Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Come prevenire e gestire il contenzioso tecnico

623 views

Published on

Davide Barbato, responsabile qualità del Laboratorio LegnoLegno, illustra a COLFERTexpo 2013 le principali problematiche e cause di contestazioni in cantiere e nelle fasi successive alla posa in opera e fornisce le indicazioni per prevenirle e gestirle correttamente.

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Come prevenire e gestire il contenzioso tecnico

  1. 1. Davide BarbatoPREVENIRE E GESTIREPREVENIRE E GESTIREIL CONTENZIOSOIL CONTENZIOSOTECNICO:TECNICO:ESPERIENZE SUL CAMPOESPERIENZE SUL CAMPODavide BarbatoDavide BarbatoResponsabile QualitàResponsabile QualitàTecnico Certificato 2° Livello ISO 9712Tecnico Certificato 2° Livello ISO 9712LegnoLegnoLegnoLegnoInfo: www.legnolegno.itInfo: www.legnolegno.itdavide.barbato@legnolegno.itdavide.barbato@legnolegno.it
  2. 2. Davide BarbatoPARTIAMO DA UN CONCETTO FONDAMENTALEPARTIAMO DA UN CONCETTO FONDAMENTALEIl prodotto commercializzato deve oggi assolvere unaIl prodotto commercializzato deve oggi assolvere unaserie di requisiti prestazionali specifici, in ragioneserie di requisiti prestazionali specifici, in ragioneCHE REQUISITI DEVE SODDISFARE OGGI UNCHE REQUISITI DEVE SODDISFARE OGGI UNSERRAMENTO ESTERNO ?SERRAMENTO ESTERNO ?delle prescrizionidelle prescrizioninormativenormativedelle esigenzedelle esigenzedell’utentedell’utentefinalefinale
  3. 3. Davide BarbatoQUANDOQUANDOQUALITA’ OFFERTAQUALITA’ OFFERTAQUALITA’ ATTESAQUALITA’ ATTESA(O RICHIESTA)(O RICHIESTA)non sono allineate, possono nascere probleminon sono allineate, possono nascere problemi(contenziosi tecnici e/o legali)(contenziosi tecnici e/o legali)Più è AMPIO lo scostamentoPiù è AMPIO lo scostamentoPiù può essere AMPIO (anche in termini giuridici) il problemaPiù può essere AMPIO (anche in termini giuridici) il problema
  4. 4. Davide BarbatoVERIFICHE IN OPERARICHIESTA PREVENTIVADELLA COMMITTENZA(CAPITOLATO)RICHIESTA SUCCESSIVADELLA COMMITTENZA(VERIFICA DEI LAVORI ESEGUITI)PROPOSTA DELSERRAMENTISTA(ELEMENTO DI DIFFERENZIAZIONE)OK KOPrestazioni dichiarate OKPrestazioni richieste OKSoddisfacimento richiestecapitolariCorretta esecuzione dei lavoriUno dei punti OK nonsoddisfattoInsoddisfazione del clientePossibili responsabilitа a cuidare risposta
  5. 5. Davide BarbatoCOME SI MISURANO LE PRESTAZION E COME SIEFFETTUANO DIAGNOSI IN OPERA Verifica della tenuta all’aria del serramento in opera e localizzazione delleperdite (Blower Door Test e A-Wert) Visualizzazione e rilevazione dei ponti termici conduttivi e convettivi – Diagnositermografiche per rilevazione problematiche (Termografia) Misurazioni in opera dell’isolamento acustico per via aerea degli elementi difacciata e delle facciate (Acustica in opera)
  6. 6. Davide BarbatoIsolamento acusticoIsolamento acusticoAssistenza ad un caso di contenzioso legaleAssistenza ad un caso di contenzioso legaleContesto: Analisi richiesta dal CTU suincarico del magistrato per una causa dicontenzioso relativa a una presunta scarsatenuta dei serramenti
