Egizi

21,587 views

Published on

Ipertesto realizzato dagli alunni della classe 2.0 di Trivento sulla civiltà egizia, seguendo le indicazioni di un webquest appositamente realizzato dai docenti.

Published in: Education
1 Comment
4 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
21,587
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
12,547
Actions
Shares
0
Downloads
128
Comments
1
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Egizi

  1. 1. FILMATO
  2. 2. Economia Dove e quando Società Vita quotidiana Religione Cultura Tecnica
  3. 3. Made with Office Timeline 2010 www.officetimeline.com Nasce la civiltà egizia 3500 a.C. Costruzione delle piramidi 1500 a.C. Massimo splendore della civiltà egizia 2700 a.C. Roma conquista l'Egitto 31 a.C. La civiltà egizia si sviluppò in Africa, lungo la valle del fiume Nilo, tra il 3500 a.C. e il 31 a.C. Dove e quando
  4. 4. L’ Egitto era diviso in due diversi regni: il Basso Egitto nella regione del delta, e Alto Egitto lungo il corso superiore del fiume. Intorno al 3000 a.C. il re Menes, unificò i due regni in uno stato unitario, che durò per oltre duemila anni.
  5. 5. L’ Egitto è situato nel Nord Africa, ed è un territorio prevalentemente desertico, con inverni miti e soleggiati ed estati torride. E’ attraversato da un lungo fiume, il Nilo sulle cui rive c’è una sottile striscia di campi coltivati.
  6. 6. Il Nilo è un fiume africano lungo 6.695 km, considerato il fiume più lungo del Mondo.
  7. 7. Il Nilo svolgeva un ruolo importantissimo nella vita quotidiana degli Egizi. Le acque del fiume inondavano l’Egitto e ritirandosi, abbandonavano sui terreni il limo che rendeva fertile i campi.
  8. 8. Lungo le rive del Nilo crescono canne e papiri e vivono molti uccelli, oche e anatre selvatiche…. Vicino al fiume ci sono prati.
  9. 9. Economia Agricoltura Allevamento Artigianato Commercio
  10. 10. Le coltivazioni più importanti erano quelle del lino e dei cereali, dalle quali si ricavavano due raccolti. C’erano poi distese di palme, fichi, sicomori, da cui veniva ricavato il legname, e di viti che venivano coltivate per la produzione del vino. L’agricoltura era l’attività più importante. Il contadino dedicava gran parte della giornata a curare i campi e a difenderli dalla siccità, curando l'irrigazione. Economia
  11. 11. Il lavoro del contadino era controllato dagli scribi che erano i funzionari del regno.
  12. 12. Per gli egizi l’allevamento del bestiame era molto importante. Molti erano semplicemente animali da compagnia: infatti quasi tutte le famiglie egiziane avevano un gatto. I contadini allevavano alcuni animali come maiali, pecore, mucche e asini.
  13. 13. La caccia piaceva molto agli egiziani ed era un mezzo per procurarsi del cibo. Gli Egizi utilizzavano trappole e scavavano buche. Alla fine della caccia una parte delle prede veniva sacrificata come ringraziamento. Gli ippopotami erano gli animali più cacciati; durante la caccia veniva inizialmente lanciato un arpione, fatto di legno con un gancio metallico e una corda, per colpire l'animale. Quando gli egizi scoprirono il carro, impararono un altro metodo di caccia.
  14. 14. Al mercato era usato il baratto, una forma di scambio diretta fra due persone. Durante l'Antico Regno si diffusero le monete, pezzi metallici (d'oro, argento o rame) che avevano nomi e valori diversi, che dipendevano dalla quantità di metallo utilizzato per coniarli. Il commercio
  15. 15. L’artigianato L’artigianato era basato sulla lavorazione dei metalli (argento, oro, stagno, rame) e sulla produzione di gioielli, tessuti (cotone, lana, lino), ceramiche, profumi e oli profumati.
