Città e cittadini 2.0 - part 1

717 views

Published on

Introduzione al web 2.0 e ai mutamenti che porta nel modo di fruire dei servizi e negli stili di vita delle città

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
717
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
36
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Examples of many Web 2.0 tools currently available
    We are focusing on four tools today: Social Networks, Wikis, Alternative Worlds, and Micromedia
  • Città e cittadini 2.0 - part 1

    1. 1. Focus CITTA’ E CITTADINI 2.0 Claudio Forghieri Fonte img: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009 isolationisolation
    2. 2. IN QUESTO CAPITOLO: Cos’è il web 2.0 Casi ed applicazioni Che tipo di mutamenti porta nei comportamenti quotidiani delle persone Che cosa ci si aspetta dalla PA 2.0
    3. 3. WEB 2.0 – immagine attuale su Wikipedia
    4. 4. Web 2.0: definizione Fonte Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Web_2.0) Il Web 2.0 è un termine utilizzato per indicare genericamente uno stato di evoluzione di Internet (e in particolare del World Wide Web), rispetto alla condizione precedente. Si tende ad indicare come Web 2.0 l'insieme di tutte quelle applicazioni online che permettono uno spiccato livello di interazione sito-utente (blog, forum, chat, sistemi quali Wikipedia, Youtube, Facebook, Myspace, Twitter, Gmail, Wordpress, Tripadvisor ecc.).[1] La locuzione pone l'accento sulle differenze rispetto al cosiddetto Web 1.0, diffuso fino agli anni novanta, e composto prevalentemente da siti web statici, senza alcuna possibilità di interazione con l'utente eccetto la normale navigazione tra le pagine, l'uso delle email e l'uso dei motori di ricerca.
    5. 5. Virtual Worlds
    6. 6. PER ORIENTARSI
    7. 7. Fonte: The impact of social computing on the EU information society and economy – IPTS 2009
    8. 8. VideoVideo Web 2.0: The machine is us http://www.youtube.com/watch?v=5xDITZBizfY Social network e turismo http://www.youtube.com/watch?v=6CxOnz7nyXg
    9. 9. Fonte: Public Services 2.0: the impact of social computing on public services – IPTS 2009
    10. 10. Tratto da: The impact of social computing on the EU information society and economy – IPTS 2009
    11. 11. FOCUS: LIFESTREAM FONTE IMG: http://aki-mikadzuki.deviantart.com/art/Lifestream-iphone-ver-1-139590749
    12. 12. Definizioni: LIFESTREAM ( fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Lifestream ) The term lifestream was coined by Eric Freeman and David Gelernter at Yale University in the mid-1990s to describe "...a time-ordered stream of documents that functions as a diary of your electronic life; every document you create and every document other people send you is stored in your lifestream. Lifestreams are also referred to as social activity streams or social streams.
    13. 13. Fonte: http://www.slideshare.net/freeryan/lifestreaming-conceptual-1052937
    14. 14. Fonte: http://www.slideshare.net/freeryan/lifestreaming-conceptual-1052937
    15. 15. Fonte: http://www.slideshare.net/freeryan/lifestreaming-conceptual-1052937
    16. 16. Fonte: http://www.slideshare.net/freeryan/lifestreaming-conceptual-1052937
    17. 17. Fonte: http://www.slideshare.net/freeryan/lifestreaming-conceptual-1052937
    18. 18. Fonte IMG: http://www.flickr.com/photos/9625996@N02/3479101061/
    19. 19. Un esempio http://www.webeconoscenza.net/s ocial/
    20. 20. FOCUS: CROWDSOURCING http://www.flickr.com/photos/72614794@N00/2208405352/
    21. 21. Definizione: crowdsourcing Fonte: Wikipedia Il termine crowdsourcing (da crowd, gente comune, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività) è un neologismo che definisce un modello di business nel quale un’azienda o un’istituzione richiede lo sviluppo di un progetto, di un servizio o di un prodotto ad un insieme distribuito di persone non già organizzate in un team. Questo processo avviene attraverso degli strumenti web o comunque dei portali su internet. Inizialmente il crowdsourcing si basava sul lavoro di volontari ed appassionati che dedicavano il loro tempo libero a creare contenuti e risolvere problemi. La community open source è stata la prima a trovarne beneficio. L'enciclopedia Wikipedia è un esempio di crowdsourcing volontario. Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale.
