Epidemiologia delLinfedema Primitivo               Mirella Alpa  Centro di Ricerche di Immunopatologia e  Documentazione s...
Linfedema   Patologia cronica causata da compromissionedel sistema linfatico a cui segue un accumulo di linfa             ...
Classificazione eziologica del Linfedema          Primitivo (congenito)        Secondario (acquisito)         (più frequen...
Dati ufficiali dell’OMS•    40 milioni di origine parassitaria (le forme più frequenti    sono rappresentate dall’infestaz...
•      Dati della Società Italiana di LinfangiologiaLe forme secondarie sono in costante incremento inconsiderazione della...
Linfedema Primitivo       Soprattutto infanzia e adolescenza        con prevalenza di 1-1.5:100.000      Nei soggetti di e...
Linfedema Primitivo         Prevalenza stimata complessiva            per il linfedema primitivo:             circa 1:10.0...
Linfedema Primitivo     Gruppo eterogeneo         casi sporadici        casi sindromicicasi non sindromici, comunque  gene...
Linfedema PrimitivoCongenito (presente alla nascita o che si manifestaentro i 2 aa): 10%Precoce (generalmente puberale ma ...
Rockson, 1998
Linfedema Primitivo•Congenito (presente alla nascita o che si manifestaentro i 2 aa); 10% dei casi di Linfedema primitivo•...
Linfedema Primitivo       S. di Milroy: linfedema bilaterale arti inferiori   Subset di linfedema congenito, di tipo famil...
Linfedema Primitivo•Precoce: Linfedema monolaterale arto inferiori   Forma più frequente di linfedema primitivo (>80%) Pre...
Linfedema Primitivo•Precoce:    Forma ereditaria: Linfedema Ereditario di tipo II                       S. di Meige       ...
Linfedema Primitivo•Precoce:            Oltre alla mutazione del VEGFR3              i soli geni causali identificati     ...
Rockson, 1998
333 individui affetti da Linfedema Primitivo afferiti al S. GeorgeHospital di Londra dal 2001 al 2009.Tutti sono stati sot...
15%          10+5%          8%          15%          24%          36%          2%          100%Connell, 2010
Percorso Diagnostico                       Connell, 2010
Percorso Diagnostico                       Connell, 2010
Pazienti censiti presso il CMID           dal gennaio 2008 al giugno 2010Pazienti                         Età media    Età...
Linfedema torino 4 e 5  marzo   alpa mirella [modalità compatibilità]
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Linfedema torino 4 e 5 marzo alpa mirella [modalità compatibilità]

1,217 views

Published on

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,217
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
24
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Linfedema torino 4 e 5 marzo alpa mirella [modalità compatibilità]

