Slide censimenti economici 2011 ca' foscari 12nov2013

332 views

Published on

Published in: Self Improvement
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
332
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Slide censimenti economici 2011 ca' foscari 12nov2013

  1. 1. Censimento dell’industria e dei servizi 2011 I CENSIMENTI ECONOMICI 2011 ROBERTO COLOTTI ISTAT Ufficio territoriale per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, Sede del Veneto VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  2. 2. Il contesto Il censimento dell’industria e dei servizi ha come obiettivo storico la raccolta delle informazioni sulle principali caratteristiche strutturali del sistema economico dell’industria e dei servizi Il CIS 2011 copre tutti i settori di offerta di beni e servizi (meno agricoltura, già rilevato nel 2010) Si tratta di un’operazione di snodo tra passato e futuro: • • • • Continuità informativa con il passato Innovazioni di metodo e di processo Ampliamento del campo informativo Base per un futuro censuario diverso: i censimenti permanenti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  3. 3. Le rilevazioni censuarie RILEVAZIONE SULLE IMPRESE Il 9° Censimento generale dell’industria e dei servizi 2011 RILEVAZIONE SULLE ISTITUZIONI NON PROFIT RILEVAZIONE SULLE ISTITUZIONI PUBBLICHE VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  4. 4. Le definizioni: impresa Unità giuridico-economica che produce beni e servizi destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, ha facoltà di distribuire i profitti realizzati ai soggetti proprietari, siano essi privati o pubblici. Rispetto alla forma giuridica, sono comprese, anche se costituite in forma artigiana: le imprese individuali, le società di persone, le società di capitali, le società cooperative (ad esclusione delle cooperative sociali), i consorzi di diritto privato, gli enti pubblici economici, le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi. Sono considerate imprese anche i lavoratori autonomi e i liberi professionisti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  5. 5. Le definizioni: istituzione non profit Unità giuridico - economica dotata o meno di personalità giuridica, di natura privata, che produce beni e servizi destinabili o non destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, non ha facoltà di distribuire, anche indirettamente, profitti o altri guadagni, diversi dalla remunerazione del lavoro prestato, ai soggetti che la hanno istituita o ai soci. Associazioni (riconosciute e non) Comitati Fondazioni Cooperative sociali Enti ecclesiastici Società di mutuo soccorso Istituzioni sanitarie Istituzioni educative Riferimenti internazionali: System of National Accounts – SNA1993 e SNA2008 Handbook on Non-profit Institutions (United Nations, 2003) VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  6. 6. Le definizioni: istituzione pubblica Unità giuridico-economica la cui funzione principale è quella di produrre beni e servizi non destinabili alla vendita e/o ridistribuire il reddito e la ricchezza e le cui risorse principali sono costituite da prelevamenti obbligatori effettuati presso le famiglie, le imprese e le istituzioni non profit o da trasferimenti a fondo perduto ricevuti da altre istituzioni dell’amministrazione pubblica. due requisiti fondamentali: • autonomia decisionale e/o contabile/finanziaria «centro elementare di decisione economica, caratterizzato da uniformità di comportamento, da autonomia decisionale nell’esercizio della propria funzione principale e da una contabilità completa (o con la possibilità, dal punto di vista economico o giuridico, di compilare una contabilità completa qualora gliene sia fatta richiesta)» Reg. CE n.177/2008 sui registri statistici • natura giuridica e finalità pubbliche VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  7. 7. Il campo di osservazione Enti lirici, Federazioni sportive, IPAB depubblicizzate, Fondazioni, associazioni… Società di capitali, di persone, Consorzi, … Istituzioni pubbliche Imprese Istituzioni non profit Cooperative sociali, Imprese sociali VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  8. 8. Le innovazioni Utilizzo di fonti amministrative Rilevazione basata su liste precensuarie Rete di rilevazione organizzata nel territorio in modo flessibile e con diversificazione di ruoli e funzioni Acquisizione delle risposte mediante più canali Nuove tematiche per ognuno dei campi d’indagine Governo dei processi guidato da sistemi informativi Sistema di registrazione e revisione a sostegno della qualità VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  9. 9. Le liste precensuarie Ogni rilevazione ha utilizzato una propria lista precensuaria, costruita e consolidata da molteplici fonti. Problemi legati a queste liste In generale problematiche di sovrapposizione dei campi d’osservazione Imprese Situazioni congiunturali (crisi) Istituzioni non profit Estrema frammentarietà, mobilità e “informalità”, spesso risolta dagli UPC utilizzando ulteriori archivi locali o informazioni più aggiornate Istituzioni pubbliche Carenza di informazioni di base complete VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  10. 