablet è un Tablet PC dotato di touchscreen, di sistema operativo XP Home ed una memoria di 4 GB. La durata delle batterie di 3 ore e la possibilità di installazione di un software che permetta la costruzione di griglie personalizzate o di una tastiera virtuale lo rendono un potente strumento di comunicazione sia simbolica che alfabetica. Sono presenti inoltre 4 tasti programmabili a cui si può associare l’apertura di altrettanti applicativi. Essendo a tutti gli effetti un PC può inoltre essere utilizzato per gestire tutti i contenuti multimediali. Il case è robusto ed impermeabile agli spruzzi. Sono presenti 2 porte USB che permettono di utilizzare il dispositivo anche a scansione con interfaccia.
  16. 16. SOFTWARE DI COMUNICAZIONE L’utilizzo di software dedicati alla comunicazione simbolica fanno raggiungere ai VOCAs il massimo della flessibilità. Tali software possono essere gestiti sia da comunicatori con display sensibile al tocco (touchscreen) sia da comuni portatili (particolarmente adatti allo scopo sembrano i recenti tablet PC).
  17. 17. SOFTWARE DI COMUNICAZIONE La Mayer-Johnson produce, ad esempio, Speaking Dynamically, distribuito in Italia da Auxilia. Il software permette di creare tabelle di comunicazione aumentativa con uscita in sintesi vocale o con file audio digitalizzato. Il programma consente anche di comunicare in forma scritta con tabelle alfabetiche. La composizione dei messaggi può essere semplificata da funzioni di predizione lessicale e di espansione delle abbreviazioni. Le frasi possono comunque contenere sia simboli che testo. È possibile far sì che le singole parole del messaggio vengano evidenziate durante la lettura da parte del sintetizzatore vocale. Il programma può inoltre lanciare altro software da una tabella e incorporare filmati QuickTime. Le celle possono essere ingrandite una ad una per chi ha problemi di vista. La selezione può avvenire a scansione con feedback visivo e/o sonoro. Un centinaio di tabelle esemplificative corredano il software. I metodi di accesso alle tabelle possono andare dall’uso di un dispositivo a puntamento (mouse, trackball, touchscreen, …) alla tastiera alternativa o alla scansione. “ SPEAKING DYNAMICALLY”
  18. 18. SOFTWARE DI COMUNICAZIONE <ul><li>“ COMUNICA” </li></ul><ul><li>Easylabs produce un software originale, Comunica, per la definizione e l’utilizzo di tabelle di comunicazione. Ogni singola cella di una tabella può essere associata: </li></ul><ul><li>A una immagine; </li></ul><ul><li>A un suono digitalizzato; </li></ul><ul><li>All’esecuzione di una determinata azione; </li></ul><ul><li>A una sotto-tabella. </li></ul><ul><li>Per facilitare il più possibile il suo utilizzo, Comunica prevede diversi dispositivi di ingresso e modalità di funzionamento a scansione, configurabili per ogni particolare esigenza. I dispositivi di ingresso utilizzabili sono tastiera, mouse, trackball, schermo sensibile alla pressione, dispositivi di puntamento con il capo, tastiere alternative, sensori speciali. </li></ul>
  19. 19. SOFTWARE DI COMUNICAZIONE “ CLICKER4” (1) Software aperto che permette di creare tabelle a video con immagini e suoni e parole. Di facile programmazione e di grandi potenzialità, questo software può essere utilizzato come sistema di comunicazione e per la creazione di esercizi didattici altamente personalizzati. La possibilità di inserire all’interno delle celle, del testo, suoni ed immagini, rende questo programma un potente strumento per attirare l’attenzione di studenti con difficoltà attentive. (continua …)
  20. 20. SOFTWARE DI COMUNICAZIONE “ CLICKER4” (2) Dotato di scansione regolabile nei tempi e nelle modalità e con feedback acustico, può essere utilizzato anche con persone gravemente compromesse da un punto di vista motorio. Fornito di un suo foglio di scrittura può essere interfacciato anche ad altri documenti di testo, ai quali è possibile inviare solo il testo, il testo e l’immagine o solo l’immagine. Inoltre alle singole celle possono essere associati anche comandi per aprire ulteriori applicativi. La possibilità di associare alle celle ulteriori tabelle permette di creare una struttura ad albero particolarmente utile in contesti comunicativi. Per collegare i sensori esterni è necessario un adattatore non fornito con il software.
  21. 21. SOFTWARE DI COMUNICAZIONE Potente software di comunicazione The Grid si basa sulla possibilità di creare facilmente tabelle di comunicazione con simboli, parole o frasi. Dotato di biblioteche di immagini può essere utilizzato come comunicatore simbolico, testuale o come semplice tastiera virtuale. Griglie personalizzate per programmi specifici quali Word, Outlook, Internet Explorer e griglie configurate per i programmi più popolari sono già disponibili sul CD di installazione. “ THE GRID” (1) Le singole celle sono altamente personalizzabili sia nei colori, nel font, nelle dimensioni dell'immagine e nel gap tra le celle. Un’opzione di stampa degli overlays ne permette l’ utilizzo con i tradizionali comunicatori a voce digitalizzata.
  22. 22. SOFTWARE DI COMUNICAZIONE La presenza di un sistema di predizione di parola permette all’utente con difficoltà motorie di velocizzare la scrittura.. “ THE GRID” (2) Supporta tutte le sintesi vocali che utilizzano l'interfaccia SAPI inclusa la Loquendo o la Realspeak, la sintesi Infovox e la Dolphin La possibilità del controllo a scansione supporta fino a 8 sensori e l’interfaccia con alcuni sistemi di domotica lo rendono strumento particolarmente utile per il controllo ambiente anche in presenza di persone con gravi disabilità motorie. Inoltre è compatibile con la maggior parte dei telecomandi IR. (il telecomando ad infrarossi Gewa Prog può essere programmato direttamente dal programma).
  23. 23. <ul><li>GRAZIE PER L’ATTENZIONE PRESTATA. </li></ul><ul><li>BUON LAVORO!!! </li></ul>

×