  1. 1. Epidemiologia delLinfedema Primitivo Mirella Alpa Centro di Ricerche di Immunopatologia e Documentazione su Malattie Rare (CMID) Struttura Complessa di Immunologia Clinica a Direzione Universitaria Ospedale G. Bosco, Torino Torino, 4 marzo 2011
  2. 2. Linfedema Patologia cronica causata da compromissionedel sistema linfatico a cui segue un accumulo di linfa nello spazio interstiziale
  3. 3. Classificazione eziologica del Linfedema Primitivo (congenito) Secondario (acquisito) (più frequente nell’adulto)
  4. 4. Dati ufficiali dell’OMS• 40 milioni di origine parassitaria (le forme più frequenti sono rappresentate dall’infestazione da Filaria), particolarmente nelle aree tropicali e subtropicali (India, Brasile, Sud-Africa). Altri 20 milioni sono post-chirurgici e specialmente secondari al trattamento del carcinoma mammario. Gli altri 10 milioni sono essenzialmente causati da problemi funzionali di sovraccarico del circolo linfatico (ad es. in esiti di flebotrombosi profonda dell’arto inferiore). La prevalenza del linfedema primario è mal conosciuta. Società Italiana di Linfangiologia, 2008
  5. 5. • Dati della Società Italiana di LinfangiologiaLe forme secondarie sono in costante incremento inconsiderazione della maggior precocità della diagnosi e diintervento nelle patologie neoplastiche (15-20% delledonne sottoposte a terapia per Ca mammella) Società Italiana di Linfangiologia, 2008
  6. 6. Linfedema Primitivo Soprattutto infanzia e adolescenza con prevalenza di 1-1.5:100.000 Nei soggetti di età inferiore ai 20 anniNella maggior parte dei casi di linfedema primitivo vi è un interessamento degli arti inferiori Mortimer, 2008
  7. 7. Linfedema Primitivo Prevalenza stimata complessiva per il linfedema primitivo: circa 1:10.000 nati vivi Anche se molte delle sindromi associate sicaratterizzano per una modalità di trasmissione di tipo autosomico, è riportata una predominanza femminile F/M 2.5-10:1 (Rockson, 2008)
  8. 8. Linfedema Primitivo Gruppo eterogeneo casi sporadici casi sindromicicasi non sindromici, comunque geneticamente determinati Ulteriore distinzione sulla base dell’età di esordio Jensen, 2010
  9. 9. Linfedema PrimitivoCongenito (presente alla nascita o che si manifestaentro i 2 aa): 10%Precoce (generalmente puberale ma anche sino ai35 aa); forma più frequente di linfedema primitivo.F/M: 10/1 (influenza estrogenica): 80%Tardivo (dopo i 35 aa): forma più rara di linfedemaprimitivo: 10% Mortimer, 2008
  10. 10. Rockson, 1998
  11. 11. Linfedema Primitivo•Congenito (presente alla nascita o che si manifestaentro i 2 aa); 10% dei casi di Linfedema primitivo•F/M 2:1•Coinvolgimento degli arti arti inferiori/superiori 3:1•Nei 2/3 dei casi si tratta di una forma bilaterale equesta forma può migliorare spontaneamente conl’aumentare dell’età
  12. 12. Linfedema Primitivo S. di Milroy: linfedema bilaterale arti inferiori Subset di linfedema congenito, di tipo familiare con ereditarietà autosomica dominante La reale incidenza è sconosciutaCirca 200 sono i casi descritti nella letteratura internazionale Denominato anche Linfedema Ereditario di tipo I Linfedema Ereditario NON SINDROMICO Associato a mutazione del gene che codifica per il VEGFR3
  13. 13. Linfedema Primitivo•Precoce: Linfedema monolaterale arto inferiori Forma più frequente di linfedema primitivo (>80%) Prevalenza di 1:100.000 individui di sesso femminile e Prevalenza di 1:400.000 individui di sesso maschileEpoca comparsa: Menarca (ruolo eziopatogenetico estrogeni)
  14. 14. Linfedema Primitivo•Precoce: Forma ereditaria: Linfedema Ereditario di tipo II S. di Meige M:F = 3:1 Linfedema Ereditario NON SINDROMICO Modalità di trasmissione: Autosomica Dominante Non identificata l’alterazione genetica causale
  15. 15. Linfedema Primitivo•Precoce: Oltre alla mutazione del VEGFR3 i soli geni causali identificati come responsabili dei Linfedemi primitivi non congeniti sono quelli associati alle forme Sindromiche
  16. 16. Rockson, 1998
  17. 17. 333 individui affetti da Linfedema Primitivo afferiti al S. GeorgeHospital di Londra dal 2001 al 2009.Tutti sono stati sottoposti ad approfondite valutazioni cliniche,bioumorali e strumentali al fine di individuare il sottotipo.I pazienti sono quindi stati classificati secondo un algoritmodi diagnosi Connell, 2010
  18. 18. 15% 10+5% 8% 15% 24% 36% 2% 100%Connell, 2010
  19. 19. Percorso Diagnostico Connell, 2010
  20. 20. Percorso Diagnostico Connell, 2010
  21. 21. Pazienti censiti presso il CMID dal gennaio 2008 al giugno 2010Pazienti Età media Età < 20Femmine 18 35.2 4Maschi 5 26.7 1Totale 23 33.7 5

×