  7. 7. Davide BarbatoD2m,nT,w = 34 (-1, -3) dBIsolamento acusticoIsolamento acusticoAssistenza ad un caso di contenzioso legaleAssistenza ad un caso di contenzioso legale
  8. 8. Davide BarbatoRILEVAZIONI:RILEVAZIONI:Buona tenuta delle parte muraria e del vetrocameraSensibile peggioramento lungo la traversa superiore in corrispondenza dellagiunzione con il cassonetto e dei montanti laterali in prossimità dei copribiliIsolamento acustico, un caso realeIsolamento acustico, un caso realeStima serramento in opera 33 dBStima serramento in opera 33 dBValore acustico dichiarato dal produttore – 38 dBRilevazioni in opera evidenzia una problematica imputabile al serramentoinstallato
  9. 9. Davide BarbatoDiagnosi di anomalia termicaDifformità tra stato di fatto e situazione di progettoContesto: Analisi richiesta dalserramentista per cercare dirisolvere una “incomprensione”con il cliente finale che siprotraeva da tempo
  10. 10. Davide BarbatoSPIFFERI
  11. 11. Davide BarbatoATTENZIONE: la quantità di infiltrazioni misurata in tutto l’edificio non era “giustificata”dalle perdite di aria dei serramenti… si è pertanto andati alla ricerca delle altre perdite
  12. 12. Davide BarbatoELEVATE PERDITE TRA LECOMPONENTI DEL TETTO INLEGNO E TRA GIUNZIONEPARETI VERTICALI – TRAVONI INLEGNOTRAMITE DIAGNOSI IN OPERA ILSERRAMENTISTA SI E’ TUTELATO …IL CLIENTE HA RICHIESTO DICONFRONTARSI CON UN ALTROATTORE
  13. 13. Davide BarbatoQUALIFICA DELL’IMMOBILE E DEL LAVORO ESEGUITOEsperienza derivante da un progetto di studio
  14. 14. Davide BarbatoRILEVIAMO LA PRESTAZIONE DI OGNIGIUNTOQuale è il giunto più critico?
  15. 15. Davide Barbato0123Muro - ControtelaioControtelaio –SerramentoAnta - Telaio 0,06 m3/hm a 50 Pa0,22 m3/hm a 50 Pa2,54 m3/hm a 50 Pa
  16. 16. Davide BarbatoI VALORI RILEVATIGiunto analizzato Perdita m3/hm50 PaClasse UNI EN12207Muro - controtelaio 2,54 Classe 2Controtelaio –serramento0,22 Classe 4Anta - Telaio 0,06 Classe 4TOTALE 2,82 CLASSE 2SCATTA LA “RICERCA” DEL COLPEVOLE…CHI HA MONTATO I CONTROTELAI ???
  17. 17. Davide BarbatoPOSSIBILI SOLUZIONI ?GiuntoanalizzatoPerditam3/hm50 PaPerditam3/h50 PaClasse UNIEN 12207TOTALEFINESTRAPOSATA0,13 0,70 CLASSE 4SOLO PER CHIAREZZA…QUESTA NON E’ LARISPOSTA IDEALE,MA LA RISOLUZIONE DI UN PROBLEMA
  18. 18. Davide BarbatoQuanto puòvalere?LA PERDITA DI ARIA DEL SERRAMENTOE LA PERDITA COMPLESSIVA DELL’EDIFICIOAnalisi di 2 casi:Analisi di 2 casi:1 – Perdite di aria del serramento significative1 – Perdite di aria del serramento significative2 – Perdite di aria del serramento eccellenti2 – Perdite di aria del serramento eccellenti
  19. 19. Davide BarbatoLA PERDITA DI ARIA DEL SERRAMENTOE LA PERDITA COMPLESSIVA DELL’EDIFICIO1° caso:1° caso:Perdite di aria del serramento significativePerdite di aria del serramento significative
  20. 20. Davide BarbatoINCIDENZA DELLA PERDITA DI ARIA DEL SERRAMENTOSULLA PERDITA COMPLESSIVA DELL’EDIFICIOPerdite di aria progressive0123Perdite tra controtelaio eserramentoPerdite complessive imputabilialla posaFinestra posataIndividuazione delle perdite sul campione “tipo”analizzatoPerdite m3/hm a 50 PaPerdite tra controtelaio e serramento 1,19Perdite complessive imputabili alla posa 2,71Finestra posata 2,72Finestra perde“quasi” zero
