Giorgio Frugoni - Marketing walk

829 views

Published on

Intervento al ParmaCamp2011 - Parma, 9 aprile 2011, Grand Hotel De La Ville

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
829
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Giorgio Frugoni - Marketing walk

  1. 1. Marketing Walk Walking the Talk 9 Aprile 2011
  2. 2. I miei pilastri: Passione per il Marketing e … … mi sto divertendo da oltre 25 anni cercando sempre nuove sfide. - Ho contribuito a educare gli Italiani a fare colazione con i biscotti Mulino Bianco, poi con una Nastrina calda di forno …regalando qualche milione di fornetti scaldabrioche. - Ho fatto scoprire agli adulti che le “merendine” non sono solo per bambini e in 4 anni i Plumcake allo yogurt hanno superato la velocità di 6 al secondo. - Ho ascoltato la gente capendo cosa desidera e ho regalato cocci, vassoi, tovaglie, radiomulino … mettendo a dura prova Babbo Natale - Con il web ho creato un contatto diretto con la gente creando un’ampia comunità che in un solo anno, agli albori dei primi video, ha visualizzato 1 milione di videoricette “all’italiana”. - Attualmente sto definendo e implementando strategie di Marketing e Comunicazione per aziende operanti nei beni di largo consumo, rilancio di location turistiche, Convention ed Eventi
  3. 3. Walking the talk (Dalle Parole ai Fatti)
  4. 4. <ul><li>Nessuna azienda può esimersi dall’avere qualcuno che si occupi di Marketing: non importa che vi sia una funzione specifica, che si richieda il supporto di consulenti, che venga coordinata dal top management (come nel filmato appena visto). </li></ul><ul><li>E’ imprescindibile: </li></ul><ul><li>Il ruolo di coordinamento delle altre funzioni aziendali </li></ul><ul><li>L’attività di spinta indirizzata all’innovazione o al reengineering </li></ul><ul><li>L’approccio imprenditoriale </li></ul><ul><li>E’ un lavoro specialistico scarsamente ripetitivo e frutto di un giusto mix di ordine e tecnica da un lato e creatività e sensibilità dall’altro. </li></ul>Peculiarità del Marketing
  5. 5. Come raggiungere il risultato ottimizzando il costo aziendale
  6. 6. Fare marketing cioè disegnare la strategia e poi implementarla nel modo più efficace ed efficiente con un sano pragmatismo è il frutto per l’85% di pura tecnica mentre il “buon senso” è solo il 15%. Diversi ritengono che sia sufficiente il “buon senso”, altri che si possa delegare a figure junior, molti che se ne possa fare a meno, tanto il marketing non è una scienza esatta e ognuno in azienda si sente titolato a pontificare la sua strategia. Nei momenti di crisi come quello contingente chi guida le aziende al rilancio sovente proviene dalla funzione Finance/Controllo di Gestione che per ottenere un risultato di breve, spesso inconsapevolmente, compromette il futuro dell’azienda nel lungo periodo (… spezzatino nel migliore dei casi). Questa situazione è evidente in Italia e nelle imprese medio piccole che, da volano dello sviluppo nel passato, rischiano di soccombere alla nuova concorrenza globale (perchè non la conoscono). La formula magica per il successo?
  7. 7. Il Marketing: una disciplina apparentemente semplice VIRAL MARKETING GUERRILLA MARKETING WOM(PASSAPAROLA) STREET MARKETING CO-MARKETING EVANGELIST … . MARKETING OPERATIVO -Action plan -gestione spese di marketing -rapporto con i fornitori e supporto per clienti -attività di coordinamento altre funzioni -ascolto attivo -materiali punto vendita e trade_ -attività in store COMUNICAZIONE -Packaging -Copy strategy -Media strategy -investimenti e scelta Media(tv, radio…) -Convention, Eventi Speciali, Fiere -Web -blog -indicizzazione sito -e commerce MARKETING STRATEGICO -SWOT(forza, debolezza, opportunità, minacce) -Ricerche di mercato quali/quanti -Brainstorming -mappa di posizionamento, ricerca benefit -Piano strategico (O.G.S.M.) -Brand equity -definizione del budget_ Disclaimer: Le performance passate non sono una garanzia (ma forse nemmeno una coincidenza)
  8. 8. Video ormai obsoleto (2009!!!) realizzato da un Preside Usa per i suoi docenti La scuola italiana non è in grado di formare i nostri neoassunti al marketing e all’ imprenditorialità … semplicemente perché è arroccata a difendere il proprio status di culla della “cultura universale” (Antica Roma, Rinascimento ecc…) …e i sistemi scolastici oltreconfine sono visti quasi con disprezzo… E’ quindi fondamentale l’autoapprendimento attraverso: Learning by doing, Passione, Curiosità intellettuale, Spirito di adattabilità, Apertura a nuove esperienze
  9. 9. La vita corre veloce, a volte troppo veloce. Quando finalmente si pensa di avere l'intera immagine aggiornata, l’immagine è già cambiata e si è trasformata in qualcosa di diverso. Tutto diventa vecchio e superato in un attimo. Il multitasking è il solo modo per stare al passo con i tempi. Il mondo in cui viviamo è come un computer: se non lo aggiorniamo costantemente, presto non sarà in grado di dialogare con il sistema Update o Outdate!
  10. 10. Disporre delle chiavi proprie del marketing è una componente necessaria (ma non sufficiente) per uscire dallo stato di crisi che accomuna molte realtà italiane negli ultimi anni. Le lotte di potere, o la mancanza di esso, portano gli individui ad occuparsi di ciò per cui non sono preparati, dando vita all’infruttuoso “internal marketing” ad appannaggio di tutti e di nessuno, alla ricerca del beneficio personale invece del bene aziendale. Disegniamo le strategie, condividiamole con l’organizzazione e implementiamole nel modo più rapido, per mantenerci e mantenere l’azienda competitiva e intellettualmente viva. Walking the Talk Marketing Rivalutiamo il Marketing, riscopriamo l’importanza delle relazioni di lungo periodo per una crescita duratura e globale…anche se l’impresa è quella del nostro …fruttivendolo evoluto.
  11. 11. Grazie per l’attenzione

×