Responsabilità sociale e scenario globale

555 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
555
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
174
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Responsabilità sociale e scenario globale

  1. 1. Modulo di adesione ( CSR 16152)La partecipazione al convegno è gratuita ma per motiviorganizzativi è preferibile preiscriversi inviando il presentemodulo di adesione alla segreteria organizzativa allo0444 994710 o alla mail cacciavillan@cpv.org entro mercoledì12 ottobre 2011. Cognome Nome Città Cap S O T T O Via n˚ PS A SO Tel. Fax e-mail CF/ P.IVA AziendaInformativa ai sensi del D. LGS. N. 196/2003 (Privacy)Ai sensi del D. LGS. N. 196/2003 Sede del convegnoLa informiamo che il trattamento delle informazioni che La riguardano Modulo di adesione Fiera di Vicenzasarà improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza e di tutela Fiera di Vicenza è a 400 metri dal casello Vicenza Ovestdella Sua riservatezza e dei Suoi diritti. In conformità all’art.13 di tale dell’Autostrada A4 Venezia - Milano.Codice, Le forniamo le seguenti informazioni:1. I dati da Lei forniti verranno trattati per nalità di invio di documen-tazione relativa all’attività del Centro Produttività Veneto.2. Il trattamento sarà effettuato con le seguenti modalità: a mano e/o CONVEGNOvia posta e/o via e-mail.3. Il conferimento dei dat i relativi a nome, cognome, indirizzo, codice Responsabilità socialefiscale, recapito telefonico è obbligatorio al fine di usufruire del serviziodi informazione/formazione richiesto e l’eventuale rifiuto a fornire e scenario globaletali dati potrebbe comportare la mancata o parziale esecuzione delservizio fornito dal Centro Produttività. Il conferimento dei dati relativiall’indirizzo di posta elettronica è facoltativo ed ha scopo di permetterealla Fondazione di informarLa ed aggiornarLa sulle attività del CentroProduttività e sui servizi offerti. Venerdì 14 ottobre 2011, ore 15.30 presto il mio consenso nego il mio consenso.4. I dati non saranno comunicati ad altri soggetti, nè saranno oggetto Fiera di Vicenza, Via dell’Oreficeria 16di diffusioneLa informiamo inoltre che ai sensi dell’art. 7 del D. LGS. 196/2003, Lei Sala Trissinohail diritto di conoscere, aggiornare, rett o cancellare i Suoi dati ovveroopporsi all’utilizzo degli stessi, se trattati in violazione della legge. Iltitolare è la Fondazione Giacomo Rumor CPV, presso la sede operativadi Vicenza, Via E. Montale 27. Organizzazione e coordinamento: Sportello CSR Data Fondazione Giacomo Rumor - Centro Produttività Veneto (CPV) Via E. Montale 27, 36100 Vicenza Tel. 0444 994700, Fax. 0444 994710 Firma/Timbro E-mail: cacciavillan@cpv.org Web: www.cpv.org
  2. 2. Presentazione ProgrammaCon questo convegno Fondazione Giacomo Rumor tese a rafforzare la collaborazione tra PCN, a risolvere 15.00Centro Produttività Veneto (CPV) e Fiera di Vicenza talune particolari fattispecie complesse, ad assicurare Registrazione partecipantiintendono proporre alle imprese e alle organizzazioni maggior trasparenza e determinatezza.venete un momento di informazione e di confronto sul 15.30tema della responsabilità sociale con uno sguardo allo Saluto di benvenuto ed introduzione ai lavori Le Linee Guida UNI-ISO 26000 sono invece uno Corrado Facco, Direttore Generale Fiera di Vicenzascenario internazionale. standard di riferimento per tutte le organizzazioni. Dal 2005 al 2010, esperti provenienti da più di 90 Paesi e Le Linee Guida dell’OCSE per le impreseL’evento è organizzato in collaborazione con la Fonda- 40 organizzazioni internazionali impegnate in differenti multinazionalizione per la Diffusione della Responsabilità Sociale delle aspetti della responsabilità