    22. 22. http://www.flickr.com/photos/johnhaydon/3723047033
    23. 23. Crowdsourcing: Video sul tema Definizione di Jeff Howe che lanciò il termine su Wired http://www.youtube.com/watch?v=F0-UtNg3ots Intervento di Frieda boschi alla Social Media Week di Milano (sett 2010) http://www.youtube.com/watch?v=PVn2fn4-dSQ Descrizione in italiano a cura di Casaleggio Associati http://www.youtube.com/watch?v=dRdSxU_mRz4
    24. 24. ESEMPI NEL SETTORE CREATIVO
    25. 25. FOCUS: I SOCIAL NETWORK FONTE IMG: http://blog.paulwalk.net/
    26. 26. Fonte: http://www.techreaders.com/2010/01/internet-statistics-for-the-year-2009/ Fonte: http://www.flickr.com/photos/cobalt/34248855
    27. 27. DATI AGGIORNATI AL 10-10-2010 Fonte: http://www.facebook.com/press/info.php?statistics
    28. 28. DATI AGGIORNATI AL 18-3-2010 Fonte: http://socialmediagraphics.posterous.com/
    29. 29. Fonte: http://youtube-global.blogspot.com/
    30. 30. Fonte: http://socialmediagraphics.posterous.com
    31. 31. Quanti italiani usano Twitter ? Dati aggiornati a ottobre 2010, forniti direttamente da Twitter Registered Users in Italy (number) ~1.3M Active Users in Italy (%) ~350K on a trailing 30 day basis Italian unique visitors (month) ~7.8M to Twitter.com Italian Twitter Users growth: 30% increase in signups over the last 30 days Daily tweets from Italian subscribers ~350K tweets/day Fonte: http://www.vincos.it/2010/10/10/quanti-italiani-usano-twitter/
    32. 32. Fonte: http://www.slideshare.net/blackbeltjones/battle-for-the-planet-of-the-apes-a-perspective-on-social-software-and-social-networks
    33. 33. Fonte: la comunicazione del Comune di Modena – maggio 2009 – campione: 1000 cittadini
    34. 34. VIDEO La storia di Facebook in italiano http://www.youtube.com/watch?v=o1AUWtYY_wI Facebook sta uccidendo Internet? Intervista a Guido Scorza ottobre 2010 http://www.youtube.com/watch?v=tNQtmNIqP-8
    35. 35. LA STRATEGIA DI FACEBOOK Diventare il nodo centrale delle relazioni della rete Il grafo sociale come strumento di ricerca e creazione di valore in rete Il rischio: un break down di FB significherebbe una crisi di tutta la rete Vedi video con la strategia di Mark Zuckerberg (21-4-2010): http://apps.facebook.com/feightlive/
    36. 36. ESEMPIO DI SOCIAL PLUGIN ESEMPIO DI SOCIAL PLUGIN
    37. 37. FOCUS: SOCIAL NETWORK E GEOTAGGING
    38. 38. Definizione: Geotagging Fonte: Wikipedia Geotagging is the process of adding geographical identification metadata to various media such as photographs, video, websites, SMS messages, or RSS feeds and is a form of geospatial metadata. These data usually consist of latitude and longitude coordinates, though they can also include altitude, bearing, distance, accuracy data, and place names. It is commonly used for photographs, giving geotagged photographs. Geotagging can help users find a wide variety of location-specific information. For instance, one can find images taken near a given location by entering latitude and longitude coordinates into a suitable image search engine. Geotagging-enabled information services can also potentially be used to find location-based news, websites, or other resources. Geotagging can tell users the location of the content of a given picture or other media or the point of view, and conversely on some media platforms show media relevant to a given location.
