Itclub Statuto Rev2

333 views

Published on

Bozza statuto It Club FVG

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
333
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
44
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Itclub Statuto Rev2

  1. 1. IT Club FVGSTATUTOCostituzione e denominazioneArt 1 E’ costituita in Udine una libera associazione privata, apartitica, apolitica, aconfessionale priva di fini di lucro, denominata “IT Club FVG”.Art 2 Il Club ha sede presso l’Associazione degli Industriali di Udine – Largo Carlo Melzi n.2, Udine e ha durata indeterminata.Art 3 Il Club si propone di:  porsi come promotore di una cultura associativa tra coloro che ricoprono ruoli di responsabilità in ambito informatico all’interno delle aziende;  promuovere la conoscenza, la formazione e la collaborazione tra i Soci, obiettivi finalizzati al raggiungimento di una rinnovata interpretazione della funzione informatica aziendale;  sviluppare una struttura informativa preferenziale capace di offrire ai Soci un canale d’accesso ad informazioni e nuove tecnologie applicate in campo informatico;  promuovere la collaborazione con enti e associazioni, italiane e straniere, che perseguono finalità analoghe;  promuovere iniziative volte a diffondere e approfondire temi legati all’informatica in azienda  realizzare iniziative associative, culturali e professionali finalizzate al raggiungimento degli obiettivi preposti.Soci e quota associativaArt. 4 Possono essere soci le persone fisiche e giuridiche che, condividendone gli scopi e le finalità, chiedono di farne parte, a mezzo di idonea richiesta scritta indirizzata al Consiglio direttivo, a fronte del versamento della quota sociale e che rivestono ruoli aziendali di responsabilità in campo informatico, consulenti, docenti ed esperti nell’ambito delle tecnologie informatiche. La qualità di Socio non può essere assunta da coloro che operano in aziende attive nel campo della commercializzazione di beni e/o servizi informatici. Per consentire a quest’ultimi di partecipare alle attività del Club finalizzate allo sviluppo di nuove implementazioni e tecnologie informatiche, viene riconosciuta la figura del Socio Uditore.Art. 5 Lammissione dei soci ordinari e uditori decorre dalla data della deliberazione del Consiglio direttivo che esamina le domande degli aspiranti soci ed è condizionato alla presentazione dell’apposito modulo e versamento della quota di adesione associativa. Contro il diniego alliscrizione tra i soci è ammesso ricorso allAssemblea dei soci che decide sullargomento nella prima riunione convocata. I soci hanno il dovere di osservare il presente statutoArt. 6 La quota associativa, sia per Soci che per Soci uditori, viene determinata annualmente dal Consiglio Direttivo.Art.7
  2. 2. Condizioni per la perdita della qualità di Socio e Socio Uditore sono da considerarsi: dimissioni, sopravvenuta mancanza dei requisiti per diventare socio, mancato versamento della quota annuale, decesso ed, in estremo caso, per esclusione decisa dal consiglio Direttivo. Contro la delibera di esclusione è ammesso ricorso allAssemblea dei soci, entro trenta giorni dal ricevimento della comunicazione. La perdita della qualità di Socio non esonera dal pagamento delle quote associative precedentemente scadute. La quota associativa, sia per Soci che per Soci uditori, viene determinata annualmente dal Consiglio Direttivo.Art. 7bis I soci ordinari sono tenuti al versamento di una quota associativa annuale; la quota associativa è annuale, non è trasferibile, non è restituibile in caso di recesso, di decesso o diperdita della qualità di aderente, non è patrimoniale e non è soggetta a rivalutazione. Ogni socio ha il diritto:  di partecipare alle Assemblee (se in regola con il pagamento del contributo) e di votare direttamente o per delega;  di conoscere i programmi con i quali lassociazione intende attuare gli scopi sociali;  di partecipare alle attività promosse dallassociazione;  di usufruire di tutti i servizi dellassociazione;  di dare le dimissioni in qualsiasi momento. Ogni socio è obbligato:  ad osservare le norme del presente statuto, del regolamento nonché le deliberazioni adottate dagli organi di amministrazione;  a versare la quota annuale stabilita dallAssemblea;  a svolgere le attività preventivamente concordate;  a mantenere un comportamento conforme alle finalità dellassociazione. Con esclusione dei soci uditori, tutti i soci maggiorenni ed in regola con il pagamento delle quote associative hanno diritto allelettorato attivo e passivo per il rinnovo delle cariche sociali.Il patrimonioArt. 