Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Consumer memorandum 2012 n.12 quater

243 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Consumer memorandum 2012 n.12 quater

  1. 1. CONSUMER MEMORANDUM Newsletter a cura di ASSOCIAZIONE CONSUMATORI PIEMONTE Anno 3° - Numero 12 quater - Dicembre 2012 NUMERO SPECIALE TUTELA DEL TURISTANel periodo natalizio crescono le occasioni di viaggio. Può essere utile, quindi, soffermarsi sualcune problematiche che interessano i turisti.Di seguito una carrellata degli eventi più ricorrenti e delle problematiche collegate.RITARDI O ANNULLAMENTI VIAGGIUno degli inconvenienti che si presenta con maggior frequenza è la cancellazione od il ritardo delviaggio.In questi casi il recente Codice del Turismo (allegato al decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79)stabilisce che: ART. 42 (Diritti del turista in caso di recesso o annullamento del servizio)1. Quando il turista recede dal contratto nei casi previsti dagli articoli 40 e 41, o il pacchettoturistico viene cancellato prima della partenza per qualsiasi motivo, tranne che per colpa delturista, questi ha diritto di usufruire di un altro pacchetto turistico di qualità equivalente osuperiore senza supplemento di prezzo o di un pacchetto turistico qualitativamente inferiore,previa restituzione della differenza del prezzo, oppure gli é rimborsata, entro sette giornilavorativi dal momento del recesso o della cancellazione, la somma di danaro già corrisposta.2. Nei casi previsti dal comma 1 il turista ha diritto ad essere risarcito di ogni ulteriore dannodipendente dalla mancata esecuzione del contratto.3. Il comma 2 non si applica quando la cancellazione del pacchetto turistico dipende dal mancatoraggiungimento del numero minimo di partecipanti eventualmente richiesto ed il turista sia statoinformato in forma scritta almeno venti giorni prima della data prevista per la partenza, oppure dacausa di forza maggiore, escluso in ogni caso leccesso di prenotazioni.
  2. 2. MANCATO O INESATTO ADEMPIMENTO DEL PACCHETTO TURISTICOIn questi casi il Codice del Turismo stabilisce che: ART. 43 (Mancato o inesatto adempimento)1. Fermo restando gli obblighi previsti dallarticolo 42 in caso di mancato o inesatto adempimentodelle obbligazioni assunte con la vendita del pacchetto turistico, lorganizzatore e lintermediariosono tenuti al risarcimento del danno, secondo le rispettive responsabilità. Si considerano inesattoadempimento le difformità degli standard qualitativi del servizio promessi o pubblicizzati.2. Lorganizzatore o lintermediario che si avvale di altri prestatori di servizi é comunque tenuto arisarcire il danno sofferto dal turista, salvo il diritto di rivalersi nei loro confronti.COME COMPORTARSIÉ utile verificare non appena giunti a destinazione se le caratteristiche della struttura sono idonee econformi al contratto di viaggio e a quanto promesso e indicato nei materiali pubblicitari opromozionali eventualmente ricevuti prima della prenotazione.Il reclamo immediato in loco (in forma scritta se quella orale non è risolutiva) è il modo miglioreper tentare di risolvere subito il problema.Se non dovesse avere successo raccomandiamo di raccogliere unadeguata documentazionefotografica e eventuali testimonianze scritte di altri turisti con problemi analoghi (se il problema ècomune può essere più efficace e più rapido fare sottoscrivere un unico reclamo) per poter inoltrareformalmente la richiesta di risarcimento una volta tornati a casa. È necessario inviare il reclamoentro i 10 giorni dal rientro.IL DANNO DA VACANZA ROVINATAÈ disciplinato dall’’articolo 47 del Codice del Turismo: ART. 47 (Danno da vacanza rovinata)1. Nel caso in cui linadempimento o inesatta esecuzione delle prestazioni che formano oggettodel pacchetto turistico non sia di scarsa importanza ai sensi dellarticolo 1455 del codice civile, ilturista può chiedere, oltre ed indipendentemente dalla risoluzione del contratto, un risarcimentodel danno correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed allirripetibilità delloccasioneperduta.La quantificazione concreta del danno da vacanza rovinata non è ovviamente determinabile perlegge e in caso di mancato accordo tra le parti sarà il giudice a determinarla.
  3. 3. SMARRIMENTO O RITARDATA CONSEGNA BAGAGLIUno dei peggiori disagi cui possono incorrere i viaggiatori è lo smarrimento del bagaglio nel corsodei viaggi aerei.Il consumatore deve sapere che è opportuno non imbarcare oggetti di pregio o di particolare valore,in quanto le condizioni generali di trasporto nella maggior parte dei casi escludono la risarcibilità didanni legati alla perdita della merce imbarcata nella stiva dellaereo.Le convenzioni internazionali vigenti in materia seguono criteri diversi di quantificazione deldanno, ma stabiliscono che sia dovuto al viaggiatore un indennizzo commisurato al peso delbagaglio e non al valore.In fase di check in è tuttavia possibile fare una “Dichiarazione di maggior valore” pagando unsupplemento, che sarà commisurato al valore dichiarato. In pratica si sottoscrive una assicurazionesul bagaglio. Di norma anche sui bagagli assicurati è previsto un limite al risarcimento, indicatosulla dichiarazione stessa.Sia in caso di perdita che in caso di ritardata consegna del bagaglio sarà possibile chiedere ilrimborso dei beni di prima necessità acquistati durante la vacanza. La perdita o la ritardataconsegna del bagaglio possono anche dar luogo ad un caso di vacanza rovinata con ulteriorediritto di risarcimento a favore del turista. la newsletter sulla Tutela del turista è realizzata con il contributo dellaCamera di commercio industria artigianato e agricoltura di Torino ASSOCIAZIONE CONSUMATORI PIEMONTE Torino (sede nazionale) Tel. 011 4366566 – (sede provinciale) Tel. 011 4544363 Associazione Consumatori Piemonte è anche presente in Liguria (Genova - Tel. 010 2464497) Lombardia (Pavia - Tel. 331 9358564) Marche (Macerata - Tel. 0733 283726) Piemonte (Alessandria - Tel. 0131 341120; Biella - Tel. 015 8461457; Asti - Tel. 0141 598007; Vercelli - Tel. 0161 211943) Sardegna (Sassari - Tel. 079 2028053) Trentino Alto Adige (Trento - Tel. 0461 914230) Valle dAosta (Aosta - Tel. 0165 230074) Veneto (Venezia Mestre - Tel. 041 5044268)

×