Camilla Miglio,  Seminario interdisciplinare 21 aprile 2009
<ul><li>(sich) sehnen : struggersi per / tendere ardentemente verso </li></ul><ul><li>Die Sehne  [n]: tendine, tendini  </...
<ul><li>SEHNSUCHT ,  f.   schmachtendes verlangen; mhd.  sensuht,  krankheit des schmerzlichen verlangens, liebeskrankheit...
<ul><li>FRISCH  2, 258 a ; mit sehnsucht auf etwas hoffen.  ADELUNG ; ' ein hoher grad eines heftigen und oft schmerzliche...
<ul><li>Una  monologica   e tragica, che pone il rapporto con l’incommensurabile come condizione in cui l’uomo in esso si ...
<ul><li>L’io pone se stesso come istanza in grado di pensare l’infinito  </li></ul><ul><li>L’io è nello stesso tempo fonda...
Caspar David Friedrich <ul><li>Monaco sul mare, 1810 </li></ul><ul><li>Berlin, Nationalgalerie </li></ul>
Caspar David Friedrich <ul><li>Viandante davanti a un mare di nuvole, 1818 </li></ul>
Caspar David Friedrich <ul><li>La luna sorge sul mare </li></ul><ul><li>1822, olio su tela </li></ul><ul><li>Nationalgaler...
<ul><li>Canto della estraneazione e del desiderio anelante (Heimweh, Sehnsucht) quali espressioni non di una condizione ps...
<ul><li>“ ella incominciava ogni verso festosamente, con voce sonora, come volesse richiamare l’attenzione su qualche cosa...
<ul><li>Ruolo del pianoforte </li></ul><ul><li>La musica riscrive il testo poetico e lo stravolge </li></ul>
<ul><li>Kennst du das Land, wo die Zitronen blühn, Im dunklen Laub die Goldorangen glühn, Ein sanfter Wind vom blauen Himm...
<ul><li>Sempre </li></ul><ul><li>Nello sconfinato va uno struggimento. Ma molto c‘è </li></ul><ul><li>Da trattenere </li><...
Work: Woman at the window     (1822)  Size: 37 x 44 cm (14,5 x 17,3 inches)  Technique oil on canvas
<ul><li>Il più grande talento lirico e musicale del Romanticismo </li></ul><ul><li>Visse i doni del suo talento prima come...
<ul><li>Teme il dilatarsi dell’infinito nel suo io: non è l’io che naufraga nel mare della natura e del cosmo, ma è lo spa...
<ul><li>L’accesso all’infinito, ovvero, nel caso di Brentano, la creazione dell’infinito avviene attraverso il linguaggio,...
<ul><li>Sogno del deserto, amore, desiderio all'infinito, </li></ul><ul><li>azzurro teso di tenda, da stella a stella. </l...
<ul><li>Deserto: dove l'amore sogna di afferrare </li></ul><ul><li>il margine del manto di Giuseppe con mano assetata. </l...
Sete d'amore: sogno del deserto, dove schiude la roccia il Signore, dove fiorisce d'acqua la pietra? Dove apparecchierò la...
<ul><li>La sua è poesia di pensiero  </li></ul><ul><li>Il rapporto tra finito e infinito si gioca sulla dispersione dell’i...
La giovane donna amata, la notte che ci avvolge nel sogno, il manto di Maria <ul><li>(elementi presenti anche in Brentano,...
<ul><li>Comincia col sogno dl Fiore azzurro, emblema della Sehnsucht </li></ul><ul><li>“ dove andiamo? </li></ul><ul><li>“...
 
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Sehnsucht

1,597 views

Published on

Published in: Technology, Business
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,597
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
26
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Sehnsucht