7ter Le risorse economiche dellassociazione sono costituite da:  contributi;  donazioni e lasciti;  rimborsi;  ogni altro tipo di entrate. I contributi degli aderenti sono costituiti dalle quote di associazione annuale, stabilite dal Consiglio direttivo e da eventuali contributi straordinari stabiliti dallassemblea, che ne determina lammontare.
  3. 3. Le elargizioni in danaro, le donazioni e i lasciti, sono accettate dallassemblea, che delibera sulla utilizzazione di esse, in armonia con finalità statuarie dellorganizzazione. E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.Organi associativiArt. 8 Lanno sociale decorre dal 1 gennaio al 31 dicembre. Gli organi associativi sono:  Il Presidente  Il Consiglio direttivo  Il Comitato tecnico  L’Assemblea dei sociArt. 9 Tutte le cariche sociali sono gratuite.
  4. 4. Organi associativi – Assemblea ordinariaArt. 10 L ‘Assemblea ordinaria elegge il Consiglio Direttivo; costituisce luogo di confronto atto ad assicurare la corretta gestione dellAssociazione attraverso la partecipazione di tutti i soci deve essere convocata almeno una volta nel corso dell’anno sociale per consentire la valutazione della relazione inerente l’attività svolta durante lanno sociale precedente, nonché i programmi relativi lesercizio successivo, affinché questi possano essere sottoposti alla valutazione del Consiglio Direttivo; e da considerarsi regolarmente costituita nel caso in cui sia presente almeno metà dei soci in prima convocazione, ed, in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei soci convenuti; delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti e, nel caso di parità di espressioni, dovrà considerarsi determinante il voto del Presidente dellAssemblea. LAssemblea ordinaria ha i seguenti compiti:  eleggere il Comitato direttivo;  approvare il documento di programmazione economica ed il rendiconto economico;  approvare limporto annuale delle quote associative,  determinare annualmente le linee di sviluppo delle attività dellAssociazione,  approvare la relazione annuale sulle attività;  approvare i verbali delle proprie sedute.Art. 11 LAssemblea deve essere convocata, con almeno quindici giorni di anticipo dalla data delladunanza, dal Consiglio Direttivo mediante comunicazione diretta ai soci contenente lordine del giorno. Possono intervenire allAssemblea esclusivamente i soci effettivi in regola con il pagamento delle quote associative. Ogni socio ha diritto ad un voto e, per delega scritta, può rappresentare non più di tre soci. Per le votazioni, è consentito luso della posta elettronica. I soci uditori non hanno diritto di voto ma possono disporre di voti per delega. LAssemblea e presieduta dal Presidente o, in sua assenza, da persona da lui designata. Il Presidente uscente fa parte integrante del nuovo Consiglio Direttivo con diritto di voto.Organi associativi – Consiglio direttivoArt. 12 LAssociazione e amministrata da un Consiglio Direttivo composto da 6 componenti eletti dallAssemblea ordinaria. I consiglieri permangono in carica due anni e sono rieleggibili. Qualora nel biennio venissero a mancare uno o più Consiglieri, il Consiglio può provvedere alla loro sostituzione per cooptazione. Il Consiglio Direttivo può considerare dimissionario il Consigliere che non partecipa alle sedute consiliari per 3 volte consecutive in maniera ingiustificata. Componente di diritto del Consiglio Direttivo e un rappresentante designato dalla Sezione Informatica dell’Associazione Industriali di Udine. Un rappresentante designato dal Consorzio Friuli Innovazione è invitato alle riunioni del Consiglio direttivo in qualità di Socio Uditore. (da valutare)
