Il Cowo e la Legge.

16,248 views

Published on

Intervento dell'avv. Dimalta al Coworking Camp 2010 relativo agli aspetti normativi legati al coworking: regolamenti, permessi, requisiti, ecc...

Published in: Business

Il Cowo e la Legge.

  1. 1. Il Cowo e la Legge. Avvocato Davide Dimalta - Studio Legale DiMalta - Milano Coworking Camp 2010 - Milano, 17 aprile
  2. 2. Requisiti. <ul><li>Ambienti con destinazione d’uso adeguata </li></ul><ul><li>Conformità normative di sicurezza negli ambienti di lavoro, Legge n. 81/2008 Consigliabile: </li></ul><ul><li>Polizza assicurativa furto e infortuni (circa 250 euro/anno) </li></ul>
  3. 3. Contratti di utilizzo postazione. <ul><li>Normativa privacy (consenso trattamento dati) </li></ul><ul><li>Rispetto privacy altrui e adeguato comportamento </li></ul><ul><li>Assunzione di responsabilità rispetto eventuali danni </li></ul><ul><li>Impegno a non navigare siti illegali </li></ul><ul><li>Divieto attività illecite </li></ul><ul><li>Divieto sede legale </li></ul>
  4. 4. Aspetti immobiliari. <ul><li>Il coworking non è locazione, ma utilizzo di struttura In caso di consegna delle chiavi: </li></ul><ul><li>Comunicazione alla questura “modulo cessione fabbricato” fornito da Cowo su richiesta </li></ul><ul><li>Verifica che l’eventuale contratto d’affitto non vieti il subaffitto </li></ul><ul><li>Informazione al proprietario dei locali </li></ul>
  5. 5. Permessi necessari. <ul><li>Richiesta semplice alla questura (modulo fornito da Cowo all’affiliazione), con silenzio assenso dopo 60 giorni </li></ul><ul><li>In caso di richiesta di ulteriori documenti da parte della questura, è possibile dover iniziare un iter formale di richiesta Questo in relazione al decreto legge Pisanu del 27 luglio 2005 n. 144 </li></ul>
  6. 6. Il decreto Pisanu. <ul><li>Art. 6 A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 31 dicembre 2007 e' sospesa l'applicazione delle disposizioni di legge, di regolamento o dell'autorità amministrativa che prescrivono o consentono la cancellazione dei dati del traffico telefonico o telematico (...) e gli stessi, esclusi comunque i contenuti delle comunicazioni, e limitatamente alle informazioni che consentono la tracciabilità degli accessi, nonche', qualora disponibili, dei servizi, debbono essere conservati (...) dai fornitori di una rete pubblica di comunicazioni o di un servizio di comunicazione elettronica accessibile al pubblico Le predette imprese adottano tutte le necessarie misure affinche' venga garantita l' acquisizione dei dati anagrafici riportati su un documento di identità , nonche' del tipo, del numero e della riproduzione del documento presentato dall'acquirente, ed assicurano il corretto trattamento dei dati acquisiti.». </li></ul><ul><li>Art. 7 Chiunque intende aprire un pubblico esercizio o un circolo privato di qualsiasi specie, nel quale sono posti a disposizione del pubblico, dei clienti o dei soci apparecchi terminali utilizzabili per le comunicazioni, anche telematiche, deve chiederne la licenza al questore . http://www.camera.it/parlam/leggi/05155l.htm </li></ul>
  7. 7. Come tracciare gli accessi web. <ul><li>Proxy server + software dedicato (per esempio http://www.internetpointsoftware.it /) </li></ul><ul><li>Router con registrazione dei MacAddress di ogni coworker e impostato per inviare un report via mail all’amministratore </li></ul><ul><li>Soluzione proposta... all’intervento successivo </li></ul>
  8. 8. Protezione dati nell’ufficio sede di coworking. <ul><li>Occorre garantire che la riservatezza dei dati all’interno dell’ufficio sia protetta, a livello “fisico” e a livello di rete informatica </li></ul><ul><li>Livello fisico: i documenti sensibili debbono essere custoditi sotto chiave </li></ul><ul><li>Livello rete informatica: i coworker non devono avere accesso alla rete nomalmente usata dall’ufficio ospitante (rete separata) </li></ul>
  9. 9. Legge sicurezza 81/2008. <ul><li>In caso di limitato numero di postazioni di coworking: Non sorge alcun obbligo specifico dall’attività di coworking: la corretta applicazione di queste normative da parte dell’ufficio ospitante si estende ai coworker </li></ul><ul><li>In caso di elevato numero di postazioni di coworking: Può rendersi necessaria una revisione del Piano di sicurezza, in quanto si altera la situazione di utilizzo degli ambienti La valutazione è di pertinenza del responsabile sicurezza http://www.parlamento.it/leggi/deleghe/08081dl.htm </li></ul>
  10. 10. Grazie. Studio Legale Dimalta - Milano - www.studiolegaledimalta.it

×