sociale, si sono incontrati Ludovica Agrò, Responsabile Segretariato Punto di Contattoimprese e Unioncamere del Veneto ed ha lo scopo di sotto la guida dell’ISO per definire uno standard che Nazionale del Ministero dello Sviluppo Economicoillustrare le Linee Guida condivise in ambito OCSE avesse lo scopo di condividere il significato di respon-per le imprese, recentemente aggiornate, e la norma sabilità sociale e di dare delle indicazioni pratiche. E’ Le Linee Guida UNI-ISO 26000 “Responsabilità SocialeUNI-ISO 26000 “Guida alla responsabilità sociale”, stata quindi pubblicata la versione in lingua italiana delle organizzazioni”con i protagonisti che hanno partecipato, in rappre- della norma UNI ISO 26000 “Guida alla responsabilità Ornella Cilona, Presidente Commissione Tecnica UNI – Re-sentanza dell’Italia, al Tavolo di lavoro in ambito ISO. sponsabilità Sociale delle Organizzazioni sociale”, che entra così a far parte a pieno titolo del corpus normativo nazionale, subito adottata come L’impegno italiano nella diffusione della responsabilitàLe Linee Guida formulate dall’OCSE sono un corpo norma UNI, stante la rilevanza del tema per il mercato. sociale delle organizzazionidi principi e raccomandazioni non vincolanti che ogni Le organizzazioni, sia pubbliche che private, stanno Alfredo Ferrante, Direzione Generale per l’Inclusione e le Poli-Paese firmatario della “Dichiarazione OCSE sugli inve- acquisendo sempre maggior consapevolezza della tiche sociali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Socialistimenti internazionali e le imprese multinazionali” necessità e dei vantaggi di adottare un comportamento(tra cui l’Italia) si impegna a promuovere presso le im- socialmente responsabile. Le relazioni di mercato alla luce della ISO 26000prese, affinché adottino comportamenti responsabili Pia Valota, Coordinatrice ASECO “Alliance of Social and Eco-nell’ambito delle loro attività, attraverso un proprio Pun- logical Consumer Organisations”to di Contatto Nazionale. Negli ultimi anni la comunitàinternazionale ha visto modelli nuovi e più complessi di ISO 26000 e sviluppo sostenibile Manlio De Silvio, Project Manager Fondazione per la Diffusio-produzione e consumo, proprio mentre soffre una crisi ne della Responsabilità Sociale delle Impresefinanziaria ed economica, accompagnata spesso dallaperdita di fiducia nei mercati aperti; da qui la necessità In collaborazione con: Regione Veneto e Unioncamere del Veneto: insieme perdi individuare ed applicare standard elevati di condotta la Responsabilità Sociale d’Impresaimprenditoriale responsabile. Gian Angelo Bellati, Direttore Unioncamere del VenetoI 42 governi firmatari delle Linee Guida, in occasione L’uomo al centro: un impegno personale e collettivodella Conferenza Ministeriale per il 50° svoltasi lo Matteo Cielo, Imprenditore e Direttore tecnico San Matteoscorso mese di maggio, hanno adottato la versione Spa - Delegato per la CSR di Confindustria Vicenzaaggiornata, a seguito di una vasta consultazione, per Ore 17.30aumentare la rilevanza di questo strumento e chiarire Dibattitola responsabilità del settore privato. Tra gli aspetti qua-lificanti dell’aggiornamento segnaliamo in particolare il Conclusioniforte richiamo al rispetto dei diritti umani e del legame Elena Donazzan, Assessore Politiche dell’Istruzione e del Lavorodi questi con i diritti dei lavoratori, la responsabilità Regione del Venetodell’impresa al controllo della catena di fornitura e neiconfronti degli stakeholders, il rafforzamento della lotta Moderaal lavoro forzato e minorile, nonché importanti inno- Antonio Girardi, Direttore - Fondazione Giacomo Rumor -vazioni nella procedura per la gestione delle istanze, Centro Produttività Veneto (CPV)

×