ORIGINI
DELLA
BIOLOGIA
ORIGINI
• I primi gruppi di uomini primitivi
impararono la differenza tra piante
velenose e commestibili per la
sopravvive...
CULTURA E SUPERSTIZIONE
• Culture più avanzate cominciano a
ricercare erbe curative.
• Per le antiche credenze, era comune...
GRECIA
• Talete cambia il pensiero popolare: i
fenomeni naturali non hanno origine
divina.
• Nascita della medicina: Ippoc...
ARISTOTELE
• Aristotele fu il filosofo che si concentrò di
più sugli aspetti della natura e il
comportamento e gli attribu...
• Teofrasto scrive un libro sulla botanica.
Plinio il Vecchio elaborò delle descrizioni
zoologiche.
MEDIOEVO
• Al-Jahiz (781-869) descrisse primitive
idee evoluzioniste come la lotta per la
sopravvivenza e l’idea della cat...
• E’ sfatata la teoria degli umori di
Ippocrate.
• Sono scritte enciclopedie farmaceutiche
ed è sperimentata l’autopsia.
RINASCIMENTO
• 1452-1519 Leonardo da Vinci studia i fossili, comprende perché si
trovavano fossili marini in cima alle mon...
• 1564 – 1642 Galileo Galilei introdusse il metodo
scientifico: l’esperimento è la base dell’indagine.
Il suo metodo è com...
• Antoni van Leeuwenhoek inventò e migliorò il
microscopio e scoprì l’esistenza dei batteri.
• Robert Hooke, grazie al mic...
ALTRE SCOPERTE VERSO
L’EVOLUZIONISMO
• 1669 Nicholas Steno pubblicò un saggio su
come i resti di organismi viventi potesse...
• Buffon, al contrario di Linneo, non crede che le specie
siano immutabili e questo è un pensiero chiave nella
storia dell...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Origini della biologia - Emiliani Maria Agnese

415 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
415
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Origini della biologia - Emiliani Maria Agnese

  1. 1. ORIGINI DELLA BIOLOGIA
  2. 2. ORIGINI • I primi gruppi di uomini primitivi impararono la differenza tra piante velenose e commestibili per la sopravvivenza. • Le tribù di nomadi dovevano conoscere il comportamento degli animali per riuscire a cacciarli e di conseguenza sopravvivere.
  3. 3. CULTURA E SUPERSTIZIONE • Culture più avanzate cominciano a ricercare erbe curative. • Per le antiche credenze, era comune osservare attentamente le interiora degli animali. Con lo scopo di spiegare eventi o prevedere il futuro, si è alimentata la conoscenza degli organi.
  4. 4. GRECIA • Talete cambia il pensiero popolare: i fenomeni naturali non hanno origine divina. • Nascita della medicina: Ippocrate di Kos studia il sangue e sostiene la Teoria degli Umori.
  5. 5. ARISTOTELE • Aristotele fu il filosofo che si concentrò di più sugli aspetti della natura e il comportamento e gli attributi degli animali. Classificò 540 specie di animali e di questi ne dissezionò 50. • Aristotele classifica gli animali nella Grande catena dell’Essere.
  6. 6. • Teofrasto scrive un libro sulla botanica. Plinio il Vecchio elaborò delle descrizioni zoologiche.
  7. 7. MEDIOEVO • Al-Jahiz (781-869) descrisse primitive idee evoluzioniste come la lotta per la sopravvivenza e l’idea della catena alimentare. • Il Canone della Medicina, scritto da Avicenna, conteneva le prime prove cliniche e la farmacologia dell’epoca.
  8. 8. • E’ sfatata la teoria degli umori di Ippocrate. • Sono scritte enciclopedie farmaceutiche ed è sperimentata l’autopsia.
  9. 9. RINASCIMENTO • 1452-1519 Leonardo da Vinci studia i fossili, comprende perché si trovavano fossili marini in cima alle montagne. Ebbe numerosi successi per quanto riguarda l’astronomia: il sole è al centro dell’universo ed emana calore, inoltre, paragonava già i pianeti a delle calamite che si attraggono a vicenda. Studiando le piante capì che le foglie crescono seguendo delle regole matematiche e che i cerchi nel tronco degli alberi indicano la loro età. Leonardo elaborò anche un primo concetto di capillarità .
  10. 10. • 1564 – 1642 Galileo Galilei introdusse il metodo scientifico: l’esperimento è la base dell’indagine. Il suo metodo è composto di due fasi, la sensata esperienza e la necessaria dimostrazione. • 1628 William Harvey pubblica la sua teoria sulla scoperta della circolazione sanguigna. • Cartesio elabora la teoria del meccanicismo, che assimila l’uomo a una macchina.
  11. 11. • Antoni van Leeuwenhoek inventò e migliorò il microscopio e scoprì l’esistenza dei batteri. • Robert Hooke, grazie al microscopio di Antoni van Leeuwenhoek coniò il nome cellula, osservando dei pezzetti di sughero. • Teoria della generazione spontanea: molte forme di vita semplici possono nascere spontaneamente da materia inorganica in decomposizione. Questa teoria è stata sfatata con un esperimento da Francesco Redi nel 1668.
  12. 12. ALTRE SCOPERTE VERSO L’EVOLUZIONISMO • 1669 Nicholas Steno pubblicò un saggio su come i resti di organismi viventi potessero essere stati intrappolati in strati di sedimenti ed essersi mineralizzati per produrre i fossili • 1735 Carlo Linneo pubblica la classificazione linneana, che divide tutti gli esseri viventi in categorie, che vanno a includere sempre meno organismi, fino ad arrivare al binomio linneano, che determina l’organismo. Le categorie sono: Regno, Philum, Subphilum, Classe, Ordine, Famiglia, Genere, Specie.
  13. 13. • Buffon, al contrario di Linneo, non crede che le specie siano immutabili e questo è un pensiero chiave nella storia dell’evoluzionismo. • Secondo Lamarck gli esseri viventi possono trasmettere alla prole i caratteri che hanno acquisito durante la loro vita. • 1858 Charles Darwin presentò la sua teoria riguardo l’origine della specie. Elaborò anche la teoria della selezione naturale. • Gregor Mendel formulò le sue leggi sull'ereditarietà. Inoltre fu alla base della genetica moderna. • Theodor Schwann e Matthias Jacob Schleiden scoprirono che la cellula è centro di ogni attività vitale, in seguito arrivano alla conclusione che ogni essere vivente è composto da cellule.

×