10. Le rilevazioni censuarie: le imprese Dati strutturali: “censimento virtuale” basato su sistema di registri statistici (ASIA) RILEVAZIONE SULLE IMPRESE RILEVAZIONE MULTISCOPO SULLE IMPRESE Novità VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  11. 11. Indagine Multiscopo sulle imprese Indagine campionaria per piccole e medie dimensioni (meno di 20 addetti), censuaria sulle altre Solo informazioni qualitative a coprire fenomeni finora poco rilevati dalle indagini correnti dell’Istat Aree tematiche Imprenditorialità, controllo e governance Capitale umano Rete di relazioni Collocamento nel mercato Innovazione Finanza Internazionalizzazione VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  12. 12. Le rilevazioni censuarie: le Istituzioni non profit Lista precensuaria Archivi amministrativi settoriali Modello Enti associativi, Enti beneficiari del 5 per mille, Anagrafe ONLUS, Registro CONI, ONG, Registri e/o albi regionali, Scuole non statali e Fondi pensione Archivi amministrativi di soggetti giuridici Anagrafe tributaria, Registro imprese, INPS, Modello 770 Archivi statistici ASIA, Censimenti 1999 e 2001, rilevazioni Istat sulle Organizzazioni di volontariato, sulle Fondazioni, sulle Cooperative sociali, sui Musei e istituzioni culturali I risultati Informazioni dettagliate sul settore: dalle dimensioni economiche e sociali alle caratteristiche organizzative, dalle reti di relazioni alle risorse umane, dagli strumenti di comunicazione alle modalità di raccolta fondi adottate. Impianto del Registro Statistico delle Istituzioni non profit VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  13. 13. Le rilevazioni censuarie: le Istituzioni pubbliche Lista precensuaria predisposta sulla base di archivi amministrativi e fonti statistiche specifiche dei settori di pertinenza Obiettivo: costruzione di un preciso quadro informativo statistico sulle peculiarità strutturali e organizzative del settore pubblico in Italia e sui processi di modernizzazione della pubblica amministrazione, con una particolare attenzione al dettaglio territoriale Obiettivo: costruzione dell’elenco delle unità locali, quale completamento del Registro statistico delle Istituzioni pubbliche e delle loro Unità Locali VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  14. 14. L’organizzazione e i numeri Livello nazionale 260.110 imprese 474.765 Ist. non Profit 12.949 Ist. Pubbliche Livello regionale 952 Istituzioni Pubbliche Esecuzione delle operazioni censuarie e coordinamento con 246 operatori Livello provinciale 25.954 imprese 40.568 Ist. non Profit VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  15. 15. Meccanismi differenziati ISTITUZIONI NON PROFIT e IMPRESE (con meno di 10 addetti): consegna dei plichi di rilevazione alle unità delle liste precensuarie restituzione on line o su carta a UPC o Poste Italiane recupero sul campo delle mancate risposte IMPRESE (con almeno 10 addetti): invio lettera di invito alla compilazione alle unità delle liste precensuarie restituzione solo on line recupero sul campo delle mancate risposte ISTITUZIONI PUBBLICHE nessun rilevatore: rilevazione effettuata direttamente da Istat creazione di un rapporto diretto Istat – ente restituzione solo on-line due fasi distinte: 1. aggiornamento elenco delle Unità Locali 2. informazioni sulle Unità Locali individuate nella fase 1 VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  16. 16. Unità nelle liste precensuarie e unità rilevate – Italia e Veneto Imprese (*) Lista precensuaria Unità rilevate attive Istituzioni pubbliche Istituzioni non profit Totale 260.110 12.949 474.765 747.824 Veneto 25.954 952 40.568 67.474 Italia 234.014 12.183 301.191 547.388 Veneto 25.119 889 28.898 54.906 Italia (*) Dati riferiti alla rilevazione Multiscopo. In totale il CIS ha rilevato 4.425.950 imprese in Italia, di cui 403.169 nel Veneto VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  17. 17. Restituzione dei questionari censuari per canale e rilevazione nel Veneto - Valori percentuali 0% Imprese (a) 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% 80,5 (78,8 Italia) 100 Istituzioni pubbliche Istituzioni non profit 59,7 (58,9 Italia) Web Cartaceo (a) Di cui il 100% web per le imprese con almeno 10 addetti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  18. 18. Grazie per l’attenzione ROBERTO COLOTTI ISTAT Ufficio territoriale per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, sede del Veneto colotti@istat.it VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  19. 19. Il processo di rilevazione affidato alle CCIAA La raccolta dati come momento d’interazione con l’universo osservato Federico Callegari – Resp. Area Studi Statistica CCIAA Treviso Venezia, martedì 12 novembre 2013 - Università Ca’ Foscari, Sede di S.Giobbe
  20. 20. I numeri dei Censimenti 2011 a Treviso 16% via cartaceo IN SINTESI: 4% compilazione assistita • 12.022 unità censite (+ 72 NP rispetto lista censuaria) • 1.168 plichi inesitati (re-indirizzati) 78% via web • Grado di copertura: CIS = 99,86% NP = 99,97% • Gestione diffide (senza terrorismo psicologico): CIS = 78 7 verbalizzate all’ISTAT NP = 26 2 verbalizzate all’ISTAT •La macchina organizzativa 1 Responsabile Censimenti 6 Unità di Staff a supporto Responsabile 3 Coordinatori (esterni) 30 rilevatori (di cui 28 esterni) 4.904 imprese censite 44% via cartaceo 2% fuori campo, cessate, irreperibili 5% compilazione assistita 29% via web 7.118 Non Profit censite Il processo di rilevazione affidato alle CCIAA, Federico Callegari, Venezia, 12 novembre 2013 22% fuori campo, cessate, irreperibili
