Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

Pordenone più facile a #udinesmart

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Pordenone più facile
Come un territorio e la sua comunità possono diventare smart

YouTube videos are no longer supported on SlideShare

View original on YouTube

Facciamo il nuovo Piano regolatore. Come?

  Dando tre incarichi separati per le fasi di analisi,
  progettazione e valuta...
Loading in …3
×

Check these out next

1 of 20 Ad

Pordenone più facile a #udinesmart

Download to read offline

Slide presentate dall'assessore all'Urbanistica Martina Toffolo al convegno "La città digitale, luoghi di socialità digitale, percorsi partecipativi, buone pratiche locali" tenuto al Visionario di Udine il 7 dicembre 2012

Slide presentate dall'assessore all'Urbanistica Martina Toffolo al convegno "La città digitale, luoghi di socialità digitale, percorsi partecipativi, buone pratiche locali" tenuto al Visionario di Udine il 7 dicembre 2012

Advertisement
Advertisement

More Related Content

Similar to Pordenone più facile a #udinesmart (20)

More from Comune di Pordenone (20)

Advertisement

Recently uploaded (20)

Pordenone più facile a #udinesmart

  1. 1. Pordenone più facile Come un territorio e la sua comunità possono diventare smart
  2. 2. Facciamo il nuovo Piano regolatore. Come? Dando tre incarichi separati per le fasi di analisi, progettazione e valutazione Indicando i parametri ambientali come criterio guida (ecosystem services, bilancio urbanistico) Dando al percorso partecipato dai cittadini pari dignità rispetto ai tavoli tecnici con i portatori di interesse
  3. 3. Non solo più facile, ma anche prima e meglio forte coordinamento, già tracciato nel bando del PRGC metodo innovativo, al passo con l’Europa maggior e!cienza rispetto al percorso classico ottimizzazione delle risorse risultato corale: condiviso con la comunità, trasversale tra settori
  4. 4. Pordenone più facile = S. M. A.R. T. SOSTENIBILE, capace di riconoscere e valorizzare gli stili di vita suggeriti da un’epoca più sobria e complessa MOBILE, in grado di ridurre gli ostacoli alla mobilità e che valorizzi la ricchezza di percorsi a misura d’uomo ACCOGLIENTE, abituata a distinguere il valore delle diversità che arricchiscono il suo territorio RESILIENTE, creativa nell’individuare i nuovi volani di sviluppo che integreranno le economie in di!coltà TRASPARENTE, abituata a procurarsi e a condividere le informazioni essenziali per la comunità
  5. 5. Che c’entra la smart city? Consideriamo l’innovazione tecnologica come strumento al servizio del buon vivere Il Piano regolatore è l’obiettivo immediato, la smart city è il progetto di medio-lungo periodo Il percorso partecipato verso il Piano ci aiuta a de"nire esigenze e interventi condivisi
  6. 6. Smart city è una piattaforma facilita la connessione open data tra gli individui interconnessione neutrale e aperta Nuove applicazioni sistemi domotici sensori micropagamenti telemedicina telecontrollo tracciamento ri"uti partecipazione sicurezza urbana edi"ci autosu!cienti privacy allerte pubbliche energie rinnovabili monitoraggio ambientale e- m- open government informazioni turistiche smart grid eventi culturali Applicazioni preesistenti denaro organizzazioni di categoria trasporti patrimonio edilizio mobilità comunicazioni verde urbano servizi sociali servizi amministrativi formazione abbatte i costi di libera e moltiplica le sorgenti transazione di valore aggiunto
  7. 7. 2012, decidiamo insieme che cosa diventeremo GNO LUGLIO AGOSTO 2013 2013 SETTEMBRE OTTOBRE 2014 2014 NOVEMBRE DICEMBRE GENNA Studio socio-economico del territorio Sintesi Attività di progettazione partecipata e comunicazione condivisa Approfondimenti S.M.A.R.T. Bando di gara per redazione Piano Regolatore Valutazione proposte Assegnazione GNO LUGLIO AGOSTO 2013 2013 SETTEMBRE OTTOBRE 2014 2014 NOVEMBRE DICEMBRE GENNA
  8. 8. 2013-2016, continuiamo a confrontarci DICEMBRE 2013 2014 2015 2016 Sintesi Attività di progettazione partecipata e comunicazione (se richiesto) condivisa Progetto Smart City Assegnazione Redazione Piano Regolatore 2013 Percorso di adozione e approvazione DICEMBRE 2013 2014 2015 2016
  9. 9. “Ciascuna parte provvede a!nché la partecipazione del pubblico avvenga in una fase iniziale, quando tutte le alternative sono ancora praticabili “ e tale partecipazione può avere un’in#uenza e$ettiva Convenzione internazionale sull’accesso alle informazioni, la partecipazione del pubblico ai processi decisionali Aarhus, 25 giugno 1998 (recepita con Legge 108/2011) art. 6 “Partecipazione del pubblico alle decisione alle attività speci"che”, punto 4
  10. 10. 15 settembre 2012 Simposio inaugurale 29 settembre 2012 Laboratorio S come Sostenibile 13 ottobre 2012 Laboratorio M come Mobile 27 ottobre 2012 Laboratorio A come Accessibile 10 novembre 2012 Laboratorio R come Resiliente 24 novembre 2012 Laboratorio T come Trasparente 15 dicembre 2012 Simposio conclusivo
  11. 11. Partecipazione anche su internet Non in alternativa, ma a supporto e complemento Per condividere materiale e organizzare la conoscenza Per moltiplicare gli spazi di ascolto e di dialogo Per tessere reti sociali al servizio della città
  12. 12. comune.pordenone.it
  13. 13. comune.pordenone.it/pnfacile
  14. 14. comune.pordenone.it/pnfacile/percorso
  15. 15. comune.pordenone.it/pnfacile/materiali
  16. 16. facebook.com/comunedipordenone
  17. 17. twitter.com/comunepordenone
  18. 18. Grazie.

×