Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti

344 views

Published on

Con gli smartphone durante il giorno scorriamo spesso la timeline di facebook o di twitter o leggiamo un giornale online o cartaceo, guardiamo la tv, ascoltiamo chi ci circonda: abbiamo a disposizione davvero tante informazioni.

In questo contesto, come ci orientiamo?
Per scegliere quali notizie leggere o approfondire seguiamo delle linee guida come l'argomento trattato, il titolo dell'articolo o l'autore. Tra tutte queste notizie ci sono anche quelle che parlano di scienza. Per divulgarle e condividerle, è necessario che abbiano alcune caratteristiche importanti.

La notizia scientifica deve basarsi su fonti certificate con alla base uno studio accettato, meglio se indicato nel testo con un link alla ricerca.
Per come si presenta, non deve essere sensazionalistica, quindi diffidiamo da titoli come "un asteroide sfiorerà la terra" o "trovata la cura per il cancro" (nel primo caso, sicuramente ci separano dall'asteroide tanti e tanti chilometri, nel secondo caso, la ricerca scientifica ha bisogno di anni di studi e ricerche). Ci rendiamo conto di questo linguaggio poco preciso quando andiamo a leggere l'articolo e troviamo verbi al condizionale che sostituiscono quelli all'indicativo usati nel titolo o riferimenti a studi futuri.
Infine, la notizia scientifica deve catturare l'attenzione, ma con cautela. Titolo, immagini e testi devono essere in linea con il testo, corretti e non devono banalizzare, sempre a seconda del tema trattato.

Purtroppo non sempre abbiamo modo di controllare tutti questi elementi perché non abbiamo tempo, o non conosciamo bene l'argomento e quindi dovremmo studiarlo prima di condividerlo. In questi casi è bene far riferimento a delle fonti affidabili come Science e Nature o Scientific American e Le Scienze.

Vista la grande diffusione delle reti social, queste riviste sono presenti online con i loro portali e anche su twitter e facebook per una divulgazione a 360 gradi.

Restando su twitter, alcuni esempi di comunicazione scientifica divertente, che consentono di raggiungere diverse tipologie di pubblico, possono essere @_bioengineer, @beatricebiology e @SciencePorn.

Ad ogni modo, ogni volta che abbiamo dubbi ricordiamoci sempre di seguire il nostro cervello, non il cuore!

Published in: Science
  • Be the first to comment

Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti

  1. 1. Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti Concetta Lapomarda conclapo
  2. 2. Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti conclapo Bari 22.05.2015
  3. 3. Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti conclapo Bari 22.05.2015 designedbyFreepik.com
  4. 4. Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti conclapo Bari 22.05.2015 BASARSI SU FONTI CERTIFICATE DEVE CATTURARE L'ATTENZIONE DEL LETTORE, MA CON CAUTELA TITOLO NON SENSAZIONALISTICO
  5. 5. Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti conclapo Bari 22.05.2015 Riviste scientifiche multidisciplinari affidabili
  6. 6. Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti conclapo Bari 22.05.2015 designedbyFreepik.com
  7. 7. Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti conclapo Bari 22.05.2015
  8. 8. Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti conclapo Bari 22.05.2015
  9. 9. Comunicazione della scienza e ricerca delle fonti conclapo Bari 22.05.2015

×