  16. 16. Società Faraone Piramide sociale
  17. 17. Faraone Visir e primo sacerdote Onorevoli Nomarchi Scribi Sacerdoti Artigiani Contadini Clic sulla piramide per maggiori informazioni
  18. 18. Il Faraone era la persona sociale più importante. La parola "Faraone" significa "grande casa”. Era colui che governava l’Egitto, un sommo sacerdote ed era considerato un dio ed un uomo. I faraoni più importanti…
  19. 19. Uno dei faraoni più famosi e importanti è stata la regina Hatshepsut, cresciuta e educata nel palazzo del re, aveva sposato Thutmosis II. Era raffigurata come uomo e come donna, vestita con abiti e accessori maschili, portava addirittura la barba finta come i faraoni. Cheope fu il secondo faraone. Le notizie sulla sua vita e sul suo regno ci dicono che fu un faraone crudele e spietato; testi a lui contemporanei, invece, lo descrivono come un riformatore. Cheope si sposò tre volte ed ebbe tre figlie e sei figli quattro dei quali gli successero al trono.
  20. 20. Cleopatra è stata una regina egizia . Oggi è probabilmente la più famosa di tutti i sovrani dell'Antico Egitto; è conosciuta con il nome di Cleopatra VII ed è passata alla storia per le sue relazioni sentimentali con Giulio Cesare e Marco Antonio
  21. 21. Tutankhamon, detto anche "il faraone bambino“, è stato il più giovane faraone mai conosciuto. Egli sposa la giovane Ankhesenamon, sua sorellastra, ragna per circa dieci anni e muore all’età diciannove anni. Chefren, figlio di Cheope, dopo la morte di quest'ultimo, combatté contro il fratello Kheper per la successione. Naturalmente vinse Chefren, perché altrimenti non sarebbe stato faraone. Il suo regno durò per 20 anni.
  22. 22. Dopo il faraone c’era il visir. Aveva il compito di assicurarsi che tutto andasse bene: controllava che i canali portassero acqua regolarmente nei campi, controllava le costruzioni di templi e la raccolta dei tributi. Il primo sacerdote invece era colui che sostituiva il faraone nelle vesti di sommo sacerdote.
  23. 23. Al terzo posto c’erano gli onorevoli, cioè gli amici o i parenti del faraone. Svolgevano compiti prestigiosi ed erano quindi ambasciatori o cerimonieri di palazzi.
  24. 24. I nomarchi, oltre a mantenere l’ordine pubblico e a chiamare l’esercito quando il faraone dichiarava guerra, erano coloro che governavano le regioni in cui il paese era diviso.
  25. 25. Gli scribi erano i funzionari del regno, stendevano i messaggi per gli ambasciatori, curavano i templi e assistevano il faraone nelle sue decisioni.
  26. 26. Al sesto posto c’erano i sacerdoti e si occupavano di cerimonie e culti e amministravano le ricchezze.
  27. 27. Tessitori, pittori, gioiellieri, mercanti, scultori, imbalsamatori… sono coloro che lavorano per i ricchi.
  28. 28. Ben il 90% della popolazione egizia era costituita da contadini che coltivavano o lavoravano nei grandi cantieri.
  29. 29. Gli schiavi non entrano nella classe sociale ma erano coloro che dovevano subire i lavori più pesanti.
  30. 30. Vita quotidiana Le case L’alimentazione L’abbigliamento La famiglia
  31. 31. Le città dell’ Egitto nascevano lungo il fiume Nilo. Le mura che circondavano le città, erano costruite con mattoni di argilla e paglia. Gli edifici pubblici, erano realizzati in pietra. Il popolo aveva case piccole, di due o tre camere, fatte di fango con il tetto di paglia. Le case dei ricchi, fatte in muratura, erano molto grandi, con pareti decorate. Vita quotidiana
  32. 32. Nelle case dei poveri c’erano pochi mobili: delle panche, un baule di legno, un tavolo e delle sedie. Esemplari molto pregiati sono stati rinvenuti nelle tombe.
  33. 33. Pane e birra erano il cibo e la bevanda più usate . Pare che ci fossero circa trenta o quaranta tipi di pane con diverse forme. Esso era cotto all'aperto, in forni d'argilla. Veniva poi consumato al naturale o arricchito con grasso e uova, oppure addolcito con miele e frutta . L’alimentazione
  34. 34. Si mangiava anche moltissimo pesce, sia d'acqua dolce che salata. Consumavano la carne e le uova degli uccelli allevati o cacciati, e la carne di ovini e suini oltre a formaggi, verdura e frutta.