  1. 1. Camilla Miglio, Seminario interdisciplinare 21 aprile 2009
  2. 2. <ul><li>(sich) sehnen : struggersi per / tendere ardentemente verso </li></ul><ul><li>Die Sehne [n]: tendine, tendini </li></ul><ul><li>Ciò che si ‘ tende ’, sta in tensione </li></ul><ul><li>Sucht : dipendenza, mania, malattia </li></ul><ul><li>( Magersucht : anoressia </li></ul><ul><li>Drogensucht : dipendenza dalla droga </li></ul><ul><li>Habsucht : avidità) </li></ul>
  3. 3. <ul><li>SEHNSUCHT , f. schmachtendes verlangen; mhd. sensuht, krankheit des schmerzlichen verlangens, liebeskrankheit, liebesbegierde. mhd. wb. 2, 2, 359 b . LEXER mhd. handwb. 2, 886: der den siechtum hat von der sensuchte, der sol reden mit den, die im lieb sint, und schol horen schoneu mære, die in geluste ze horen. quelle bei SCHM. 2, 289; cupedia, die sehnsucht nach solchen ( guten ) biszlein. CORVINUS fons lat. ( 1660 ) 225 a , vgl. STIELER nachschusz 26 a ; sehn-sucht, desiderium quo quis quasi morbo laborat. p. 1283 </li></ul><ul><li>Schmachtendes Verlangen : desiderio travolgente, soffocante </li></ul><ul><li>Medioaltotedesco: sensuht, malattia del desiderio doloroso, mal d’amore, brama amorosa </li></ul>
  4. 4. <ul><li>FRISCH 2, 258 a ; mit sehnsucht auf etwas hoffen. ADELUNG ; ' ein hoher grad eines heftigen und oft schmerzlichen verlangens nach etwas, besonders wenn man keine hoffnung hat das verlangte zu erlangen, oder wenn die erlangung ungewisz, noch entfernt ist '. mit sehnsucht wünsche ich mich zu dir. CAMPE ; der leere wunsch, die zeit zwischen dem begehren und erwerben des begehrten vernichten zu können ist sehnsucht. KANT 10, 27 6; diese erklärung faszt nur etwas, das in dem wort begriffen werden k a n n , die unbestimmtheit des gemütszustandes ( vergl. sehnen zu anfang ). in anderen fällen kann die richtung auf ein bestimmtes object sehr scharf hervortreten. schilderung der sehnsucht als liebeskrankheit s. </li></ul><ul><li>Kant: la capacità di annullare il vuoto di desiderio , il tempo tra il desiderare e l’ottenere, è la Sehnsucht </li></ul><ul><li>Indeterminatezza dello stato d’animo </li></ul>
  5. 5. <ul><li>Una monologica e tragica, che pone il rapporto con l’incommensurabile come condizione in cui l’uomo in esso si perde (natura, amore) e dunque si autodistrugge dilatandosi al massimo </li></ul><ul><li>L’altra dialogica , potremmo dire lirica e drammatica: si mette in relazione con l’incommensurabile e non lo ingloba in se stessa, bensì lo osserva poeticamente, e si lascia permeare e trasformare – transfigurare </li></ul>
  6. 6. <ul><li>L’io pone se stesso come istanza in grado di pensare l’infinito </li></ul><ul><li>L’io è nello stesso tempo fondamento di un soggetto e luogo in cui l’infinito, interiorizzato, si dilata e trova spazio come ri-creazione artistica </li></ul><ul><li>La scissione, l’ironia romantica, sta nella consapevolezza che questa pensabilità dell’infinito conduce a una Sehnsucht , a uno struggimento verso l’ infinito, infinito sentito come propria Heimat , casa, e nello stesso tempo certezza di non poter mai raggiungere l’appagamento. </li></ul>
  7. 7. Caspar David Friedrich <ul><li>Monaco sul mare, 1810 </li></ul><ul><li>Berlin, Nationalgalerie </li></ul>
  8. 8. Caspar David Friedrich <ul><li>Viandante davanti a un mare di nuvole, 1818 </li></ul>
  9. 9. Caspar David Friedrich <ul><li>La luna sorge sul mare </li></ul><ul><li>1822, olio su tela </li></ul><ul><li>Nationalgalerie, Staatliche Museen zu Berlin </li></ul>
  10. 10. <ul><li>Canto della estraneazione e del desiderio anelante (Heimweh, Sehnsucht) quali espressioni non di una condizione psicologica ma di un blocco, di un esilio </li></ul><ul><li>La situazione di un personaggio nemmeno centrale della narrazione si fa figura della condizione umana </li></ul><ul><li>Situazione accentuata dalle realizzazione dei liedersiti (Beethoven 1810, Schubert 1821, Schumann 1849, Wolf 1888) </li></ul>
  11. 11. <ul><li>“ ella incominciava ogni verso festosamente, con voce sonora, come volesse richiamare l’attenzione su qualche cosa di straordinario, come volesse dire qualcosa di importante. Al terzo verso il canto diveniva più fosco e cupo; il ‘kennst du es wohl’ ella lo esprimeva assorta e piena di mistero; nel dahin! dahin! c’era un’ irresistibile malinconia; e ad ogni ripetizione sapeva modificare talmente il suo lass uns zieh’n, che ora era supplichevole e stringente, ora incalzante e pieno di promesse”. Wilhem ascoltata la fanciulla si accorge di non riuscire a trascrivere la canzone, andando perduta la “ingenuità infantile dell’espressione” </li></ul><ul><li>Aspetto romantico di Goethe: l’espressione immediata non è analizzabile né coercibile in un sistema di segni, parole o note </li></ul><ul><li>Per Goethe la voce è il fulcro del Lied, e la musica deve accompagnarla ancillarmente </li></ul>