    39. 39. La nuova frontiera: Facebook Places La nuova frontiera: Facebook Places
    40. 40. La nuova frontiera: Google Latitude La nuova frontiera: Google Latitude
    41. 41. ……AVEVO 432 AMICI………..
    42. 42. Ci ritroveremo su facebook
    43. 43. VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=pbwTQLfoIH0
    44. 44. Twitter è un servizio gratuito di social network e microblogging che fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri (tweet) . Gli aggiornamenti possono essere effettuati tramite il sito stesso, via SMS, con programmi di messaggistica istantanea, e-mail, oppure tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter. Twitter è stato creato nel marzo 2006 dalla Obvious Corporation di San Francisco. Gli aggiornamenti sono mostrati istantaneamente nella pagina di profilo dell'utente e comunicati agli utenti che si sono registrati per riceverli. Il nome "Twitter", corrispondente sonoro della parola tweeter, deriva dal verbo inglese to tweet che significa "cinguettare". Il servizio è diventato estremamente popolare, anche come avversario di Facebook, grazie alla semplicità ed immediatezza di utilizzo. Esistono diversi esempi in cui Twitter è stato usato dagli utenti per diffondere notizie, come strumento di giornalismo partecipativo. Ad esempio, nel caso del terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009, gli utenti Twitter hanno segnalato la notizia prima dei media tradizionali.[Fonte: Wikipedia] VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=pbwTQLfoIH0
    45. 45. YouTube è un sito internet tra i più popolari al mondo che consente la condivisione di video. E’ proprietà di Google Inc. ed è il terzo sito più visitato al mondo dopo Google e Facebook. L'azienda ha sede a San Bruno (California) e utilizza tecnologia Adobe Flash Video per visualizzare una vasta gamma di Contenuto generato dagli utenti di video, tra cui film, video televisivi e video musicali, così come i contenuti amatoriali come Video blog di brevi video originali. La maggior parte dei contenuti su YouTube è stato caricato dai singoli individui, anche se le società dei media tra cui la CBS, BBC, VEVO e altre organizzazioni offrono parte del loro materiale tramite il sito, come parte del programma di partnership di YouTube. [Fonte: Wikipedia]
    46. 46. Flickr è un sito web multilingua che permette agli iscritti di condividere fotografie personali con chiunque abbia accesso a Internet, in un ambiente web 2.0. Il sito, di proprietà del gruppo Yahoo!, ha una libreria in continua crescita contando ogni minuto più di duemila nuove foto inserite da parte dei suoi sette milioni di utenti. Nel marzo del 2005 Flickr è stato acquistato da Yahoo!. L'utilizzo del servizio negli anni è cambiato parecchio. Inizialmente nato come strumento per ospitare le proprie immagini da pubblicare su altri siti, ha avuto grande successo grazie al fenomeno dei blog. In seguito si è evoluto, diventando esso stesso una comunità virtuale grazie ai gruppi tematici ed ai forum. Grazie alla crescita tecnologica ed al largo numero di strumenti fotografici, viene utilizzato per raccogliere la digigrafia della propria vita e rimanere aggiornati su quella dei propri conoscenti ed amici. Le immagini possono essere geo localizzate. [Fonte: Wikipedia]
    47. 47. Fonte img: http://www.flickr.com/photos/daviderickson/2765981920/ FOCUS: COSA CAMBIA NEGLI STILI DI VITA DELLE PERSONE E DELLE CITTA’
    48. 48. CITTADINI 2.0 Fiducia: eBay Partecipazione/Ag giornamento: Tempo trascorso on line Tagging Multimedia: video, Ipod, radio on line Connettività e convergenza: PC + Cellulare Banda larga Applicazioni on line: Gmail, YouTube, Flikr, Blog, ecc. Condivisione: Facebook, Twitter, ecc. Personalizzazione