  21. 21. Davide BarbatoSuddivisione perdite di aria tra edificio e serramento28%Perdita percentuale degli infissi sultotale dellinvolucro a 50 PaPerdite espresse in m3/h a 50 PaPerdite da edificio 253,00Perdite di tutti gli infissi (stimata) 93,00INCIDENZA DELLA PERDITA DI ARIA DEL SERRAMENTOSULLA PERDITA COMPLESSIVA DELL’EDIFICIO
  22. 22. Davide BarbatoTenuta ipotetica dello stabile molto elevata -Verifica richiesta dal serramentista pervalutare incidenza del prodotto posato sulleinfiltrazioni complessive dell’edificioINCIDENZA DELLA PERDITA DI ARIA DEL SERRAMENTOSULLA PERDITA COMPLESSIVA DELL’EDIFICIO2° caso:2° caso:Perdite di aria del serramento eccellentiPerdite di aria del serramento eccellenti
  23. 23. Davide BarbatoPerdite preliminari sull’infisso,comprensivo di posa in operamolto buonePerdite complessive dello stabilePESSIMEINCIDENZA DELLA PERDITA DI ARIA DEL SERRAMENTOSULLA PERDITA COMPLESSIVA DELL’EDIFICIO
  24. 24. Davide BarbatoComplanare posato in battuta con nastroautoespandente e guaine tra controtelaio e muraturaInfiltrazioni diaria a 50 Pa m3/hInfiltrazione di aria complessiva del complanare(prodotto + posa)5,30Perdita di aria delledificio di circa 60 m2conaereazione meccanica chiusa e sigillatura deiprincipali difetti riscontrati630Da dove “vengono” le principaliperdite ?!??INCIDENZA DELLA PERDITA DI ARIA DEL SERRAMENTOSULLA PERDITA COMPLESSIVA DELL’EDIFICIO
  25. 25. Davide BarbatoINCIDENZA DELLA PERDITA DI ARIA DEL SERRAMENTOIN RIFERIMENTO ALLA PERDITA COMPLESSIVACollegamento “involontario” tra appartamento al piano terra e appartamento(indipendente) al 1° piano; mettendo in depressione i locali al piano terra si rilevanoanche le perdite al piano superiore.< 5 %Perdita percentuale degli infissi sultotale dellinvolucro a 50 PaRISULTATO: Corretta PROGETTAZIONE ma ERRATA REALIZZAZIONE.SERRAMENTISTA AGEVOLATO E TUTELATO DALL’ANALISI – RISULTA ESSERE UNO DEIPOCHI OPERATORI AD ESSERSI ATTENUTO AL PROGETTO ED OPERATO IN LINEA CONQUANTO STABILITO
  26. 26. Davide BarbatoPERDITEDIARIACOMPLESSIVEDELL’EDIFICIOESPRESSIINM3/HALLAPRESSIONEDI50PAPERDITE DI ARIA RICONDUCIBILI AI SERRAMENTIPERDITE DI ARIA NON RICONDUCIBILI AI SERRAMENTIQUANTO INCIDONO LE PERDITE DI ARIA DEL SERRAMENTO?DIPENDE E SOPRATTUTTO PUO’ CAPITARE CHE:su edifici che hanno discrete prestazioni gli infissi abbiamo “colpe” rilevantisu edifici con tenuta scadente gli infissi possano essere un punto forte
  27. 27. Davide BarbatoLOCALIZZAZIONE PERDITE DI CALORE DAGLI INFISSI – PONTITERMICI CONVETTIVI E CONDUTTIVIVerifica dell’efficacia nell’andamento dei lavoriDopo poche installazioni in cantiere“particolare” ne viene verificata l’efficacia
  28. 28. Davide BarbatoLOCALIZZAZIONE ERDITE DI CALORE DAGLI INFISSI –PONTI TERMICI CONVETTIVI E CONDUTTIVI1° Verifica: eseguita a pressione ambientale. Nessuna infiltrazione2° Verifica: eseguita a pressione BDT di esercizio 50 Pa. Sievidenziano delle infiltrazioni dalla traversa superioreValutazione: OK trasmittanza – KO tenuta ariaQUANTO “VALGONO” LE INFILTRAZIONI” RILEVATE ?Dove sonolocalizzati glispifferi?