  21. 21. I vari gradi d’interazione gestiti (1/2) 1. Rispetto alla distribuzione territoriale delle unità da censire (non banale…!) Istituzione di 31 centri di raccolta nel territorio in collaborazione con Associazioni di categoria, Comuni sopra 10.000 abitanti, Centro Servizi Volontariato 2. Tra modellizzazioni del questionario e varietà della realtà osservata Allineamento dei campi semantici delle domande rispetto alle specifiche situazioni delle imprese e delle realtà non profit Allineamento tra finalità dell’indagine multiscopo sulle imprese e disegno campionario 3. Tra obbligatorietà della risposta, onere statistico, valore del dato, efficienza/snellezza dei controlli qualità Titolo intervento, nome cognome relatore – Luogo, data
  22. 22. I vari gradi d’interazione gestiti (2/2) 4. Tra le diverse sensibilità dei rilevatori, in termini di: Approccio ai carichi di lavoro (gestione del tempo, delle priorità, etc.) Approccio al problem solving (autonomo e responsabile, “creativo e sbrigativo”, “bisognoso della mamma”) Approccio alle relazioni (il censimento… non è Facebook) 5. Il ritorno dell’informazione sul territorio Primo report pubblicato on-line 30 giorni dopo il rilascio dei dati dall’ISTAT …Ma piano di diffusione e discussione dei risultati abbraccia 2013-2014 Titolo intervento, nome cognome relatore – Luogo, data
  23. 23. Questioni aperte… Lo sguardo sull’evoluzione di medio termine di un sistema economico è importante… estata …Ma serve ancora uno sforzo eccezionale come il Censimento? Si può ormai puntare sull’integrazione strutturale fra le banche dati (ASIA-RI, Soci, IDE, etc.), senza null’altro chiedere alle imprese? ISTAT-Eurostat non potrebbero assicurare integrazione dei dati e loro comparabilità a livello europeo? Il Censimento come analisi qualitativa nazionale: quale bilancio? Titolo intervento, nome cognome relatore – Luogo, data
  24. 24. Censimento Censimento dell’industria dell’industria e dei servizi 2011 e dei servizi 2011 Principali innovazioni Il Censimento: fotografia del e risultati del sistema economico Censimento regionale ANDREA MANCINI Direttore del Dipartimento per i Censimenti e i registri rina.camporese@istat.it amministrativi e Istat . Sede per il Veneto statistici, Istat Venezia 12 novembre 2013
  25. 25. Conoscere la PA che cambia razionalizzare la macchina pubblica più efficiente uso delle risorse Venezia 12 novembre 2013
  26. 26. Aspetti strategici dell’organizzazione amm.va distribuzione sul territorio risorse finanziarie e strumentali risorse umane: consistenza e caratteristiche servizi e modalità di erogazione innovazione sostenibilità ambientale Venezia 12 novembre 2013
  27. 27. Unità di rilevazione principale Unità istituzionali pubbliche in gergo UI Lista S13 delle Amministrazioni Pubbliche G.U. 228/2011 fuori lista, ma con caratteristiche di istituzione pubblica Venezia 12 novembre 2013
  28. 28. La Lista S13 delle Amministrazioni pubbliche gli organismi pubblici che forniscono alla collettività beni e servizi non destinabili alla vendita le istituzioni senza fine di lucro che agiscono da produttori di beni e servizi non destinabili alla vendita, controllate e finanziate in prevalenza da amministrazioni pubbliche gli enti di previdenza Venezia 12 novembre 2013
  29. 29. Istituzione pubblica: cos’è? due requisiti fondamentali autonomia decisionale e/o contabile/finanziaria «centro elementare di decisione economica, caratterizzato da uniformità di comportamento, da autonomia decisionale nell’esercizio della propria funzione principale e da una contabilità completa (o con la possibilità, dal punto di vista economico o giuridico, di compilare una contabilità completa qualora gliene sia fatta richiesta)» Regolamento CE n.177/2008 sui registri statistici natura giuridica e finalità pubbliche Venezia 12 novembre 2013
  30. 30. Istituzione pubblica: entità controversa I requisiti offrono spazio all’interpretazione l’appartenenza alla Lista S13 talvolta è oggetto di contendere ricorsi al TAR Venezia 12 novembre 2013
  31. 31. Istituzioni in lista precensuaria Lista S13 Italia Veneto altre istituzioni pubbliche Totale 10.235 79% 2.714 21% 12.949 100% 735 77% 217 23% 952 100% Venezia 12 novembre 2013
  32. 32. Le più numerose Istituzioni % Italia . Comuni 8.092 62 % . Ordini e collegi professionali 1.488 11 % . Consorzi di diritto pubblico 1.146 9% 581 61 % 96 10 % 107 11 % Veneto . Comuni . Ordini e collegi professionali . Consorzi di diritto pubblico Venezia 12 novembre 2013
  33. 33. Le Unità locali rilevate per ogni UI Per ciascuna Unità istituzionale pubblica sono state rilevate le unità locali attive al 31.12.2011 in gergo UL Unità Istituzionale Unità Locale principale Unità Locale Unità Locale Unità Locale Unità Locale Venezia 12 novembre 2013