    49. 49. FOCUS: COSA CAMBIA NEGLI STILI DI VITA DELLE PERSONE E DELLE CITTA’ Esistere on line (avere uno o più profili) Esprimere un parere, commentare, attribuire un rating a qualcosa o a qualcuno Incontrarsi virtualmente e fisicamente Appartenenza “multipla”/ essere parte di un network Fonte img:http://www.ladieswholaunch.com/magazine/lifestyle
    50. 50. Multicanalità e diritto di accesso ai serviziMulticanalità e diritto di accesso ai servizi
    51. 51. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009
    52. 52. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009
    53. 53. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009
    54. 54. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009
    55. 55. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009
    56. 56. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009 AUTORAPPRESENTAZIONE DI SE STESSI “la portata con la quale le persone usano i social network e si auto-promuovono online diventerà più importante nel determinare le loro carriere rispetto alle scuole o alle università che frequentano” Fonte: Digital Anthropology Report 2009
    57. 57. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009
    58. 58. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009 L'effetto Droste è un termine olandese per un particolare tipo di pittura ricorsiva. Un'immagine in cui è presente l'effetto Droste possiede una piccola immagine di se stessa, localizzata dove dovrebbe trovarsi se si trattasse di un'immagine reale. Questa piccola immagine inoltre contiene a sua volta una versione ancora più ridotta di sé stessa, e così via. Tecnicamente non c'è limite al numero di iterazioni, ma in pratica si continua fino a quando la risoluzione permette di distinguere un cambiamento. Fonte: Wikipedia
    59. 59. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009
    60. 60. IL CASO RAPLEAF: DOSSIER SULLE PERSONE DA RIVENDERE AD AZIENDE E POLITICI Secondo il WSJ, i dossier potevano includere anche il reddito familiare, il numero di figli, la loro età, la fede politica e religiosa, le abitudini (fumatore, vegetariano, appassionato di scommesse o film porno, ecc.). Informazioni suddivise in oltre 400 categorie. Tutto questo, nonostante il sito indicasse chiaramente di non raccogliere informazioni relative a "bambini, salute, preferenze sessuali, conti bancari o convinzioni religiose". Fonte:http://www.key4biz.it
    61. 61. Fonte: Wall Street Journal – vedi demo all’indirizzo http://s.wsj.net/public/resources/documents/st_RAPLEAF_20101018.html
    62. 62. Fonte: The impact of social computing on the EU information society and economy – IPTS 2009
    63. 63. Fonte: http://www.slideshare.net/mdeuze/media-life-2009
    64. 64. http://technorati.com/ http://www.linkedin.com/ http://flickr.com/ http://delicious.com/ http://www.youtube.com/ http://www.lastfm.it/ Siti da visitare …Siti da visitare …
    65. 65. Web 2.0...The Machine is Us [IT] http://www.youtube.com/watch?v=5xDITZBizfY Social network e turismo [EN txt] http://www.youtube.com/watch?v=6CxOnz7nyXg Social bookmarking [IT] http://www.youtube.com/watch?v=9TrvWew9EMk Twitter [IT] http://www.youtube.com/watch?v=pbwTQLfoIH0 Google docs [IT] http://www.youtube.com/watch?v=Sf5xPB_wf1M Facebook [IT] http://www.youtube.com/watch?v=o1AUWtYY_wI Video interessanti …Video interessanti … Social Networking (Facebook, Linkedin, etc.) [IT] http://www.youtube.com/watch?v=lt3kT1HkpJk RSS [IT] http://www.youtube.com/watch?v=iCSEK_cSu9c Wiki [IT] http://www.youtube.com/watch?v=1zi6yXyAFdo Blog [IT] http://www.youtube.com/watch?v=ni-QnFaaVow La competizione fra i social network [IT] http://www.youtube.com/watch?v=Pl4JICjTPHI Tourism 2.0 [EN txt] http://www.youtube.com/watch?v=_cUkHhEh7k8 Lifestream http://video.pmi.it/file/vedi/1029/lifestreaming-la-tua- vita-digitale/
    66. 66. GRAZIE PER L’ATTENZIONE Claudio Forghieri claudio@forghieri.org STOPPING TO THINK Fonte: http://www.flickr.com/photos/envios/93679057/

    ×