  5. 5. Art. 13 Il Consiglio Direttivo:  predispone gli atti da sottoporre allassemblea;  formalizza le proposte per la gestione dellAssociazione;  elabora il rendiconto economico;  elabora il documento di programmazione economica ed il programma di attività da realizzare;  predispone la determinazione della quota annuale da versare da parte dei soci.  provvede alla normale amministrazione del Club, attuando i fini sociali e le delibere dellAssemblea;  nomina, al suo interno, il Presidente a maggioranza di 2/3;  costituisce Commissioni tecnico-scientifiche ogni qualvolta ne venga ravvisata la necessità, determinandone il numero e gli scopi;  ha il compito di esprimere giudizi di ammissibilità dei nuovi soci e verifica la conformità degli aderenti in base allart. 4 dello Statuto. Il Consiglio direttivo può essere revocato dallAssemblea dei soci con il voto favorevole di almeno 2/3 dei soci in regola con il versamento delle quote sociali e con le modalità stabilite nel regolamento di amministrazione. Il Consiglio Direttivo uscente ha l’onere di predisporre una lista di candidati preposti al nuovo Consiglio Direttivo da proporre allAssemblea per la votazione.Organi associativi - PresidenteArt . 14 Il Presidente rappresenta il Club nei confronti dei terzi; presiede il Consiglio Direttivo e le Assemblee dei Soci. Il Presidente viene eletto dal Consiglio direttivo, nella seduta di insediamento a maggioranza di 2/3 dei voti dei presenti, tra i membri del Consiglio direttivo medesimo. La seduta di insediamento è presieduta dal Consigliere più anziano di età. Il Presidente dura in carica 2 anni. Il Presidente convoca e presiede il Consiglio direttivo e lAssemblea dei soci, sottoscrive gli atti di amministrazione e la corrispondenza dellAssociazione; può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedere agli incassi previa deliberazione favorevole del Consiglio direttivo. Il Presidente del Consiglio direttivo ha la rappresentanza legale dellassociazione di fronte a terzi ed in giudizio. Spetta al Presidente:  determinare lordine del giorno delle sedute del Consiglio direttivo e dellAssemblea dei soci;  convocare e presiedere le adunanze del Consiglio direttivo;  curare lesecuzione delle deliberazioni del Consiglio direttivo;  convocare e presiedere lAssemblea dei soci;  sviluppare ogni attività finalizzata al conseguimento degli scopi istituzionali dellAssociazione;  esercitare la sorveglianza sullandamento morale ed economico dellistituto;  assumere, nei casi durgenza ed ove non sia possibile una tempestiva convocazione del Consiglio direttivo, i provvedimenti indifferibili ed indispensabili al corretto funzionamento dellassociazione sottoponendo gli stessi alla ratifica del Consiglio
  6. 6. direttivo medesimo entro il termine improrogabile di 30 (trenta) giorni dalla data diassunzione del provvedimento.
  7. 7. Organi associativi - Comitato tecnicoArt. 15 Il comitato tecnico è formato da tre soci eletti dall’assemblea dei soci e dal Presidente. Membri del comitato possono essere sia soci effettivi che soci uditori. Il Consiglio direttivo ha facoltà di proporre all’assemblea i candidati scelti tra i soci. Il Comitato tecnico ha durata annuale con mandato rinnovabile. Compiti del Comitato tecnico sono:  proporre e valutare temi ed argomenti da approfondire nel corso degli incontri;  farsi promotore di eventi volti a perseguire lo scopo sociale e diffondere la cultura informatica  attivarsi per contattare esperti che possano partecipare agli incontri per apportare un contributo alla discussione sui temi di volta in volta trattatiModifiche allo StatutoArt. 16 Le proposte di modifica allo statuto devono essere presentate allAssemblea dei soci almeno 30 giorni prima della data della sua adunanza e devono essere sottoscritte da non meno del 10% dei soci aventi diritto di voto oppure da uno degli organi sociali. Le relative deliberazioni sono approvate dallAssemblea straordinaria con la presenza di almeno tre quarti dei soci e il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Lo scioglimento e quindi la liquidazione dellassociazione può essere proposto dal Consiglio Direttivo e approvato, con il voto favorevole di almeno tre quarti dei soci, dallAssemblea straordinaria dei soci convocata con specifico ordine del giorno. Il patrimonio residuo dellente deve essere devoluto ad altra organizzazione non lucrativa di utilità sociale con simile scopo associativo o a fini di pubblica utilità

×