  34. 34. Cos’è un’ Unità locale? Luogo fisico non entità funzionale un indirizzo e numero civico, un solo accesso un edificio con più accessi (indirizzi diversi) un complesso di edifici afferisce ad una UI la UI vi svolge attività economica le risorse umane impiegate lavorano per l’UI la proprietà dei locali non indica afferenza dell’UL all’UI Venezia 12 novembre 2013
  35. 35. Il calendario Data di riferimento della rilevazione Termine per la fornitura dei dati 31 dic 2011 20 dic 2012 ultimo treno: 31 gen 2013 Venezia 12 novembre 2013
  36. 36. Fase 1 . estate 2012 Messa a punto della lista delle Istituzioni 952 UI verifica dell’appartenenza al campo di osservazione stato di attività al 31.12.2011 check informazioni anagrafiche Elenco delle unità locali con indirizzo 3.807 UL Venezia 12 novembre 2013
  37. 37. Fase 1 . punti di debolezza e di forza punti di debolezza definizione di unità locale luogo fisico, non servizio svolto lista originale con qualche imperfezione punti di forza contatti con le singole istituzioni presa di coscienza del vuoto informativo Venezia 12 novembre 2013
  38. 38. Fase 2 . ott-dic 2012 + gen 2013 Indipendentemente dalla partecipazione alla fase 1 Questionario UI relativo all’istituzione nel suo complesso Questionario UL per ciascuna unità locale Quest. UL Sede principale o unica Quest. Unità Istituzionale Quest. UL 2 Quest. UL 3 Quest. UL n Venezia 12 novembre 2013
  39. 39. Fase 2 . punti di debolezza e di forza punti di debolezza definizioni statistiche diverse da quelle amministrative attività svolta, servizio, utenza, … difficoltà di raggruppare le informazioni per UL anziché per unità operativa punti di forza presa di coscienza della difficoltà della PA di raccontare sé stessa Venezia 12 novembre 2013
  40. 40. I contenuti informativi del questionario Risorse umane Amministrazione sostenibile Dotazione e uso ICT Servizi aspetti strategici dell’organizzazione amm.va Venezia 12 novembre 2013
  41. 41. alcune informazioni interessanti … Venezia 12 novembre 2013
  42. 42. I compiti Indirizzo e coordinamento attività di governo dell’istituzione Funzionamento amministrativo-gestionali strumentali al funzionamento dell’istituzione Istituzionali connessi alla missione assegnata all’istituzione Venezia 12 novembre 2013
  43. 43. I servizi a consumo collettivo l’incremento del numero di utenti NON comporta un incremento della quantità totale del servizio da erogare difesa nazionale manutenzione delle strade a domanda individuale l’incremento del numero di utenti COMPORTA un incremento della quantità totale del servizio da erogare mensa scolastica servizio ospedaliero Venezia 12 novembre 2013
  44. 44. Gli utenti quanti hanno chiesto il servizio indipendentemente dalla modalità di accesso fisica o virtuale uno stesso utente che chiede tre servizi, conta tre contate le richieste, non i servizi fruiti Venezia 12 novembre 2013
  45. 45. Il personale effettivo in servizio dipendente comandato o distaccato addetti con contratto di lavoro atipico ci sono anche i volontari Venezia 12 novembre 2013
  46. 46. I risultati pubblicati finora unità di analisi istituzioni unità locali dati disponibili unità attive addetti volontari solo per le istituzioni lavoratori esterni lavoratori temporanei distinti per forma giuridica Ateco 2007 classe di addetti provincia Venezia 12 novembre 2013
  47. 47. grazie per l’attenzione Venezia 12 novembre 2013
  48. 48. Censimento Censimento dell’industria dell’industria e dei servizi 2011 e dei servizi 2011 Principali innovazioni Il Censimento: fotografia del e risultati del sistema economico Censimento regionale ANDREA MANCINI Carlo Declich Direttore del Istat Dipartimento per i Sede per il Veneto Censimenti e i registri amministrativi e statistici, Istat VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  49. 49. Il sistema economico del Veneto (1) Unità giuridico-economiche e addetti di imprese, istituzioni pubbliche e istituzioni non profit – Censimento 2011 – Valori assoluti e percentuali Imprese Istituzioni pubbliche Istituzioni non profit Totale 4.425.950 12.183 301.191 4.739.324 403.169 889 28.898 432.956 % su Italia 9,1 7,3 9,6 9,1 UULL Italia 4.775.856 95.611 347.602 5.219.069 437.853 6.877 33.481 478.211 16.424.086 2.842.053 680.811 19.946.950 1.642.359 109.138 64.266 1.815.763 10,0 3,8 9,4 9,1 1.667.825 205.423 65.230 1.938.478 Italia Unità giuridicoeconomiche Veneto UULL Veneto Italia Addetti Veneto % su Italia UULL Veneto VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  50. 50. Il sistema economico del Veneto (2) Risorse umane di imprese, istituzioni pubbliche e istituzioni non profit per tipologia – Censimento 2011 – Valori assoluti e percentuali su totale Italia (unità giuridico-economiche) Istituzioni pubbliche Imprese Totale - - 505.307 9,9 - - 9,9 1.137.052 109.138 64.266 1.310.456 10,1 3,8 9,4 8,8 31.361 7.397 23.247 62.005 7,4 6,4 8,6 7,7 12.588 803 263 13.654 10,2 7,0 4,7 9,7 - 7.084 466.172 473.256 % Addetti: dipendenti 505.307 v.a. Addetti: indipendenti - 10,3 9,8 9,8 v.a. % v.a. % v.a. Lavoratori esterni % Lavoratori temporanei Volontari Istituzioni non profit v.a. % NB: posizioni, non persone! VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  51. 