  12. 12. <ul><li>Ruolo del pianoforte </li></ul><ul><li>La musica riscrive il testo poetico e lo stravolge </li></ul>
  13. 13. <ul><li>Kennst du das Land, wo die Zitronen blühn, Im dunklen Laub die Goldorangen glühn, Ein sanfter Wind vom blauen Himmel weht, Die Myrte still und hoch der Lorbeer steht, Kennst du es wohl? Dahin! Dahin Möcht ich mit dir, o mein Geliebter, ziehn! </li></ul><ul><li>Conosci tu il paese dove fioriscono i limoni? Nel verde fogliame splendono arance d'oro Un vento lieve spira dal cielo azzurro Tranquillo è il mirto, sereno l'alloro Lo conosci tu bene? Laggiù, laggiù Vorrei con te, o mio amato, andare! </li></ul>
  14. 14. <ul><li>Sempre </li></ul><ul><li>Nello sconfinato va uno struggimento. Ma molto c‘è </li></ul><ul><li>Da trattenere </li></ul><ul><li>immer Ins Ungebundene gehet eine Sehnsucht. Vieles aber ist Zu behalten. </li></ul>
  15. 15. Work: Woman at the window   (1822) Size: 37 x 44 cm (14,5 x 17,3 inches) Technique oil on canvas
  16. 16. <ul><li>Il più grande talento lirico e musicale del Romanticismo </li></ul><ul><li>Visse i doni del suo talento prima come una ebbrezza, poi come un daimon di cui liberarsi </li></ul><ul><li>Cerca l’infinito, lo crea attraverso un sistema di rifrazioni e sinestesie tra luci e suoni </li></ul><ul><li>  </li></ul>
  17. 17. <ul><li>Teme il dilatarsi dell’infinito nel suo io: non è l’io che naufraga nel mare della natura e del cosmo, ma è lo spazio curvo e rifratto del cosmo a deflagrare nell’uomo, che aspira alla creazione, esattamente come nuovo dio, di segni viventi. </li></ul>
  18. 18. <ul><li>L’accesso all’infinito, ovvero, nel caso di Brentano, la creazione dell’infinito avviene attraverso il linguaggio, soprattutto negli effetti ritmici e nei significanti </li></ul><ul><li>Lo struggimento sublime lo si sperimenta nella contraddizione tra la dolcezza dei suoni e dei ritmi che trascinano, come un daimon, appunto, e la dura privazione che i significati ‘raccontano’. </li></ul>
  19. 19. <ul><li>Sogno del deserto, amore, desiderio all'infinito, </li></ul><ul><li>azzurro teso di tenda, da stella a stella. </li></ul><ul><li>Brace del deserto, amore di lacrima, </li></ul><ul><li>perché vicino sei, distante all'infinito. </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>Deserto: sogno di ascoltare un battito di cuore </li></ul><ul><li>Come chi dietro una roccia aspetti selvaggina </li></ul><ul><li>Sogno di fruscìo del velo di chi amiamo </li></ul><ul><li>Come volo di falco sulla serpe nella sabbia. </li></ul>
  20. 20. <ul><li>Deserto: dove l'amore sogna di afferrare </li></ul><ul><li>il margine del manto di Giuseppe con mano assetata. </li></ul><ul><li>Ma il risveglio è acido abbandono, ed è frustata, </li></ul><ul><li>il bruciare del cuore è solo sabbia, arida frusta del deserto. </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>Amore: sogno del deserto, palma di desiderio </li></ul><ul><li>che senza frutto tende le braccia al cielo. </li></ul><ul><li>Deserto: sogno dell'amore mendico </li></ul><ul><li>Scacciato e deriso da ogni casa. </li></ul><ul><li>  </li></ul>
  21. 21. Sete d'amore: sogno del deserto, dove schiude la roccia il Signore, dove fiorisce d'acqua la pietra? Dove apparecchierò la tavola per te, Dove troverò il pane e l'uva?   Sete, amore, sogno del deserto, dietro il monte Arriva l'alba, bianco ancora un fuoco di pastori. Amore, sogno deserto, tu dissanguerai derubato, ferito dal sole, sepolto dal vento e dalla sabbia.
  22. 22. <ul><li>La sua è poesia di pensiero </li></ul><ul><li>Il rapporto tra finito e infinito si gioca sulla dispersione dell’io, sulla capacità di accoglimento dell’io nel grembo materno della notte, identificata progressivamente come istanza femminile: </li></ul>
  23. 23. La giovane donna amata, la notte che ci avvolge nel sogno, il manto di Maria <ul><li>(elementi presenti anche in Brentano, ma che in Brentano assumevano un valore più estetico-figurativo, qui invece si caricano di valenze filosofiche). </li></ul>
  24. 24. <ul><li>Comincia col sogno dl Fiore azzurro, emblema della Sehnsucht </li></ul><ul><li>“ dove andiamo? </li></ul><ul><li>“ sempre a casa </li></ul>

×