  35. 35. La famiglia era molto importante. Gli antichi egizi si sposavano molto giovani. Non c’era nessuna cerimonia di matrimonio; la sposa andava a vivere nella casa dello sposo e portava con sé la dote cioè le sue ricchezze(la proprietà di terreni, gioielli ,biancheria). Le famiglie erano molte numerose.
  36. 36. Le donne del popolo si occupavano dei figli e della casa e lavoravano nei campi.
  37. 37. Le donne nobili controllavano il lavoro della servitù partecipavano alle cerimonie pubbliche potevano diventare sacerdotesse La moglie , la madre, e le figlie dei faraoni erano molto importanti. Infatti, se il faraone saliva al trono ancora bambino, la madre governava al posto del figlio .
  38. 38. L'Egitto è un paese caldo e così la gente indossava abiti leggeri e freschi fatti di fibre vegetali come il lino La maggior parte dei bambini andava in giro completamente nuda. Gli uomini delle classi lavoratrici indossavano un perizoma o gonnellino . Le donne indossavano abiti dritti con una o due bretelle
  39. 39. Gli egiziani indossavano gioielli e si truccavano in onore delle divinità. Uomini e donne usavano ombretto blu e verde e eyeliner nero.
  40. 40. Gli egiziani assegnavano grande importanza alla pulizia personale . I benestanti avevano in casa una stanza da bagno ,ma anche i poveri riuscivano a lavarsi usando cenere o argilla come detergente .
  41. 41. Il dio più importante Gli dei più popolari Altri dei Il culto per gli animali Religione
  42. 42. AMON-RA Creatore degli uomini. Era il dio più importante, sulla testa portava il disco solare.
  43. 43. Gli dei più popolari erano Osiride, la sua sposa Iside e il loro figlio Horus.
  44. 44. OSIRIDE Era il dio della morte e della resurrezione. Era anche il sovrano dell’oltretomba.
  45. 45. ISIDE Oltre che protettrice dell’unione familiare, è anche la Dea della magia. Porta sul capo il simbolo di una scala.
  46. 46. HORUS Era il figlio di Osiride e Iside protettore dei faraoni e dio del cielo.
  47. 47. ATUM Il principale Dio egizio, creatore del mondo e padre di tutti gli Dei.
  48. 48. ANUBI Rappresentato con la testa di sciacallo, era il dio dei morti e creatore della mummificazione.
  49. 49. THOT Dio dalla testa di ibis e creatore della scrittura
  50. 50. HATOR La dea vacca. Dea della gioia e dell’ amore, madre universale
  51. 51. AMON Dio il cui nome significa «il nascosto», è una divinità molto antica con caratteristiche guerriere.
  52. 52. TEFNUT Rappresentata con la testa di leonessa, impersonifica la sostanza umida.
  53. 53. SHU E NUT Il Dio dell’aria, porta sul capo una piuma di struzzo, che costituisce anche il geroglifico del suo nome.
  54. 54. GEB E’ la terra sulla quale vivono gli uomini e gli animali
  55. 55. Gli egizi avevano una venerazione per alcuni animali come : il gatto, considerato un animale sacro; il coccodrillo che segnalava le piene; l’ibis perché eliminava dal fiume i serpenti; lo sciacallo che teneva pulite le rive dei fiumi e lo sparviero perché uccideva i roditori.
  56. 56. Cultura I geroglifici L’istruzione La musica
  57. 57. LA SCRITTURA GEROGLIFICA Nel 3100 a.C. gli antichi Egizi avevano già inventato la scrittura geroglifica. Cultura
  58. 58. La scrittura era costituita inizialmente da pittogrammi, che venivano scritti sia in orizzontale che in verticale, da sinistra a destra o viceversa. Con il tempo i geroglifici assunsero il carattere di ideogrammi. Un grande progresso fu fatto dagli scribi che incominciarono a usare i disegni per richiamare i suoni dei nomi delle cose: la scrittura divenne fonetica. Pittogrammi = cuore Ideogrammi = amore Scrittura fonetica amo + re = amore
  59. 59. Il significato dei geroglifici per molto tempo rimase indecifrato fino a quando…
  60. 60. …fu ritrovata la celebre “stele di Rosetta” che riportava la trascrizione dei geroglifici in greco. Ciò permise di decifrare completamente i geroglifici.