51. I cambiamenti rispetto al 2001 - Variazioni percentuali Veneto Imprese Ist. Pubbliche 60% Italia Ist. no profit 53,8% 50% 37,6% 40% 30% 20% 10% 7,1% 3,9% 0% -10% -8,2% -20% -30% -25,5% Unità Addetti Imprese: modesta crescita nell’arco temporale, minore nel Veneto rispetto al resto d’Italia Ist. Pubbliche: razionalizzazione, limitazioni del turn over (-9.700 addetti nel Veneto, -357.000 nelle altre regioni) Ist. No profit: settore particolarmente dinamico in Veneto VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  52. 52. Il Censimento delle Imprese Impresa Unità giuridico-economica che produce beni e servizi destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, ha facoltà di distribuire i profitti realizzati ai soggetti proprietari, siano essi privati o pubblici. Tra le imprese sono comprese, anche se costituite in forma artigiana: le imprese individuali, le società di persone, le società di capitali, le società cooperative (ad esclusione delle cooperative sociali), i consorzi di diritto privato, gli enti pubblici economici, le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi. Sono considerate imprese anche i lavoratori autonomi e i liberi professionisti I dati presentati sono riferiti alle unità giuridico-economiche che rappresentano i centri decisionali il cui numero e le relative risorse umane utilizzate sono segnali di dimensione, capacità e forza economica che può svilupparsi “a partire dalla” Regione, di cui una parte rafforza l’economia e il mercato del lavoro regionale e una parte il resto del Paese. VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  53. 53. Distribuzione territoriale delle imprese Numero unità % su totale Veneto Numero addetti % su totale Veneto Dimensione media Verona 75.408 18,7 320.553 19,5 4,3 Vicenza 70.983 17,6 315.527 19,2 4,4 Belluno 14.971 3,7 63.523 3,9 4,2 Treviso 71.734 17,8 291.967 17,8 4,1 Venezia 66.127 16,4 257.504 15,7 3,9 Padova 84.031 20,8 329.401 20,1 3,9 Rovigo 19.915 4,9 63.884 3,9 3,2 Veneto 403.169 100,0 1.642.359 100,0 4,1 ITALIA 4.425.950 - 16.424.086 - 3,7 VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  54. 54. Distribuzione territoriale delle imprese (variazioni percentuali) VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  55. 55. Distribuzione per forma giuridica delle imprese Imprese Società di Società per Società a individuali persone azioni resp.lim. Altro Totale Unità 241.764 84.265 3.920 69.200 1.593 403.169 % su tot 60,0 20,9 1,0 17,2 0,4 100,0 Addetti 392.865 308.223 352.951 527.899 % su tot 23,9 18,8 19,8 32,1 Unità 2.792.326 764.472 36.567 763.112 63,1 17,3 0,8 17,2 Addetti 4.280.063 2.660.484 Veneto % su tot 11.316 1.642.359 0,7 100,0 19.339 4.425.950 0,4 100,0 Italia % su tot 26,1 16,2 3.660.971 4.839.709 22,3 29,5 179.565 16.424.086 1,1 100,0 VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  56. 56. Distribuzione per classe di addetti delle imprese Veneto Italia NUMERO DI IMPRESE NUMERO DI ADDETTI NUMERO DI IMPRESE NUMERO DI ADDETTI 403.169 1.642.359 4.425.950 16.424.086 0,1% 16,9% 0,1% 250 addetti e più 250 addetti e più 0,6% 14,7% 0,5% 50-249 addetti 5,4% 93,2% 10-49 addetti 0-9 addetti 20,6% 12,3% 50-249 addetti 24,0 44,5 4,2% 95,2% 10-49 addetti 20,3% 0-9 addetti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013 46,9%
  57. 57. Distribuzione per classe di addetti delle imprese (variazioni percentuali) Veneto 0-9 10-49 Italia 50-249 250 + totale 25 0-9 10-49 50-249 250 + totale 25 21,7 20 20 15 15 10,3 10 10 7,9 8,7 8,4 7,1 6,0 5,5 5 4,5 3,9 0,2 0 -5 -3,3 -4,8 -2,2 unità addetti 6,7 4,5 5 2,6 1,7 1,2 2,1 0 -5 unità addetti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  58. 58. Distribuzione delle imprese per settore di attività economica manifatture costruzioni commercio servizi Totale altro Unità 47.941 57.213 96.191 184.778 17.046 403.169 % su tot 11,9 14,2 23,9 45,8 4,2 100,0 Addetti 533.364 156.362 349.100 517.514 86.019 1.642.359 % su tot 32,5 9,5 21,3 31,5 5,2 100,0 Unità 422.067 584.446 1.158.360 2.074.831 186.246 4.425.950 % su tot 9,5 13,2 26,2 46,9 4,2 100,0 Addetti 3.891.983 1.600.233 3.442.517 6.083.292 1.406.061 16.424.086 % su tot 23,7 9,7 21,0 37,0 8,6 100,0 Veneto Italia VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  59. 59. Distribuzione delle imprese per settore di attività economica variazioni percentuali Veneto manifatture costruzioni commercio 30% servizi altro totale 25,9% 25,3% 20,7% 20% 15,8% 7,5% 10% 4,5% 2,2% 7,1% 3,9% 0% -2,1% -10% -20% -16,9% -20,9% -30% unità addetti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  60. 60. Distribuzione delle imprese per settore di attività economica variazioni percentuali Italia manifatture costruzioni commercio servizi 30% 23,6% altro totale 25,1% 18,4% 18,6% 20% 11,0% 11,4% 8,4% 4,5% 10% 3,1% 0% -3,1% -10% -20% -19,1% -19,9% -30% unità addetti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  61. 61. Rilevazione multiscopo sulle imprese: controllo e governance nel Veneto / 1 T ip o lo gia d e l so cio p rin cip a le d e lle im p re se , p e r cla ss e d i a d d e tti 100% 80% 60% 40% 20% 0% 3-9 p e rso n a fisic a 10-49 h o ld in g , b a n c a , a lt r a im p re sa 50-249 250 e p iù e n t e p u b b lic o , p u b b lic a a m m in ist ra zio n e VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  62. 