Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Il compito del traduttore - lezione introduttiva

6,311 views

Published on

  • Be the first to comment

Il compito del traduttore - lezione introduttiva

  1. 1. VISIBILITÀ E INVISIBILITÀ LEZIONE INTRODUTTIVA CAMILLA MIGLIO Il compito del traduttore
  2. 2. Una scienza antica e nuova <ul><li>Scienza o artigianato? </li></ul><ul><ul><li>La traduzione ha una lato pratico, fondamentale, che chiamiamo ‘prassi’ della traduzione: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Il sui concreto farsi linguistico, il labor limae del traduttore chiuso nel suo studio e nella selva di dizionari e repertori, libri di storia, e oggi, siti web. </li></ul></ul></ul>
  3. 3. Sapere/saperi <ul><li>1. La traduzione segue regole e si adatta alle lingue cui dà forma e da cui trae materia </li></ul><ul><li>Ma le regole non sono astratte </li></ul><ul><li>2. I criteri nascono da una visione del mondo, oltre che dell’opera tradotta </li></ul><ul><li>Questa visione del mondo non sempre è manifesta – è invece spesso immanente </li></ul><ul><li>3. La teoria della traduzione lavora a rendere manifeste regole e visione del mondo </li></ul><ul><li>4. La storia della traduzione diacronicamente illustra le fasi e i ricorsi di un pensiero intorno alla tarduzione e di un modo di tradurre. </li></ul>
  4. 4. Da sempre si traduce <ul><li>L’archeologia ci insegna anzi che proprio la traduzione rende oggi possibile comprendere lingue le cui regole e significati sono andati perduti </li></ul><ul><li>Esempio: La stele di Rosetta, La tabula cortonensis </li></ul>
  5. 5. Stele di Rosetta
  6. 6. Tabula Cortonensis
  7. 7. Le traduzioni veicolano le civiltà e le visioni del mondo <ul><li>Evidenza estrema: La Bibbia, Antico testamento scritto sono il parte in Ebraico, per il resto in Greco. </li></ul><ul><li>Nuovo testamento: scritto nella ‘koiné’ – greco di età ellenistica parlato dalla grande comunità euromediterranea </li></ul>
  8. 8. Estensione della koiné greca
  9. 9. Grandi traduzioni hanno segnato la Storia <ul><li>La grande stagione dell’Umanesimo: </li></ul><ul><li>Traduzioni di testi antichi </li></ul><ul><li>Traduzioni della Bibbia (da Lutero in poi) </li></ul>
  10. 10. La traccia che cerchiamo <ul><li>Funzione mediatrice del tradurre: </li></ul><ul><ul><li>Abbiamo visto, nello sviluppo delle delle civiltà, nella comprensione e/o autocomprensione delle culture </li></ul></ul><ul><ul><li>Mediazione più profonda: mettere in comunicazione situazioni altrimenti non comunicanti / non comprensibili / non dicibili </li></ul></ul>
  11. 11. Non dicibile/ non traducibile? <ul><li>La trascendenza </li></ul><ul><li>Trans- scendere : ciò che è/va oltre </li></ul><ul><li>C’è una trascendenza escatologica e una trascendenza secolarizzata </li></ul><ul><li>In questo nodo si intrecciano traduzione e poesia </li></ul>
  12. 12. Aporia del tradurre <ul><li>Compito del traduttore: un compito impossibile e necessario </li></ul><ul><li>Perfettibilità e progressività delle traduzioni </li></ul><ul><li>Loro storicità </li></ul><ul><li>(non c’è mai ‘la’ traduzione definitiva) </li></ul>
  13. 13. Aporia del linguaggio poetico <ul><li>Non si risolve mai in una comprensione assoluta </li></ul><ul><li>Resta sempre una ‘declinazione dell’ago magnetico’ della bussola che non segna mai definitivamente il nord, ma presenta un continuo scarto o una oscillazione – scrive nel 1959 il filosofo tedesco Theodor Wiesengrund Adorno, uno dei padri dell’estetica novecentesca, del poeta francese Paul Valéry – </li></ul>
  14. 14. La svolta Novecentesca <ul><li>1923 </li></ul><ul><li>Walter Benjamin Il compito del traduttore (Die Aufgabe des Übersetzers/The task of the translator), in Id., Angelus Novus, Einaudi </li></ul><ul><ul><li>Il traduttore partecipa di un grande movimento che tende alla progressiva ricomposizione di una ‘lingua pura’ – analoga a quella di Adamo – una lingua senza ‘residui’ </li></ul></ul><ul><ul><li>Il traduttore allarga progressivamente le prossibilità della propria lingua, le riattiva le ‘latenze’ </li></ul></ul>
  15. 15. George Steiner, Dopo Babele, Aspetti del linguaggio e della traduzione Garzanti/ Bompiani 1975 George Steiner, Vere Presenze, Garzanti
  16. 16. Ontologia della traduzione <ul><li>“ ogni atto comunicativo è una atto di traduzione” </li></ul><ul><li>Si cerca nella traduzione una attività concreta e una metafora dell’agire umano </li></ul><ul><li>In vere presenze l’interprete di letteratura, l’artista, il poeta, sono alla ricerca di una possibilità di traduzione di uan presenza invisibile e indicibile </li></ul>
  17. 17. Lawrence Venuti, The Invisibility of the translator (1989) <ul><li>L' invisibilità del traduttore. Una storia della traduzione Armando Editore, 1999 </li></ul><ul><li>Translation Studies: </li></ul><ul><li>Non ci sono regole e norme da prescrivere alla traduzione, ma si studia la fenomenologia delle traduzioni (al plurale) </li></ul>
  18. 18. Compito del traduttore: poetica, decostruzione, riscrittura <ul><li>Henri Meschonnic, Poetique du traduire 2001 </li></ul><ul><li>Antoine Berman, L’albergo della lontananza (1999) </li></ul><ul><li>Jacques Derrida, des Tours de Babel, 1975 </li></ul><ul><li>André Lefevere, Traduzione e Riscrittura (Utet) 2000 </li></ul>

×