  61. 61. Dalla necessità di inventariare la grande quantità di alimenti in entrata ed in uscita dalla casa del Faraone nacque la figura dello scriba, che divenne una figura molto potente nell’amministrazione del Paese. La carriera dello scriba era invidiabile; spesso garantiva lauti guadagni e consentiva di scalare i vertici della società. Lo scriba scriveva su fogli di papiro. Lo scriba
  62. 62. Il papiro è una canna di palude che cresce abbondante in zone calde e umide…
  63. 63. Gli Egizi impararono a ricavarne dei fogli su cui scrivere con l’inchiostro.
  64. 64. L’ educazione e l’istruzione La prima educazione avveniva in casa. La madre si occupava delle femmine, mentre i figli maschi imparavano a fare il lavoro dei padri. I figli dei nobili diventavano sacerdoti, governatori, funzionari; imparavano fin da piccoli a leggere e scrivere. Le figlie del faraone non frequentavano la scuola, ma avevano un insegnante a disposizione nelle loro case.
  65. 65. LA MUSICA La musica accompagnava feste, banchetti e cerimonie religiose , dove erano presenti danzatori e danzatrici, oltre a far parte delle attività quotidiane: durante i lavori dei campi, alle feste e ai funerali .
  66. 66. Durante le cerimonie si suonavano strumenti a percussione (tamburi, crotali, sistri ) mentre nelle feste private si usava arpa, liuto e flauto .
  67. 67. Tecnica Le piramidi Le mummie Invenzioni
  68. 68. I monumenti egizi più famosi sono le piramidi, cioè le tombe di alcuni faraoni che sono vissuti durante l’Antico e il Medio Regno. In Egitto ci sono 80 piramidi tutte diverse per struttura e dimensioni. Tecnica
  69. 69. All’interno le piramidi nascondevano la camera del sepolcro, che doveva rimanere segreta per evitare furti. Camera funebre sotterranea Camera della regina Camera del faraone Grande galleria
  70. 70. Per gli antichi Egizi il culto dei morti, era molto importante. Essi pensavano che dopo la morte ci fosse un’altra vita e che la seconda vita sarebbe stata più piacevole se il defunto avesse portato nell’aldilà i suoi oggetti più cari. Per questo i defunti “più importanti” venivano mummificati e sepolti in tombe speciali: le piramidi.
  71. 71. Dal cadavere venivano tolti il cervello e tutti gli organi interni, tranne il cuore, e li si deponeva in appositi vasi, detti canòpi. Poi si riempivano le cavità con mirra e altre spezie e si ricucivano le aperture. Il corpo veniva deposto nel nàtron (una sostanza salina naturale) per settanta giorni.
  72. 72. Il defunto veniva quindi lavato e avvolto dalla testa ai piedi in lunghe bende di lino imbevute di resina. Infine si applicava sul volto una maschera funebre , che riproduceva i lineamenti del defunto, in modo che questi potesse essere riconosciuto dagli dei nell’aldilà.
  73. 73. GLI OROLOGI Gli egiziani usavano due tipi di orologi: l’orologio ad acqua e la meridiana. Un grande vantaggio dell’orologio ad acqua era che si poteva usare anche di notte invece la meridiana no. IL CALENDARIO Il calendario egizio era diverso dal nostro. Per loro in un anno c’erano 365 giorni. Antico Egitto Oggi Giorni alla settimana 10 7 Settimane al mese 3 4 o 5 Mesi a stagione 4 3 Stagioni all'anno 3 4
  74. 74. LE VELE Gli egizi conoscevano la vela. Le vele egiziane erano disposte in maniera che potessero catturare il vento. IL VETRO Gli egiziani iniziarono a lavorare il vetro intorno al 1500 a.C. con una varietà di colori.
  75. 75. LO SHADUF Gli egiziani per prendere l’acqua dal Nilo usavano lo shaduf.
  76. 76. I mezzi di trasporto Il Nilo e i suoi canali erano le principali vie di comunicazione. Esistevano diversi tipi di imbarcazione come: -barche di legno utilizzate per la pesca -piccole barche fatte con piante di papiro -chiatte per trasportare pietre molto pesanti - grandi navi utilizzate per le grandi cerimonie

×