62. Rilevazione multiscopo sulle imprese: controllo e governance nel Veneto / 2 Tipologia del socio principale delle imprese Tipologia del socio principale delle imprese dell’industria, per classe di addetti dei servizi, per classe di addetti 100% 100% 90% 90% 80% 80% 70% 70% 60% 60% 50% 50% 40% 40% 30% 30% 20% 20% 10% 10% 0% 0% 3-9 10-49 50-249 250 e più 3-9 10-49 50-249 persona fisica persona fisica holding, banca, altra impresa 250 e più holding, banca, altra impresa ente pubblico, pubblica amministrazione ente pubblico, pubblica amministrazione VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  63. 63. Rilevazione multiscopo sulle imprese – capitale umano Propensione ad assumere nuove risorse 32.600 imprese venete con 3 o più addetti (il 30,1%) hanno acquisito nuove risorse nel 2011 Di queste, l’82% ha assunto dipendenti, il 36% altri tipi di risorse Il settore in cui la propensione è stata più alta, in Veneto, è stato l’industria (34,9%), quindi costruzioni e altri servizi (29,5%), infine il commercio (26,8%) Per l’Italia, l’incidenza delle imprese che hanno assunto personale è risultata pari al 28,2% VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  64. 64. Rilevazione multiscopo sulle imprese – Internazionalizzazione IDE e accordi e contratti IDE Accordi e contratti 80% 80% Italia 70% Veneto Italia Veneto 70% 60% 60% 50% 50% 40% 40% 30% 30% 20% 20% 10% 10% 0% 0% industria costruzioni commercio servizi industria costruzioni commercio servizi L’industria è il settore con il maggior grado di internazionalizzazione, sia in Italia che, ancor più, nel Veneto Nell’industria è maggiore la quota di Investimenti Diretti Esteri, mentre gli altri settori assorbono una maggior quota di accordi e contratti VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  65. 65. Il Censimento delle Istituzioni pubbliche Istituzione pubblica Unità giuridico-economica la cui funzione principale è quella di produrre beni e servizi non destinabili alla vendita e/o ridistribuire il reddito e la ricchezza e le cui risorse principali sono costituite da prelevamenti obbligatori effettuati presso le famiglie, le imprese e le istituzioni non profit o da trasferimenti a fondo perduto ricevuti da altre istituzioni dell’amministrazione pubblica. Organi costituzionali o a rilevanza costituzionale Amministrazioni dello Stato Regioni e enti locali Aziende o enti del servizio sanitario nazionale Altre istituzioni pubbliche (Autorità indipendente, Consorzio di diritto pubblico, Azienda speciale e Azienda pubblica di servizi, Ente previdenziale e assistenziale, Università pubblica, Ente pubblico di ricerca, IPAB, CCIAA, Ordine e collegio professionale, etc). VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  66. 66. Le istituzioni pubbliche: come cambiano rispetto al 2001 - 21,8% Italia - 3.497 istituzioni pubbliche - 368 mila addetti (dipendenti) -11,5% + 18,1% + 17,8 mila lavoratori esterni - 21,3% - 3 mila lavoratori temporanei - 56,8% -60,0 - 90 mila volontari -40,0 -20,0 0,0 - 304 istituzioni pubbliche 20,0 - 25,5% - 8,2% - 9.600 addetti (dipendenti) + 1.000 lavoratori esterni + 15,3% Veneto + 48,7% + 260 lavoratori temporanei + 17,3% + 1.000 volontari -0,40 -0,20 0,00 0,20 0,40 VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013 0,60
  67. 67. Distribuzione delle istituzioni pubbliche per forma giuridica Enti Locali Aziende SSN Altra IP Amm. Stato Totale Unità 589 24 276 - 889 % su tot 66,3 2,7 31,0 - 100,0 Addetti 33.757 60.095 15.286 - 109.138 % su tot 30,9 55,1 14,0 - 100,0 Unità 8.206 246 3.698 33 12.183 % su tot 67,4 2,0 30,4 0,3 100,0 Addetti 589.834 676.280 291.271 1.284.668 2.842.053 % su tot 20,8 23,8 10,2 45,2 100,0 Veneto Italia VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  68. 68. Addetti nelle Regioni, negli enti locali e nelle Aziende ed enti del servizio sanitario nazionale (valori per 1.000 abitanti) Italia: 22 Veneto: 19 Gli addetti degli enti locali e delle aziende ed enti del servizio sanitario nazionale in Veneto sono 94.400 (7,4% del totale nazionale). In rapporto alla popolazione sono presenti in numero inferiore al dato nazionale Da 15,9 a 18,3 Da 18,4 a 22,4 Da 22,5 a 24,2 Da 24,7 a 78,7 VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  69. 69. Distribuzione delle istituzioni pubbliche per forma giuridica variazioni percentuali Enti Locali Aziende o Enti SSN Altra istituzione Amministrazione pubblica dello Stato Totale 10% 4,9% 5% 0% -5% -10% -2,9% -7,4% -7,4% -8,2% -11,4% -15% -14,1% -20% -25% -23,2% -30% -35% -40% -39,0% -45% Veneto Italia VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  70. 70. Le istituzioni pubbliche venete: risorse umane impiegate per attività economica 2,9% 1,9% 34,1% Addetti Lavoratori esterni 22,7% 41,9% 56,8% 32,5% Sanità/assistenza sociale 7,3% Istruzione Amministrazione pubblica 9,0% 1,5% Altro 46,5% 36,7% 50,4% Lavoratori temporanei 51,6% Volontari 3,9% 0,3% VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  71. 71. Focus sulla sanità: risorse umane impiegate / 1 2001 285.308 20% 396.238 27% 782.642 53% Lavoratori Italia Imprese Istituzioni Non profit 2011 441.880 26% 530.699 31% 730.765 43% Istituzioni pubbliche 21.213 18% 28.182 23% 38.285 27% 38.996 28% Veneto 71.237 59% 63.916 45% VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  72. 