  29. 29. Davide Barbato00,40,81,2Infiltrazione dal giuntocontrotelaio/serramentoInfiltrazione dalla finestra comprensivadel giunto con il controtelaioInfiltrazione della finestra posataFinestra – OK – Serramentista ha lavorato benePosa della finestra OK – Posatore ha lavorato beneControtelaio/muro – KO Decadimento delle prestazioni in operaLa conoscenza degli aspetti normativi consente di individuare dovevi sono state delle inadempienze (il serramentista ha fornitoinformazioni inerenti la posa in opera? Sono state effettuate ledovute operazioni?LOCALIZZAZIONE PERDITE DI CALORE DAGLI INFISSIPONTI TERMICI CONVETTIVI E CONDUTTIVI
  30. 30. Davide BarbatoDIAGNOSI E RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATCHE IN FASEDI COSTRUZIONE DEL CANTIERECon il tempo è stata sviluppata una procedurache consente di effettuare diagnosi in operaquando il cantiere è ancora in fase dicostruzione
  31. 31. Davide BarbatoDIAGNOSI E RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATCHE IN FASEDI COSTRUZIONE DEL CANTIEREContesto: Il Progettista chevuole qualificare l’edificionutre dubbi sulla qualitàreale dei serramentiinstallati
  32. 32. Davide BarbatoDIAGNOSI E RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATCHE IN FASEDI COSTRUZIONE DEL CANTIEREAPERTO - ESTERNOBDT – A-Wert non eseguibileA-Wert eseguibile
  33. 33. Davide BarbatoDIAGNOSI E RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATCHE IN FASEDI COSTRUZIONE DEL CANTIERESi richiede la creazione di un ambiente “fittizio” che consente di effettuare lerilevazioniPrima della verificaPredisposizione perla verifica
  34. 34. Davide BarbatoDIAGNOSI E RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATCHE IN FASE DICOSTRUZIONE DEL CANTIERERilevazioni in opera in cantiere infase di costruzione
  35. 35. Davide BarbatoClassificazioneClassificazioneUNI EN 12207UNI EN 12207Classi:Classi:1 – 2 – 3 - 41 – 2 – 3 - 4QUALITA’ RICHIESTAQUALITA’ RICHIESTAE GARANTITAE GARANTITADOCUMENTALMENTEDOCUMENTALMENTECLASSE 3CLASSE 3QUALITA’ OFFERTA EQUALITA’ OFFERTA EREALMENTE RILEVATAREALMENTE RILEVATACLASSE 1CLASSE 1ΔΔ PEGGIORATIVO TRAPEGGIORATIVO TRAQUALITA’ RICHIESTAQUALITA’ RICHIESTAEEQUALITA’ OFFERTAQUALITA’ OFFERTA
  36. 36. Davide BarbatoVALORI RILVEATI NON CONFORMIDIAGNOSI E RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATCHE IN FASE DI COSTRUZIONEDEL CANTIERESERRAMENTISTA IMPRESARIOPRODOTTO IN OPERA CONFORME APRODOTTO IN OPERA CONFORME AQUANTO DICHIARATOQUANTO DICHIARATOPrestazioni dichiarate OKPrestazioni richieste OKSoddisfacimento richiestecapitolariCorretta esecuzione dei lavoriUno dei punti OK nonsoddisfattoInsoddisfazione del clientePossibili responsabilitа a cuidare rispostaQUALITA’ RICHIESTA DAL CLIENTEQUALITA’ RICHIESTA DAL CLIENTECONFERMATA DOCUMENTALMENTECONFERMATA DOCUMENTALMENTERICHIESTA CAPITOLARE SPECIFICAINSTALLAZIONE DEI PRODOTTIINSTALLAZIONE DEI PRODOTTI PROBLEMI RILEVATI IN OPERARILEVAZIONI SPECIFICHE IN CANTIEREIN QUESTO CASO, COSA E’ SUCCESSO ?
  37. 37. Davide BarbatoDIAGNOSI E RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATCHE IN FASE DICOSTRUZIONE DEL CANTIEREL’IMPRESARIO, INSTAURANDO UN DIALOGO COSTRUTTIVO CON ILPRODUTTORE HA CHIESTO (ED OTTENUTO) LA SOSTITUZIONE DEI PRODOTTICON ANALOGHI SERRAMENTI AVENTE PRESTAZIONI COERENTILE LAVORAZIONI SONOSTATE PIU’ SEMPLICI EMENO PROBLEMATICHEVISTO LO “STATO” DELCANTIERE
  38. 38. Davide BarbatoL’appartamento con i vetri viola/neri non è riscaldato.I ponti termici appaiono in corrispondenza di pavimenti e pareti divisorieATTENZIONE…Le rilevazioni vanno fatte in condizioni controllate.Soprattutto le interpretazioni dei risultati vanno fatte con attenzione e cura … sirischia di prendere delle cantonateIl personale “dovrebbe” essere oggettivamente qualificato
  39. 39. Davide BarbatoPRIMA DI CONCLUDERE…È sempre maggiore la qualità attesa (richiesta) dal cliente e le sue aspettativeADOPERIAMOCI PER SODDISFARLALegnoLegno è il ConsorzioNazionale deiserramentisti e supporta iserramentisti.FACCIAMO SI CHE LE VERIFICHE IN OPERA POSSONO ESSERE ELEMENTOREALE DI DISTINZIONE, QUALIFICA E VALORIZZAZIONEE NON UN ELEMENTO DA TEMERE
  40. 40. Davide Barbato

×