72. Focus sulla sanità: risorse umane impiegate / 2 2001 396.238 18% 921.807 42% 893.651 40% Lavoratori e volontari 2011 530.699 20% Italia Imprese 1.378.508 52% 750.631 28% Istituzioni Non profit Istituzioni pubbliche 28.182 16% 73.545 41% 38.996 18% Veneto 75.909 43% 113.306 51% 67.574 31% VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  73. 73. Il Censimento delle Istituzioni non profit Istituzione non profit Unità giuridico - economica dotata o meno di personalità giuridica, di natura privata, che produce beni e servizi destinabili o non destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, non ha facoltà di distribuire, anche indirettamente, profitti o altri guadagni, diversi dalla remunerazione del lavoro prestato, ai soggetti che la hanno istituita o ai soci. Associazioni (riconosciute e non) Comitati Fondazioni Cooperative sociali Enti ecclesiastici Società di mutuo soccorso Istituzioni sanitarie Istituzioni educative Riferimenti internazionali: System of National Accounts – SNA1993 e SNA2008 Handbook on Non-profit Institutions (United Nations, 2003) VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  74. 74. Le Istituzioni non profit per regione nel 2011 Valori percentuali Valori per 10.000 abitanti Veneto: 9,6 Italia: 50,7 Veneto: 59,5 VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  75. 75. Le istituzioni non profit in Italia e in Veneto (variazione 2011/2001) 301.191 istituzioni non profit + 28,0% 4.758 mila volontari + 43,5% 680 mila dipendenti + 39,4% Italia +169,4% 271 mila lavoratori esterni + 48,1% 5 mila lavoratori temporanei 28.898 istituzioni non profit 466 mila volontari + 37,6% Veneto + 31,9% 64 mila dipendenti + 53,8% + 198,8% 23 mila lavoratori esterni 263 lavoratori temporanei - 16,5% VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  76. 76. Distribuzione territoriale delle Istituzioni Non Profit Unità % su totale Veneto Volontari % su totale Veneto Altre risorse umane % su totale Veneto Volontari / Altre risorse Verona 5.279 18,3 81.599 17,5 19.525 22,2 4,2 Vicenza 4.848 16,8 79.786 17,1 12.762 14,5 6,3 Belluno 1.929 6,7 36.699 7,9 3.166 3,6 11,6 Treviso 5.176 17,9 91.428 19,6 14.475 16,5 6,3 Venezia 4.694 16,2 73.360 15,7 13.525 15,4 5,4 Padova 5.363 18,6 81.265 17,4 21.636 24,6 3,8 Rovigo 1.609 5,6 22.035 4,7 2.687 3,1 8,2 Totale Veneto 28.898 100,0 466.172 100,0 87.776 100,0 5,3 VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  77. 77. Distribuzione delle Istituzioni non profit in Veneto per settore di attività e forma giuridica ass. riconosciuta ass. non riconosciuta cultura, sport e ricreazione 19,7% istruzione e ricerca 13,6% soc. coop. sociale sanità 76,4% 41,1% 29,0% assist. sociale - prot. civile 54,7% 24,3% sindacati e rappresentanze 12,9% altre attività 83,5% 35,0% 43,2% 21,5% 0% 10% 13,5% 51,8% 13,7% svil. econ. e coesione soc. fondazione 65,7% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013 100%
  78. 78. Distribuzione delle Istituzioni non profit in Veneto per settore di attività e risorse umane 80% unità 70% volontari altre risorse umane 68,2% 67,0% 60% 50% 40% 33,0% 30% 20% 20,6% 19,1% 10,6% 10% 6,0% 3,4% 4,6% 3,0% 0% cultura, sport e ricreazione istruzione e ricerca sanità 11,5% 7,7% 8,9% 5,6% 4,1% 1,4% 2,0% 1,3% assist. sociale - sindacati e svil. econ. e prot. civile rappresentanze coesione soc. 9,1% 10,9% 2,2% altre attività VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  79. 79. Distribuzione delle Istituzioni Non Profit per classe dimensionale Italia Veneto (2,2 addetti per istituzione) 64.266 28.898 istituzioni non profit addetti 50 addetti 57,9% 0,7% e oltre 1,2% 4,0% 6,8% 20 – 49 addetti 6 - 19 addetti 1–5 addetti Senza addetti 87,3% (2,3 addetti per istituzione) 301.161 680.811 Istituzioni non profit addetti 0,8% 16,7% 18,5% 1,1% 3,6% 6,9% 8,4% 50 addetti e oltre 60,5% 20 – 49 addetti 6 - 19 addetti 1–5 addetti 15,2% 16,2% 8,1% Senza addetti 86,1% VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  80. 80. Addetti e volontari per settore di attività prevalente Veneto Num. medio addetti Italia Num. medio volontari Addetti per 100 volontari Num. medio addetti Num. Medio volontari Addetti per 100 volontari Cultura, sport e ricreazione 0,1 15,8 0,8 0,2 14,4 1,6 Istruzione e ricerca 8,6 9,1 94,5 7,8 11,4 68,7 Sanità 9,8 24,8 39,4 14,5 30,8 47,0 Assistenza soc. e prot.civ 11,4 24,2 47,2 9,0 23,9 37,6 Sindacati e rappresentanze 3,1 5,5 57,1 2,2 6,9 32,7 Svil. economico e coes. sociale 12,9 10,4 123,7 9,9 7,7 127,5 Altre attività 0,4 19,4 2,1 0,7 22,0 3,0 Totale 2,2 16,1 13,8 2,3 15,8 14,3 VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  81. 81. dati.istat.it VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  82. 82. ad esempio… VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  83. 83. Il calendario di diffusione Luglio 2013 Unità istituzionali Primi dati occupati imprese Approfondimenti tematici imprese su Capitale umano e Proprietà, controllo e gestione Ottobre 2013 Unità locali Approfondimenti tematici imprese su Relazioni di imprese, Mercato, Finanza, Innovazione, Internazionalizzazione produttiva Novembre 2013 Approfondimenti tematici istituzioni pubbliche su Risorse Dicembre 2013 Banca dati occupazione imprese umane, Amministrazione sostenibile, ICT, Servizi Approfondimenti tematici istituzioni non profit su Struttura organizzativa, Risorse umane ed economiche, Reti di relazione, Servizi erogati e utenti, Strumenti di comunicazione VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  84. 84. Grazie per l’attenzione CARLO DECLICH Direzione centrale per lo sviluppo e il coordinamento della rete territoriale e del Sistan Ufficio territoriale per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia Sede per il Veneto declich@istat.it VENEZIA 12 NOVEMBRE 2013
  85. 85. Censimento dell’industria e dei servizi 2011 Presente e futuro: Censimenti, liste, archivi, registri … Rosalba Sterzi Dirigente Istat – Ufficio territoriale Veneto e Friuli Venezia Giulia Venezia 12/11/2013
  86. 86. Integrazione tra dati da fonti amministrative e da rilevazioni statistiche • Censimenti 2010/11 (tutti i censimenti) da lista: – Lista precensuaria • da un archivio/registro statistico ove esistente (ASIA) • da + fonti amministrative, e/o settoriali, dove non c’era • Dove non c’è, il registro va impiantato, a partire da questi censimenti (…è fonte informativa in sè) – Sistema di archivi statistici delle unità economiche + nuovo registro statistico dell’occupazione • Censimenti continui (D.L 179 – 18/10/2012 “misure urgenti..”) • Archivio nazionale strade e numeri civici • Sistema integrato di microdati economici e demo sociali ARCHIMEDE 12/11/2013
  87. 87. Censimento popolazione 2011 • Non c’era registro statistico – Lista precensuaria: Lista anagrafica comunale, – Ora estrazione LAC a regime a inizio anno Anagrafe virtuale statistica delle persone fisiche e delle famiglie • Censimento continuo – 2014 iniziano fasi sperimentazione ??? ANPR, Anagrafe nazionale popolazione residente, Min. Interno 12/11/2013
  88. 88. Censimento agricoltura 2010 Assenza di registro – Lista precensuaria: da + archivi, Istat, regioni, MAF…Anagrafe tributaria; testata con indagine Registro statistico delle aziende agricole Farmer register (Sistema di archivi statistici delle unità economiche) Settore oggetto di indagini strutturali periodiche, Regolamenti europei Censimento istituzioni non profit ….. Lista da + archivi Registro delle Istituzioni Private Non Profit (Sistema di archivi statistici delle unità economiche) • Nel 2014 prevista rilevazione 12/11/2013
  89. 89. Censimento istituzioni pubbliche • Completamento copertura e contenuti del Registro delle Istituzioni Pubbliche e delle loro unità locali • Portale statistico della PA, col CNEL, attivo – obiettivo: descrivere azione PA in ogni settore e consentire valutazione – informazioni/indicatori: ancora non organiche e non esaurienti – fonte: dai bilanci consuntivi – contenuti: attività, retribuzioni dipendenti, soddisfazione utenti • prevista rilevazione … annuale dal 2015? Istat: coordinamento sistemi informativi statistici della PA, a fini statistici; si sta lavorando…. 12/11/2013
  90. 90. 12/11/2013
  91. 91. Registro statistico sull’occupazione Inadeguata classica articolazione addetti = indipendenti + dipendenti Impresa utilizza forza lavoro con + modalità, anche lav. esterni, lav. temporanei.. + fonti informative, fiscali, previdenziali, camerali, (BD di microdati su imprese e occupati) •collega: ogni lavoratore, con sue caratteristiche con l’impresa, con proprie caratteristiche tramite rapporto di lavoro, e sue caratteristiche •revisione di definizioni e stime, in particolare lavoro indipendente Dati censuari sull’occupazione a fine dicembre 12/11/2013
  92. 92. Sistema integrato di microdati, individui, famiglie, unità economiche Ancora in fase di sviluppo 12/11/2013
  93. 93. ARCHIMEDE Collocare unità sul territorio Fonte: F. Crescenzi 12/11/2013
  94. 94. ARCHIMEDE Integrazione di fonti informative, microdati per produrre nuove tipologie di informazione statistica Utente esterno può chiedere output specifici Possibile integrare basi informative dell’utente Dimensione territoriale: dati georeferenziati fino alla sezione di censimento Dimensione temporale: informazioni longitudinali • • • Sperimentazioni in corso (uff. statistica di comuni): popolazione che insiste sul territorio – mobilità precarietà lavorativa – transizioni, an. longitudinale precarietà socio-economica delle famiglie 12/11/2013
  95. 95. altre prospettive …. il portale delle imprese • punto di accesso unificato per tutte le indagini impresa: a quali indagini è interessata , stato adempimenti • Impresa segnala variazioni anagrafiche e strutturali processo verifica … chiusura • Help desk unificato • Restituisce informazioni statistiche personalizzate - rispetto della privacy – restituzione dati macro – posizionamento competitivo dell’impresa nel settore • Novembre 2013: seconda fase sperimentazione, 50 imprese medio/grandi, collaborazione Confindustria • Gennaio 2014: impiego a regime? 12/11/2013
  96. 96. altre prospettive …. informazione sulle imprese Trend, con CNA-Rete imprese Italia – Stime congiunturali a livello regionale sulla micro impresa, integrando archivi CNA con dati Istat – Prodotti report Emilia R., Marche, Toscana – ???.. estensione ad altre regioni….Veneto • Verifica qualità archivi: copertura, aggiornamento variabile per regione, per provincia 12/11/2013
  97. 97. Grazie e buon lavoro con i dati dei censimenti! 12/11/2013

×